Zoe Saldana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zoe Saldana nel 2016

Zoe Saldana, nata Zoe Yadira Saldaña Nazario e nota dopo il matrimonio anche come Zoe Saldana Perego (Passaic, 19 giugno 1978), è un'attrice, ballerina e modella statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e adolescenza[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel New Jersey da Aridio Saldaña, dominicano, e da Asalia Nazario, portoricana, è cresciuta nel Queens di New York. Parla correntemente spagnolo e inglese. All'età di nove anni perde suo padre in un incidente stradale così, assieme alla madre e alle sorelle, si trasferisce nella Repubblica Dominicana. Incomincia a studiare balletto in una prestigiosa scuola e poi ritorna negli Stati Uniti al secondo anno di scuola superiore e comincia a studiare recitazione; per mantenersi lavora come cassiera al Burger King.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il suo esordio avviene nel 1999 in un episodio di Law & Order - I due volti della giustizia; grazie alla sua esperienza come ballerina ottiene agevolmente la parte in Il ritmo del successo, il primo film incentrato sul mondo della danza. In seguito recita al fianco di Britney Spears in Crossroads - Le strade della vita e ottiene un piccolo ruolo in La maledizione della prima luna. Nel 2002 recita in Drumline dove interpreta una ragazza amante della danza nella fittizia università A&T di Atlanta e dove diventa la ragazza del protagonista Nick Cannon. Nel 2004 interpreta l'agente Torres in The Terminal, dove fa perdere la testa a Diego Luna. Nel 2005 recita al fianco di Ashton Kutcher nella commedia Indovina chi, remake a ruoli invertiti di Indovina chi viene a cena? del 1967. Dopo aver preso parte al film Prospettive di un delitto, interpreta Uhura in Star Trek di J. J. Abrams.

Nel 2009 esce il kolossal di James Cameron Avatar, dove Saldana interpreta il ruolo di Neytiri, principessa dei Na'vi. Il film riesce a incassare 2.7 miliardi di dollari, diventando quello con più incassi nella storia ma venendo poi superato nel 2019 da Avengers: Endgame.[2] Saldana riprenderà il suo ruolo di Na’vi in Avatar 2 e Avatar 3.[3] Nel 2010 viene scelta da Calvin Klein come testimonial della campagna Underwear autunno/inverno 2010/2011.[4] Nel 2011 interpreta la protagonista del film Colombiana di Olivier Megaton. Nel 2013 fa parte del cast del film Il fuoco della vendetta,[5] diretto da Scott Cooper. Nell'aprile 2014 viene scelta come volto di L'Oréal[6] e nello stesso anno viene scelta dal regista James Gunn per interpretare il personaggio di Gamora all'interno del Marvel Cinematic Universe, cominciando con il film Guardiani della Galassia. Nel 2017 torna a interpretare l'eroina Gamora nel film Guardiani della Galassia Vol. 2. Successivamente nel 2018 e nel 2019, reinterpreta Gamora nei film blockbuster Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. Quest'ultimi film e Avatar, le hanno fatto ottenere il record di prima attrice ad apparire in tre film che hanno incassato più di 2 miliardi di dollari ciascuno.[7]

Nel maggio 2018 riceve una stella sulla Hollywood Walk of Fame.[8]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2013 ha sposato l'artista italiano Marco Perego,[9] aggiungendo il cognome del marito al suo e dichiarando che anche il marito ha preso il suo cognome, come Perego-Saldana[10]. Il 27 novembre 2014 nascono a Los Angeles Cy Aridio e Bowie Ezio, i due figli gemelli della coppia.[11] Nel febbraio 2017 annuncia la nascita di Zen, il terzo figlio.[12]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Zoe Saldana nel 2010

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

  • Free Me di Sia (2017)

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Zoe Saldana con l'ALMA Award che ha vinto nel 2012

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Zoe Saldana è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zoe Saldana, biografia, su ecodelcinema.com. URL consultato il 19 giugno 2018.
  2. ^ All Time Worldwide Box Office Grosses, su www.boxofficemojo.com. URL consultato il 26 aprile 2019.
  3. ^ Movie Talk: James Cameron Planning 'Avatar' Trilogy, su web.archive.org, 18 gennaio 2010. URL consultato il 26 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2010).
  4. ^ Zoe Saldana per Calvin Klein Underwear, su style.it, 24 agosto 2010. URL consultato il 18 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2014).
  5. ^ Christian Bale e Zoe Saldana nelle nuove immagini di Out of the Furnace, bestmovie.it, 8 novembre 2013. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  6. ^ Zoe Saldana nuovo volto L'Oréal Paris, su elle.it, 1º aprile 2014. URL consultato il 10 ottobre 2014.
  7. ^ Zoe Saldana è diventata la prima attrice a comparire in due film da oltre due miliardi di dollari al box office, su badtaste.it. URL consultato il 15 giugno 208.
  8. ^ Zoe Saldana, la star di "Avatar" riceve la sua stella sulla Walk of Fame, su tgcom24.mediaset.it, 4 maggio 2018. URL consultato il 5 maggio 2018.
  9. ^ Zoe Saldana si è sposata in segreto - VanityFair.it
  10. ^ Zoe Saldana "Was a Gentleman," Put Marco Perego First in Kids' Names, in Us Weekly. URL consultato il 10 aprile 2017.
  11. ^ Zoe Saldana ha partorito due gemelli, su gossipblog.it, 3 gennaio 2015. URL consultato il 4 gennaio 2015.
  12. ^ Terzo figlio per l'attrice Zoe Saldana: "È nato il piccolo Zen", su today.it, 19 febbraio 2017. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  13. ^ Kids Choice Awards 2015: Ecco tutti i vincitori!, su www. gingergeneration.it. URL consultato il 20 aprile 2015.
  14. ^ a b (EN) MTV Movie Awards 2010 winners: A complete list, su nj.com, 6 giugno 2010. URL consultato il 20 ottobre 2018.
  15. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015: See The Full Winners List, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  16. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015 Winners, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  17. ^ (EN) Teen Choice Awards 2009 nominees, su latimesblogs.latimes.com, 15 giugno 2009. URL consultato il 24 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2017).
  18. ^ (EN) 2010 TEEN CHOICE AWARDS WINNERS LIST, su mtv.com, 9 agosto 2010. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  19. ^ (EN) Teen Choice Awards 2018 Winners: The Complete List, su eonline.com, 12 agosto 2018. URL consultato il 2 settembre 2018.
  20. ^ Teen Choice Awards 2019: trionfano Avengers: Endgame e Riverdale. Tutti i premi, su bestmovie.it, 12 agosto 2019. URL consultato il 23 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56821781 · ISNI (EN0000 0001 2134 3780 · LCCN (ENno2001040634 · GND (DE141389168 · BNF (FRcb14223744r (data) · WorldCat Identities (ENno2001-040634