vdB 31

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
vdB 31
Nebulosa a riflessione
VdB 31.jpg
vdB 31
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneAuriga
Ascensione retta04h 55m 56s[1]
Declinazione+30° 33′ 04″[1]
Coordinate galattichel = 172,5; b = -08,0[2]
Distanza470 a.l.
(144 pc)
Magnitudine apparente (V)7,03 (stella centrale)[2]
Dimensione apparente (V)4,5' x 2,6'[2]
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa a riflessione
Mappa di localizzazione
VdB 31
Auriga IAU.svg
Categoria di nebulose a riflessione

Coordinate: Carta celeste 04h 55m 56s, +30° 33′ 04″

vdB 31 è una nebulosa a riflessione, visibile nella costellazione dell'Auriga.

Si trova sul bordo sudoccidentale della costellazione, al confine con il Toro; può essere individuata circa 2,5 gradi a sud della stella ι Aurigae, che con la sua magnitudine 2,7 è ben visibile ad occhio nudo e forma uno dei vertici del pentagono dell'Auriga. La nebulosa si evidenzia bene nelle fotografie astronomiche e appare circondare una stella di settima magnitudine la Ae di Herbig AB Aurigae. Nella regione nordoccidentale si diramano delle nebulose oscure dell'estensione di alcune decine di primi d'arco, catalogate come LDN 1517 e LDN 1519[3] (note anche come B26/27/28), che mascherano la luce delle stelle proveniente dalle regioni retrostanti il complesso nebuloso.

AB Aurigae è una stella ben nota e intensamente studiata a causa del suo disco protoplanetario dalla struttura particolarmente complessa, apparentemente organizzata a forma di spirale con due bracci del raggio di oltre 230 e 330 UA rispettivamente;[4] la distanza della stella, e quindi anche della struttura nebulosa associata, è di circa 470 anni luce (144 parsec),[5] una distanza simile a quella delle regioni più prossime al complesso di nubi oscure del Toro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simbad Query Result, su simbad.u-strasbg.fr. URL consultato il 15 ottobre 2009.
  2. ^ a b c van den Bergh, S., A study of reflection nebulae., in Astronomical Journal, vol. 71, dicembre 1966, pp. 990-998, DOI:10.1086/109995. URL consultato il 14 ottobre 2009.
  3. ^ Lynds, B. T., Lynds' Catalogue of Dark Nebulae (LDN) (Lynds 1962), in SIMBAD.
  4. ^ Fukagawa, Misato; Hayashi, Masahiko; Tamura, Motohide; Itoh, Yoichi; Hayashi, Saeko S.; Oasa, Yumiko; Takeuchi, Taku; Morino, Jun-ichi; Murakawa, Koji; Oya, Shin; Yamashita, Takuya; Suto, Hiroshi; Mayama, Satoshi; Naoi, Takahiro; Ishii, Miki; Pyo, Tae-Soo; Nishikawa, Takayuki; Takato, Naruhisa; Usuda, Tomonori; Ando, Hiroyasu; Iye, Masanori; Miyama, Shoken M.; Kaifu, Norio, Spiral Structure in the Circumstellar Disk around AB Aurigae, in The Astrophysical Journal, vol. 605, nº 1, aprile 2004, pp. L53-L56, DOI:10.1086/420699. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  5. ^ Lin, Shin-Yi; Ohashi, Nagayoshi; Lim, Jeremy; Ho, Paul T. P.; Fukagawa, Misato; Tamura, Motohide, Possible Molecular Spiral Arms in the Protoplanetary Disk of AB Aurigae, in The Astrophysical Journal, vol. 645, nº 2, luglio 2006, pp. 1297-1304, DOI:10.1086/504368. URL consultato il 16 ottobre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirion, Rappaport, Lovi, Uranometria 2000.0 - Volume I - The Northern Hemisphere to -6°, Richmond, Virginia, USA, Willmann-Bell, inc., 1987, ISBN 0-943396-14-X.
  • Tirion, Sinnott, Sky Atlas 2000.0 - Second Edition, Cambridge, USA, Cambridge University Press, 1998, ISBN 0-933346-90-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari