Declinazione (astronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Equatorial coordinate system (celestial).svg
La declinazione (δ) in astronomia è l'arco di meridiano celeste compreso tra la stella e l'equatore celeste.

In astronomia, la declinazione δ (spesso abbreviata in Dec) rappresenta una delle coordinate equatoriali che serve, insieme con l’ascensione retta, per determinare l’altezza di un astro sulla sfera celeste. Più specificamente è l'angolo celeste al centro della terra sotteso da un arco di meridiano celeste compreso fra l'equatore celeste e il parallelo passante per l'oggetto: è la latitudine proiettata sulla sfera celeste anziché sulla superficie terrestre. Per convenzione i punti a nord dell'equatore celeste hanno declinazione positiva, mentre quelli al di sotto hanno declinazione negativa.

In radianti e gradi vale rispettivamente, fissando t=0 il 1º gennaio:

 \delta = 0.41 \sin (4.89 + 0.20  μHz  t) = 23,45^o \sin (360^0 \frac {284d+t}{365d}),

dove d indica il periodo di un giorno siderale: la declinazione del sole è nulla l'81-esimo e il 284-esimo giorno dell'anno, detti equinozi. A causa di alcuni moti millenari della Terra (primo fra tutti la precessione degli equinozi), il sistema di coordinate della declinazione si muove nei secoli, rendendo necessario specificare l'epoca astronomica a cui ci si riferisce.

Esempi[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica