Discussioni progetto:Astronomia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.png
Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è Ishtar Terra.
Saturn.png
Star birth in Messier 83 (captured by the Hubble Space Telescope).jpg
Benvenuti al Bar del Progetto e del Portale Astronomia!

Questo è il posto giusto per discutere relativamente ai contenuti del Portale e del Progetto, alla loro struttura e manutenzione e al loro corretto funzionamento, come pure alle voci di argomento astronomico e alle relative categorie di it.wiki. Per effettuare esperimenti sulla grafica della homepage del Portale, utilizza l'apposita sandbox; per commenti che entrano nel merito delle singole voci, utilizza le relative pagine di discussione. Per richieste più generali rivolgiti infine al Bar di Wikipedia.

Archivi delle precedenti discussioni: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21.
Voci al Vaglio    (modifica)
  • per ora nessuna
Voci segnalate in Vetrina    (modifica)
  • per ora nessuna
  • per ora nessuna


Portale   ·   Progetto   ·   Ishtar Terra   ·   Categorie   ·   Biblioteca

Plume ombre.png

Modifica il paragrafo relativo per partecipare ad una delle discussioni in corso elencate di seguito oppure fai click qui per inserire un nuovo intervento.
Ricordati di firmare il tuo intervento per essere immediatamente riconosciuto dagli altri interlocutori: clicca sul pulsante Insert-signature.png oppure copia e incolla la stringa ~~~~.


Satelliti naturali di Giove[modifica wikitesto]

Una voce bellissima! Con un sacco di fonti e di dati, ma con un MA! :-( Nella colonna dei periodi i satelliti sono divisi in giorni e anni, cliccando per farli incolonnare per periodi crescenti o decrescenti si ottiene risultati assurdi, se uno ci pensa bene si accorge che un periodo tipo 730 giorni in effetti equivale a dire 2,000 anni, il periodo è perfettamente equivalente ma l'incolonnamento no e di conseguenza (ma non sempre) anche il gruppo di appartenenza è mischiato. Non si potrebbe mettere tutti i periodi espressi in giorni? (1 anno = 365,25 giorni). --84.253.136.14 (msg) 10:26, 24 ago 2019 (CEST)

IMHO sarebbe più logico e più comodo per i lettori --Eighteen71 12:19, 24 ago 2019 (CEST)
Effettivamente.. però ricordandomi di un problema simile per Oggetti del sistema solare per dimensione c'è un altro problema: bisogna pensare a una diversa formattazione anche delle masse e dei raggi, vedere cosa ci salta fuori per l'ordine decrescente. Nel caso delle masse ad esempio meglio usare un unico esponente come nella voce che ho ricordato sopra, altrimenti saltano fuori risultati a casaccio perché viene riconosciuto il primo numero ma non l'esponente. Essendo una VdQ bisognerebbe uniformare quei valori.--Kirk Dimmi! 06:00, 15 set 2019 (CEST)
Ho sistemato i diametri, ora correttamente "sortable", c'è da scegliere l'unità di misura delle masse, (con l'esponente è più lunga da fare) e i periodi in giorni.--Kirk Dimmi! 06:26, 15 set 2019 (CEST)
Ho sistemato i periodi usando l'attributo data-sort-value in modo che il valore rappresentato non sia quello usato per l'ordinamento che può quindi rimanere espresso in un modo di più immediata lettura: ho usato h,m,s per i periodi inferiori al giorni, i giorni per i periodi inferiori all'anno, gli anni per gli altri periodi.--Ysogo (msg) 22:31, 15 set 2019 (CEST)

Nomi di pianeti di Stella di Teegarden e simili[modifica wikitesto]

Come intitoliamo la voce sul pianeta della Stella di Teegarden? Teegarden b solamente o Stella di Teegarden b o forse Teegarden's b? Non è l'unico caso, ad esempio per quello della Barnard abbiamo Barnard's Star b solitamente si prendeva l'Enciclopedia dei pianeti extrasolari come riferimento che però la chiama solo Barnard's b (quindi mi viene il dubbio anche per quella), là è scritto così, così come questo lo chiamano solo Teegarden's b. Segnalo questa discussione, una discussione di cui riporto un dubbio sollevato; c'è qualche altro caso, anche se al momento mi pare non abbiano pianeti noti. Intendo come titolo principale, perché poi ci sta tranquillamente un redirect, come Proxima b.--Kirk Dimmi! 16:57, 12 set 2019 (CEST)

Dalla discussione citata: in Osservatorio di Calar Alto sono stati proposti come Stella di Teegarden a e b, tu Teegarden a,b. L'astro si chiama Stella di Teegarden, non Teegarden. Occorre uniformare, tu ne sai di più --94.36.138.186 (msg) 18:20, 11 set 2019 (CEST)
Append. Come per Stella di Campbell, stella di Babcock e tutti questi casi. Come si chiamano gli eventuali pianeti ?--94.36.138.186 (msg) 18:25, 11 set 2019 (CEST)
Si ma non importava barrare il link, anche se prima si parlava di formaggio :-P--Kirk Dimmi! 18:40, 12 set 2019 (CEST)

PdC Targa Giuseppe Piazzi[modifica wikitesto]

User-trash-full-4.svg
La pagina «Targa Giuseppe Piazzi», il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per la cancellazione.
Dato l'ambito specifico, è benvenuta la partecipazione degli utenti del progetto alla discussione. (Se la pagina fosse già stata cancellata per errore, ci si può rivolgere agli amministratori chiedendone il ripristino)
. Segnalo.--94.36.138.186 (msg) 17:29, 14 set 2019 (CEST)

Spostamento della voce Nucleosintesi[modifica wikitesto]

Propongo di spostare Nucleosintesi a Nucleosintesi primordiale e magari di creare la voce sulla nucleosintesi in generale. --Datolo12 (msg) 09:43, 15 set 2019 (CEST)

Favorevole. Poi trasformerei nucleosintesi non in un redirect a nucleosintesi promordiale ma a una disambigua tra le varie nuclosintesi. Va fatto quindi un corretto lavoro di spostamento dei link entranti.--Ysogo (msg) 11:31, 15 set 2019 (CEST)
Anch'io pensavo al disambigua inizialmente, in seguito la renderei una voce a sé stante che parla dei vari tipi di nucleosintesi, e sì, tutti gli attuali wl a "nucleosintesi" andrebbero cambiati in wl a "nucleosintesi primordiale" --Datolo12 (msg) 11:47, 15 set 2019 (CEST)
Bene anche la voce a sè stante. --Ysogo (msg) 22:55, 15 set 2019 (CEST)
Ho spostato circa tutti i link entranti, quelli che ci sono ancora li ho lasciati perché non c'entrano con la n. primordiale. Direi che si potrebbe fare lo spostamento. ✔ Fatto --Datolo12 (msg) 23:16, 16 set 2019 (CEST)

Punto di alba e tramonto della Luna[modifica wikitesto]

Segnalo questa domanda che anche se si trova all'Oracolo, mi pare abbastanza interessante per eventuali sviluppi nelle voci di it.wikipedia: Wikipedia:Oracolo#La_luna_nel_cielo_notturno. --Daniele Pugliesi (msg) 11:35, 17 set 2019 (CEST)

Astronomo[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, ho notato che c'è un problema nella pagina Astronomo (la sezione Astronomi famosi nella storia), non si potrebbe cancellare o in alternativa ridurre ad un paragrafo meno problematico (ad esempio principali tappe dell'astronomia o qualcosa di simile)?--Kaga tau (msg) 10:51, 22 set 2019 (CEST)

Sì, sarebbe il caso di modificare l'intera sezione. L'avviso di non neutralità è presente da più di 4 anni. --Vespiacic (msg) 08:23, 23 set 2019 (CEST)
Secondo me andrebbe cancellata l'intera sezione. --Leo0428 (msg) 15:57, 4 ott 2019 (CEST)
L'ho tolta ma ho aggiunto qualcos'altro da en.wiki, non so la sezione storia, è che pare monca così ma non so quanto e cosa meglio metterci, in fin dei conti c'è l'ancillare sulla storia che spiega tutto.--Kirk Dimmi! 09:56, 5 ott 2019 (CEST)

Categorizzazione degli esopianeti per metodo di scoperta[modifica wikitesto]

Buongiorno, che ne dite se importiamo la categorizzazione dei pianeti extrasolari per metodo di scoperta, presente su en.wiki (en:Category:Exoplanets detected by method) e altrove?

Io la tradurrei così:

  • Categoria:Pianeti extrasolari per metodo di scoperta
    • Categoria:Pianeti rilevati otticamente
    • Categoria:Pianeti scoperti con il metodo del pulsar timing
    • Categoria:Pianeti scoperti con il metodo della microlente gravitazionale
    • Categoria:Pianeti scoperti con il metodo delle velocità radiali
    • Categoria:Pianeti transienti
Che ne dite? --Harlock81 (msg) 10:12, 6 ott 2019 (CEST)
  • Symbol support vote.svg Favorevole, penso sia una buona idea. [@ Harlock81]--Leo0428 (msg) 11:04, 6 ott 2019 (CEST)
  • Symbol support vote.svg Favorevole--Kirk Dimmi! 11:29, 6 ott 2019 (CEST)
  • Symbol support vote.svg Favorevole. Approfitto per esplicitare di fare attenzione tra osservato e scoperto. Oltre a ciò (vi) chiedo: quando un pianeta è già in dati di archivio e questi dati vengono comparati a verifica ? --☼Windino☼ [Rec] 12:15, 6 ott 2019 (CEST)
    Se ho capito bene, la domanda è: come ci comportiamo con un pianeta scoperto col metodo x (generalmente transiente), per definire la cui orbita viene utilizzato il metodo delle velocità radiali su dati di archivio? In questo caso, io lo indicherei come scoperto col metodo del trasito.
    Si può presentare però il caso di un pianeta scoperto col metodo delle velocità radiali di cui a posteriori si riesce ad osservare un transito. In queto caso, voi cosa proponete? Io sarei per indicarlo anche come pianeta transiente, che risulta una caratteristica particolarmente saliente per il successivo studio del pianeta. --Harlock81 (msg) 13:55, 6 ott 2019 (CEST)
Ma le due osservazioni che poni è la medesima cosa, mi sembra :). Non vorrei avere aperto un falso dilemma, poiché nello sviluppo delle voci, il tutto si chiarisce. Però si, il dubbio mi è venuto con recenti osservazioni di TESS i cui pianeti sono tutti candidati e le conferme vengono fatte a posteriori o con dati di archivio o/e ulteriori osservazioni mirate, per lo più radiale e comunque mai (ovviamente) transiente. Io concorderei con te perché scoprire significa accorgersi che il tal pianeta esiste. Avere già dei dati è dire nulla, se non gli si dà un significato--☼Windino☼ [Rec] 14:11, 6 ott 2019 (CEST)

asse di rotazione solare[modifica wikitesto]

Ciao. Vorrei sistemare una questione di macchie solari nella voce sistema ticonico. Nel 1613 Francesco Sizzi scoprì che una macchia solare si trova sopra o sotto l'equatore apparente secondo un ciclo annuale. Mi sembra che l'unico modo di spiegare il fenomeno è che l'asse di rotazione solare non sia perpendicolare al piano dell'eclittica. Purtroppo su wiki non ho trovato ( o forse non ho cercato abbastanza?) alcuna notizia né su questo ciclo annuale né sull'inclinazine dell'asse solare. Potete darmi una mano e magari inserire notizie fontate nelle voci pertinenti? Grazie e cordialità --Pinea (msg) 19:35, 9 ott 2019 (CEST)

Come in Sole, l'inclinazione assiale della stella rispetto all'eclittica è 7°25'. Non ho capito però una cosa: la stessa macchia solare dura anche un anno? Perché solitamente dura pochi giorni o settimane e si evolve velocemente per poi scomparire (eccezionalmente pochi mesi), o forse si intende un ciclo di diverse macchie?--Kirk Dimmi! 20:11, 9 ott 2019 (CEST) P.S. Mi sono accorto che macchia solare qui su it.wiki è scarsa come voce :-(

Grazie[@ Kirk39]. Scusa per il mio silenzio, ma ho avuto problemi. Nel frattempo ho trovato qualche notizia su en-wiki: https://en.wikipedia.org/wiki/Letters_on_Sunspots#Francesco_Sizzi https://en.wikipedia.org/wiki/Galileo_Galilei#cite_note-132

Hai ragione. L'angolo di inclinazione si trova nella sintesi di Sole; manca però nei paragrafi pertinenti della voce e anche nella voce rotazione solare. Non si tratta della traiettoria di una stessa macchia ma del fatto che nelle diverse stagioni la traiettoria orizzontale delle macchie è deviata leggermente verso l'alto o verso il basso. Mi sembra, tuttavia, strano che nel 1613 avessero rilevato il fenomeno se l'inclinazione del Sole è appena 7 gradi e una macchia persiste per così poco. Che ne pensi? Comunque mi piacerebbe spiegare un po' meglio cosa avviene. Sto creando la nuova voce Francesco Sizzi in cui potrebbero trovar posto i chiarimenti --Pinea (msg) 21:57, 12 ott 2019 (CEST)

Credo che nessuna macchia solare sia mai durata un anno! Invece l'inclinazione del Sole la si rileva usando le singole macchie solari, perché esse se durano almeno 14 giorni (semirotazione del Sole) fanno in tempo a transitare da un bordo del Sole al suo opposto e se si disegnano le posizioni di una macchia al mese (possibile benissimo durante i periodi di massimo solare) si vedrà che seguono linee rette che cambiano inclinazione mese per mese per poi ritornare all'inclinazione iniziale esattamente un anno dopo (ricordando ovviamente che un anno è di 362,25 giorni): questo cambiamento di inclinazione è dovuto allo spostamento della Terra attorno al Sole, per cui anche le linee rette delle singole macchie in effetti non sono perfettamente "rette". --84.253.136.14 (msg) 18:12, 13 ott 2019 (CEST)

Ciao, grazie. Dovrebbero essere linee perfettamente rette solo quando l'asse di rotazione solare è perfettamente perpendicolare all'asse terra-sole cioè solo in due giorni dell'anno, quelli in cui hanno anche la massima inclinazione. Mi piacerebbe sapere quali sono per poter esporre il fenomeno in modo molto concreto, vicino all'osservazione e non dedotto astrattamente. Dopo tre mesi dovrebbero essere archi concavi verso l'alto o il basso secondo la stagione. Gradirei anche poter escludere l'esistenza di un moto precessionale del Sole, che renderebbe mobili questi giorni di massima inclinazione. Quali fonti potrei citare su questi argomenti?--Pinea (msg) 15:30, 21 ott 2019 (CEST)

Ancora su maiuscoli-acronimi etc[modifica wikitesto]

L'altro giorno ho avuto questo confronto poco edificante, a seguito di questa modifica. Prima lo spostamento della pagina, e poi la ridenominazione in caratteri minuscoli. L'IP nella discussione sono io, è esplicitato nel primo post. Dico poco edificante perché in 3 anni di partecipazione al progetto (e anche indietro, poiché non rimembro tracce nella sua cronistoria) mi è mai successo che, ad un doppio sollecito di interpellare il progetto, appunto, mi venga lapidariamente risposto le regole... e va bene così. Non solo a me ma, a chiunque. Sono passati fior di linguisti proponendo e argomentando nel merito: maschile, plurale, inglesismi... e penso tutti, soddisfatti o meno di ciò che propongono, hanno sempre preso atto che in ambito astronomico (come medicina, architettura e altre materie), le denominazioni che la comunità (astronomica) si dà per de facto si antepongono alle regole wikipediane. Osservatorio Europeo Australe è una di queste; che poi colloquialmente lo si voglia scrivere minuscolo, troncato o colorato è licenza poetica. Puntualizzo, chi non lo sapesse, che non è un osservatorio, ma un organizzazione ne più ne meno come NASA (questo visto che avendo proposto FIAT o NEA mi è stato risposto che facevo esempi sbagliati). L'ho fatta lunga (e me ne duole tirare qua dentro una caciare simil Tim-Pam trap) perché il 95% del mio lavoro è su quelle voci e nell'ultimo anno, il 100% del mio interesse è proprio su quella voce e derivati. Per cui una pietra angolare sulla quale voglio essere convinto. Inoltre mi auguro che sia almeno un definitivo in caso di incongruenze, è sempre bene anzi necessario, salvo quisquilie, passare dal progetto. Buon proseguimento. ( ping Utente:IndyJr)--☼Windino☼ [Rec] 21:37, 10 ott 2019 (CEST)

La sigla OEA è attestata? Per la UAI si rispostò al maiuscolo ma credo che in quel caso l'acronimo fosse un po' più comune.--Kirk Dimmi! 19:06, 11 ott 2019 (CEST)
Non so dove trovare dove sia attestata. So che ovunque è sempre citata in maiuscolo ed anzi è sigla di European Organisation for Astronomical Research in the Southern Hemisphere url, url, url. url. Sicuramente dove è registrato è citato maiuscolo. Il terzo ulr èanche la fonte usata da en.wiki ma è noto che a me le altre wiki dicono nulla, inoltre sarebbe autoreferenziale, se vogliamo parlare wikipediano. Ma mi sembra talmente ridicola la cosa (con tutto rispetto) che di contro viene difficile proporre la fonte. (come detto non so dove è il registro internazionale delle imprese/organizzazioni). Si potrebbe obiettare che della forma tradotta non c'è attestazione dell'acronimo ma di questa non c'è per nessuno stato membro unitosi dopo la prima alleanza. Mi aspettavo più consapevolezza dell'evidenza, a proposito di quando si dice se tutti lo chiamano così, certamente non è wikipedia a chiamarlo diversamente.. etc etc (dove i tutti intendo tutti)--☼Windino☼ [Rec] 15:29, 12 ott 2019 (CEST)
Il progetto deve consultarlo chi ha dubbi, a me la regola sembra chiara e anche questo caso ci rientra appieno. Se un nome composto è reso in italiano si usano le regole della lingua italiana, dove solo la prima lettera è maiuscola e le parole comuni vanno in minuscolo. I nomi in inglese invece seguono le regole proprie della lingua inglese, che sono diverse da quelle italiane e prevedono maiuscole dove in italiano non ci sono. Se il nome con cui è noto in lingua italiana è un acronimo (attenzione, acronimo non vuol dire abbreviazione) si può intitolare la voce con il suo sviluppo, lasciando le maiuscole, ma questi sono casi rari e non vi rientra questo, perché OEA è composto da sole vocali quindi impronunciabile in italiano, per cui non può essere acronimo e neppure abbreviazione, infatti se l'ente lo si vuol chiamare in modo abbreviato si usa quella inglese (ESO) che è ben più pronunciabile anche in italiano. In astronomia ti ho fatto l'esempio di Telescopio spaziale Hubble (la s è stata minuscolizzata molti anni fa in tempi non sospetti), che è noto anche con l'acronimo inglese HST. Se non piacciono le regole che wikipedia si è data si devono discutere quelle, e ogni tanto se ne escono fuori richieste di modifiche di titoli per singole voci ignorando le regole generali che invece sono eventualmente quelle da contestare. --IndyJr (Tracce nella foresta) 18:06, 12 ott 2019 (CEST)
Mi hai dato una risposta tipica di un cieco burocrate. Se un nome...etc. Sei sicuro che sia un nome (comune) ? Dall'esempio che proponi mi pare di no. Ti ho già detto che il telescopio Hubble non può essere proposto a paragone, è un semplice telescopio, un oggetto comune e punto, altro che tempi non sospetti. Di maiuscolo ha solo l'eponimo o, come dico io è titolato a..(Hubble). Dai per assunto e che non mi piaccia la regola (anche se usi l'impersonale ed invece sei molto lontano, la condivido e più e piu volte sono intervenuto in tal senso) e che per me acronimo sia sinonimo di abbreviazione. Un pò supponente direi. Sull'impronunciabilità è una tua RO (o AO, Affermazione Originale), mai sentito che ..poiché è impronunciabile una tal cosa non può essere acronimo..). E se anche fosse, poiché di linguistica so poco, rimane che se viene riportato il 100% delle volte maiuscolo tu debba stravolgere in nome della regola.--☼Windino☼ [Rec] 18:44, 12 ott 2019 (CEST)
Carissimi, sarebbe mia intenzione invertire (chiedere di farlo, un mover) la voce Osservatorio europeo australe con il suo redirect European Southern Observatory. Premesso che la voce a mio parere doveva da subito mantenere la forma inglese dalla prima versione che da quanto si evince era spiccia. Perché l'inversione ? perché manterrebbe omogeneità con la fonetica/lessico/intuizione (ESO=European bla bla), perché come detto sopra è un organizzazione; perché nella maggior parte delle riviste Ita è proposto come ESO e nella forma estesa inglese. (DE e ES sicuramente più nella forma inglese che in IT). Colloquialmente certo, è osservatorio europeo australe e si può pure scrivere minuscolo (anzi, si dovrebbe). Ma non nel titolo. E altri motivi più o meno ovvi. Non mi ci sarei nemmeno soffermato se non fosse per il cambio di cui sopra e poiché come ho detto per me è come una pietra angolare ed al momento è un pugno in un occhio (sempre per me) è per ciò che chiedo rispetto della sostanza proponendola in forma appropriata. Pingo ovviamente IndyJr e ben venga chiunque abbia un pensiero a proposito. Saluti--☼Windino☼ [Rec] 00:24, 3 nov 2019 (CET)
Personalmente sì, preferirei il titolo alla dicitura internazionale (che dà senso all'acronimo ESO con cui è universalmente noto), i nomi degli enti internazionali in genere non vengono tradotti se non in rare eccezioni (es. ONU). --IndyJr (Tracce nella foresta) 10:28, 3 nov 2019 (CET)
(senza fretta) Due recenti confronti, (questo e, nel caso il mio ragionamento su assenso/consenso circostanziato fosse fallace ditemelo; e questo, dove premessi i miei dubbi persistenti sul dover chiedere al progetto anche in caso di integrazione di scopritore/osservatorio ma che rispetto e che invita al progetto, (non fosse che, Ysogo, proprio in questa discussione io ho colto una certa assenza) che invito a leggere, mi motivano a pingare un pò di persone: questo è il progetto che amo e l'unico a cui partecipo. Come ho detto a Indy non siamo al progetto calcio, dove si è in tanti e tutti gli italiano sono allenatori. Come ribadito, fatte salve le regole di wikipedia in materia di stile, nomenclature, EDP in genere, ci sono quelle in ambito astronomico e la materia è così vasta che è difficile spaziare da strumenti a oggetti del profondo, stelle e vettori con la stessa competenza e dedizione. Per questo ho sempre considerato chi se ne occupa (Ysogo per i corpi minori, Kirk per astri e pianeti, Harlock astronautica ed altro e così via, delle persone su cui fare riferimento piuttosto che chiedere al progetto. (perchè so che se questi utenti dicono è così non ho dubbi, non vado a cercare ulteriori conferme). Non c'è il tempo di dubitare. Io mi occupo quasi esclusivamente di osservatori; non avrò mai la presunzione di avere piena padronanza della materia e pur tuttavia mi sono chiesto ultimamente, viste talune discussioni a vuoto (anche aperte da altri, che ancora aspettano risposta), se questa fiducia è riposta nella misura in cui interessa poco o peggio, non nuoce. Discorso lungo (e spero comprensibile) per rimarcare che questo progetto, già impegnativo e che ultimamente non corre a mille, non si può permettere di incepparsi perché ci si confronta poco. Per cui: a me preme anzitutto avere un parere sulla voce Osservatorio europeo australe che dopo la rinomina in forma minuscola ho suggerito caldamente di invertirla col suo redirect (la denominazione inglese: European Southern Observatory), i motivi li ho già espressi nelle talk citate e per chi è avvezzo alle pubblicazioni/divulgazioni può ben trarre il tutto. Pingo chi so essere attivo e di progetto ovviamente con chiunque che voglia intervenire.[@ Kirk39, Vespiacic, Harlock81, Uranatmi, Ysogo, Retaggio, Roberto Mura] (Roberto mi scuserà se approfitto, nessuno si senta vincolato). Quando avrò un chiaro responso anche sul mio essere qui riprenderò a lavorare sulle voci che fanno capo a quella in questione (ESO). Grazie per la pazienza e, come detto, senza fretta.--☼Windino☼ [Rec] 22:16, 18 nov 2019 (CET)

Il problema nel tenere il titolo in italiano è che sono diffuse entrambe le forme ("osservatorio europeo australe" e "osservatorio australe europeo"): in questa pagina del sito dell'eso sono addirittura presenti entrrambi. Se si trovasse una fonte per definire la versione italiana sarebbe meglio. Che poi la sigla non sia in linea con il nome non lo vedo un problema: vedasi NATO e Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord, USA e Stati Uniti d'America, CIO e Comitato Olimpico Internazionale...--Ysogo (msg) 23:30, 18 nov 2019 (CET)

Difficile trovare un modo per risolvere la questione. Dal canto mio, sulla questione "sistema solare", non mi sono limitato solo a consultare le fonti, ma ho chiesto un parere all'Accademia della Crusca e alla Treccani, i quali mi hanno risposto solo con confusione evidenziando che anche all'interno delle loro pubblicazioni c'è incongruenza in merito (thread di discussione tra me Treccani e l'Accademia). Vista la difficoltà del problema e il mio evidente assenteismo recente su Wikipedia, non vado oltre nel merito della questione. --Vespiacic (msg) 08:57, 19 nov 2019 (CET)
Ok però non proponiamo a confronto denominazioni fuorvianti. Sistema solare è un oggetto, un nome comune. l'ESO è un organizzazione, che nulla ha a che fare con un preciso osservatorio dei quali talvolta ricorre la denominazione in lingua originale, talvolta no ed è stato fatto notare correttamente (da Ysogo, mi pare) che spesso viene omesso l'articolo (ex: Osservatorio di Stony Ridge). Qui siamo con nomi comuni combinati a nomi propri e vi è una certa elasticità. Il punto che ho sollevato, poiché Indyjr ha minuscolizzato la pagina, è che anche nell'incipit viene proposta minuscola, diversamente, se vogliamo citare le fonti, dalla sua definizione sul sito ESO/italy, qui. Io gli ho già detto che nella stragrande maggioranza di siti (ESO, INAF), pubblicazioni etc, è citato in maiuscolo ma lui propone wikipedia usa lo stile secondo cui si usa il minuscolo. Che in via generale ci sta, non fosse che oltre ad essere un'organizzazione ben definita quali quelle proposte da Ysogo, il minuscolo in incipit (piu ancora che nell'url) fa a pugni col buon senso. Per cui se si vuole mantenete il minuscolo quantomeno la pagina (URL) dovrebbe essere nella forma inglese, maiuscola. Poi, colloquialmente si può anche scrivere minuscolo ma deve essere chiaro cosa sia (organizzazione, non nome comune) e ciò si evince anche dall'URL--☼Windino☼ [Rec] 13:53, 19 nov 2019 (CET)
La regola di Wikipedia in italiano è chiara, cionostante rimane in netta contrapposizione con l'uso comune e il buon senso che ne deriverebbe per analoghe organizzazioni internazionali. Tant'è infatti che lo stesso problema si presenta con l'ESA, dove l'imposizione del minuscolo alla voce è bellamente ignorata nel resto dell'enciclopedia (né potrebbe essere diversamente)
Per l'ESO, l'uso del maiuscolo corrisponderebbe a quanto fà per sé la stessa organizzazione quando scrive in italiano. Non vogliamo accogliere l'eccezione? Pazienza. Non sarà tale imprecisione ad alinearci lettori e contributori.
Ad ogni modo, riporterei brevemente nella pagina di discussione della voce un riferimento all'uso che fa l'organizzazione ed alla scelta di utilizzare il minuscolo, dettata dalle norme di Wikipedia (anche per evitare polemiche future). --Harlock81 (msg) 17:03, 19 nov 2019 (CET)
ESA è il giusto confronto e mi ha un pò stupito che fosse minuscolo, prima di avere constatato che sempre Indy ha rinominato la voce al minuscolo 6 giorni or sono, in base al paragrafo Aiuto:Maiuscolo_e_minuscolo#Enti_e_istituzioni_con_nomi_composti. Ma se si vuole trascurare buon senso e uso comune riporto il paragrafo poche righe sotto : Conservano il maiuscolo tutti gli enti, le istituzioni e le organizzazioni comunque denominate che siano diffusamente identificati mediante sigle o acronimi. Mi pare che ESO ed ESA rientrino perfettamente in questa circostanza. PS: la talk voce è ad uso interno, onestamente al contributore monotematico può fregare di meno (ironic mode on) che in talk sia citata la precisazione. Un pò come sapere che tra 10 anni, a fini di globalizzazione solo alla en.wiki verranno applicati gli aggiornamenti, ma intanto andiamo avanti.--☼Windino☼ [Rec] 18:02, 19 nov 2019 (CET)
Ah ecco. Non avevo notato che era frutto di un recente spostamento (discutibile). --Harlock81 (msg) 19:06, 19 nov 2019 (CET)
A dovere di completezza devo riportare che è stata sollevata l'obiezione che ESO (da cui anche ESA) arriva dall'inglese, diverso ad esempio da FIAT, come Indy ha argomentato in questa discussione (l'IP sono io). Argomentazione che non mi ha convinto ma tant'è, riporto per completezza.--☼Windino☼ [Rec] 19:39, 19 nov 2019 (CET)

Non avevo mai riflettuto sul fatto che l'ESO sia un'organizzazione: in questo caso, come per il CIO, che citavo nel mio precedente intervento propendo per il maiuscolo nelle iniziali; diverso è il caso degli oggetti come ad esempio sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS).--Ysogo (msg) 22:59, 19 nov 2019 (CET)

WR 104[modifica wikitesto]

Stavo per correggere la questione dell'arrivo del lampo gamma quando mi sono accorto che c'era un avvertimento per cui mi sono bloccato. Tuttavia NON posso non far rimarcare che un lampo gamma viaggia alla velocità della luce! È vero che la luce nella materia viaggia a velocità inferiori a quella della luce, addirittura in certi esperimenti la sua velocità è stata rallentata fino a meno di 100 km orari, ma un lampo gamma da tale stella viaggerebbe per 8.000 anni luce nel vuoto! Quindi di fatto non rallenta, oltretutto un lampo gamma passa attraverso gas e polveri come un coltello nella nebbia, l'eventuale rallentamento sarebbe impercepibile e tra l'altro dovrebbe essere confrontato con l'analogo rallentamento, ben più sostanzioso, della luce che attraverso gli stessi gas e polveri, è probabile che a ben vedere il lampo gamma arrivi frazioni di secondi o più prima del lampo nella banda ottica. --84.253.136.14 (msg) 18:11, 11 ott 2019 (CEST)

Non ho ben capito, ti riferivi al testo nascosto? A parte che è una sezione scritta in modo un po' RO, ma ho tolto quel testo nascosto, non ne capisco il senso. I raggi gamma sono pur sempre onde elettromagnetiche, con luce non si intende solo la luce visibile, si dice che come minimo non andranno più veloci della velocità della luce, ma se diviene visibile da Terra l'esplosione di una supernova anche i raggi gamma, di fatto, sarebbero qui anche loro.. WR104, considerando la massa, potrebbe diventare una collapsar, ma poi hanno già scoperto che l'asse di rotazione in realtà non è perpendicolare alla Terra, certo che la voce andrebbe migliorata.--Kirk Dimmi! 12:01, 12 ott 2019 (CEST)
Si, mi riferivo al testo nascosto che non si visualizzava. Riguardo al merito è lapalissiano che la luce e i raggi gamma arrivino insieme, infatti io non avrei messo quella notizia, la notizia è stata messa sicuramente per il pericolo di estinzione che era stato ventilato e che fece una certa sensazione all'epoca. Io direi che ora va bene così. Piuttosto sarebbe da creare un bot che segnali (a chi ?) i testi nascosti, che sebbene nascosti sono lo stesso presenti in Wiki, va bene per i testi ancora da tradurre ma potrebbero essere usati anche per scopi non corretti. Ciao. --84.253.136.14 (msg) 14:27, 12 ott 2019 (CEST)

Astrologia[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

segnalo diverse discussioni (vedere in Discussione:Astrologia) inerenti al progetto.
Grazie per l'attenzione e buona continuazione --BOSS.mattia (msg) 21:47, 11 ott 2019 (CEST)

Template comete ???[modifica wikitesto]

Scusate, ma è cambiato qualcosa nel template comete? Non riesco a creare nuove pagine di comete perché il template non funziona (non si forma la tabella a destra della pagina). --Uranatmi (msg) 22:31, 29 ott 2019 (CET)

Scusami, non riesco a capire la domanda. Non copi il codice sorgente da qui: Template:Corpo celeste/man/Cometa, per sostituire i dati nei campi quando crei una nuova voce? A quale template fai riferimento? --Harlock81 (msg) 23:40, 29 ott 2019 (CET)
Forse si riferiva alla creazione di 234P/LINEAR. Mancava il parametro obbligatorio nome che poi ha inserito Ysogo. --Vespiacic (msg) 08:13, 30 ott 2019 (CET)
Scusate, ora stranamente funziona perfettamente. --Uranatmi (msg) 15:43, 30 ott 2019 (CET)

Galileo Galilei[modifica wikitesto]

Crystal Clear action bookmark silver and gold.svg
La voce Galileo Galilei, il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stata proposta per un riconoscimento di qualità.

Si invita a esprimere un proprio parere nella pagina della segnalazione; ogni miglioramento è sempre benvenuto.

--Leo0428 (msg) 21:02, 21 nov 2019 (CET)

Italiano o inglese?[modifica wikitesto]

Un saluto a tutti! Non conosco precisamente le linee guida al riguardo, tuttavia a differenza di altre voci su osservatori per Anglo-Australian Observatory si è deciso di mantenere la dicitura in inglese, ma a questo punto perchè l'Anglo-Australian Telescope presente al suo interno è invece su it.wiki come Telescopio Anglo-Australiano? Non sarebbero da uniforme (la prima in italiano oppure la seconda in inglese)? --[ΣLCAIRØ] 03:04, 3 dic 2019 (CET)

Non vi è una decisione di mantenere, quanto più il mancato spostamento. Essendo tutti volontari non ne faccio colpa a nessuno, il tempo è quello che è. Favorevole a spostarla a Osservatorio anglo-australiano.--Ysogo (msg) 04:08, 3 dic 2019 (CET)
✔ Fatto--Vespiacic (msg) 08:09, 3 dic 2019 (CET)

Taqī al-Dīn Muḥammad ibn Maʿrūf[modifica wikitesto]

Per permettere l'approvazione della voce su Taqī al-Dīn Muḥammad ibn Maʿrūf nella rubrica "lo sapevi che" ho rimosso due frasi che non erano chiare: Il lavoro fu portato a termine in accordo coi risultati ottenuti dalle osservazioni realizzate in Egitto e a Istanbul per correggere e completare lo Zij-i Sultani di Ulugh Beg. E Usò anche globi terrestri e celesti che egli ricevette, non chiaro|nel quadro di uno scambio di doni, da suoi colleghi europei. Mi potreste aiutare a fare chiarezza per favore?--AnticoMu90 (msg) 00:01, 10 dic 2019 (CET)

[@ AnticoMu90]: la frase Il lavoro fu portato... si riferisce alle Tavole Astronomiche dell'Imperatore citate nel paragrafo precedente che sono appunto un ampliamento e una rettifica del precedente lavoro di Ulugh Beg. Per meglio legare i due capiversi ti propongo di reintegrare la frase, mutare il soggetto esplicitandolo e anticipare la subordinata che espirime il fine: Le tavole, pensate come una rettifica e ampliamento dello Zij-i Sultani di Ulugh Beg, furono portate coi risultati ottenuti dalle osservazioni realizzate in Egitto e a Istanbul.--Ysogo (msg) 06:09, 10 dic 2019 (CET)
Abbi pazienza [@ Ysogo] ma non ho capito il tuo ragionamento. Potresti intervenire direttamente tu nella voce per favore?--AnticoMu90 (msg) 08:58, 10 dic 2019 (CET)
Fatto.--Ysogo (msg) 22:08, 10 dic 2019 (CET)
Gentilissimo!--AnticoMu90 (msg) 23:00, 10 dic 2019 (CET)

Categoria degli astronomi medievali: tenere e inserire le voci mancanti?[modifica wikitesto]

Mi sono imbattuto nella Categoria:Astronomi medievali che al momento contiene 2 sole voci. Se vogliamo mantenere la categoria, e credo abbia senso tenerla, dovremmo però assegnarala a varie altre voci (individuabili abbastanza facilmente con Petscan o altri strumenti simili). Se siete d'accordo, procedo.--Ysogo (msg) 18:15, 22 dic 2019 (CET)

Si. Sapevo esistesse l'avevo integrata: col mio petscan settimanale generico a 7 catg. (che chi vuole affinare lo sostituirò al mio) mi capita sovente di leggere voci di astronomia medioevale. PS: Ysogo, nel caso aspettassi altre conferme, 84.253.136.14 ne ha aggiunti altri.--☼Windino☼ [Rec] 18:27, 22 dic 2019 (CET)

NameExoWorlds[modifica wikitesto]

Carissimi. Come alcuni sanno, giorni addietro sono stati attribuiti nomi a sistemi planetari secondo un concorso della IAU. Ne discutevo (qui) con Kirk. Oggi ad ogni modo mi sono accorto che quello era la seconda edizione. Ci sono voci che fanno riferimento alla home del sito e che invece fa aggiornata a questa pagina (concorso anno 2015), come mi è capitato per questa voce (Draugr). Segnalo poiché qualcuno sa meglio dove intervenire (e con metodo). PS: presumendo che tale concorso verrà riproposto è opportuno valutare un URL più statico (o tenere traccia del tutto)--☼Windino☼ [Rec] 17:58, 29 dic 2019 (CET)

Osservatorio astronomico di Ancona: enciclopedico?[modifica wikitesto]

Ciao a tutti. Mi piacerebbe scrivere una voce riguardante l'osservatorio astronomico di Ancona. Mi chiedevo quindi quali fossero i criteri di enciclopedicità che la comunità wikipediana ha adottato. Nello caso specifico, l'osservatorio, in attività dal 1976 e gestito da una associazione privata, è stato inserito nel 2002 dalla Regione Marche, con legge regionale, nell'"Elenco osservatori astronomici e astrofisici non professionali di grande rilevanza culturale, scientifica o popolare che svolgono attività scientifica o divulgazione di interesse regionale o provinciale". Inoltre, lo stesso osservatorio è citato all'interno della descrizione dell'asteroide 10197 Senigalliesi dedicato al suo fondatore, Paolo Senigalliesi. Secondo voi è sufficiente?--Mrtb (msg) 13:48, 30 dic 2019 (CET)

Personalmente no. Sto cercando la discussione (c'è) ma non la trovo. Questa era un altra:Discussione:Lista_di_osservatori_astronomici. Parentesi mi ero ripromesso a breve di rendere accessibile una pagina coi criteri di tutto quanto concerne l'astronomia, osservatori compresi. Nello specifico: come meri edifici divulgativi non hanno enciclopedità. Lo sono se hanno contribuito (notevolmente) ad una scoperta. (Uno o pochi asteroidi non basta, è enciclopedico lo scopritore). Se un edificio rientra nell'enciclopedità come edificio storico o altre rilevanze bene, ma non in quanto osservatorio astronomico. Ci sono varie voci che non hanno i requisiti, su wikipedia. Detto con il cuore che sanguina poiché fanno opera divulgativa importante. (Ma non hanno bisogno di wikipedia, la visibilità locale se la garantiscono con le iniziative varie).--☼Windino☼ [Rec] 14:02, 30 dic 2019 (CET)
Se invece la voce comprendesse anche parte delle attività (enciclopediche) dell'associazione che lo gestisce? Nello specifico l'associazione in questione ha pubblicato alcuni libri sull'astronomia, tra questi "Per seguire la cometa di Halley", citato nell'enciclopedia Treccani. Inoltre, da quello che ho capito, la stessa associazione collaborerebbe (non sono certo) con alcuni enti pubblici italiani per la divulgazione scientifico-astronomica all'interno della regione Marche. Altra ipotesi: si potrebbe aggiungere un paragrafo all'interno della voce Ancona? Grazie delle informazioni.--Mrtb (msg) 14:44, 30 dic 2019 (CET)
Sarebbero questi i criteri informali sugli osservatori: Discussioni_progetto:Astronomia/Archivio_14#Enciclopedicità_degli_osservatori. Oltre a qualche scoperta può essere valido "l'essere o l'essere stato storicamente sede di attività di ricerca pubblicata su riviste di settore di livello internazionale", ma non mi pare questo il caso. Sui libri, se fossero rilevanti più che altro darebbero rilevanza a chi li ha scritti. Nella voce del comune certamente può essere menzionato.--Kirk Dimmi! 16:24, 30 dic 2019 (CET)
Come detto da Kirk sui libri. (e sulla citazione in voce Ancona sicuramente, anzi doveroso). Per fare un confronto, avendolo integrato IndyJr oggi: questo Osservatorio astronomico di Tavolaia è al limite, ma gli si deve la scoperta di una stella e di una supernova. Nessun taglio promo. Sono criteri ballerini ma si è voluto evitare il proliferare di centri divulgativi più o meno privati. Suggerimento: una buona integrazione nelle voci dei paesi ove risiedono. Ciao--☼Windino☼ [Rec] 17:22, 30 dic 2019 (CET)
Grazie a entrambi!--Mrtb (msg) 17:28, 30 dic 2019 (CET)

Enciclopedicità osservatorio astronomico del Righi[modifica wikitesto]

Salve a tutti. Mi collego alla discussione qui sopra per chiedervi se secondo voi l'osservatorio astronomico del Righi (che si trova nell'omonimo quartiere di Genova, e non è quello citato qui ) può essere enciclopedico. Che io sappia non vi sono stati scoperti corpi celesti ma svolge prevalentemente attività di divulgazione, ma è un punto di riferimento per Genova ed ha una storia piuttosto lunga essendo stato fondato 80 anni fa. Qui potete trovare alcune informazioni --Postcrosser (msg) 01:59, 3 gen 2020 (CET)

Mio parere:non fosse per le note 18,19,21 (la puntualizzazione che sia privato e a quanto pare, è difficile anche disporre di immagini storiche (quella del '39 e a breve quella del '50 però dovrebbero essere lecite) spingerei per un pro ma di fatto non è dotato di alcuna strumentazione, anche in ottone. Questo passo: Sembra assodato che nella specola non siano mai state condotte, fino a questo momento, attività sistematiche volte alla divulgazione o alla didattica dell'astronomia. Rimane la possibilità che siano state compiute osservazioni celesti, con risultati pubblicati, magari nell'ambito della partecipazione a programmi di ricerca organizzati altrove. non lascia molto spazio per una voce di astronomia osservativa. Al progetto Musei pare non si possa infilare: lascio che un altro parere rafforzi o smentisca quanto ho detto. PS: prova a proporlo qui al progetto Genova in quanto strutture divulgative (è una sezione che non c'è ma ci potrebbe stare) --☼Windino☼ [Rec] 08:16, 3 gen 2020 (CET)
Abbiamo voci su Specole che non sono mai state osservatori, ad esempio Specola di Lucca, potrebbe rientrare in uno di questi casi vista l'importanza storica. Per inciso, alla disambigua Specola sono elencate voci che dovrebbero essere nominate come Osservatori Astronomici poiché tale attività vi si svolge tuttora. --IndyJr (Tracce nella foresta) 18:10, 3 gen 2020 (CET)
[↓↑ fuori crono] La specola di Lucca, a parte i criteridi inclusione (scoperta di alcune comete) sufficienti, ha quel contorno che le da peso: real casa, direzione di personaggi rilevanti, nessun retrogusto di promozionalità.--☼Windino☼ [Rec] 19:28, 3 gen 2020 (CET)
Non vedo elementi di enciclopedicità. Pur vero che esiste da 80 anni, ma per la maggior parte di questi è stato in disuso: per danneggiamenti dopo la seconda guerra mondiale e per abbandono tra gli anni 70 e gli anni 2000.--Ysogo (msg) 18:12, 3 gen 2020 (CET)
Le comete della specola di Lucca le ha scoperte Pons, non riguardano l'attività osservativa (mai esistita) del complesso, ma sono d'accordo con il resto, per Righi si può trovare qualcosa di analogo? A vedere le foto di un tempo sembrava qualcosa di importante, però mi pare si sia d'accordo che dal punto di vista astronomico non è rilevante. Al limite se qualcuno dovesse preparare una voce in una sandbox se ne può vedere il taglio e giudicare meglio per vedere se può avere un altro tipo di importanza non strettamente astronomica. --IndyJr (Tracce nella foresta) 20:00, 3 gen 2020 (CET)
Tipico caso ricamato in cui la nebbia (chi ha scoperto cosa/dove) dà rilevanza. Hai ragione. Ieri ho girato per progetti Come museo non se ne parla, non c'è un progetto edifici storici, ottocenteschi o giù, l'unica è chiedere al progetto Genova e dintorni. Personalmente mi sono adeguato ai criteri (che considero più che buoni, qualcuno ci rimane ma evita i promo) e comunque come suol dirsi si valuta caso a caso. Mi licenzio dalla discussione.--☼Windino☼ [Rec] 20:26, 3 gen 2020 (CET)
[@ IndyJr] non vorrei sbagliarmi ma credo che il tuo un tempo sembrava qualcosa di importante si riferisca al Maschio della cinta muraria che domina il centro delle foto, tuttavia l'osservatorio è il piu modesto edificio costruito sullo spiazzo delle mure in primo piano. Non escludo che la cinta muraria possa essere enciclopedica, ma non è l'osservatorio.--Ysogo (msg) 00:01, 4 gen 2020 (CET)
Mi riferivo in particolare alle foto n. 3 e n. 5, nella n. 3 la Specola si vede come una parte integrante del panorama che comprende anche il Maschio e la cinta muraria, e nella n. 5 quand'era ben integra. --IndyJr (Tracce nella foresta) 02:42, 4 gen 2020 (CET)

HARPS e HARPS-N: attenzione al distinguo[modifica wikitesto]

Carissimi. Come da oggetto verifichiamo quale sia (tipicamente nelle voci esoplanetarie) lo strumento corretto. Il primo (HARPS) è in Cile e gestito da ESO, il secondo (HARPS-N) è alle Canarie gestito in buona parte da INAF. Diamo il giusto merito ai nostri ricercatori :) Tipicamente il secondo è coinvolto in ricerche più recenti (post 2010) e ad ogni modo la N facilmente evidente nelle publ.--☼Windino☼ [Rec] 13:30, 3 gen 2020 (CET)

Parere su titolo voce[modifica wikitesto]

Quale può essere il miglior titolo italiano di Jumping-Jupiter scenario? Ipotesi del Giove saltellante? Ipotesi del Giove saltante? Scenario del Giove saltellante (o saltante)? Oppure lasciarlo in inglese ma in tal caso con il titolo originale o con quello più italianizzato Scenario Jumping-Jupiter? --IndyJr (Tracce nella foresta) 01:36, 9 gen 2020 (CET)

leggo i paper. Qui (è open) punto 4 ; pensavo che scenario si potesse separare in quanto è anche un processo evolutivo, da cui pensavo bastasse JJ ed invece no. Intraducibile, mio parere. Come saltante andrebbe pari pari oscillante, fa meno canguro. Sentiamo pareri, io pro versione originale. PS: questo è un google tradotto dall'art. : Questo scenario porta ad un aumento molto rapido della separazione orbitale tra Giove e Saturno, che mostriamo qui per avere solo lievi effetti sulla struttura della cintura di asteroidi. Questo tipo di evoluzione è chiamato un caso "jumping-Jupiter". Andrebbe anche bene JJ--☼Windino☼ [Rec] 01:54, 9 gen 2020 (CET)
Io no che non lo lascerei il nome originale: "Giove saltellante" si trova da qualche parte (saltante no), come qui in un libro di Luigi Bignami, o anche qui qui secondo me si può tranquillamente tradurre, insomma, farei come gli ispanofoni (e non è che Escenario de Júpiter saltador abbia molti riscontri eh..) Faccio presente che ora è un redirect a migrazione planetaria, ma c'era Modello dei Giovi saltellanti, forse meglio di "scenario", e comunque è lo stesso argomento, in qualsiasi caso quello non dovrebbe più essere un redirect, o dovrebbe esserlo alla nuova voce, anche se in quel caso parlava più di pianeti extrasolari. Windino, saltellante o galoppante (effetto serra incontrollato) non hanno nulla di male, soprattutto se qualcuno li cita :-D In pratica questa ipotesi è alternativa al modello di Nizza, che invece prevede che la migrazione fu lenta e progressiva (e non saltellante). --Kirk Dimmi! 05:16, 9 gen 2020 (CET) P.S. Chissà che ne pensa Alessandro Morbidelli, visto che è uno di quelli che ha proposto questo modello..
Allora possiamo avere modello di Giove galoppante :) Si, è da dire che se fossi en=5 proverei il medesimo imbarazzo per loro, noi però abbiamo tanti sinonimi più consoni. Se lo dicono le fonti ad ogni modo mi adeguo ! e discorso chiuso per me. PS: @Kirk vedo che effetto serra galoppante nei libri è ben citato (o tradotto). Anche il mio idolo Michio Kaku. Se vuoi cambiarla si è sempre in tempo.--☼Windino☼ [Rec] 08:12, 9 gen 2020 (CET)
Grazie, in particolare a [@ Kirk39] per le fonti di sostegno. Sarei propenso quindi al titolo Modello dei Giovi saltellanti (la s minuscola perché semplice aggettivo). --IndyJr (Tracce nella foresta) 11:31, 12 gen 2020 (CET)
Voltalo al singolare.--☼Windino☼ [Rec] 11:52, 12 gen 2020 (CET)
Il modello coinvolge il movimento dei giganti gassosi, non solo di uno. Forse anche Giovi andrebbe reso in minuscolo trattandosi anche questo di un sinonimo di "pianeti giganti".--IndyJr (Tracce nella foresta) 20:06, 12 gen 2020 (CET)
Come vuoi, non entro più in talune discussioni. Non ricordo di avere mai visto una voce proposta al plurale, che parta dal progetto astronomia o altri. Pianeta gassoso, stella variabile, lampo gamma, asteroide troiano.. Saluti.--☼Windino☼ [Rec] 20:38, 12 gen 2020 (CET)
I "Giovi saltellanti" esistono... ;-) --Retaggio (msg) 16:01, 13 gen 2020 (CET)

M100[modifica wikitesto]

Chi mi può spiegare il significato dell'ultima frase di questo capoverso tratto dalla voce in oggetto? "M100 è uno dei membri più importanti dell'ammasso di galassie della Vergine che si estende fino alla costellazione della Chioma di Berenice, della quale fa parte; la massa di M100 è di 160 miliardi di masse solari, mentre la sua magnitudine assoluta è pari a -21.8. Il suo diametro reale è di 120000 anni luce, dunque di poco superiore rispetto a quello della Via Lattea; la galassia si allontana da noi a 720 km/s, M100 ha invece una velocità di recessione di 1500 km/s.[3] ". Grazie. --84.253.136.14 (msg) 18:15, 15 gen 2020 (CET)

Non è il mio campo, ma va spiegata meglio: in Espansione metrica dello spazio leggo: Distanza e velocità di allontanamento (o recessione) sono quindi proporzionali.. e ancora, sempre da quella voce, dato 2019: ha stimato una velocità di recessione pari a 82,4km/s per megaparsec (1megaparsec= 3,26 milioni di anni luce). E quindi circa combacia se si trova a circa 55 milioni di anni luce (mi salta fuori 1390 km/s), ma bisogna chiarire perché l'allontanamento da noi è la metà.--Kirk Dimmi! 20:05, 15 gen 2020 (CET) P.S. La velocità radiale è la stessa.

Cambio di nomi[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, segnalo un ip che sta cambiando in maniera seriale i nomi di molte stelle; io non sono un esperto (e mi sono limitato ad annullare alcune modifiche che mi sembravano discostarsi dal nome della voce), e gli edit non sembrano "vandalici" di per se (sembra stia sostituendo i nomi consolidati di queste stelle con nomi "grammaticalmente corretti" in arabo) però mi pare un comportamento quantomeno da verificare.--Sayatek (msg) 15:22, 21 gen 2020 (CET)

[@ Sayatek] Glielo ho chiesto, dice che sta rimuovendo gli articoli arabi dai nomi latinizzati. Non ho la più pallida idea di quali siano gli articoli in arabo, ma la sua spiegazione regge. --HominisCon (msg) 15:39, 21 gen 2020 (CET)
Ho revertato tutto, mai vista una cosa del genere, ho già spiegato a HominisCon che anche se non si è pratici basta digitare il nome di una stella in gugol, saltano fuori anche treccani, Sapere e tutto il resto (quindi WP:TITOLO. La più inguardabile che ho visto è la famosa Algol tramutata in.. Gol! E Alioth e Alkaid lo stesso, imparai prima i loro nomi tradizionali di quelli di Bayer..--Kirk Dimmi! 16:58, 21 gen 2020 (CET)
Chiedo scusa per l'errore... sono stato così fortunato da aver googlato l'unico termine che aveva modificato correttamente. Scusate --HominisCon (msg) 20:22, 21 gen 2020 (CET)
Nessuna scusa [@ HominisCon], non è necessaria. A parte che ho visto solo le voci di stelle, ma vedo che continua, c'è un problema: quell'ip è completamente in write-only, devo riguardare le altre voci, quelle di fisica, l'ho già visto poco tempo fa, cambia l'incipit rispetto al titolo, se non risponde in tempi brevi potrebbe essere incompatibile col progetto.--Kirk Dimmi! 23:50, 21 gen 2020 (CET)
Ok, grazie --HominisCon (msg) 15:12, 22 gen 2020 (CET)
Da come si comporta sui nomi delle stelle sembra il classico "purista" linguista che ha lanciato una crociata ai nomi con gli articoli perché magari i nomi propri devono stare senza articoli, senza considerare quelli che invece sono i nomi nelle forme accettate da secoli. Palesemente incompatibile, al prossimo edit analogo su voci di stelle va cassato e bloccato senza passare dal via. --Roberto Segnali all'Indiano 09:29, 23 gen 2020 (CET)

Redirect a voci sui meridiani (esterna)

Gnome-go-jump-right.svg

Questa è una discussione esterna
Sintesi: Discussione sui redirect a Meridiano di Greenwich e a Meridiano fondamentale.
La discussione prosegue in «Discussioni progetto:Coordinamento/Connettività#Meridianate». Segnalazione di Non ci sono più le mezze stagioni.

Intromissione nel vostro range contributivo[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, era un po' che volevo togliermi la voglia di stubbare una galassia e oggi ci ho provato con NGC 45, tuttvaia mi sono reso conto che bisogna essere allenati per inserire correttamente i vari dati nel sinottico e aver scelto appositamente una galassia "facile da tradurre da en.wiki" in realtà mi ha lasciato abbastanza deluso (della serie IMO anche su en.wiki mettono fuffa mica da ridere) perché andare a parare sulla possibilità che vi sia o meno una fascia "abitabile" mi sembra molto tirata come opzione per riempire il corpo del testo. Speravo di trovare on line qualcosa (in lingua italiana) di accessibile e comprensibile ma non ho avuto fortuna; morale, oltre a un controllo generale che avrei comunque chiesto, mi tocca lasciare un po' di lavoro a qualche utente del progetto patito del profondo cielo, non voletemene :-( --Threecharlie (msg) 19:39, 13 feb 2020 (CET)

Ciao; son più pratico e si sa di più delle zone abitabili circumstellari che galattiche, ma mi pare senza senso o almeno un'affermazione azzardata, infatti en.wiki è l'unica che cita sta cosa, forse meglio es.wiki in questo caso. Ho letto un paper e poi il sito di nota 5, dove addirittura si legge di galassie (magari giganti) informi senza nucleo definito e con minor formazione stellare della Via Lattea, che avrebbero pianeti abitabili in numero maggiore, per il semplice fatto che hanno meno densità di stelle e meno pericoli per l'esplosione di supernove vicine (che sterilizzerebbero la vita, come nei pressi del nucleo della Via Lattea).--Kirk Dimmi! 20:30, 13 feb 2020 (CET)
By the way questo mi fa tornare in mente la necessità di fare estensive correzioni su molte delle voci di galassie: spesso infatti viene utilizzata (e linkata) la dicitura "ammasso di galassie" quando nella gran parte dei casi da utilizzare sarebbe la forma "gruppo di galassie". Il Gruppo dello Scultore è un gruppo di galassie e non un ammasso.
Per capire la differenza, un gruppo di galassie è solitamente formato da 2-6 galassie maggiori più un corteo di alcune decine di galassie minori, sparse su un volume di una manciata di milioni di parsec cubici. Più gruppi di galassie (che talvolta "sfumano" letteralmente uno nell'altro) possono formare una "corrente di galassie" o una "nube di galassie"; e più nubi di galassie possono essere parte di un "superammasso di galassie", il quale, oltre a queste "nubi", solitamente contiene uno o più addensamenti maggiori chiamati, stavolta sì, "ammassi di galassie".
Un ammasso di galassie si distingue da un semplice gruppo per tante cose: è formato da svariate decine di galassie maggiori e da migliaia di galassie minori e al loro centro si trovano sempre una o più galassie ellittiche giganti, risultato della fusione fra più galassie, che spesso appaiono in stretta interazione con le galassie vicine; è inoltre pervaso da un denso "mezzo intra-ammasso" formato da gas e stelle. Le reciproche interazioni fra le galassie più vicine al centro dell'ammasso, assieme all'interazione col mezzo stesso, fanno sì che molte di queste galassie diventino attive.
 :) --Roberto Segnali all'Indiano 23:41, 13 feb 2020 (CET)

Problema procedurale[modifica wikitesto]

Stavo per cancellare per vandalismo una frase e rimpastare pesantemente una voce quando per scrupolo ho deciso di contattare il responsabile e sorpresa viene fuori che è, o meglio era, un amministratore e burocrate, dico era perché non è più attivo da circa un anno e mezzo. Che devo fare?

Scusate ho dimenticato la mia firma. --84.253.136.14 (msg) 00:04, 24 feb 2020 (CET)
Un vandalismo, se è tale, lo è indipendentemente dall'autore. Per intenderci, anni or sono anche alcuni contributi di Jimmy Wales in Commons furono contestati e annullati. Se indichi la voce, possiamo valutare assieme il caso.--Ysogo (msg) 21:56, 24 feb 2020 (CET)
15 Eunomia. Questo è un estratto di quanto volevo scrivere:

Stavo per cancellare come vandalismo una frase contenuta nella voce e fare un pesante rimpasto ma poi ho deciso di scriverti prima di farlo. Nella voce fin dalla prima versione è esistita questa frase: "E' molto poroso, la sua densità è talmente bassa che immerso nell'acqua galleggerebbe.". Frase in totale contrasto con quella immediatamente precedente: "Come gli altri corpi appartenenti alla sua famiglia, è di colore chiaro ed è composto di silicati, nickel e ferro.". Ho cercato la frase, o almeno un concetto simile, nella versione inglese ma non l'ho trovata come pure in quella francese. Vorrei sapere da dove viene la frase in questione, te lo chiedo perché solo il pianeta Saturno potrebbe galleggiare "idealmente" sull'acqua e per quanto ne so (mi occupo d'astronomia da molti anni) non esistono asteroidi porosi, o almeno così porosi da galleggiare sull'acqua.

Il problema è che il testo in questione c'è fin dalla prima versione (di 15 anni fa). --84.253.136.14 (msg) 22:15, 24 feb 2020 (CET)

Non credo che sia un vandalismo ma più semplicemente una voce non aggiornata. Nella voce in inglese, la descrizione si chiude con These indications are also in accord with recent mass determinations which indicate that Eunomia's density is typical of mostly intact stony asteroids, and not the anomalously low "rubble pile" density of ~1 g/cm³ that had been reported earlier. (traduzione più o meno libera: Queste indicazioni sono anche conformi alle recenti valutazioni della massa che indicano che la densità di Eunomia è quella tipica di asteroidi quasi interamente pietrosi e non una densità stranamente bassa da ammasso di detriti di circa 1g/cm3 come precedentemente supposto.). Si può quindi ragionevolmente suppore che nel 2005, quando la voce fu creata non fossero disponibili le "recenti valutazioni" e l'autore abbia preso da qualche fonte il 0,96 g/cm3 presente anche nel sinottico. Quindi credo che tu possa procedere all'aggiornamento della voce senza necessità di coinvolgere l'autore originale.--Ysogo (msg) 23:03, 24 feb 2020 (CET)
Ok, lo farò non appena avrò il tempo di documentarmi bene sull'oggetto. --84.253.136.14 (msg) 23:14, 24 feb 2020 (CET)
Ho anche trovato quella che potrebbe essere stata la fonte di quel 0,96: è comunque una notizia interessante che per un certo periodo si fosse convinti di tale valore.--Ysogo (msg) 23:21, 24 feb 2020 (CET)
Intanto appongo un avviso a beneficio dei lettori.--Ysogo (msg) 23:23, 24 feb 2020 (CET)