Denuvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Denuvo
software
Logo
GenereSicurezza informatica
SviluppatoreDenuvo Software Solutions GmbH
Data prima versione23 settembre 2014
Sistema operativoMicrosoft Windows
LicenzaProprietaria
(licenza non libera)
Sito webdenuvo.com/

La Denuvo Anti-Tamper, o Denuvo, è una tecnologia anti-manomissione di software, prevalentemente utilizzata per i videogiochi, sviluppata dalla compagnia austriaca Denuvo Software Solutions GmbH, formatasi in seguito all'MBO (management buyout) di Sony DADC DigitalWorks.

Tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime indiscrezioni di Denuvo suggerivano che il sistema Denuvo Anti-Tamper "si criptasse e decriptasse continuamente in modo da non poter essere craccato."[1] La Denuvo Software Solutions ha dichiarato che la tecnologia "non cripta/decripta continuamente alcun dato sui supporti di memorizzazione. Ciò non porterebbe ad alcun beneficio in termini di sicurezza o prestazioni." La compagnia non ha rivelato il funzionamento della tecnologia Denuvo Anti-Tamper.[2] Il 1º dicembre 2014 il gruppo Warez cinese 3DM proclamò di aver violato la Denuvo Anti-Tamper; il gruppo sostenne che la tecnologia comportasse una "macchina crittografica a 64-bit" che richiede chiavi crittografiche uniche per l'hardware specifico di ciascun sistema installato.[3]

In seguito, ai primi di dicembre, lo stesso gruppo rilasciò una crack per il videogioco Dragon Age: Inquisition, che utilizza Denuvo Anti-Tamper per proteggere il sistema di accesso online DRM di Electronic Arts, Origin.[4] Ciò tuttavia richiese quasi un mese, un tempo insolitamente lungo per i giochi per PC.[4] Interrogata a tal proposito, la società Denuvo riconobbe che "ogni gioco protetto prima o poi viene craccato".[4] Ars Technica notò che la maggior parte delle vendite legali per i videogiochi di punta avviene nei primi 30 giorni dalla data di rilascio, pertanto i produttori potevano considerare Denuvo un successo se il suo utilizzo avesse comportato un tempo significativamente più lungo per craccare un gioco.[5]

Nel mese di gennaio 2016 3DM avrebbe quasi abbandonato il tentativo di craccare Just Cause 3, che è protetto con Denuvo, a causa delle difficoltà associate al processo.[6] Hanno inoltre affermato che data l'attuale evoluzione tecnologica nel campo della crittografia, craccare i videogiochi potrebbe rivelarsi impossibile entro due anni.[6][7] Thomas Goebl, direttore del settore vendite presso la Denuvo GmbH, crede che alcune esclusive per console possano in futuro essere rilasciate anche su PC grazie a questa tecnologia.[7] 3DM ha annunciato che a partire dal mese di febbraio 2016 per un anno intero avrebbe interrotto ogni ricerca riguardante Denuvo Anti-Tamper e avrebbe smesso di craccare ogni gioco a giocatore singolo, affidandosi invece ad altri cracker, per vedere se trascorso l'anno si sarebbe riscontrato un aumento delle vendite in Cina.[8] Dopo alcuni giorni il fondatore di 3DM "Bird Sister" dichiarò di aver trovato una soluzione all'ultima versione di Denuvo utilizzata in Just Cause 3, Rise of the Tomb Raider, FIFA 2016, sostenendo di non avervi mai rinunciato. Ciononostante, le crack non sarebbero state rilasciate ufficialmente; piuttosto sarebbero state ottenute in altri modi.[9][10]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ad inizio agosto 2016, fu trovato un modo per bypassare il videogame Doom (2016) grazie al cracker conosciuto come Voksi. Nei giorni seguenti sono stati bypassati altri videogame protetti da Denuvo. Comunque il tutto fu risolto 3 giorni dopo il primo bypass, ma in seguito il gruppo di hacker conosciuto come CONSPIR4CY (CPY) annunciò di aver finalmente crackato Denuvo rilasciando le crack di Doom, Rise of the Tomb Raider e Inside.

Dopodiché molti altri titoli di punta del mercato video-ludico furono crackati, anche se in tempi a detta delle stesse case produttrici "accettabili" (diversi mesi dalla data di rilascio).

A meno di un anno dalle prime crack, il codice anti-pirateria che pose fine alla carriera come cracker di numerose persone, per esempio il gruppo cinese 3DM che in seguito all'avvento di Denuvo dichiarò ufficialmente di ritirarsi, è stato battuto nuovamente dal gruppo italiano CONSPIR4CY (CPY) a 5 giorni dalla data di uscita di uno dei maggiori titoli Capcom, Resident Evil 7: Biohazard.

Successivamente, tra agosto 2016 e gennaio 2017, molte case produttrici di video-games quali Capcom stessa, tolsero totalmente la protezione dai loro giochi.

Ormai quasi tutti i giochi vengono violati da denuvo per via del lavoro dei gruppi CPY, BALDMAN, STEAMPUNKS, 3DM e CODEX.

A fine luglio 2018 Voksi (leader del gruppo di pirati bulgari Revolt) è stato denunciato dalla azienda con l'accusa di pirateria costringendolo a chiudere l'attività.[11]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni utenti avrebbero riferito che la tecnologia Denuvo Anti-Tamper ridurrebbe il tempo di vita delle unità a stato solido (SSD) scrivendo una quantità eccessiva di dati sul disco.[1][12][13][14] La Denuvo Software Solutions ha replicato affermando che "la tecnologia Denuvo Anti-Tamper non scrive o legge continuamente alcun dato sui supporti di memorizzazione."[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Karan Kalra, How The New DRM Denuvo Might Be Damaging Your SSD [Update], ASidCast, 18 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2015).
  2. ^ a b Denuvo, su www.denuvo.com, Denuvo Software Solutions GmbH. URL consultato il 30 novembre 2014.
  3. ^ Denuvo DRM has been cracked - PC Invasion, su pcinvasion.com. URL consultato il 4 settembre 2015.
  4. ^ a b c Robert Purchese, Don't call it DRM: what's Denuvo Anti-Tamper?, su Eurogamer, Eurogamer.
  5. ^ Kyle Orland, Major piracy group warns games may be crack-proof in two years, in Ars Technica, 7 gennaio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  6. ^ a b Owen S. Good, Piracy group nearly gives up on cracking Just Cause 3, warns of bleak future, www.polygon.com, 9 gennaio 2016. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  7. ^ a b Robert Purchese, Finally, tide turns in war with PC game crackers, www.eurogamer.net, 8 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  8. ^ (ZH) 3DM:新年开始不再破解单机游戏,汉化仍继续, su 2016-02-05, IT之家, 6 febbraio 2016.
  9. ^ (ZH) 3DM's founder "Bird Sister" Response, Sina Weibo, 7 febbraio 2016. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  10. ^ (ZH) 外媒称3DM因技术难题暂停破解 创始人回应, Sohu, 8 febbraio 2016. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  11. ^ Denuvo ha denunciato il pirata Voksi, bloccandone le attività, in Multiplayer.it. URL consultato il 18 agosto 2018.
  12. ^ Benjamin Gründken, Dragon Age: Inquisition — Meldungen um SSDs zerstörenden Denuvo-Kopierschutz verunsichern Spieler, viel Lärm um nichts?, su PCGamesHardware.de, PCGamesHardware.
  13. ^ The-Khoa Nguyen, Zerstört neuer Denuvo-Kopierschutz SSD-Laufwerke?, su PC Magazin, PC Magazin.
  14. ^ Denuvo-Kopierschutz zerstört gerüchteweise SSD-Laufwerke, su Gulli.com, Gulli.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]