Fox Engine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fox Engine
Big Boss in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain realizzato con FoxEngine.
Big Boss in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain realizzato con FoxEngine.
Sviluppatore Kojima Productions
Sistema operativo Multipiattaforma
Genere Motore grafico
Licenza Proprietario
(Licenza chiusa)

Il Fox Engine è un motore grafico ideato dalla Kojima Productions di Hideo Kojima per l'impego di titoli futuri sviluppati da Konami. Il motore è stato annunciato da Konami il 3 giugno 2011, con l'obiettivo di renderlo il "miglior motore grafico esistente". È stato chiamato così in onore della FOX, un'unità militare immaginaria facente parte dell'universo di Metal Gear, la serie più famosa ideata da Kojima.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il Fox Engine è stato presentato alla conferenza pre-E3 2011 di Konami[1], durante la quale sono state mostrate alcune immagini in cui si vedono un uomo, un cane e un cavallo in una giungla[2]. Non si trattava di un gioco in fase di sviluppo, ma solo di un'area creata per eseguire test[3].

Il 17 agosto 2011 Hideo Kojima pubblicò su Twitter un'immagine relativa ad un test facciale creato con il Fox Engine[4]. Il 16 dicembre, Kojima pubblicò altre immagini su Twitter, mostrando come esso gestisca la trasparenza dei vestiti[5].

Il 2 marzo 2012 la Kojima Productions pubblicò una serie di immagini che mettono a confronto foto reali della sala riunioni del team con altrettante riproduzioni create con il Fox Engine[6]. L'8 giugno, in un'intervista con CVG, Kojima spiegò che il Fox Engine permette ai programmatori di risparmiare molto tempo, consentendo di creare un videogioco su piattaforme differenti contemporaneamente, e che PlayStation 3, Xbox 360 e PC sono in grado di far girare giochi realizzati con tale motore[7].

Il 14 marzo 2013, Joakim Mogren, capo della appena nata "Moby Dick Studios", durante un'intervista mostrò una serie di immagini del loro nuovo prodotto, The Phantom Pain, in alcune delle quali si intravede il logo del Fox Engine; quando gli fu chiesto perché, Mogren reagì con stupore e l'intervista terminò[8]. Il 27 marzo, in occasione della Game Developers Conference di San Francisco, Hideo Kojima tenne una presentazione intitolata Photorealism through the eyes of a 'FOX': The Core of Metal Gear Solid: Ground Zeroes, in cui rivelò che The Phantom Pain era il nuovo capitolo della serie Metal Gear, e che Joakim Mogren e la Moby Dick Studios non erano altro che una messinscena fatta per osservare la reazione del pubblico alla vista del Fox Engine. Inoltre furono presentate le caratteristiche del motore grafico[9], riassunte in maniera semplice e in termini comprensibili dai "non addetti ai lavori" in un articolo di Rick Lane su eurogamer.it.

Il 18 settembre 2015, Julien Merceron, supervisore del Fox Engine, si è dimesso da Konami, ma non sono noti i motivi della sua scelta[10].

Videogiochi che utilizzano il Fox Engine[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Anno Piattaforma Genere
PES 2014 2013 Windows, PlayStation 3, Xbox 360 Sport (calcio)
PES 2015 2014 Windows, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One Sport (calcio)
PES 2016 2015 Windows, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One Sport (calcio)
Metal Gear Solid V: Ground Zeroes 2014 PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One, Windows Azione, stealth
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain 2015 PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One, Windows Azione, stealth
Silent Hills Cancellato PlayStation 4 Azione, survival horror

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fox Engine: primi dettagli, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  2. ^ Il nuovo motore grafico di Konami, z-giochi.com. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  3. ^ Kojima: ci sarà un Metal Gear solid 5 con il Fox Engine, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  4. ^ Kojima Productions: il sistema di creazione avatar del Fox Engine, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  5. ^ Project Ogre - Kojima rilascia la prima immagine ufficiale, games.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  6. ^ Il Fox Engine di Kojima Productions: realtà vs. finzione, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  7. ^ Kojima: il Fox Engine è un utile strumento per sviluppare titoli multipiattaforma sulle attuali console e PC, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  8. ^ Phantom Pain: parla Joakim Mogren, videogame.it. URL consultato il 14 ottobre 2015.
  9. ^ Hideo Kojima tornerà a parlare del Fox Engine alla GDC 2013, everyeye.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  10. ^ Il supervisore di Fox Engine Julien Merceron lascia Konami, vg247.it. URL consultato il 10 ottobre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]