Resident Evil 7: Biohazard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Resident Evil 7: Biohazard
videogioco
Logo Resident Evil VII.svg
Titolo originaleBiohazard 7: Resident Evil
PiattaformaPlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows, Nintendo Switch
Data di pubblicazionePlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows:
Giappone 26 gennaio 2017
Mondo/non specificato 24 gennaio 2017

PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows (Gold Edition) :
Giappone 12 dicembre 2017
Mondo/non specificato 12 dicembre 2017
Nintendo Switch (Gold Edition) :
Giappone 24 maggio 2018

GenereSparatutto in prima persona, Avventura dinamica, survival horror
OrigineGiappone
SviluppoCapcom
PubblicazioneCapcom
DesignKoshi Nakanishi, Masachika Kawata
SerieResident Evil
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock 4, Tastiera e mouse, PlayStation VR, Gamepad
Motore graficoRE Engine
Motore fisicoHavok
SupportoBlu-ray Disc, DVD-ROM, Download digitale, Cloud computing
Distribuzione digitalePlayStation Network, Steam, Xbox Live
Preceduto daResident Evil: Umbrella Corps

Resident Evil 7: Biohazard, reso graficamente Resident EVII, è un videogioco survival horror sviluppato da Capcom, uscito per Microsoft Windows, PlayStation 4 e Xbox One, con la versione PlayStation 4 che include il supporto completo per PlayStation VR. Il gioco è l'undicesimo nella serie principale Resident Evil e il primo della serie principale con una prospettiva in prima persona, senza contare i tre sparatutto su binari della serie: Survivors.

Il gioco è stato annunciato il 14 giugno 2016 durante la presentazione di Sony all'E3 2016[1]. Più tardi quel giorno, una gameplay demo intitolata Resident Evil 7 Teaser: Beginning Hour è stata pubblicata tramite il PlayStation Store e scaricabile esclusivamente dagli abbonati PlayStation Plus. Capcom ha chiarito che il teaser giocabile ha lo scopo di mostrare la direzione che il team di sviluppo ha preso e che non sarebbe stata una parte del gioco finale. Resident Evil 7: Biohazard è compatibile in esclusiva temporale con PlayStation VR che durerà per 12 mesi[2]. Il 12 dicembre 2017 viene rilasciata una versione intitolata "Resident Evil 7 - Gold edition" che contiene tutti i DLC.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si apre con un video ripreso da un telefono, in cui, qualche secondo dopo, compare una donna che racconta la propria attuale vita da bambinaia e comunica che ritornerà a casa molto presto a suo marito: Ethan Winters (protagonista del gioco base). Dopo il video, la scena si fa più buia e si sente qualcuno ansimare dietro un portatile. Subito dopo, tramite la telecamera del computer, la stessa donna rivela al marito di aver mentito e che se trovasse tutto ciò, dovrà starne lontano.

Finita la scena, se ne ripresenta un'altra in stile panoramica nella quale parlano al telefono Ethan (il marito di Mia, la donna di prima) e un suo amico: si scopre che Ethan ha ricevuto un messaggio di Mia, dove quest'ultima gli chiedeva di andarla a prendere in Louisiana, e ha deciso di andare fino in fondo alla questione poiché sono trascorsi ormai tre anni dalla scomparsa della consorte. Parcheggiata la macchina all'ingresso di un bosco, Ethan vi si addentra e intravede un cancello al cui interno sorge un'enorme casa; a sinistra, un furgone giace abbandonato: leggendo un articolo di giornale che si trova dentro di esso, si scopre che il mezzo appartiene a Sewer Gators, uno spettacolo televisivo in cui registi e sviluppatori vanno a investigare su ambienti considerati infestati da fantasmi e scenario di attività paranormali.

Ethan continua a muoversi, raggiungendo il retro della casa (forse spiato dai proprietari): esaminando la borsa di Mia, capisce di essere sulla strada giusta. Perciò entra in casa, con la porta che si chiude a chiave: a Ethan non resta altro che avventurarsi all'interno. Lì trova una videocassetta e anche un videoregistratore nel soggiorno, scoprendo che la vicenda narrata dai Sewer Gators è stata ripresa da una telecamera guidata dal cameraman: Clancy Javis (del quale il giocatore vestirà i panni per la prima volta nel gioco) e dai suoi colleghi: Andre Stickland e Peter Walken. Il trio entra dallo stesso retro della casa da cui è entrato Ethan. Lì dentro Andre e Peter parlano dei proprietari della casa - la famiglia Baker - apparentemente scomparsa (almeno i genitori Jack e Marguerite). Gira voce che sia stato il figlio Lucas, la pecora nera della famiglia, la causa della loro sparizione. Mentre esplorano l'ambiente, Andre scompare misteriosamente. Clancy e Peter si mettono a cercarlo compiendo la stessa strada di Ethan fino al soggiorno. I due scoprono una leva nascosta dentro il camino, la quale svela un passaggio segreto e allo stesso tempo un seminterrato. Clancy scende fino al seminterrato, trovando Andre che guarda fisso una parete, ma non appena lo tocca scopre con orrore che è stato ucciso brutalmente, trafitto dal mento al cervello con un tubo d'acciaio attaccato al muro. Clancy cade a terra insieme al corpo di Andre e dal buio si avvicina una persona: da quel momento la telecamera funziona a interferenza, accompagnata dalle urla strazianti di Clancy e Peter. Esaminato il contenuto della videocassetta, Ethan attiva la leva nascosta nel camino e scende le scale che conducono al seminterrato dove è morto Andre: però accidentalmente la scala si rompe, e così non gli resta altro che procedere, essendo preclusa la possibilità di tornare indietro per quella via. Proseguendo sempre lungo il percorso del seminterrato, Ethan scorge una cella illuminata in lontananza al cui interno si trova sua moglie Mia, incatenata. Usando delle tronchesi, Ethan apre la porta della cella e si incontra con Mia. Lei però, in allerta per un uomo che si fa chiamare "papà", esorta Ethan a trovare un'altra via d'uscita. Arrivati in una stanza, la porta della via d'uscita non viene trovata, di conseguenza Ethan darà un'occhiata in giro. Ed è proprio in quelle circostanze che Mia urla di essere lasciata andare da qualcuno - e quel "qualcuno" sfonderà il muro della stanza precedente, generando un varco nel muro e quindi la porta dell'uscita. Ethan esplora il corridoio e nel frattempo si sente bussare nello scantinato della casa. Pian piano, Ethan scende le scale e oltre allo scricchiolìo del legno, si odono gemiti sofferenti. Le luci si spengono e quando si riaccendono di colpo, compare Mia dall'aspetto mostruoso: bocca nera accompagnata da venature nel viso, che attacca brutalmente Ethan con un coltello, trafiggendogli la mano sinistra. L'uomo cerca con tutte le sue forze di respingere Mia, confuso allo stesso tempo di cosa le sia capitato. La donna sviene per terra, non prima di dire che "Lei" sta lottando dentro al suo corpo e per sfuggire al suo controllo sbatte la testa al muro. Quando Ethan si alza da terra, "Lei" riprende possesso del corpo della moglie, scaraventandolo dentro una stanza distruggendo un muro. Per terra, lui trova un'ascia e combatte contro Mia, colpendola al collo. Apparentemente la donna è morta, però quando il ragazzo cerca di trovare qualsiasi possibilità per uscire da quell'incubo, ecco che ricompare Mia normale, ma è solo momentaneo. Con un cacciavite inchioda la mano sinistra di Ethan al muro e prende una motosega. Lui si libera dal muro ma non riesce in tempo a salvare la sua mano perché viene tagliata dalla motosega. Siccome al piano di sotto non c'è modo di uscire, Ethan trova una scala con una finestra aperta al piano di sopra. Tuttavia, Mia mostruosa non tarda ad arrivare per uccidere la persona che ama con la sua fidata motosega. Ethan, con una pistola trovata al piano di sopra, ha la meglio sulla moglie, ma nel momento in cui stava per uscire, ecco che arriva un uomo che da dietro lo colpisce, facendolo svenire mentre afferma:

«Benvenuto in famiglia!»

("Papà")

Ethan riprende i sensi, la sua mano sinistra viene riattaccata al suo braccio e non appena rinviene, si ritrova a guardare uno scenario raccapricciante: una famiglia composta da padre, madre, figlio e nonna (l'unica differenza è che i primi tre banchettano una cena di carne umana marcia e piena di vermi; la nonna sembra invece espressivamente catatonica). Qualcuno suona al campanello, la famiglia va a controllare e Ethan ne approfitta per liberarsi. Vaga in giro per la casa, braccato dal padre della famiglia e sfuggendo alla sua cattura, incontra il poliziotto che poco fa ha suonato il campanello, il quale è incaricato di indagare sul caso delle persone scomparse in questo luogo. Il poliziotto si dirige nel garage ed Ethan lo raggiunge, ma il primo viene brutalmente ucciso con una pala, con cui il padre prende parte della testa. Grazie alla pistola del poliziotto morto e della sua automobile, Ethan sconfigge il suo nemico non prima che la automobile dello stesso Ethan venga distrutta ed incendiata. Oltre a trovare armi e risorse di sopravvivenza, il nostro protagonista scopre l'identità dei proprietari della casa; essi sono appunto i Baker (la stessa famiglia che i Sewer Gators hanno citato nel prologo), e che a quanto pare non sono molto amichevoli dato che stanno dando la caccia a Ethan. Di conseguenza, Jack Baker, il padre della famiglia, è sopravvissuto allo scontro nel garage facendo intuire che è dotato di forza, resistenza e velocità sovrumane. A Ethan per risparmiare risorse per futuri ed eventuali pericoli, non resta altro che scappare e nascondersi, aiutato da: Zoe Baker, la figlia della famiglia e sorella di Lucas. Per andare avanti, per scoprire sia i misteri della casa sia per ritrovare Mia, Ethan si imbatte in mostri ricoperti di catrame nero con denti aguzzi, unghie affilate, estremamente feroci e senzienti, guidati solo dall'istinto omicida. Ancora non si conosce il nome di questi mostri che pullulano e infestano la casa e non c'è tempo per dedurre le loro identità. Ethan esplora con fatica il seminterrato braccato da questi nuovi nemici e si prepara nuovamente a uno scontro diretto con Jack Baker: a lui armato di cesoie giganti, Ethan di motosega, segue uno scontro nel quale Ethan riesce a uccidere definitivamente Jack. Raccogliendo tutte le tre teste di cane per interagire con la porta di ingresso, Ethan si trova all'esterno della casa, che è in verità una villa enorme. In un camper, Zoe, sempre tramite un telefono fisso, parla a Ethan di un antidoto capace di contrastare il virus che ha infettato Mia, Zoe e la famiglia Baker - e presumibilmente anche Ethan (durante il gioco è capace di pararsi dagli attacchi nemici anche se sono infetti e come ben sappiamo gli infetti non si possono toccare e ne tantomeno si può avere un contatto ravvicinato). Zoe gli consiglia di andare al capanno della villa facendo attenzione a Marguerite Baker, sua madre. Ethan cerca in ogni luogo, combattendo contro vespe, ragni e insetti giganti. Assemblando (grazie alle indicazioni di un manuale) un lanciafiamme, distrugge i nidi presenti in quel luogo, anche quello di un camino. Entra li dentro e dietro a una piccola rete metallica si trova Mia: il marito cerca invano di avere delle risposte da sua moglie su tutto questo. All'improvviso entra in scena Lucas Baker, il figlio, che rapisce Mia. Non potendo fare nulla, Ethan continua la sua ricerca e andando avanti trova una porta chiusa con il simbolo di un corvo. In quel momento viene preso alla sprovvista da Marguerite, che lo butta in una fossa nel pavimento, intrappolato da lei e i suoi insetti. Il lanciafiamme si presenta molto utile durante lo scontro e con questo riesce a sconfiggerla. Aprendo la porta con la "chiave corvo", viene a conoscenza che il virus in questione viene chiamato: Necrotossina E ma non può andare lontano più del dovuto perché per aprire una seconda porta, bisogna posizionare una seconda lanterna a olio, e una di quelle ne teneva in mano Marguerite, perciò Ethan torna alla fossa di prima, ma come al solito la cosa non sarà per niente facile: come si sospettava, Marguerite è ancora viva ed è mutata, rafforzando la sua forza fisica ele sue abilità. Grazie alla sua mutazione, fugge riprendendosi la lanterna e scavando un tunnel dove Ethan la insegue. Quest'ultimo si trova nella serra della villa alla ricerca della lanterna, ma per prendersela sconfiggerà Marguerite, che verrà letteralmente distrutta. Riesce a prendersi la lanterna, ritorna nella porta chiusa e posizionando la seconda e ultima lanterna, apre la porta ed entra nella stanza dei giochi per bambini, aprendo un passaggio segreto e recuperando il braccio di Serie-D (il primo ingrediente del siero). Al punto di uscire, viene spiato o tenuto d'occhio da una bambina che non si riesce a vedere in viso e come se non bastasse, viene attaccato di sorpresa dai mostri misteriosi. Finendo di scappare dalla stanza, su un telefono fisso chiama nuovamente Zoe, che gli intima di trovarla al camper. Senza indugio, Ethan ritorna nel camper del giardino ma non trova nessuno, suona il telefono ma a rispondere non sarà Zoe, bensì Lucas (il figlio della famiglia e fratello di Zoe, che aveva rapito Mia precedentemente), che ha invitato Ethan a una "festa" creata apposta per lui e per aprire la porta dove si terrà, dovrà prima trovare in tutta la villa le due schede magnetiche blu e rossa. Il protagonista riprende la sua esplorazione nella casa ormai abitata dai mostri e invasa da diversi rami fatti dalla stessa sostanza nera e muschiosa di quest'ultimi. Nel seminterrato, trova sdraiato il corpo del poliziotto con la testa mozzata(la testa la si trova nel frigorifero del camper pronto alla mutazione, bloccata con il freddo). All'interno del corpo Ethan prende la "chiave serpente", con la quale apre la vecchia stanza di Lucas, dove trova la scheda blu, e la stanza dei genitori, dove apre un passaggio segreto sotto il letto matrimoniale, trovando la scheda rossa (dalle foto si comprende il passato di Jack Baker, impiegato ai United States Marine Corps). Ora non resta altro che tornare all'entrata della festa con le due schede. In un televisore Lucas afferma di essere consapevole della sua infezione, ma non vuole tornare come prima, accennando allo stesso tempo a una certa "Eveline" (nei piani superiori vicino alle scale, si trova un tavolo con una sua foto, oppure Jack Baker dopo essere usciti dal bagno accenna di una piccolina che ha offerto un "dono" a tutta la Famiglia Baker). Tra mostri e ostacoli preparati da Lucas, Ethan attraversa tutta la stalla della villa e scopre il codice per aprire una porta che lo condurrà a un'altra prova di Lucas. Con la password nella mente di Ethan si entrerà in un nuovo "livello" conosciuto nella videocassetta di Clancy: "Buon Compleanno", però, imbrogliando il suo gioco perverso, Ethan sopravvive, ma non è abbastanza per acciuffare Lucas. Adesso Ethan deve attraversare il molo con i mostri alle calcagna, per poi trovare Zoe e Mia catturate con un Lucas ormai scampato a tutto apparentemente. Ethan da i sieri a Zoe e prepara il siero curativo, ma soltanto per due dosi. All'improvviso compare un gigantesco mostro brutale con diversi occhi attaccati al corpo e la stessa sostanza viscida dei mostri combattuti fino a ora e dalle frasi che pronuncia si intuisce che costui è Jack Baker, rimasto vivo e addolorato per la morte di Marguerite. Con parecchie difficoltà, Ethan sconfigge Jack colpendolo ai molteplici occhi, ma viene afferrato e stritolato da quest'ultimo ripresosi. Non ha altra scelta che usare il siero contro di lui per ucciderlo, e ritrovandosi con le due donne, dovrà scegliere a chi dovrà dare l'ultimo siero (da questa scelta si determinerà il finale del gioco e spetterà al giocatore decidere). Ethan si avventura con la barca nella palude. Lui aiuta Mia a ricordare il suo passato, ma non fanno in tempo perché arrivano alla nave (nella fattoria dei Baker è presente un disegno di una nave spezzata), ed è proprio lì che arrivano i guai: un grosso tentacolo nero distrugge la barca di Ethan e Mia, facendoli scaraventare in mare. Mia si risveglia, chiamata da una voce di una bambina. Ethan, apparentemente svenuto, viene trascinato sottoterra dal catrame nero. Proseguendo all'interno dei relitti della nave, Mia è in preda a delle allucinazioni, inoltre una bambina afferma di conoscerla, chiamandola "mamma". Ma la donna non ricorda affato chi sia costei, perciò la bimba le fa vedere, con una videocassetta, sua vita passata. La bambina si chiama Eveline (la stessa bambina citata da Jack o nella foto al piano superiore della casa dei Baker), un'arma biologica in forma umana infettata dalla Necrotossina E. Mia in realtà, Mia non è una babysitter, bensì un soldato sotto copertura di un'azienda farmaceutica ancora non specificata. Lei e un suo collega: Alan, hanno il compito di scortare Eveline in un posto sicuro, per far sì che nessuno entri in possesso di quest'ultima - essendo molto potente - spacciandosi per i suoi genitori. Sfortunatamente, il suo collega si è dimenticato di somministrare delle pillole in grado di neutralizzare il parassita, facendola sembrare una normale bambina, per un periodo limitato. Così il parassita ottenne il pieno controllo della bambina, in modo da estendere il suo potere da rivolgersi contro la nave e coloro che la ospitano. Ora ha inizio una corsa contro il tempo e la morte, dove Mia dovrà fermare Eveline facendosi strada tra vie sbarrate e i classici mostri del gioco. Arrivata alla sala comandi della nave, gli viene incontro il suo collega, infettato da Eveline e ucciso sempre da lei, infetta Mia e la stessa sviene. Si risveglia dolorante e si reca verso un computer portatile, dove contatterà Ethan (il prologo del gioco), dopodiché prova a fuggire consapevole di non avere più speranza, ma le si para davanti Eveline, la quale distrugge tutta la nave, gettandola in mare.

Mia ricorda tutto e rinnega Eveline come sua presunta figlia. Dopo tante allucinazioni e peripezie varie, Mia raggiunge Ethan imprigionato all'interno di un bozzolo. Lo libera e nel frattempo, quest'ultimo, attraverso un sogno, si ritrova dentro la villa dei Baker e parla con Jack. Quest'ultimo afferma che nessuno aveva cattive intenzioni nei suoi confronti; è stata Eveline stessa a infettarli e piegarli al suo volere, rendendoli degli spietati assassini, la stessa indentica cosa che fece con sua moglie Mia, lei ha contattato Ethan perché spinta da Eveline, oltre a renderla un'assassina spietata come tutti, rivelando che la ragazzina vuole ottenere quello che non ha mai avuto: una famiglia. In base alla scelta che si ottiene con l'antidoto, le conseguenze sono queste:

Finale buono[modifica | modifica wikitesto]

Bisogna curare Mia e lei, grazie all'antidoto, resiste abbastanza a lungo alla tossina, dandole il tempo necessario per far uscire il marito dalla stanza infetta. Ma lei è già in preda all'infezione: l'unico modo per salvarla è uccidere Eveline. Ethan, rimasto solo, eseguirà una caccia all'arma biologica fino a raggiungerla e la insegue per tutt'una miniera. Nel frattempo prosegue la sua corsa, capendo che Eveline era l'unico soggetto biologicamente compatibile con la tossina, permettendo al parassita di mantenere la sua forma umana e utilizzare il corpo dell'ospite come una marionetta. Eveline diventó così il Soggetto E-001, ma si verificò un effetto collaterale: il suo corpo subì un feroce invecchiamento sulla sua pelle, ma ancora capace di usare le abilità della tossina. La gente sottoposta allo stesso trattamento di Eveline, invece, subì una grossa mutazione sul loro corpo e mente, trasformandosi nei mostri che innumerevoli volte affronta Ethan. L'azienda farmaceutica li chiamò: "Micomorfi", esseri incompatibili alla tossina che possono essere evocati dalla stessa Eveline, che viene riconosciuta come la loro Madre. Infine, Ethan ottiene l'antidoto per distruggere il parassita e ucciderlo, ritrovandosi nuovamente nella stanza degli ospiti, lo stesso luogo dell'inizio del gioco, collegato alla miniera. Dopo aver affrontato le allucinazioni letali che le scaglia la ragazzina, Ethan le inietta l'antidoto e, non avendo alcun tipo di potere contro le sue vittime attraverso le allucinazioni (compreso Ethan), rivela la sua vera forma fisica: Eveline non era altro che la nonna sulla sedia a rotelle, incontrata molte volte nel corso del gioco. Siccome adesso è diventata abbastanza debole per infettare, il parassita trasforma il suo corpo in un Helianthus annuus nero gigante, per uccidere Ethan con facilità. All'inizio Eveline sembra avere la meglio, ma in quel momento arrivano degli elicotteri militari, i quali lanciano al protagonista una pistola anti-B.O.W e grazie a questa sconfiggerà definitivamente Eveline. Ethan viene soccorso da Chris Redfield, ora a capo della squadra militare dell'Umbrella Corporation. Sull'elicottero ritrova Mia e insieme dimenticheranno l'incubo e riprenderanno i progetti di vita insieme.

Finale cattivo[modifica | modifica wikitesto]

Seguono le stesse vicende narrate, le uniche differenze sono le seguenti:

Ethan cura Zoe, ma il siero non funziona su di lei a causa della mancanza di sviluppo dei suoi anticorpi, così Eveline la trasforma in pietra. Mia trova un modo per raggiungere la nave e salva Ethan, ma non resiste abbastanza per farlo uscire fuori dalla stanza infetta. Così subito dopo essersi liberato, Ethan attacca e a malincuore uccide sua moglie, rimanendo così l'unico sopravvissuto nella Louisiana. Sconfiggerà Eveline e verrà soccorso da Chris Redfield. Sopra l'elicottero Ethan guarda per l'ultima volta il viso di sua moglie attraverso il video inviatogli all'inizio del gioco. Gonfio di dolore, dice addio a Mia gettando il telefono via dall'elicottero, cercando in tutti i modi di ricostruirsi una vita da solo (questo finale non vale per il DLC: "End Of Zoe").

Nessun eroe[modifica | modifica wikitesto]

È il DLC ambientato subito dopo le vicende del gioco base.

Christopher Redfield è un veterano dell'associazione militare dell'Umbrella Corporation, con alle spalle un lungo passato di lotta al bioterrorismo.

Nonostante Ethan sia stato in grado di uccidere Jack e Marguerite Baker, il figlio Lucas è ancora vivo e si nasconde nelle miniere di sale alle quali è collegata la stanza degli ospiti di casa sua. Redfield gli da la caccia e viene a contatto con diversi micomorfi; in poco tempo si presenta una nuova tipologia mai vista prima: si tratta di micomorfi piuttosto alti e composti da catrame bianco, che hanno un fattore rigenerativo che agisce sulle cellule, rendendo inefficaci i proiettili convenzionali. A Chris non resta altro che ritirarsi, per il momento.

Esplorando le miniere, Chris scopre che alcuni dei soldati suoi colleghi sono stati fatti prigionieri da Lucas, il quale uccide un soldato dopo che Chris apre la porta con la chiave da carica di un pupazzo a forma di Clown (lo stesso che si è incontrato nel gioco base prima con Clancy - tramite la videocassetta - e poi con Ethan). Il malcapitato era un esca che ha attirato Chris nella trappola, tuttavia, quest'ultimo riesce a prendere la maschera del soldato deceduto che, grazie a un filtro, evita che Chris muoia nell'area contaminata.

Seguendo le indicazioni di una sua collega, Chris riesce a prendere dei proiettili RAMROD e ad abbattere il micomorfo contaminatore prima citato. Nonostante i suoi sforzi, non riesce a salvare nessuno dei suoi uomini, dal momento che, quando disattiva delle trappole-laser piazzate da Lucas in un reparto della miniera e salva un soldato, Lucas uccide quest'ultimo, facendogli esplodere in testa una bomba adesiva nascosta che aveva attaccato addosso e facendo notare a Chris che farà la stessa fina se - entro 9 minuti - non troverà l'azoto liquido che serve per disattivarla in tempo.

Con i proiettili RAMROD, riesce ad abbattere un altro contaminatore e prende l'azoto liquido, salvandosi la vita e decide di andare a prendere Lucas nella talpa meccanica, dove quest'ultimo lo mette alla prova, scagliandogli contro un'orda di micomorfi, che tuttavia vengono abbattuti. Subito dopo, Lucas disattiva l'ossigeno in tutta l'area, ma Chris riesce a scappare attraverso una botola.

Muovendosi nella struttura, avvantaggiato dal fatto che Lucas lo crede morto, viene infine scoperto vivo da costui, che fugge, coperto da una torretta che però è scarica. Trovato Lucas, questo aggredisce Chris, che però gli spara in testa con la pistola. Nonostante il proiettile in pieno cranio, Lucas subisce per la prima volta la mutazione (una conseguenza del "dono" di Eveline, il boss finale del gioco base). Dopo qualche minuto di combattimento, la testa di Lucas inizia a rilasciare un gas dagli effetti simili alla Necrotossina-E, contaminando tutta la stanza. La protezione di Chris non è sufficiente a questa minaccia e perciò uccide Lucas, arrestando il gas che stava per ucciderlo.

A lavoro compiuto, Chris ritorna all'elicottero dell'Umbrella Corporation, cosciente di aver ucciso l'ultimo membro ristretto della famiglia Baker.

La fine di Zoe[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato settimane dopo le vicende di Nessun eroe, il DLC si basa sul finale buono del gioco base (che per ottenere, si avrà dovuto scegliere di curare Mia al posto di Zoe) e narra le vicende di Joe Baker: il fratello di Jack Baker, il capofamiglia affrontato più volte nel gioco base. Per tutto il DLC, Joe dovrà darsi da fare per salvare ciò che resta della sua famiglia.

Joe si trova nella palude appena successiva alla casa dei Baker, dove trova dei soldati investigare sulla misteriosa impietrificazione di una ragazza (causata, in realtà, dall'infezione di Eveline) che si rivela essere Zoe. Appena Joe la riconosce, stende i due soldati (e probabilmente ne uccide uno), per poi portare Zoe e il secondo soldato in una capanna nella palude, dove si fa dire che deve trovare un siero contenente un medicinale che riuscirà a curare Zoe: la Necrotossina di quinta serie (considerata priva di difetti). Nonostante riesca a trovarla su un battello naufragato negli stagni della palude, viene braccato dai micomorfi che provano a ucciderlo, ma se ne libera a mani nude (è questa una delle poche sessioni dell'intero gioco - e una delle tante nel DLC - in cui è possibile effettuare delle uccisioni furtive). Tra questi micomorfi compare anche una nuova tipologia: dei micomorfi con due grosse chele al posto delle braccia, che ne potenzia gli attacchi; tale tipologia, però, non sembra mostrare delle così differenziali prestazioni della resistenza fisica del nemico.

Dopo aver trovato l'occorrente, Joe affronta e sconfigge il mostro della palude, per poi tornare alla capanna, dove giace Zoe incosciente. Qui, inoltre, il soldato viene trascinato e ucciso brutalmente da un micomorfo la cui tipologia non è specificata. Anche Zoe viene portata via dal reddivivo mostro della palude.

Inseguendolo, Joe si fa strada lanciando lance a degli alligatori, mentre fabbrica soluzioni mediche, armi a distanza e bombe. Riuscendo a trovare Zoe, viene nuovamente attaccato dal mostro. Joe gli strappa parte del catrame solido che ha in faccia, scoprendo con stupore che il mostro della palude è suo fratello Jack - che è anche il padre della stessa Zoe. Questo riesce nuovamente a portare via la ragazza, ma Joe lo raggiunge a casa dello stesso Jack, nella quale lo affronta e lo uccide con un AMG 76 (trovato precedentemente nel bosco precedente alla palude), che potenzia il suo pugno sinistro, cosciente che la cosa che ha ucciso non è suo fratello.

Alla fine del DLC, Joe incontra Christopher Redfield, che gli intima di seguirlo fino alla base della BSAA. Qui anche Zoe ha modo di conoscere l'eroe della lotta alle armi biologiche e parla con Ethan tramite il telefono datole da Chris. Ethan le comunica che è riuscito a scappare con Mia dalle mostruosità di Dolvey e che non l'aveva mai abbandonata.

Dopo che Zoe ringrazia Ethan, il DLC termina e la trama del gioco si conclude per l'ultima volta.

Boss[modifica | modifica wikitesto]

  • Mia Winters: il primo boss in assoluto che incontreremo. La si affronta, per due volte, all'interno della casa degli ospiti, dove ci attaccherà con una motosega. Successivamente, se il giocatore - nei panni di Ethan - sceglierà di salvare Zoe al posto di Mia, affronterà quest'ultima per l'ultima volta. Dopo la sua terza ed ultima morte, cesserà di vivere perché Eveline sarà in poco tempo sconfitta.
  • Jack Baker: il capofamiglia. Lo si affronterà in diverse occasioni: la prima volta ci attaccherà nel garage della casa principale, dove rimarrà vittima di uno schianto contro una trave. Tornato in vita, si sparerà in bocca; lo si incontrerà di nuovo nella stanza delle dissezioni, nei sotterranei della casa, dove viene completamente distrutto e fatto esplodere dalla motosega di Ethan; nella rimessa delle barche: qui avremo a che fare con una forma completamente mutata e irriconoscibile di Jack. Ethan sparerà ai suoi molteplici occhi, distruggendoli, ma non è abbastanza. Zoe gli passa il siero per curarlo, ma in realtà il siero ha un effetto diverso sulla Necrotossina mutata, pietrificando Jack. Tuttavia, lo si reincontrerà nei panni di Joe Baker nel DLC: La fine di Zoe (End of Zoe), dove lo si affronta la prima volta al piano più basso del relitto di un battello, poi nella vecchia casa, dove Joe gli disintegrerà la testa con l'AMG 76.
  • Marguerite Baker: la si combatterà in due occasioni e in due diverse ambientazioni: la prima volta nella vecchia casa, dove ci spingerà dai gradini su delle travi di legno, creando un buco e scagliandoci contro uno sciame di vespe. Tuttavia, Ethan riesce a sconfiggere entrambe, facendo cadere Marguerite nel buco, dove si crea una sostanza viscida creata col sangue delle vespe; infine nella serra, dove assumerà le movenze di un ragno e controllerà sciami di vespe. Inoltre, potrà generare dei nidi di vespe ed utilizzarle contro di noi ogni volta che ci perde di vista. Alla fine verrà letteralmente distrutta da Ethan, che potrà prendere la sua lanterna e proseguire.
  • Eveline: il nemico finale del gioco. La si affronterà nella casa degli ospiti, nella quale prova a respingere Ethan, ma questo le innietta il siero che indebolisce il parassita (in quest'occasione Eveline rivela le sue vere sembianze) - e all'esterno, dove il parassita E assumerà dimensioni gigantesche e sarà definitivamente abbattuto dalla pistola Anti-B.O.W. Albert-01R.
  • Lucas: verrà affrontato da Christopher Redfield - nel DLC Nessun eroe (Not a hero) - in un'area di ricerca nella talpa meccanica, all'interno delle miniere di sale, da mutato. Infatti, dopo che Chris gli sparerà un proiettile di pistola in testa, Lucas muterà il suo corpo in base alle esigenze biologiche della Necrotossina-E, trasformandosi in un mostro a sei teste-teschio di grandi dimensioni, con le braccia sproporzionate in confronto al resto del corpo. Alla fine dello scontro, Lucas inizierà a rilasciare del gas contaminato dalla testa, ma i suoi effetti verranno arrestati dopo che Lucas morirà sotto i colpi di Chris.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ethan Winters: il protagonista. Riceverà un messaggio di sua moglie Mia - che credeva morta - e si recherà a Doulvey, in Luisiana per cercarla e riportarla a casa. È molto bravo con le armi ed è in grado di fronteggiare qualsiasi ostilità. Probabilmente è stato infettato dal "dono" di Eveline, cosa che si può intuire dall'impressionante fattore rigenerativo e dal fatto che, procedendo nella storia, avrà visioni sempre più frequenti su di lei. Durante la storia, nella prima lotta con un mostro (boss, cioè Mia), perderà una mano dopo che Mia glie la taglia con una motosega; il suo braccio verrà ricucito da Jack, che qualche tempo dopo gli stacca la gamba con una vanga. Inoltre Ethan, grazie alla soluzione medica, è riuscito a riattaccarsi la gamba. In italiano è doppiato da Renato Novara (famoso per aver doppiato Ezio Auditore in Assassin's Creed II e Brothehood, rispettivamente nel 2009 e nel 2010).
  • Mia Winters: è la consorte del protagonista, scomparsa da tre anni. Si scoprirà essere un'agente sotto copertura di una non specificata compagnia, incaricata di scortare Eveline in una base sicura. In italiano è doppiata da Katia Sorrentino.
  • Jack Baker: è il capofamiglia dei Baker, marito di Marguerite e padre di Lucas e Zoe, ed è il più brutale dei tre. È infetto dal "dono" di Eveline. Nel 1980 è entrato nel corpo militare dei Marine, prima di ritirarsi nella proprietà di famiglia come agricoltore. Cerca di insegnare la disciplina al figlio Lucas tramite la mutilazione. È inconsciamente consapevole di non essere in sé, cosa che si potrà notare quando taglierà la gamba a Ethan offrendogli subito dopo, in lacrime, una soluzione medica. Successivamente chiederà a Ethan, in una specie di limbo, di affrontare e sconfiggere definitivamente Eveline. Questo fa intuire che era stata Eveline a infettare i Baker e a renderli così spietati e mostruosi. In italiano è doppiato da Oliviero Corbetta.
  • Marguerite Baker: è la moglie di Jack e la madre di Lucas e Zoe. È stata la prima a venire infettata dal "dono". Estremamente iraconda quando si tratta di giudicare la sua cucina, è molto premurosa verso il figlio. Dimostra di avere una certa affinità con gli insetti e gli aracnidi, essendo in grado di generare sciami di vespe o di ragni. In italiano è doppiata da Marina Thovez.
  • Zoe Baker: figlia di Jack e Marguerite, nonché sorella di Lucas. Odiata dai familiari per via del suo rifiuto verso il "dono" di Eveline, è infetta, ma a differenza dei familiari, cercherà una cura collaborando con Ethan. In italiano è doppiata da Ludovica de Caro.
  • Lucas Baker: figlio di Jack e Marguerite e fratello di Zoe. Dopo essere stato infettato, diventa uno psicopatico ossessionato che gode nel veder soffrire il prossimo: infatti proporrà più volte giochi il cui scopo è portare prima alla sofferenza fisica e dopo alla morte del malcapitato. Dai documenti sparsi nella fattoria si può intuire come Lucas fosse un ragazzo disturbato già prima che Eveline lo infettasse, nonostante fosse un promettente studente universitario ed eccezionale inventore, vincitore di numerosi premi che esibisce nella sua stanza. Cerca in tutti i modi di impedire a Ethan e Zoe di ottenere la cura, affermando di non voler tornare come era prima dell'infezione. In italiano è doppiato da Alessandro Capra.
  • Clancy Javis: telecamerista di una truppa (troupe) televisiva chiamata: Sewer Gators; si occupa, insieme ai colleghi Andre Stickland e Peter Walken, di registrare filmati in luoghi abbandonati. Finirà in poco tempo tra le grinfie della famiglia Baker, in particolare di Lucas. Sarà l'unico del suo trio a non morire a una prima esplorazione nella casa, ma rimarrà vittima del "gioco" malato di Lucas, in quanto resterà bruciato da un liquido infiammabile - e sarà addirittura esposto il suo cadavere ustionato su una sedia, con un cartellino che recita:

«Tu sei il prossimo»

(Lucas ad Ethan, tramite un cartellino)

E in più il codice per aprire la porta e accedere al "gioco". Clancy sarà visibile solo nelle videocassette sparse per la residenza e nei DLC.

  • Eveline: prima arma biologica della serie E (serie ritenuta priva di difetti). Ha l'aspetto di una bambina dai capelli scuri con un abito nero. Riesce a controllare telepaticamente il virus chiamato: mutamicete e chiunque ne sia stato infettato. Ha una mentalità molto complessa: cerca di allargare il proprio falso nucleo familiare, ravvisando in ogni persona un possibile parente. È convinta che Mia sia sua madre ed Ethan suo padre. A causa di un effetto collaterale del mutamicete, Eveline è invecchiata precocemente: mentre tutti gli infetti la vedranno come una bambina, la sua vera forma attualmente è quella della vecchia sulla sedia a rotelle, ma non è comunque un essere umano. In italiano è doppiata da Elisabetta Cesone (da anziana) e da Annalisa Usai (da bambina).
  • Christopher Redfield: personaggio storico della saga. Ha 44 anni ed è il capitano pluridecorato della BSAA. Aiuterà Ethan a sconfiggere Eveline nello scontro finale e dopo si metterà sulle tracce di Lucas. È il protagonista del DLC: Not a hero (Nessun eroe) e di molti altri capitoli della saga. Lo si sente per la prima volta nel gioco tramite una chiamata alla radio, mentre parla con un suo collega (mentre Ethan si sta recando nella miniera per uccidere Eveline). In italiano è doppiato da Claudio Moneta.

Secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Andre Sickland: agente del trio di investigazioni paranormali: Sewer Gators. Viene ucciso durante una prima esplorazione nella casa, trafitto dal mento al cervello probabilmente da Jack o da Lucas, che poi uccide Peter e rapisce Clancy.
  • Peter Walken: direttore del trio di investigazioni paranormali: Sewer Gators. È il primo ad accennare alle raccapriccianti vicende della famiglia Baker, per poi decidere di lasciar perdere lo show perché impaurito dalla misteriosa scomparsa del collega Andre. È il primo a essere ucciso dopo aver trovato - insieme a Clancy - il cadavere in piedi di Andre.
  • Alan: collega di Mia, nella sua precedente vita da agente segreto sottocopertura di una compagnia farmaceutica non specificata. È il diretto responsabile delle vicende di Eveline e dei fatti raccapriccianti avvenuti nel futuro; futuro che egli non vedrà mai, perché verrà ucciso dall'arma biologica che tanto temeva.
  • Poliziotto: un uomo afro-americano chiamato dal governo a investigare sulla famiglia Baker, dopo la scomparsa dei tre membri del Sewer Gators. Darà a Ethan la prima arma (da taglio) dopo che verrà rapito dalla famiglia Baker. Il poliziotto sarà vittima di un iracondo Jack Baker, che gli taglierà parte della testa con una pala, per poi decapitarlo. Il corpo del poliziotto inizierà a decomporsi e Lucas inserirà dentro la sua testa sanguinolenta una chiave che servirà a Ethan per prendere le due schede e accedere al "gioco" di Lucas.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Hoffman: personaggio di cui non si riesce mai a vedere il volto, che appare solo nel contenuto scaricabile: 'Filmati confidenziali', durante il quale gioca contro Clancy Javis a Blackjack, scommettendo la vita. Perde per tre round: al secondo muore elettrificato ed ormai senza dita, ma Lucas controlla il suo corpo, con dei fili alle braccia, come se fosse una marionetta - cercando anche di imitare la sua voce. Durante il secondo round, Hoffman afferma di avere una famiglia (moglie e figlia), chiedendo esplicitamente a Clancy di morire. Il suo stesso cadavere verrà squartato alla testa dalla Sig.ra Tritacarne (la trappola mortale del terzo round).
  • Oliver: ragazzo menzionato in tre pagine di diario nella stanza di Lucas, in cui afferma che Oliver lo prendeva in giro, perciò decise di fargli uno scherzo e rinchiuderlo in una stanza - dove muore dopo pochi giorni, completamente al buio, affamato e assetato; inizia a sanguinare ed anche il suo cadavere inizia a puzzare.

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla famiglia Baker ci saranno altre creature pronte a dare filo da torcere al protagonista. Queste creature si distinguono in:

  • Molded, Micomorfi o Micotici: nemici base del gioco, sono umani infettati dalla Necrotossina-E. Neri, viscidi, con denti aguzzi e unghie affilate.
  • Molded con chela: variante dei Micotici, al posto di un braccio avranno una chela enorme.
  • Molded a quattro zampe: altra variante dei Micotici, sono meno resistenti della loro controparte bipede, ma saranno notevolmente più agili e veloci e infliggeranno maggiori danni.
  • Molded obesi: la variante più potente dei Molded. Sono obesi, saranno molto difficili da uccidere e vomiteranno la tossina addosso al protagonista.
  • Vespe: le si incontra nella vecchia casa. Sono vespe infette e gigantesche. Poco resistenti, si possono uccidere semplicemente con un coltello.
  • Sciame: Sciame di vespe, spesso comandato da Marguerite.
  • Ragni: Ragni di piccole dimensioni; attaccano solo se ci si avvicina troppo.
  • Molded ragni: ragni infetti di grosse dimensioni. Presenti solo nel DLC: Nessun eroe, cercano di balzare sulla testa del protagonista, danneggiandolo significativamente.
  • Molded contaminatori: piuttosto alti, sono riconoscibili solo grazie al fattore rigeneratore che agisce sulle cellule, che si manifesta tramite punti rossi sotto il catrame bianco. Anche questi sono unicamente presenti nel DLC: Nessun eroe.
  • Molded con chele: mostri simili ai molded con chela, l'unica differenza è rappresentata dalle chele al posto di entrambe le braccia. Anch'essi formati da catrame nero, posseggono delle scorie sulle spalle e delle ulteriori deformazioni sulla testa, ma ciò non va ad influire sulla loro resistenza fisica. Sono presenti solo nel DLC: La fine di Zoe.

Altri contenuti[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco contiene diversi contenuti scaricabili:

  • La stanza: nei panni di Clancy, ci risveglieremo nella camera da letto di casa Baker ammanettati al letto: lo scopo sará quello di evadere dalla stanza facendo attenzione a Marguerite che, di tanto in tanto, verrà a farci visita per lasciarci da mangiare.
  • Incubo: impersonando ancora una volta Clancy, verremo rinchiusi nei sotterranei della casa e dovremo sopravvivere fino all'alba contro ondate di nemici di difficoltà crescente. Nella mappa saranno presenti compattatori che, una volta attivati, rilasceranno materiali da utilizzare come moneta di scambio per acquistare armi, munizioni, cure e tutto ciò che potrà tornarci utile per sopravvivere.
  • Ethan deve morire: in questo difficilissimo minigioco ci verrà richiesto di sconfiggere Marguerite nella serra. Inizieremo la partita nel giardino della tenuta e, per accedere alla serra, dovremo recuperare la chiave che si trova nel soggiorno della magione. La particolarità è che i nemici saranno molti e più potenti di quelli incontrati nel gioco base, la nostra salute sarà notevolmente ridotta e oggetti quali armi o attrezzature di pronto soccorso dovranno essere trovati all'interno della mappa, e la loro disposizione cambierà a ogni partita.
  • 21: nei panni di Clancy ci ritroveremo intrappolati da un macchinario in stile Saw - L'enigmista e saremo costretti ad affrontare una mortale partita a Blackjack contro un altro prigioniero. A ogni mano ci verranno fornite delle carte speciali che, utilizzate, ci daranno notevoli bonus.
  • 55º compleanno di Jack: nei panni di Mia, lo scopo di questo minigioco sarà trovare del cibo sparso in giro per le mappe e portarlo a Jack entro il tempo limite. Le mappe sono casa degli ospiti 1 e 2, area test 1 e 2 e casa principale 1 e 2. A seconda del tempo impiegato per portare a termine il compito, riceveremo un punteggio tra SS, S, A e B. Potremo ottenere tempo aggiuntivo uccidendo i Micotici sparsi per i vari scenari e avremo a disposizione armi, valigette di pronto soccorso e abilità particolari che possono agevolarci il lavoro.
  • Figlie: contenuto anticipatore (prequel) del gioco base, si ambienta 3 anni prima degli eventi di quest'ultimo e vede come protagonista Zoe. Jack trova Eveline e Mia, e le porta alla tenuta, dando inconsapevolmente inizio all'incubo. Durante il gioco, infatti, verrà chiesto a Zoe di prendere dei vestiti puliti per Eveline, ed è proprio in quest'occasione che Evie si alza dal letto, atterrando Lucas ed infettando Marguerite - che si trova nel bagno e, manifestando un atteggiamento anormale, fa riferimento a un dono che le ha fatto Eveline. Quest'ultima spaventa Zoe con degli insetti che le escono dalla bocca. A sua volta, Marguerite infetta Jack, che a sua volta infetta Lucas, trascinandolo in una stanza. A seconda delle scelte precedentemente compiute, i finali sono i seguenti.

Finale Buono[modifica | modifica wikitesto]

Secondo questo finale, Zoe riesce a scappare in giardino e si reca alla roulotte, dove vede una donna (Mia) sdraiata ed un biglietto scritto dalla stessa - sul quale sono presenti dei consigli su cosa fare e non fare con Eveline, come ringraziamento per averla salvata dalla nave. Purtroppo, però, Evie afferra Zoe quando si gira e la ragazza si risveglia la mattina seguente con la famiglia che fa colazione.

Finale Cattivo[modifica | modifica wikitesto]

Secondo questo finale, Zoe si fa dare le chiavi da un'infettata Marguerite, che sta lottando per il controllo della sua mente e del suo corpo. Zoe si reca in garage, dove però viene raggiunta da Jack, che la prende a pugni e la stordisce, dandole della maleducata.

Easter eggs[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel salottino di casa Baker, in uno scatolone, potremo trovare un libro intitolato I segreti dell'abisso, di Clive R. O'Brian: O'Brian era il direttore della BSAA in Resident Evil: Revelations, al termine del quale rinunciava al proprio incarico per dedicarsi all'attività di scrittore. Curiosamente, il nome del virus di RE Revelations era proprio T-Abyss.
  • Nel salone principale potremo trovare un articolo di giornale scritto dalla giornalista Alyssa Ashcroft, una dei sopravvissuti di Raccoon City e personaggio giocabile di Resident Evil Outbreak e Resident Evil Outbreak File 2.
  • Sempre nello stesso salone potremo osservare un quadro, datato 1991, raffigurante le montagne Arklay, scenario del primo capitolo della serie; il medesimo quadro si trovava anche in una delle stanze dell'ospedale in Resident Evil 3: Nemesis.
  • Prima di poter raccogliere il fucile a pallettoni dal piedistallo, dovremo sostituirlo con un fucile rotto esattamente come avveniva in Resident Evil.
  • I suoni del tastierino numerico accanto alla porta della stanza di fuga (escape room) di Lucas saranno gli stessi dell'inventario di Resident Evil 3: Nemesis.
  • Un trofeo, che consiste nel sbloccare per la prima volta una serratura, si chiama "Sulle orme di Jill", riferimento a Jill Valentine, definita in tutta la serie come "il mastro dei lucchetti".
  • La pistola Anti-B.O.W. che Chris Redfield darà a Ethan a fine gioco si chiama Albert-01R, palese riferimento al principale antagonista della saga: Albert Wesker. *
  • Alla fine del gioco, sul fianco di uno degli elicotteri che trasportano via Ethan e, in caso di lieto fine, anche Mia, c'è il marchio dell'Umbrella Corporation, l'omonima associazione già presente nelle pellicole di Resident Evil.

Seguito[modifica | modifica wikitesto]

Ad aprile 2017, il produttore Jun Takeuchi ha confermato che Resident Evil 8 è già in via di sviluppo.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annuncio, su everyeye.it, 14 giugno 2016. URL consultato il 14 giugno 2016.
  2. ^ Gamelite, La modalità VR di Resident Evil 7 Biohazard sarà esclusiva PlayStation VR per 12 mesi, su Gamelite. URL consultato il 15 febbraio 2017.
  3. ^ CAPCOM STA GIÀ PIANIFICANDO LO SVILUPPO DI RESIDENT EVIL 8, su multiplayer.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb45485378g (data)
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi