vdB 27

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


vdB 27
Nebulosa a riflessione
VdB 27.jpg
vdB 27
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneToro
Ascensione retta04h 21m 57s[1]
Declinazione+28° 26′ 36″[1]
Coordinate galattichel = 169,3; b = -14,9[2]
Distanza435 a.l.
(133 pc)
Magnitudine apparente (V)10,19 var. (stella centrale)[2]
Dimensione apparente (V)2,8' x 2,8'[2]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a riflessione
Mappa di localizzazione
VdB 27
Taurus IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 04h 21m 57s, +28° 26′ 36″

vdB 27 è una nebulosa a riflessione visibile nella costellazione del Toro.

Si individua circa due gradi a NNE della stella φ Tauri, che essendo di magnitudine 4,9 è ben visibile ad occhio nudo sotto un cielo non inquinato; appare sul bordo di una nebulosa oscura catalogata come B214 ed è illuminata dalla radiazione della stella variabile RY Tauri, una stella T Tauri (dunque molto giovane) dalla velocità di rotazione molto elevata. La nebulosa appare di un colore marcatamente bluastro.

La stella RY Tauri ha una luminosità variabile, che si ripercuote sulla nebulosa, diventando anch'essa variabile; delle osservazioni condotte sulla banda dell' mostrano che dalla stella si genera un getto orientato perpendicolarmente al disco di accrescimento che la stella possiede.[3] Osservazioni registrate su una scala temporale molto ampia mostrano che la stella cambia il suo colore apparente, diventando bluastra quando la sua luminosità aumenta e rossastra quando diminuisce; inoltre la magnitudine della sua polarizzazione indica che la stella viene parzialmente oscurata dalla nebulosa circostante.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 15 ottobre 2009.
  2. ^ a b c van den Bergh, S., A study of reflection nebulae., in Astronomical Journal, vol. 71, dicembre 1966, pp. 990-998, DOI:10.1086/109995. URL consultato il 14 ottobre 2009.
  3. ^ Schegerer, A. A.; Wolf, S.; Ratzka, Th.; Leinert, Ch., The T Tauri star RY Tauri as a case study of the inner regions of circumstellar dust disks, in Astronomy and Astrophysics, vol. 478, nº 3, febbraio 2008, pp. 779-793, DOI:10.1051/0004-6361:20077049. URL consultato il 20 ottobre 2009.
  4. ^ Beck, Tracy L.; Simon, M., The Variability of T Tauri, RY Tauri, and RW Aurigae from 1899 to 1952, in The Astronomical Journal, vol. 122, nº 1, luglio 2001, pp. 413-417, DOI:10.1086/321133. URL consultato il 20 ottobre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari