Episodi de Il Trono di Spade (settima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La settima stagione della serie televisiva Il Trono di Spade (Game of Thrones), composta da 7 episodi, viene trasmessa sul canale statunitense HBO dal 16 luglio[1] al 27 agosto 2017.

In Italia, la stagione va in onda in prima visione in lingua italiana sul canale satellitare Sky Atlantic dal 24 luglio[2] al 4 settembre 2017. Viene trasmessa in lingua originale sottotitolata in italiano dal 17 luglio al 28 agosto 2017, in simulcast con HBO.[2] In chiaro verrà trasmessa su Rai 4.

Cast
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi delle Cronache del ghiaccio e del fuoco § Apparizioni dei personaggi nella serie televisiva.

Michiel Huisman e Tom Wlaschiha non sono accreditati e non appaiono.

Game of Thrones 2011 logo.svg
Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Dragonstone Roccia del Drago 16 luglio 2017 24 luglio 2017
2 Stormborn Nata dalla tempesta 23 luglio 2017 31 luglio 2017
3 The Queen's Justice 30 luglio 2017 7 agosto 2017
4 The Spoils of War 6 agosto 2017 14 agosto 2017
5 13 agosto 2017 21 agosto 2017
6 20 agosto 2017 28 agosto 2017
7 27 agosto 2017 4 settembre 2017

Roccia del Drago[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alle Torri Gemelle, Arya Stark – con il volto del deceduto Walder Frey – organizza un banchetto e avvelena tutta la famiglia Frey con un brindisi. A rimanere in vita è solo Kitty Frey, ultima moglie di Walder.

Oltre la Barriera, un'armata di Estranei e non-morti avanza verso sud. Tra le truppe vi sono anche tre giganti non-morti. Meera Reed e Bran Stark, invece, arrivano stremati al tunnel di Castello Nero e trovano Edd ad accoglierli.

Nelle Terre dei Fiumi, lasciato il castello, Arya si imbatte in un gruppo di soldati dei Lannister che stanno cantando e mangiando. Inizialmente titubante, presto la ragazza scopre gli uomini più umani di quanto credesse e accetta di unirsi a loro per il pasto. Nel frattempo, Sandor Clegane – ancora in compagnia di Beric Dondarrion e Thoros di Myr – raggiunge una casa abbandonata dove la Fratellanza Senza Vessilli intende trascorrere al caldo la notte. L'abitazione apparteneva a un uomo e la sua bambina, morti di fame dopo che il Mastino li aveva derubati in compagnia di Arya molto tempo prima. Prima di seppellire i resti dei due, il Mastino – spronato da Thoros – scopre di poter vedere attraverso il fuoco e vede l'armata degli Estranei avanzare. Si rende conto che l'esercito del Re della Notte sta marciando verso Forte Orientale, il quale è vicino ad una montagna non protetta dalla Barriera.

A Grande Inverno, Jon Snow, affiancato da Sansa Stark, sprona tutti gli uomini e donne del Nord a mobilitarsi per contrastare quella che, agli occhi del nuovo re del Nord, appare la minaccia più grave: l'avanzata degli Estranei verso la Barriera. Il Re del Nord chiede a Tormund e ai suoi Bruti di presidiare il Forte Orientale a supporto dei Guardiani della Notte e loro accettano. Inoltre, Jon non intende privare le casate traditrici Umber e Karstark delle loro roccaforti natie, in quanto i responsabili del tradimento sono morti e non vuole biasimare i figli per i peccati dei padri. Ciò genera uno scontro verbale con Sansa, la quale non è d'accordo. Jon è irremovibile e riconsegna ad Alys Karstark e Ned Umber le rispettive dimore dopo aver richiesto il loro giuramento di fedeltà agli Stark. Petyr Baelish nota i dissidi tra Jon e Sansa e inizia a sobillare nell'orecchio di quest'ultima.

Ad Approdo del Re, Cersei Lannister, proclamatasi Regina dei Sette Regni, e suo fratello Jaime realizzano di essere gli ultimi Lannister rimasti e pianificano nuove alleanze, in quanto circondati da nemici da ogni parte. Convocata da Cersei, giunge nella capitale la flotta di mille navi di Euron Greyjoy. Euron intende concedere a Cersei il pieno comando della sua flotta solo in cambio della mano della regina, ma Cersei rifiuta. Euron, pertanto, promette alla donna di ritornare con un dono che la convinca ad accettare la sua proposta.

A Vecchia Città, Samwell Tarly passa le giornate alla Cittadella svuotando latrine, servendo cibo e assistendo l'anziano Arcimaestro Ebrose. Una notte ruba a un maestro le chiavi della sezione della biblioteca riservata ai soli maestri e ruba dei volumi. Successivamente, in compagnia di Gilly – la quale alloggia con il piccolo Sam al di fuori della Cittadella – scopre in un libro che sotto Roccia del Drago si nascondono ingenti giacimenti di vetro di drago, utile a combattere gli Estranei. Decide dunque di informare subito Jon con un corvo. Alla Cittadella è presente anche Ser Jorah Mormont, in cerca di una cura per il morbo grigio.

A Roccia del Drago, Daenerys Targaryen torna alla fortezza ancestrale della sua famiglia per la prima volta dalla sua nascita, rimuove i vessilli di Stannis Baratheon e prende possesso dell'isola. La Madre dei Draghi è pronta a sferrare la sua offensiva al Continente Occidentale.

Nata dalla tempesta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Roccia del Drago, Daenerys costringe Varys a giurare di non provare a tradirla (il Ragno Tessitore aveva infatti assoldato dei sicari per uccidere la donna tempo prima), pena la morte. In seguito, la Madre dei Draghi riceve la visita di Melisandre. La donna rossa è convinta che Daenerys abbia un ruolo nella profezia della Lunga Notte e le consiglia di convocare colui che secondo lei è il prescelto del Signore della luce, Jon Snow, e di stringere un'alleanza assieme a lui (in modo che egli possa rivelarle tutto ciò che ha visto oltre la Barriera e notizie riguardanti l'antico nemico dietro essa). Tyrion garantisce per Jon e Daenerys fa mandare un corvo a Grande Inverno, affinché il Re del Nord la raggiunga e si inginocchi davanti a lei. Più tardi, la Regina dei Draghi discute dei suoi piani militari assieme a Yara e Theon Greyjoy, Ellaria Sand e Olenna Tyrell. Si stabilisce di stringere d'assedio la capitale, Approdo del Re, missione alla quale prenderanno parte gli eserciti dei Martell e dei Tyrell, mentre gli Immacolati assalteranno Castel Granito, la rocca dei Lannister e cuore del loro potere per generazioni. Quella stessa notte, Verme Grigio rivela i suoi sentimenti a Missandei e i due hanno un rapporto sessuale.

Ad Approdo del Re, Cersei cerca di ottenere l'aiuto dei lord che ancora le sono fedeli contro la minaccia Targaryen. Lord Randyll Tarly, indeciso sul da farsi in quanto ha prestato giuramento di lealtà non solo alla corona ma anche ai Tyrell, viene convinto da Jaime a seguire la causa dei Lannister in cambio del titolo di Protettore del Sud a guerra terminata. In seguito, nei sotterranei della Fortezza Rossa, Qyburn mostra a Cersei l'arma che useranno per uccidere i draghi di Daenerys: una balista, forgiata con un metallo abbastanza forte da trapassare il cranio di un teschio di drago.

Nelle Terre dei Fiumi, Arya Stark continua il suo viaggio verso sud. Giunta alla Locanda al Crocevia, incontra il suo vecchio amico Frittella, il quale la informa che Jon Snow è ora Re del Nord, convincendo la ragazza a cambiare destinazione. Di nuovo sulla strada, Arya viene circondata da un branco di lupi guidati da Nymeria, il suo meta-lupo abbandonato molto tempo addietro. Nymeria però, decide di non seguire la padrona e di rimanere col suo branco: Arya capisce che non è nella natura di Nymeria essere un lupo addomesticato (come Arya stessa diceva a suo padre di non voler diventare una Lady come le altre nobildonne).

A Grande Inverno, Jon Snow osserva i giovani ragazzi del Nord mentre si addestrano militarmente e, nel frattempo, discute con la sorella Sansa del messaggio di Daenerys appena giunto. Poco dopo giunge anche il corvo di Sam ad informarlo del Vetro di Drago. La ragazza è restia ad una possibile alleanza con la Madre dei Draghi, così come lo sono i lord del Nord, poiché memori di ciò che fece Aerys il Re Folle al nonno di Sansa e al suo primogenito, fratello di Ned. Jon riesce però a convincere tutti i presenti, spiegando loro che non hanno speranze da soli e che l'aiuto del Vetro di Drago e dei draghi potrebbe essere di vitale importanza. Sansa è ancora dubbiosa, ma si convince quando Jon le affida il comando del regno in sua vece, mentre lui non ci sarà. Nelle cripte di Grande Inverno, Petyr Baelish prova ad iniziare una discussione con Jon, venendo però minacciato di morte nel caso avesse provato a toccare Sansa. Più tardi, Jon e Davos si mettono in viaggio verso Porto Bianco, da dove si imbarcheranno verso Roccia del Drago.

A Vecchia Città, Samwell Tarly assiste l'arcimaestro Ebrose, mentre quest'ultimo conferma a Ser Jorah Mormont che il suo destino è ormai segnato. Sam, però, si informa riguardo il Morbo Grigio e scopre della presenza di alcuni metodi curativi, ritenuti poco opportuni e troppo pericolosi dai maestri della Cittadella. Egli decide però di tentare comunque, in quanto l'uomo è il figlio del suo ex Lord Comandante: Sam comincia pertanto a rimuovere le placche pietrificate dal corpo di Jorah, provocandogli un forte dolore.

Nel Mare Stretto, la flotta dei Greyjoy fedeli a Daenerys con a bordo Yara, Theon, Ellaria e le Serpi delle Sabbie viene improvvisamente attaccata dalla flotta di Euron, con delle palle di fuoco che incendiano tutte le navi. Si scatena così una violenta battaglia nel cuore della notte, che vede vincitore Euron. Theon, alla vista di suo zio che ha la meglio su Yara, decide di scappare buttandosi in mare. A perdere la vita sono Obara e Nymeria Sand, mentre vengono fatte prigioniere Yara, Ellaria e Tyene Sand.


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kimberly Roots, Game of Thrones Season 7 Premiere Date (Finally) Set at HBO, TVLine, 9 marzo 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  2. ^ a b Linda Avolio, Il Trono di Spade 7: Winter Is Here, il nuovo trailer. VIDEO, Sky Atlantic, 22 giugno 2017. URL consultato l'8 luglio 2017.
  3. ^ Accreditato come Stunt Performer.
  4. ^ (EN) Rick Porter, Sunday cable ratings: ‘Game of Thrones’ scores series-best audience with Season 7 premiere, TV by the Numbers, 18 luglio 2017. URL consultato il 18 luglio 2017.
  5. ^ Mattia Buonocore, Ascolti TV, DavideMaggio.it, 25 luglio 2017. URL consultato il 25 luglio 2017.
  6. ^ (EN) Rick Porter, Sunday cable ratings: ‘Phelps vs. Shark’ strong, ‘Game of Thrones’ boosts ‘Ballers,’ ‘Insecure’, TV by the Numbers, 25 luglio 2017. URL consultato il 25 luglio 2017.