Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

IC 446

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
IC 446
Nebulosa a riflessione
IC 446.jpg
IC 446
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneUnicorno
Ascensione retta06h 31m 07s[1]
Declinazione+10° 26′ 05″[1]
Coordinate galattichel = 201,3; b = +00,3[1]
Distanza760 a.l.
(2480 pc)
Magnitudine apparente (V)-
Dimensione apparente (V)25' x 25'[1]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a riflessione
Caratteristiche rilevanticontiene vdB 79
Altre designazioni
IC 2167; LBN 898; Ced 77
Mappa di localizzazione
IC 446
Monoceros IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 06h 31m 07s, +10° 26′ 05″

IC 446 è una nebulosa a riflessione visibile nella costellazione dell'Unicorno; costituisce una delle regioni centrali dell'associazione di stelle massicce nota come Monoceros R1.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della regione di Monoceros R1.

Si individua nella parte settentrionale della costellazione, al confine con Orione e ad ovest rispetto alla Nebulosa Cono e all'ammasso dell'"Albero di Natale"; può essere osservata con un telescopio amatoriale potente munito di filtri, mentre nelle fotografie appare di grandi dimensioni. Il periodo più propizio per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra dicembre e aprile; grazie alla sua declinazione prossima all'equatore celeste, la nube può essere osservata da tutte le aree popolate della Terra, sebbene gli osservatori posti a latitudini boreali siano leggermente più avvantaggiati.

Caratteristiche e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una nube posta sul bordo di un grande complesso di gas oscuri, catalogato come B37; si trova al centro di Monoceros R1, un'associazione OB situata nella regione del Complesso nebuloso molecolare di Monoceros OB1, assieme all'associazione Monoceros OB1 e ad altre nebulose vicine. La distanza della regione è stimata sui 760 parsec (2480 anni luce), sul bordo esterno del Braccio di Orione, vicino alla zona interbraccio fra questo e il Braccio di Perseo; l'associazione Monoceros R1 conta alcune stelle azzurre di classe spettrale B e circa 7.000 M di nubi di gas e polveri;[2]

Le emissioni osservate nelle lunghezze d'onda submillimetriche sono dovute, oltre che alla stessa luminosità della nebulosa e ai globuli più densi in essa osservati, principalmente alla stella centrale della stessa nube, la variabile VY Monocerotis, una stella di pre-sequenza principale di classe spettrale B e di magnitudine 13,68, appartenente alla classe delle stelle Ae/Be di Herbig o alle T Tauri, sebbene sia meno luminosa di una T Tauri; l'età della nube sarebbe di circa 2-4 milioni di anni e in essa hanno avuto luogo fenomeni di formazione stellare, come testimoniato dalla presenza della stessa VY Mon.[3] Nella nube si osserva anche un globulo di Bok, la cui temperatura dei granuli di polvere è di circa 15 K.[4]

Sul bordo sudorientale di IC 446 è presente una piccola nube più densa, catalogata indipendentemente come vdB 79, appartenente al medesimo sistema nebuloso; al suo centro vi è HD 258973, una stella bianca di sequenza principale di magnitudine 10,06.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 30 novembre 2009.
  2. ^ Oliver, R. J.; Masheder, M. R. W.; Thaddeus, P., A new CO survey of the Monoceros OB1 region, in Astronomy and Astrophysics, vol. 315, novembre 1996, pp. 578-590. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  3. ^ Casey, S. C.; Harper, D. A., VY Monocerotis and the IC 446 region - Far-infrared and submillimeter images of a massive young stellar object and its environment, in Astrophysical Journal, Part 1, vol. 362, ottobre 1990, pp. 663-673, DOI:10.1086/169304. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  4. ^ Casey, Sean C., Emission from dust in visual reflection nebulae at infrared and submillimeter wavelengths, in Astrophysical Journal, Part 1, vol. 371, aprile 1991, pp. 183-216, DOI:10.1086/169882. URL consultato l'8 dicembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Monoceros R1, nella parte occidentale del complesso nebuloso molecolare di Monoceros OB1, con le nebulose a riflessione connesse alle stelle più brillanti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]



IC 4406.jpg    IC 444  •  IC 445  •  IC 446  •  IC 447  •  IC 448   
Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari