Silent Hills

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silent Hills
videogioco
PiattaformaPlayStation 4
Data di pubblicazioneCancellato
GenereAzione, survival horror
TemaHorror psicologico
OrigineGiappone
SviluppoKojima Productions
PubblicazioneKonami
DesignHideo Kojima
Guillermo del Toro
SerieSilent Hill
Modalità di giocoSingolo giocatore
Motore graficoFox Engine
Supportodisco ottico, download

Silent Hills è un videogioco cancellato della saga di Silent Hill, prodotto e diretto da Hideo Kojima con il supporto di Guillermo del Toro. Sviluppato da Kojima Productions e pubblicato da Konami, sarebbe dovuto uscire su PlayStation 4. Il protagonista, di cui non era ancora stato rivelato il nome, era interpretato dall'attore Norman Reedus. Allo sviluppo del titolo avrebbe dovuto prendere parte anche il mangaka Junji Itō.[1]

Il 26 aprile 2015 Guillermo del Toro e Norman Reedus dichiararono che il gioco "non accadrà", facendo intendere la sua cancellazione.[2] Il giorno dopo, Konami conferma ufficialmente.[3]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

A settembre del 2012, il presidente di Konami ha chiesto a Hideo Kojima, creatore della serie Metal Gear, di dirigere il nuovo capitolo della saga di Silent Hill, sottolineando come l'uso del motore Fox Engine da lui ideato avrebbe dato maggiore fotorealismo alla saga.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 agosto 2014, durante il Gamescom di Colonia, Sony ha annunciato il teaser trailer di un misterioso videogioco horror in prima persona chiamato P.T., sviluppato da 7780s Studio. Si è poi scoperto che 7780s Studio era una compagnia fittizia e che il teaser trailer di un'ora e mezza, pubblicato lo stesso giorno esclusivamente per PlayStation 4 sul PlayStation Store, era in realtà il demo (P.T. è infatti la sigla di Playable Teaser, ovvero teaser giocabile) del nuovo capitolo della saga di Silent Hill. Da notare che Hideo Kojima aveva usato la stessa tecnica di marketing per pubblicizzare Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, anch'esso sviluppato con Fox Engine.

La colonna sonora era affidata ad Akira Yamaoka, già compositore per gli altri capitoli della saga (fatta eccezione per Silent Hill: Downpour).

Teaser giocabile[modifica | modifica wikitesto]

Il demo apre con un anonimo protagonista in una casa infestata dagli spettri. I soli riferimenti alla saga di Silent Hill sono i graffiti sulle pareti, tra i quali spiccano il nome Lisa (presunto riferimento a Lisa Garland) ed il simbolo della Salvezza.

Dopo la cancellazione del gioco, uno sviluppatore indipendente si è messo all'opera per ricreare la demo giocabile ormai eliminata dallo store per PlayStation 4 chiamandola PuniTy per ricordare le iniziali della demo (P.T.) e indicare il motore di gioco usato (lo Unity 3D).[4]

Inoltre, un team di giochi J-RPG, ha ricreato la demo giocabile in grafica 2D ma con dei dettagli quasi fedeli all'originale, chiamato Silent Memories (P.T.) col motore di gioco RPG Maker VX Ace.[1] e l'utente Meheraj7 ha "ricreato" in maniera non proprio fedele l'ambiente di P.T. chiamandolo "Silent Night".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silent Hills: anche il mangaka Junji Ito era coinvolto nel progetto, su everyeye.it. URL consultato il 28 settembre 2015.
  2. ^ Silent Hills non si farà conferma Guillermo del Toro
  3. ^ It's Official: Silent Hills Is Cancelled
  4. ^ PuniTy - PT Hallway Recreation, su The Outline - a game exploring a mother-son relationship, 30 luglio 2015. URL consultato il 14 giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]