GameStop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
GameStop Corporation
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
Borse valoriNYSE: GME
ISINUS36467W1099
Fondazione1984 (come Babbage's) a Dallas[1]
Chiusura2020
Sede principaleGrapevine
Persone chiave
Settoregrande distribuzione organizzata
Prodottivideogiochi
Fatturato9,55 miliardi $[3] (2011)
Dipendenti45.000+[3]
Slogan«Power To The Players»
Sito webwww.gamestop.com/

GameStop Corporation, noto semplicemente come GameStop, è un'azienda statunitense con sede nella città di Grapevine (Texas). È il più grande rivenditore di videogiochi nuovi e usati nel mondo,[4] ma si occupa anche della vendita di accessori per videogiochi, console ed altri apparecchi elettronici, nonché di giochi da tavolo.

Informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Negozio di GameStop a Cleveland.

La compagnia conta più di 6.000 negozi dislocati in 17 paesi diversi.[4][5] I negozi operano sotto i marchi GameStop, Software Etc., FuncoLand ed EB Games (quest'ultimo è entrato in GameStop nel 2005 in seguito ad una fusione).[1] GameStop è presente anche sul web attraverso gli e-commerce GameStop.com ed EBgames.com, tramite il magazine Game Informer (anche in formato cartaceo) ed il sito internet Kongregate. Dal novembre del 2009 è attivo anche in Italia il sito di e-commerce GameStop.it.

GameStop vende anche accessori come telecomandi Wii o DualShock per PlayStation prodotti da GameStop stessa. GameStop possiede inoltre 4 tipi di Cards che fanno accedere a sconti sempre più alti: "Gamestop Card+level1","Gamestop Card+level2","GameStop Card+level3" e "GameStop Card+epic". I giochi o gli accessori usati possono essere rivenduti, il prezzo è poi deciso in base ad una quotazione di mercato dei giochi o degli accessori.

Collaborazioni e fondazioni[modifica | modifica wikitesto]

GameTrust Games[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2016 GameStop ha annunciato una collaborazione con Insomniac Games per il videogioco Song of the Deep. Il dirigente di GameStop Mark Stanley ha detto che voleva aiutare la catena ad avere una comunicazione più diretta con i giocatori, che quindi doveva espandersi ad altri accordi di distribuzione simili con altri sviluppatori se Song of the Deep avesse avuto successo[6]; effettivamente ad aprile 2016 GameStop ha annunciato che stava formalmente creando la divisione "GameTrust Games" all'interno dell'azienda per fungere da editore per sviluppatori di medie dimensioni. Oltre a Insomniac Games, GameTrust ha annunciato che stava lavorando con Ready at Dawn, Tequila Softworks e Frozenbyte per preparare altri titoli da pubblicare entro la fine del 2016[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Storia dell'azienda, su news.gamestop.com (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  2. ^ a b c d (EN) Consiglio di amministrazione dell'azienda phx.corporate-ir.net
  3. ^ a b (EN) Foglio degli avvenimenti della società Archiviato il 14 agosto 2012 in Internet Archive. news.gamestop.com
  4. ^ a b (EN) Informazioni su GameStop Archiviato il 17 agosto 2012 in Internet Archive. GameStop.com
  5. ^ I negozi Gamestop sono presenti in Australia, Austria, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti
  6. ^ (EN) John Gaudiosi, Why GameStop Partnered with Insomniac Games, su Fortune, 28 gennaio 2016. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Bryant Francis, GameStop announces publishing division GameTrust, su Gamasutra, 18 aprile 2016. URL consultato l'11 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168301102 · LCCN (ENno2011024418 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011024418