Sh2-205

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sh2-205
Nebulosa a emissione
Sh-2 205.jpg
Sh2-205
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazionePerseo
Ascensione retta03h 49m 36s[1]
Declinazione+48° 58′ 55″[1]
Coordinate galattichel = 148,5; b = -0,2[2]
Distanza2930 a.l.
(900 pc)
Magnitudine apparente (V)-
Dimensione apparente (V)120' x 30'[2]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a emissione
Classe3 2 2[2]
Dimensioni31.4 a.l.
(10 pc)
Altre designazioni
LBN 701
Mappa di localizzazione
Sh2-205
Perseus IAU.svg
Categoria di regioni H II

Coordinate: Carta celeste 03h 49m 36s, +48° 58′ 55″

Sh2-205 è una nebulosa diffusa, visibile al confine fra le costellazioni di Perseo e della Giraffa.

Nelle foto a lunga esposizione appare come una tenue nebulosa allungata in senso nord-sud, su un campo stellare oscurato in più punti per la presenza di un sistema di gas e polveri non illuminate; si trova sul bordo sudorientale di una regione fortemente oscurata della Via Lattea, ben evidente anche ad occhio nudo come un'interruzione della scia luminosa che da Cassiopea prosegue verso l'Auriga.

La nube possiede una forma irregolare e piuttosto allungata, con delle parti più luminose nel settore settentrionale, dove è presente un addensamente luminoso maggiore, e all'estremità meridionale, in corrispondenza di una regione ricca di stelle bianche e azzurre; qui si trova la stella ritenuta la principale responsabile della sua illuminazione, HD 24431, una gigante blu di classe spettrale O9III e una magnitudine pari a 6,91. Sul bordo orientale della nebulosa si osserva anche la nube Sh2-206, che però appartiene al Braccio di Perseo, mentre Sh2-205, avendo una distanza di poco inferiore a 3000 anni luce, si troverebbe sul bordo esterno del Braccio di Orione e appare in relazione all'associazione OB Cam OB1.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 14 ottobre 2009.
  2. ^ a b c Sharpless, Stewart, A Catalogue of H II Regions., in Astrophysical Journal Supplement, vol. 4, dicembre 1959, p. 257, DOI:10.1086/190049. URL consultato il 15 ottobre 2009.
  3. ^ Blitz, L.; Fich, M.; Stark, A. A., Catalog of CO radial velocities toward galactic H II regions, in Astrophysical Journal Supplement Series, vol. 49, giugno 1982, pp. 183-206, DOI:10.1086/190795. URL consultato il 15 ottobre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari