Laura Harrier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Laura Harrier al Festival di Cannes 2018

Laura Harrier (Chicago, 28 marzo 1990) è un'attrice e modella statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Laura Harrier inizia la sua carriera come modella, lavorando in campagne pubblicitarie per American Eagle, L'Oréal, Target, Macy's e Garnier,[1] e apparendo in riviste come Cosmopolitan, Elle e Glamour.[2]

Nel 2013 entra nel cast della soap opera statunitense Una vita da vivere, dove ha interpretato il personaggio di Destiny Evans, sostituendo l'attrice Shenell Edmonds che aveva interpretato il personaggio tra il 2009 e il 2012.[3]

Nel 2016 viene scelta come interprete dell'avvenente Liz, l'interesse amoroso di Peter Parker nel film Spider-Man: Homecoming, uscito nelle sale l'anno seguente.[4][5]

Nel 2018 è Patrice Dumas, la bellissima ragazza a capo del movimento studentesco nero di Colorado Springs, di cui si innamora il protagonista Ron Stallworth (John David Washington), in BlacKkKlansman di Spike Lee.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Laura Harrier è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Interview: One Life To Live’s Laura Harrier, su SheKnows.com, 3 luglio 2013. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Laura Harrier, la ragazza amata da Spider-Man, su Panorama, 9 dicembre 2016. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  3. ^ (EN) Exclusive! ‘One Life to Live’ Casts Its New Destiny, su Soap Opera Network, 20 febbraio 2013. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  4. ^ Mirko D'Alessio, Spider-Man: Homecoming, scelti due compagni di scuola di Peter Parker, su BadTaste.it, 16 aprile 2016. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  5. ^ (EN) Chris Arrant, Confirmed: Flash Thompson, Liz Allan, Ned Leeds Actors For Spider-Man: Homecoming, While Zendaya Still Mum, su Newsarama.com, 23 luglio 2016. URL consultato l'11 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]