Episodi de Il Trono di Spade (terza stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La terza stagione della serie televisiva Il Trono di Spade (Game of Thrones), composta da 10 episodi, è stata trasmessa sul canale statunitense HBO dal 31 marzo al 9 giugno 2013.[1]

In Italia, la stagione è andata in onda in prima visione assoluta sul canale satellitare Sky Cinema 1 dal 10 maggio al 14 giugno 2013.[2][3] È stata trasmessa in chiaro dal 25 marzo al 3 giugno 2015 su Rai 4.

Cast
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi delle Cronache del ghiaccio e del fuoco § Apparizioni dei personaggi nella serie televisiva.

Durante questa stagione entrano nel cast principale Oona Chaplin, Joe Dempsie e Rose Leslie, mentre ne escono Michelle Fairley, Richard Madden, James Cosmo e la stessa Chaplin.

Game of Thrones 2011 logo.svg
Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Valar Dohaeris Valar Dohaeris 31 marzo 2013 10 maggio 2013
2 Dark Wings, Dark Words Ali oscure, oscure parole 7 aprile 2013 10 maggio 2013
3 Walk of Punishment Il cammino del supplizio 14 aprile 2013 17 maggio 2013
4 And Now His Watch Is Ended E ora la sua guardia si è conclusa 21 aprile 2013 17 maggio 2013
5 Kissed by Fire Baciata dal fuoco 28 aprile 2013 24 maggio 2013
6 The Climb La scalata 5 maggio 2013 24 maggio 2013
7 The Bear and the Maiden Fair L'orso e la fanciulla bionda 12 maggio 2013 31 maggio 2013
8 Second Sons I Secondi Figli 19 maggio 2013 31 maggio 2013
9 The Rains of Castamere Le piogge di Castamere 2 giugno 2013 14 giugno 2013
10 Mhysa Mhysa 9 giugno 2013 14 giugno 2013

Valar Dohaeris[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Oltre la Barriera, Samwell Tarly riesce a sfuggire all'orda di Estranei e non-morti e a raggiungere il Lord Comandante Jeor Mormont. Per l'impossibilità di avvisare via corvi i Sette Regni, i Guardiani della Notte sono costretti ad intraprendere il lungo viaggio di ritorno alla Barriera per avvisare tutto il reame dell'incombente minaccia.
Intanto Jon Snow, accompagnato da Ygritte e dal Lord delle Ossa, incontra il Re oltre la Barriera, Mance Rayder, e lo convince a lasciarlo in vita dimostrandogli di essere a conoscenza dell'esistenza degli Estranei.

Ad Approdo del Re, Tyrion Lannister riceve la visita di sua sorella Cersei e i due parlano riguardo la sua intenzione di incontrare il lord loro padre, Tywin, che potrebbe screditare e compromettere la posizione della regina reggente. L'incontro invece tratta altri argomenti: il Folletto si aspetta gratificazione e preoccupazione per il suo stato di salute e per il valore dimostrato in battaglia, inoltre avanza la pretesa di ereditare Castel Granito, roccaforte di Casa Lannister (Jaime, entrando nella Guardia Reale, ha rinunciato ad ogni diritto ereditario). Tywin è indignato e respinge fermamente le pretese del figlio minore.
Sansa Stark riceve una visita da parte di Ditocorto, che le promette di portarla con lui al Nord alla prima occasione.
In un rione poverissimo della città, Margaery Tyrell decide di entrare in un orfanotrofio, mostrando bontà e gentilezza ai bambini orfani dei soldati morti nel recente assedio; il re è disgustato dallo stato di degrado di quella parte di città e rimane fuori dall’orfanotrofio, aspettando la sua promessa sposa dentro una portantina coperta.
La sera stessa, a cena, Joffrey, Cersei ed i fratelli Tyrell, Margaery e Loras, commentano i vari avvenimenti della giornata malcelando i propri rancori.

Nel Mare Stretto, Davos Seaworth è sopravvissuto alla battaglia di Approdo del Re e si risveglia abbandonato su uno scoglio, ma riesce a segnalare fortunosamente la sua posizione ad una nave vicina. Il veliero appartiene al pirata Salladhor Saan, che lo scorta a Roccia del Drago.
Re Stannis e Melisandre si stupiscono della sopravvivenza di ser Davos, che non esita a rimproverarli per la loro brutalità nei confronti dei prigionieri Lannister. Provocato ed incolpato del brutale destino della battaglia da Melisandre, Davos cerca di pugnalarla senza successo e Stannis lo fa dunque arrestare.

Ad Harrenhal, Robb Stark e Roose Bolton entrano nella fortezza abbandonata precedentemente dai Lannister e trovano 200 dei loro uomini massacrati dalla Montagna. Tra i sopravvissuti vi è Qyburn, un ex Maestro della Cittadella che Bolton assolda nella sua armata.
Il Re del Nord fa poi rinchiudere sua madre Catelyn in una cella per aver liberato Jaime Lannister.

Salpata da Qarth, Daenerys Targaryen, assieme a Jorah Mormont, i suoi tre draghi e il suo misero khalasar, è diretta ad Astapor in cerca di un esercito. Una volta sbarcata, viene accolta da Kraznys mo Nakloz, il locale comandante dell'esercito di schiavi chiamati Immacolati, intenzionato a vendere gli 8.000 uomini al miglior offerente.
Dopo l'incontro, Daenerys e Jorah discutono sul futuro degli Immacolati e mentre parlano vengono attratti da una bambina, che si rivelerà poi essere un'assassina mandata dagli Stregoni di Qarth. Dany viene provvidenzialmente salvata da ser Barristan Selmy. Dopo essersi presentato, il vecchio cavaliere chiede perdono a Daenerys e le chiede inoltre di poter diventare una sua Guardia Reale, per servire la figlia del re (Aerys II detto il Re Folle) che anni prima non era riuscito a proteggere.

Ali oscure, oscure parole[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bran Stark sogna di essere in un bosco con i suoi fratelli e con il misterioso Corvo a tre occhi. Il giovane Stark vuole uccidere l'animale, ma un ragazzo gli dice che non può, poiché il Corvo a tre occhi è lui stesso. Svegliatosi, cerca di raccontare il tutto ad Osha, ma la donna non è interessata.
Successivamente Bran, mentre Hodor e Rickon non ci sono, incontra il ragazzo visto nel sogno: Jojen Reed, figlio di uno dei principali vassalli di suo padre che, insieme a sua sorella Meera, si mette al suo servizio.
Durante la marcia, Bran scopre da Jojen di essere un metamorfo come lui.

Ad Harrenhal, Robb Stark riceve due cattive notizie da Roose Bolton: lord Hoster Tully (suo nonno materno e lord di Delta delle Acque) è morto, mentre Grande Inverno è stata data alle fiamme e Bran e Rickon risultano dispersi. Il Re del Nord decide allora di portare metà del suo esercito a Delta delle Acque e, insieme a sua madre Catelyn, di partecipare al funerale del nonno.
Durante la marcia, Talisa trova Catelyn intenta a costruire uno scacciasogni e le chiede se lo avesse già fatto prima; Catelyn risponde dicendole che ne aveva costruiti solo due, uno per Bran, dopo la caduta dalla torre, e uno per Jon Snow, quando il ragazzo contrasse il vaiolo da piccolo.

Theon Greyjoy è legato ed imprigionato in una stanza. Viene torturato ed interrogato riguardo alla battaglia di Grande Inverno ma un messaggero di sua sorella Yara irrompe nella sua prigione e lo informa che la donna sta venendo a salvarlo.

Ad Approdo del Re, re Joffrey e sua madre Cersei stanno parlando della nuova promessa sposa, Margaery Tyrell: Cersei avanza dei dubbi sulla lealtà della ragazza, ma Joffrey sembra ignorarla.
Sansa Stark riceve una visita da ser Loras Tyrell, il quale le riferisce di essere stata invitata a pranzo da Margaery e da sua nonna, Olenna Tyrell, quindi la scorta fino al giardino. Sedute ad un tavolo, Sansa, Margaery e lady Olenna parlano di Joffrey: le due Tyrell, infatti, vogliono sapere la verità sul carattere del re. Sansa confessa con riluttanza di essere stata gravemente maltrattata da Joffrey, descrivendolo come un sadico torturatore.
Shae fa visita a Tyrion che, preoccupato per la sicurezza della donna, le chiede se è stata vista arrivare nelle sue stanze. Shae lo rassicura e gli chiede aiuto per la protezione di Sansa, riferendogli che la prostituta amica di lord Varys, Ros, le ha consigliato di badare alla ragazza soprattutto quando è in compagnia di Ditocorto. Tyrion, però, le dice che Sansa è stata allontanata dai Lannister e che quindi ora lui non è più in grado di proteggerla.
In camera di Joffrey, intanto, il re e Margaery stanno conversando, quando Joffrey chiede improvvisamente alla sua promessa sposa se le piaceva il suo vecchio marito, il traditore Renly Baratheon. Margaery, molto turbata dalla domanda, lo rassicura di non aver trovato la felicità di una gravidanza, poiché Renly era omosessuale.

Oltre la Barriera, Jon Snow e Mance Rayder consultano Orell, un metamorfo dei bruti, e scoprono che molti Guardiani della Notte sono stati massacrati al Pugno dei Primi Uomini. Tra i corvi neri sfuggiti alla strage vi sono Samwell Tarly, Grenn, Edd, Pyp (tutti amici di Jon), il Lord Comandante Mormont e Rast, un ragazzo indisciplinato.

Nelle Terre dei Fiumi, Arya Stark, Gendry e Frittella sono diretti a Delta delle Acque, dopo essere fuggiti da Harrenhal. Nei boschi incontrano Thoros di Myr (un prete rosso come Melisandre), membro della Fratellanza Senza Vessilli (una compagine di briganti e cavalieri che rifiutano le pretese al Trono di Spade della famiglia Lannister), a cui nascondono le loro vere identità. Thoros invita i tre fuggitivi a bere e promette loro che poi li lascerà andare. Alla taverna però, mentre i tre ragazzi stanno per andarsene, giungono degli uomini con un prigioniero: è il Mastino, che smaschera Arya rivelando ai presenti la sua vera identità.

Sempre nelle Terre dei Fiumi, per ordine di lady Catelyn, Brienne di Tarth e il suo prigioniero, Jaime Lannister, stanno attraversando i campi dei Sette Regni per raggiungere Approdo del Re e scambiare lo Sterminatore di Re con Sansa ed Arya. Brienne e Jaime incontrano un viaggiatore diretto a Delta delle Acque e Jaime suggerisce di ucciderlo pensando che lo abbia riconosciuto, ma la donna non vuole. Successivamente, i due litigano e iniziano a duellare su un ponte, quando vengono sorpresi da alcuni uomini dei Bolton, informati proprio dal viaggiatore, che alla fine catturano lo Sterminatore di Re e Brienne.

Il cammino del supplizio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Delta delle Acque si tiene il funerale di lord Hoster Tully al quale partecipano: il Re del Nord, ser Brynden Tully (detto il Pesce Nero, fratello minore del defunto), lady Catelyn e suo fratello Edmure Tully. Quest'ultimo, sostanzialmente un inetto, sbaglia a concludere il rituale, per questo viene sostituito dal Pesce Nero, evitando altri imbarazzi.
Nelle stanze del palazzo, Edmure viene interrogato da Robb riguardo ai suoi errori: si è lasciato sfuggire la Montagna, riuscendo solamente a catturare due nipoti di Tywin. La regina Talisa cura le ferite dei due piccoli ostaggi Lannister, che hanno timore del Re del Nord.
Lady Catelyn è triste per la morte del padre e dei suoi due figli minori (Bran e Rickon vengono infatti ormai ritenuti morti da tutti) e viene consolata da suo zio, il Pesce Nero.

Ad Approdo del Re, Tywin Lannister riunisce il Concilio Ristretto. Seduti al tavolo, lord Tywin, Petyr Baelish, Varys, Pycelle, Cersei e Tyrion discutono di alcune importanti decisioni da prendere, tra le quali un nuovo progetto di alleanza con la Casa Arryn sancito da un matrimonio tra Ditocorto e lady Lysa Arryn: Baelish sarà sostituito da Tyrion come Maestro del Conio Reale.
Al bordello di lord Baelish, Tyrion ritira i registri del suo nuovo ufficio dal precedente amministratore e, uscendo, offre al suo leale scudiero Podrick alcune prostitute. Quando il ragazzo torna a palazzo, Tyrion e Bronn si stupiscono che abbia ricevuto gratis i servizi delle donne di Ditocorto, le quali pare abbiano gradito talmente tanto la sua compagnia da non aver voluto essere pagate.

Thoros di Myr è pronto a lasciare la taverna con i suoi uomini e il Mastino. Arya e Gendry vengono costretti ad andare con lui, ma Frittella decide di rimanere come cuoco alla locanda.

Al Pugno dei Primi Uomini, Mance Rayder, Jon e gli altri bruti trovano teste ed altri pezzi di carcasse di cavallo disposti secondo una spirale, ma non i cadaveri dei Guardiani della Notte massacrati dagli Estranei, come aveva detto loro il metamorfo Orell.
Il Re oltre la Barriera ordina a Tormund Veleno dei Giganti (uno dei suoi migliori combattenti) di portare con sé venti uomini - fra cui Jon e Orell - per scalare la Barriera ed attaccare il Castello Nero, sede principale dell’ordine dei Guardiani della Notte. Il segnale per l'attacco sarà un grande fuoco e, se Jon non sarà di aiuto, Tormund potrà gettarlo giù dalla Barriera.

Al rifugio di Craster, il Lord Comandante Jeor Mormont chiede nuovamente asilo al proprietario.
Sam Tarly assiste al parto di Gilly, che dà alla luce un maschio.

Alla Roccia del Drago, Melisandre è pronta per partire verso una destinazione sconosciuta. Stannis è contrario alla partenza della Donna Rossa e, al contrario, le chiede di rimanere con lui e di concedergli un altro figlio maschio che possa uccidere Joffrey Baratheon. Melisandre, però, è intenzionata a lasciare l'isola e lo informa che per compierei i suoi rituali necessita di altre persone con sangue regale.

Ad Astapor, Daenerys e i suoi consiglieri, Jorah Mormont e Barristan Selmy, raggiungono il palazzo di Kraznys mo Nakloz. Daenerys è intenzionata a comprare tutto l'esercito degli Immacolati e la serva del comandante, Missandei, offrendo in cambio il suo drago più grande. Kraznys, compiaciuto, accetta l'accordo.

Theon Greyjoy fugge con l'aiuto del messaggero di Yara ma viene nuovamente catturato dagli uomini che lo avevano torturato in precedenza. Si salva però in extremis grazie all'arrivo del messaggero di sua sorella, che uccide i suoi carcerieri.

Jaime Lannister e Brienne di Tarth stanno viaggiando con Locke (un uomo al servizio della Casa Bolton) per essere riportati da Robb Stark.
Jaime avvisa Brienne che durante la notte verrà stuprata dagli uomini del Nord e che farà meglio a concedersi loro senza opposizioni. Brienne non intende sottoporsi allo stupro e Jaime riesce a convincere Locke che il padre di Brienne lo ripagherà con molti zaffiri se sua figlia resterà illibata. Locke segue il consiglio di Jaime ma, quando lo Sterminatore di Re cerca di convincerlo che suo padre, Tywin Lannister, è disposto a pagare molto denaro se egli dovesse venire liberato, Locke gli taglia la mano destra.

E ora la sua guardia si è conclusa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jaime Lannister, dopo aver perso la mano destra, cerca di ribellarsi agli uomini del Nord che lo tengono prigioniero, ma non ha successo e viene minacciato di essere mutilato ancora. Brienne si sente in colpa e cerca di sollevare il morale allo Sterminatore di Re, invitandolo a non comportarsi da "femminuccia".

Ad Approdo del Re, Varys riceve una visita da Tyrion, che sta cercando le prove del fatto che sia stata Cersei ad ordinare il tentativo di ucciderlo durante la battaglia delle Acque Nere. Varys, mentre apre una cassa contenente lo stesso stregone che lo aveva evirato da piccolo, spiega al Folletto di non avere alcuna prova contro la regina reggente ma solo "sussurri", poi gli consiglia di fare come lui: avere pazienza, perché la vendetta prima o poi arriverà.
Al bordello di lord Baelish, Ros confida a Varys i piani del suo padrone riguardo Sansa: Ditocorto, che sta per partire per il Nido dell'Aquila, è intenzionato a portare la ragazza con sé. Per bloccare al più presto il piano di Baelish, Varys incontra lady Olenna per manifestarle le sue preoccupazioni: essendo Robb Stark un traditore e dopo la presunta morte dei suoi fratelli minori, Bran e Rickon, Sansa è l'erede di diritto di Grande Inverno, che potrebbe quindi passare nelle mani di Baelish se lui sposasse la ragazza. Varys, infatti, teme Ditocorto, consapevole delle sue ambizioni di potere per le quali sarebbe pronto a tramare contro chiunque. La soluzione più ovvia è portare Sansa lontano dalla Capitale e condurla ad Alto Giardino (capoluogo dell’Altopiano) per farla sposare con Loras Tyrell.

Al Tempio di Baelor, Cersei e Olenna parlano del prossimo matrimonio tra re Joffrey e lady Margaery. Quest'ultima consiglia al re di uscire dal Tempio e mostrarsi alla folla assieme a lei, in modo da concedere un po' di amore al popolo, che sicuramente lo ringrazierà con altrettanto rispetto. Joffrey acconsente ed esce con Margaery per salutare la folla raccolta nella piazza, con grande preoccupazione di sua madre Cersei per l'incolumità del figlio. La folla accoglie invece esultando il re e la futura regina.
Subito dopo, Cersei si reca da suo padre, per sapere cosa si sta facendo per liberare Jaime: lord Tywin ribadisce che farà di tutto per salvare il suo erede. Cersei gli fa dunque notare che dovrebbe essere lei la sua erede, dato che è l'unica a seguire davvero i principi del padre riguardo la famiglia; inoltre manifesta la sua preoccupazione sull'influenza che Margaery ha su Joffrey. Tywin è invece lieto che Margaery riesca a manipolare il nipote affievolendo i suoi istinti sadici, a differenza di Cersei che ne ha invece incoraggiato la follia al punto tale da non farsi più ascoltare. Tywin afferma inoltre che la sua sfiducia verso Cersei non deriva dal suo essere donna, ma perché non è abbastanza intelligente e che, se sarà necessario, sarà lui stesso a mettere in riga Joffrey.

Nei giardini di Approdo del Re, Sansa riceve una visita da lady Margaery: la futura regina vuole diventare grande amica della Stark e le propone un fidanzamento con il fratello Loras, che porterebbe Sansa a vivere ad Alto Giardino, lontana dalle grinfie di Cersei.

Al rifugio di Craster, Samwell è preoccupato per il neonato di Gilly e le dice che potrebbe esserci una via d'uscita. Infatti, tutti i figli maschi di Craster vengono ceduti da lui stesso agli Estranei, per questo Gilly supplica Sam di aiutarla.
Dopo aver salutato un confratello caduto in battaglia, i Guardiani della Notte hanno un’accesa discussione con Craster che degenera in una rivolta in cui Craster e Mormont vengono uccisi. Samwell e Gilly approfittano della confusione per fuggire con il piccolo neonato.

Bran sogna di vagare nel bosco e questa volta incontra sua madre Catelyn. Poco dopo si risveglia con accanto Jojen Reed.

Theon Greyjoy viene ingannato e riportato nella prigione dal ragazzo che lo aveva aiutato a scappare: egli ha solo giocato con lui tutto il tempo, avendogli dato la falsa speranza di essere stato inviato da Yara per salvarlo.
Theon, dopo aver confidato al ragazzo la verità su Bran e Rickon, racconta della sua frustrazione per essere cresciuto con gli Stark, pur non potendo essere uno Stark effettivo, e di aver scelto quindi di essere un Uomo di Ferro per provare a rendere fiero suo padre Balon. Si è però reso conto che il suo unico e vero padre era Ned Stark e ora prova un disperato rimorso per aver tradito Robb e i suoi fratelli. Subito dopo viene riportato nella stessa cella in cui era prigioniero prima e viene nuovamente legato alla croce sulla quale era stato torturato in precedenza.

Thoros di Myr, insieme ad Arya e Gendry, raggiunge il luogo dove si nasconde lord Beric Dondarrion, il comandante che a suo tempo il Primo Cavaliere Eddard Stark, in nome di re Robert, aveva inviato contro ser Gregor Clegane. Nella caverna, prigioniero della Fratellanza Senza Vessilli, si trova anche Sandor Clegane, fratello minore di Gregor, che fa notare come siano morti tutti gli uomini per cui lord Beric combatteva e di non poter essere ritenuto responsabile dei crimini compiuti dal fratello. Arya accusa però il Mastino di aver ucciso Mycah, il giovane garzone del macellaio, senza ragione, dato che il ragazzo non aveva toccato Joffrey, ma Clegane ribatte che non avrebbe potuto disobbedire agli ordini dell'erede al trono. Beric Dondarrion dichiara che sarà un duello per singolar tenzone fra lui stesso e Clegane a decretare se il Mastino è colpevole o innocente.

Ad Astapor, Daenerys giunge alla dimora di Kraznys mo Nakloz, con Jorah Mormont, Barristan Selmy e Missandei al seguito, per l'acquisto dell'esercito degli Immacolati. La donna, per concludere l'accordo, cede a Kraznys il suo drago più grande, chiamato Drogon, e in cambio riceve la frusta con l'Arpia, simbolo del comando degli Immacolati. Una volta avvenuto lo scambio, però, Daenerys ordina in lingua valyriana al suo nuovo esercito di liberare tutti gli schiavi e di uccidere tutti i loro padroni, rivelando che essa è la sua lingua madre e quindi di aver sempre capito gli insulti che Kraznys le rivolgeva. Con un vigoroso Dracarys, Dany ordina infine a Drogon d'incenerire Kraznys, che stava cercando di riprendere il controllo della situazione.
A scontro ultimato, la Khaleesi libera l'esercito degli Immacolati, rendendolo di fatto libero e volontario: al suo fianco non vuole schiavi, se la seguiranno sarà solo per loro libera scelta. Nessuno lascia i ranghi e 8,000 Immacolati seguono la Regina dei Draghi verso il suo destino.

Baciata dal fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Mastino, nonostante sia sfavorito, vince il duello e uccide Beric Dondarrion, che viene resuscitato dal prete rosso Thoros di Myr. Essendo stato giudicato non colpevole, Sandor se ne va e lascia la Fratellanza Senza Vessilli.
Durante la notte Beric, Thoros ed Arya parlano di Ned Stark e di come Beric sia stato riportato in vita ben sei volte dal Signore della Luce.

A Nord della Barriera, Tormund Veleno dei Giganti interroga Jon Snow per conoscere le difese dei Guardiani della Notte, ma Jon mente sul numero di uomini presenti al Castello Nero.
Poco dopo, Jon e Ygritte fanno l'amore in una caverna.

Ad Harrenhal, lord Bolton accoglie Locke e gli ostaggi Jaime Lannister e Brienne di Tarth. Roose concede agli ostaggi delle stanze e assistenza medica per il braccio dello Sterminatore di Re dall’ex Maestro Qyburn.
Nella vasca da bagno, Jaime racconta a Brienne la vera ragione per cui uccise Aerys Targaryen: il Re Folle aveva intenzione di bruciare e distruggere Approdo del Re pur di non far cadere la città in mano al ribelle Robert Baratheon. Jaime rivela anche che Ned Stark lo giudicò colpevole di regicidio senza volerlo neanche ascoltare.

A Delta delle Acque, lord Karstark assassina i due piccoli ostaggi Lannister e per punizione viene giustiziato dal Re del Nord. A quel punto, gli uomini dei Karstark defezionano dalla causa di Robb e tornano al Nord.
Robb, infuriato per gli ultimi avvenimenti, rifiuta di tornare a Grande Inverno e decide di conquistare Castel Granito (la roccaforte dei Lannister) chiedendo aiuto a Walder Frey.

Alla Roccia del Drago, Stannis fa visita a sua moglie, la regina Selyse, e ammette di non esserle stato fedele. Selyse, però, gli dice che sa già tutto per via di Melisandre, che le ha fatto spesso visita, e che non è arrabbiata, ma felice che suo marito abbia concepito finalmente un figlio maschio.
Stannis visita anche la sua unica figlia, Shireen, la quale chiede di Davos Seaworth. Suo padre la informa che Davos è un traditore e che è stato rinchiuso in una cella. Shireen, allora, fa visita al suo amico nelle prigioni, portandogli un libro. Davos informa la bambina di non essere in grado di leggere, così Shireen gli promette che glielo insegnerà.

Nelle terre di Essos, Jorah Mormont e Barristan Selmy parlano del passato, a proposito di Robert Baratheon e del suo odio per i Targaryen.
Intanto, Daenerys chiede agli Immacolati di scegliere un capitano e loro scelgono un ragazzo di nome Verme Grigio. Quest'ultimo afferma di essere fiero del suo nome da schiavo poiché è lo stesso nome che aveva il giorno in cui Daenerys ha liberato lui e i suoi compagni dal giogo della schiavitù, facendo commuovere la Khaleesi.

Ad Approdo del Re, Cersei chiede a Ditocorto di indagare sui Tyrell, sospettosa che abbiano dei piani segreti.
Lady Olenna viene invitata da Tyrion nelle sue stanze private per parlare delle spese del matrimonio reale. Alla fine i due trovano un accordo: i Tyrell e i Lannister si divideranno le spese nuziali.
Sansa e Margaery parlano dei loro progetti, mentre Loras è intento in un duello di allenamento. Alla fine del duello, Loras viene aiutato da Olyvar, uno scudiero che successivamente finisce a letto con lui. Olyvar, venuto a conoscenza dei piani dei Tyrell riguardo al matrimonio tra Sansa Stark e Loras, riferisce tutto al suo padrone: Petyr Baelish. Quest'ultimo si reca da Sansa e le ricorda che a breve partirà per Nido dell'Aquila con lui. Sansa lo ringrazia per la sua premura e il suo affetto, ma gli dice che resterà ad Approdo del Re ancora un po'.
Intanto, lord Tywin ha un colloquio con i figli Cersei e Tyrion. Dopo che il Folletto ha informato suo padre dei dettagli delle spese per le nozze reali, il Primo Cavaliere illustra i suoi nuovi piani per sventare quelli dei Tyrell: ordina a Tyrion di prendere in sposa Sansa e a Cersei di sposare Loras.

La scalata[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ad Approdo del Re, lord Tywin Lannister incontra lady Olenna Tyrell per discutere del matrimonio di ser Loras con Cersei. Olenna è però contraria al matrimonio per via delle voci sull'incesto tra Cersei e suo fratello gemello Jaime, Tywin le fa quindi notare come questa diceria renderebbe lady Margaery moglie di un falso re, poi la minaccia di far entrare Loras nella Guardia Reale, togliendogli così il diritto a ereditare Alto Giardino. A quel punto, Olenna acconsente all'unione tra Loras e Cersei.
A Sansa viene comunicato che dovrà sposare Tyrion.
Consapevoli dell'impossibilità di impedire i loro matrimoni, Cersei e Tyrion sono sconfortati e finiscono per parlare del tentato omicidio di Tyrion durante la battaglia delle Acque Nere: Tyrion accusa la sorella, ma intuisce che il vero mandante è in realtà Joffrey.
Nella Sala del Trono, Petyr Baelish affronta Varys: rivela di essere riuscito a scoprire le sue intenzioni di far sposare Loras e Sansa (ormai considerata l'erede di Grande Inverno) e di averle rivelate a Tywin Lannister, inoltre gli dice che la sua spia, Ros, è stata venduta ed uccisa da Joffrey.

Nelle Terre dei Fiumi, l'arciere della Fratellanza Senza Vessilli, Anguy, insegna ad Arya ad usare l'arco. I due vengono interrotti dall'arrivo della sacerdotessa rossa Melisandre, scortata da un piccolo gruppo di uomini d'arme di Stannis. La donna chiede in valyriano al suo collega Thoros dettagli sulla sua missione fallita di convertire re Robert al culto del Signore della Luce, poi viene condotta dentro la caverna.
Lady Melisandre rimane scioccata quando tocca con mano le ferite mortali sul corpo di lord Beric Dondarrion e apprende che quest'ultimo è stato resuscitato ben sei volte dal Signore della Luce: ella non può credere che il Signore abbia dato un potere così grande ad un uomo come Thoros. A un certo punto, Lord Beric le chiede cosa voglia dalla Fratellanza e Melisandre risponde che la Fratellanza ha qualcuno che il Signore della Luce desidera: Gendry, figlio bastardo di re Robert Baratheon. Arya cerca di opporsi allo scambio di Gendry per dell'oro e accusa Melisandre di essere una strega, ma non riesce a fermare la cattura di Gendry. La Donna Rossa guarda Arya negli occhi, prevedendo che nel futuro avranno altri colori, infine le dice che un giorno si incontreranno di nuovo. Gendry viene dunque portato via dagli uomini di Stannis.

Intanto, Theon Greyjoy continua a venire torturato fisicamente e psicologicamente dal ragazzo che aveva fatto finta di aiutarlo. Durante un gioco di tortura, Theon viene sfidato a scoprire l'identità del ragazzo, ma fallisce e quindi gli viene tagliato via il mignolo della mano destra.

Al castello di Delta delle Acque, re Robb e i suoi consiglieri incontrano Lothar Frey e Walder Rivers per discutere di un'alleanza con lo scopo di attaccare Castel Granito. I Frey riportano le richieste del loro signore per un'alleanza, che comprendono le scuse formali da parte di Robb per la rottura del patto matrimoniale, la fortezza di Harrenhal con tutte le sue terre e benefici e infine il matrimonio di lord Edmure con Roslin, una fra le figlie più giovani dell'anziano lord Frey.
Edmure è riluttante all'idea di sposare una donna che non ha mai visto, ma accetta per il bene del regno e riceve la gratitudine del Re del Nord.

Ad Harrenhal, Roose Bolton offre libertà ed una scorta che riporti Jaime ad Approdo del Re a condizione che lord Tywin sappia la verità sulla sua menomazione, ossia che lord Bolton non ne è responsabile. Brienne, invece, sarà trattenuta agli arresti per aver favorito un tradimento.

A Nord, la tensione tra Osha e Meera Reed sale e Bran comanda loro di far pace.
Jojen ha una crisi epilettica durante il sonno e Meera spiega agli altri che queste sono causate dalle sue visioni. Risvegliatosi, Jojen afferma di aver sognato Jon Snow in un gruppo di bruti, però dal "lato sbagliato" della Barriera.

Oltre la Barriera, Samwell Tarly e Gilly si accampano in una piccola radura dopo essere fuggiti dal rifugio di Craster. Sam mostra a Gilly il pugnale in ossidiana (vetro di drago) trovato al Pugno dei Primi Uomini e le descrive il Castello Nero.

Alla Barriera, i bruti guidati da Tormund si preparano a scalare l'enorme muro.
Jon Snow e Ygritte parlano della loro imminente salita e del loro rapporto. Ygritte sa che Jon è ancora leale ai Guardiani, ma gli dice che ora loro si appartengono a vicenda e la cosa più importante non è la fedeltà di lei a Mance né quella di Jon ai Guardiani, ma la loro fiducia reciproca. Nonostante la diffidenza verso Jon, Ygritte garantisce per lui ma, durante la scalata, provoca involontariamente una valanga a cui sopravvivono solo Orell e Tormund. I sopravvissuti raggiungono infine la cima della barriera ed ammirano il panorama.

L'orso e la fanciulla bionda[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ad Approdo del Re, Sansa viene consolata da lady Margaery, che è venuta a conoscenza del matrimonio della Stark con lord Tyrion. Quest'ultimo e Bronn discutono su come il matrimonio influenzerà Shae.
Lord Tywin ha un incontro con suo nipote Joffrey nella Sala del Trono: i due parlano del Concilio Ristretto e Tywin consiglia al nipote di prestare più attenzione alle faccende del reame.
Nelle stanze di lord Tyrion, Shae dice al Folletto che, quando lui sarà sposato con Sansa, lei non avrà intenzione di dividere il letto con la Stark e che quindi la loro relazione segreta finirà.
Mentre navigano sulla Baia delle Acque Nere, Melisandre rivela a Gendry che il suo vero padre era Robert Baratheon.

Jon Snow e il gruppo di bruti guidati da Tormund Veleno dei Giganti continuano il loro viaggio verso sud, intenzionati a organizzare l'attacco al Castello Nero.
Ygritte e Jon discutono dell'assalto e poco dopo Snow ha uno scontro verbale con Orell. Quest'ultimo confessa a Ygritte il suo amore e cerca di convincerla che Jon non è adatto a lei, poiché è ancora fedele ai Guardiani della Notte.
Più tardi, Jon dice a Ygritte che la causa dei bruti (riconquistare le terre a sud della Barriera) è senza speranza, ma lei rimane imperterrita.

A Yunkai, la Città Gialla vicino ad Astapor, Daenerys, con i suoi cavalieri, ser Jorah e ser Barristan, e con il suo esercito di Immacolati, ha un colloquio con uno dei padroni della città. Daenerys intende conquistare Yunkai e liberare i suoi 200.000 schiavi. Il padrone, Grazdan mo Eraz, offre molto oro alla Madre dei Draghi che, pur accettandolo, ordina all'uomo di liberare tutti gli schiavi, altrimenti la città verrà attaccata. Grazdan rifiuta l'offerta e lascia la tenda minacciando la Khaleesi di avere alleati molto potenti.

Theon Greyjoy viene liberato da due giovani donne che gli danno dell'acqua e gli puliscono le ferite. Theon è un po’ preoccupato riguardo al loro aiuto, fino a quando le due si spogliano ed iniziano a dargli piacere. I tre vengono però interrotti dall’arrivo del suo aguzzino, che alla fine evira Theon.

Sulla strada per la Barriera, Bran parla spesso con Jojen Reed e questo allarma molto Osha; la donna dei bruti, timorosa delle visioni di Jojen, dice a Bran che il ragazzo lo sta riempiendo di strane idee.
Quando Osha accenna alla loro destinazione, il Castello Nero, Jojen rivela che il Corvo a tre occhi è più a nord della Barriera ed è lì che loro sono diretti. Osha proibisce loro di dirigersi più a nord della Barriera e racconta la storia del suo fidanzato, che si era trasformato in un non-morto prima di venire bruciato da lei stessa.

Nelle Terre dei Fiumi, re Robb, i suoi consiglieri e il suo esercito sono in ritardo per il matrimonio di Edmure Tully e Roslin Frey a causa delle forti piogge.
Catelyn e suo zio Brynden mostrano il loro disgusto per Walder Frey, che riterrà come un affronto alla sua famiglia il loro ritardo e la rottura del giuramento di Robb. Quando i due Tully escono dalla tenda, la regina Talisa si avvicina e informa Robb di essere incinta.

Nelle caverne dove risiede la Fratellanza Senza Vessilli, Arya esprime la sua rabbia a Beric Dondarrion e a Thoros di Myr per la vendita di Gendry a Melisandre.
Quando Anguy informa gli uomini della presenza di una pattuglia Lannister a poca distanza, Beric ordina l'inseguimento. Arya, a quel punto, dà del bugiardo a Beric, poiché le aveva promesso di portarla a Delta delle Acque, quindi scappa. Gli uomini della Fratellanza inseguono la piccola Stark, ma la ragazzina viene catturata dal Mastino.

Ad Harrenhal, Brienne di Tarth riceve una visita da Jaime, che la informa della sua imminente partenza per Approdo del Re mentre lei rimarrà ad Harrenhal sotto la custodia di Locke, per via della partenza di lord Bolton per le Torri Gemelle. Prima di lasciarla, Jaime le promette che onorerà il giuramento fatto a Catelyn Stark di restituirle Arya e Sansa.
Sulla strada verso sud, Qyburn verifica le condizioni del braccio destro di Jaime e gli rivela il motivo per cui ha perso la catena di Maestro della Cittadella: aver condotto sperimentazioni illegali su persone ancora in vita.
Quando Qyburn informa Jaime che Brienne non verrà restituita a suo padre, lord Tarth, bensì rimarrà ad Harrenhal con Locke, Jaime decide di ritornare alla fortezza, scoprendo che Brienne è stata costretta da Locke e dai suoi uomini a combattere contro un orso armata solamente di una spada di legno. Jaime salta nell'arena e salva Brienne. Locke, remissivo, alla fine concede a Jaime di portare Brienne con sé ad Approdo del Re.

I Secondi Figli[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nelle Terre dei Fiumi, Arya Stark sta tentando di uccidere il Mastino nel sonno, ma viene scoperta da quest’ultimo. Dopo un diverbio, i due partono per le Torri Gemelle, dove Clegane intende riscattare Arya a suo fratello Robb.

Alla Roccia del Drago, Melisandre è appena tornata dalle Terre dei Fiumi con Gendry. La donna presenta il ragazzo a Stannis, che lo riconosce come uno dei bastardi di Robert. Quando Gendry viene scortato nelle sue stanze, Stannis e Melisandre discutono riguardo al destino del ragazzo.
Nelle segrete, ser Davos, mentre continua ad imparare a leggere, riceve una visita da re Stannis che vorrebbe discutere con lui il piano di Melisandre di sacrificare Gendry. Davos ricorda a Stannis che il ragazzo è il suo innocente nipote e che quindi sarebbe meglio non ucciderlo. Stannis gli fa giurare di non cercare mai più di uccidere Melisandre e lo libera.
Più tardi, Melisandre visita Gendry e, dopo una breve discussione, lo spoglia e i due cominciano a fare sesso. Con le mani e le gambe legate al letto, a Gendry vengono poste sul corpo tre sanguisughe, che successivamente Stannis prende e brucia in un braciere pronunciando i tre nomi degli usurpatori: Robb Stark, Balon Greyjoy e Joffrey Baratheon.

Ad Approdo del Re, a poche ore dal matrimonio, Tyrion visita la sua promessa sposa Sansa e cerca di alleviare la sua apprensione di fronte alla prospettiva di diventare sua moglie.
Al Tempio di Baelor, la regina reggente Cersei intimidisce Margaery, raccontandole di come suo padre Tywin distrusse completamente una casata che si ribellò tempo prima ai Lannister (la Casa Reyne di Castamere).
Inizia la cerimonia e Sansa viene accompagnata lungo la navata da re Joffrey, che umilia lo zio impedendogli di usare una scaletta per avvolgere la sposa nel mantello nuziale e obbligando quindi il Folletto a chiedere umilmente a Sansa di abbassarsi.
Quella sera, alla festa di nozze, Tyrion si ubriaca e diventa irritante sia per Sansa che per Tywin, il quale consiglia al figlio di smettere di bere e gli ordina di concepire un bambino con la sua nuova moglie. Joffrey, dopo aver minacciato di violentare Sansa, annuncia la cerimonia della messa a letto degli sposi, ma il suo piano viene sventato quando Tyrion minaccia di castrarlo. Tywin cerca di risolvere la situazione e gli sposi si dirigono da soli verso la loro stanza da letto. Contro l'ordine di suo padre, il Folletto dice a Sansa che non condividerà il suo letto finché lei non desidererà farlo.

All'accampamento fuori Yunkai, ser Jorah Mormont dice a Daenerys che la città ha assoldato un gruppo di mercenari chiamato Secondi Figli, guidato da un uomo di nome Mero. La Khaleesi incontra quindi Mero e i suoi due luogotenenti, Prendahl na Ghezn e Daario Naharis. La donna tenta di persuadere Mero a rinnegare il suo accordo con Yunkai e a combattere per lei e gli concede due giorni di tempo per prendere una decisione.
Successivamente, nel campo dei Secondi Figli, i tre leader discutono su chi debba uccidere Daenerys e viene scelto Daario. Al calar del buio, Daario entra nell'accampamento della Madre dei Draghi vestito da Immacolato, irrompe nella tenda di Daenerys ma non la uccide e, al contrario, le mostra le teste mozzate di Mero e Prendahl, giurandole che da quel momento in poi sia lui che i Secondi Figli la seguiranno.

Oltre la Barriera, Sam e Gilly continuano il loro viaggio di ritorno verso il Castello Nero. Durante la notte si fermano in una capanna abbandonata e, seduti attorno al fuoco, cercano un nome per il figlio di Gilly. Quando sentono un gran numero di corvi gracchiare nelle vicinanze, Sam esce dalla capanna e viene subito attaccato dall'Estraneo che rapisce i neonati maschi di Craster. La bestia di ghiaccio ha facilmente la meglio sul ragazzo, ma alla fine viene dissolta in una polvere di ghiaccio da un fendente del vetro di drago di Sam. A quel punto, Sam e Gilly abbandonano la "lama" sulla neve e fuggono, inseguiti dai corvi.

Le piogge di Castamere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Le piogge di Castamere.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Nord della Barriera, Samwell Tarly e Gilly continuano la loro marcia verso sud e alla fine decidono di recarsi al Forte della Notte (un ex castello dei Guardiani della Notte ormai in rovina) per superare la Barriera grazie ad un passaggio sotterraneo.

In prossimità della Barriera, Bran Stark e il suo gruppo si rifugiano in un mulino abbandonato.
Nelle vicinanze, Jon Snow e i bruti sono pronti per attaccare un allevamento di cavalli. L'allevatore riesce a scappare ma viene bloccato vicino al mulino. Il gruppo viene notato da Meera mentre è nascosta in un silos assieme a Bran, Jojen, Osha, Rickon e Hodor; quest'ultimo, spaventato dai tuoni della tempesta in arrivo, inizia ad urlare e Bran usa le sue abilità di metamorfo per entrare (“worgare”) nella mente dell'uomo e fargli perdere i sensi.
Nel cortile, a Jon viene richiesto di uccidere l’allevatore come prova di fedeltà ai bruti, ma la sua titubanza scatena la furia di Tormund, che ordina ai suoi compagni di ucciderlo. Bran, al sicuro nel mulino, entra nelle menti dei due metalupi, Estate e Cagnaccio, con cui aiuta Jon a fuggire. Tormund fa quindi notare ad Ygritte che Jon l'ha abbandonata.
Dopo gli ultimi avvenimenti, il gruppo di Bran si divide: Osha porterà Rickon ad Ultimo Focolare, sede della famiglia Umber fedele agli Stark, mentre Bran e i fratelli Reed continueranno il viaggio verso il misterioso nascondiglio del Corvo a tre occhi.

A Yunkai, Daenerys e i suoi consiglieri pianificano l'assedio della città. Daario Naharis informa Daenerys e gli altri della presenza di una porta secondaria dalla quale lui, ser Jorah e Verme Grigio potranno entrare ed aprire le porte principali. Ser Jorah è sospettoso riguardo al piano di Daario, ma quando Verme Grigio dice a Daenerys che si fida di Naharis, i tre partono assieme.
Scesa la notte, Daario, Jorah e Verme Grigio arrivano al cancello. Daario entra per primo, presentandosi ancora come il luogotenente dei Secondi Figli, ed uccide le guardie della porta. Entrati anche ser Jorah e Verme Grigio, un grande gruppo di guardie li attacca. Pur essendo in inferiorità numerica, la missione va a buon fine e la città viene conquistata. I tre soldati tornano dalla Madre dei Draghi e la informano che la città ora è sua.

All'accampamento degli Stark, Catelyn dà alcuni consigli a suo figlio Robb riguardo alla sua alleanza con lord Walder Frey.
Arrivati alle Torri Gemelle, gli Stark vengono accolti dal capofamiglia: Robb chiede perdono per aver infranto il giuramento matrimoniale e Walder accetta le sue scuse, ma insiste nel voler ispezionare Talisa.
Viene celebrato il matrimonio di Edmure Tully: Walder Frey accompagna sua figlia Roslin all'altare ed Edmure rimane piacevolmente sorpreso dalla sua bellezza.
Conclusa la cerimonia, inizia il banchetto. I novelli sposi vengono accompagnati nella loro camera secondo la tradizionale messa a letto e nella sala del banchetto rimangono solamente gli Stark e i Frey. Quando viene suonata la canzone Le piogge di Castamere (che narra della ferocia della famiglia Lannister), Catelyn inizia ad insospettirsi. A un certo punto, nella sala del banchetto, i Frey uccidono gli alfieri di Robb e Lothar pugnala ripetutamente al ventre la regina Talisa, uccidendo lei e il figlio che portava in grembo. Robb viene ferito con diversi colpi di balestra dai musicisti. Catelyn, benché ferita, riesce a prendere tra le sue braccia la moglie di Walder Frey e minaccia di tagliarle la gola; l'uomo però non dà alcun peso alla minaccia di Catelyn, dicendole che troverà presto un'altra moglie. Roose Bolton deride Robb morente, poi gli infligge il colpo di grazia, mentre Catelyn urla disperata e uccide la moglie di Walder Frey, prima di essere uccisa a sua volta.

Mhysa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alla strage hanno assistito anche Arya Stark e Sandor Clegane, appena giunti alle Torri Gemelle. I due, dapprima vengono coinvolti nello scontro tra alfieri Stark e Frey, successivamente, mentre tentano di scappare, assistono allo sfregio del cadavere di Robb, cucito assieme ai resti del suo meta-lupo, Vento Grigio.
Alle Torri Gemelle, Frey e Bolton stanno sterminando l'esercito del Nord lealista, tuttavia il "Pesce Nero" Brynden Tully è sfuggito alla strage e risulta disperso.
I capifamiglia Walder Frey e Roose Bolton sono rispettivamente i nuovi Lord Protettore delle Terre dei Fiumi e Lord Protettore del Nord.
Roose Bolton racconta come suo figlio bastardo Ramsay abbia riconquistato Grande Inverno e catturato Theon Greyjoy, oltre ad alludere ai metodi discutibili di tortura del ragazzo.

A Forte Terrore (sede della Casa Bolton), un Theon Greyjoy distrutto nello spirito e nel corpo implora il suo aguzzino (Ramsay, figlio di Bolton) di essere ucciso. Ramsay gli risponde che da vivo potrebbe tornargli ancora utile e gli dà un nuovo ed umiliante soprannome: "Reek" (putrido).

A Pyke, il Re delle Isole di Ferro, Balon Greyjoy, riceve una lettera da Ramsay che gli intima di ritirare le sue truppe d'invasione dal Nord, minacciando di torturare Theon: insieme alla lettera, infatti, sono allegate le parti virili recise al ragazzo. Balon ignora la richiesta, invece Yara salpa verso Forte Terrore con cinquanta soldati scelti, decisa a salvare suo fratello.

Ad Approdo del Re, Tyrion Lannister e Sansa Stark parlano di come affrontare i pettegolezzi riguardo al loro matrimonio.
A una riunione del Concilio Ristretto, Tyrion viene informato del regicidio avvenuto alle Torri Gemelle e reagisce alla crudeltà di Joffrey. Interviene poi Tywin che, offeso da Joffrey, revoca la seduta e rimane con il solo Tyrion, dicendogli che Roose Bolton resterà Protettore del Nord solo fino a quando il suo futuro figlio con Sansa non raggiungerà la maturità.
Sansa è in lacrime per le morti di suo fratello e sua madre e viene consolata da Tyrion.
Nei giardini reali, Varys chiede a Shae di lasciare la città, ma la ragazza non accetta.
Tornati da Harrenhal, Jaime, Brienne e Qyburn raggiungono finalmente la Capitale.

Al Forte della Notte, intanto, Bran Stark racconta ai suoi amici la storia del Cuoco dei Topi, un membro dei Guardiani della Notte che uccise un ospite sotto il suo tetto, un peccato che gli dei non possono perdonare. Poco dopo, un uomo esce da un pozzo nelle loro vicinanze: è Samwell Tarly, seguito da Gilly. Sam intuisce l'identità dei presenti, ma Bran rifiuta il loro aiuto e sceglie di proseguire da solo al di là della Barriera; il giovane Stark si fa dare un set di lame di vetro di drago dai due ragazzi, poi impone loro di tacere sulla sua esistenza (Bran è ancora creduto morto da tutto il reame).

Al Castello Nero, Sam e Gilly si presentano da Maestro Aemon e lo informano della morte del Lord Comandante e del loro scontro con un Estraneo. Aemon invia quindi dei corvi per informare i Sette Regni dell'esistenza degli Estranei.
Gilly viene ospitata al Castello Nero e decide di chiamare suo figlio "Sam".

A sud della Barriera, Jon Snow viene sorpreso in fuga da Ygritte che, adirata per essere stata abbandonata, lo colpisce per tre volte con delle frecce. Jon raggiunge a fatica il Castello Nero, dove viene trasportato dai suoi confratelli e soccorso da Maestro Aemon.

A Roccia del Drago, Davos Seaworth, mentre si esercita nella lettura con la principessa Shireen, legge la lettera inviatagli da Maestro Aemon dei Guardiani della Notte.
Stannis informa Davos della morte del Re del Nord, Robb Stark, attribuita al sacrificio delle sanguisughe fatto da Melisandre. Davos allora libera Gendry e lo lascia fuggire, temendo che possa venire sacrificato.
Davos mostra a Stannis la lettera inviatagli da Maestro Aemon e Melisandre gli dà ragione, imponendo a Stannis di salvare i Guardiani della Notte.

Fuori Yunkai, Daenerys Targaryen, i suoi consiglieri e il suo esercito di Immacolati sono pronti a salutare gli schiavi della città appena liberati. Quando arrivano, Missandei dice loro che Daenerys li ha liberati, ma la Madre dei Draghi la ferma dicendo, al contrario, che solo loro possono riprendersi la loro libertà. Dopo queste parole, la folla comincia ad acclamarla con la parola Mhysa, che significa madre.
Daenerys comanda ai suoi draghi di volare e quindi raggiunge la folla acclamante, che la solleva sulle spalle. Daenerys sorride loro e guarda verso il cielo, dove i suoi tre draghi sorvolano liberamente la folla.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Laura Purdom, 'Game Of Thrones' Season 3 Premiere Date, Casting News And More Highlights From Comic-Con Panel, The Huffington Post, 13 luglio 2012. URL consultato il 24 marzo 2013.
  2. ^ Linda Avolio, Il Trono di Spade: scontro tra leoni, Mag-Sky, 12 aprile 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  3. ^ Lara Gusatto, Game of Thrones, è giunta l'ora: terza stagione alle porte., in la Repubblica, 27 marzo 2013. URL consultato il 31 marzo 2013.
  4. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Wins Night, 'Game of Thrones', 'The Bible', 'Vikings', 'Shameless', 'The Client List' & More, TV by the Numbers, 2 aprile 2013. URL consultato il 2 aprile 2013.
  5. ^ a b Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI VENERDI 10 MAGGIO 2013: 500MILA SPETTATORI PER LA PRIMA DE IL TRONO DI SPADE 3, DavideMaggio.it, 11 maggio 2013. URL consultato l'11 maggio 2013.
  6. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 26/03/2015 — Ascolti di mercoledì 25 marzo 2015: 3,5 milioni (13,28%) per la serie spagnola Velvet; 3,2 milioni (14,29%) per le ultime Blind Auditions del talent The Voice of Italy; Chi l’ha visto? a 2,8 milioni (12,23%), AntonioGenna.com, 26 marzo 2015. URL consultato il 9 aprile 2015.
  7. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night + 'Real Housewives of Atlanta', 'Kourtney & Kim Take Miami', 'Vikings', 'Mad Men' & More, TV by the Numbers, 9 aprile 2013. URL consultato il 9 aprile 2013.
  8. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 02/04/2015 — Ascolti di mercoledì 1º aprile 2015: 4 milioni (15,95%) per la fiction Le tre rose di Eva 3; 3,2 milioni (11,84%) per la serie spagnola Velvet; 2,9 milioni (12,69%) per le prime Battles del talent The Voice of Italy, AntonioGenna.com, 2 aprile 2015. URL consultato il 9 aprile 2015.
  9. ^ Weiss non risulta accreditato in base al regolamento della Director's Guild of America.
  10. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night, 'MTV Movie Awards', 'Vikings', 'Mad Men','The Client List', 'Veep' & More, TV by the Numbers, 16 aprile 2013. URL consultato il 16 aprile 2013.
  11. ^ a b Thomas Tonini, ASCOLTI SATELLITE DI VENERDI 17 MAGGIO 2013: 344MILA SPETTATORI PER IL TRONO DI SPADE 3, DavideMaggio.it, 18 maggio 2013. URL consultato il 18 maggio 2013.
  12. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 09/04/2015 — Ascolti di mercoledì 8 aprile 2015: 6,3 milioni (21,82%) per la semifinale di Coppa Italia Napoli-Lazio; 4,5 milioni (16,8%) per la telenovela spagnola Il segreto; 2,9 milioni (11,84%) per Chi l’ha visto?, AntonioGenna.com, 9 aprile 2015. URL consultato il 9 aprile 2015.
  13. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night + NBA Playoffs, 'Real Housewives of Atlanta', 'Vikings' & More, TV by the Numbers, 23 aprile 2013. URL consultato il 23 aprile 2013.
  14. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 16/04/2015 — Ascolti di mercoledì 15 aprile 2015: 4,9 milioni (17,86%) per Paris St.Germain-Barcellona di Champions League; 3,4 milioni (13,06%) per la serie spagnola Velvet; Chi l’ha visto? a 3,1 milioni (13,53%), AntonioGenna.com, 16 aprile 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  15. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night, NBA Playoffs, 'Vikings', 'The Client List', 'Mad Men', 'Veep' & Mor, TV by the Numbers, 30 aprile 2013. URL consultato il 30 aprile 2013.
  16. ^ a b Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI VENERDI 24 MAGGIO 2013: IL TRONO DI SPADE 3 SI ASSESTA SUI 330.000 SPETTATORI DI MEDIA, DavideMaggio.it, 25 maggio 2013. URL consultato il 4 giugno 2013.
  17. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 23/04/2015 — Ascolti di mercoledì 22 aprile 2015: ben 8,4 milioni (29,49%) per Monaco-Juventus di Champions League; 3,3 milioni (11,96%) per la serie spagnola Velvet; Chi l’ha visto? a 2,7 milioni (11,69%), AntonioGenna.com, 23 aprile 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  18. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night + 'Ax Men', 'Mad Men', 'Army Wives', 'The Client List' & More, TV by the Numbers, 7 maggio 2013. URL consultato il 7 maggio 2013.
  19. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 30/04/2015 — Ascolti di mercoledì 29 aprile 2015: 4,5 milioni (18,26%) per la telenovela spagnola Il segreto; la serie Velvet cala a 2,8 milioni (10,33%); Chi l’ha visto? a 2,7 milioni (11,43%), AntonioGenna.com, 30 aprile 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  20. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night + 'Breaking Amish', 'Mad Men', 'Long Island Medium', 'River Monsters' & More, TV by the Numbers, 14 maggio 2013. URL consultato il 14 maggio 2013.
  21. ^ a b Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI VENERDI 31 MAGGIO 2013: IN 360.000 PER IL DOPPIO EPISODIO DE IL TRONO DI SPADE 3, DavideMaggio.it, 1º giugno 2013. URL consultato il 4 giugno 2013.
  22. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 07/05/2015 — Ascolti di mercoledì 6 maggio 2015: 7,7 milioni (27,99%) per Barcellona-Bayern Monaco di Champions League; 3,2 milioni (11,97%) per la serie spagnola Velvet; Chi l’ha visto? a 2,8 milioni (12,27%), AntonioGenna.com, 7 maggio 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  23. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings:'Game of Thrones' Wins Night, 'North America', 'Mad Men', 'Veep', 'The Client List' & More, TV by the Numbers, 21 maggio 2013. URL consultato il 21 maggio 2013.
  24. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 21/05/2015 — Ascolti di mercoledì 20 maggio 2015: 9,2 milioni (33,31%) per la finale di Coppa Italia vinta dalla Juventus sulla Lazio ai supplementari; 4,5 milioni (16,73%) per la telenovela Il segreto, AntonioGenna.com, 21 maggio 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  25. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night + 'Keeping Up With the Kardashians', 'Real Housewives of New Jersey', 'Breaking Amish', 'Mad Men' & More, TV by the Numbers, 4 giugno 2013. URL consultato il 4 giugno 2013.
  26. ^ a b Gianluca Camilleri, ASCOLTI SATELLITE DI VENERDI 14 GIUGNO 2013: 379.000 SPETTATORI PER IL SEASON FINALE DE IL TRONO DI SPADE 3, DavideMaggio.it, 15 giugno 2013. URL consultato il 15 giugno 2013.
  27. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 28/05/2015 — Ascolti di mercoledì 27 maggio 2015: 3,3 milioni (13,21%) per la serie spagnola Velvet; quasi 3 milioni (13,22%) per Chi l’ha visto?; 2,5 milioni (13,2%) per la finale di The Voice of Italy vinta da Fabio Curto, AntonioGenna.com, 28 maggio 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  28. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'Game of Thrones' Wins Night, 'Falling Skies', 'Mad Men', 'Army Wives', 'Veep', 'The Client List' & More, TV by the Numbers, 11 giugno 2013. URL consultato l'11 giugno 2013.
  29. ^ Antonio Genna, Ieri e oggi in TV 04/06/2015 — Ascolti di mercoledì 3 giugno 2015: 3,2 milioni (13,37%) per la serie spagnola Velvet; Chi l’ha visto? a 2,9 milioni (13,55%); solo 2,6 milioni (13,82%) per la serata Arena di Verona 2015 – Lo spettacolo sta per iniziare, AntonioGenna.com, 4 giugno 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]