Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

vdB 141

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


vdB 141
Nebulosa a riflessione
(Imm.: Adam Block/Mount Lemmon SkyCenter/University of Arizona)
(Imm.: Adam Block/Mount Lemmon SkyCenter/University of Arizona)
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Cefeo
Ascensione retta 21h 16m 26s[1]
Declinazione +68° 15′ 37″[1]
Coordinate galattiche l = 105,1; b = +13,2[1]
Distanza 1470[2] a.l.
(450[2] pc)
Magnitudine apparente (V) -
Dimensione apparente (V) 5' x 5'
Caratteristiche fisiche
Tipo Nebulosa a riflessione
Classe 3 2 3;[3] I[4]
Dimensioni 2,3 a.l.
(0,7 pc)
Altre designazioni
Sh2-136; LDN 1177[1]
Mappa di localizzazione
VdB 141
Cepheus IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 21h 16m 26s, +68° 15′ 37″

vdB 141 (nota anche come Sh2-136) è una nebulosa a riflessione congiunta a una nebulosa a emissione visibile nella costellazione di Cefeo.

Si individua nella parte occidentale della costellazione, circa un grado a est della celebre nebulosa NGC 7023; il periodo più indicato per la sua osservazione nel cielo serale ricade fra i mesi di luglio e dicembre ed è notevolmente facilitata per osservatori posti nelle regioni dell'emisfero boreale terrestre, dove si presenta circumpolare fino alle regioni temperate calde.

Si tratta di un globulo di Bok isolato, situato nel grande sistema nebuloso oscuro che maschera la luce della Via Lattea in direzione della costellazione di Cefeo; la sua distanza è pari a circa 450 parsec (circa 1470 anni luce).[2] Il globulo centrale è noto con la sigla CB 230; esso ospita la sorgente di radiazione infrarossa IRAS 21169+6804, associata a un oggetto stellare giovane posto al centro di un getto bipolare. Assieme a una vicina sorgente visibile nel vicino infrarosso formano una coppia di protostelle che potrebbero costituire un sistema binario. Il getto è orientato in senso nord-sud e ha una lunghezza complessiva di circa 0,06 anni luce.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Simbad Query Result, simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 24 marzo 2013.
  2. ^ a b c Massi, F.; Codella, C.; Brand, J.; Di Fabrizio, L.; Wouterloot, J., Outflows and jets from low mass protostars in Bok globules: the case of CB230, in Memorie della Società Astronomica Italiana, vol. 76, 2005, p. 400. URL consultato il 24 marzo 2013.
  3. ^ Sharpless, Stewart, A Catalogue of H II Regions., in Astrophysical Journal Supplement, vol. 4, dicembre 1959, p. 257, DOI:10.1086/190049. URL consultato il 24 marzo 2013.
  4. ^ van den Bergh, S., A study of reflection nebulae., in Astronomical Journal, vol. 71, dicembre 1966, pp. 990-998, DOI:10.1086/109995. URL consultato il 24 marzo 2013.
  5. ^ Massi, F.; Codella, C.; Brand, J., Discovery of [FeII]- and H2-emission from protostellar jets in the CB3 and CB230 globules, in Astronomy and Astrophysics, vol. 419, maggio 2004, pp. 241-247, DOI:10.1051/0004-6361:20035931. URL consultato il 24 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari