L'invincibile Iron Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'invincibile Iron Man
L'invincibile Iron Man.png
Titolo originale
Titolo originaleThe Invincible Iron Man
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2007
Durata83 min
Rapporto1,78:1
Genereanimazione, azione, avventura, fantascienza
RegiaPatrick Archibald, Jay Oliva
SoggettoAvi Arad, Greg Johnson, Craig Kyle
SceneggiaturaGreg Johnson
ProduttoreFrank D. Paur
Produttore esecutivoAvi Arad, Craig Kyle, Eric S. Rollman
Casa di produzioneMarvel Studios, MLG Productions
Distribuzione in italianoEagle Pictures
MontaggioGeorge Rizkallah
MusicheGuy Michelmore
StoryboardLynell Forestall, Sam Liu
Character designFrank Paur
AnimatoriJu C. Jung, Hun Park
SfondiRussell Chong
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

L'invincibile Iron Man è un film animato basato sul popolare eroe dei fumetti Marvel Comics distribuito in DVD nel 2007. Prodotto dai Marvel Studios e dalla Lions Gate Entertainment, il film ricostruisce le origini del personaggio in maniera leggermente diversa dal fumetto originale. In particolare sono stati inseriti più dettagli a sfondo magico e mistico e il luogo dove Tony Stark[1][2] subisce l'attentato è stato spostato dalla Corea/Afghanistan (luoghi canonici e canonizzati del e dal fumetto) in Cina.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony Stark, miliardario, playboy e inventore, è il figlio di Howard Stark, il capo della Stark Enterprises, le cui fabbriche si concentrano principalmente sulle nuove tecnologie, in particolare nella progettazione di armi. È assistito da James "Rhodey" Rhodes, ex medico militare, ingegnere e anche il suo migliore amico.[3]

Per riportare i soldi alle sue società, Tony Stark ha firmato un contratto con i partner cinesi per utilizzare le tecnologie Stark per ripristinare un'antica città affondata sotto le sabbie. Il suo amico Rhodey è sulla scena ma durante la desensibilizzazione dalla città, vengono regolarmente attaccati con crescente violenza da un gruppo di terroristi: i Jade Dragons, che hanno combattuto per anni per un nuovo avvento della città, non hanno luogo. Tuttavia, alla fine riemerse e, per trovare una soluzione tecnologica, i draghi della giada rapiscono Rhodey per attirare Tony sul posto. Arrivato in Cina, anche se protetto in un veicolo corazzato e blindato, Stark viene espulso e colpito da una scheggia. Quando si sveglia, si trova in una stanza segreta, tenuta artificialmente in vita da una macchina che gli fa battere il cuore e si prende cura di James. Una donna misteriosa, Li Mei, appartenente ai Draghi di Giada, sembra avere dei sentimenti su di lui che vuole aiutarlo. Un vecchio saggio, Ho Yi, che ha aiutato la guarigione di Tony. Quando il suo tempio viene ripulito dalle sabbie, le quattro forze elementali, protettori delle quattro alleanze, si svegliano per tornare ai resti degli antichi Dragoni di Giada, così che con il quinto riescano a riportare in vita il Mandarino. Convinti di essere uccisi quando scopriranno come riesumare la città, Tony e Rhodey costruiscono segretamente un ex-armatura per fuggire. Ritornati negli Stati Uniti, entrambi sono perseguiti dai servizi segreti per aver fornito delle armi ai terroristi, usano deitrucchi per entrare nei locali della Stark Enterprises, dove Tony rivela tutti le suearmature che ha costruito in segreto. Originariamente progettate per l'esplorazione e il lavoro pesante, le serviranno per combattere le forze elementali ed eliminare il Mandarino.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito[4] negli Stati Uniti il 23 gennaio 2007[5] e in Francia il 1°luglio 2009.[6]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in Italia dalla Eagle Pictures il 28 ottobre 2009. Il doppiaggio fu eseguito dallo Studio Emme e diretto da Valter Polini su dialoghi di Sergio Luzi.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

David Cornelius di eFilmCritic.com ha dichiarato: "È abbastanza per abbattere i fan fino all'arrivo del film d'azione"[7]. Todd Gilchrist di IGN ha affermato che "ci sono alcuni grandi dettagli che danno vita a questa storia", concludendo che il film è "non del tutto invincibile, ma per un film su un ragazzo fatto di ferro è piuttosto difficile.[8]" Mike Pinsky di DVD Verdict ha detto che "il primo atto richiede molto tempo per andare avanti", "i cattivi non hanno personalità di sorta" e "il design art e il frame rate dell'animazione è in realtà migliore della media dei cartoni televisivi. "Pinsky ha aggiunto che" ci sono dei bei tocchi "e" il terzo atto genera qualche suspense ", ma ha concluso che" dati tutti questi ostacoli, io Non so se anche Iron Man potrebbe vincere questa battaglia." Todd Douglass Jr. di DVD Talk ha detto, "Mi sono divertito a guardare L'invincibile Iron Man , ma non ha aperto nuove porte per me come un fan di Iron Man. Fin dall'inizio la storia è stata piuttosto semplice e prevedibile, anche se alcuni colpi di scena hanno reso l'avventura emozionante lungo la strada. Alcuni degli sviluppi del personaggio mi sono anche sentiti obbligati a cose che semplicemente accadevano senza altra ragione se non quella di favorire la trama. "Ha concluso Douglass," Alla fine,L'invincibile Iron Mandovrebbe essere considerato un risultato dai fan dei fumetti. La solida avventura presenta un sacco di azione e una ricca atmosfera da fumetto che ti lascerà desiderare più DVD proprio come loro."[9]

Marvel Animated Features[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Marvel Animated Features.

Questo film fa parte della Marvel Animated Features (MAF) è una serie di otto film d'animazione direct-to-video realizzati da MLG Productions, una joint venture tra Marvel Studios (successivamente Marvel Animation) e Lions Gate Entertainment.[10][11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) WWC, Day 2 - "Ultimate Avengers" Panel, DVD in February, 2006, su www.cbr.com.
  2. ^ (EN) Marvel Movie Age: The Invincible Iron Man, su marvel.toonzone.net.
  3. ^ (EN) 'Invincible Iron Man', su icv2.com.
  4. ^ The Invincible Iron Man (Video 2007) - IMDb.
  5. ^ (EN) Arnold Thomas K., Lionsgate sets 'Invincible Iron Man', su The Hollywood Reporter, 3 novembre 2006.
  6. ^ (FR) AlloCine, Achat Iron Man en DVD - AlloCiné.
  7. ^ (EN) Movie Review - Invincible Iron Man, The - eFilmCritic, su www.efilmcritic.com.
  8. ^ (EN) The Invincible Iron Man, su IGN.
  9. ^ (EN) Invincible Iron Man, su DVD Talk.
  10. ^ (EN) Rick DeMott, Ratatouille Cooks Up Most Annie Nominations, su Animation World Network, 3 dicembre 2007.
  11. ^ Comics Continuum: Marvel Animation, su www.comicscontinuum.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]