Everyeye.it

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Everyeye.it
sito web
Logo
URLwww.everyeye.it
Tipo di sitoGiornale on-line
LinguaItaliano
RegistrazioneFacoltativa
ProprietarioHIDEDESIGN S.n.c.
Lancio24 maggio 2000; 21 anni fa
Stato attualeAttivo

Everyeye.it è un portale e giornale on-line nato come approfondimento riguardante il mondo dei videogiochi. Al 2021 è il sito web di riferimento e più visitato in Italia per il segmento dell'intrattenimento, con oltre 12 milioni di utenti unici mensili.[1][2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito venne creato nella notte tra il 23 e il 24 maggio del 2000, da Simone De Marzo e Domenico Panebianco con hosting su Xoom, e chiamato "dreameye.xoom.com", mentre il forum di discussione venne ospitato da ezboard. Il portale nasceva con l'obiettivo di diventare «il primo sito italiano dedicato esclusivamente al Dreamcast!», sebbene i suoi fondatori facessero parte inizialmente del consistente fandom di PlayStation in Italia.[4]

Durante la prima settimana di vita "Dremeye" dovette risolvere problemi legati alla risoluzione delle pagine web – troppo elevata per i modem analogici dell'epoca in Italia – e nei primi tre mesi i server trovarono difficoltà nello gestire il traffico generato dal sito. Nel giro di sei mesi, il numero di utenti sul sito aumentò ulteriormente e all'inizio del 2001 "Dreameye" abilitò la gestione delle notizie più recenti in automatico, velocizzando e facilitando il lavoro ai responsabili della redazione.[4]

Il 16 febbraio 2001 venne acquistato e attivato il dominio con il quale il sito è noto oggi; allo stesso tempo Everyeye.it cominciò la sua espansione dapprima con l'inglobamento di un sito dedicato all'hardware per personal computer (diramazione Pceye.it) per poi aggiungere ulteriormente Cubeye.it, Gbaeye.it – dedicati alle console Nintendo GameCube e Game Boy Advance – e a maggio di quello stesso anno Xeye.it, dedicato alla prima console Microsoft, Xbox.[4] La compagnia statunitense mostrò particolare interesse nei confronti del sito, per primi spedendo inviti per eventi legati alla stampa di settore e una console con funzioni di debugging alla redazione.[4]

Al Futurshow 3001 della Fiera di Bologna, la redazione del sito si riunì per la prima volta, e lì ideò il passo successivo che Everyeye.it avrebbe intrapreso: il 27 ottobre 2001, una intera sezione del sito venne dedicata (analogamente a quanto accaduto nei mesi precedenti) alla PlayStation 2 di Sony. Le basi di questa decisione posarono sul fatto che Dreamcast era una console ormai defunta da marzo di quello stesso anno, mentre la console Sony continuava la sua ascesa dirompente; in questo senso la decisione venne attuata come un adattamento e una necessità di continuare la propria attività sul web, sebbene non mancarono critiche e boicottaggi nei confronti del sito da parte del fandom SEGA.[4]

A novembre 2001, Everyeye.it inaugurò animeye.it, dedicato a fumetti ma soprattutto ad anime e manga. Seguirono poi movieye.it nel 2005 e serialeye.it nel 2009. Questa così larga cerchia di categorie, riunite sotto il network del sito, avrebbe generato l'idea alla base del cambiamento di nome da "Everyeye Network" a "Everyeye.it": l'unione di tutti i siti web del network – in inglese "every", in italiano "tutti" – in un unico portale, nel momento in cui tutte le sue diramazioni vennero riunite sotto un solo agglomerato.[4]

Negli anni a seguire Everyeye.it è stato ammesso tra le pubblicazioni accettate dal sito aggregatore di recensioni Metacritic e i suoi voti pesano nelle medie, insieme con quelli di altri italiani e stranieri, su scala mondiale.[5] Nel 2018, il sito ha raggiunto il traguardo dei 3,7 milioni di utenti unici al mese, con una età media dell'utenza compresa tra i 18 e i 36 anni.[6] Nel marzo 2020, Everyeye.it ha sostanzialmente più che raddoppiato il suo bacino di utenti unici, superando i 9,2 milioni.[7]

Il network[modifica | modifica wikitesto]

Al 2019 il network di Everyeye è composto da 6 siti web monotematici su domini di terzo livello riguardanti i videogiochi, gli anime, le serie TV, la tecnologia, il cinema e le auto, oltre che da un forum di discussione:

  • Everyeye è il dominio di secondo livello del portale Everyeye.it. Propone contenuti riguardanti i videogiochi e si contraddistingue dai portali tematici del network per fatto che nella home page sono presenti anche riferimenti ad articoli o news presenti negli altri siti del network.
  • Everyeye Anime è la sezione legata al mondo degli anime, dei fumetti e dei cartoni animati. Oltre alle notizie sono presenti articoli di approfondimento e vengono seguiti eventi speciali come il Lucca Comics, a cui partecipano con un proprio padiglione.[8]
  • Everyeye Tech è la sezione riguardante la tecnologia. Propone articoli riguardanti smartphone, computer, software ma anche scoperte in campo scientifico e astronomico. Everyeye Tech segue e partecipa anche a eventi nazionali e internazionali legati al mondo della tecnologia come il Consumer Electronics Show.
  • Everyeye Cinema è la sezione dedicata al mondo del cinema.
  • Everyeye Serie TV segue il mondo degli spettacoli televisivi e delle serie tv, anche riguardanti i servizi on demand come Netflix.
  • Everyeye Auto è infine la sezione del network che contiene notizie e approfondimenti legati al mondo delle automobili.

Redazione[modifica | modifica wikitesto]

Fondatori e amministratori di Everyeye.it sono Domenico Panebianco e Simone De Marzo. Al 2019 i responsabili delle redazioni sono:[9]

  • Francesco Fossetti - sezione "Videogiochi"
  • Alessio Ferraiuolo - sezione "Cinema e Tech"
  • Gabriele Laurino - sezione "Serie Tv, Anime e Fumetti"
  • Aurelio Vindigni Ricca - sezione "Automotive"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Fossetti: "Il sito d'intrattenimento più visitato d’Italia non è un gioco da ragazzi", su adnkronos.com, 12 dicembre 2020. URL consultato il 16 giugno 2021.
  2. ^ Francesco Fossetti: "Il sito più visitato d’Italia non è un gioco da ragazzi", su comune.ciampino.roma.it, 4 agosto 2020. URL consultato il 16 giugno 2021.
  3. ^ HIDEDESIGN.it, Everyeye.it the english version, su hidedesign.it. URL consultato il 16 giugno 2021.
  4. ^ a b c d e f Simone De Marzo, 10 Anni di Everyeye.it - la nostra storia fin qui, su everyeye.it, 25 maggio 2010.
  5. ^ (EN) EVERYEYE.IT'S SCORES, su Metacritic. URL consultato il 20 gennaio 2019.
  6. ^ Lorenzo Mosciatti, Everyeye.it: visite in crescita del 40%, pubblicità a +30% con Talks Media, su engage.it, 25 settembre 2018. URL consultato il 20 gennaio 2019.
  7. ^ Everyeye.it / Marzo 2020 / 9.270.000 utenti unici, su LinkedIn. URL consultato il 14 maggio 2020.
  8. ^ Caterina Varpi, Boom di traffico per Everyeye.it, che si prepara al Lucca Comics & Games 2017, su engage.it, 30 ottobre 2017. URL consultato il 20 gennaio 2019.
  9. ^ Lo staff e la redazione, su everyeye.it. URL consultato il 20 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]