Mads Mikkelsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mads Mikkelsen al Festival di Cannes 2013

Mads Dittman Mikkelsen (Copenaghen, 22 novembre 1965[1]) è un attore danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mads Mikkelsen nasce nel distretto Østerbro di Copenaghen il 22 novembre 1965, secondogenito di Bente Christiansen, infermiera, e di Henning Mikkelsen, bancario. Insieme al fratello maggiore, Lars Mikkelsen, anch'egli attore, viene cresciuto a Nørrebro. Da giovane si allenava per diventare un ginnasta, ma alla fine decise di studiare danza all'accademia di ballo di Göteborg, dove tra l'altro impara a parlare svedese. Lavorò come ballerino per dieci anni prima di abbandonare quest'attività e iniziare a studiare recitazione alla scuola teatrale di Aarhus nel 1996.

Esordisce al cinema nello stesso anno con Pusher - L'inizio (Pusher), primo episodio di una trilogia criminale diretta da Nicolas Winding Refn, di grande successo in patria. Ad accrescere la sua popolarità è poi la partecipazione tra 2000 e 2004 alla serie televisiva poliziesca Rejseholdet, mentre al cinema è protagonista dei film diretti da Anders Thomas Jensen, Luci intermittenti (Blinkende lygter) (2000), De grønne slagtere (2003) e Le mele di Adamo (Adams æbler) (2005).

Nel 2004 partecipa per la prima volta ad una grande produzione hollywoodiana, interpretando Tristano, uno dei mitici Cavalieri della Tavola Rotonda in King Arthur, ma raggiunge la notorietà internazionale due anni dopo, come protagonista di Dopo il matrimonio (Efter brylluppet) della regista danese Susanne Bier, nominato all'Oscar al miglior film straniero e grazie all'interpretazione de Le Chiffre, il cattivo principale nel 21° film di James Bond, Casino Royale diretto da Martin Campbell.

Nel 2009 impersona Igor Stravinsky in Coco Chanel & Igor Stravinsky di Jan Kounen, film di chiusura della 62ª edizione del Festival di Cannes, e il silenzioso guerriero vichingo One-Eye in Valhalla Rising - Regno di sangue di Nicolas Winding Refn, presentato fuori concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia.

Nel maggio 2012, vince il premio come miglior attore al Festival di Cannes per la sua interpretazione in Il sospetto di Thomas Vinterberg. Nel 2013 ottiene il ruolo del carismatico Hannibal Lecter nella serie televisiva Hannibal, liberamente ispirata ai romanzi di Thomas Harris, dove si trova nuovamente al fianco del collega e amico Hugh Dancy con cui aveva già recitato in King Arthur. Nel 2015 è guest star nel video musicale della cantante Rihanna Bitch Better Have My Money.

Nel 2016, interpreta l'antagonista Kaecilius nel film Doctor Strange del Marvel Cinematic Universe. Nello stesso anno interpreta Galen Erso, il padre della protagonista in Rogue One: A Star Wars Story diretto da Gareth Edwards.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Rejseholdet – serie TV, 32 episodi (2000-2004) – Allan Fisher
  • Julie – serie TV, 6 episodi (2005) – Harald, padre di Julie
  • Klovn – sitcom, 1 episodi (2005) – Mads, calciatore
  • Hannibal – serie TV, 39 episodi (2013-2015) – Hannibal Lecter

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Mads Mikkelsen è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Mads Mikkelsen, su filmportal.de. URL consultato il 24 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN24881092 · LCCN: (ENno2005021155 · ISNI: (EN0000 0001 2124 8054 · GND: (DE141333669 · BNF: (FRcb15026226z (data)