Home Box Office (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Home Box Office Inc.
Logo
HBO Headquarters.jpg
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione8 novembre 1972
Fondata daCharles Dolan
Sede principaleNew York
GruppoWarnerMedia
Filiali
Persone chiave
SettoreMedia
ProdottiPay tv
Fatturato5,890 miliardi di $ (2016)
Sito web

Home Box Office (HBO) è un'azienda statunitense sussidiaria di WarnerMedia, che gestisce l'omonima rete televisiva.

L'azienda è anche attiva nella produzione di serie televisive (tra cui Westworld e Il Trono di Spade).

Nel 2016 HBO ha registrato un EBIT di 1,928 miliardi di dollari.[1]

Servizi gestiti[modifica | modifica wikitesto]

Canali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

La Home Box Office gestisce 8 canali televisivi:

  • HBO, lanciato l'8 novembre 1972;

Altri servizi[modifica | modifica wikitesto]

  • HBO HD, un servizio di simulcast che presenta in alta definizione i sette canali principali di HBO (escluso Cinemax) ed è disponibile su diversi provider via cavo come Cox Communications, DirecTV, Charter Communications, Time Warner Cable, Dish Network, Comcast, AT&T U-verse, Optimum e Verizon FiOS; tuttavia, soltanto alcuni di essi propongono tutti e sette i canali in HD. Il canale principale è stato inaugurato il 6 marzo del 1999.
  • HBO on Demand è il servizio streaming online on demand del canale ed è accessibile solo tramite abbonamento. È stato lanciato il 1º luglio del 2001 tramite la Time Warner Cable a Columbia, nella Carolina del Sud. Si è trattato del primo canale premium che offrisse un servizio on demand online previo abbonamento negli Stati Uniti. HBO on Demand offre una selezione di film, serie tv originali e special già trasmessi sui canali; ogni venerdì vengono aggiunti nuovi titoli. Il servizio è gratuito per tutti i clienti di HBO che già pagano regolarmente le spese relative alla tv via cavo e al satellite per poter avere l'accesso al network. La HBO ha avviato tale servizio nel tentativo di permettere agli iscritti di accedere a tutti i contenuti offerti dai canali in ogni momento, pertanto per assicurare agli spettatori di trovare sempre e comunque il programma desiderato e per limitare le chiusure di abbonamenti legati all'impossibilità di usufruire del servizio per via dei vari impegni lavorativi, familiari e sociali in generale. HBO on Demand è disponibile sia in definizione standard che alta sulla maggior parte dei provider di tv via cavo e satellite. Dal 3 gennaio del 2011, HBO propone anche un abbonamento particolare per tutti i clienti di Time Warner Cable, Comcast e Verizon FiOS, esso prevede la possibilità di guardare una selezione di film in 3D on demand: HBO diviene, in questo modo, il primo canale premium e il primo network via cavo ad offrire un servizio on demand esclusivamente in 3D. Il servizio HBO on Demand è stato infine lanciato nel 2015 nel Regno Unito, sul canale a pagamento TalkTalkTV come servizio domestico reso disponibile dai box set del provider e non si limita allo streaming on demand: i film, una volta scaricati, vengono conservati nell'account del cliente.
  • HBO Go, lanciato il 18 febbraio 2010, è un sito web che offre 600 ore di contenuti disponibili per lo streaming in definizione standard o alta. Il contenuto comprende: la programmazione originale HBO, film, speciali, commedie, documentari, sport e la programmazione notturna per adulti[2]. È disponibile per gli abbonati HBO di Verizon FIOS, AT & T U-verse, Google TV, Cox Communications, Comcast, DirecTV, Dish Network, Suddenlink Communications e Charter Communications. La versione di HBO Go per iPad, iPhone e Android venne lanciata il 29 aprile 2011[3]. L'applicazione venne scaricata oltre un milione di volte nella prima settimana[4], e registrò oltre tre milioni di download entro la fine di giugno 2011[5] HBO Go è il successore di HBO on Broadband, originariamente lanciato nel gennaio 2008 per i nuovi clienti Time Warner Cable a Green Bay e Milwaukee, Wisconsin.[6][7]. Per usufruire del servizio bisogna essere un cliente abbonato ad HBO e avere come fornitore di servizi Internet la loro società. Dal 27 marzo 2012, HBO Go è disponibile su Xbox 360 come applicazione, ma necessita di entrambi gli abbonamenti HBO Go e Xbox Live Gold.[8] Il 15 ottobre del 2014, la HBO ha annunciato progetti riguardo a un abbonamento per lo streaming on demand "al di sopra della rete" (over-the-top) per il 2015. Il servizio consiste in un'offerta indipendente, che pertanto non richiede un abbonamento televisivo attivo. HBO Now è stato inaugurato il 9 marzo 2015, ma lanciato ufficialmente il 7 aprile dello stesso anno. Il servizio è nato in collaborazione con Apple Inc., difatti inizialmente è stato distribuito su Apple TV e sui dispositivi iOS e promosso tramite una prova gratuita di un mese, alla quale sarebbe seguito il normale abbonamento, che ammonta a $15 mensili. In seguito HBO Now è stato reso disponibile anche su altri ISP (fornitori di servizi internet). Il servizio è identico a HBO Go in merito a contenuti e funzionalità. I nuovi episodi delle serie tv della HBO sono solitamente pubblicati nello stesso giorno, e di solito alla stessa ora, della pubblicazione sul canale tv. L'App Store, della Apple Inc, continua ad offrire prove gratuite di un mese ed altri incentivi per promuovere l'aumento di abbonamenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Time Warner Inc. Reports Fourth-Quarter and Full-Year 2016 Results, in Business Wire, 8 febbraio 2017. URL consultato il 9 giugno 2019.
  2. ^ Eyes-on with HBO GO, su hd.engadget.com. URL consultato il 9 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2012).
  3. ^ HBO GO hits iOS and Android, free for subscribers Engadget 29 aprile 2011
  4. ^ HBOGo Apps Top 1 Million Downloads In First Week Archiviato il 25 luglio 2012 in Internet Archive. Multichannel News 10 maggio 2011
  5. ^ HBO GO passes 3 million downloads. Is it worth it? Entertainment Weekly 27 giugno 2011
  6. ^ It's not TV, it's HBO — on your computer
  7. ^ HBO on Broadband in Restricted Rollout
  8. ^ XBox Live Adds HBO Go, MLB.tv and Comcast Xfinity Apps PC World, 27 marzo 2012

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136432672 · ISNI (EN0000 0001 2151 8480 · BNF (FRcb13881197b (data) · WorldCat Identities (EN136432672
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aziende