Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tenchu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tenchu (天誅) è una popolare serie di videogiochi stealth riguardanti i ninja. Il nome è un termine giapponese che significa letteralmente punizione dal paradiso, derivata dal carattere 天 (ten) che significa paradiso e dal carattere 誅 (chu) che significa pena di morte. Il gioco è noto per i suoi combattimenti con le spade, per lo stile di gioco stealth e per l'ambientazione al periodo feudale giapponese. È uno dei primi videogiochi riguardanti ninja che incorpora anche il camuffamento e l'arte di muoversi senza essere visti da nessuno, un aspetto cruciale del Ninjutsu che è spesso ignorato dai media. Comunque, insieme ai tradizionali combattimenti di arti marziali, il gioco comprende anche elementi fantastici e della mitologia giapponese. La serie comprende fino ad ora quattro giochi per PlayStation (due però sono diverse versioni del primo gioco), due per PlayStation 2, uno per Nintendo DS, uno per Xbox, uno per PlayStation Portable e uno per Wii.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La serie è ambientata nel periodo feudale giapponese. La storia originale si svolge intorno a due ninja:Rikimaru (力丸) e Ayame (彩女). Entrambi appartenenti al clan ninja degli Azuma fin dall'infanzia. I due ninja servono l'eroico Lord Gohda, e lavorano per lui come spie segrete per eliminare tutti i soprusi e le ingiustizie del suo feudo. Però il malvagio stregone Lord Mei-Oh progetta di distruggere Lord Gohda e, usando il suo servitore Onikage, porta distruzione in tutta la provincia del grande feudatario. Sebbene Mei-Oh venga ucciso nel primo gioco della serie, Onikage appare in tutti i giochi seguenti (eccetto Fatal Shadows) come l'arcinemico dei due ninja protagonisti, soprattutto di Rikimaru. Un altro personaggio maggiore che compare frequentemente è la Principessa Kiku, la figlia di Lord Gohda che spesso "recita la parte" della damigella in pericolo.

Con l'avvento di nuovi videogiochi, la trama della serie è stata sempre ampliata:

Oltre ai personaggi giocabili riportati sopra un terzo ninja, che fa parte della storia, può essere un personaggio giocabile se finite tutte le altre missioni del gioco (però solo in Birth of the Stealth Assassins, Wrath of Heaven e Return from Darkness). Birth of the Stealth Assassins ha il ninja Tatsumaru mentre Wrath of Heaven/Return from Darkness ha l'assassino Tesshu. Tesshu è anche presente nel trailer di Tenchu 360 ma non si sa ancora se sarà un personaggio giocabile del gioco.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Rikimaru - L'attuale capo del clan ninja degli Azuma, al servizio di Lord Godha. Egli è un ninja alto con capelli corti color argento e una cicatrice sull'occhio destro. Utilizza ed è il possessore della spada Izayoi, un ninjato (spada simile alla katana) che si trasmette di generazione in generazione al capo del clan Azuma. Il suo maestro e predecessore del clan era Shiunsai, ucciso da un altro membro dello stesso clan Azuma, Tatsumaru. Devoto, onorabile e molto riservato, Rikimaru sacrificherebbe senza esitazione la propria vita per chi serve, cosa che effettivamente fa alla fine di Stealth Assassins per poi ricomparire in Wrath of Heaven/Return from Darkness. Comunque non è un avversario da sottovalutare e non mostra la minima pietà contro chi combatte; quest'ultimo è un fatto che costantemente ricorda da quando gli è stata inferta la cicatrice sull'occhio da Tatsumaru. La sua capacità di mantenere la calma e il suo senso del destino gli permettono di intraprendere missioni che altri considerebbero suicide. È più forte di Ayame ma relativamente più lento nei movimenti.
  • Ayame - L'altro unico sopravvissuto del clan Azuma, anch'essa al servizio di Lord Godha. È una cosiddetta kunoichi, cioè un ninja femmina e usa come arma due spade corte gemelle. Ayame è l'ultimo studente scelto dal precedente capo del clan Azuma, Shiunsai, il quale aveva scoperto che la ragazza era piena di talento per le arti ninja e capace di imparare tutto ciò che le veniva insegnato (a differenza di Rikimaru), ma non ne ha mai la pazienza di impararla completamente. È un ninja forte e uccide con una fredda efficienza e senza la minima esitazione, però mostra la parte più dolce di sé alla Principessa Kiku, la figlia di Lord Godha, che Ayame ama come una sorella. Ella è molto abile e veloce ma allo stesso tempo furba e silenziosa, inoltre ha una lingua tagliente tanto quanto le sue due spade.

Altri personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Tatsumaru - Un precedente membro del clan Azuma che Rikimaru ha ammirato e Ayame ha amato. Egli era un ninja che preferiva combattere disarmato e una specie di fratello maggiore per Rikimaru e Ayame, ma comunque un combattente molto forte. Tatsumaru era il vero possessore della spada Izayoi e capo del clan Azuma prima di perdere la memoria e diventare un nemico degli stessi Azuma. Dopo aver ucciso la maggior parte dei membri del clan, compreso il maestro Shiunsai, alla fine si suicidò al termine di un combattimento contro Ayame durante un attacco al castello di Lord Godha come punizione per i suoi crimini dopo aver recuperato la memoria persa. Comunque egli fu resuscitato anni dopo e schiavizzato dal malvagio Tenrai e diventò uno dei suoi signori delle tenebre. Ma Tatsumaru riuscì a liberarsi dall'influenza di Tenrai e aiutò Rikimaru e Ayame a sconfiggere il malvagio, al costo però della sua stessa vita. (compare in Birth of the Stealth Assassins, Wrath of Heaven/Return From Darkness)
  • Tesshu Fujioka - Un dottore di giorno e un assassino di notte. Egli non è un ninja allenato e non è sotto le dipendenza di Lord Godha al contrario di Rikimaru e Ayame; come Tatsumaru, Tesshu combatte a mani nude ma ha come arma un set di grossi spilli che usa sia per colpire direttamente sia come arma da lancio. Tesshu lavora come mercenario in un'organizzazione segreta conosciuta con il nome di Muzen che uccide solo per servire giustizia, l'organizzazione ha come capo Zennosuke un apparente normale cittadino del villaggio dei Ronin. Zennosuke alla fine morirà per mano dell'ex mercenario Jinnai ma sarà prontamente vendicato da Tesshu. (compare in Wrath of Heaven/Return from Darkness, Tenchu 360)
  • Rin - Una giovane kunoichi il cui villaggio segreto è stato distrutto. Quando incontra Ayame, arrivata al villaggio in cerca del mancante Rikimaru, inizialmente pensa che Ayame sia la causa della morte dei suoi parenti. Rin ha come arma una spada chiamata Natsume ma preferisce, come Tesshu e Tatsumaru, combattere senza usare armi. Il suo obbiettivo è vendicare i suoi parenti uccisi.

Personaggi di supporto o ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Lord Gohda - Il signore che il clan Azuma serve con devozione.
  • Principessa Kiku - La figlia di Lord Gohda. Sua madre, Lady Kei, è stata uccisa mentre Kiku era solo una bambina. Kiku è come una sorella minore per Ayame.
  • Sekiya - Un consigliere di Lord Gohda, sempre preoccupato per la sicurezza del suo padrone crede comunque che i ninja del clan Azuma manterranno in ogni occasione la sicurezza del suo padrone.
  • Semimaru - Il cane ninja del clan Azuma che non manca mai di aiutare quando serve (nel gioco viene possibilmente chiamato grazie ad un oggetto), grazie al suo aiuto Rikimaru e Ayame scoprirono la base sotterranea dell'organizzazione criminale Aurora di Fuoco.

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

  • Onikage
  • Mei-Oh
  • The Burning Dawn
  • Tenrai
  • Jyuzou
  • Suzaku

Onikage e Suzaku[modifica | modifica wikitesto]

  • Onikage

forse i più interessanti personaggi tra i nemici, entrambi rivali di Rikimaru. in Stealth Assassin Onikage è il servitore e braccio destro di Lord Mei-Oh la prima volta in cui Rikimaru incontrerà Onikage il combattimento si concluderà a metà dello svolgimento, poi Onikage ricomparirà all'ultimo livello come ultimo ostacolo prima di iniziare lo scontro con Lord Mei-Oh. combatte senza armi usando i suoi letali calci, è uno dei pochi nemici a poter usufruire della pozione rigenerativa in combattimento

  • Suzaku

ancora più interessante la storia di Suzaku, principale rivale di Rikimaru in Birth Of Stealth Assassin Suzaku è un bandito a capo di un'élite di malviventi chiamata Aurora Di Fuoco, la stessa di cui fa parte Tatsumaru dopo aver perso la memoria. Suzaku ha come soprannome "Il Passero Rosso", combatte misteriosamente bendato, è fortissimo sia nel combattimento senza armi che con la spada, il filmato finale che appare alla conclusione del videogioco mostra Suzaku come l'unico sopravvissuto dell'Aurora Di Fuoco, a quel punto sulla barca in fiamme si toglie la benda dagli occhi e mostra di essere in realtà Onikage. al contrario degli altri Boss del gioco Suzaku compare in due livelli durante il gioco, e sempre e solo contro Rikimaru, nonostante nel corso del gioco Suzaku deve venire sconfitto due volte alla fine del gioco rimane l'unico nemico ancora in vita.

Significato dei nomi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ayame (彩女) = "ragazza piena di colori", Ayame è anche un omofono per "iris", che è un fiore, ed è un tipico nome femminile in Giappone. Inoltre, in un altro verso, il suo nome comprende la parola "殺める ayame-ru" = "uccidere", quindi "iris che uccide" oppure, come il personaggio stesso afferma nel secondo gioco, "ragazza assassina".
  • Rikimaru (力丸) = "Forza (力)" e "Maru (丸)" (Ragazzo), quindi probabilmente inteso come "Ragazzo della Forza".
  • Tatsumaru (龍丸) = "Drago (龍)" e "Maru (丸)" (Ragazzo), quindi "Ragazzo Drago".
  • Izayoi (十六夜) = "sedicesima notte" o "sedicesima notte della luna", riferito al calendario lunare. Izayoi è la forma simbolica di "いざよう (izayo-u)" = "esitare a muoversi". Infatti nella sedicesima notte la luna appare nel cielo più tardi rispetto alla luna piena (quindicesima notte), quindi ha esitato a comparire.
  • Gouda Matsunoshin (alias Lord Gohda) (郷田 松之信) = Risaia del villaggio (郷田, Gouda), Fede del pino (松之信, Matsunoshin)
  • Kiku-hime (菊姫) = "Crisantemio-principessa" "菊" = Kiku, il nome. "姫" = Hime, il titolo (principessa), quindi "principessa crisantemio".
  • Seikiya Naotada (関谷 直忠) = Ingresso della valle (関谷, Seikiya), onesta lealtà (直忠, Naotada).
  • Onikage (鬼陰) = "Ombra del demone", "鬼" = Oni, demone. "陰" = Kage, ombra. Inoltre il Kage si riferisce anche a ninja. Il "Kage" della parola di solito è espresso dal carattere "影" = ombra (forma) mentre nella parola è espresso dal carattere "陰" = ombra (zona), questo perché esprime meglio l'indole oscura del personaggio. La differenza tra i due caratteri è come la sottile differenza tra Shadow e Shade della lingua inglese.
  • Mei-oh (冥王) = "Signore delle tenebre" o "Signore dell'oltretomba". 冥王星 è il nome giapponese di Plutone (con 星 = stella)
  • Tajima Eigorou (田島 英五朗) = "Isola risaia" (田島, Tajima), oppure "ragazzo esageratamente allegro" (英五朗, Eigorou), come il personaggio stesso appare nel gioco.
  • Ganda (巌陀) = "Roccia dura", 巌 = Roccia,Rigido; 陀 = è la translitterazione del termine sanscrito "dah" al carattere cinese usato molto spesso in termini del Buddismo.
  • Kagura (神楽) = "inno e danza di accompagnamento nella cerimonia al santuario di Shinto". Kagura è conosciuta di solito come la danza cerimoniale del santuario di Shinto
  • Dr. Kimaira (機舞羅) = Machine (機), Dance (舞), silk (羅), quindi "Macchina della danzante seta". I caratteri sono foneticamente identici a "キマイラ (kimaira)" = "Chimaira", che in greco significa "chimera", un mostro della mitologia greca dal corpo costituito da diverse parti di animali. In questo caso, l'unione di Kimaira e la sua bambola Mahime, simulano la corporatura polimorfica della chimera.
  • Tenrai (天来) = "venuto dal paradiso" (天 = Paradiso)
  • Fujioka Tesshu (藤岡 鉄舟) = Collina dei glicini (藤岡, Fujioka), Barca di ferro (鉄舟, Tesshu)
  • Rin (凛) = un significato è "freddo", ma la parola spesso significa "dal carattere forte", termine usato come aggettivo per descrivere una donna.
  • Jinnai Ukyo (陣内 右京) = Che sta nei ranghi (陣内, Jinnai), a ovest a metà della capitale (右京, Ukyo)

Stile di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco ha una visuale il terza persona. Per aiutare il ninja durante una missione sono presenti numerosi oggetti, alcuni dei quali possono essere acquisiti solo se il giocatore raggiunge il voto "Gran Maestro" (450 punti nella missione) alla fine del livello. Gli oggetti e i controlli variano da gioco in gioco ma lo stile è essenzialmente sempre lo stesso. Il camuffamento è un elemento molto importante nel gioco, il giocatore deve nascondersi dietro muri o in buche, muoversi strisciando o accovacciato per evitare di essere scoperto. I nemici, se colpiti in modo silenzioso senza che nessuno ti stia vedendo al momento dell'uccisione, muoiono con un singolo colpo (definita uccisione silenziosa). Un giocatore può evitare di essere scoperto tenendo d'occhio il cosiddetto Ki meter (metro Ki), più alto è il numero, più vicino è il nemico dal personaggio in linea d'aria (non contano gli ostacoli, come per esempio un muro ) e ha un campo che va da 0 (nemico molto lontano) a 95 (nemico accanto al personaggio). Se il personaggio viene scoperto il Ki meter diventa rosso e il nemico avvertirà tutti i suoi compagni nelle vicinanze, a quel punto il giocatore deciderà se combattere o nascondersi da qualche parte fino a quando i nemici non smetteranno di cercare il personaggio e ricominceranno il loro itinerario di guardia (ogni nemico ne ha uno ed è ciclico).

Legenda del Ki meter[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosso (simbolo "!!") = I nemici hanno avvistato il personaggio e cominceranno ad attaccarlo, conta come un avvistamento nel punteggio finale (ogni nemico che sopraggiunge conta come un avvistamento in più), il metro non cambia fintanto che i nemici vedono il personaggio e quando lo perdono di vista diventerà viola.
  • Viola (simbolo "!?") = I nemici non stanno vedendo il personaggio ma sanno della sua presenza e lo stanno cercando, non conta come un avvistamento, il metro cambia dopo un tempo che varia secondo il livello di difficoltà e secondo il gioco.
  • Giallo (simbolo "!") = Un nemico ha intravisto la presenza del personaggio e lentamente si avvicina ad esso fino a che non lo avvista definitivamente, non conta come un avvistamento e dura fino a quando il personaggio non si è allontanato a dovere dal nemico, di solito precede il Rosso nel passaggio del Ki meter dal Verde al Rosso.
  • Verde (simbolo "?") = Nessuno sa della presenza del personaggio e i nemici eseguono il loro normale itinerario di guardia, è in questo stato del Ki meter che si possono eseguire le uccisioni silenziose e si vedono i valori della lontananza del nemico.

Giochi[modifica | modifica wikitesto]

Tenchu: Stealth Assassins (1998)

  • Console: PlayStation
  • Sviluppo: Acquire
  • Editore: Sony Music Entertainment, Activision

Tenchu: Shinobi Gaisen (1999)

  • Console: PlayStation
  • Sviluppo: Acquire
  • Editore: Sony Music Entertainment

Tenchu: Shinobi Hyakusen (1999)

  • Console: PlayStation
  • Sviluppo: Acquire
  • Editore: Sony Music Entertainment

Tenchu 2: Birth of the Stealth Assassins (2000)

  • Console: PlayStation
  • Sviluppo: Acquire
  • Publisher: Activision

Tenchu: Wrath of Heaven (2003)/Tenchu: Return from Darkness (2004)

Tenchu: Fatal Shadows (2005)

  • Console: PlayStation 2
  • Sviluppo: K2
  • Editore: From Software, Sega

Tenchu: Time of the Assassins (2005)

Tenchu: Dark Secret (2006)

Tenchu Senran / Tenchu Z (2007)

  • Console: Xbox 360
  • Sviluppo: From Software
  • Editore: From Software
Scena di gioco di Tenchu: Shadow Assassins

Tenchu: Shadow Assassins (2009)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Per la versione PAL rilasciata nel Regno Unito (ma anche nel resto d'Europa) gli shuriken, le stellette di metallo da lancio, sono stati sostituiti da kunai come armi da lancio. Questo perché in Inghilterra sono estremamente illegali.
  • Per la realizzazione del motion capture del personaggio Rikimaru è stato ingaggiato l'attore e maestro di arti marziali Sho Kosugi, ed è anche il doppiatore dello stesso personaggio nella versione giapponese di Stealth Assassins.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Non ufficiali[modifica | modifica wikitesto]