Dark Souls II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dark Souls II
videogioco
Dark Souls II logo.jpg
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows
Data di pubblicazionePlayStation 3, Xbox 360:
Giappone 13 marzo 2014
Flags of Canada and the United States.svg 11 marzo 2014
Flag of Europe.svg 14 marzo 2014
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 13 marzo 2014
Italia 13 marzo 2014[1]

Microsoft Windows:
Mondo/non specificato 25 aprile 2014
Flag of the United Kingdom.svg 2 maggio 2014
Scholar of the First Sin PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One, Microsoft Windows:
Giappone 9 aprile 2015
Flags of Canada and the United States.svg 7 aprile 2015
Flag of Europe.svg 2 aprile 2015
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 2 aprile 2015
Giappone 5 feb 2015 (PS3, X360, PC)[2]

GenereAction RPG
TemaDark fantasy
OrigineGiappone
SviluppoFromSoftware
PubblicazioneFromSoftware (Giappone), Namco Bandai
DirezioneTomohiro Shibuya, Yui Tanimura
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputSixaxis, DualShock 3, DualShock 4, gamepad, tastiera, mouse
SupportoBlu-ray Disc, DVD
Distribuzione digitaleXbox Live
Requisiti di sistemaMinimi: Windows XP SP3, Vista SP2, Windows 7 SP1, Windows 8, CPU AMD Phenom II X2 555 3.2Ghz o Intel Pentium Core 2 Duo E8500 3.17Ghz, RAM 2 GB, Scheda video NVIDIA GeForce 9600GT o ATI Radeon HD 5870, Scheda audio compatibile con DirectX 9, HD 14 GB, connessione Internet, DirectX 9.0c, controller Microsoft Xbox 360 o simili
Fascia di etàCEROZ · ESRBM · PEGI: 16 · USK: 16
EspansioniThe Lost Crown Trilogy
Preceduto daDark Souls
Seguito daDark Souls III

«Va' oltre la morte.»

(Tagline del gioco)

Dark Souls II (II ダークソウル Dāku Souru Tsū?) è un videogioco di ruolo/avventura dinamica dark fantasy sviluppato da FromSoftware, pubblicato da FromSoftware (solo in Giappone) e da Namco Bandai Games. È l'unico capitolo della serie a non essere stato diretto da Hidetaka Miyazaki, il quale ha comunque supervisionato lo sviluppo.

È stato presentato allo Spike Video Game Awards 2012 nel quale venne rivelato che avrebbe avuto una storia differente dal predecessore, una nuova ambientazione e un nuovo protagonista. Il gioco è stato pubblicato per PlayStation 3 e Xbox 360[3] a marzo 2014[4], mentre su Microsoft Windows il 25 aprile 2014 in tutto il mondo[5] ad eccezione del Regno Unito, in cui è stato pubblicato il 2 maggio 2014.[6]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il filmato iniziale, il protagonista del gioco viene apparentemente trascinato in un altro mondo chiamato Drangleic, un vasto regno caduto in rovina in seguito alla guerra combattuta contro i giganti giunti dal nord oltre il mare. Qui incontra in una piccola casa tre delle ultime quattro guardiane del fuoco. Queste si prendono gioco di lui, assicurandogli che diventerà presto, come tutti gli altri ivi giunti prima di lui, vuoto, ovvero privo di ragione, in seguito alle numerose morti cui andrà incontro. Egli inizia dunque il viaggio per poter spezzare la maledizione della non-morte, giungendo a Majula, un villaggio dove incontra l'Araldo dello Smeraldo, un essere metà drago e metà umano, creato da Vendrick, re di Drangleic, e suo fratello Aldia, incaricata nel trovare il degno successore al trono in modo da poter spezzare la maledizione. L'Araldo lo indirizza quindi più avanti nel suo viaggio, alla ricerca dei "quattro dotati di immense anime" e dello stesso re Vendrick. Dopo aver combattuto ciò che resta delle guardie reali, il Portatore della Maledizione incontra la regina Nashandra, la quale rivela che il re ha fallito nel suo dovere e ha abbandonato il suo regno molto tempo fa; chiede quindi al protagonista di uccidere il re. Durante il viaggio, però, scopre che la rovina del regno è stata in realtà causata dalla stessa Nashandra: ella venne dal re e lo ingannò facendogli invadere le terre dei Giganti in quanto bramava il trono del desiderio, una potente reliquia, probabilmente il luogo in cui era situata la fornace della prima fiamma. Sebbene l'assalto ebbe successo, i Giganti si vendicarono, invadendo Drangleic e distruggendo l'intero regno. Con il suo regno in rovina, Vendrick scoprì il vero scopo di Nashandra e si rinchiuse nella Cripta del Non Morto. Recuperate quattro delle anime più potenti di quella terra, il Portatore della Maledizione è degno di varcare i cancelli che lo condurranno al Castello di Drangleic per raggiungere la Cripta del Non Morto, dove trova un re Vendrick ormai completamente vuoto. In fondo alla stanza egli trova l'anello del re, che gli permette di raggiungere il Santuario del Drago, dove ottiene dall'Antico Drago creato da Aldia la Nebbia Cinerea che gli permetterà di viaggiare nelle memorie di vari individui morti. Usata la nebbia su uno dei Giganti morti, il Portatore della Maledizione si ritrova nel cuore dell'assedio di Drangleic, dove riesce a sconfiggere il Signore dei Giganti ponendo fine alla guerra tra questa razza e l'esercito di Drangleic, e ottenendo la Fratellanza dei Giganti grazie alla quale si può accedere al Trono del Desiderio dove la Prima Fiamma si sta pian piano spegnendo. Incontrato di nuovo l'Araldo di Smeraldo, questa rivela al protagonista che Nashandra è in realtà un frammento di Manus, il Padre dell'Abisso (apparso nel DLC Artorias of the Abyss del precedente capitolo), che ambisce al trono per far sprofondare il mondo nell'oscurità. Chiede quindi al protagonista di sconfiggerla e di vincolare il fuoco, eliminando, ancora temporaneamente, la Maledizione dei Non Morti. Il guerriero ritorna al Castello di Drangleic e scende al Trono del Desiderio, la nuova forma della Fornace della Prima Fiamma, e dopo averne sconfitto il Guardiano e il Custode affronta Nashandra nelle sue vere sembianze. Dopo averla sconfitta, il protagonista raggiunge la stanza del trono divenendo quindi il nuovo monarca, succedendo a Vendrick e portando a termine ciò che lui aveva iniziato. Non è chiaro però se il protagonista accetti effettivamente di vincolare la Prima Fiamma, in quanto la sua scelta non viene mostrata.

The Lost Crowns[modifica | modifica wikitesto]

Usando la Nebbia Cinerea sui resti di Vendrick, il Portatore della Maledizione viene trasportato nelle sue memorie, trovandolo non ancora divenuto un essere vuoto. Amareggiato e addolorato per i suoi fallimenti, Vendrick chiede al Portatore di cercare le corone degli antichi re. Il Portatore decide di raggiungere per primo il regno di Shulva, il regno del Re Sommerso, usando l'altare del Putrido. Durante il viaggio scopre che il Re Sommerso aveva costruito un gigantesco santuario per custodire e venerare il drago Sinh, rimasto dormiente in quanto tratteneva un mortale veleno all'interno del suo corpo. Ma Sir Yorgh e i suoi cavalieri, bramosi di possedere il sangue di drago, risvegliarono il drago il quale, ferito dalla lancia di Yorgh, liberò il veleno che contaminò tutta Shulva sterminandone la popolazione. Il Portatore scopre inoltre che il Re Sommerso aveva in moglie Elana, un altro frammento di Manus, la quale, bramosa di vendetta per la distruzione della sua città e per la morte del marito, divenne la custode di Sinh e cominciò ad accumulare anime per vendicarsi. Sconfitta Elana, il Portatore arriva ad affrontare Sinh e una volta sconfitto riesce a prendere la prima delle tre corone: la Corona del Re Sommerso. Usando, invece, l'altare del Vecchio Re di Ferro il Portatore viene trasportato alla Torre di Nebbia, un luogo completamente avvolto dalla nebbia e dalla cenere a causa di Nadalia, un altro frammento di Manus, la quale desiderava essere al fianco del Vecchio Re di Ferro, ma vedendo che il suo regno era sprofondato nel caos divise la sua anima in dodici frammenti, contenuti in altrettanti idoli, i quali generarono la nebbia che riportò in vita i morti e ammaliarono coloro che vi entrarono, tutto per difendere ciò che rimaneva del regno. Avanzando per la torre il Portatore affronta il Cavaliere della Nebbia, la cui vera identità è Raime, uno dei due cavalieri di Vendrick insieme a Velstad, il quale venne esiliato e incontrata Nadalia se ne innamorò giurando di proteggerla. Sconfitto Raime, il Portatore trova ciò che resta del corpo di Nadalia e da essa prende la Corona del Vecchio Re di Ferro. Infine, usando l'altare del Santuario dell'Inverno, il Portatore arriva nel regno innevato di Eleum Loyce. Facendosi strada fino alla Grande Cattedrale sorvegliata da Aava, uno dei famigli del re, riesce a incontrare un'altra figlia di Manus, Alsanna. Costei era arrivata a Eleum Loyce divenendo la moglie del Re d'Avorio, nonché oracolo grazie ai suoi poteri. Un giorno, però, dalle profondità del regno si risvegliò il Caos antico, reminiscenza della Fiamma del Caos di Lost Izalith, che iniziò a dilagare la sua corruzione. Nel tentativo di bloccarlo, il Re d'Avorio costruì la Grande Cattedrale sul passaggio che vi conduceva, ma il tentativo non ebbe successo. Ormai, sentendo che la sua anima stava per essere corrotta dal Caos, il Re d'Avorio decise di scendere egli stesso nel Caos Antico lasciando il regno ad Alsanna. Non potendo più sopportare che il suo amato resti prigioniero del Caos, Alsanna chiede al Portatore della Maledizione di scendere nel Caos antico, accompagnato da alcuni cavalieri di Eleum Loyce sopravvissuti. Giunto nelle profondità del Caos e dopo aver sconfitto i cavalieri corrotti dalla Fiamma del Caos, da un portale esce il Re d'Avorio ormai completamente corrotto dal Caos; una volta sconfitto, il Portatore prende l'ultima corona e lascia Eleum Loyce e Alsanna, ora finalmente determinata a sorvegliare il Caos antico affinché non dilaghi per il mondo. Tornato da Vendrick con le tre corone, il re di Drangleic le fonde e il potere che ne scaturisce è così grande da annullare al Portatore la maledizione nel diventare vuoto. Vendrick consiglia quindi al Portatore della Maledizione di cercare una terza via, oltre la luce e l'oscurità.

Scholar of the First Sin[modifica | modifica wikitesto]

Nella patch 1.10, e quindi anche nell'edizione Scholar of the First Sin, vengono aggiunti nuovi contenuti, tra i quali l'introduzione di un nuovo personaggio: Aldia, il fratello di Vendrick che lo aiutò a fondare Drangleic e cercò di carpire la natura della Maledizione dei Non Morti per liberarsi dalle catene del destino posto dal ciclo di vincolare la Prima Fiamma, fallendo e finendo trasformato in un'entità immortale fiammeggiante che risiede nei falò. Quando il Portatore della Maledizione sconfigge i Quattro Grandi e accende i Falò Primordiali, Aldia emergerà e lo guiderà verso suo fratello Vendrick ormai vuoto, cercando di capire le sue intenzioni e raccontandogli della natura della maledizione, di come Lord Gwyn, definito il "Signore della Luce", commise il Primo Peccato immolandosi per primo alla Fiamma, generando la maledizione dei Non Morti, costringendo a una vita miserabile qualsiasi umano fosse stato colpito da essa. Se si sconfigge Vendrick nella Cripta del Non Morto, subito dopo aver sconfitto Nashandra, Aldia emergere e lo attacca cercando di metterlo alla prova. Quando viene sconfitto, chiederà al Portatore della Maledizione cos'è che vuole veramente: luce, oscurità o qualcos'altro? Il Portatore della Maledizione può decidere quindi di vincolare la Prima Fiamma oppure, indotto dai consigli di Aldia, ignorare la sala del trono e avviarsi fuori dal castello rinunciando al titolo di re, rinunciando sia al fuoco che all'oscurità e cercando qualcosa che sia al di là di entrambe, qualcosa che possa spezzare definitivamente il ciclo eterno.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Dettagli tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Dark Souls II ha meccaniche di gioco molto simili al predecessore; il co-direttore Tomohiro Shibuya ha dichiarato che non ha intenzione di cambiare i comandi.[7] Tra le novità vi sono invece un mondo di gioco leggermente più vasto da esplorare[8], grafica migliorata grazie al nuovo motore grafico, una gestione più profonda dell'equipaggiamento del giocatore, la possibilità di usare due armi contemporaneamente con una nuova meccanica detta powerstance, un'IA dei nemici più efficace, nuove armi, armature e miglioramenti nel multiplayer online[9][10]. Il nuovo motore grafico permette dei movimenti più realistici e la fisica è stata migliorata[9].

Nuova partita+[modifica | modifica wikitesto]

È stata inoltre innovata la modalità Nuova partita+: mentre in Dark Souls passare a una Nuova Partita+ significava solo aumentare la forza dei nemici e dei boss, in Dark Souls II viene inoltre aumentato il numero di nemici con l'aggiunta di altri nuovi avversari, molti dei quali in forma di spirito oscuro, e il numero di oggetti recuperabili sia in alcuni bauli che dopo aver sconfitto dei boss. In particolare, sconfiggendo i quattro boss che precludono l'accesso ai falò primordiali, si otterranno, oltre alle loro grandi anime essenziali per proseguire nella storia, le anime dei boss principali del primo Dark Souls sotto nomi fittizi.

Rinforzo e infusione[modifica | modifica wikitesto]

Il potenziamento delle armi ha subito un profondo cambiamento. La procedura adesso si divide in due differenti lavorazioni: rinforzo e infusione.

Rinforzo[modifica | modifica wikitesto]

Il rinforzo va ad aumentare l'attacco di base dell'arma e il bonus sulle statistiche che è già presente sull'arma (il rinforzo non crea nuovi bonus). Per gli scudi aumentano tutte le difese e la stabilità mentre per gli abiti ed armature aumenta la difesa fornita. Il rinforzo può essere attuato con aiuto di uno dei tre fabbri presenti nel gioco ed una volta effettuato non può essere annullato. Per poter attuare la procedura bisognerà adoperare la titanite, un minerale molto particolare (e naturalmente bisognerà pagare un certo numero di anime per il servizio). Questo vale per le armi standard e non, mentre per le armi forgiate con le anime dei nemici e le fiamme della piromanzia andrà usato un altro tipo di materiale.

Infusione[modifica | modifica wikitesto]

Le infusioni sono dei potenziamenti particolari che si possono effettuare su armi o scudi. Tale procedimento richiede la manodopera di Manosalda Mcduff, ma solo dopo avergli consegnato il tizzone smorto. Per effettuare le infusioni oltre che delle anime per il servizio c'è anche bisogno di pietre, particolari tipi di titanite. Sembra che la maggior parte di esse siano state ottenute da un procedimento segreto dei maghi di Melfia (sebbene tutti i casi documentati fossero finiti in fallimento). L'infusione ha anche però degli aspetti negativi, dato che per aumentare un parametro, cala leggermente tutti gli altri (tuttavia l'aumento è maggiore del decremento). Le infusioni sono utili se si vogliono sfruttare le debolezze dei nemici, soprattutto dei boss.

Patti[modifica | modifica wikitesto]

In Dark Souls 2 vi è la possibilità di stringere patti con diverse fazioni e seguire le regole del patto come uccidere altri giocatori online o aiutarli contro i boss in cambio di oggetti che, se donati al leader/altare del patto, sbloccano nuovi oggetti o abilità.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è pieno di personaggi non giocanti che aiuteranno o, in alcuni casi, ostacoleranno il giocatore. Alcuni di essi fungono da mercanti, possono essere evocati e fornire supporto durante gli scontri con determinati boss o introducono al giocatore i patti presenti. Segue una lista di quelli più importanti e ai quali si può rivolgere la parola.

  • Milibeth e le Guardiane del Fuoco: I primi personaggi incontrati dal giocatore. Si trovano nella zona iniziale, la Via di Passaggio, e sono loro a donare al giocatore la sua prima Effigie umana (oggetto che ripristina l'umanità del protagonista). Ritornando alla Via di Passaggio se si è in possesso dell'Anello del Re permettono la riassegnazione dei livelli se si è in possesso di un Ricettacolo delle anime.
  • Araldo dello Smeraldo/Shanalotte: Una donna incappucciata che si trova proprio davanti al falò principale di Majula, dove il protagonista arriva dalla Via di Passaggio. Dà alcune informazioni generali al protagonista appena arrivato, e donerà al giocatore la sua prima fiaschetta Estus (oggetto di recupero ripristinabile riposando ai falò). Oltre a ciò, permetterà al giocatore di salire di livello, e potenzierà la fiaschetta Estus tramite frammenti trovati dal giocatore.
  • Fabbro Lenigrast: Fabbro situato a Majula. Inizialmente starà a sedere vicino ad una casa chiusa a chiave, che una volta aperta dal giocatore gli permetterà di cambiare postazione e incominciare a lavorare, potrà così riparare e rinforzare le armi del giocatore. È il padre di Chloanne la venditrice di Minerali, ma non la riconoscerà in quanto molti personaggi all'interno di Majula hanno difficoltà a ricordare il proprio passato e il come hanno raggiunto questo posto.
  • Crestfallen Saulden: Cavaliere che si trova seduto alla destra dell'obelisco sulla collina di Majula. Permette di stringere il patto della Via del Blu.
  • Shalquoir: Gatta parlante che si trova all'interno di una delle case a Majula. Da lei è possibile visionare lo stato dei patti che si sono stretti durante la partita e acquistare degli anelli.
  • Maughlin l'armaiolo: Mercante situato in una delle case di Majula. All'inizio il suo inventario sarà molto scarso, ma più il giocatore acquisterà da lui, più merce metterà in vendita, tra le quali le armature di alcuni boss.
  • Melentia la Strega Mercante: Mercante che si trova la prima volta nella Foresta dei Giganti Caduti. Una volta esauriti i dialoghi, si sposterà a Majula una volta sconfitto l'Ultimo Gigante. In questa occasione cambieranno anche gli oggetti che vende, aumentando anche lei la merce in vendita, in particolare le armature degli NPC uccisi.
  • Pate il Morigerato: Personaggio all'inizio situato nella Foresta dei Giganti Caduti, a destra di una cancellata, che chiederà al giocatore di entrare all'interno di alcune rovine della Foresta. Parlandogli nuovamente una volta fatto ciò ed esauriti i dialoghi, donerà al giocatore la Pietra bianca (oggetto per il multiplayer) e sarà possibile trovare il suo segno di evocazione prima dello scontro con l'Ultimo Gigante. Sarà ritrovabile all'interno del Picco Terrestre, dove chiederà al giocatore di aprire una porta dietro la quale è possibile trovare una stregoneria. Se durante il corso del gioco il giocatore avrà parlato ogni volta anche con Creighton, sarà possibile reincontrare Pate nella Cava Pietralucente di Tseldora, impegnato a combattere proprio contro Creighton. Una volta sconfitto uno dei due, si otterrà la chiave del loro covo all'interno della cava.
  • Cale il cartografo: Viene incontrato per la prima volta in una grotta della Foresta dei Giganti Caduti. Esauriti i suoi dialoghi, donerà la chiave della magione di Majula, dove lo si potrà ritrovare all'interno nei sotterranei davanti alla mappa di Drangleic.
  • Licia di Lindelt: Mercante e maestro di miracoli situato nella Torre della Fiamma di Heide. Parlandole più volte ed esauriti i dialoghi, Licia si trasferirà sotto Majula, nella stanza dove è situato il meccanismo che sposta il percorso dalla Torre della Fiamma di Heide al Boschetto del Cacciatore. Utilizzando l'oggetto "Globo dell'occhio infranto" (rinvenibile nella Cripta del Non Morto) nella suddetta stanza, si potrà invadere il suo mondo e ucciderla per ottenere la chiave con cui, dietro pagamento, apriva il passaggio per il Boschetto.
  • Sentinella Blu Targray: Leader del patto delle Sentinelle Blu e mercante, lo si può trovare nella Cattedrale del Blu della Torre della Fiamma di Heide. Parlerà al giocatore e gli permetterà di diventare una Sentinella Blu solo se questi possiede un Segno di Fedeltà, oggetto ottenibile venendo evocati da un giocatore e aiutandolo a sconfiggere un boss.
  • Lucatiel di Mirrah: Personaggio incontrabile più volte nel corso del gioco. Ogni volta che il giocatore le parlerà, la potrà evocare più volte nel corso della storia contro diversi boss. Una volta completata la sua missione secondaria, comparirà per l'ultima volta nella Fortezza di Aldia, dove consegnerà al giocatore la sua armatura.
  • Rosabeth di Melfia: Mercante e maestro di piromanzie situato a Majula, sulla via che conduce ai Boschi Ombrosi. La si troverà pietrificata proprio davanti alla leva che apre la porta per proseguire, e bisognerà quindi liberarla con un Ramo Profumato del Passato. Una volta liberata, chiederà al giocatore di darle qualcosa da indossare, in quanto i sui vestiti sono tutti stracciati. Fatto ciò si sposterà a vicino al pilastro presente a Majula. Oltre che ad alcune piromanzie, vende anche oggetti consumabili e anelli di rinforzo contro vari elementi. Inoltre può migliorare la Fiamma della Piromanzia del personaggio tramite i Semi del Fuoco. Dai suoi dialoghi, si scopre inoltre che ha dei legami con Carhillion del Profondo.
  • Gavlan: Mercante che vende oggetti relativi al veleno e da cui sarà possibile vendere oggetti in cambio di anime. È possibile incontrarlo nel Pontile Desolato, nella Valle del Raccolto e nelle Porte di Pharros, stabilendosi infine definitivamente in quest'ultima.
  • Carhillion del Profondo: Stregone situato all'inizio nel Pontile Desolato su una banchina. Il giocatore potrà parlarci solo se avrà almeno 8 di Intelligenza, e venderà alcuni oggetti e stregonerie. Una volta esauriti i dialoghi, si trasferirà a Majula.
  • McDuff Manosalda: Fabbro la cui bottega è situata nella Bastiglia Perduta e che è inizialmente inattivo. Una volta reperito il Tizzone Smorto, si metterà al lavoro e potrà infondere le armi con ogni elemento disponibile nel gioco.
  • Straid di Olaphis: Mercante e maestro che si trova in una cella della Bastiglia Perduta, con il quale si potranno scambiare le anime dei boss per armi e magie. La prima volta che lo si incontra sarà pietrificato, e perciò si dovrà usare un Ramo Profumato del Passato per depietrificarlo.
  • Custode della Campana: Leader del Patto dei Custodi della Campana. Lo si può incontrare all'ingresso del Campanile della Luna nella Bastiglia Perduta oppure nel Campanile del Sole situato nel Forte Ferreo.
  • Benhart di Jugo: Personaggio incontrabile più volte nel gioco e che offrirà il suo aiuto contro diversi boss. Una volta completata la sua missione secondaria, comparirà per l'ultima volta all'interno delle Memorie di Orro, dove consegnerà il suo equipaggiamento.
  • Creighton: Incontrabile più volte nel gioco come Pate, al quale è legata la sua missione secondaria, si trova per la prima volta dentro una cella nel Boschetto del Cacciatore, di cui bisognerà avere la chiave per aprirla. Lo si reincontra nei Boschi Ombrosi, e una volta esauriti i suoi dialoghi si sposterà nella Cava Pietralucente di Tseldora, impegnato a combattere contro Pate. Una volta sconfitto uno dei due, si otterrà la chiave del loro covo all'interno della cava.
  • Felkin il Reietto: Mercante e maestro situato all'ingresso del Boschetto del Cacciatore. Venderà alcuni oggetti e malocchi, ma il giocatore gli potrà parlare solo se avrà 8 in Intelligenza e 8 in Fede.
  • Grenn il Minuscolo: Mercante e leader della Patto Fratellanza del Sangue. Lo si potrà incontrare nel Purgatorio del Non Morto, dopo lo scontro con il Carro del Boia. Per potergli parlare e accedere al suo patto, il giocatore dovrà essere in possesso di un Segno del rancore, oggetto ottenibile invadendo e uccidendo un giocatore nel suo mondo.
  • Chloanne la venditrice di Minerali: Figlia del Fabbro Lenigrast, la si incontra la prima volta nella Valle del Raccolto. Una volta esauriti i suoi dialoghi si trasferirà a Majula. Una volta ottenuto l'Anello del re, metterà in vendita ogni sorta di minerale e materiale necessario alle modifiche delle armi.
  • Gilligan della Scala: Mercante situato nel Picco Terrestre dove, dietro pagamento di 2.000 anime, aiuterà il giocatore a scendere su un camminamento esterno piazzandovi una scala. Dopo gli eventi del Picco Terrestre lo si ritrova a Majula, seduto davanti al pozzo. Anche in questa occasione dietro pagamenti di un certo numero di anime piazzerà un diverso tipo di scala all'interno del pozzo, con la quale accedere allo Scolo o alla Tomba dei Santi. Più è alto il pagamento, più la scala sarà lunga.
  • Re Ratto: Leader del Patto del Re Ratto, lo si potrà incontrare nella Tomba dei Santi dopo aver battuto l'Avanguardia Reale dei Topi o nelle Porte di Pharros dopo aver battuto l'Autorità Reale dei Topi.
  • Grandahl il Cercatore Oscuro: Mercante e leader del Patto dei Pellegrini dell'Oscurità. Lo si potrà incontrare in tre differenti locazioni e per aderire al patto gli si dovrà parlare tutte e tre le volte che lo si incontra. Una volta che il giocatore gli avrà parlato per tutte e tre le volte, gli consentirà di aderire al patto e metterà in vendita alcuni oggetti.
  • Magerold di Lanafir: Mercante situato nel Forte Ferreo. Con lui si potrà anche stringere il Patto dei Resti del Drago, dopo avergli portato l'Uovo di Drago Pietrificato rinvenibile nel Santuario dei Draghi.
  • Testa di Vengarl: Localizzato in una radura nella nebbia dei Boschi Ombrosi, Vengarl è un venditore di armi e alleato in alcuni scontri con i boss. Dopo aver sconfitto il suo corpo dopo lo scontro con Freja, metterà in vendita ulteriori armi.
  • Ornifex l'Armaiolo: Il terzo fabbro presente nel gioco. Rappresentata come una delle arpie presenti nel primo Dark Souls, la si incontra nei Boschi Ombrosi, dove si dovrà usare la Chiave a Zanna per liberarla. Successivamente si sposta nella Cava Pietralucente di Tseldora, dove con lei si potranno scambiare le anime dei boss per le loro relative armi.
  • Tark l'Uomo Scorpione: Metà uomo e metà scorpione, lo si incontra nelle rovine dei Boschi Ombrosi. Parla una lingua sconosciuta, comprensibile solo indossando l'Anello dei Sussurri. Se gli si parla prima dello scontro con Najka lo Scorpione, lo si può evocare come alleato. Dopo aver affrontato Najka, donerà un Ramo Profumato del Passato, mentre, dopo aver affrontato Freja, dona un prezioso anello.
  • Cromwell l'Assolutore: Assolutore rintracciabile all'interno della chiesa dopo lo scontro con Magus Predatore e Congregazione. Oltre che all'assoluzione dei peccati si occupa anche della vendita di alcuni oggetti e miracoli.
  • Cancelliere Wellager: Fantasma situato all'entrata del Castello Drangleic. Oltre a raccontare una serie di eventi relativi al re e alla regina, vende degli oggetti che aumenteranno dopo la sconfitta del Cavaliere dello Specchio. Dopo la sconfitta del Signore dei Giganti, Wellager donerà due armi uniche.
  • Nashandra: Regina di Drangleic, la incontrerete in forma umana nel Castello Drangleic appena prima di affrontare i due Cavalieri dei Draghi. Una volta entrati nel Trono del Desiderio, è affrontabile come boss finale del gioco.
  • Milfanito: Quattro NPC femminili presenti nel Santuario di Amana e nel Castello Drangleic, il cui scopo è quello di cantare per calmare i nemici presenti ad Amana.
  • Agadyne il Guardiano della Cripta: Mercante situato nella parte interna della Cripta del Non Morto, in una stanza buia. Se si accede alla sua zona con una torcia accesa, lui e le sue guardie diventeranno ostili e attaccheranno. Sarà possibile trovare il suo segno di evocazione prima dello scontro con Velstadt, la Guardia Reale.
  • Stregone Reale Navlaan: Mercante e maestro di stregonerie che si trova all'interno della Fortezza di Aldia, dietro ad un muro di nebbia. Per poterci parlare, avviare la sua quest e comprare i suoi oggetti bisogna essere necessariamente in forma non morta. Navlaan quindi assegnerà al giocatore degli incarichi di uccisione di svariati altri personaggi. Adiacente al corridoio in cui è rinchiuso, è presente una leva che permette di sbloccare il muro di nebbia e di liberarlo. Liberandolo, Navlaan metterà in vendita i suoi oggetti ma, per contro, non verrà attivata la sua quest, e lui diventerà uno spettro oscuro che invaderà il giocatore in 6 punti specifici del gioco.
  • Drago Antico: Drago gigantesco situato in cima al Santuario dei Draghi, che donerà al giocatore il Cuore della Nebbia Cinerea. Se viene attaccato diventa aggressivo e bisognerà affrontarlo come boss.
  • Capitano Drummond: Personaggio presente nelle Memorie di Vammar. Se il giocatore gli parla a sufficienza, potrà trovare il suo segno di evocazione prima dello scontro con il Signore dei Giganti. Evocarlo significherà non poter evocare Benhart di Jugo per quello stesso scontro. Una volta sconfitto il Signore dei Giganti, donerà l'Elmo di Drangleic come ricompensa.
  • Alsanna l'Oracolo Silente: Personaggio esclusivo del DLC Corona del Re d'Avorio. Nata come Nashandra, Elana e Nadalia da un frammento del Padre dell'Abisso, la si può trovare nella Grande cattedrale, dopo aver sconfitto Aava. Parlarle farà cessare la bufera su Eleum Loyce, liberando le zone dapprima ostruite dal ghiaccio. Dopo la sconfitta del Re d'Avorio bruciato, basterà disporre di 50 anime di Loyce per ottenere i pezzi dell'armatura di Loyce e la sua anima.

Gadget[modifica | modifica wikitesto]

Sono disponibili per l'occidente due edizioni limitate del gioco, la Collector Edition e la Black Armour Edition.

La Collector Edition include una statuina del Cavaliere Guerriero di 30 cm e 450 g di peso, un artbook, una grande mappa a colori in tessuto contenente la mappa di gioco, e la Black Armour Edition.

La Black Armour Edition è un bonus gratuito per chi ha preordinato il gioco, contenente una custodia di metallo, un disco con la colonna sonora realizzata da Motoi Sakuraba[4] e il Black Armour Weapons Pack, un codice per riscattare armi e scudi che saranno ottenibili da chi non ha preordinato il gioco, solo in una fase più avanzata del gioco, comprabili da un NPC.[11]

La Collectors Edition giapponese, invece, al posto della statuina include dei modellini di armi e scudi in miniatura.[12]

Negli altri media[modifica | modifica wikitesto]

Namco Bandai Games e FromSoftware hanno collaborato con alcuni rinomati autori per la realizzazione di un fumetto ispirato al gioco, intitolato Dark Souls II: Into the Light, pubblicato gratuitamente online dall'8 gennaio 2014. La trama è scritta da Rob Williams e Andi Ewington, mentre la grafica è realizzata da Simon Coleby.[13]

Contenuti aggiuntivi[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2014 Bandai Namco ha annunciato il DLC Dark Souls II: The Lost Crowns Trilogy, composto da tre episodi: Crown of the Sunken King, Crown of the Old Iron King e Crown of the Ivory King, in uscita rispettivamente il 22 luglio, il 26 agosto e il 30 settembre 2014.[14] Le tre avventure sono ambientate in nuovi ambienti diversi da quelli presenti nel gioco originale e porta il giocatore alla ricerca delle corone un tempo appartenute a dei re da tempo ormai dimenticati.[15]

Scholar of the First Sin[modifica | modifica wikitesto]

La nuova versione di Dark Souls II, sottotitolata Scholar of the First Sin, include tutti e tre i DLC, nuovi eventi di gioco che ampliano la storia, nuovi personaggi non giocabili e nemici, miglioramenti nel gameplay e miglioramenti grafici per PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows.[16] L'uscita è avvenuta il 2 aprile 2015 in Europa e il 7 aprile negli Stati Uniti.[17][18]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato elogiato dalla critica internazionale ricevendo sempre valutazioni elevate, sfiorando l'eccellenza in più occasioni.[19]

Vendite[modifica | modifica wikitesto]

In poco più di un anno dalla sua uscita, Dark Souls II ha venduto oltre 2,4 milioni di copie in tutto il mondo.[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dark Souls II Namco Bandai Games Europe, su it.namcobandaigames.eu. URL consultato il 10 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  2. ^ PRESS RELEASE, su fromsoftware.jp.
  3. ^ Thomas Morgan, Dark Souls 2: analisi comparativa, su Eurogamer. URL consultato il 25 giugno 2020.
  4. ^ a b (EN) Dark Souls 2 PS3, Xbox 360 release date set, PC to follow; special editions detailed, su VG247, 19 settembre 2013. URL consultato il 25 giugno 2020.
  5. ^ (EN) Dark Souls 2 PC release date confirmed for April 25, su vg247.com.
  6. ^ (EN) Disc version of Dark Souls II on PC delayed in UK Archiviato il 16 aprile 2014 in Internet Archive.
  7. ^ Dark Souls II: Shibuya on the gameworld, awkwardness and accessibility
  8. ^ (EN) Matt Furtado, 'Dark Souls 2' world size and scale discussed, su examiner.com, 11 aprile 2013. URL consultato l'11 aprile 2013.
  9. ^ a b (EN) Matt Furtado, 'Dark Souls 2' box art revealed, new features detailed, su examiner.com, 11 aprile 2013. URL consultato l'11 aprile 2013.
  10. ^ Dark Souls II svelato in un video con 12 minuti di sequenze giocate, su gamesblog.it.
  11. ^ Dark Souls II: aggiunto un nuovo bonus alle edizioni Black Armour e Collector, su Multiplayer.it. URL consultato il 25 giugno 2020.
  12. ^ Collectors edition JAP Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive.
  13. ^ NAMCO BANDAI Games Europe annuncia un fumetto basato sull'acclamato DARK SOULS II, su it.namcobandaigames.eu. URL consultato l'11 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  14. ^ Dark Souls 2: Crown of the Ivory King è stato rinviato, su Console Planet Network - CoPlaNet.it, 22 settembre 2014. URL consultato il 25 giugno 2020.
  15. ^ Affronta le nuove sfide della trilogia di DLC "The Lost Crowns" per DARK SOULS II
  16. ^ La morte torna a essere la protagonista in DARK SOULS™ II: SCHOLAR OF THE FIRST SIN per PlayStation®4, Xbox One, PlayStation®3, Xbox 360 e PC
  17. ^ Annunciato Dark Souls II: Scholar of the First Sin, finalmente anche su PlayStation 4 e Xbox One, Multiplayer.it. URL consultato il 21 gennaio 2015.
  18. ^ Dark Souls 2: Scholar of the First Sin release moved up in EU, new screenshots, su VG247, 17 marzo 2015. URL consultato il 25 giugno 2020.
  19. ^ Dark Souls II: ecco i primi voti della stampa internazionale, su SpazioGames, 11 marzo 2014. URL consultato il 25 giugno 2020.
  20. ^ (JA) 『DARK SOULS III(ダークソウルIII)』国内発表会が実施 ディレクター宮崎氏解説による実機プレイを披露, Famitsū, 30 giugno 2015. URL consultato il 30 giugno 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb169261449 (data)