vdB 111

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


vdB 111
Nebulosa a riflessione
VdB 111.jpg
vdB 111
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneOfiuco
Ascensione retta17h 18m 52,8s[1]
Declinazione+06° 05′ 07″[1]
Coordinate galattichel = 27,7; b = +23,3[2]
Distanza455 a.l.
(140 pc)
Magnitudine apparente (V)6,53 (stella centrale)[2]
Dimensione apparente (V)12' x 12'[2]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a riflessione
Mappa di localizzazione
VdB 111
Ophiuchus IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 17h 18m 52.8s, +06° 05′ 07″

vdB 111 è una nebulosa a riflessione visibile nella costellazione dell'Ofiuco.

Si individua nella parte settentrionale della costellazione, a circa 6,5° in direzione WNW rispetto alla stella Cebalrai (β Ophiuchi); la nube circonda una stella di sesta magnitudine, nota come HD 156697, una gigante gialla di classe spettrale F1III/IV[1] leggermente variabile: si tratta infatti di una variabile Delta Scuti che oscilla di appena due decimi di magnitudine con un periodo di circa due ore (0,1874 giorni), avente anche la sigla V2112 Ophiuchi.[3] La nube che la circonda brilla a causa della riflessione della luce della sua stella centrale.

Con una parallasse pari a 7,17 mas,[4] la distanza della stella risulta essere di circa 140 parsec (455 anni luce), quindi alla medesima distanza di altre nebulose ionizzate situate più a sud, come Sh2-24, legata alle lunghe nubi oscure MBM 57 e MBM 151, e Sh2-36, legata ad una bolla di gas in espansione. I complessi nebulosi della regione, responsabili dell'oscuramento della Via Lattea in direzione dell'Ofiuco, sono fra i più vicini in assoluto al sistema solare; attraverso studi condotti a più lunghezze d'onda, si è scoperto che essi sono orientati a formare dei lunghi filamenti.[5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 29 marzo 2010.
  2. ^ a b c van den Bergh, S., A study of reflection nebulae., in Astronomical Journal, vol. 71, dicembre 1966, pp. 990-998, DOI:10.1086/109995. URL consultato il 29 marzo 2010.
  3. ^ AAVSO - query form, su result for V2112 Ophiuchi. URL consultato il 29 marzo 2010.
  4. ^ VizieR services - star catalogues, su result for HD 156697. URL consultato il 29 marzo 2010.
  5. ^ Penprase, B. E., Photometric and spectroscopic analysis of high galactic latitude molecular clouds. II - High-resolution spectroscopic observations of NA I, CA II, CA I, CH, and CH(+1), in Astrophysical Journal Supplement Series, vol. 88, nº 2, ottobre 1993, pp. 433-475, DOI:10.1086/191829. URL consultato il 29 marzo 2010.
  6. ^ Magnani, L.; Blitz, L.; Mundy, L., Molecular gas at high Galactic latitudes, in Astrophysical Journal, Part 1, vol. 295, ottobre 1985, pp. 402-421, DOI:10.1086/163385. URL consultato il 29 marzo 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari