Richard Madden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Richard Madden (Elderslie, 18 giugno 1986) è un attore scozzese.

Attivo principalmente sul grande e sul piccolo schermo oltre che in teatro, è particolarmente noto per aver interpretato Robb Stark nella serie televisiva Il Trono di Spade, il principe Kit nel film live action di Cenerentola, Cosimo de' Medici nella serie televisiva I Medici e Ikaris nel film del Marvel Cinematic Universe Eternals. Nel 2019 ha vinto il Golden Globe per il miglior attore in una serie drammatica e un National Television Award nella medesima categoria[1], ottenendo anche una candidatura ai Critics' Choice Awards, per il suo ruolo nella serie televisiva britannica Bodyguard.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato nella città scozzese di Elderslie, in Renfrewshire[2], come secondo di tre figli; suo padre, Richard, era un vigile del fuoco mentre la madre, Patricia, un'insegnante di scuola primaria ed è cresciuto insieme alle due sorelle Cara e Lauren. Da giovane era in sovrappeso ed era spesso preso di mira dai bulli.[3] Per superare la propria timidezza iniziò all'età di 11 anni un corso di recitazione presso il Paisley Arts Centre col PACE Youth Theatre.[4] Tra i suoi primi ruoli vi furono l'interpretazione del piccolo Andy nell'adattamento cinematografico di Complicità, romanzo scritto da Iain Banks,[5] e nella serie televisiva Barmy Aunt Boomerang, andata in onda su CBBC tra il 1999 e il 2000, per cui girò sei episodi al fianco di Toyah Willcox nei panni di Sebastian Simpkins. Negli anni successivi Madden attribuì il suo difficile rapporto con alcuni compagni di scuola anche al suo ruolo in Complicity, nel quale interpretava un bambino vittima di un abuso sessuale in un bosco.[6]

Successivamente scelse di iscriversi alla Royal Scottish Academy of Music and Drama di Glasgow, diplomandosi nel 2007.[5] Contestualmente ha lavorato con diverse compagnie teatrali e ha recitato in Tom Fool di Franz Xaver Kroetz al Citizens Theatre di Glasgow;[7] in seguito alle recensioni positive conseguite la produzione si spostò a Londra dove Madden fu scoperto da una compagnia dello Shakespeare's Globe, che gli offrì la possibilità di vestire i panni di Romeo nella celebre tragedia shakespeariana Romeo e Giulietta, rappresentata prima nel celebre teatro londinese e seguita poi da diverse repliche all'aperto nel corso dell'estate 2007;[8] sulle colonne del The Stage la sua interpretazione è stata definita "fortemente di Glasgow" e "infantile".[9] Sempre tra il 2007 e il 2008 recitò nel ruolo del giovane Callum McGregor nel riadattamento teatrale del romanzo Il bianco e il nero di Malorie Blackman, diretto da Dominic Cooke e prodotto dalla Royal Shakespeare Company,[10] mentre nel 2009 ha recitato nel riadattamento teatrale del romanzo di Andrew O'Hagan Be Near Me, prodotto dal National Theatre of Scotland; in ambito teatrale Madden ha ricevuto recensioni generalmente positive: il riadattamento di Be Near Me è stato giudicato positivamente da Benedict Nightingale del Times[11] mentre Susan Mainsfield dello Scotsman ha sottolineato come sia stato capace di attirare l'attenzione della critica, riportando inoltre le recensioni positive pubblicate dal Daily Telegraph e dall'Observer.[5] Sempre nel 2009 ottenne il ruolo di Dean McKenzie nella serie televisiva prodotta e trasmessa da BBC Hope Springs cui seguirono il ruolo di Ripley nel film I segreti della mente[12] e del cantante Kirk Brandon in Worried About the Boy.

Nel 2011 entrò a far parte del cast della serie HBO Il Trono di Spade, tratta dalla saga di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, vestendo i panni di Robb Stark nelle prime tre stagioni della celebre produzione televisiva. Come parte del cast ha ricevuto due nomination, nel 2012 e nel 2014, agli Screen Actors Guild Awards nella categoria di miglior cast in una serie drammatica. Nello stesso periodo è apparso in Sirens e Birdsong, prodotte rispettivamente da Channel 4 e BBC, mentre nel 2014 ha vestito i panni del cercatore d'oro Bill Haskell nella miniserie televisiva di Discovery Channel Klondike.[13] Sulla scia del successo ottenuto con Il Trono di Spade fu scelto per interpretare il principe azzurro nel live action di Walt Disney Pictures Cenerentola.[14] In un'intervista con il giornale on-line BuzzFeed News ha rivelato di esser riuscito a superare la propria "paura" di interpretare un personaggio così noto riconoscendo che dall'omonimo film d'animazione del 1950 non emergevano molte informazioni su di lui, consentendogli di "ricreare e rendere reale" il personaggio.[15] Il film, uscito nelle sale nel 2015, ricevette un discreto successo sia al botteghino, incassando oltre 542 milioni di dollari[16], che nella critica.[17]

L'anno successivo tornò a teatro per vestire nuovamente i panni di Romeo in una rappresentazione presso il Garrick Theatre di Londra, rincontrando Kenneth Branagh e Lily James, rispettivamente regista e protagonista di Cinderella. Michael Billington per The Guardian ha elogiato la sua interpretazione della "lotta contro il fato" di Romeo[18] mentre Matt Trueman, di Variety, ha criticato aspramente i suoi monologhi, definiti "piatti e rigidi".[19] Nel luglio 2016 dovette, tuttavia, lasciare la produzione a causa, probabilmente, di un ferimento all'anca.[20] Nello stesso anno ottiene il ruolo di Cosimo de' Medici nella serie televisiva anglo-italiana I Medici.[21]

Nel 2018 è protagonista della serie televisiva britannica, prodotta da Netflix, Bodyguard, nella quale interpreta il sergente David Budd. La serie ha ottenuto molto successo nel Regno Unito, segnando con l'ultimo episodio della prima stagione, andato in onda su BBC One il 23 settembre 2018, il record di ascolti negli ultimi dieci anni.[22] Per la sua interpretazione ha vinto il Golden Globe[23], un National Television Award[1] e la Ninfa d'oro al Festival della televisione di Monte Carlo[24] come miglior attore in una serie drammatica e, nella medesima categoria, ha ottenuto anche una candidatura ai Critics' Choice Awards 2019.[25] Nel corso dell'anno è stato nominato come possibile erede di Daniel Craig nel celebre ruolo di James Bond.[26] Nel 2019 è protagonista insieme a Taron Egerton e Jamie Bell di Rocketman, film basato sulla vita Elton John, dove interpreta il manager musicale John Reid[27], mentre nel 2021 fa il suo ingresso nel Marvel Cinematic Universe come interprete di Ikaris nel film Eternals.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È affetto da una forma leggera di poliosi, una malattia dermatologica ereditaria che, nel suo caso, risulta nella canizie prematura di un ciuffo di capelli, reso bianco dalla carenza di melanina.[28] Dal 2012 all'inizio del 2015 ha avuto una relazione con l'attrice Jenna Coleman e dal 2017 alla fine del 2018 con la modella Ellie Bamber.[29]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Richard Madden è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Kevin Rawlinson, Bodyguard named best new drama at National Television awards, in The Guardian, 22 gennaio 2019. URL consultato il 16 novembre 2021.
  2. ^ (EN) Nichola Rutherford, The Sunday night drama plugging the gap left by Bodyguard, in BBC News, 29 settembre 2018. URL consultato il 16 novembre 2021.
  3. ^ (EN) Miranda Sawyer, Richard Madden: "I don't like the look of me in the mirror", in The Guardian, 4 maggio 2019. URL consultato il 16 novembre 2021.
  4. ^ (EN) Gary Armstrong, PACE congratulates golden star Richard Madden, in Daily Record, 8 gennaio 2019. URL consultato il 16 novembre 2021.
  5. ^ a b c (EN) Up and Coming: Richard Madden - Young man on a role, in The Scotsman, 19 marzo 2009. URL consultato il 16 novembre 2021.
  6. ^ (EN) Stuart McGuk, Richard Madden on Bond, bullying and Bodyguard. The GQ interview, in GQ, 30 novembre 2018. URL consultato il 17 novembre 2021.
  7. ^ (EN) Less room for doom in the great outdoors, in The Herald, 12 giugno 2007. URL consultato il 17 novembre 2021.
  8. ^ (EN) Paul Taylor, Romeo and Juliet, Dulwich Park, London, in The Independent, 5 settembre 2007. URL consultato il 17 novembre 2021.
  9. ^ (EN) Susan Elkin, Romeo and Juliet, su thestage.co.uk, 16 luglio 2007. URL consultato il 17 novembre 2021 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2011).
  10. ^ (EN) Michael Billington, Noughts and Crosses, su theguardian.com, The Guardian, 7 dicembre 2007. URL consultato il 17 novembre 2021.
  11. ^ (EN) Benedict Nightingale, Be Near Me: Donmar Warehouse, WC2, su thetimes.co.uk, The Times, 27 gennaio 2009. URL consultato il 17 novembre 2021.
  12. ^ (EN) Leslie Felperin, Chatroom, su variety.com, Variety, 14 maggio 2010. URL consultato il 17 novembre 2021.
  13. ^ (EN) Mandi Bierly, Richard Madden on his lack of 'Klondike' headwear -- LISTEN!, in Entertainment Weekly, 17 gennaio 2014. URL consultato il 17 novembre 2021.
  14. ^ (EN) Sophie Schillaci, Disney Casts "Game of Thrones" Actor as "Cinderella's" Prince, in The Hollywood Reporter, 8 maggio 2013. URL consultato il 17 novembre 2021.
  15. ^ (EN) Jarett Wieselman, How Richard Madden Brought Prince Charming To Life, in BuzzFeed News, 10 marzo 2015. URL consultato il 17 novembre 2021.
    «... "It was terrifying," he told BuzzFeed News during an interview at the Montage Hotel in Beverly Hills. "Everyone has an idea of who the prince is and it's like..."; But watching the 1950 Disney animated movie helped calm Madden's nerves. "I realized we know nothing about him. We don't even know his name," he said. "So I could start from scratch and build a character who is first and foremost a son, a soldier, and a friend as well as a prince. I got to make a real young man."»
  16. ^ (EN) Cinderella, su boxofficemojo.com. URL consultato il 17 novembre 2021.
  17. ^ (EN) Brooks Barnes, Forget the Ball, "Cinderella" Is the Belle of the Box Office, su artsbeat.blogs.nytimes.com, ArtsBeat - The New York Times, 15 marzo 2015. URL consultato il 17 novembre 2021 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2015).
  18. ^ (EN) Michael Billington, Romeo and Juliet review – Branagh gives tragedy a touch of la dolce vita, su theguardian.com, The Guardian, 26 maggio 2016. URL consultato il 17 novembre 2021.
  19. ^ (EN) Matt Trueman, West End Review: Kenneth Branagh's "Romeo and Juliet" With Richard Madden, Lily James, su variety.com, Variety, 26 maggio 2016. URL consultato il 17 novembre 2021.
  20. ^ (EN) Danny Walker, Game of Thrones' star Richard Madden pulls out of Romeo and Juliet performance 'due to injury', in Daily Mirror, 20 luglio 2016. URL consultato il 17 novembre 2021.
  21. ^ Richard Madden, dal Trono di Spade a quello dei Medici, in ANSA, 17 ottobre 2016. URL consultato il 17 novembre 2021.
  22. ^ (EN) Bodyguard most watched BBC drama since 2008, in BBC News, 25 settembre 2018. URL consultato il 17 novembre 2021.
  23. ^ a b Golden Globe Awards 2019, tutti i vincitori delle serie tv, su tg24.sky.it, 7 gennaio 2019. URL consultato il 7 gennaio 2019.
  24. ^ a b (EN) The winners of the 2019 Monte-Carlo Television Festival, su tvfestival.com, 19 giugno 2019. URL consultato il 17 novembre 2021 (archiviato il 1º marzo 2021).
  25. ^ a b Critics' Choice Awards 2019: ecco le migliori serie TV dell'anno, su QuotidianoNet, 14 gennaio 2019. URL consultato il 25 luglio 2019.
  26. ^ (EN) Anna Matheson, Is Richard Madden about to be offered the Bond role?, in NME, 14 ottobre 2018. URL consultato il 17 novembre 2021.
  27. ^ Federica Marcucci, Rocketman: ecco chi è John Reid il personaggio di Richard Madden, su GingerGeneration.it, 27 maggio 2019. URL consultato il 25 luglio 2019.
  28. ^ (EN) "Mallen Streaks" Are Officially Cool – But What Are They?, in Hairdressers Journal International, 4 giugno 2021. URL consultato il 16 novembre 2021.
  29. ^ (EN) Who is Richard Madden's girlfriend and when did he date Jenna Coleman?, su Metro, 28 agosto 2018. URL consultato il 25 luglio 2019.
  30. ^ (EN) Brian Ferguson, Richard Madden, Jack Lowden, Kelly Macdonald and Jenna Coleman in running for BAFTA Scotland honours, in The Scotsman, 28 settembre 2019. URL consultato il 16 novembre 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN296429436 · ISNI (EN0000 0004 0177 5107 · LCCN (ENno2013019803 · GND (DE1064996221 · BNF (FRcb16950328s (data) · J9U (ENHE987007350357105171 (topic) · CONOR.SI (SL256429411 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013019803