Slant Magazine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slant magazine
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Lingua inglese
Periodicità settimanale
Genere magazine online
Formato online
Fondazione 2001
Sito web
 

Slant Magazine è una testata giornalistica online dedicata principalmente a recensioni di musica, film, videogiochi e programmi televisivi. Tra i suoi contenuti vi sono anche interviste ad attori, registi, musicisti o altri personaggi dello spettacolo.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

La sezione musicale di Slant inizialmente si concentrava molto sulla musica pop ma in anni recenti anche la musica indie, comprendente country è stata oggetto di recensione nel settimanale.

Il sito è anche molto lanciato verso i gay e i punti di vista femministi. Lo stesso Ed Gonzalez, fondatore del sito, è dichiaratamente gay e la maggior parte dei regolari giornalisti del sito hanno interessi politici comuni.

Da quando la guerra un Iraq è cominciata, il contenuto dell'editoriale ha cominciato a interessarsi anche a questioni politiche, pur rimanendo un sito prevalentemente interessato all'intrattenimento.

Risposta dei media[modifica | modifica wikitesto]

In un recente articolo, il New York Times ha definito Slant "una miniera di appassionate e spesso spinose analisi della cultura pop."[1] Le recensioni di Slant sono state spesso oggetto di dibattiti e discussioni online e anche nei media: nel 2005 la recensione di Ed Gonzalez del film di Kevin Gage "Chaos" causò alcune polemiche quando Roger Ebert citò Gonzalez nella recensione del film nel Chicago Sun-Times[2]; Il "New York Press" citò un altro scrittore di Slant, Keith Uhlich, in una recensione del film "The Island di Michael Bay[3]; e Gonzalez, che scrive regolarmente per la sezione filmica del Village Voice, è stato elogiato dall'ex critico del "Village Voice" Nathan Lee per la sua attenzione verso la politica e la cultura pop in una piacevole e interessante maniera[4]. KillerStartups.com, una comunità web che recensisce siti web sia per gli imprenditori che per gli investitori, ha chiamato Slant "una delle più importanti fonti online di notizie, commenti, opinioni e controversie nel mondo dell'indie, del pop e del mainstream".[5]

Sistema di valutazione[modifica | modifica wikitesto]

Slant utilizza due diversi tipi di valutazione:

  • I film e i programmi televisivi vengono valutati con il tradizionale sistema di valutazione a quattro stelle;
  • Gli album musicali e i DVD vengono valutati con il sistema di valutazione a cinque stelle.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The New York Times: "Say 'Brian De Palma.' Let the Fighting Start."
  2. ^ Chicago Sun-Times: "Chaos" Review
  3. ^ New York Press: "Supersonic Strap-On"
  4. ^ Rotten Tomatoes: Meet a Critic: Nathan Lee Weighs in on Leaving the Village Voice, Why Critics are Ineffective, and What's Next
  5. ^ KillerStartups.com: "SlantMagazine.com - Indie Entertainment And Arts"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]