Ian Beattie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ian Beattie nel 2015

Ian Beattie (Belfast, 3 marzo 1965) è un attore nordirlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Beattie ha esordito in televisione e al cinema verso la metà degli anni novanta, prendendo parte ad alcune serie irlandesi come The Hanging Gale e Killinaskully, oltre che un piccolo ruolo nel film Space Truckers (1996), una co-produzione irlandese. Nel 2004 interpreta Antigono nel film Alexander (2004), diretto da Oliver Stone.

Nel 2011 entra nel cast della prima stagione della serie televisiva HBO Il Trono di Spade (Game of Thrones) nel ruolo di Ser Meryn Trant.[1][2] Beattie resta nella serie fino al 2015, prendendo parte così anche alla seconda, terza, quarta e quinta stagione.[1][2] Tra le altre serie televisive cui ha preso parte si ricordano I Tudors, Number2s[3] e Vikings.[4]

Nel 2016 è tra i protagonisti di The Truth Commissioner,[5] e ha dato il volto a Gerry Adams, il leader del Sinn Féin, nel film Il viaggio.[2][6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Mea Culpa (2009)
  • StandUp (2012)
  • Forty-Two (2012)
  • Exposure (2013)
  • Control (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Game of Thrones: 21 characters we love to hate, The Daily Telegraph. URL consultato il 23 agosto 2015.
  2. ^ a b c (EN) Michael Calia, ‘Game of Thrones’: Ian Beattie ‘burst into tears’ over Meryn Trant’s ‘nasty side’, Speakeasy, 31 agosto 2015. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Number2s - McCoubrey, su BBC.
  4. ^ (EN) Young Ian Beattie joins the cast of Vikings!, su Universal Artists Twitter feed, 25 luglio 2014.
  5. ^ (EN) Paul Byrne, The Ttruth Commissioner, movies.ie, 25 febbraio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  6. ^ (EN) Seán Brosnan, Shooting begins on political drama ‘The Journey’ in Belfast, Irish Film & Television Network, 6 ottobre 2015. URL consultato il 27 febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN311668035 · GND: (DE1061905381