vdB 102

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


vdB 102
Nebulosa a riflessione
VdB 102.jpg
vdB 102
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneScorpione
Ascensione retta16h 20m 04s[1]
Declinazione-20° 02′ 42″[1]
Coordinate galattichel = 355,5; b = +20,9[2]
Distanza467 a.l.
(143 pc)
Magnitudine apparente (V)7,36 (stella centrale)[2]
Dimensione apparente (V)2,4' x 2,4'[2]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a riflessione
Mappa di localizzazione
VdB 102
Scorpius IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 16h 20m 04s, -20° 02′ 42″

vdB 102 è una nebulosa a riflessione visibile nella costellazione dello Scorpione.

Si individua nella parte settentrionale della costellazione, a nord di Antares; si tratta della parte più luminosa della grande nube di gas e polveri che si estende in senso est-ovest nei pressi della stella ν Scorpii, a nord del gruppo di astri che costituiscono la "testa" dello Scorpione. Questa nube viene illuminata in più punti da diverse stelle, diventando visibile come tante nebulose a riflessione apparentemente separate fra loro; fra queste vi è la nube IC 4601, la cui parte più luminosa coincide con vdB 102. Le stelle responsabili dell'illuminazione di vdB 102 sono note con le sigle HD 147009 e HD 147010. La prima è la meno luminosa, essendo di magnitudine 8,06; si tratta di una stella bianca di sequenza principale. La seconda è invece la più luminosa; si tratta di una gigante blu di classe spettrale B9III di magnitudine 7,40, che è anche una variabile Alfa2 Canum Venaticorum con oscillazioni minime, dell'ordine di 0,045 magnitudini; la sua sigla di stella variabile è V933 Scorpii.[3]

La parallasse di queste stelle indica una distanza di circa 143 parsec (467 anni luce),[4] simile a quella della Nube di Rho Ophiuchi, una grande regione nebulosa in cui è attiva la formazione stellare; a qualche decina di anni luce di distanza si trovano invece le stelle massicce appartenenti all'Associazione Scorpius OB2, una brillante associazione OB coincidente con le stelle blu visibili anche ad occhio nudo nella parte settentrionale dello Scorpione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 13 maggio 2010.
  2. ^ a b c van den Bergh, S., A study of reflection nebulae., in Astronomical Journal, vol. 71, dicembre 1966, pp. 990-998, DOI:10.1086/109995. URL consultato il 13 maggio 2010.
  3. ^ AAVSO - query form, su result for V933 Scorpii. URL consultato il 13 maggio 2010.
  4. ^ VizieR services - star catalogues, su result for HD 147010. URL consultato il 13 maggio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume II - The Southern Hemisphere to +6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-15-8.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari