Discussioni progetto:Politica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Buvette della Politica.
Buvette della Politica
Logo del progetto Politica

Questo è il bar tematico del progetto Politica. In questa pagina si discutono le questioni relative alle voci di politica presenti su Wikipedia. Per aprire una nuova discussione, clicca qui.

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Nuvola apps personal.png
Bozze
Nuvola apps personal.png
In cancellazione
Questo è l'elenco delle pagine in cancellazione riguardanti la politica. Se qualche pagina non è di seguito elencata è perché nel template {{Cancellazione}} non è specificato il parametro argomento oppure l'argomento è un altro. Se puoi, aiutaci a completare questo elenco inserendo arg=politica alle pagine in cancellazione che ne sono sprovviste.
Cancellazione
Cancellazione

Voci attualmente proposte per la cancellazione:

Archivio
Archivio
Archivio


Myriam Atz Tammerle (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Myriam Atz Tammerle», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 00:10, 1 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dubbio di enciclopedicità per Konkretno[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Konkretno» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Janik (msg) 00:31, 1 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ad occhio la somma di WP:RECENTISMO e nessun rappresentante eletto a livello nazionale giustificano assolutamente il dubbio di enciclopedicità. Da en-wiki sembra di capire che il partito avesse 4 parlamentari (eletti ovviamente in altre liste) nella precedente legislatura e che abbia una qualche limitata rappresentanza a livello locale. Mancando altre fonti penso sia pacificamente da PdC.--TrinacrianGolem (msg) 00:48, 1 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il partito è automaticamente enciclopedico in forza del n. 5 dei criteri di enciclopedicità: si è infatti costituito come gruppo parlamentare autonomo all'interno dell'Assemblea nazionale (fonte), il cui regolamento interno richiede, ai fini della costituzione di un gruppo parlamentare, l'adesione di almeno tre deputati (art. 29, co. 2). --151 cp (msg) 13:49, 1 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Allora dopo l'inserimento dell'informazione in voce per me si può rimuovere il dubbio E. Rimane un criterio un po' lasco, ma che ci vogliamo fare.--Janik (msg) 00:18, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Janik98 anche per questo più sopra avevo proposto di fissare la durata minima per l'enci automatica data dall'esistenza di un gruppo parlamentare autonomo a 6 mesi, valida per i gruppi parlamentari e per i partiti senza distinzione... ----FriniateArengo 10:35, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Personalmente concordo con Friniate: nei diversi ordinamenti i gruppi hanno una disciplina molto diversa (in alcune realtà sono ammessi perfino quelli monocomponente), introdurre almeno il limite di una persistenza temporale minima mi pare assolutamente corretto ed eviterebbe che aggregazioni di carattere episodico debbano essere considerate automaticamente enciclopediche.--TrinacrianGolem (msg) 12:03, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Però io a quel punto la renderei valida pure per i gruppi parlamentari, formalizzandone l'enciclopedicità automatica. ----FriniateArengo 12:55, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per me caso al limite, dato che il gruppo è durato nemmeno 5 mesi. Poi personalmente tendo a essere sempre più lasco coi partiti stranieri perché c'è meno il rischio di promo, per cui, anche per un principio di almanaccabilità, non sarei particolarmente contrario al mantenimento della voce. --Ripe (msg) 12:58, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
In realtà anche a me pare al limite ma mantenibile, dato che vedo che in articoli sulla generale situazione politica slovena gli viene dedicato un paragrafo (cfr, accesso con la wikimedia library). Però lo escluderei comunque dai criteri automatici... ----FriniateArengo 15:42, 3 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Collegi per camera e per senato 2022[modifica wikitesto]

Segnalo che ho caricato su commons tutte le localizzazioni dei collegi elettorali (fonte ISTAT) e ho inserito quelle dei collegi plurinominali nelle pagine dei collegi per la camera e dei collegi per il senato. --M.casanova (msg) 15:27, 6 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[@ M.casanova] le ripartizioni estere restano immutate? si possono usare le mappe già esistenti? --Holapaco77 (msg) 18:34, 6 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Holapaco77] Non ho controllato ma vengono indicate come 1) Europa, compresi i territori asiatici della Federazione russa e della Turchia; 2) America meridionale; 3) America settentrionale e centrale; 4. Africa, Asia, Oceania e Antartide. (fonte) --M.casanova (msg) 18:56, 6 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Bisognerebbe stabilire come distinguere i collegi del 2017 da quelli del 2020: sono in numero diverso e in molti casi appaiono avere diversi confini. Nella pagina dei collegi 2017 sono presenti link a pagine come Collegio uninominale Piemonte 1 - 01, mentre per ora nella pagina dei collegi 2020 ho inserito link a pagine non esistenti come Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 (2020), in attesa che venga stabilito un criterio. --M.casanova (msg) 11:05, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@M.casanova i plurinominali però se non erro sono gli stessi no? In ogni caso credo si dovrebbe usare come disambiguante l'anno "(2020)", in aggiunta al disambiguante "Camera dei deputati" nel caso di ambiguità con collegi del Senato. Grazie mille per il lavoro in ogni caso. ----FriniateArengo 20:15, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Friniate Per la Camera sembrano invariati i collegi plurinominali di Valle d'Aosta, dell'Umbria e della Basilicata perché avevano un unico collegio plurinominale coincidente con l'intera regione; per il Senato ci sono circa metà delle regioni invariate. Negli altri casi variano sicuramente i confini. --M.casanova (msg) 20:30, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Friniate Confrontare Camera plurinominali 2022 con Camera plurinominali 2018 e Senato plurinominali 2022 con Senato plurinominali 2018. --M.casanova (msg) 21:08, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] In realtà anche i plurinominali sono variati in maniera significativa (cito, a titolo di esempio, il collegio Puglia - 02 della Camera, che nel 2018 corrispondeva alla provincia di Lecce, mentre con l'attuale suddivisione corrisponde a parte della città metropolitana di Bari): alla luce di questo andrebbe presa in considerazione l'idea di creare nuove pagine per i nuovi collegi, con il disambiguante relativo all'anno. --SilverShadow2 (msg) 00:01, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Capito grazie a entrambi... Non saprei, dato che comunque la legge elettorale è la stessa i collegi plurinominali rimasti invariati (mi pare alla Camera Basilicata, Umbria, Molise, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Parma-Piacenza-Reggio Emilia, Vicenza, Sondrio-Como, Varese, Viterbo-Rieti, Frosinone-Latina, Messina) mi limiterei ad aggiornarli senza creare nuove voci. ----FriniateArengo 14:14, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Altra questione: ma gli uninominali non vogliamo chiamarli in base al comune/zona più popolosa indicata dalla legge, come facciamo fino ai collegi del Mattarellum? ----FriniateArengo 14:19, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Tecnicamente nelle leggi sono denominati con i numeri e non con i Comuni. Non so se fosse quello il caso anche dei collegi precedenti. Peraltro sottolineo come quelli relativi a porzioni di città (Milano, Roma e Napoli credo) non hanno necessariamente nomi "ufficiali", ma ad esempio so per Milano perché ci vivo sono definiti Milano - Zona statistica <nn>. I nomi "ufficiosi" delle varie zone non erano concordi per i vecchi collegi (ricordo di aver avuto difficoltà nel nominare quello di Bovisa/Quarto Oggiaro perché trovavo entrambe le denominazioni), figuriamoci a sto giro che prendono parti molto ampie di città e non sarà possibile determinare un singolo quartiere rappresentativo del collegio. A parte questo, favorevole a mantenere la stessa voce per i collegi che non hanno modificato la propria estensione geografica (o l'hanno modificata in modo trascurabile come immagino sia sempre accaduto per questioni di censimento). --CiaobyDany (msg) 22:37, 15 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La proposta di denominare i collegi in base al comune/zona più popolosa mi trova d'accordo. I collegi previsti nella vigenza del Mattarellum erano designati solo ed esclusivamente attraverso un numero d'ordine: ad es., il collegio elettorale di Grosseto era denominato "collegio Toscana 19". Il comune/zona più popolosa era espressamente e formalmente indicato dalle pubblicazioni ISTAT e nelle nostre voci abbiamo fatto uso di tale criterio.
I collegi previsti dal Rosatellum sono anch'essi designati attraverso un numero d'ordine ed è addirittura la legge a indicare il comune/zona più popolosa: direi quindi di mantenerci sulla stessa lunghezza d'onda dei collegi previsti dal Mattarellum. Tale principio può applicarsi anche ai collegi comprendenti porzioni di comuni: il collegio prenderà il nome dalla zona più popolosa o, come dice la legge, dall'"area subcomunale con la maggiore ampiezza demografica" (ad es., "collegio di Roma - Primavalle" o "Milano - Zona statistica 74").
Aggiungo che per me è fuorviante segmentare oltremodo i contenuti: trovo dannoso avere, per il collegio senatoriale di Bologna, una voce per il collegio del 2017 (Collegio uninominale Emilia-Romagna - 04) e un'altra voce per il collegio del 2022 ("collegio uninominale Emilia-Romagna - 03"). Entrambe le voci dovrebbero essere trattate nella voce "collegio elettorale di Bologna (Senato della Repubblica)", con le dovute precisazioni in ordine all'ambito territoriale. Si tratta peraltro di applicare il medesimo criterio adottato per centinaia di collegi che hanno visto modificare la propria conformazione geografica in misura ancor più significativa: si pensi al Collegio elettorale di Firenze (Regno d'Italia), voce al cui interno è trattato il collegio uninominale 1861-1882, il collegio plurinominale 1882-1891 (molto più ampio del precedente) e il collegio plurinominale 1919-1923 (che corrispondeva alla metà del territorio di tutta la regione). --151 cp (msg) 17:13, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ 151 cp] Effettivamente la ridenominazione dei collegi in base al comune più popoloso e non alla numerazione potrebbe permettere di mantenere le stesse pagine per i collegi del 2017 e del 2020 (bisognerebbe valutare caso per caso). Mantenendo come titolo la numerazione, invece, sarebbe sicuramente più difficile: citando ancora come esempio il collegio Puglia - 02 della Camera, questo nel 2017 corrispondeva al Salento, mentre ad oggi è assegnato al barese; se le rispettive pagine fossero invece deonominate "Collegio di Lecce" e "collegio di Bari", potrebbero essere mantenute le pagine attuali (pur dovendo specificare la modifica ai confini avvenuta nel frattempo). --SilverShadow2 (msg) 17:32, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ SilverShadow2] Esattamente. In questi giorni stavo lavorando proprio su questo per avere una panoramica generale: collegi Camera e collegi Senato. Denominando le voci in base al criterio del "comune/zona più popolosa", ad esempio, la voce "collegio elettorale di Bari (Senato della Repubblica)" avrebbe ad oggetto sia il collegio del 2017 (Collegio uninominale Puglia - 01 (Senato della Repubblica)) sia quello del 2022. Per la Camera, viceversa, bisognerebbe creare ex novo la voce "collegio elettorale di Bari (Camera dei deputati)", non essendovi uno specifico collegio preesistente. Questo principio è applicato anche ai collegi senatoriali 1948-1993 e 1993-2005: ad es., il Collegio elettorale di Civitavecchia (Senato della Repubblica) (che ho creato io sulla scia delle precedenti voci) si occupa, in due sezioni separate, sia del collegio 1948-1993 che del collegio 1993-2005, sezioni all'interno delle quali viene precisato il rispettivo ambito territoriale. --151 cp (msg) 17:43, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Sinceramente eviterei di complicarmi la vita cercando di unificare pagine di collegi di anni diversi con confini diversi finendo per confondere i lettori. Io mi limiterei a creare nuove pagine per i nuovi collegi così come è stato fatto nel 2017 (ho già iniziato a creare quelli del Piemonte vedendo i link rossi nella pagina Collegi elettorali della Camera dei deputati del 2020 e non avendo visto prima questa discussione). Fermo restando che come giustamente diceva Friniate non ha senso ricreare pagine per i pochi rimasti invariati rispetto al 2017. Per i titoli ho preso quelli dei link es. Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 (2020). Un'altra opzione sarebbe chiamarli Collegio Piemonte 1 - U01 ecc. Nei nuovi collegi infatti gli uninominali sono stati chiamati con la U seguita dal numero e i plurinominali con la P seguita dal numero, in questo modo si distinguerebbero anche da quelli del 2017 senza bisogno di disambigua. Non mi piace invece l'idea di chiamarli con il nome della città principale che non è il nome ufficiale del collegio. --Pierluigi 05 18:18, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Anche i collegi del Mattarellum erano ufficialmente designati con un numero. Se si procedesse in tal modo, la complicazione sarebbe ancora maggiore: dovremmo infatti spostare 475 collegi della Camera (disambiguandoli); 232 collegi del Senato (disambiguandoli); scorporare un centinaio di collegi del Senato; scorporare 508 collegi del Regno d'Italia ciascuno in tre/quattro voci distinte a seconda delle periodizzazioni 1861-1882, 1882-1891, 1891-1919 e 1919-1923 (avendo essi confini diversi); ridenominare le voci così scorporate col "nome ufficiale" (le voci sui collegi del Regno d'Italia sono state denominate non col "nome ufficiale", ma col nome del centro più popoloso). Il nome del centro più popoloso è comunque previsto espressamente dalla legge (vedi). --151 cp (msg) 18:36, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Creandone di nuove bisognerebbe solo spostare quelli del 2017 disambiguandoli. Cercare di unificare collegi diversi sarebbe molto più oneroso. Inoltre per i collegi plurinominali non è presente un "capoluogo" del collegio quindi non si potrebbe denominarli con il nome della città. Secondo me ne uscirebbe un vero casino, considerando appunto che ci sarebbero collegi non più esistenti e collegi ancora esistenti (ovviamente quelli del 2020 sono meno). Collegi che cambiano radicalmente confini per cui si dovrebbe specificare Territorio dal 2017 al 2020 e Territorio dal 2020 in poi dando conto anche del cambio di numerazione. Un caos totale. Avrebbe senso fare così se fosse cambiato solo qualche collegio (ad es. per modifiche a seguito di censimento), non in questo contesto che sono cambiati tutti. E' molto più semplice e ordinato avere le pagine dei nuovi collegi. --Pierluigi 05 19:06, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Non c'entra qui, ma io forse i collegi plurinominali del Regno li scorporerei da quelli uninominali. In ogni caso, la scelta di adottare la nomenclatura collegio + città per gli uninominali credo sia anche in linea con WP:TITOLO, essendo di gran lunga la denominazione più diffusa (e che comunque ha un grado di ufficialità, i nomi dei centri più popolosi sono nelle tabelle dei decreti) ----FriniateArengo 19:10, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
(per i plurinominali invece sì, probabilmente non abbiamo alternative all'uso dei codici) ----FriniateArengo 19:13, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Usare città per gli uninominali e numeri per i plurinominali mi piace ancor meno, creà difformità e confusione secondo me. Non sono comunque molto d'accordo neanche con il fatto che il nome più diffuso per i collegi sia quello del "capoluogo" e non il numero considerando che ci sono collegi molto grandi che raggruppano più province e quindi più di una città importante. --Pierluigi 05 19:21, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
No, non è così semplice. Se si adottasse il criterio del numero e della conformazione geografica, infatti, occorrerebbe:
Inoltre non credo che titolare con un numero sia così esplicativo, come invece richiederebbe la convenzione sui titoli; il nome del comune più popoloso, per il 2017 e 2020, è scritto nella legge stessa, mentre per i collegi del 1993, sebbene non sia esplicitato dalla legge, è stabilito dall'ISTAT (che aveva disegnato i collegi) ed è menzionato dai siti istituzionali (es., primo deputato in ordine alfabetico). --151 cp (msg) 19:33, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Quelli del 2017 essendo di più non sarebbero tutti da disambiguare. Es. per Collegio uninominale Puglia - 11 e seguenti non ci sarebbe bisogno visto che quelli del 2020 sono solo 10 per la Puglia. Per evitare di disambiguare si potrebbe poi usare l'escamotage delle U e delle P come ho scritto prima (le U e le P sono state incluse nei nomi ufficiali nel 2020 e non lo erano nel 2017). Per i collegi del Mattarellum eviterei di porci il problema ora (così come nessuno se lo è posto quando furono creati i collegi del 2017) e ci ragionerei in un secondo momento dopo le elezioni. --Pierluigi 05 19:42, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ma le U e le P, per il 2017, non sono incluse nei nomi ufficiali, bensì nel codice collegio, vedi. Inoltre no: se si adottasse il criterio del numero, i collegi del 2017 sarebbero da spostare quasi tutti per disambiguarli non solo da quelli del 2020, ma anche da quelli del 1993, che erano identificati anch'essi con un numero e che, quindi, andrebbero spostati, nelle forme che ho scritto sopra. --151 cp (msg) 19:51, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Nelle denominazioni ufficiali le U e le P ci sono solo in quelli del 2020. Io quindi risolverei chiamando i nuovi del tipo Collegio Piemonte 1 - P02 in modo da evitare di disambiguare i vecchi e i nuovi e avere nomi più corti (evitando di mettere nel titolo "uninominale" e "plurinominale"). Direi che è la soluzione più semplice e soprattutto più ordinata. Ci sarà da risolvere poi la questione delle pagine sui collegi Mattarellum che sono disomogenei ma non è una questione urgente e ripeto è una difformità che esisteva anche nel 2017 senza che nessuno si pose il problema, anche se restassero disomogenei non sarebbe un dramma. Vedo come prioritario organizzare nel modo più ordinato possibile le pagine dei nuovi collegi per le elezioni imminenti. --Pierluigi 05 20:20, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Io non aggiungerei confusione alla confusione; eviterei di utilizzare nomi in codice non adatti ad un'enciclopedia (peraltro, coi nomi in codice verrebbe introdotta una difformità tra i collegi del 2017 e quelli del 2020, sebbene previsti entrambi dalla medesima legge elettorale). Il criterio di nomenclatura dei collegi deve essere il medesimo. Quindi delle due l'una:
  • 1) o ridenominiamo i collegi del Mattarellum del 1993 con i seguenti due adempimenti:
  • 2) oppure spostiamo i collegi del Rosatellum, ridenominando i collegi della Camera e del Senato nella forma Collegio uninominale Calabria - 07collegio elettorale di Gioia Tauro, fornendo peraltro una cronistoria completa delle varie conformazioni geografiche assunte dal collegio, evitando lo spezzatino e mantenendo l'uniformità con gli attuali collegi del Senato del 1948 e del 1993 (trattati all'interno di una medesima voce).
Personalmente, posso provvedere ad eseguire il lavoro di cui al punto 2) in una giornata, se si ravvisano ragioni di urgenza.
Io mi posi il problema già nel 2017, ma fino ad allora le pagine sui collegi venivano cancellate in immediata; ritenendo che anche queste voci avrebbero seguito tale sorte, non intervenni. --151 cp (msg) 20:52, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ribasco la mia preferenza per utilizzare la città più popolosa per identificare il collegio: questo approccio ha comunque una base normativa, essendo utilizzato anche nei decreti a fianco alla numerazione ufficiale, e ci permette una migliore catalogazione evitando spezzatini (si tratterebbe, alla fine, semplicemente di specificare in pagina che il collegio ha cambiato confini nel corso del tempo: tre righe di testo, un'immagine esplicativa e i decreti come fonti, nulla di troppo astruso). Il tutto considerando anche che, perlomeno per i collegi uninominali, è molto più diffuso il riferimento alla città più popolosa che non al numero, il che in base a WP:TITOLO dovrebbe già farci propendere per questa soluzione. --SilverShadow2 (msg) 21:02, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[× Conflitto di modifiche] Non sono nomi in codice, sono denominazioni ufficiali dei collegi scritti nei decreti. Nei decreti legislativi che anche tu hai linkato ci sono come denominazioni nel 2017 Piemonte 1 - 01 ecc. e nel 2020 Piemonte 1 - U01 ecc. quindi sono i nomi più corretti da utilizzare oltre a farci comodo in quanto diversi tra loro. Per quanto riguarda i collegi del Mattarellum e precedenti supporterei il punto 1 ma è una cosa che si può fare più in là con calma (e ripeto, anche se rimanessero così come sono stati fino ad ora non sarebbe un grosso problema per me). --Pierluigi 05 21:10, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sono denominazioni ufficiali meno diffuse rispetto a un'altra denominazione comunque ufficiale. Sfido a vedere nelle fonti (media, ma pure specializzate) quante volte viene usato "Emilia Romagna 1-01" e quante volte invece "collegio di città XY". ----FriniateArengo 22:34, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Tra l'altro vedendo tra i nuovi collegi piemontesi che ho da poco creato c'è il Piemonte 1 - 04 che dovrebbe chiamarsi collegio di Chieri se lo chiamassimo per città. Tale collegio non esisteva tra quelli del 2017 (Chieri era ricompreso nel Piemonte 1 - 07 cioè nel collegio di Settimo Torinese). In questi casi come ci regoliamo? Facciamo comunque 2 pagine distinte? Ci incasiniamo veramente in questo modo, con le pagine distinte facciamo le cose più lineari e ordinate. --Pierluigi 05 22:37, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

In questi casi si procederebbe semplicemente con la creazione di una pagina sul nuovo collegio (creando quindi una sola pagina; nel 2017 il comune di Chieri era ricompreso in un altro collegio). Questione codice collegio: per i collegi del 2017 la legge non menzionava P/U nel nome del collegio, a differenza di quanto accade per i collegi del 2020 (nel 2017: "Piemonte 1 - 01"; nel 2020: "Piemonte 1 - U01"); la presenza della "U" nel titolo, però, non sarebbe un elemento idoneo a disambiguare i due collegi uninominali, quand'anche si procedesse nel senso di indicare i collegi in base al criterio numerico. --151 cp (msg) 23:12, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Perchè non sarebbe idoneo? La U renderebbe il nome comunque diverso quindi non sarebbe necessaria la disambigua (Camera 2020) a mio avviso. --Pierluigi 05 23:42, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Perché la "U" sta per "uninominale", mentre i due collegi sono entrambi uninominali. Comunque sia, converrai sulla necessità di fissare un criterio di nomenclatura univoco; le opzioni percorribili le ho descritte sopra, dando conto delle conseguenze - di non poco momento - derivanti da ciascuna delle due alternative. Come ho lasciato trasparire, sono per l'opzione 2): sia per ragioni di merito (fornire una cronologia del collegio elettorale, evitare disambiguanti lunghissimi, avere titoli coerenti con WP:Titolo e al contempo sorretti da una base normativa), sia per ragioni pratiche (evitare di scardinare diverse centinaia di voci). --151 cp (msg) 00:41, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Io adotterei le denominazioni ufficiali, è quello il criterio univoco. Se quelli del 2020 si chiamano ufficialmente con la U e quelli del 2017 senza U li chiamiamo così. Essendo poi nomi diversi seppur di poco va a cadere la necessità di disambiguare. Chiamando i collegi col nome della città e unificando collegi vecchi e nuovi si farebbe confusione tra i collegi ancora esistenti e quelli no, avremmo ad es. Collegio uninominale di Chieri e Collegio uninominale di Settimo Torinese di cui uno esiste e uno non esiste più e che non sarebbero distinguibili dal titolo e quindi genererebbero confusione. Oltre al fatto che non sarebbe giusto considerare la stessa cosa collegi con confini molto diversi tra loro (es. quello di Vercelli vecchio comprendeva parte della provincia di Alessandria, quello di Vercelli nuovo comprende Biella e parte della provincia di Novara e non più quella di Alessandria). Sono 2 collegi totalmente diversi come territorio, non vedo perchè trattarli come un'unica entità. Non capisco proprio perchè dover procedere in questo modo confusionario quando si può procedere in modo ordinato con le pagine distinte. --Pierluigi 05 10:39, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Guarda che avere voci su collegi esistenti e non più esistenti è la norma in qualsiasi paese, anche per quelli con una lunga stabilità del sistema elettorale (UK, Germania, Francia...). ----FriniateArengo 13:18, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Diverso invece il discorso sui confini, motivo per cui sull'unificazione delle voci sono neutrale (ci sono vantaggi indubbi nella continuità, ma appunto, si tratta di territori anche molto diversi, il collegio senatoriale di Trieste include l'intera regione) ----FriniateArengo 13:22, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Comunque gradirei sentire sul punto anche @M.casanova @Holapaco77 e @CiaobyDany ----FriniateArengo 13:25, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Friniate Io terrei il nome ufficiale e distinguerei i collegi per anno tra 2018 e 2022 e con specifica "Senato della Repubblica 2022" o "Camera dei deputati 2022" ove necessario. Non inserirei U e P perché uninominale e plurinominale di solito sono indicati per esteso nel nome. --M.casanova (msg) 13:42, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@M.casanova questo però significa 1. se decidiamo per il criterio della continuità geografica andare a scorporare anche tutte le voci sui collegi del Regno (cosa su cui ho riserve per la mole di lavoro ma potrebbe pure starci) 2. se decidiamo per il nome ufficiale a scapito di quello co-ufficiale ma più diffuso, anche scorporare i collegi del Senato 48-93 da quelli del Senato del Mattarellum (e la cosa invece IMO sarebbe decisamente assurda, dato che territorialmente rimasero uguali). ----FriniateArengo 13:53, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per quanto riguarda la "continuità geografica", sottolineo che nei Paesi in cui il sistema elettorale è tradizionalmente basato sui collegi, questi vengono rivisti ad ogni censimento. In molti Paesi (come il Regno Unito), viene istituito un collegio ogni tot abitanti e, col tempo, la conformazione originaria di ciascun collegio è stata spesso snaturata: vari collegi sono stati inglobati in altri, oppure sono stati istituiti nuovi collegi tramite distacco di comuni già inclusi in altri collegi. Tuttavia, la voce relativa al collegio resta unica, senza creare una pagina per ogni modifica territoriale intervenuta all'interno del medesimo collegio. In altri Paesi, vi sono fenomeni frequenti di "rédecoupage", con singoli comuni trasferiti da un collegio all'altro.
Volevo anche evidenziare che, per i collegi del Regno d'Italia, i collegi - uninominali - del 1861 non hanno la stessa conformazione territoriale dei collegi - uninominali - del 1891: pertanto, se si adottasse il criterio della "continuità geografica", le voci su ciascuno dei 508 collegi del Regno andrebbero divise in tre/quattro voci distinte (ossia, come minimo, 1.524 voci). Questo, oltre al lavoro ciclopico, impedisce di avere una panoramica complessiva, laddove una voce unica dà conto anche dell'evoluzione territoriale intervenuta. --151 cp (msg) 15:48, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] A mio avviso il caso di una ridefinizione da zero dei collegi per effetto di una diminuzione importante del loro numero come nel nostro caso è una cosa molto diversa dalla modifica fisiologica dei confini dei collegi nel tempo per effetto delle modifiche demografiche (in quel caso sarebbe anche utile avere in una stessa pagina lo storico delle modifiche intervenute per dar conto delle modifiche demografiche del territorio). Qui parliamo però appunto di una ridefinizione integrale da zero dei collegi e quindi della creazione di nuovi collegi che nulla c'entrano con modifiche demografiche del territorio quindi secondo me è inappropriato mischiare collegi vecchi e nuovi in pagine uniche. --Pierluigi 05 16:53, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Questo è un aspetto di mera tecnica legislativa: il legislatore, cioè, può decidere di abrogare un testo normativo e di sostituirlo con un altro, oppure di introdurre modifiche a tale testo normativo. Come accade per le disposizioni di legge, il legislatore può dire "l'art. 403 del codice civile è così sostituito", oppure dire "all'articolo 403 del codice civile sono apportate le seguenti modificazioni". Noi però dobbiamo dare una lettura di sostanza, slegata dalle tecniche normative discrezionalmente adottate dal legislatore. --151 cp (msg) 17:20, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Taglio tecnico[modifica wikitesto]

Esempio concreto: collegio elettorale di Lecce (Senato della Repubblica). La pagina ha ad oggetto la cronistoria del collegio senatoriale di Lecce, dal 1948.

Proposta 1)

Suddividere la voce in 4 distinte pagine, segnatamente:

I disambiguanti si rendono necessari per rimuovere l'ambiguità che, in base alla medesima proposta 1), verrebbe a crearsi con gli altri collegi del Senato e della Camera, i quali, venendo anch'essi spostati e scorporati, risulterebbero omografi.
Il criterio della continuità territoriale implica la necessità di spostare e scorporare più di mille pagine aventi ad oggetto i collegi (i collegi senatoriali del 1948, i collegi senatoriali del 1993, i collegi della Camera dei deputati del 1993, i collegi uninominali del Regno d'Italia, i collegi plurinominali del Regno d'Italia, i collegi di altri Paesi che hanno subito variazioni territoriali).

Proposta 2)

Mantenere in un'unica pagina le informazioni relative al singolo collegio, nelle sue diverse conformazioni territoriali, con la relativa cronologia.
Applicando tale proposta, dovrebbero essere accorpate circa cento pagine sui collegi italiani del solo 2017; tutte le altre voci sui collegi, infatti, seguono questo criterio.

Come scritto sopra, personalmente sostengo la proposta n. 2). --151 cp (msg) 16:57, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

A parte questo di Lecce tutte le altre pagine trattano solo dei collegi del 48 e del 93 (quelli del 2017 hanno già pagine separate compreso questo di Lecce. Si tratterebbe quindi al limite di suddividerle in 2, lasciando intatte le pagine di quelli del 2017 come contenuto e creando nuove pagine per quelli 2020 che mancano. --Pierluigi 05 17:22, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il criterio di nomenclatura deve essere univoco, non a geometria variabile (1948 e 1993 in un modo, 2017 e 2020 in un altro): sono i collegi del 2017 a risultare difformi da tutte le altre centinaia di voci sui collegi. Vedi anche i collegi preesistenti, ad es. Collegio elettorale di Bari (Regno d'Italia): non solo la conformazione territoriale è radicalmente mutata nel corso del tempo, ma è cambiata persino la natura del collegio (abbracciando pure lo scrutinio di lista, per il quale, invece, sarebbe stata giustificabile una pagina autonoma). --151 cp (msg) 17:43, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Mi ritrovo sostanzialmente d'accordo con @Pierluigi05. Avendo esperienza decennale in un wiki in cui ho lottato per imporre l'uso ufficiale di terminologia contro la pressoché interezza del fandom che ne usava altra, ritengo opzione migliore utilizzare la nomenclatura primaria dei collegi dai testi delle leggi anziché il comune più popoloso (indicato per esemplificazione in modo da poterli riconoscere in cartine, ma chiaramente non parte del nome dello stesso essendo in colonna separata). Dopodiché mi sembra un'esagerazione volta a screditare l'opzione dire che questo obbliga anche a dividere le voci di ogni collegio esistente per ogni singola elezione passata perché cambiano i confini su base demografica, perché chiaramente se le differenze sono così ridotte basta il buonsenso per poter affermare che si possono tenere unite. Caso differente invece quello attuale in cui i collegi hanno subìto una profonda variazione dovuta alla riduzione drastica in numero, per cui ha senso la divisione delle voci (con rimandi interni a quali collegi precedenti corrispondessero al territorio in questione, in modo da non perderne le evoluzioni storiche). In caso di collegi con territori che sono rimasti pressoché uguali (condizione che mi pare di capire si applichi solo ad alcuni plurinominali) si può semplicemente spostare la voce al titolo con la nuova nomenclatura tenendo ovviamente i redirect del caso. Ciò detto, questa è la soluzione che a me pare ideale dal punto di vista della fruizione. Tuttavia personalmente non so se e quanto collaborerò ad eventuali scorpori/modifiche/aggiornamenti e quant'altro, perché non voglio responsabilità in questo wiki, quindi non pretendo nemmeno di avere l'arroganza di imporre soluzioni che vengano ritenute impraticabili o eccessivamente dispendiose di risorse a chi poi dovrà metterle in pratica (questo lo faccio già dove sono admin/despota). Faccio solo presente che, soprattutto da quando ci sarà la pubblicazione dei listini di candidature la prossima settimana, le voci dei collegi diventeranno abbastanza gettonate da parte del pubblico, quindi sarebbe auspicabile risolvere la controversia il prima possibile in modo da poterle creare. --CiaobyDany (msg) 18:56, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ CiaobyDany] Solo un rilievo: la proposta 1) non dice di dividere le voci per ogni elezione "solo perché cambiano i confini", ma dice di dividere le voci per i nuovi collegi (1948 - 1993 - 2017 - 2020). Se qualche comune passa da un collegio all'altro, la voce resta la stessa. Il punto è che i collegi del 1993 hanno un ambito territoriale molto diverso da quello dei collegi del 1948: per Lecce, ad es., nel 1992 (ultime elezioni ad essersi svolte coi collegi istituiti nel 1948) il collegio raggruppava comuni per un totale di 228.591 elettori; nel 1994 (prime elezioni ad essersi svolte coi collegi istituiti nel 1993), raggruppava comuni per un totale di 178.451 elettori, cioè -21,93%. Quindi, in base alla proposta 1, i collegi senatoriali verrebbero sempre scorporati suddivisi in 4 voci diverse. --151 cp (msg) 19:33, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Quelli del 2017 sono già scorporati e quelli del 2020 sono ancora da creare (come pagine a sè stanti o come paragrafi ex novo in voci già esistenti) quindi le voci sui collegi 48-93 sarebbero da scorporare in 2 e non in 4. Diciamo le cose come stanno. --Pierluigi 05 19:42, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Mi scuso per l'inesattezza nella mia risposta. La discussione è molto lunga e non avevo colto quella parte. Tuttavia non cambio opinione, per quanto mi riguarda ritengo sia meglio avere le quattro voci distinte. Per quanto riguarda la mole di lavoro che ciò comporta, allo stesso modo, mi astengo da fare considerazioni in merito, mi sembra solo evidente (come credo fosse già stato sottolineato), che la divisione dei collegi del 1948 possa essere tranquillamente rimandata con calma a seguito della compilazione delle voci sulle imminenti elezioni. Pertanto la questione più impellente è capire se fare voci separate dei collegi rispetto ad inserire quelle stesse informazioni nelle voci di alcuni collegi attualmente esistenti (e fare gli spostamenti del caso richiesti data la proposta di contestuale cambio di nomenclatura) comporti effettivamente una mole di lavoro aggiuntiva tale da rendere la proposta impraticabile, oppure se sia un fattore non determinante per la scelta della convenzione. --CiaobyDany (msg) 19:52, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Non comporta nessun lavoro aggiuntivo. Perchè si tratta di scorporare pagine su vecchi collegi del 48 (cosa che sono d'accordissimo possa essere fatta con calma dopo le elezioni) mentre al contrario ci sarebbero da unificare le pagine dei collegi del 2017 in quelle del 48-93 (in pagine che quindi diventerebbero molto più confusionarie e meno leggibili) e questa unificazione sarebbe anche bloccante per la creazione delle pagine sui nuovi collegi. --Pierluigi 05 19:57, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Le voci intanto possono essere create tranquillamente, la discussione sul criterio di nomenclatura non osta... --151 cp (msg) 22:05, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Un attimo, ma i collegi senatoriali del 93 non erano basati su quelli del 48, ricordavo male? ----FriniateArengo 10:26, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
I collegi senatoriali del 1948 – definiti dalla legge stessa tramite il "comune più popoloso", (vedi) – hanno basi geografiche diverse dai collegi del 1993 - definiti tramite numero d'ordine –. Sono esclusi i collegi del Trentino-Alto Adige del 1991, rimasti i medesimi fino a oggi: questi hanno attraversato, con la stessa conformazione geografica, tutte le leggi elettorali dal 1992 in poi (sebbene chiamati col nome della città dalla legge del 1991 e ridenominati col numero nel 2017). --151 cp (msg) 12:13, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ma il referendum del 93 non era proprio partito abolendo la soglia del 65% e il recupero proporzionale, arrivando alla soglia del 75% semplicemente in via incidentale perché era il numero di seggi coperti dagli uninominali? ----FriniateArengo 16:52, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il numero di collegi era molto simile (232 nel 93, 237 nel 48): considerate le variazioni nel frattempo avvenute (istituzione della regione Molise, modifiche dei confini col trattato di Osimo, applicazione del pacchetto di autonomia altoatesina nel 91), non è che le differenze tra i collegi del 48 e quelli del 93 erano soltanto adeguamenti dovuti alle modificazioni censitarie? Una modifica del 20% può accadere anche nello stesso sistema di collegi...----FriniateArengo 17:08, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Vedi risposta nel box sotto.

Risposta

Allora:

  • no, non si applicò la semplice normativa di risulta derivante dall'esito referendario, essendo intervenuto il legislatore stesso. I collegi furono ridisegnati ex novo: l'art. 7 della legge 276/1993 (Mattarellum) prevedeva una delega al governo per la «determinazione dei collegi uninominali nell'ambito di ciascuna regione», da effettuarsi sulla base di specifici principi e criteri direttivi (non un aggiornamento o un adeguamento);
  • le variazioni demografiche ("censitarie") non hanno MAI determinato una modifica dei collegi, né nel loro numero né nella loro conformazione (stante il limite posto da una legge del 1958), ma comportavano esclusivamente una diversa attribuzione del numero di senatori per regione; in particolare, la quota di seggi "aggiuntivi", non coperti dai collegi, veniva attribuita assumendo come esclusivo ambito di riferimento la circoscrizione regionale, restando immutato il quadro dei collegi medesimi;
  • l'intervento del 1993, pertanto, non è legato ad alcuna variazione demografica;
  • il relativo decreto legislativo (d.lgs. 535/1993) fissò una nuova conformazione territoriale dei collegi, radicalmente diversa da quella fissata nel 1948, come si può constatare raffrontando i due testi normativi (1948, 1993);
  • vigente la legge del 1948, la quota di seggi eccedente il numero dei collegi istituiti in ambito regionale era variabile da regione a regione e da anno a anno; pertanto, alla quota del 75% dei seggi (attribuita, in ciascuna regione, mediante sistema maggioritario) non si è addivenuti "semplicemente in via incidentale".

Fatta tutta questa disamina, i termini della questione restano gli stessi. Anche assumendo il criterio della denominazione ufficiale del collegio, per il 1948 i titoli continuerebbero in ogni caso ad avere il nome del comune più popoloso (perché il nome ufficiale faceva riferimento al comune); per gli altri collegi, invece, avremmo il numero. Oltre a nomi non coerenti con WP:Titolo, si pongono vari problemi di connettività, ma tant'è. Cfr. collegio avente Rho come comune più popoloso: avremmo "Collegio elettorale di Rho (Senato della Repubblica 1948)" per il 1948, "collegio elettorale Lombardia - 10 (1993)" per il 1993; ""Collegio elettorale di Rho" pagina di disambiguazione con le due voci predette; "collegio elettorale Lombardia - 10" ulteriore pagina di disambiguazione tra Camera e Senato. Nonché ulteriori complicazioni tra "collegio elettorale Liguria - 1" e "collegio elettorale Liguria - 01", stante lo zero iniziale nel nome ufficiale, per i collegi del 2017 e 2020. --151 cp (msg) 18:31, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Intendevo dire che una variazione di collegi in una singola regione è spiegabile anche con una variazione del numero di seggi assegnato a una singola regione tra 1948 e 1993 (per questo variazione demografica: anche se a distanza di cinquant'anni per il meccanismo che hai bene descritto, rimarrebbe una variazione all'interno dello stesso sistema). Quanto all'incidentalità: non si era arrivati alla quota di seggi soprannumerari assegnati proporzionalmente attraverso l'allargamento del Senato? L'articolo 2 della legge del 48 del resto dice che sono costituiti tanti collegi quanti sono i seggi assegnati a ciascuna regione... ----FriniateArengo 21:58, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@151 cp dimenticavo il ping. ----FriniateArengo 21:59, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Comunque concordo che avere nomenclature così diverse non avrebbe molto senso, oltre a costituire una non necessaria e inutilmente complicata eccezione alle linee guida generali in materia di titoli delle voci. Dato però che siamo in un'impasse direi di tornarne a discutere a inizio settembre in una nuova sezione linkata al bar generale. ----FriniateArengo 22:02, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

In sintesi:

  • l'art. 3 della legge elettorale del Senato prevedeva che le circoscrizioni dei collegi dovessero «essere rivedute, per legge, nella prima sessione successiva alla pubblicazione ufficiale dei risultati del censimento generale della popolazione»;
  • tuttavia ciò non avvenne, poiché la legge 64/1958 stabilì che il territorio delle singole regioni dovesse restare «ripartito nei collegi uninominali stabiliti» nel 1948; in tal modo veniva altresì abrogato l'art. 2 che hai citato, poiché i seggi ulteriori frattanto attribuiti ad ogni singola regione non erano coperti da alcun collegio e, dunque, ciascuna regione era assegnataria di un numero di seggi maggiore del numero di collegi in essa istituiti;
  • sempre in forza di quanto previsto dalla legge del 1958, le variazioni demografiche si ripercuotevano esclusivamente sul numero di seggi spettanti alla regione nel suo complesso, poiché il numero dei collegi rimaneva inalterato (così come i loro confini);
  • in seguito ai vari censimenti, poi, il numero di seggi attribuiti a ciascuna regione veniva aumentato (o diminuito) ma, restando invariato il numero dei collegi, la quota dei seggi non coperti da un collegio variava da regione a regione e da anno a anno. Esempio:
  • Lombardia 1968. Seggi assegnati: 45. Numero di collegi: 31. Quota di seggi non coperti da collegio: 14, pari al 31,1%
  • Lombardia 1992. Seggi assegnati: 48. Numero di collegi: sempre 31. Quota di seggi non coperti da collegio: 17, pari al 35,4%.
  • Sicilia 1968. Seggi assegnati: 29. Numero di collegi: 22. Quota di seggi non coperti da collegio: 7, pari al 23,1%.
  • Sicilia 1992. Seggi assegnati: 26. Numero di collegi: sempre 22. Quota di seggi non coperti da collegio: 4, pari al 15,3%.
  • nel 1993, pertanto, non si verificò alcun meccanismo incidentale nella determinazione dei collegi: fu il legislatore, con una disciplina perfettamente innovativa, a prevedere che, nell'ambito di ciascuna regione, il 25% dei collegi dovesse essere ripartito in misura proporzionale (fuori dall'ambito dei collegi).
  • oltre ad iscriversi in un sistema normativo del tutto nuovo, i collegi stabiliti nel 1993 hanno una conformazione profondamente diversa da quelli del 1948: le partizioni del 1993 videro la soppressione di molti collegi del 1948 e la nascita di nuovi; comuni di grandi proporzioni furono trasferiti da un collegio all'altro per effetto del ridisegno complessivo dei collegi (non si è in presenza di meri scambi di comuni finitimi). Tuttavia, collegi del 1948 e collegi del 1993 sono trattati nell'ambito di una stessa pagina (così come i collegi del Regno, sebbene oggetto di trasformazioni ancor più eclatanti nel corso del tempo). Questo modello di trattazione avrebbe potuto applicarsi anche ai collegi del 2017-2020, in modo da risolvere molti problemi di connettività (non vedo da dove sarebbe sorta la confusione, vista la netta suddivisione in sezioni autonome; il lettore avrebbe potuto avere, in una sola pagina, tutta la cronistoria elettorale dei territori facenti capo ai maggiori centri d'Italia. Tra l'altro sono voci di pochissimi kb...).

Volevo anche rimarcare che "il nome del centro più popoloso" non è una nomenclatura imprecisa (anch'io mi sono battuto per anni contro le dizioni imprecise, vedi traduzioni dei nomi dei partiti), poiché esso si ritrova nelle stesse fonti ufficiali; il fatto che la legge abbia adottato il numero d'ordine come criterio di denominazione dei collegi non preclude la possibilità di titolare le voci in base ad un diverso criterio, se questo è maggiormente rispondente ai canoni di catalogazione propri di un'enciclopedia (considerando anche il fatto che, per i collegi del 1948, è la legge stessa a utilizzare il criterio toponomastico, e non quello numerico, nella denominazione dei collegi). --151 cp (msg) 00:45, 24 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Se per i collegi del Rosatellum viene adottato il criterio numerico e non quello toponomastico, occorre effettuare i dovuti spostamenti e creare le relative pagine di disambiguazione: ad es. Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 va spostato a Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 (2017); quindi occorre creare Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 come pagina di disambiguazione, con elencati Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 (2017) e Collegio uninominale Piemonte 1 - 01 (2020). Tra pochi giorni, altrimenti, potrebbero diffondersi wikilink errati. [@ Friniate] --151 cp (msg) 18:15, 1 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ah, io non riesco a occuparmene, mi spiace, direi che chi ha propugnato questa sistemazione che richiede lavoro aggiuntivo dovrebbe pure occuparsene... ----FriniateArengo 20:58, 1 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori (CONFIAL) - avviso procedura di cancellazione[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori (CONFIAL)», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 18:48, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori (UNSIC) - avviso procedura di cancellazione[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori (UNSIC)», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 18:56, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Piattaforma di destra Conservatore (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Piattaforma di destra Conservatore», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 20:36, 7 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Pagina Presidente della Provincia di Viterbo[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, oggi ho cercato di fare una pagina wp su un politico che è Presidente della Provincia di Viterbo (ho visto che l'elezione a Presidente di un ente di secondo livello è tra i criteri di enciclopedibilità). Un utente ha però spostato la pagina in questione nella mia sandbox personale e vorrei sapere se e quando verrà definitivamente pubblicata la pagina. Grazie --Dodoardo (msg) 17:13, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dai criteri di enciclopedicità: "Il criterio [...] esclude invece l'automatica enciclopedicità dei presidenti di provincia votati in elezioni la cui partecipazione è riservata ai soli sindaci e consiglieri comunali dei Comuni facenti parte della provincia, oppure nominati dal governo o dalla Prefettura". In base a ciò, quindi, i presidenti di provincia attualmente in carica non sono automaticamente enciclopedici. SilverShadow2 (msg) 18:25, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Io avevo letto che si poteva fare, dal momento comunque che è una carica di secondo livello. Ad ogni modo grazie mille per la risposta. Ora quindi che posso fare? Perché se la pagina verrà pubblicata è un conto, altrimenti non ha senso che esista --Dodoardo (msg) 19:12, 8 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Allo stato attuale, al di là dei criteri automatici (non rispettati), non ci sono nella biografia del personaggio altri motivi per pubblicarla pagina: l'unica altra carica ricoperta è infatti quella di sindaco di un piccolo paese, ben lungi dal giustificare la pubblicazione. Nulla vieta, comunque, di conservare la pagina in attesa che il biografato diventi enciclopedico, la pagina rimarrà in stand by come sottopagina della tua utenza, pronta all'uso; se proprio vuoi farla cancellare (ma, ripeto, non vi è reale necessità di farlo) puoi apporre questo messaggio (rimuovendo i nowiki) all'inizio della pagina: {{cancella subito|17}} SilverShadow2 (msg) 08:16, 9 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ciao e grazie mille di nuovo per i suggerimenti. Ho aggiunto altre informazioni alla pagina, sia sulla voce "biografia" che su quella "carriera politica". Ora va bene per la pubblicazione? --Dodoardo (msg) 11:53, 9 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

François Asselineau (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «François Asselineau», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 16:00, 10 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Unione Liberal-Democratica Repubblicana (ULDR)[modifica wikitesto]

Unione Liberal-Democratica Repubblicana (ULDR) L’Unione Liberal-Democratica Repubblicana (ULDR), nata nel 2021 su iniziativa di Augusto Vasselli, Pierluigi Sabatini e altri associati, è un’Associazione Confederale il cui fine è di portare avanti la propria attività politica conformandosi alle tradizioni liberali, democratiche, repubblicane e riformiste. L’Associazione utilizza i propri organi associativi per il consolidamento e l’attuazione di questi principi chiave, anche tramite iniziative politico ̶̶sociali mirate alla creazione di relazioni di cooperatività tra le associazioni politiche e non politiche confederate. Altro fondamentale obiettivo è quello di ristabilire il valore, la solidarietà sociale e il rinvigorimento della funzione di verifica del rappresentato nei confronti dell’eletto, nonché la volontà di partecipare al rinnovamento del sistema politico tenendo ben presenti i principi e i valori costituzionali.


Finalità dell’Associazione Scopo dell’Unione Liberal-Democratica Repubblicana è quello di promuovere il dibattito politico e sociale, particolarmente tra le differenti culture che si ispirano al pensiero liberaldemocratico repubblicano e riformista, nella ferma convinzione che l’avvicinamento di queste culture possa portare a un rinnovamento della nazione italiana. L’Associazione si rivolge ai singoli e agli enti culturali e politici, con l’intenzione di rappresentare uno spazio di libero scambio per il confronto di idee e suggerimenti per il rinnovamento dell’Italia.

Manifesto dei Valori L’Associazione ha stilato un Manifesto dei Valori, le cui linee guida fondamentali sono la promozione della libertà e del benessere collettivi, e il superamento degli ostacoli che impediscono l’evolversi della società odierna.


Note Bibliografia Web https://www.uldr.it/ https://amp.foggiatoday.it/politica/deputata-manfredonia-francesca-troiano-abbandono-m5s-gruppo-misto.html https://www.nuovogiornalenazionale.com/index.php/italia/politica/7435-vasselli-per-un-europa-autenticamente-federale.html https://m.youtube.com/watch?v=M2LbfHNZ6gs https://mobile.twitter.com/flaviomtassotti/status/1555977032319762432

Voci correlate Altri progetti Collegamenti esterni --GaBartoc (msg) 22:54, 10 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Jasmine Cristallo (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Jasmine Cristallo», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 17:38, 11 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

voce dubbiosa: Italia Democratica e Progressista[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Italia Democratica e Progressista» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:55, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@SurdusVII avviso E un po' ridicolo eh perdonami, è il cartello elettorale di cui fa parte il PD... A cosa dovrebbe portare l'E? A una pdc che si protraebbe per l'intera campagna elettorale? Al massimo si può decidere di fare una discussione generale per spostare in bozza tutte le voci sulle liste neofondate. ----FriniateArengo 21:20, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Immagino che l'intento di SurdusVII fosse quello di porre il tema sul da farsi rispetto a questa voce ed a voci similari (ossia liste elettorali composte da soggetti politici che già hanno, a pieno diritto, una propria voce). Peraltro lo spostamento in bozza proposto da Friniate mi convince pure nella prospettiva di valutare meglio i recentismi ed evitare che le stesse voci si trasformino in campi di battaglia e raccolte di cronache di effimera portata.--TrinacrianGolem (msg) 21:27, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Le altre voci sono già in bozza (Bozza:Alleanza Verdi e Sinistra, Bozza:Unione Popolare (Italia)), questa però è su una lista decisamente più rilevante delle altre due, parliamo stando ai sondaggi della seconda lista per numero di voti alle prossime elezioni. Anche se non eleggesse nessuno sarebbe comunque una sconfitta elettorale di tali proporzioni che sarebbe comunque enciclopedica per questo motivo... ----FriniateArengo 21:33, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
È più che verosimile che quella in oggetto sarà fra le liste con maggior peso elettorale, ma non credo questo sia di per sé dirimente. Tra l'altro è evidente, anche più rispetto agli altri casi citati, la netta preponderanza del Partito Democratico che, di fatto, ospita nella "sua" lista gli esponenti delle forze minori. Non ho memoria di precedenti recenti (ricordo la discussione su PD/Siamo Europei che, se non erro, finì con la cancellazione). Direi comunque di ragionarci insieme e stabilire una linea d'indirizzo anche per i motivi che dicevo sopra.--TrinacrianGolem (msg) 21:40, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@TrinacrianGolem hai immaginato bene e hai fatto bene a ricordare il caso Siamo Europei una delle tante liste del PD italiano..
@Friniate il fatto che ho inserito l'avviso E è per la prudenza se è rilevante o meno (il fatto è che spesso i politici cambiano idee in fretta e noi dobbiamo scrivere i fatti dopo qualche tempo in più là) e ricordare che Wikipedia è un'enciclopedia e non un blog-notizie sulle liste elettorali.. in effetti siamo in aria di campagna elettorale.. l'importante è dare informazioni storiche sui fatti politici.. se volete che tolga l'avviso per me è meglio (un mio suggerimento ipotetico) di spostarla in wikibozza.. senza nessuna fretta.. tutto qui.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 21:52, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
PD-SE però finì cancellata mica perché non enciclopedica (figuriamoci, lo è automaticamente), ma per semplice migliore organizzazione delle informazioni laddove il cartello era a due (PD e la futura Azione) e ospitava altre candidature minori. In questo caso invece tutte le altre componenti sono sullo stesso piano, non si può applicare un ragionamento simile. ----FriniateArengo 21:55, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SurdusVII che quella lista sia rilevante lo sappiamo già ora su... Al massimo possiamo dire che non c'è ancora abbastanza da scrivere (ma in realtà la voce già ora è un dignitoso abbozzo), ma sulla rilevanza non ci sono dubbi. D'altra parte se nessuno (come spero) ha intenzione di aprire una pdc, a cosa dovrebbe servire l'avviso? ----FriniateArengo 21:58, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Pure io concordo sulla rimozione dell'avviso in quanto tale, ma ritengo comunque utile che venga stabilito un criterio uniforme - tenuto anche conto della circostanza pre-elettorale (non è questo il caso, ma il rischio di promozionalità o perfino quello opposto di denigrazione, è sempre in agguato) - anche perché, ricordiamocelo, stiamo parlando di "liste" (entità che verosimilmente nascono e finiscono per la sola congiuntura elettorale) e non dei partiti che ne possono far parte.--TrinacrianGolem (msg) 01:07, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La scelta di dare conto della lista Italia Democratica e Progressista è, a mio avviso, corretta, dato che la creazione di questa lista, a prescindere dall’esito delle elezioni, è un fatto storico, così come lo è la creazione di qualsiasi altra lista. Dare su Wikipedia informazioni enciclopediche sulle liste elettorali italiane consente, in una democrazia rappresentativa come quella italiana, di esercitare in maniera consapevole il proprio diritto-dovere di voto. Ritengo, pertanto, che anche le voci Alleanza Verdi e Sinistra e Unione Popolare (Italia) debbano essere pubblicate, così come le altre. L’alternativa è trovare su internet solo informazioni incomplete o tendenziose. La discussione su Wikipedia garantirà che le singole voci rispettino i parametri dell’enciclopedia. --Valerio Cuccaroni (msg) 13:40, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Il caso mi pare abbastanza diverso da quello di PD-Siamo Europei: Siamo Europei era una componente specifica della lista, e non andava quindi a includere tutte le candidature extra-PD (Art.1, DemoS); la decisione di cancellare la pagina PD-Siamo Europei deriva poi anche dal fatto che quel cartello si è poi evoluto formalmente in Partito, cambiando poi nome in Azione (nascita partito "Siamo Europei", delibera cambio nome). Avendo quindi giudicato come autonomamente enciclopedico il partito Azione, una pagina sulla lista Pd-Siamo Europei era priva di significato (ci sarebbero poi da fare altre considerazioni sul fatto che, a livello formale, la lista è riferita dal Ministero degli Interni al solo PD, ma si andrebbe troppo OT). Italia Democratica e Progressista invece rappresenta un cartello elettorale non dissimile dall'Alleanza dei Progressisti o dall'Ulivo (più correttamente, potremmo paragonarlo all'Ulivo del 2006, componente principale della più ampia coalizione dell'Unione), che quindi si configura come quasi certamente enciclopedico, dando per scontato che la lista eleggerà suoi esponenti nella futura legislatura. Naturalmente, visto che come ricorda [@ SurdusVII] noi dovremmo comunque "scrivere i fatti dopo qualche tempo in più là", pur essendo praticamente certo che la pagina dopo le elezioni diventerà enciclopedica, allo stato attuale credo sia meglio tenerlo in Bozza, creando però la pagina "Italia Democratica e Progressista" come redirect a una sezione di coalizione di centro-sinistra alle elezioni politiche in Italia del 2022 in cui descrivere la lista (la pagina della coalizione va creata prima delle elezioni, così come si è fatto per quella di centro-destra). SilverShadow2 (msg) 10:28, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Probabilmente il paragone con L'Ulivo o i Progressisti non è del tutto appropriato: quelle erano alleanze con un proprio nome e simbolo che includevano partiti diversi - sia pure con diverso "peso" - ma ciascuno autonomo (infatti autonomamente presente al proporzionale, secondo la legge vigente allora), al punto di dover creare un "contenitore". A voler usare - mutatis mutandis - un paragone con gli schieramenti attuali corrisponderebbe all'alleanza fra PD, +Europa, Verdi/Sinistra e Di Maio (che abbiamo in bozza). Nel caso di Italia Democratica e progressista siamo invece - oggettivamente - di fronte alla lista del PD "allargata" a partiti minori e singoli esponenti. A riprova di ciò il simbolo depositato è quello del PD e - ne avremo conferma a liste presentate - lo stesso partito esprimerà la stragrande maggioranza dei candidati.--TrinacrianGolem (msg) 10:46, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Anche per me la voce molto probabilmente è enciclopedica. A latere segnalo, per chi non lo sapesse, che è in lavorazione la bozza della coalizione di centro-sinistra, che comprende IDP. --Flakiwi 11:19, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
visto che il consenso di togliere l'avviso E c'è per cui potete procedere..
sono d'accordo per il redirect alla voce della coalizione di centrosinistra del 2022 come ha proposto il wikicollega @SilverShadow2.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 12:27, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
è ufficiale ed è registrato al Viminale.. direi che si può togliere tranquillamente l'avvisoE nella voce.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 18:11, 13 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

pdc[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Cesare Acrosso», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)
User-trash-full-4.svg
La pagina «Agostino Giambelli», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)
User-trash-full-4.svg
La pagina «Paul D'Ortona», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

Segnalo pdc aperte da altri----FriniateArengo 21:25, 12 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Simboli fascisti[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, per conformità con [Categoria:Simboli pacifisti], [Categoria:Simboli comunisti] e [Categoria:Simboli socialisti] propongo di modificare [Categoria:Simbologie fasciste] in [Categoria:Simboli fascisti]. Grazie --Camoz87 (msg) 14:00, 14 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

colori RE e Lega[modifica wikitesto]

Segnalo due discussioni 1, 2 rispettivamente sui colori da usare in grafici, mappe e tabelle per Renew Europe e Lega. Sono graditi altri pareri. ----FriniateArengo 14:59, 14 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Terzo Polo[modifica wikitesto]

Vista l'ampia diffusione del nome di "Terzo Polo" per identificare l'alleanza tra IV e Azione per le prossime politiche, propongo di trasformare l'attuale pagina Terzo Polo in una pagina di disambiguazione tra il Nuovo Polo per l'Italia e la lista Azione-Italia Viva-Calenda (la cui pagina sarà, eventualmente, da creare dopo le elezioni). --SilverShadow2 (msg) 15:36, 14 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Beh la pagina sulla lista essendo un cartello tra due partiti enciclopedici forse è evitabile, comunque concordo sulla disambigua. ----FriniateArengo 18:14, 14 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

voce Neofascismo (segnalo discussione)[modifica wikitesto]

Segnalo la discussione aperta sulla talk della voce.--TrinacrianGolem (msg) 20:47, 14 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Nuove Commissioni permanenti[modifica wikitesto]

Tra le varie modifiche che il taglio dei parlamentari comporterà, c'è anche quello della modifica delle Commissioni permanenti in numero e competenze. Pochi mesi dopo il lavoro di adeguamento che avevamo svolto. Tempismo perfetto. Ironia a parte, durante la revisione delle voci delle Commissioni permanenti del Senato ho notato che alcuni titoli di Commissioni erano molto più estesi di quelli presenti sul sito, che sono meri "riassunti" diciamo. Dovendo spostare pressoché tutto ad ottobre con le nuvoe nomenclature non mi sembra il caso di rispostarle un paio di mesi prima (anche considerando che non era stato fatto presente finora, quindi non è così rilevante). Tuttavia, anche in virtù delle considerazioni effettuate sul gruppo parlamentare Uniti per la Costituzione-ecc. per cui si è optato per un titolo della voce "troncato" rispetto a quello effettivo, posso immaginare che si possa pensare lo stesso della "Commissione Affari costituzionali, affari della Presidenza del Consiglio e dell'Interno, ordinamento generale dello Stato e della Pubblica Amministrazione". Questo esempio è quello più eclatante, però mi viene da pensare che si possa usare come discrimine per accorciare i titoli delle voci proprio se il nome usato nei siti di Camera e Senato è differente e rinominare le Commissioni permanenti con quei titoli, specificando però ovviamente in voce il nome esteso ed eventualmente usando lo stesso nei riferimenti in altre voci (ad esempio, ho appena modificato la tabella delle Commissioni permanenti nella voce della XVIII legislatura per inserire i nomi interi delle Commissioni). Quindi anche la Commissione "Affari costituzionali, della Presidenza del consiglio e interni" della Camera potrebbe diventare semplicemente "Affari costituzionali", ecc. (queste cose cambieranno con la prossima legislatura, non mi sembra il caso di esaminare ogni singolo caso adesso, non avendo a disposizione i nuovi siti delle camere). Vorrei insomma raggiungere un consenso su come trattare le prossime Commissioni adesso, considerando che post elezioni ci saranno sicuramente moltissime altre cose da fare e di cui discutere, mentre qui si può già risolvere almeno in parte. Sottolineo che al momento il solo regolamento del Senato è stato modificato, per cui abbiamo già la certezza di quali saranno le Commissioni permanenti della prossima legislatura. Alla Camera invece ho letto che di ostruzionismo per evitare di approvare le modifiche ed essendo le Camere sciolte e peraltro in ferie fino a metà settembre, dubito che in 10 giorni risolveranno questa questione. Pertanto presumibilmente il Regolamento sarà modificato ad inizio della prossima legislatura, con un testo che possiamo supporre sarà simile a quello attuale (gli elementi di disaccordo non riguardano le Commissioni in teoria), ma data WP:SFERA non è possibile scrivere nulla in merito. Parlando quindi delle Commissioni del Senato, che sono in Gazzetta Ufficiale (uso un elenco numerato di wikitesto per questioni di ordine, ma la denominazione prevede il numero ordinale come quelle attuali):

  1. Affari costituzionali, affari della Presidenza del Consiglio e dell’interno, ordinamento generale dello Stato e della pubblica amministrazione, editoria, digitalizzazione;
  2. Giustizia;
  3. Affari esteri e difesa;
  4. Politiche dell’Unione europea;
  5. Programmazione economica, bilancio;
  6. Finanze e tesoro;
  7. Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica, ricerca scientifica, spettacolo e sport;
  8. Ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni, innovazione tecnologica;
  9. Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare;
  10. Affari sociali, sanità, lavoro pubblico e privato, previdenza sociale.

Per cui, considerando le voci attuali:

  1. Affari costituzionali, affari della Presidenza del Consiglio e dell'Interno, ordinamento generale dello Stato e della Pubblica Amministrazione: aggiunge solo dei pezzi al suo nome ancora più lungo, ma per le motivazioni di cui sopra potrebbe rimanere così com'è come titolo;
  2. Giustizia: rimane identica in nome e numero;
  3. Affari esteri, emigrazione viene unita alla
  4. Difesa: seguendo i principi decisi per le Commissioni accorpate e divise negli ultimi decenni bisognerebbe creare una voce per la nuova Commissione e lasciare così come sono queste due;
  5. Programmazione economica, bilancio: rimane identica in nome e numero;
  6. Finanze e tesoro: rimane identica in nome e numero;
  7. Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport: modifica solo la denominazione, ma non le competenze, quindi andrà spostata al nuovo nome;
  8. Lavori pubblici, comunicazioni: accorpata alla 13ª, vedi sotto;
  9. Agricoltura e produzione agroalimentare viene unita alla
  10. Industria, commercio, turismo: come per 3ª e 4ª sarà necessaria una nuova voce;
  11. Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale viene unita alla
  12. Igiene e sanità: come per le altre sarà necessaria una nuova voce;
  13. Territorio, ambiente, beni ambientali: accorpata all'8ª, necessaria una nuova voce;
  14. Politiche dell'Unione europea: cambia solo di numero, non è necessario nemmeno lo spostamento.

Oltre a queste modifiche bisognerebbe anche trasformare i redirect di 3ª e 4ª Commissione in disambigue come fatto per le Commissioni dalla 5ª in avanti (sono i primi cambiamenti di competenza dal '48) ed aggiornare varie altre disambigue. Per quanto riguarda la Camera la proposta attuale prevede l'accorpamento di III e IV, V e VI, X ed XIII ed infine XI e XII, oltre allo spostamento della XIV in IV. Non voglio scendere nei dettagli perché appunto è solo una proposta per ora, però c'è un caso particolare, ovvero le XI e XII, che tornerebbero ad una singola commissione, ma che in realtà nelle prime due legislature erano già unite nella Commissione Lavoro - emigrazione - cooperazione - previdenza e assistenza sociale - assistenza post-bellica - igiene e sanità pubblica della Camera dei deputati. In questo caso cosa si fa? Si riprende quella stessa voce dopo un intermezzo di sedici legislature o si crea comunque una nuova? Il parallelo dei ministeri usato in precedenza mi fa venire in mente quanto accaduto con il Ministero dell'istruzione, il Ministero dell'università e della ricerca e il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, ovvero che si riprende la voce vecchia senza crearne una nuova. Pareri? --CiaobyDany (msg) 00:07, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Favorevole all'utlizzo di titoli tronchi (chiaramente andrebbe creato un redirect con il nome per esteso) e alle modifiche da te proposte per le commissioni senatoriali. Per quanto riguarda la Camera, se dovesse entrare in vigore la modifica credo anch'io che si potrebbe riprendere ad utilizzare la vecchia pagina delle prime due legislature se la nuova commissione unificata dovesse effettivamente risultare avere le stesse competenze di quella. --SilverShadow2 (msg) 10:08, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Oddio, si tratta di un caso particolare in realtà, perché in realtà alcune competenze dell'epoca sono proprio scomparse (assistenza post-bellica) o accorpate ad altre (emigrazione, di cui si occupa la commissione affari esteri cfr). La domanda quindi è: quelle competenze sono secondarie rispetto alle altre oppure no? ----FriniateArengo 15:45, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Imo sono secondarie, quantomeno ora. L'emigrazione di cui effettivamente si occupa la III Commissione (e presumibilmente continuerà a farlo) non è nemmeno menzionata nel titolo della stessa ed avrà ancora meno peso quando sarà accorpata con la difesa. Peraltro per come si presenta ora la voce è segnato che la Commissione è stata divisa nelle due Commissioni che ora stanno venendo riunificate, quindi mi sembra un valido motivo per tornare in quella voce (non sto dicendo che il contenuto di una voce di wp sia fonte autorevole, ovviamente, soprattutto considerando che questo l'abbiamo deciso proprio noi due sei mesi fa, ma mi sembra una questione di coerenza). Per il resto la "cooperazione" non credo che sia una competenza che abbia mai avuto un significato preciso (infatti non è più apparsa da quei tempi) e l'assistenza post-bellica mi sembra possa tranquillamente rientrare nelle competenze dell'assistenza sociale, che ai tempi poteva avere senso che avesse menzione distinta, ma de facto sempre assistenza sociale è. Poi in generale non mi entusiasma avere voci separate di comunque modesto interesse e poco traffico. Tanto vale che siano accorpate. XI e XII della Camera a parte, che comunque sono per ora solo ipotesi, per quanto ben fondate, su tutto il resto del Senato c'è accordo? Non mi vengono in mente potenziali obiezioni che possano essere fatte alla proposta ed inizialmente avevo pensato di fare le modifiche direttamente, ma poi ho pensato fosse comunque meglio passare da qui per maggiore sicurezza. Preferirei chiudere le cose "facili" in modo da poter poi mantenere l'attenzione sulle sole questioni che necessitano di maggiori approfondimenti. --CiaobyDany (msg) 17:09, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
sì sì sul Senato ok, sulla questione delle due commissioni alla Camera sono neutrale, ci stanno entrambe le soluzioni IMO. ----FriniateArengo 19:01, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Allora visto che siamo in due per riesumare la voce vecchia e un neutrale, se non emergeranno altri pareri direi che abbiamo un consenso anche su quello (se le Commissioni saranno riformate come da bozza). --CiaobyDany (msg) 23:23, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Organizzazioni terroriste o eversive?[modifica wikitesto]

Quale delle due forme deve essere favorita quando si parla di organizzazioni che puntano al sovvertimento dello stato? Pagine come Nuclei Armati Rivoluzionari usano il termine "eversivo", però altre come Brigate Rosse parlano di "organizzazione terrorista". --Redjedi23 (msg) 00:23, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

  • Domanda breve, risposta complessa. La risposta è già nella tua domanda. "Eversiva" è la definizione "politica" dell'intento di qualsiasi organizzazione che miri come fine "politico" al sovvertimento dello stato. Quando ciò è effettuato attraverso l'uso della violenza o di tecniche di lotta armata, guerriglia o di altri strumenti atti a causare morte o danni (ad es. le "bombe", attentati o "agguati mirati "ad personam"), allora si parla d terrorismo e l'organizzazione è "terrorista". Ciò non toglie che il termine terrorismo non è legato solo a finalità politiche (vedi ad es. il terrorismo dei "narcos" in Colombia, legato al predominio del traffico di droga), quindi per le organizzazioni di tipo sia "politico che armato" i due termini sono spesso uniti per meglio specificarne la condotta "terroristico-eversiva".

Quindi "eversivo/eversione" è il fine "politico", "terroristico/terrorismo" è il mezzo/metodo/strumento pratico dell'uso della violenza per raggiungere il fine "eversivo".
Semplificando, faccio un paio di esempi pratici: nella "sinistra extraparlamentare", "Potere operaio" e "lotta continua" erano eversivi, lotta continua fino all'omicidio Calabresi, a causa del quale diverta "terrorista" (o terrorista-eversiva) Le "BR" nascono in clandestinità come movimento armato e per cui "terrorista" (di tipo eversivo). A destra "ordine nuovo" era eversiva, ma a causa della organizzazione della strage di Piazza Fontana e la formazione della sua frangia armata dei "NAR", autrice ad es. della strage di Bologna, si rifugia nella clandestinità e diventa "terrorista" (anche loro di tipo eversivo).
Quindi anche nelle voci quando si parla come argomento del fine politico, è corretto parlare di "eversione", quando si parla delle condotte pratiche, risoltesi in azioni di violenza armata o stragiste, allora è corretto parlare di "terrorismo".
Cioè il fine politico non era il "terrorismo", ma l' "eversione" realizzata attraverso il "terrorismo". Fine della risposta
Approfondimento (chi vuole se lo legge)"
Differenza fra il terrorismo di sinistra e di destra (dove non ci sono nè migliori nè peggiori, solo diversità) consisteva, oltre che naturalmente nel modello politico da realizzare con l'eversione, anche nel "metodo" di terrorismo utilizzato, che "di massima" nel terrorismo di sinistra si rivolgeva a obbiettivi mirati e in generale rappresentanti "lo stato" o il "nemico politico", mentre il terrorismo di "destra" effettuò anche numerose azioni contro la popolazione civile e indiscriminate alla ricerca del massimo delle vittime, con l'obbiettivo della creazione di un clima di "paura e terrore" (ad es. P.za Fontana, Pza della Loggia, treno Italiacus, stazione di Bologna), la cd "Strategia della tensione".
A quest'ultimo metodo appartengono anche le stragi/attentati mafiosi ad es. di Firenze, Roma (più il fallito attentato allo stadio Olimpico) e Milano, che avevano come obbiettivo proprio la creazione nel paese di una condizione "terroristica" (simile al "metodo colombiano")in cui gli aspetti "politici" (ad es. l'annullamento delle sentenze del maxiprocesso e del 41bis) erano solo funzionali agli interessi pratici dell'organizzazione mafiosa (così come "utilitaristiche" sono anche la strage di Capaci o di Via D'Amelio che avevano "solo" un uso funzionale del vantaggio "pratico" che l'eliminazione di Falcone-Borsellino pensavano avrebbe portato all'organizzazione mafiosa) ). Gli attentati mafiosi ai beni "culturali e civili avevano come obbiettivo l' instaurare una condizione "terroristica" attraverso l'uso del "terrorismo" ed era il solo fine delle loro azioni che aveva come unico scopo la creazione di un clima generale di paura e terrore, una ripresa della "strategia della tensione", che se per il terrorismo di destra aveva però un fine "eversivo", per la mafia era soprattutto "funzionale" ai suoi fini "criminali", per cui l'aspetto eversivo era quasi assente, marginale e/o mediato dall'interesse mafioso. Poi ci sono varie ipotesi accusatorie (la cd "trattativa stato mafia") più o meno attendibili o complottiste che vedono anche il coinvolgimento di apparati dello stato e militari, servizi segreti deviati e terrorismo "nero" anche negli atti di terrorismo di matrice mafiosa, riconducendo anche questi a un intento "eversivo" (ma dei complottismi io non credo nell' attendibilità, quindi vale solo come un inciso).
Poi ci sono organizzazioni che usano o hanno usato metodi più o meno terroristici che però più che rivendicazioni "eversive" ne hanno di tipo secessionista o indipendentista (cioè non mirano a sovvertire l'ordinamento di uno stato, ma a crearne uno nuovo e separato), ad es lo "Sinn Fein" (e il suo braccio armato IRA) irlandese o "Askatasuna" dei paesi baschi o Al fatah e hamas in Israele- Palestina (Cisgiordania). Questo per spiegare che il termine "eversione" e "terrorismo" pur se spesso affini o collegati e contigui non sono "sinonimi". Comunque consiglio di leggere almeno le numerose voci a proposito presenti in WP (non tutte di buona fattura), su episodi/situazioni da me citati, ma che almeno possono dare un'idea. ciao --Aleacido (4@fc) 00:53, 16 ago 2022 (CEST)PS: solo un breve accenno anche a impropri paragoni e recenti rigurgiti di similitudini fra terrorismo e lotta partigiana. Appartiene ormai alla storia che sia stata considerata (anche comprensibilmente) " eversiva e terrorista" dalla RSI, che aveva però ben più gravi problemi di riconoscimento e legittimità giuridica e istituzionale, mentre il CLN invece era riconosciuto grazie alla svolta di Salerno, dal legittimo governo Italiano monarchico, anch'esso riconosciuto dai più del consesso internazionale, ribaltando di fatto le posizioni,[1][2][3], legittimità ammessa anche dal controverso lavoro "teoria del partigiano" di Carl Schmitt(e mio POV, per fortuna la storia è andata così, grazie anche al 2 giugno, o diversamente forse non potremmo nè scrivere nè leggere WP, o perchè proibito o perchè "non esistente" e leggeremmo "La gagliarda, enciclopedia unica del perfetto italiano" (con visto censura)...)Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Aleacido (discussioni · contributi) 07:16, 16 ago 2022‎ (CEST).Rispondi[rispondi]

Noi Moderati[modifica wikitesto]

La voce Noi Moderati sta avendo una storia particolarmente travagliata, essendo la seconda volta che viene cancellata in C4. Vorrei proporre di ripristinarla e spostarla in bozza in analogia con quanto già fatto con Unione Popolare e Alleanza Verdi Sinistra. ----FriniateArengo 15:31, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Sono d'accordo. --151 cp (msg) 15:35, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
✔ Fatto da @SilverShadow2: Bozza:Noi moderati ----FriniateArengo 17:13, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Bozza:Azione - Italia Viva[modifica wikitesto]

Visto il consenso generale per la creazione di bozze sulle liste elettorali delle prossime elezioni, la cui enciclopedicità sarà poi da valutare a posteriori, ho creato anche la bozza sulla lista Az/IV. Chiedo qui pareri sulla denominazione della pagina: il nome ufficiale della lista, come emerge dal simbolo depositato al Viminale, sarebbe Azione - Italia viva - Calenda (cfr [4]), mentre di solito per le liste composite utilizziamo semplicemente i nomi dei due partiti affiancati, soluzione che quindi ho preferito (vedi Alleanza Nazionale - Patto Segni, La Destra - Fiamma Tricolore). Di contro, il nome attualmente utilizzato dalle fonti è sicuramente "Terzo Polo": si potrebbe quindi valutare come titolo anche Terzo Polo (2022) (il disambiguante è necessario per distinguerlo dal Nuovo Polo per l'Italia). --SilverShadow2 (msg) 19:13, 16 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Terzo Polo direi proprio di no. Quanto al resto (e vale pure per l'Alleanza Verdi Sinistra), teniamo anche conto dell'orientamento che abbiamo avuto per altre liste che fossero semplici giustapposizioni tra due partiti enciclopedici, ossia la trattazione esclusivamente nelle rispettive voci. Quindi, ok intanto le bozze, ma non so se poi vedranno la luce (diversa invece la situazione per Noi moderati e Unione Popolare, che sono la somma di più soggetti) ----FriniateArengo 19:04, 17 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Modifiche pagina Elezioni politiche in Italia del 2022[modifica wikitesto]

Segnalo discussione. --SilverShadow2 (msg) 18:09, 18 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Mappe per collegi 2018 e 2022[modifica wikitesto]

Segnalo che qui ho fatto una prova per avere una versione interattiva delle mappe dei collegi aggiungendo un parametro "Mapframe"; nell'esempio viene usata una mappa che ho condiviso su commons che diventa utilizzabile anche per wikidata. Penso che questo di mappa sarebbe più utile rispetto a mappe statiche svg, però potrebbero esserci controindicazioni a cui non ho pensato. Sul sito Istat ci sono anche le mappe dei collegi delle elezioni 2018. --M.casanova (msg) 10:14, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Adotterei se possibile entrambe le versioni, una che mostri il territorio del collegio nel dettaglio, un'altra che lo mostra tra gli altri collegi (quella in svg) ----FriniateArengo 17:27, 19 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Animal Welfare Party[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Animal Welfare Party» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Janik (msg) 13:15, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@Janik98 direi che si può integrare qualcosina su Animal Politics EU, lasciando il redirect, in analogia con quanto già fatto col Partito Animalista Italiano. ----FriniateArengo 16:39, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Se si integra senza esagerare perché già fatto in passato per me va bene, sentiamo altri pareri.--Janik (msg) 16:40, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
per me va bene integrare all'altra voce come suggerito dal wikicollega.. il resto da spostare nella sottosezione ed il titolo da trasformare in redirect.. non so se vale anche per la sigla in redirect: AWP?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 16:57, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Una riga (o poco più) in Animal Politics EU sarebbe IMHO più che sufficiente. Tra l'altro parte del testo sembra da C3 (il Partito (...) sarebbe rimasto nella regione di Londra alle elezioni o È stato uno dei sette partiti europei per la protezione degli animali che hanno contestato le elezioni europee del 2014 allo scopo di restituire rappresentanti).--TrinacrianGolem (msg) 17:01, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@TrinacrianGolem intendi che la sezione di Storia sia da togliere tutti i dettagli?? cioè snellire in una sola riga?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:09, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ SurdusVII] Intendo che non vedo un'autonoma enciclopedicità del partito. Perciò farne menzione nella voce di Animal Politics EU mi pare più che sufficiente.--TrinacrianGolem (msg) 17:12, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@TrinacrianGolem sono d'accordo.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:15, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il partito comunque è stato trattato da fonti acccademiche [5] [6] (quest'ultima ahimé non accessibile), anche se all'interno di analisi complessive sull'animalismo in Europa, il ché conferma la scelta di trattarne in qualche riga sulla voce del partito europeo. ----FriniateArengo 21:49, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
D'accordo anche io con l'integrazione nella voce del partito europeo. --Flakiwi 22:52, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Segnalo anche la pagina del partito Per gli Animali, per il quale potrebbe essere adottata la stessa soluzione.--Scia Della Cometa (msg) 19:00, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Concordo anche su Per gli Animali. Se non dovessero emergere pareri contrari procederei all'unione di entrambi.--Janik (msg) 23:31, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
✔ Fatto per la trasformazione in redirect passiamo da pdc o no? ----FriniateArengo 17:10, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Quando si effettua un'unione non serve passare da una PdCper trasformare in redirect, basta segnalare nella pagina di discussione l'unione come hai fatto tu.--Janik (msg) 17:17, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Janik98 lo so, il fatto è che non è un'unione vera e propria... ----FriniateArengo 19:47, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Come mai non lo sarebbe? Sono state sostanzialmente unite tutte le informazioni rilevanti.--Janik (msg) 20:19, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Bho, non ho mai chiarito cosa fare in questi casi, comunque per me procedi pure. ----FriniateArengo 21:03, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

wikibozza primo ministro srilankese[modifica wikitesto]

segnalo la discussione.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:28, 21 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ideologie Democrazia Cristiana[modifica wikitesto]

Segnalo discussione. --Flakiwi 16:46, 22 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Nome Partito dei Carc (2)[modifica wikitesto]

Segnalo ancora questa discussione: servirebbero altri pareri per formare un consenso attorno all'attuale titolo o a favore dello spostamento. --Scia Della Cometa (msg) 19:02, 23 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Avviso vaglio Roger Köppel[modifica wikitesto]

Crystal Clear app kghostview.png
Per la voce Roger Köppel, il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stato proposto un vaglio.

Per partecipare alla discussione clicca QUI.

--GeneraleAutunno (msg) 01:20, 24 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dubbio di enciclopedicità per Progetto NordEst[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Progetto NordEst» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Janik (msg) 23:31, 24 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Il partito fu famoso per essere stato il primo partito fuori dalle coalizioni alle elezioni del 2006 (e quindi a suo modo decisivo con i suoi 90.000 voti). Fu inoltre il solo partito oltre a Rifondazione Comunista a ottenere seggi fuori dalle coalizioni principali alle elezioni regionali del 2005. A livello di fonti viene citato in varie pubblicazioni accademiche sulle elezioni del 2006 [7], [8] [9], [10] [11] [12] (purtroppo le ultime due fonti del Mulino non sono accessibili con wikipedia library, ho visto solo gli snippet su google scholar) o in generale in pubblicazioni accademiche sulla politica nella periferia politica dell'Italia negli ultimi decenni [13] [14] [15] o sul turno delle elezioni regionali del 2005 [16]. ----FriniateArengo 20:00, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

grafici nelle voci sui collegi elettorali[modifica wikitesto]

Recentemente in alcune voci sui collegi elettorali sono stati inseriti alcuni grafici a barre che mettono a raffronto la percentuale dei voti ottenuti e quella dei seggi (esempio). Ora, se questi grafici sono certamente interessanti per le elezioni nazionali, o al limite anche per il livello regionale, se come nel nostro Senato la distribuzione avviene a quel livello, perdono evidentemente di senso a livello inferiore, dato che la distribuzione dei seggi tra le varie circoscrizioni e collegi è legata a meccanismi di livello nazionale (esempio classico il Molise, in cui l'unico seggio alle elezioni 2018 scattò per LEU nonostante fosse una tra le ultime liste, perché il resto con cui i 5 stelle avevano ottenuto il seggio era inferiore al resto ottenuto in altre circoscrizioni ed essendo lista sovrannumeraria dovettero cedere un certo numero di seggi alle liste sottonumerarie, tra cui appunto Leu). Proporrei dunque di rimuoverli da tutte le voci su collegi plurinominali e circoscrizioni della Camera, lasciandoli eventualmente sulle sole circoscrizioni del Senato. ----FriniateArengo 22:01, 26 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Sinceramente li toglierei da tutte le voci, Senato compreso (cfr. art. 17, co. 1, lett. b), d.lgs. 533/1993 - disposizione secondo me suscettibile di declaratoria di illegittimità, se all'inciso "su base regionale" di cui all'art. 57 Cost. si dà l'interpretazione che ne dette Ciampi). Già che sono in argomento: riguardo alle mappe, i collegi del 2017 erano raffigurati nell'ambito della rispettiva regione, mentre quelli del 2020 in ambito nazionale, es.:
In molte voci, la rappresentazione geografica dei collegi del 2022 non è molto visibile, per cui mi chiedevo se non fosse preferibile avere mappe analoghe a quelle del 2017... --151 cp (msg) 23:57, 29 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sul lasciarli al Senato o meno sono neutrale. Sulle immagini, concordo che siano preferibili, ma finché qualcuno non le fa possiamo far poco ----FriniateArengo 01:00, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sui grafici intendevo dire che anche per il Senato esistono meccanismi nazionali (molto discutibili) che si riflettono sulle singole regioni. Sulle mappe: non vorrei farle con metodi preistorici come paint... --151 cp (msg) 04:10, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

voce dubbiosa: Partito degli Umanisti[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Partito degli Umanisti» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--SurdusVII (wikicollega dal 2012) 18:57, 28 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Palesemente irrilevante, tra l'altro il testo sarebbe da immediata C3 visti alcuni passaggi da pessima traduzione automatica.--TrinacrianGolem (msg) 19:17, 28 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Serenamente da immediata. --SilverShadow2 (msg) 19:27, 28 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Tranquillamente eliminabile.--Janik (msg) 22:34, 29 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Da C3 e C4. --Flakiwi 22:48, 29 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
segnalata per C4.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 18:42, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Essere rilevanti per l'approvazione di una legge rende enciclopedici?[modifica wikitesto]

Essere fra i promotori di una legge (non essendo in Parlamento), ed a seguito di un audizione far partire i lavori per essa può essere motivo di enciclopedicità? Se tale legge viene poi approvata?

~~~~ --87.21.16.81 (msg) 18:37, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

a quale leggi si riferisce?? faccia qualche esempio pratico.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 18:40, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Finalmente dopo anni è stata approvata la "Legge Content Creator" che dopo anni fa riconoscere tale professione in Italia. 87.21.16.81 (msg) 18:49, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Appunto tre content creator hanno fatto iniziare i lavori che poi hanno portato all'approvazione di tale legge, ed hanno contribuito al lavoro su essa con un audizione nella commissione lavoro della Camera dei deputati 87.21.16.81 (msg) 18:55, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Symbol support vote.svg Favorevole all'idea dell'IP.--Potenza2021 (telefonami) 18:56, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Credo sia più facile che sia enciclopedica la voce sulla legge e all'interno di essa parlare anche della campagna dei promotori. Ci vogliono in ogni caso fonti autorevoli. ----FriniateArengo 18:59, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
L'audizione è presente sul sito della Camera dei deputati, ma più che altro qui parliamo di una legge davvero importante ed esserne i promotori principali dovrebbe essere molto rilevante 87.21.16.81 (msg) 19:02, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Scusami intendevo fonti secondarie (un articolo accademico sarebbe ideale ad esempio). ----FriniateArengo 22:16, 30 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ecco prima fonte e seconda fonte

87.21.16.81 (msg) 00:44, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Essere auditi non è, in sé, qualcosa di enciclopedicamente rilevante. --Vito (msg) 00:47, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro][× Conflitto di modifiche] Le audizioni di portatori d'interessi sono comune prassi parlamentare e, di per sé, il fatto che siano avvenute non attesta nulla di particolare. Come detto bene sopra da Friniate occorrerebbero fonti molto solide che consentissero di confermare un'importanza dirimente nell'orientare le decisioni del legislatore.--TrinacrianGolem (msg) 00:49, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

dalla loro audizione sono iniziati i lavori veri e propri. Hanno portato in Parlamento un problema che purtroppo in Italia andava avanti da anni e finalmente questa categoria ha ricevuto rispetto venendo riconosciuta. Dietro questa approvazione ci sta una battaglia durata anni che ha visto in primo piano i tre content creator, ed in special modo uno che ha lanciato la fondazione CIC (Confederazione Italiana Creatori Di Contenuti).87.21.16.81 (msg) 04:15, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
L'articolo che hai inserito però dice soltanto che queste persone sono state audite e nient'altro. ----FriniateArengo 14:17, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La loro è una battaglia portata avanti da anni tramite la Confederazione Italiana Creatori Di Contenuti Dopo il loro intervento alla camera sono partiti i lavori che hanno portato all'approvazione della legge 82.55.113.106 (msg) 06:37, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Moltissime norme prendono origine da iniziative promosse da portatori d'interesse, è qualcosa di assolutamente ordinario e non solo nell'ordinamento italiano. IMHO non vedo possibile enciclopedicità, perlomeno in relazione alla discussione in oggetto, in ipotetiche voci biografiche dei promotori.--TrinacrianGolem (msg) 10:23, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
I tre hanno carriere di tutto rispetto 82.55.113.106 (msg) 12:46, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
senza fonti autorevoli non approvo tale proposta.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 13:47, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
devo mandare una bozza delle carriere dei tre content creator?

82.55.113.106 (msg) 17:19, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

No, ti stiamo dicendo che servono fonti autorevoli che parlino del ruolo di queste persone nell'approvazione della legge, dei loro cv qui non importa nulla.... ----FriniateArengo 19:05, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
ecco 82.55.113.106 (msg) 22:00, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
No, la fonte non dice affatto il ruolo che hanno avuto nell'approvazione della legge. Leggi meglio la fonte e non cercare di manipolarla. La fonte evidenzia un gruppo di persone, una categoria che hanno avanzato una loro (legittima) richiesta per ottenere una (eventuale) forma di riconoscimento giuridico tramite apposita legge. Sicuramente hanno il diritto di chiederlo. Magari la legge si farà. Magari no. Di richieste/proposte/interrogazioni parlamentari/iniziative simili ce ne sono a decine. Magari questa è più rilevante di altre (forse). Vedremo. Ne riparliamo quando ci sarà la legge. Grazie per la comprensione. --Gac (msg) 22:30, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La legge è stata approvata DDL Concorrenza: i Content Creator sono ora riconosciuti ufficialmente in Italia 82.55.113.106 (msg) 23:12, 1 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per conoscenza, il link che hai inserito non funziona. --Tormund99 (msg) 17:47, 2 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
ecco --95.246.35.85 (msg) 18:41, 2 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La norma contiene una delega al governo, che dovrà esercitarla mediante decreto legislativo. In ogni caso non vedo dove stia il tema: è il legislatore che decide, non i portatori d'interesse. E l'aver scritto petizioni o essere stati auditi non rende enciclopedici. Credo che, visti tutti i pareri e la mancanza di un consenso circa la pretesa enciclopedicità delle biografie in questione, sarebbe il caso di chiudere la discussione.--TrinacrianGolem (msg) 19:02, 2 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Collocazione dei gruppi armati[modifica wikitesto]

Segnalo discussione. --Redjedi23 (msg) 13:30, 31 ago 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Voci di fanta-storia di ipotetiche linee di successione a troni non più esistenti[modifica wikitesto]

Segnalo discussioni Discussioni progetto:Storia#Voci di fanta-storia di ipotetiche linee di successione a troni non più esistenti. --Meridiana solare (msg) 22:43, 4 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dubbio di enciclopedicità voce Tilde Minasi[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Tilde Minasi» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Meridiana solare (msg) 23:04, 4 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Pur concordando sulla non enciclopedicità del soggetto, essendo candidata alle prossime elezioni e potenzialmente eleggibile rimanderei la discussione (e ne aprirei una generale per valutare tutti i parlamentari della XVIII legislatura che sono stati in carica per un periodo di tempo molto ridotto). --SilverShadow2 (msg) 09:38, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Candidata al Senato nel Collegio uninominale Calabria - 02 (Senato della Repubblica 2020) e al proporzionale, è molto probabile che venga rieletta fra 20 giorni: un'eventuale PdC non si concluderebbe in tempo utile, ma poi sarebbe inutile cancellare una pagina per poi ricrearla fra pochi giorni.--Holapaco77 (msg) 14:10, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Holapaco77 Se la cancellazione restasse in semplificata, terminerebbe 5 + 7 il 12 e quindi prima dell'eventuale rielezione.
Proprio perché è candidata, non aumenta il rischio della promozionalità della pagina? --Meridiana solare (msg) 17:36, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Concordo che , non rientrando nei casi di enciclopedictà automatica e sufficiente, il rischio di "promozionalità" mi sembra evidente. Penso si potrebbe spostare in una bozza fino a "bocce ferme". Ciao --Aleacido (4@fc) 17:53, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per lo spostamento in Bozza non ci sono i presupposti.
Condivido l'alto concetto di WP che tutti noi abbiamo ma il rischio di promozionalità mi sembra davvero remoto tenuto anche conto dell'avviso E presente in voce.
IMHO, a fine mese, seconda dell'esito del voto, o si toglie l'E o la si manda in cancellazione. --Antonio1952 (msg) 18:06, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La "promozionalità" ce l'avrebbe allora anche Giuseppe Auddino (M5S), candidato nello stesso collegio uninominale Calabria 02. Collegio che poi è considerato "blindato" per il centrodestra (vedi scenari Youtrend/Istituto Cattaneo). La PdC aprirebbe poi un discussione, poi proroga, e votazione (7+7+7), e si vota fra 20 giorni.--Holapaco77 (msg) 18:44, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Molte personalità che corrono alle elezioni hanno gà una pagina, per la promozionalità si fanno i dovuti controlli generici. Anch'io sono per tenerla fino all'esito delle elezioni e poi aggiornarla o cancellarla. --Fra00 18:52, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ciao @Holapaco77 e @Antonio1952. Mi sembra evidente che non mi riferivo a qualsiasi tipo di "partigianeria" elettorale, mia o altrui. La differenza sta nel fatto che Auddino è "automaticamente enciclopedico" secondo i criteri per avere svolto l'attività parlamentare per tutta la legislatura, la Minasi no, non avendo svolto tale attività per una "parte significativa" (solo qualche mese) e pertanto non rientra in questi criteri (e per prassi comune e consolidata si passa normalmente direttamente per la pdc, in quanto l'argomento "esponenti politici viventi" è "intrensecamente" promozionale e per niente remoto). Il resto sembra solo essere una "par condicio" che non ha basi enciclopediche ma "politiche" (scusatemi e senza alcun accenno polemico, ma nel senso squisitamente tecnico), per una sorta di "deroga elettorale" che non trovo perfettamente e enciclopedicamente giustificata, a rischio possa essere estesa a qualunque "candidato" alle prossime elezioni, anche i meno enciclopedici e/o senza altre caratteristiche di rilevanza enciclopedica. Ciao --Aleacido (4@fc) 18:55, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Questa voce al momento della sua creazione poteva essere creata sulla base dei criteri di enciclopedicità automatica. Minasi si è dimessa a marzo: allora la voce andava cancellata. Visto che è rimasta per più di cinque mesi mancando di enciclopedicità (automatica e non), facciamola arrivare a sei e basta, vista la molto alta probabilità che l'enciclopedicità automatica arriverà tra sole tre settimane. Che qualunque candidato alle prossime elezioni possa avere una voce per questi motivi mi sembra, sinceramente, un'assurda supposizione. --Fra00 19:50, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Fra00 veramente la voce è stata creata ieri (11:32, 4 set 2022‎) --Meridiana solare (msg) 20:01, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Convengo sostanzialmente con Antonio1952: siamo al limite ma, in caso di rielezione, ci troveremmo in una situazione paradossale. Soprassiederei anch'io da una Pdc, lasciando comunque l'avviso E, per riparlarne il 26 settembre o giù di lì.--TrinacrianGolem (msg) 20:07, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Un attimo, se la voce è stata creata ieri, non vedo francamente motivo di agire diversamente da quanto facciamo per i partiti o le liste neofondate a ridosso delle elezioni, che dal 2018 appunto spostiamo in bozza (prima delle bozze, le cancellavamo in immediata) per il pericolo promo congelandole fino alle elezioni. Diverso sarebbe se la voce fosse più vecchia, ma creare voci non enciclopediche a ridosso dalle elezioni puntando sul fatto che tanto ad andare alle elezioni la pdc non farebbe in tempo a concludersi, mi pare un comportamento da scoraggiare. ----FriniateArengo 20:14, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] Qui siamo in un caso oggettivamente ambiguo: la biografata ha comunque svolto una parte del mandato parlamentare, sia pur brevissima. Ordinariamente dovremmo mandare in Pdc anche perché non ricorrono le condizioni per un'immediata. Rimane l'ipotesi di spostamento in bozza ma, se dobbiamo stare alla lettera delle previsioni su quel namespace, anche questa opzione dovrebbe seguire ad un consenso emerso in Pdc.--TrinacrianGolem (msg) 20:21, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Concordo con @Friniate, ed è in linea con quanto da me proposto, tanto più che è emersa la recentissima creazione, sostengo e ribadisco quindi lo spostare in bozza, la situazione non è nè così eccezionale o "d'urgenza" nè tantomeno "paradossale" per creare un "caso particolare" di "mantenimento" (e le tempistiche non possono non far pensare a una creazione con la "clessidra" o quantomeno non opportuna). Ci sono i tempi e le motivazioni per procedere correttamente secondo le prassi indicate da Friniate, niente andrebbe perso e si valuterà con più serenità dopo il 25. Ciao --Aleacido (4@fc) 20:23, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Non avevo notato che la voce fosse stata creata ieri; giusto per curiosità: era già stata creata e cancellata? Allora sì, spostiamo in bozza con E affisso fino alle elezioni. --Fra00 20:53, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[@ Fra00] No, non risulta neppure cancellata in precedenza (se tramite Pdc ci stava il C7 con eventuale spostamento in sandbox).--TrinacrianGolem (msg) 20:57, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@TrinacrianGolem beh no, consideriamo sempre che per le liste elettorali neofondate fino all'avvento delle bozze si procedeva in C4 (per promo). Si tratta di un'interpretazione estensiva forse, dovuta all'impossibilità di ricorrere alla via ordinaria di cancellazione, ma comunque consolidata da ben prima dell'avvento del ns bozze. ----FriniateArengo 21:01, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il paragone con le liste elettorali mi sembra fuorviante; la creazione della voce di una lista ha sempre una componente promozionale che si accentua in campagna elettorale ed è quindi corretto cancellarla per C4 o spostarla in Bozza; nella voce sul singolo candidato la componente promozionale è IMHO minima.
Paventare il timore che, rimasta questa in ns0, a valanga verranno create voci sugli altri candidati è fuorviante perché non si tiene conto che costei, almeno per 4 mesi, è già stata senatrice; le voci su uno qualunque dei 4500 candidati che non sono mai stati deputati o senatori erano, sono e saranno da C4.
Il mio invito a soprassedere non nasceva da una volontà di "deroga elettorale" ma dall'opportunità di non far perdere tempo alla comunità; però, se c'è qualcuno non ha meglio da fare su WP, avvii pure una PdC. --Antonio1952 (msg) 21:35, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ciao @Antonio1952, sarei stato zitto, concordando sui 4500 candidati in cui si sarebbe "mescolata", se non fosse che la biografata è candidata in un collegio uninominale e pertanto i candidati si riducono a 74, quindi a mio avviso questa distinzione è dirimente e in qualche modo rende assai più "grave" la situazione, per la correttezza enciclopedica della questione circa il fatto che il problema promozionale sia "minimo". Ciao --Aleacido (4@fc) 21:51, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
74 saranno gli eletti ma i candidati sono 7/8 volte tanto. Comunque, @Aleacido, se ritieni che la Minasi possa essere favorita dall'avere una voce su WP marchiata con un dubbio di enciclopedicità in testa, avvia la PdC; ti prometto che non aprirò la consensuale. --Antonio1952 (msg) 22:09, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Antonio1952 credo che siamo tutti concordi sul fatto che una pdc sarebbe una perdita di tempo... ----FriniateArengo 22:12, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il mio è un appunto di metodo: l'idea di pubblicare voci non palesemente non enciclopediche ma nemmeno chiaramente enciclopediche su candidati a ridosso delle elezioni, puntando al fatto che tanto la pdc in consensuale finirebbe dopo le elezioni, mi pare un caso da manuale di aggiramento delle linee guida e pertanto da scoraggiare. ----FriniateArengo 22:14, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
E allora la discussione finisce qui perché, in quanto ex-senatrice, non è da C4 ed essendo l'autore autoconvalidato non rientra in nessuno dei casi di spostamento in Bozza.
Per tutti gli altri che non sono mai stati eletti, non si tratta di scoraggiare ma, come detto, di "piallare" per C4. --Antonio1952 (msg) 22:21, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
su questo concordo, la perdita di tempo è palese, ma o vi è un "vulnus" procedurale o ritengo esistano più idonei o veloci sistemi "tecnici" per risolvere, magari per chi ha i "bottoni". Lo riterrei un giusto provvedimento di "tutela e correttezza" e concordo in toto con Friniate sul dovere di scoraggiare, data l'importanza delle "regole democratiche" in momenti delicati anche come "linea di principio etica ed enciclopedica". Ciao --Aleacido (4@fc) 22:24, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Antonio1952 IMO ovviamente rientra nel C4 (nella variante dello spostamento in bozza) per promo, dato proprio da questo comportamento. Legittimo non concordare, ma mi pare assolutamente legittimo discuterne. ----FriniateArengo 22:28, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
A rigore non saremmo in un caso "tipico" di C4 e dovremmo passare per una PdC e da lì verificare il consenso per lo spostamento in bozza. Ma IMHO, se c'è consenso generale (anch'io non aprirei una consensuale in un'eventuale Pdc), il V pilastro potrebbe legittimamente essere invocato per venirne a capo nel senso indicato (evitando di sprecare il contenuto di una voce ove dall'esito elettorale questa rientrasse - a quel punto fuor di ogni dubbio - nei criteri di WP:POLITICI) ;-)--TrinacrianGolem (msg) 22:46, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Mi associo all'invocazione del V emend... ehm "pilastro". Ciao --Aleacido (4@fc) 22:57, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SilverShadow2@Holapaco77 sarebbe opportuno un vostro parere sullo spostamento a bozza o meno sulla scorta della discussione e degli elementi nel frattempo emersi.. ----FriniateArengo 13:52, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] Nel merito, concordo con [@ Antonio1952] nel ritenere la promozionalità di una pagina del genere minima, e conseguentemente non avrei problemi a lasciare la pagina online valutandone l'enciclopedicità post-elezioni; non ho, comunque, problemi a spostare in Bozza (o, se si vogliono osservare rigidamente le condizioni d'uso di quel namespace, in una sottopagina utente del creatore della pagina), mentre mi sembra non sussistano le condizioni per un'immediata in C4, a fronte anche del fatto che pur essendo stata senatrice per pochi mesi, è anche assessore della regione Calabria: nessuna delle due condizioni è, da sola, elemento di enciclopedicità, ma prese insieme creano una situazione incompatibile con il C4 (e d'altra parte il solo fatto di discutere se è o meno il caso di chiedere un'immediata dovrebbe far venire meno i presupposti stessi della richiesta: di fatto, straemmo trasformando questa discussione nella PdC). --SilverShadow2 (msg) 16:47, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@SilverShadow2 chiaramente il C4 per quanto mi riguarda era da intendersi come spostamento in bozza e in ogni caso non certo per palese non enciclopedicità, ma per promo (ricordo che il criterio è multiplo: palese non enci, promo, cv, ognuno di questi elementi basta da solo). Ma è comunque solo la giustificazione formale dello spostamento a bozza (che io vedo motivato soprattutto dalla necessità di scoraggiare dal portare avanti la campagna elettorale creando voci non ancora enci su wiki in procinto delle elezioni), niente di più. ----FriniateArengo 19:17, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
WP:PROMO non rientra fra i casi in cui è consentito lo spostamento (vedi: Wikipedia:Bozza#Spostamento dal namespace principale al Bozza). Oltre al fatto che all'interno della voce io non leggo nulla di promozionale, anzi non c'è neanche scritto che è candidata e in Circoscrizione_Calabria_(Senato_della_Repubblica)#XIX legislatura non c'è neache il suo nome. Non rientrando nel C4, l'unica possibilità rimane la PdC, ma in questo momento non ha senso avviare tale procedura perché si concluderebbe oltre il 25 settembre quando la biografata sarà certamente eletta nel collegio uninominale (dato che i sondaggi ormai danno il CDX con un vantaggio di 20 punti percentuali sul secondo candidato). Siamo come nel caso di quando viene proposta la cancellazione di un calciatore titolare che ha solo 23 presenze in campionato e ne servono 25 per essere automaticamente enciclopedico (basta aspettare 2 settimane, con le 2 partite giocate, e il calciatore sarà enciclopedico). --Holapaco77 (msg) 12:21, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Veramente rientra nel criterio B2, quindi è possibilissimo. La promozionalità è data dal fatto di avere una voce che verrebbe normalmente cancellata in pdc, quindi non enciclopedica, in periodo elettorale. In ogni caso, ragionerei più sulla questione sostanziale che su quella formale. ----FriniateArengo 12:32, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Già altri 3 utenti si sono espressi dicendo che la voce non rientra assolutamente nel C4. Non è detto che questa voce verrebbe normalmente cancellata in PdC, anzi anche altri utenti hanno detto che verrebbe mantenuta. Tra l'altro, come puoi vedere in Senatori della XVIII legislatura della Repubblica Italiana ci sono tutte le voci dei senatori (tranne una) di questa legislatura; anche in Deputati della XVIII legislatura della Repubblica Italiana ci sono tutti i deputati (tranne uno).--Holapaco77 (msg) 13:42, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Altri tre utenti hanno detto che non rientra nella palese non enciclopedicità, e concordo con loro. Contrari allo spostamento in bozza ci siete te e Antonio, legittimo, ma vorrei solo che discutessimo di sostanza e non di formalità, che, come ho mostrato, sono superabili. Siamo per estendere anche alle biografie la prassi esistente per le liste elettorali oppure no? Questo è il punto. ----FriniateArengo 15:04, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il fatto che vi siano tutti i deputati o i senatori in sé ovviamente non significa quasi nulla, dato che rientrano nei criteri automatici. Il dato che conta è casomai quante altre biografie abbiamo di parlamentari per meno di 6 mesi (e soprattutto come si sono concluse le eventuali pdc su di essi). ----FriniateArengo 15:07, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Come ho già scritto, sono d'accordo per le biografie di persone alla prima candidatura (anzi, per queste sarei direttamente per il C4, ove non ci sia altro di rilevante prima della candidatura).
Non sono d'accordo per chi, come la Minasi, ha già un'esperienza parlamentare, anche se minima. --Antonio1952 (msg) 18:26, 9 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Lo stesso ragionamento vale per la voce su Cecilia D'Elia eletta solo pochi mesi fa (gennaio 2022) e adesso candidata PD capolista nel collegio plurinominale di Roma, voce da mantenere. --Holapaco77 (msg) 11:06, 10 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
D'Elia è tuttora deputata, non ha terminato il mandato dopo pochi mesi come Minasi. Come da linea guida, la prima è automaticamente enciclopedica perché parlamentare con mandato ancora non terminato, soggetta alla condizionalità che la voce possa essere cancellata in caso tale mandato termini in tempi brevi; la seconda non è invece automaticamente enciclopedica, in quanto il suo mandato è durato per una minima parte della legislatura, ma potrebbe forse diventarlo. La questione formale, come da V pilastro, dovrebbe secondo me lasciare qui il posto alla questione sostanziale: la parlamentare, se non fosse rieletta, non sarebbe enciclopedica e basta; se fosse rieletta e mantenesse l'incarico per un tempo decentemente lungo lo sarebbe. Visto che non sappiamo come andata a finire, lo spostamento in bozza mi pare la soluzione più sensata, sebbene probabilmente non la più corretta da un punto di vista formale: non vi è cancellazione della voce, che non andrà così riscritta in un caso, ma non vi è un mantenimento per una voce creata (forse ad hoc) poco prima delle elezioni in cui la biografata è candidata, con rischio di promo. --Fra00 11:43, 10 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
D'Elia è in carica da 7 mesi, mentre Minasi è stata in carica 4 mesi. Entrambe sono candidate in collegi "blindati" per cui per entrambe è certa la rielezione.--Holapaco77 (msg) 16:13, 10 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
7 mesi = enciclopedicità automatica. ----FriniateArengo 16:56, 10 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Come volevasi dimostrare: Tilde Miniasi rieletta nel Collegio uninominale CALABRIA - U02 (REGGIO DI CALABRIA) con il 44,73% e uno stacco di 20 punti dal secondo Giuseppe Auddino, ampiamente previsto nei sondaggi. Poi, sul presunto "WP:PROMO" la pagina ha ricevuto una media di 10 visualizzazioni giornaliere (dieci!) durante la campagna elettorale (probabilmente in gran parte dovuti a questa discussione), 40 visualizzazioni ieri giorno del voto e totali 307 visualizzazioni dal momento della creazione della voce, a fronte dei 172.696 voti ricevuti. Discussione inutile. --Holapaco77 (msg) 17:52, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Storia economica d'Italia[modifica wikitesto]

Crystal Clear app kghostview.png
Per la voce Storia economica d'Italia, il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stato proposto un vaglio.

Per partecipare alla discussione clicca QUI.

--Tytire (msg) 15:36, 5 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Violazione procedurale in bozza[modifica wikitesto]

Buonasera, segnalo forzatura del processo di revisione di bozza in corso per la voce Bozza:Governo Truss, in quanto è stata creata, nel mentre, una pagina denominata Governo Truss, nonostante, presumo, sia apparso all’utente creatore (Utente:Revangarde568) l’avviso automatico dell’esistenza di una bozza. Prego di eliminare la pagina creata a favore di quella ancora in lavorazione (per cui è già stata chiesta la revisione), proteggerne (eventualmente) la creazione abusiva fino all’approvazione della bozza, e notificare quanto intrapreso al creatore. Infine, chiedo con urgenza (nei limiti del possibile) l’esame della revisionata e standardizzata bozza in lavorazione.

Cordialmente, --Vittoriochichia (msg) 01:57, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ciao Vittorio, ho spostato da bozza a ns0. Per cronaca: questa era la versione in ns0 del 07.09.2022, ore 01:44 (creata alle ore 01:12); questa la versione in bozza alle ore 00:51 (creata il 6 settembre). Ci sarà stato qualche malinteso sui namespace... --151 cp (msg) 05:15, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Immaginavo. In ogni caso grazie mille! --Vittoriochichia (msg) 10:48, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Criteri di enciclopedicità per le liste alle elezioni politiche[modifica wikitesto]

Chiedo qui perché non ho ben capito: un partito o coalizione di partiti che si presenta alle elezioni (e quindi ha raccolto le firme necessarie) non dovrebbe essere automaticamente enciclopedica? Al massimo si potrebbe stabilire che è enciclopedica se è presente nei 23 dei collegi? --Carnby (msg) 18:32, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Quelli che proponi te sono i criteri di de.wiki. It.wiki ha storicamente sempre avuto criteri molto più restrittivi, formalizzati dopo anni di discussioni in WP:PARTITI POLITICI. ----FriniateArengo 19:13, 7 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Nazionalismo di sinistra[modifica wikitesto]

Segnalo discussione Discussione:Nazionalismo di sinistra#Contenuti e direzione storico-politica della voce, per alcuni dubbi sorti sul "taglio" dato alla voce. Ciao --Aleacido (4@fc) 00:06, 10 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dubbio E: Partito Conservatore della Nuova Zelanda[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Partito Conservatore della Nuova Zelanda» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Flakiwi 19:09, 11 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@Flakiwi la voce allo stato non è accettabile, ma comunque un 2,65% e un 3,97% in elezioni nazionali mi paiono un forte indizio di enciclopedicità anche se non hanno eletto nessuno. ----FriniateArengo 12:32, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] Quando ho messo l'avviso le percentuali non erano neanche presenti nella voce, per sottolineare le condizioni in cui è stata pubblicata :P
Comunque credo sia da valutare anche la rilevanza della voce Partito Socialista (Corea del Sud) (che è pure tradotta male). --Flakiwi 18:03, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Considerando che quelle percentuali corrispondono a un picco di soli 95.958 voti non credo proprio possano bastare in mancanza di altro.--Janik (msg) 18:49, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Janik98 mi sembra un po' localistico come ragionamento, la rilevanza che chiediamo è nazionale, sia che la nazione siano gli Stati Uniti che sia il Bhutan, comunque concordo sul fatto che vadano inserite altre info e altre fonti. ----FriniateArengo 20:26, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Non lo ritengo localistico. Quando parliamo di partiti che hanno eletto dei parlamentari è stato deciso che anche un solo parlamentare basti per l'enciclopedicità a prescindere dagli abitanti. Quando parliamo di partiti che non hanno eletto nessuno dobbiamo invece valutare altri fattori, e il numero degli elettori è uno di questi. È evidente che un partito indiano che prenda lo 0,5% dei voti sia più rilevante in termine di popolazione di un partito islandese che abbia ottenuto lo stesso risultato. Quindi, in mancanza di altre informazioni, la semplice percentuale a mio avviso non dovrebbe essere ritenuta più rilevante del numero di voti.--Janik (msg) 21:29, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Unione Liberal-Democratica Repubblicana (ULDR)[modifica wikitesto]

ciao, volevo chiedere un parere sulla rilevanza enciclopedica della voce Unione Liberal-Democratica Repubblicana (ULDR) la cui bozza si trova nella mia sandbox Utente:GaBartoc/Sandbox. L'Associazione è nata per rispondere alle esigenze di chi si fa portatore di valori liberali e repubblicani, dal momento che non esiste più un partito, ed è stata riconosciuta sia a livello nazionale che internazionale. --GaBartoc (msg) 10:02, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

secondo questi criteri non sarebbe enciclopedico come partito politico.. ma ho il forte dubbio: sarebbe in questi criteri come associazione?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 11:06, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SurdusVII sono criteri soltanto in bozza e comunque mi pare che non vi rientri. Allo stato IMO associazione recente non enciclopedica, anche le fonti presenti mi paiono decisamente poco rilevanti. ----FriniateArengo 12:30, 12 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@GaBartoc in parole povere dopo aver letto il tutto la tua sandbox deduco che non è enciclopedica.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 22:52, 19 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista[modifica wikitesto]

Segnalo questa discussione. --Ippo (msg) 13:14, 17 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Infobox di voce sul PCI[modifica wikitesto]

Segnalo la Discussione:Partito Comunista Italiano#Il Partito Comunista era di estrema sinistra nella quale perdura una discussione alquanto fantasiosa riguardo l'infobox a proposito della parola "collocazione", che appunto sta negli infobox di tutti i partiti. Nella discussione ho proposto di regolarsi come per Partito Socialista Italiano dove sono indicati gli anni secondo le fonti: io propongo la collocazione in "estrema sinistra" sino al 1981 quando Berlinguer definitivamente abbandonò il marxismo-leninismo per approdare alla collocazione di "sinistra", accettando il sistema politico democratico e l'alleanza della N.A.T.O. come viene spiegato nel testo dell'articolo su wikipedia. --Stacalmino (msg) 23:57, 17 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Copyright e conseguente trasferimento di simbolo elettorale del gruppo "Manifesto"[modifica wikitesto]

Segnalo discussione inerente il Progetto: Discussioni progetto:Laboratorio grafico#Copyright e conseguente trasferimento di simbolo elettorale del gruppo "Manifesto" --Janik (msg) 01:55, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

colori dei partiti alle prossime elezioni[modifica wikitesto]

Apro la questione qui, visto l'importante numero di pagine, grafici, cartine e tabelle su cui la questione incide. In sostanza dobbiamo decidere cosa fare nel caso di alcuni colori ufficiali dei partiti ora inseriti nel modulo, ma che risultano estremamente confondibili con altri partiti di eguale importanza e dunque egualmente presenti negli stessi grafici e cartine. Dato che lo scopo è sì avere colori corretti e non frutto di ricerche originali, ma anche avere voci chiare e intellegibili, i criteri in questi casi ci dicono di distinguere in base ai colori utilizzati dai media. I casi sono 3:

  • Lega. Attualmente abbiamo     , praticamente identico al colore di FdI     . Proposta: fare come quasi tutti i media ([17] [18] [19] [20]) e continuare a usare il vecchio verde della Lega Nord (tranne naturalmente per la voce Lega per Salvini Premier dove si continuerebbe a usare il colore ufficiale. Del resto non sarebbe certo una RO dato che questo uso residuo del verde per identificare la Lega si è tramutato anche in espressioni del gergo politico come "governo giallo-verde".
  • Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista. Tradizionalmente era stato evitato l'uso del rosso per il PD per la confondibilità con le liste alla sua sinistra. In questa tornata il problema potrebbe esserci solo con Alleanza Verdi e Sinistra. La cosa si può risolvere usando per quest'ultima il verde di Europa verde invece del rosso di SI
  • Terzo Polo. Attualmente nel modulo non abbiamo ancora nulla, ma vedo che sta venendo usato il colore di Renew Europe     , che sfortunatamente è molto simile al colore che abbiamo per Forza Italia     . La mia proposta anche in questo caso è seguire i media e usare il colore usato per Italia Viva (e per quest'ultima prenderei una sfumatura più chiara di fucsia più distinguibile dal rosso, tanto di sfumature nel simbolo ce n'è quante vogliamo).----FriniateArengo 16:31, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Favorevole.
  • Il PD lo lascerei arancione, come in Template:Nome partito con colore e come nell'infobox della voce Partito Democratico (Italia). Ok che tecnicamente la lista è PD-IDP che sarebbe una cosa diversa dal PD, ma nella pratica sono la stessa cosa. Come colore in molti sondaggi viene usato l'arancione, e, anche se in altri viene usato il rosso, non vedo una prevalenza tale da optare per il cambio, anche considerato che non mi sembra l'arancione venga reclamato da altre liste. Su Verdi+SI non ho un'opinione netta, per me vanno bene sia verde che rosso.
  • Favorevole. --Ripe (msg) 16:52, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Chiarisco solo una cosa, il punto 2 riguarda soltanto il colore per PD-IDP, il colore del PD rimarrebbe lo stesso in ogni caso eh. Cioè dobbiamo decidere se nel modulo dobbiamo scrivere "Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista" = "Partito Democratico" o se invece valorizzarlo col rosso del simbolo. Poi a me vanno bene entrambe le soluzioni. ----FriniateArengo 17:25, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
un'enciclopedia dev'essere precisa nelle informazioni e i colori hanno importanza per molti partiti, ma non per tutti, quindi la Lega abbandonò il verde proprio per segnalare ai cittadini la svolta nella linea politica, che non era più quella di Umberto Bossi per l'indipendenza della Padania. Pertanto io propongo di assegnare il blu alla Lega, l'azzurro ai Fratelli d'Italia e il celeste a Forza Italia: insomma propongo di usare le tante sfumature che sono disponibili. Riguardo il modulo del Partito Democratico propongo di scrivere "Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista" = "Partito Democratico".--Stacalmino (msg) 19:42, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
1. Lega: viste le foto di oggi del raduno di Pontida, il colore preponderante era il blu, pochi/pochissimi militanti con le magliette verde. Nella campagna elettorale è usato il blu. Il governo "giallo-verde" fu nominato così ma nel 2018 quando ufficilmente c'era ancora la LN-Padania e il governo Conte I è caduto nel settembre 2019, mentre la "Lega per Salvini Premier" è entrata a regime dopo, a dicembre. Quindi secondo me il colore corretto adesso è il blu.
2. PD-IDP = colore rosso usato nel simbolo; AVS verde ok.
3. Az-IV = colore di Renew Europe, grazie al quale non hanno neppure dovuto raccogliere le firme necessarie per presentare la lista.--Holapaco77 (msg) 22:04, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Stacalmino @Holapaco77 sì ma per evitare una parziale scorrettezza adottata da molti altri finiremmo per farne tre, senza comunque rendere i nostri grafici chiari perché dovremmo infilarci quattro sfumature di blu, non mi pare una gran soluzione. Politicamente il blu era usato già nel 2018, basta vedere le immagini, eppure il verde è stato largamente usato in questa legislatura per identificare il partito. ----FriniateArengo 22:13, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Holapaco77 e come distinguiamo Az-IV da FI (e da FdI schiarito a questo punto)? La scelta di usare il colore di RE è comunque arbitraria (e non mi risulta affatto che sia stato il partito europeo ad esentarli, è stato il gruppo parlamentare di Italia Viva). Al massimo capirei allora il blu scuro di Azione ripreso nel simbolo ma arriveremmo ad avere ben 4 blu (Lega, FdI, Noi moderati, Terzo polo) praticamente identici. I grafici parlamentari, le cartine, gli stessi colori negli infobox e nelle tabelle a quel punto a che ci servirebbero se sono tutti sfumature indistinguibili?----FriniateArengo 22:16, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Altri due esempi di uso di "verde" come metafora della Lega odierna in pubblicazioni accademiche: [21], [22]. Del cambiamento cromatico naturalmente si continuerebbe a tener conto nelle voci dedicate ai due partiti. ----FriniateArengo 22:29, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sulle mappe di solito si mette la lista/partito/coalizione più votato; ecco, con tutto il rispetto, dubito che Az-IV possa mai essere il maggior partito votato in qualunque circoscrizione/collegio/comune italiano. Io direi di aspettare la fine degli scrutini, poi decidiamo (anche perché sarei veramente in difficoltà sul colore per identificare in Trentino dove ci sono listoni tipo "PD-AVS-Az-IV-Eu-CB"). --Holapaco77 (msg) 22:47, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Bah, considera che sulle cartine c'è finito persino LEU nel 2018. E in ogni caso non ci sono solo le cartine, ma tutte le altre cose: i grafici, i diagrammi parlamentari, le tabelle, gli infobox... Li renderemmo inintellegibili per cosa? Per evitare di usare un colore comunque generalmente usato per la Lega e un altro presente sul simbolo di Az-Iv? Per i colori delle coalizioni particolari decidiamo comunque in un secondo momento (direi comunque variazione del colore del centrosinistra, se non direttamente quello, considerato che Campobase è in Demos a livello nazionale, quindi PD-IDP). ----FriniateArengo 22:54, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Holapaco77] Quello che conta non è il colore che un partito si affibbia, ma quello che gli danno le fonti. E nei sondaggi la Lega è quasi sempre verde. Inoltre sarebbe incoerente, secondo questo criterio, dare il rosso al PD, che sin dalla creazione nel 2007 è stato ben attento a discostarsi dal colore. --Ripe (msg) 23:28, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Siamo a tre favorevoli e tre contrari, contando entrambe le discussioni, gli altri che bazzicano il progetto potrebbero lasciare un parere? Si discute se sia utile avere cartine o grafici come questa o se invece cercare di differenziare i colori in base all'uso fatto dalle fonti (come da linee guida di progetto approvate anni fa). ----FriniateArengo 11:46, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Sono favorevole al verde per la Lega e per mantenere l'arancione per PD-IDP.
  • Per quanto non mi convinca del tutto penso che utilizzare il colore di Italia Viva per Az-IV sia sia la miglior alternativa che abbiamo per ora.
  • Per AVS suggerirei un colore tipo     , ma va benissimo anche il verde.
--Jayro79 (msg) 15:09, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Alcune precisazioni generali.
  • Per la rappresentazione del partito, va prescelto il colore ufficiale (se esistente) del partito medesimo: per la Lega per Salvini Premier, il colore ufficiale è     ; per la Lega Nord, è     . Si tratta di due partiti diversi, con colori ufficiali diversi.
  • Riguardo alle mappe sulla distribuzione del voto: per i partiti che abbiano colori similari, vengono scelti colori comunque diversi, altrimenti non si potrebbero distinguere. Ma è proprio per questo motivo che i colori di un medesimo partito possono variare da mappa a mappa, a seconda dei partiti che di volta in volta concorrono alle varie elezioni. La questione relativa al colore delle mappe, quindi, non è rilevante in questa sede e viene risolta in altro modo: se la legenda non è in calce alla mappa stessa, deve essere riprodotta in corpo di voce, utilizzando il medesimo codice colore impiegato nella mappa, senza ulteriori valutazioni. In tali casi, il colore utilizzato in ciascuna singola mappa fa storia a sé.
  • Questione "intellegibilità" dei colori. La questione si pone unicamente per i diagrammi parlamentari. In questi casi, si può utilizzare il template:Colore ombra partito, che fa variare il colore predefinito. Questo sistema è già in uso in nelle tabelle. In tali casi, i colori di Lega per Salvini Premier e Fratelli d'Italia vengono resi distinti, come nel grafico sottostante.
  • Con lo stesso criterio risolverei il problema di Azione-IV, il cui colore, filtrato dal tl:COP, passerebbe a     , distinguibile da quello di Forza Italia,     
  • Per la questione PD-IdP, utilizzerei lo stesso colore del PD. Tuttavia, sarei favorevole a cambiare il colore del PD dall'attuale arancione (completamente arbitrario) a un rosso chiaro. --151 cp (msg) 16:35, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Va scelto il colore ufficiale a patto che sia dinstinguibile (ossia a meno che non crei problemi di comprensione delle voci), è scritto chiaramente. Per le mappe veramente no, si tenta sempre di mantenere uniformità, se ci sono variazioni è perché ci sono mappe che importiamo da en.wiki che andrebbero ricaricate con i colori da noi utilizzati. Quanto al colore ombra partito, mi pare onestamente comunque un colore convenzionale se usato come colore principale (soprattutto nel caso di Azione, in cui il colore principale sarebbe il blu). Convenzionale per convenzionale, meglio usare quello già usato generalmente da altri ed entrato nel gergo politico generale. ----FriniateArengo 17:04, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
(del resto di colori convenzionali siamo già pieni: il già citato arancione per il PD, l'arancione del PSDI, il rosa del PSI, il grigio per l'SVP, non vedo quale sia il problema ad adottarne un altro. L'importante è farlo sulla scorta di altre fonti, e mi sembra questo il caso.). ----FriniateArengo 17:09, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Infatti ho scritto che deve essere utilizzato il colore ufficiale a condizione che sia distinguibile; se, nei diagrammi, sorgono problemi di distinguibilità, si fa passare il colore ufficiale dal tl:COP, che ci restituisce un colore sfumato, come già avviene in molte voci. Altrimenti si metta in cancellazione il tl:COP. Per quanto riguarda le mappe: non le importiamo da en.wiki, ma sono caricate su commons e sono presenti nelle varie versioni linguistiche. Chi dovrebbe assumersi l'onere di ricaricare decine e decine di mappe utilizzando colori diversi? Inoltre il problema non si risolverebbe: in una mappa la scelta può ricadere su un certo colore, ma in un'altra mappa è possibile che la scelta debba ricadere su un colore diverso, poiché il colore prescelto per la prima mappa deve essere a sua volta distinto dal colore di un partito presente nella seconda mappa (vedi elezioni politiche e regionali). Volevo comunque sottolineare che da qualche tempo su commons vengono caricate mappe standardizzate; a giorni avrei aperto la discussione su questo argomento... --151 cp (msg) 17:31, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Perché mai decine di mappe? La stragrande maggioranza di quelle che abbiamo per l'Italia sono prodotte da utenti di it.wiki. Alcuni colori sono diversi dal modulo e andrebbero modificati, ma si tratta generalmente di differenze minime (bisognerebbe guardare caso per caso se va modificato il colore del modulo o del template). E comunque quelle di commons prendono i colori da en.wiki (tranne se le hanno caricate altri, mi pare che quelle di Thern siano ancora invariate). Per le elezioni regionali i colori dei partiti nazionali dovrebbero rimanere gli stessi, quelli che variano dovrebbero essere le varie listarelle regionali. Comunque, il colore ombra è pensato per essere usato come sfondo in casi particolari (come quella tabella), il suo utilizzo come colore alternativo in questi casi lo stai proponendo tu ora, ma di fatto rimane un colore convenzionale esattamente come gli altri, con l'aggravante che non è supportato da fonti costituendo dunque - se così utilizzato - una ricerca originale. Inoltre non risolve il problema nel caso (frequente) in cui i partiti con colori simili siano più di uno. ----FriniateArengo 17:50, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per le mappe, la scelta di un colore dipende da mappa a mappa, a seconda del numero di partiti da raffigurare sulla mappa medesima, ma questo non mi sembra un problema, basta inserire una legenda col colore utilizzato nella singola mappa. Riguardo ai grafici: se il colore ombra è legittimo come sfondo delle tabelle, lo è altrettanto come sfondo dei diagrammi parlamentari, soluzione che, peraltro, preserva un minimo di uniformità. La ricerca originale consiste nello spacciare un "colore convenzionale" come "colore ufficiale", ma se di un colore si fa un evidente uso convenzionale, il problema non si pone. Nei grafici è fisiologico utilizzare colori convenzionali, se i colori ufficiali non sono distinguibili. Il tl:COP risolve il problema: sia per la "Lega per Salvini Premier" che per la lista "Azione - Italia Viva - Calenda". --151 cp (msg) 18:19, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ma infatti non spaccio nulla: in quelle voci sono tutti colori convenzionali, che cercano laddove possibile di mantenere i colori ufficiali. È legittimo come sfondo perché collegato al colore principale (presente nella stessa tabella), non se usato come colore principale tra gli altri. Nessuno ha mai usato un blu/grigio per la Lega, sarebbe incomprensibile, il verde invece sì. ----FriniateArengo 22:00, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate][@ ]
Scusate se mi intrometto nella discussione, ma per il grafico delle elezioni politiche in Italia come lo sistemiamo con queste nuove elezioni? E in che modo esso potrebbe aiutare a definire i colori pure per i diagrammi politici della voce specifica dell'elezione di domenica?
Io penso che da lì si possa prendere spunto su qualche cosa...
Saluti --LucaLindholm (msg) 22:43, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Friniate. Il blu/grigio (fatto passare dal tl:COP) è quello di Fratelli d'Italia, non della Lega per Salvini Premier. Inoltre, in base alla tua proposta il verde verrebbe già utilizzato per Alleanza Verdi e Sinistra. Rispondendo anche @LucaLindholm, i colori potrebbero essere così impostati:

  Fratelli d'Italia 57
  Lega per Salvini Premier 57
  Forza Italia 57
  Azione - Italia Viva 57
  Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista 57
  Alleanza Verdi e Sinistra 57
  Movimento 5 Stelle 58

--151 cp (msg) 22:55, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

il verde di EV è decisamente più chiaro e non confondibile con quello della Lega, in ogni caso se si utilizza come mi pare emerga dal consenso l'arancione per PD-IDP, si può usare anche il rosso di SI. ----FriniateArengo 23:03, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Messo il wl a Europa Verde. Come si vede, comunque, il colore ufficiale della LSP è ben distinguibile da quello di FDI e il colore ufficiale di FI è ben distinguibile da quello di Azione/IV (rispettivamente passati dal template:COP, in cui si può eventualmente graduare l'opacità). --151 cp (msg) 23:30, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sì, ma sarebbe un uso non previsto sinora dalle linee guida dato che il grigino per FdI mi pare proprio inedito. Comunque vediamo che altri pareri arrivano. ----FriniateArengo 00:07, 21 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Si possono eventualmente sfruttare le proprietà già presenti nel modulo, ad esempio:
  • questo      è il colore standard di FDI, con opacità 100%;
  • questo      è il colore standard di FDI, con opacità 60%.
Sono abbastanza simili, con quel poco di differenza che permette di visualizzare tranquillamente il diagramma. --151 cp (msg) 00:41, 21 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@151 cp innanzitutto schiarirei il blu di LSP, che risalendo a non prima del 2019 è usato su meno voci, rispetto a quello di FdI che risale al 2013. Poi, sì, è chiaro che usando il blu la coperta è abbastanza corta, se lo si opacizza molto diventa irriconoscibile, se lo si opacizza poco rimane confindibile. Il 60% sembra salvare capra e cavoli, ma rimane IMO comunque una scelta peggiore rispetto al verde che permette una distinguibilità decisamente maggiore ed è ugualmente pienamente accettabile in termini di riconoscibilità. ----FriniateArengo 14:45, 22 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Per me va bene anche schiarire il blu di LSP al 60% di opacità. Del resto, sarebbe incongruo far corrispondere a due voci distinte (Lega Nord e Lega per Salvini Premier) un medesimo colore: tale commistione sarebbe contraddittoria rispetto alla scelta di tenere separate le voci dei due partiti, considerato che la LSP non è la prosecuzione o un cambio di nome della Lega Nord, tuttora esistente come soggetto (sarebbe ammissibile se i due partiti fossero trattati in una stessa voce). --151 cp (msg) 17:18, 22 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Onestamente personalmente penso che sarebbe molto più comprensibile uno schema con FDI del colore che ora è di FI, FI che prende il colore proposto per il terzo polo, e il terzo polo che si tiene il rosa-fuchsia di IV. --BouncyCactus (msg) 20:37, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@BouncyCactus un attimo, quale colore proposto per il terzo polo? Perché il colore di Renew Europe è praticamente lo stesso di quello che ora ha FI. Comunque se si decide per il fucsia di IV per Az/IV, non vedo il motivo di andare a toccare a quel punto l'azzuro di FI, che comunque è tradizionalmente contrassegnata da quel colore. ----FriniateArengo 21:49, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] mi riferivo allo schema di 151 cp, dove il terzo polo ha un azzurro chiaro. La ratio è semplicemente che è più comprensibile FdI blu-azzurro e FI un azzurro più chiaro, qualunque sfumature poi siano. Lo schema pubblicato sopra ha il difetto di rendere quasi irriconoscibile FDI (o la lega a seconda delle proposte) e sembra implicitamente unire il terzo polo alla coalizione di destra. --BouncyCactus (msg) 22:02, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ BouncyCactus] Il diagramma sottostante (basato sull'opzione opacità) mi sembra abbia un rendering abbastanza buono. L'alternativa è mettere colori puramente casuali (del resto, procede in tal senso lo stesso ministero dell'interno, nei diagrammi realizzati in sala stampa, così come nei diagrammi che un tempo erano forniti sullo stesso sito istituzionale).

  Fratelli d'Italia 57
  Lega per Salvini Premier 57
  Forza Italia 57
  Azione - Italia Viva 57
  Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista 57
  Alleanza Verdi e Sinistra 57
  Movimento 5 Stelle 58

--151 cp (msg) 22:33, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[@ 151 cp] quello che proponevo è qualcosa così:

  Fratelli d'Italia 57
  Lega per Salvini Premier 57
  Forza Italia 57
  Azione - Italia Viva 57
  Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista 57
  Alleanza Verdi e Sinistra 57
  Movimento 5 Stelle 58

BouncyCactus (msg) 17:11, 27 set 2022 (CEST) (firma aggiunta successivamente)Rispondi[rispondi]

Symbol dot dot dot violet.svg Commento: allora, proviamo a fare il punto. Per PD-IDP abbiamo 4 utenti a favore dell'arancione del PD, 3 a favore del rosso. Per Az-Iv 4 a favore del fucsia di IV, 1 a favore dell'azzurro di RE, 1 a favore di un azzurro chiaro. Per la Lega 3 a favore del verde (+1 nella scorsa discussione), 4 a favore del blu (2 con azzurro per FdI, 1 con blu chiaro, 1 non specifica).

A proposito: i colori da me proposti sono anche quelli usati dal senato della repubblica. Francamente mi sembra sempre più nettamente l'opzione meno RO che abbiamo.--FriniateArengo 15:39, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Mi sembra quindi esserci un chiaro consenso solo per Az-IV. Per gli altri partiti inviterei anche gli altri utenti che frequentano il progetto a intervenire per risolvere l'impasse. ----FriniateArengo 15:40, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
per questa linea, legittima, si deve allora aspettare lo schema del prossimo parlamento e la formazione dei nuovi gruppi. --BouncyCactus (msg) 17:13, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@BouncyCactus sono d'accordo. ----FriniateArengo 17:37, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Concordo con l'aspettare il prossimo parlamento e i colori scelti dai partiti per definire al meglio le modifiche; nel mentre, inserisco come colore provvisorio per Az-IV il fucsia, che oltre a prevalere nettamente in questa discussione per maggiore distinguibilità rispetto a FI è anche quello più utilizzato dai media. --SilverShadow2 (msg) 11:54, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Nel merito delle questioni sollevate, comunque, sono favorevole al rosso per PD-IDP e al fucsia per Az-IV; per la Lega non avrei problemi a usare il verde della LN (che è ancora molto usato dai media sia italiani che esteri) nei diagrammi e il blu ufficiale nella sua pagina (come avviene, ad esempio, per Renew Europe, ufficialmente azzurro, giallo nei diagrammi per vicinanza storica ai liberali europei), mentre se si volesse mantenere il blu ufficiale anche nei diagrammi la soluzione proposta da 151cp nel diagramma del 26 settembre ore 22:33 mi sembra la più efficace. --SilverShadow2 (msg) 12:01, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
✔ Fatto per Az-IV. ----FriniateArengo 13:28, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Movimento Umanista[modifica wikitesto]

Cosa ne facciamo di questa voce? Ha un avviso E dal 2019, secondo me l'argomento è enciclopedico ma avrebbe bisogno di una sistemata. Qualche volenteroso che se ne vuole occupare? --Agilix (msg) 19:53, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Voce creata 17 anni fa, sicuramente enciclopedica. Avviso:E inappropriato e sostituito da Avviso:C --Holapaco77 (msg) 20:04, 18 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Holapaco77] Grazie. --Agilix (msg) 09:42, 19 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

dubbioE: Partito Nuance[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Partito Nuance» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--SurdusVII (wikicollega dal 2012) 22:49, 19 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Salve a tutti, sono il creatore della voce.
Come già detto anche nella voce stessa, il partito seppur piccolo e ancora extraparlamentare, sta facendo discutere lì in Svezia su certe questioni, per cui sta ormai assumendo una certa rilevanza nazionale lì, un po' come l'ha già fatto DENK in Olanda.
Saluti --LucaLindholm (msg) 13:57, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@LucaLindholm andrebbero inserite fonti autorevoli che parlino del partito (idealmente articoli accademici o pubblicazioni di pari livello). In inglese da quel che vedo non c'è molto, ma in svedese probabilmente riesci a trovare più materiale. PS: ma il titolo in svedese è proprio "partito sfumatura"? ----FriniateArengo 14:08, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
ho dei dubbi perchè lo stesso autore mi ha scritto pingandomi: ...il partito seppur piccolo e ancora extraparlamentare, sta facendo un po' discutere lì in Svezia su certe questioni, per cui sta ormai assumendo una rilevanza nazionale lì in Svezia, un po' come l'ha già fatto DENK in Olanda.. per cui la differenza è che il partito DENK ha avuto dei seggi, cioè ha dei rappresentanti nei Parlamenti nederlandesi.. cosa che è diversa in questo caso che nelle ultime elezioni non hanno mai avuto qualche seggio.. ciò voglio dire zero seggi = zero rilevanza(??), per cui secondo i criteri sarebbe enciclopedico?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 16:15, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Non è automaticamente enciclopedico, mi pare chiaro, ma potrebbe esserlo per altri motivi, ho chiesto di inserire fonti, vediamo... ----FriniateArengo 17:15, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Il DENK però ha eletto più volte parlamentari, mentre questo partito è appena nato e ha ottenuto solo lo 0,44% dei voti. Qualche polemica elettorale a mio avviso non basta a donargli rilevanza.--Janik (msg) 23:21, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate]
Adoro quando chiedete le "fonti accademiche o equivalenti"... mi fate così tanto ridere.
Ma se, soprattutto qui in Italia (ma un po' anche all'estero), i nostri cari accademici non riescono a stare al passo con niente di ciò che accade nel mondo!
Già è tanto che si trovino fonti giornalistiche (e ne ho addirittura trovata una in italiano per quella voce).
-
Poco tempo fa, per dire, stavo creando una voce dedicata alla crisi del 2011-2012 in Italia e, nonostante ci siano una marea di dati statistici che potrebbero benissimo confutare l'idea dell'opinione pubblica generale che l'Italia stesse andando in default (e non per difendere Berlusconi, ma anzi casomai per dimostrare che se non ci fosse stato lui l'Italia non avrebbe avuto alcuna conseguenza dal crollo della Grecia)... nessun politologo/storico/economista li ha messi insieme per trarne le dovute conclusioni!
E così potete immaginare... voce confinata allo stato di bozza con l'accusa di RO! Nonostante una marea di dati statistici con tutte le fonti inserite!
(Cercherò di togliere qualche frase un po' di opinione in questi giorni per farla approvare, perché il lavoro che avevo fatto nell'immagazzinare tutti quei dati era davvero molto interessante.)
-
E ora ci risiamo con la RO pure qui... signori miei, cerchiamo di accontentarci delle fonti giornalistiche, anche perché nei prossimi tempi credo che in Svezia si solleveranno un bel po' di discussioni su certe questioni... senza contare che tra le fonti citate c'era quella di un professore svedese, intervistato dalla SVT (riguardo alle pluricandidature di alcuni esponenti di Nuance, lì giudicate immorali e forse illegali)... non va bene quello?
Certo, se vi aspettate che i nostri cari professoroni italiani imparino pure la politica svedese e le ultime novità...forse non si trovano fonti nemmeno per alcuni partiti italiani già dentro al parlamento...
Saluti --LucaLindholm (msg) 23:24, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ma no figuriamoci, chiedevo appunto se potevi trovare qualcosa in svedese dato che in inglese non mi pare ci sia molto, ovvio che in italiano non ci sarà nulla. ----FriniateArengo 23:50, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ LucaLindholm] La richiesta di fonti diverse da quelle giornalistiche non è un "capriccio" (serve a superare la dimensione del recentismo ontologicamente presente nelle news, a sviluppare l'analisi oltre la dimensione contingente) ed un'enciclopedia non ha il compito di dimostrare tesi ed assunti ipotetici né su "cosa sarebbe accaduto se" e neppure su cosa potrà accadere in Svezia o altrove in futuro.--TrinacrianGolem (msg) 23:58, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
oltre alla WP:RO e WP:RECENTISMO è il caso di avviare alla PdC?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 14:07, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Cancellazione Politiche del Presidente Moon Jae In sulla penisola coreana[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Politiche del Presidente Moon Jae In sulla penisola coreana», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--Chiyako92 11:06, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Dubbio E: Partito Socialista (Corea del Sud)[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Partito Socialista (Corea del Sud)» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

Parto dal presupposto che la voce sarebbe da C3. Comunque, anche sorvolando la traduzione, la voce non sembra essere enciclopedica (da ko.wiki pare che il suo risultato elettorale migliore sia stato uno 0.2%). --Flakiwi 20:01, 20 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

spostamento République en Marche[modifica wikitesto]

Segnalo. ----FriniateArengo 16:21, 22 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Rosy Bindi[modifica wikitesto]

Oggi capito sulla voce e scrutandola e analizzandola ne comprendo (mia analisi imho) che sia ex politica e non più di fatto attiva, dato che non rinnovò la tessera PD e non ricopre più ruoli attivi nel campo strettamente politico . In incipit dobbiamo ritenerla ancora politica attiva o ex ? Qualche fonte sul web del momentaneo abbandono politico c'è ma chiedo qui un parere comunitario -- Il buon ladrone (msg) 15:56, 24 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Rosy Bindi non è più in Parlamento dal 2018, come Alessandro Di Battista e molti altri, tipo Gianfranco Fini che non fu più rieletto dal 2013. Meglio lasciare così, perché per "ex politico" io intenderei qualcuno che davvero smette completamente di fare politica a qualsiasi livello e si ritira in un eremo o torna alla vita privata (esempio l'on. Michele Mognato che nel 2018 ritornò a fare il commesso del supermercato a Marghera con uno stipendio da 1.200 euro al mese; tranne poi che nel 2022 si è ricandidato ma non è stato eletto). Anche Pierpaolo Sileri non si è ricandidato e ha annunciato di voler tornare a fare il chirurgo.--Holapaco77 (msg) 20:50, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La passione politica è una malattia da cui, almeno in Italia, non si guarisce mai.
Questa recente intervista dimostra che la Bindi non è sicuramente una ex-politica! --Antonio1952 (msg) 21:51, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Dopo l'ultima fonte di [@ Antonio1952] non posso che concordare che ex politica non è, il mio era un basarsi sul tesseramento mancato PD che mi sembrava affine alla situazione bertinottiana ma l'ultima fonte dimostra che così non è -- Il buon ladrone (msg) 22:00, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

avviso dubbio: Dafne Musolino[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Dafne Musolino» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--SurdusVII (wikicollega dal 2012) 16:29, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Spostata in bozza, l'avviso E in questi casi ha poco senso. ----FriniateArengo 17:34, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
è eletta su Collegio uninominale SICILIA - U06 (MESSINA).. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:56, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
idem per GALLO FRANCESCO.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:57, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
sì sì ho visto, ma non è stata proclamata ancora, meglio aspettare a pubblicare (senza avviso E a quel punto, essendo automaticamente enciclopedica). ----FriniateArengo 21:50, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] oke, per chiarezza quindi la pubblicazione va effettuata nel giorno di inaugurazione della legislatura (13 ottobre) o nel momento in cui verranno pubblicate liste ufficiali? grazie --BouncyCactus (msg) 22:06, 26 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Liste ufficiali in realtà ci sono già ora, anche se mancano ancora sezioni da scrutinare su Eligendo, aspetterei almeno i verbali dell'Ufficio centrale elettorale nazionale. ----FriniateArengo 01:15, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
aggiornamento generale, Eligendo del Ministero dell'Interno ha pubblicato gli elenchi degli eletti ufficiali di Camera e Senato (vedete qui, basta cliccare sotto al numero di eletti di ciascun partito per vedersi aprire l'elenco dei nomi. Direi che si può procedere con la creazione delle biografie, no? :-) --Oiziruam86 (msg) 02:01, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
La cosa più corretta, per i parlamentari neo-eletti (che ovviamente non abbiano già una voce enciclopedica per altri motivi), è quella di attendere e lavorare in sandbox o in bozza, anche perché - e la cosa non è irrilevante - prima di tale adempimento mancherebbe la relativa scheda anagrafica sui siti istituzionali (con conseguente carenza di fonti). Egualmente eviterei di inserire avvisi E, prediligendo lo spostamento in bozza.--TrinacrianGolem (msg) 02:25, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
solo relativamente alle fonti, comunque, con un breve lavoro di ricerca se ne trovano molte sulla stampa locale (vedi articoli di presentazione delle candidature), oltre al fatto che molti sono ex assessori, sindaci, consiglieri regionali etc. quindi fonti anche istituzionali e biografie sparse sul web ve ne sono :-) --Oiziruam86 (msg) 02:32, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
In realtà le liste di Eligendo non sono ufficiali, perchè ci sono candidati che hanno vinto sia uninominale che proporzionale, o anche più seggi proporzionali. Le conferme di elezione dei secondi in lista per ora si trovano sui profili personali dei candidati. --BouncyCactus (msg) 10:53, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Secondo i criteri, deputati e senatori al primo mandato sono automaticamente enciclopedici se hanno ricoperto l'incarico per una parte rilevante della legislatura. Poi, per evitare di attendere due anni, si era deciso che le biografie dei neoeletti si possono creare subito (eventualmente cancellandole se alla fine non rientreranno nei criteri) ma almeno aspettiamo che siano ufficialmente eletti.
In pratica, IMHO vanno in sandbox utente o in Bozza almeno fino al 13 ottobre. --Antonio1952 (msg) 11:16, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Inoltre alcune sezioni non hanno fatto in tempo a scrutinare, quindi mancano proprio i dati elettorali definitivi. ----FriniateArengo 14:23, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Mi pare corretto il richiamo di Antonio1952, a maggior ragione - come giustamente ricordato sopra da Friniate - che non sempre abbiamo i dati elettorali definitivi (e neppure sappiamo di eventuali opzioni, cause di ineleggibilità e via dicendo). Si può benissimo predisporre bozze e sandbox, ma non costa nulla attendere qualche giorno prima di mandare in Ns0.--TrinacrianGolem (msg) 20:31, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@TrinacrianGolem per com'è la legge elettorale alla camera in realtà, ogni voto in più in qualsiasi circoscrizione influenza i risultati nelle altre quindi sono proprio tutte previsioni, comprese quelle del Ministero. ----FriniateArengo 23:31, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[@ Friniate] Appunto: un motivo in più per soprassedere dall'inserimento incontrollato di biografie in Ns0.--TrinacrianGolem (msg) 23:34, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
No certo, lo dicevo come motivazione ulteriore infatti ;-) ----FriniateArengo 23:46, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro]Sul sito del Senato si trova l'elenco dei Senatori della nuova legislatura, visto che è stata richiesta l'ennesima revisione di una bozza di un senatore, il progetto reputa possa andar bene e si possa iniziare a pubblicare o si attenda comunque l'insediamento (previsto credo per domani) dei senatori in Senato? --9Aaron3 (msg) 16:22, 12 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

AiutoE: Ismaele La Vardera[modifica wikitesto]

Edit-delete-not encyclopedic.svg
Sulla voce «Ismaele La Vardera» o in una sua sezione è stato espresso un dubbio di enciclopedicità; entro breve tempo, il testo in questione potrebbe essere rimosso o l'intera voce proposta per la cancellazione. Essendo l'argomento di competenza del vostro progetto, sarebbe molto utile un vostro intervento sulla voce stessa o nella pagina di discussione.

--Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 14:09, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

@Carlomorino carica recente, ma a meno di sorprese dal 13 ottobre dovrebbe essere automaticamente enciclopedico per WP:POLITICI (segretario di partito automaticamente enciclopedico). ----FriniateArengo 14:24, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ritiro tutto, i criteri parlano solo di massima carica direttiva. Essendo il presidente non vi rientra. Siamo abbastanza vicini all'enciclopedicità IMO, ma va valutato.--FriniateArengo 16:02, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Non ricopre la carica di vertice di quel movimento politico ed è stato pure oggetto di cancellazione appena l'anno scorso. Apro Pdc.--TrinacrianGolem (msg) 16:44, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
E' un personaggio TV e protagonista del film Il sindaco - Italian Politics for Dummies (distribuito nei cinema nel 2018 e in TV su Italia1), quindi sarebbe già enciclopedico di suo per WP:SPETTACOLO. Politicamente non è una novità, essendo stato candidato sindaco nelle Elezioni amministrative in Italia del 2017#Palermo (da cui è nato il libro e il film). Sul sito Elezioni trasparenti risulta essere il capo politico di Sud chiama Nord (di cui è anche fondatore) che ha eletto due parlamentari con proprio simbolo. Avviso:E da rimuovere. --Holapaco77 (msg) 16:55, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Holapaco77 veramente risulta solo il mandante al deposito del simbolo. Comunque è stata aperta la pdc. ----FriniateArengo 17:01, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Negativo: nella dichiarazione di trasparenza La Vardera ha firmato come "Rappresentante legale" del partito. --Holapaco77 (msg) 17:07, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
In molti altri partiti il "rappresentante legale" (che può essere il tesoriere o il segretario amministrativo) non coincide con il leader della formazione politica. Ed è il secondo ad essere indiscutibilmente enciclopedico. Proprio il documento citato segnala come sia Cateno De Luca il leader di tale partito.--TrinacrianGolem (msg) 17:10, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Fabio Venezia (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Fabio Venezia», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 16:36, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ismaele La Vardera (avviso procedura di cancellazione)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Ismaele La Vardera», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione per la 2 ª volta.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--TrinacrianGolem (msg) 16:43, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Parlamentari neoeletti[modifica wikitesto]

Buondì! In WP:POLITICI è indicato che "Le voci sui politici neoeletti possono comunque essere create, ma potranno essere cancellate successivamente qualora la legislatura o il mandato si rivelasse molto breve" con politico neoeletto si intende che basta che sia stato appunto eletto o è necessario almeno l'insediamento in Parlamento? Grazie :) --9Aaron3 (msg) 21:54, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Se ne sta parlando qui sopra. --Antonio1952 (msg) 21:59, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Ops grazie @Antonio1952 non me ne ero accorto :) --9Aaron3 (msg) 22:00, 27 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Enciclopedicità delle liste alle elezioni politiche 2022[modifica wikitesto]

Al termine delle elezioni ci sarebbe da valutare la situazione di alcune liste "al limite" senza eletti. Mi riferisco, in particolare, a Noi moderati, Impegno Civico, Italexit, Unione Popolare e Italia Sovrana e Popolare: queste liste, infatti, pur non rientrando nei criteri di enciclopedicità automatica WP:PARTITI, potrebbero avere una loro pagina applicando gli stessi criteri che si sono applicati nel 2018, dove si sono create pagine per le liste che hanno superato l'1% (PaP! e NcI-UDC) e per le liste coalizzate sotto l'1% che però hanno eletto all'uninominale con la coalizione (di nuovo NcI-UDC, CP e IEI). Nella prima casistica (>1%) rientrano Italexit, UP e ISP, nella seconda NM e IC. Segnalo che per UP e NM esiste già una bozza, mentre per IC si tratterebbe di convertire la pagina di Insieme per il futuro in pagina sulla lista elettorale. --SilverShadow2 (msg) 12:16, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Personalmente ritengo enciclopediche tutte le liste sopra citate: sia quelle che abbiano superato l'1%, sia quelle che, non essendo la mera giustapposizione di due partiti, abbiano ottenuto seggi, pur nell'ambito di coalizioni. Per IC, la lista sarebbe "Impegno Civico - Centro Democratico", ma non la ritengo enciclopedica; sposterei però "Insieme per il futuro" a "Impegno Civico". --151 cp (msg) 14:09, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Allora, posto che non abbiamo fretta dato che non abbiamo ancora i dati definitivi delle elezioni e quindi si può IMO ancora mantenere tutto in bozza, ci sono varie questioni che si intersecano tra di loro:
  • Liste elettorali a due (con innesti minori): Alleanza Verdi e Sinistra e Azione - Italia Viva. Per questo tipo di voci si era stabilito che fosse opportuno unire il contenuto ai partiti che avevano dato vita alle rispettive liste, mettendo nei wikilink Alleanza [[Europa Verde|Verdi]] e [[Sinistra Italiana|Sinistra]] e [[Azione (partito)|Azione]]-[[Italia Viva]]. Ora, posto che IMO potremmo pure tenerci le voci sulle liste, nel caso di SI/EV l'unione mi pare possibile senza troppi problemi. Nel caso di Az-IV però abbiamo il problema della sezione sul programma, che riguarda entrambi i partiti congiuntamente. Vale la pena duplicarlo nelle rispettive voci?
  • Liste elettorali con più componenti che hanno eletto parlamentari: Bozza:Noi moderati, pubblicherei appena abbiamo i dati definitivi (e inserendo almeno in voce l'informazione sull'elezione).
  • Per Impegno Civico, che non ha eletto parlamentari (come faceva giustamente notare 151 cp la lista era IC-CD) va fatta una valutazione se convenga spostare la voce di Insieme per il Futuro oppure no.
  • Liste elettorali o partiti che non sono palesemente non enciclopedici ma non hanno eletto parlamentari: Bozza:Unione Popolare (Italia), Bozza:Italia Sovrana e Popolare, Bozza:Italexit. Per questi pubblicherei appena abbiamo i dati definitivi. Eventualmente se qualcuno riterrà farà partire la pdc.
----FriniateArengo 14:10, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Scopro ora dell'esistenza della bozza su ISP, che non era categorizzata e quindi segnalata al progetto; mi pare una base discreta, ho aggiornato con alcune info più recenti.
Sulle liste doppie non mi pare che nelle discussioni precedenti (quelle a me note sono 1 e 2) si fosse raggiunto un consenso in merito, pertanto al momento conserverei entrambe le pagine così come sono. Per IC, avvierei una discussione apposita per lo spostamento di IpF (che, secondo me, sarebbe più che giustificato). Per Noi moderati ci sarebbe da stabilire se è il caso di tenere "moderati" in minuscolo o in maiuscolo. --SilverShadow2 (msg) 15:44, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SilverShadow2 l'avevo ripristinata io poco fa, senza accorgermi che non era stata categorizzata. ----FriniateArengo 16:28, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Sono favorevole alla creazione di tutte le voci proposte, e sono favorevole anche a mantenere le voci di AVS e Az-Iv. Sarebbe necessario capire, comunque, se Ipf è un soggetto politico "vivo" o se era solo un nome provvisorio di Impegno Civico (su en.wiki ad esempio Ipf viene chiamato partito e IC lista elettorale. Su it.wiki invece c'è un po' di confusione; Il titolo del paragrafo dedicato IC parla di evoluzione in partito mentre il paragrafo poi parla solo di lista elettorale). Al riguardo segnalo che sul sito della Camera il nome del gruppo parlamentare è Insieme per il Futuro - Impegno Civico, mentre su quello del Senato il nome del gruppo parlamentare è Insieme per il futuro - Centro Democratico. --Flakiwi 17:03, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Si potrebbe IMO anche usare il nome del gruppo parlamentare alla Camera, dato che alla fine quello foriero di enciclopedicità è l'ex gruppo parlamentare, non la lista. Senza il gruppo autonomo IC sarebbe un redirect alla voce di Di Maio. ----FriniateArengo 17:13, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Ci sarebbe anche la lista congiunta SVP-PATT che ha eletto rappresentanti in Trentino-Alto Adige (anche nelle precedenti due elezioni), ma mon è mai stata fatta la voce sulla lista.--Holapaco77 (msg) 21:22, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    A mio avviso, chi è stato eletto nell'uninominale non da enciclopedicità alla lista con cui si è presentato nel plurinominale (ad esempio, Lupi con Noi Moderati) in quanto è stato eletto grazie ai voti degli elettori degli altri partiti della coalizione e non certo solo con quelli della sua lista.
    In ogni caso, aspetterei la formazione dei gruppi parlamentari e dei sottogruppi del misto per capire prima cosa rimarrà di queste liste, spesso estemporanee. --Antonio1952 (msg) 21:51, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Bah, essendo voci su partiti (Italexit) o liste elettorali (tutte le altre), non vedo perché aspettare la formazione dei gruppi parlamentari, tanto più che 3 delle 4 bozze da pubblicare sono su partiti o liste non presenti in parlamento. ----FriniateArengo 22:59, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Mi sembra che si stia parlando anche di "Alleanza Verdi e Sinistra" e "Azione-Italia Viva", oltre che di "Noi Moderati". Per queste tre liste, la formazione di gruppi parlamentari singoli o di sottogruppi del misto potrebbe fare la differenza tra il mantenere le voci e il citarle nelle rispettive formazioni base. --Antonio1952 (msg) 23:27, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Non concordo sulla pubblicazione di voci dedicate a liste che non sono riuscite ad eleggere nessun parlamentare solo per aver raggiunto l'1%. Si dovrebbe valutare caso per caso, soprattutto in base alla storicità di tali liste. Potere al Popolo ad esempio è stata mantenuta solo dopo PdC e comunque si è trasformata in partito, presentandosi regolarmente a quasi tutte le tornate elettorali. Lo stesso non si può ancora dire per gran parte delle liste qui citate.--Janik (msg) 23:23, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    @Janik98 sì ma appunto, è stata mantenuta dopo pdc, per non pubblicarle dovrebbero essere palesemente non enciclopediche, cosa che francamente non mi pare decisamente il caso. Naturalmente la pubblicazione non pregiudica eventuali successive pdc, questa discussione serve solo a concludere che non siano da C4. ----FriniateArengo 23:33, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    [@ Friniate] Non concordo, a questo punto tanto valeva pubblicarle subito e non passare dalla Bozza allora. Comunque non può essere pubblicata la voce di Wikipedia:Pagine da cancellare/Italexit senza che si raggiunga il consenso, essendo già passata da PdC.--Janik (msg) 23:39, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Scusa ma se ora facciamo questa valutazione sulla base dei risultati elettorali come potevamo farla prima delle elezioni?! Comunque d'accordo, per Italexit va fatta una valutazione ulteriore (però in caso di consenso sull'enciclopedicità eviterei a quel punto anche la pdc), apro sotto un thread a parte. ----FriniateArengo 00:36, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Riguardo all'unire le liste congiunte alle pagine dei partiti, segnalo che esiste anche la pagina Partito Democratico - Italia Democratica e Progressista che quindi andrebbe unita alle pagine Partito Democratico (Italia) e Articolo Uno (partito politico). Personalmente penso sia molto meglio lasciare le cose così come stanno. BouncyCactus (msg) 12:10, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Symbol support vote.svg Favorevole a pubblicare le liste che hanno ottenuto almeno l'1% (come si è sempre fatto finora).--Holapaco77 (msg) 13:39, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Symbol support vote.svg Favorevole a creare le pagine su Unione Popolare, Italia Sovrana e Popolare, Noi Moderati e anche di Impegno Civico (IpF è un gruppo parlamentare, IC è una lista elettorale), oltre ovviamente alla pagina su Italexit. A dire il vero, non capisco perché le pagine non siano ancora state pubblicate.--Scia Della Cometa (msg) 15:04, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • [@ Scia Della Cometa, Friniate] vero che su Eligendo risultano ancora mancanti 25 seggi elettorali su 63.733 e ci sono 2800 schede contestate su 29,3 milioni... però dai, diciamo che il risultato è consolidato: dopodomani (giovedì 13 ottobre) si riuniscono le Camere per l'insediamento e inizierà la legislatura: si può procedere alla pubblicazione delle le voci relative alle liste che hanno avuto >1% dei voti. --Holapaco77 (msg) 15:53, 11 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    @Holapaco77 il mio ragionamento prendeva in considerazione anche il fatto che probabilmente ci saranno pdc (una ha già il tmp E): pubblicare più tardi significa avere già le prime fonti autorevoli sull'argomento e quindi più elementi per giudicarne la rilevanza. D'accordo comunque a pubblicare dopo domani nel caso in cui non compaiano prima i verbali definitivi sul sito della Cassazione. ----FriniateArengo 16:20, 11 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    Il verbale definitivo relativo alla Camera è stato pubblicato dall'Ufficio Centrale sul sito della Cassazione.
    Per quanto riguarda il Senato probabilmente ognuno dei 20 Uffici Centrali Regionali pubblica il suo verbale: campa cavallo... --Equoreo (msg) 18:50, 11 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    @Equoreo ah, gli anni scorsi c'erano i dati definitivi, quest'anno non sono nemmeno nel verbale, qualcuno ha idea dove siano? Comunque ok pubblico... ----FriniateArengo 23:56, 11 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    ✔ Fatto pubblicate Unione Popolare (Italia), Italia Sovrana e Popolare, Italexit, Noi moderati. ----FriniateArengo 00:11, 12 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Italexit[modifica wikitesto]

Come fatto notare da Janik sopra, per Italexit va fatta una valutazione ulteriore non soltanto sulla sussistenza del C4, ma proprio sull'enciclopedicità, dato che c'è già stata una pdc. Rispetto alla pdc in questione c'è stata come novità più rilevante quella del risultato elettorale (anche se non ancora definitivo). IMO il partito si può anche considerare enciclopedico già ora: È citato (tra le fonti disponibili) in studi su euroscetticismo in Italia, in relazione alla pandemia ([23] [24]) o alla Brexit [(https://repositorio.uniceub.br/jspui/bitstream/prefix/15315/1/LUIS%20CUNHA%2021752328.pdf]), o sull'influenza russa nella politica europea ([25]).--FriniateArengo 00:45, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Non sono favorevole allo sblocco: rimane un partito che non ha mai eletto nessuno a elezioni nazionali e di recente fondazione. Le informazioni salienti sono già presenti nella voce del suo fondatore.--Janik (msg) 01:30, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
  • Symbol support vote.svg Favorevole allo sblocco, essendosi il partito presentato in praticamente tutti i collegi uninominali e plurinominali col proprio simbolo e ottenendo l' 1.90% dei voti (quasi il doppio di PaP!) e cioè oltre mezzo milione di voti (numero politicamente significativo in Italia perché con 500.000 firme puoi proporre i referendum).--Holapaco77 (msg) 13:35, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
    @Janik98 quella pdc in realtà è stata annullata per C4, quindi il C7 non è applicabile. ----FriniateArengo 13:52, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[× Conflitto di modifiche]Favorevole allo sblocco, sia perché il partito ha, rispetto alla PdC datata 2020, ottenuto un 2% nazionale che pur non prefigurando un'enciclopedicità automatica è qualcosa da tenere in considerazione, sia perché con il precedente di Azione contro cui pure all'epoca mi indirizzai (rimando a queste discussioni) si è stabilito che anche le pagine per cui c'era precedente consenso alla non pubblicazione possono essere pubblicate (cosa su cui rimango non completamente d'accodo, ma tant'è). Segnalo inoltre che la PdC fu interrotta passando a un'immediata in C4, cosa per cui ad oggi non sussisterebbero più i requisiti: non si può certamente parlare di enciclopedicità immediata, ma neanche di palese insussistenza. --SilverShadow2 (msg) 13:58, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SilverShadow2 sì, mi era sfuggito il fatto che la pdc fosse stata annullata, il caso in realtà è del tutto paragonabile agli altri. ----FriniateArengo 14:27, 30 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Assolutamente favorevole alla creazione della pagina, di questo partito ne ha parlato anche la stampa estera. Il fatto che non abbia eletto parlamentari non vuol dire niente, ha comunque ottenuto il 2% dei voti. Scia Della Cometa (msg) 14:57, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

PdC - Partito Socialista (Corea del Sud)[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Partito Socialista (Corea del Sud)», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)

--SurdusVII (wikicollega dal 2012) 14:14, 28 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Template Periodizzazione[modifica wikitesto]

Segnalo discussione --Camoz87 (msg) 10:02, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Vincenzo Voce e Nicola Fiorita[modifica wikitesto]

Sono rispettivamente esponenti di Tesoro Calabria e Cambiavento (di cui Fiorita è Leader) non sono politici indipendenti 37.162.216.164 (msg) 14:44, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Terzo partito nel Template:Elezioni[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, ho notato che è stato aggiunto al Template:Elezioni della voce Elezioni politiche in Italia del 2008 l'UdC, arrivata terza dopo le due coalizioni principali. Non andrebbe fatto quindi anche con le Elezioni politiche in Italia del 1996 e le Elezioni politiche in Italia del 2001? Grazie in anticipo. --Flakiwi 16:50, 29 set 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

figure politiche del Principato di Seborga[modifica wikitesto]

salve, ho creato questa wikibozza madre che riguarda l'aggiornamento del microstato Principato di Seborga e domando se il titolo di Consigliere della Corona, del Principe di Seborga ed altre figure politiche-amministrative (o diplomatiche) ha senso enciclopedico come l'equivalente sia deputato o ministro in base ai criteri per cui ho creato delle wikibozze: qua, qua, qua e qua.. o forse è non sono enciclopedici?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 16:11, 1 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

Ciao @SurdusVII, a mio avviso dovrebbe maggiormente emergere che si tratta di una mera "auto-attribuzione", tra l'altro assai recente (anni 60) col chiaro intento "commerciale" di aumentarne l'interesse turistico. Alcune parti del "format" della bozza, "creato per" e riferentesi ad attività di uno stato "riconosciuto" andrebbero eliminate o quantomeno trattate diversamente, riportando questa voce nel suo giusto alveo e contesto e alla realtà dei fatti. Una cosa è il Principato di Monaco o S. Marino, ben altra il "principato di Seborga" per numerose ragioni che devono non solo chiaramente emergere dalla voce, ma anche per non creare delle "fake e bufale" se trattate come cose reali e istituzionalmente e giuridicamente in essere. Il tutto va riportato al suo aspetto "tradizionale", "folkloristico" e turistico, e anche "goliardico" per non cadere anche nell' "involontario comico" (ad es anche se accennato in voce, la "moneta" ha il puro valore e funzione di un "voucher", di un buono sconto o delle "palline dei bracciali" nei villaggi turstici...). Mi sembra ci siano delle notevoli "forzature" se la voce viene trattata invece con il "template" e caratteristiche della bozza attuale. Già la voce attuale sul "principato storico" non è bellissima, non peggioriamo la situazione anche per il "presente". Ciao --Aleacido (4@fc) 15:24, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@SurdusVII ho forti dubbi sull'enciclopedicità dei "principi" eh... ----FriniateArengo 15:38, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Concordo con chi mi ha preceduto. Quella sul Principato di Seborga è, sostanzialmente, una "voce-curiosità" su un'originale trovata promozionale di un paesino che non è uno Stato e neppure un micro-Stato, ma uno staterello fittizio. Va da sé che la voce esistente è più che sufficiente e che tutte le "cariche" relative non sono certamente enciclopediche.--TrinacrianGolem (msg) 16:16, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
ho trovato in rete questi file: qua, qua (punto 5, pag.3).. UUN non è la sottospecie di Nazioni Unite per quelli che hanno delle Nazioni senza Stato, cioè popoli non rappresentati?? a mio parere sembra più da micronazione che da microstato.. o sbaglio?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:13, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
veramente @SurdusVII è il "nulla", e dare a una "promozione turistica" questa valenza addirittura di "popoli non rappresentati ", siamo all' "assurdo ridicolo" e al paradossale. --Aleacido (4@fc) 17:22, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
grazie dei vostri pareri, wikicolleghi.. --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 17:24, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Già che ne stiamo parlando, @SurdusVII, @Friniate, @TrinacrianGolem. L'argomento tratta di un normale piccolo comune italiano, con un sindaco ecc..., poi c'è la "trovata turistica". Nella voce sul comune di Seborga, dopo la esposizione "istituzionale" del comune, secondo le linee guida, e anche un pertinente paragrafo "spiegazione" del "principato" correttamente svolto, contenente le sue caratteristiche "promozionali e folkloristiche" correttamente descritte, ad un certo punto parte una lunghissima parte di "ingiusto rilievo" su "Giorgio I Carbone", "Marcello I Menegatto", "la principessa Nina", la valuta , le guardie e altre amenità, che così presentate non hanno nessun rilievo, interesse, enciclopedico, se non continuare con questi toni ingiustificatamente "celebrativi e promozionali". Li potremmo togliere (io zapperei proprio), o almeno significativamente ridurre tali contenuti (oltre il limite di quello che definirei "fuffa"). ciao --Aleacido (4@fc) 17:59, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
Una volta pubblicata la bozza di Surdus credo ce ne possiamo sbarazzare dalla voce sul comune... ----FriniateArengo 18:08, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
@Friniate intenti che le wikibozze sono da PdC, ho capito bene?? --SurdusVII (wikicollega dal 2012) 18:46, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
io sono anche molto scettico circa la pubblicazione della bozza secondo l'impianto attualmente presentato da SurdusVII, la voce attuale sul principato "storico" mi sembra comunque "meglio", anche se non una bella voce, come anche sottolineato da TrinacrianGolem. Ciao --Aleacido (4@fc) 18:48, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]
[↓↑ fuori crono] Non posso che concordare con Aleacido: chiariti i "contorni" del sedicente staterello, da ricondursi esclusivamente a ciò che questo è (una trovata pubblicitaria paesana, originale, ingegnosa, ben fatta e propagandata, ma null'altro) ne discende pressoché logicamente che qualsiasi voce correlata e contenuto esorbitante sarebbe WP:IR e manifestamente non enciclopedico.--TrinacrianGolem (msg) 19:53, 5 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]

[ Rientro] @SurdusVII, @Friniate, @TrinacrianGolem, @Aleacido et al. Il problema è che il "principato" probabilmente non è mai esistito. Tutti i documenti più antichi presenti nell'archivio sono stati considerati falsi già nel 1700. Credo sia qualcosa che si è inventato l'abate accomandatario per poter battere un luigino e rimediare un po' di soldi. È stato richiamato all'ordine dalla corona di Francia da cui dipendeva ed ha smesso subito. Consiglio la lettura dei due lavori di Laurent Ripart citato in bibliografia. Il resto è fuffa. La sequenza degli abati al massimo va messa nella voce sull'abazia di Lerino. Gli altri a casa loro. ANche la bibliografia va liberata da articoli scritti da amanti di fanta-storia. --Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 18:50, 4 ott 2022 (CEST)Rispondi[rispondi]<