Host

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Host (disambigua).

Un nodo ospite (in inglese host o end system) indica ogni terminale collegato, attraverso link di comunicazione, ad una rete informatica (es. Internet).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Un nodo ospite può essere di diverso tipo, ad esempio computer, palmari, dispositivi mobili e così via, fino a includere web TV, dispositivi domestici e thin client.

Il nodo ospite è definito in questo modo perché ospita programmi di livello applicativo che sono sia client (ad esempio browser web, reader di posta elettronica), sia server (ad esempio, web server).

Data center[modifica | modifica wikitesto]

Nel linguaggio sistemistico di chi amministra architetture complesse si usa spesso il termine host per indicare le singole istanze di servizi (applicazioni) che sono erogate, invece, dagli apparati di elaborazione cioè le macchine server fisiche. Dato che questi servizi sono implementati da server virtuali vengono designati come host. Più in generale, nel network monitoring gli host (individuati dal loro indirizzo IP) sono gli oggetti dell'infrastruttura, sottoposti a monitoraggio permanente mediante strumenti specifici, quali: apparati fisici (server, workstation, router, switch, stampanti), servizi, client (desktop, dispositivi mobili, ecc.).

In Internet[modifica | modifica wikitesto]

Ogni nodo di Internet ha un indirizzo IP univocamente assegnato.

All'interno di una LAN, gli indirizzi IP possono essere assegnati manualmente dall'amministratore di rete (IP statico) oppure in maniera automatizzata attraverso una particolare configurazione dinamica detta DHCP.

Uno stesso nodo può agire contemporaneamente da client e da server, in particolare nelle applicazioni peer to peer (esempio Napster, Kazaa, eMule, Direct Connect etc.).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]