Claudio Moneta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudio Andrea Moneta (Milano, 20 maggio 1967[1]) è un doppiatore e direttore del doppiaggio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel 1988. Ha doppiato numerosi personaggi in molti cartoni animati, è il doppiatore di SpongeBob nell'omonima serie e nei film a lui dedicati, doppia Kakashi Hatake nell'anime Naruto e sua è inoltre la voce di Neil Patrick Harris (Barney Stinson) nella serie televisiva americana How I Met Your Mother. Nel 2016 viene scelto come sostituto dello scomparso Paolo Torrisi per il doppiaggio di Goku in Dragon Ball Super, serie nella quale, come il predecessore, cura anche la direzione del doppiaggio a partire dall'episodio 53.

Nel campo dei videogiochi ha doppiato Christof Romuald in Vampire: The Masquerade - Redemption, Thomas Angelo in Mafia: The City of Lost Heaven, Kessler in Infamous, Shadow nella serie Sonic (da Sonic Forces), Shen in League of Legends, comandante Shepard in Mass Effect[2] e Mass Effect 3 (in Mass Effect 2 sostituito a causa di un incidente), Haytham E. Kenway in Assassin's Creed III e Assassin's Creed: Rogue, e altri.

Come attore ha preso parte ad alcune sit-com per Mediaset, lavorando anche in un paio di occasioni per il cinema. In teatro dal 1988 è uno degli interpreti più assidui, lavorando come attore e come regista in più di cento spettacoli in venticinque anni.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il mestiere invisibile, Seconda parte, RSI.ch
  2. ^ a b c Resident Evil 6, in Play Generation, nº 81, Edizioni Master, luglio 2012, pp. 18-19, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]