Metal Gear (serie)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo del primo Metal Gear (1987), capostipite della serie

Metal Gear è una serie di videogiochi d'azione/stealth ideata da Hideo Kojima, sviluppata e pubblicata da Konami. Nella serie il giocatore prende il controllo di un soldato scelto e deve confrontarsi contro l'ultima incarnazione del "Metal Gear", un carro armato bipede capace di lanciare missili nucleari da qualsiasi angolo del pianeta, senza che la posizione del lancio possa venir rintracciata. La saga è famosa per la sua impostazione fortemente cinematografica e per l'esplorazione di temi filosofici quali guerra, ambientalismo, ingegneria genetica, censura, intelligenza artificiale, lealtà, soggettivismo contro oggettivismo e molti altri. Per questo motivo è considerata uno dei maggiori esempi di "arte videoludica".

I giochi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Data di uscita Note
Metal Gear 1987 Canonico
Metal Gear 2: Solid Snake 1990 Canonico
Metal Gear: Snake's Revenge Sequel non canonico di Metal Gear per NES
Metal Gear Solid 1998 Canonico
Metal Gear Solid: Integral 1999 Versione giapponese di Metal Gear Solid con aggiunte prese dalla versione statunitense
Metal Gear Solid: Special Missions Espansione di Metal Gear Solid con missioni extra
Metal Gear: Ghost Babel 2000 Spin-off per Game Boy Color
Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty 2001 Canonico
Metal Gear Solid 2: Substance 2002 Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty con l'aggiunta di contenuti extra
Metal Gear Solid: The Twin Snakes 2004 Remake di Metal Gear Solid
Metal Gear Solid 3: Snake Eater Canonico
Metal Gear Ac!d Spin-off per PlayStation Portable
Metal Gear Solid 3: Subsistence 2005 Metal Gear Solid 3: Snake Eater con l'aggiunta di contenuti extra
Metal Gear Ac!d 2 Spin-off per PlayStation Portable
Metal Gear Solid: Digital Graphic Novel 2006 Fumetto digitale di Metal Gear Solid
Metal Gear Solid: Portable Ops Semi-canonico
Metal Gear Solid: Portable Ops Plus 2007 Espansione di Metal Gear Solid: Portable Ops
Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots 2008 Canonico
Metal Gear Solid 4 Database Contenuto aggiuntivo di Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots
Metal Gear Solid 2: Digital Graphic Novel Fumetto digitale di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty
Metal Gear Online Spin-off multigiocatore online
Metal Gear Solid Mobile Spin-off per cellulare
Metal Gear Solid Touch 2009 Spin-off per iOS
Metal Gear Solid: Peace Walker 2010 Canonico
Metal Gear Solid: HD Collection 2012 Collezione delle versioni rimasterizzate in HD di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, Metal Gear Solid 3: Snake Eater e Metal Gear Solid: Peace Walker
Metal Gear Solid: Social Ops Spin-off per smartphone
Metal Gear Solid: Snake Eater 3D Remake di Metal Gear Solid 3: Snake Eater
Metal Gear Solid 4: 25th Anniversary Edition Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots con un poster da collezione
Metal Gear Rising: Revengeance 2013 Semi-canonico
Metal Gear Solid: The Legacy Collection Collezione comprendente Metal Gear, Metal Gear 2: Solid Snake, Metal Gear Solid, Metal Gear Solid: Special Missions, Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, Metal Gear Solid 3: Snake Eater, Metal Gear Solid: Digital Graphic Novel, Metal Gear Solid 2: Digital Graphic Novel e Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots
Metal Gear Solid V: Ground Zeroes 2014 Canonico
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain 2015 Canonico

L'originale Metal Gear uscì sul computer MSX2 nel 1987 in Giappone e in alcune parti d'Europa. Fu uno dei primi videogiochi a utilizzare le tecniche di aggiramento del nemico (stealth) piuttosto che l'affronto diretto con il nemico. Questa caratteristica trova la spiegazione nella limitazione hardware dell'MSX. A Hideo Kojima venne affidata la realizzazione di un videogioco di combattimento dopo che un senior associate prima di lui era rimasto impantanato nella sua programmazione, ma il fatto era che l'hardware dell'MSX era talmente limitato che non si potevano avere più di quattro munizioni, non abbastanza per un videogioco di combattimento. Kojima allora pensò nelle sue intenzioni iniziali di farne un gioco che trattasse della fuga di un prigioniero di guerra, similmente al film La grande fuga.[1].

Metal Gear uscì successivamente in Nord America ed Europa nella versione NES vendendo più di un milione di copie.

Dato il buon riscontro di vendite, nel 1990 la Konami pubblicò in Occidente il gioco Snake's Revenge per il NES, presentandolo come il seguito del primo Metal Gear. Il seguito ufficiale, Metal Gear 2: Solid Snake, uscì nel 1990 su MSX2 solo in Giappone. Metal Gear 2 poteva vantare una trama complessa, miglioramenti di gameplay e di intelligenza artificiale. Non essendo uscito all'epoca in Europa o nel Nord America, l'adattamento occidentale è avvenuto molti anni dopo come contenuto extra di Metal Gear Solid 3: Subsistence.

La serie Metal Gear ritornò nel 1998 nella forma di Metal Gear Solid per PlayStation, che adattò il gameplay del suo predecessore Metal Gear 2 in 3D (da qui l'aggiunta del termine "Solid" che, contrariamente a quanto si pensò all'epoca, non è legato al nome del protagonista). Per riprendere i temi lasciati in sospeso nei due prequel, Kojima ha inserito nel gioco un riassunto delle trame dei due giochi antecedenti. Mentre i primi due Metal Gear ebbero un discreto successo, Metal Gear Solid ebbe un successo strepitoso, vendendo circa 6,6 milioni di copie e divenendo ben presto uno dei videogiochi più popolari di sempre, citato da molti come il capolavoro indiscusso della console Sony. Il successo di Metal Gear Solid ha portato il gioco anche su PC l'anno successivo e, sei anni dopo l'uscita dell'originale, è uscito un remake per Nintendo Game Cube chiamato Metal Gear Solid: The Twin Snakes.

Il seguito di Metal Gear Solid è Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, uscito per PlayStation 2 nel 2001, e vendette oltre 7 milioni di copie. Sons of Liberty è il primo gioco della serie che non vede il giocatore vestire i panni di Solid Snake. Successivamente nel 2004 uscì Metal Gear Solid 3: Snake Eater, che ha venduto circa 3,75 milioni di unità. A differenza di Metal Gear Solid 2, Snake Eater non è un sequel della serie cominciata con Metal Gear, bensì un prequel: si pone cronologicamente come il primo capitolo dell'intera serie. Entrambi i giochi apportarono numerosi affinamenti al gameplay di Metal Gear e ne espansero la trama.

Il 12 giugno 2008 venne pubblicato in esclusiva su PlayStation 3 Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots, con il ritorno di molti personaggi comparsi nei capitoli precedenti. Metal Gear Solid: Portable Ops è un interquel ambientato tra gli eventi di Metal Gear Solid 3 e l'originale Metal Gear ed è uscito in Europa il 27 aprile 2007. Questo, al contrario dei primi due Metal Gear per PSP (i quali erano giochi di carte con un'ambientazione in stile Metal Gear), riprende il classico stile d'azione/stealth dei giochi della serie. Kojima, che non ha seguito personalmente lo sviluppo del gioco, ma solo trasversalmente perché impegnato su Guns of the Patriots, ha affermato che la trama di Portable Ops non sarebbe completamente canonica, ma lo è il fulcro della storia.

Il 18 maggio 2009 venne messo in linea un sito promozionale per il Metal Gear successivo da Kojima Productions.[2] Inizialmente il sito consisteva in un conto alla rovescia, con alcune lettere lampeggianti sullo schermo e la improvvisa apparizione delle immagini di due personaggi: Big Boss e Raiden. Nel giugno 2009 la rivista Famitsu intervistò Hideo Kojima, che rivelò un gran numero di dettagli sul nuovo gioco.[3][4] L'articolo venne però pesantemente censurato, per non far trapelare troppe informazioni.[5] Il nuovo gioco, intitolato Metal Gear Rising: Revengeance, venne infine presentato il 1º giugno 2009 durante la conferenza Microsoft all'annuale E3. Rising sarebbe stata un'esperienza nuova, secondo Kojima, con Raiden come protagonista. Questo titolo è stato pubblicato su Xbox 360 e PlayStation 3. Il giorno dopo, alla conferenza di Sony, Kojima annunciò Metal Gear Solid: Peace Walker. Questo nuovo titolo per PSP è ambientato dieci anni dopo Snake Eater e quattro anni dopo Portable Ops.

Il 30 agosto, a un evento privato per il 25º anniversario della serie, venne annunciato Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, con la conferma del ritorno di Big Boss come protagonista. Più tardi si ebbe la conferma che cronologicamente il capitolo si sarebbe svolto dopo i fatti di Peace Walker e prima dell'originale Metal Gear. Il 31 agosto è stato annunciato Metal Gear Solid V: The Phantom Pain da Kojima stesso.

Protagonisti della serie[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha quattro protagonisti che appaiono nei capitoli: Solid Snake, Raiden, Big Boss (in seguito diventò l'antagonista di Metal Gear, Snake's Revenge e Metal Gear 2: Solid Snake) e Venom Snake.

  • Solid Snake (vero nome David): figlio di Big Boss, fratello gemello di Liquid Snake e fratello di Solidus Snake. È nato nel progetto Les Enfants Terribles, progetto di clonazione per creare il soldato perfetto clonando "il miglior combattente del XX secolo".
  • Raiden (vero nome Jack): nasce in Liberia e a 6 anni partecipa alla guerra civile negli anni '80, a 10 anni passò al comando della cosiddetta unità dei ragazzini, facendosi conoscere come Demone Bianco e Jack lo squartatore fino a quando non viene recuperato da una ONG.
  • Big Boss/ Naked Snake (vero nome John): padre di Solid Snake, di Liquid Snake e di Solidus Snake e allievo prediletto di The Boss, eroina leggendaria della Seconda Guerra Mondiale. In seguito Big Boss diventa l'antagonista di Metal Gear, Snake's Revenge e Metal Gear 2: Solid Snake. Dopo la missione Snake Eater si guadagnò il titolo di Big Boss. Viene considerato da tutti "una leggenda sul campo di battaglia", rispettato da tutto il suo esercito e amato da tutti i soldati nel mondo. Dopo aver lasciato i Patriots diventa mercenario a capo dei Militaires Sans Frontières, poi di Outer Heaven e poi Zanzibar Land. In Metal Gear Solid V: The Phantom Pain si fa sostituire dal suo "fantasma" Venom Snake, che guida i Diamond Dogs.
  • Venom Snake: protagonista di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. È detto anche il "fantasma di Big Boss" ed è un sosia del Big Boss originale: grazie a un intervento di chirurgia plastica al volto, affinché diventasse identico a Big Boss, con l'induzione di falsi ricordi in modo che al suo risveglio credesse di essere Big Boss. Venom Snake è il medico che, nel finale di Metal Gear Solid V: Ground Zeroes, estrae una bomba dal ventre di Paz; tuttavia nel corpo della ragazza si trova anche una seconda bomba, che esplode poco dopo: in quel momento Venom Snake si pone fra l'esplosione e Big Boss, per salvare la vita a quest'ultimo.

Considerando anche i titoli non canonici, un ulteriore protagonista è lo Snake di Metal Gear Acid 2, che nella parte finale del gioco si scopre essere un clone di Solid Snake, il quale sarebbe morto anni prima.

Antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Big Boss (vero nome John): antagonista di Metal Gear, Snake's Revenge e Metal Gear 2: Solid Snake (in precedenza protagonista di Metal Gear Solid 3: Snake Eater, Metal Gear Solid: Portable Ops, Metal Gear Solid: Peace Walker e Metal Gear Solid V: Ground Zeroes). Padre di Solid Snake, di Liquid Snake e di Solidus Snake e allievo prediletto di The Boss. Capo di Outer Heaven e poi di Zanzibar Land.
  • Liquid Snake (vero nome Eli): antagonista di Metal Gear Solid. Figlio di Big Boss, fratello gemello di Solid Snake e fratello di Solidus Snake, nato anch'egli nel progetto Les Enfants Terribles. Egli odia il fratello, poiché crede di aver ricevuto soltanto i geni recessivi del padre, al contrario di Snake che avrebbe ricevuto quelli dominanti.
  • Augustine Eguabon: antagonista di Metal Gear: Ghost Babel.
  • Solidus Snake (vero nome George Sears): antagonista di Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty. Fratello di Solid Snake e Liquid Snake.
  • I Patriots: sono un gruppo di 12 persone che comandano gli Stati Uniti d'America. La loro età secondo i dati estrapolati da G.W. è di oltre cento anni, inoltre tutti e 12 vengono dichiarati morti. Controllano tutto: niente è deciso senza il loro giudizio e agiscono in incognito usando agenti per controllare la nazione come lo stesso presidente statunitense.
    • Membri fondatori
      • Zero (vero nome David Oh): il leader
      • Ocelot (vero nome Adamska): l'informatore
      • Big Boss (vero nome John): l'icona
      • Sigint (vero nome Donald Anderson): il tecnico
      • Para-Medic (vero nome Clark): la scienziata
      • EVA: la spia
  • Volgin (nome completo Yevgeny Borisovitch Volgin): antagonista di Metal Gear Solid 3: Snake Eater. È il beneficiario della famosa Eredità dei Filosofi di cui fa uso per sviluppare nuove tecnologie come l'Hind-D e per reclutare un'armata al fine di sorvegliare gli scienziati sequestrati per la realizzazione del progetto Shagohod. Suo padre è stato un comandante russo che ha sottratto, poiché ne è stato amministratore diretto, il denaro dei Filosofi (noti, in seguito, come Patriots). Ricompare in The Phantom Pain.
  • Koppelthorn: antagonista di Metal Gear Ac!d 2.
  • Gene: antagonista di Metal Gear Solid: Portable Ops. Divenne il leader della FOX dopo la partenza di Snake e cerca di stabilire la sua propria nazione militare. Egli è un prodotto del progetto che mirava a creare artificialmente il comandante perfetto.
  • Liquid Ocelot/Revolver Ocelot (vero nome Adamska): antagonista di Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots.
  • Cipher/Zero/Major Zero (vero nome David Oh): leader dei Patriots. Vecchio amico di Big Boss, diventato in seguito il suo rivale.
  • The Commander: antagonista di Metal Gear Solid Mobile.
  • Hot Coldman: antagonista di Metal Gear Solid: Peace Walker.
  • Steven Armstrong: antagonista di Metal Gear Rising: Revengeance.
  • Skull Face: antagonista di Metal Gear Solid V: Ground Zeroes e Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. È l'ex vicecomandante di Zero, che all'epoca di Snake Eater lo mise a capo di un'unità speciale, la XOF, per supportare nell'ombra la FOX.

Ordine cronologico della serie[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita temporale dei vari giochi della serie di Metal Gear non segue l'ordine cronologico degli eventi della stessa saga. Qui sotto viene riportata una tabella che riporta cronologicamente i giochi seguendo l'evolversi della serie.

Videogioco Anno d'ambientazione Protagonisti Antagonisti Anno d'uscita Canonicità
Antagonisti principali Antagonisti dietro le quinte
Metal Gear Solid 3: Snake Eater
(Metal Gear Solid 3: Subsistence)
1964 Big Boss Volgin

The Boss

Ocelot 2004
(2005)
Canonico
Metal Gear Solid: Portable Ops 1970 Gene Ocelot

Zero

2007 Semi-canonico
Metal Gear Solid: Peace Walker 1974 Hot Coldman
Vladimir Aleksandrovich Zadornov
Paz Ortega Andrade
Cipher 2010 Canonico
Metal Gear Solid V: Ground Zeroes 1975 Skull Face 2014 Canonico
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain 1984 Venom Snake 2015 Canonico
Metal Gear 1995 Solid Snake Big Boss alias Venom Snake Zero 1987 Canonico
Metal Gear: Snake's Revenge 1998 Big Boss 1990 Non canonico
Metal Gear 2: Solid Snake 1999 1990 Canonico
Metal Gear: Ghost Babel 2002 Augustine Eguabon
Black Arts Viper
Brian McBride 2000 Non canonico
Metal Gear Solid
(Metal Gear Solid: The Twin Snakes)
(Metal Gear Solid: Digital Graphic Novel)
2005 Liquid Snake George Sears 1998
(2004)
(2006)
Canonico
Metal Gear Solid Mobile Tra il 2005 e il 2007 The Commander I Patriots
(Attraverso il VR)
2008 Non canonico
Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty
(Metal Gear Solid 2: Substance)
(Metal Gear Solid 2: Digital Graphic Novel)
2007 (Cap. Tanker)
2009 (Cap. Plant)
Solid Snake

Raiden

Solidus Snake I Patriots
(Attraverso Ocelot)
2001
(2002)
(2008)
Canonico
Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots 2014 Old Snake Liquid Ocelot I Patriots
(Attraverso l'IA e il GW)
2008 Canonico
Metal Gear Ac!d 2016 Solid Snake 2004 Non canonico
Metal Gear Rising: Revengeance 2018 Raiden Steven Armstrong World Marshall PMC

Desperado Enforcement LLC.

2013 Semi-canonico
Metal Gear Ac!d 2 Vari anni dopo il 2016 Snake Koppelthorn Wiseman 2005 Non canonico

Altri adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo la release della versione originale di Metal Gear per MSX2, Konami pubblicò un adattamento del gioco per il Nintendo Famicom e per il Nintendo Entertainment System in Occidente. Fu il primo Metal Gear uscito in Nord America. La versione per NES fu realizzata senza la supervisione di Hideo Kojima e contiene molti cambiamenti, incluso un differente level design e la mancanza del Metal Gear come boss di fine gioco. Lo stesso Hideo Kojima ha ammesso che la versione NES/Famicom di Metal Gear è differente rispetto alla versione originale per MSX. Fu realizzata senza la sua direzione e lui stesso trova il gioco abbastanza complicato da portare a termine. La versione NES fece da base per i le due versioni per computer americani pubblicate nel 1990, una per l'IBM PC e l'altra per il Commodore 64. La versione per il Famicom fu messa in commercio per Gamecube come parte del bundle giapponese di The Twin Snakes.

Nel 2000 Konami rese disponibile una versione dell'originale Metal Gear Solid per PC adattata da Microsoft Game Studios. Questo adattamento era in realtà basato su Metal Gear Solid Integral e contiene sia il gioco originale, sia il disco delle missioni VR. Fu realizzato anche una versione del bleemcast per rendere compatibile Metal Gear Solid sul Sega Dreamcast.

Nel 2002 Metal Gear Solid 2: Substance uscì su PS2 e Xbox; in seguito, nel 2003, uscì anche su PC.

Nel 2004 furono realizzate versioni per telefoni cellulari di Metal Gear e Metal Gear 2 basate sulle versioni originali per MSX2. Questi due adattamenti sono inclusi in Metal Gear Solid 3: Subsistence.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Un film tratto dai videogiochi Metal Gear è stato annunciato nel maggio 2006 da Hideo Kojima, creatore della serie.[6] A una conferenza dell'Electronic Entertainment Expo Kojima dichiarò di essersi messo in contatto con alcuni studi cinematografici di Hollywood per trovare un finanziatore.[7] L'Alaska è stata considerata come possibile location, viste anche le ambientazioni dei videogiochi.[8]

David Hayter, il doppiatore americano di Solid Snake, ha presentato una personale sceneggiatura,[9] ma non si sono più avute notizie al riguardo. Con l'immissione della Sony Pictures Entertainment nel progetto, Michael De Luca è stato incaricato come produttore[10], e proprio lui ha richiesto Kurt Wimmer come regista e sceneggiatore,[11] il quale ha tuttavia rigettato l'offerta dopo esser stato più volte incline ad accettare l'incarico.[12] Dopo la fuoriuscita di Wimmer, Kojima aveva preso in considerazione Paul W.S. Anderson[13] (Resident Evil), scelta osteggiata e infine vinta da De Luca.[14]

L'attore Christian Bale si era detto interessato al ruolo di Solid Snake, il protagonista.[14]

Dopo mesi di titubanze e smentite, nel gennaio 2010 il film è stato ufficialmente annullato a seguito delle continue e forti divergenze avute tra la Konami – in particolare nella figura di Hideo Kojima – e la Sony circa la realizzazione del film.[15][16][17]

In occasione dell'evento celebrativo per i venticinque anni della saga tenutosi il 30 agosto 2012 a Tokyo, Kojima ha annunciato la produzione di un film in corso presso gli studi Columbia Pictures assieme alla Arad Productions, affidata a Avi e Ari Arad. Il capitolo della saga da trasporre sarà sempre Metal Gear Solid.[18][19] Parlandone anche all'Eurogamer expo dello stesso anno, Kojima afferma di puntare su un attore sconosciuto in ascesa per il ruolo di Solid Snake (inizialmente lo stesso Kojima aveva pensato a Hugh Jackman) e che non avrebbe preso parte alla regia, produzione o sceneggiatura, ma piuttosto alla supervisione.[20] Avi Arad ha dichiarato in una intervista rilasciata l'11 aprile 2014 che sono appena iniziati i lavori sullo script e la ricerca di un regista.[21] La ricerca di uno sceneggiatore si è infine concretizzata con Jay Basu,[22] mentre quella del regista con Jordan Vogt-Roberts.

Metal Gear Solid: Philanthropy[modifica | modifica wikitesto]

È stato realizzato un film non-profit intitolato Metal Gear Solid: Philanthropy ispirato al videogioco dalla compagnia italiana Hive Division.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Game Republic N. 135, febbraio 2012
  2. ^ KOJIMA PRODUCTION "NEXT", konami.jp, 26 maggio 2009.
  3. ^ (JA) Famitsu PSP + PS3, July 2009, pp. 12-17.
  4. ^ Kotaku - First Big Boss, And Then Raiden (With Censored Kojima Interview), kotaku.com, 26 maggio 2009.
  5. ^ Metal Gear Next Update; The censors win this round, uk.ps3.ign.com, 27 maggio 2009.
  6. ^ (EN) Tom Bramwell, Kojima confirms MGS movie, Eurogamer, 2 maggio 2006.
  7. ^ (EN) Tor Thorsen, E3 06: Live-action Metal Gear Solid movie confirmed, GameSpot, 10 maggio 2006.
  8. ^ Metal Gear Solid: The Movie, JeuxFrance.com, 30 aprile 2006.
  9. ^ (EN) Metal Gear Solid Movie Exclusive, IGN, 14 maggio 2007.
  10. ^ Metal Gear Solid al cinema!, Cineblog, 9 febbraio 2007. URL consultato il 27 marzo 2009.
  11. ^ (EN) EXCL: Kurt Wimmer Adapting Metal Gear Solid? - ComingSoon.net
  12. ^ (EN) [1]
  13. ^ (EN) Kotaku.com: Metal Gear Movie Update
  14. ^ a b (EN) Paul Thomas Anderson is NOT directing METAL GEAR SOLID
  15. ^ (IT) 'Metal Gear Solid': il film si farà?, Silenzio-In-Sala.com. URL consultato il 10 agosto 2011.
  16. ^ (IT) Addio al film di Metal Gear Solid - BadTaste.it - il nuovo gusto del cinema!
  17. ^ (EN) Exclusive: Producer Mike De Luca Says It's Game Over for a METAL GEAR SOLID Movie - Collider.com
  18. ^ Annunciato il film di Metal Gear Solid
  19. ^ Il film di Metal Gear Solid, comunicato ufficiale
  20. ^ Un attore non noto nei panni di Solid Snake
  21. ^ Aggiornamenti sul FILM di Metal Gear Solid, parla il producer
  22. ^ Metal Gear Solid: il film della Sony ora ha uno sceneggiatore

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]