Ready at Dawn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ready at Dawn Studios
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione2003
Fondata da
  • Didier Malenfant
  • Andrea Pessino
  • Ru Weerasuriya
Sede principaleIrvine
GruppoOculus VR, LLC
SettoreInformatico
ProdottiVideogiochi
Sito webwww.readyatdawn.com/

Ready at Dawn è un'azienda statunitense dedita allo sviluppo di videogiochi con sede nella città di Irvine, fondata nel 2003 da Andrea Pessino, Didier Malenfant e Ru Weerasuriya, ex dipendenti di Blizzard Entertainment e Naughty Dog.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 annunciano di stare lavorando ad un nuovo engine per le console Sony PlayStation 3 e Sony PSP.

In occasione dell'E3 2013 la compagnia presenta il suo nuovo progetto in esclusiva PlayStation 4: The Order: 1886.[1]

Il 27 maggio 2014 la compagnia annuncia lo slittamento di The Order: 1886 ai primi mesi del 2015. Il motivo del rinvio è spiegato da Ru Weerasuriya come indispensabile per poter raggiungere la qualità e le promesse fatte dal team ai giocatori.

Il 22 giugno 2020 Ready at Dawn viene acquisita da Oculus VR[2], a sua volta acquisita da Facebook a marzo 2014[3], il che provoca la sospensione dei progetti di sviluppo per Lone Echo II (successivamente ripresi[2][4][5]) e per un possibile seguito di The Order: 1886[2][4][5].

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Data di uscita Piattaforma
Daxter 14 marzo 2006 PlayStation Portable
God of War: Chains of Olympus 4 marzo 2008 PlayStation Portable
Ōkami 15 aprile 2008 Nintendo Wii
God of War: Ghost of Sparta 2 novembre 2010 PlayStation Portable
God of War: Origins Collection 13 settembre 2011 PlayStation 3
The Order: 1886 20 febbraio 2015 PlayStation 4
De-formers 21 aprile 2017 PlayStation 4, Xbox One, Windows
Lone Echo 20 luglio 2017 Oculus Rift
Echo Arena 20 luglio 2017 Oculus Rift
Echo Combat 15 novembre 2018 Oculus Rift
Lone Echo 2 12 ottobre 2021 Oculus Rift

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annunciato The Order: 1886 per PS4, su ign.com. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  2. ^ a b c (MUL) Mike Verdu, VP, AR/VR Content at Facebook, Welcoming Ready At Dawn to Facebook, su oculus.com, 22 giugno 2020. URL consultato il 10 gennaio 2021.
  3. ^ (EN) Chris Welch, Facebook buying Oculus VR for $2 billion, su The Verge, 25 marzo 2014. URL consultato il 10 gennaio 2020.
  4. ^ a b Matteo Zibbo, Ready At Dawn acquisito da Facebook: lo studio di The Order 1886 entra negli Oculus Studios, su Eurogamer Italia, 23 giugno 2020. URL consultato il 10 gennaio 2021.
  5. ^ a b Michele Galluzzi, Ready at Dawn acquisita da Facebook: quale futuro per The Order?, su Everyeye.it, 23 giugno 2020. URL consultato il 10 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137630181 · BNF (FRcb151159974 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-137630181