Discussioni progetto:Siracusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Progetto Siracusa

SiracusaCathedral-pjt2.jpg

Benvenuto/a al bar tematico del progetto Siracusa
Qui puoi fermarti, discutere con calma e approfondire le modifiche in atto

Glass cup with saucer spoon and sugar cubes.svg

clicca qui ” per aggiungere una nuova discussione


Per discutere di approfondimenti sulla Siracusa contemporanea “ clicca qui


Crystal Clear app ark.pngConsulta l'archivio delle discussioni per visualizzare i post precedenti:

Archivio I - Archivio II - Archivio III - Archivio IV - Archivio V - Archivio VI - Archivio VII - Archivio VIII - Archivio IX - Archivio X - Archivio XI

Exquisite-folder download.png
Voci al Vaglio
  • ...

Vedi anche le voci vagliate.

Exquisite-kmenu a.png
Segnalate per un riconoscimento di qualità

Dove ci eravamo lasciati...[modifica wikitesto]

Allora, avviso che (finalmente^^) ho termiato l'epoca spagnola siracusana!! Esulto perché è stata per me una grande fatica che però mi ha dato soddisfazione, fosse anche solo per l'arricchimento culturale che mi ha lasciato (e spero poi di aver fatto anche un buon lavoro per la comunità e per gli utenti che in futuro andranno a sbirciare su quelle pagine; il bello di Wikipedia).

Eccole:

Abbiamo così coperto un arco di tempo che va dal 1500 al 1740; non male se teniamo presente che prima c'era praticamente il vuoto quasi assoluto per questo periodo. Colmato questo però, il lavoro da fare in Storia di Siracusa in epoca moderna: manca il finale, ovvero l'epoca borbonica e risorgimentale.

Prima di approfondire quel discorso lì, voglio specificare una cosa che penso io debba mettre in chiaro (visti i presupposti con i quali mi ero approcciata all'epoca spagnola): partii convinta di scovare in questo grande arco di tempo l'origine della mafia siciliana... di poter incolpare gli spagnoli e il loro strapotere delle sofferenze odierne dei siciliani, ma invece, devo dire, non ho trovato la ben che minima traccia di una roba del genere; anzi, ho trovato documenti firmati dai re spagnoli (Carlo V in primis), su fonti terze autorevoli, che si dispiacevano della situazione di "strane" prepotenze che vi erano in Sicilia; re spagnoli che volevano vegliare sul baronaggio che usava prepotenze sui suoi sudditi. Quindi, se c'è un'origine della mafia, non penso proprio che questa sia estera, o almeno non proviene sicuramente dalla cultura spagnola, la quale appariva scioccata da simili comportamenti.

Lasciando stare questo discorso, ho invece cambiato idea sulla questione della priorità alla vetrina per la voce... cercherò di essere chiara e di spiegare brevemente le mie intenzioni:

Prima volevo "tamponare" ciò che evidentemente mancava nelle voci di Siracusa e velocemente dirigermi a modificare la voce principale per farle conseguire la stelletta e chiuderla qui... il resto, se sarebbe venuto, sarebbe venuto dopo. Ma mentre compilavo la prima parte della storia moderna ho sinceramente cambiato idea: voglio anzitutto terminare l'approfondimento sull'epoca borbonica e risorgimentale, perché sono sicura che mi riserverà delle sorprese che attualemente ignoro e che mi arricchiranno (così come è successo per l'epoca spagnola).

Poi voglio dedicarmi (verso l'autunno sicuramente) alla compilazione delle altre voci che a noi mancano del tutto... penso ad esempio ad una voce che raggruppi i monumenti siracusani: Monumenti di Siracusa (in modo da non doverci ubriacare ogni volta tra chiese, palazzi e aree archeologiche in voce principale, come invece è successo in almeno negli ultimi tre tentativi di dare alla suddetta sezione un assetto pregiato e ordinato). Non me ne voglia chi vuole subito la stelletta (ammesso che questo qualcuno esista^^), ma tanto anche se la vetrina è vero che significa "più visibilità", Wikipedia non può fare miracoli economici... nel senso che se il turista si è già stancato di Siracusa (questo a quanto pare dicono gli ultimi dati) non sarà certo una stelletta su una pagina enciclopedica a spronarlo a venire da noi, quindi amen (vada dove lo porta il cuore) e lavoriamo piuttosto per una voce che sia solida nel futuro e che sia culturalmente onesta (a tal proposito dovremmo spendere due parole nel paragrafo "Qualità della vita" perché mi pare che la situazione giù stia precipitando di male in peggio), e soprattutto completa: per fare ciò vanno create le ancillari, visto che nella principale deve andare solo il sunto del sunto (o il meglio del meglio, in altre parole).

In sostanza, preferisco occuparmi di costruire le basi e stare, almeno per adesso, lontana dalle voci di procedura e discussioni di vetrinazione; le luci della ribalta possono attendere^^

Quindi, ora mi rituffo in una nuova sandbox e ci rivediamo qui quando avrò terminato la Storia moderna. Bye bye, baci e abbracci a tutti^^ --Stella (msg) 21:21, 21 ago 2019 (CEST)

Ottimo lavoro. --Codas (msg) 09:35, 22 ago 2019 (CEST)
Grazie Codas ;) --Stella (msg) 15:13, 22 ago 2019 (CEST)

Confine tra Storia Moderna e Storia Contemporanea[modifica wikitesto]

Solo per avvisare che ho notato che la divisione "ufficiale" tra storia moderna e contemporanea è segnata dalla rivoluzione francese e rivoluzione industriale avvenute entrambe nella seconda metà del '700 (anni '80 circa), quindi la nostra voce, essendo che segue la linea ufficiale della divisione tra medievale, moderna e contemporanea, deve essere tagliata come tale: per cui dividerò il contenuto trasferendo il periodo risorgimentale (e buona parte quindi del regno borbonico) in Storia di Siracusa in epoca contemporanea, prima del fascismo e delle guerre mondiali.

Con questo passo e chiudo; naturalmente mi occorrerà del tempo per mettere tutto in ordine, ma insomma... mettendo un passo davanti all'altro senza mai voltarsi indietro dovrei arrivare a qualcosa di parecchio concreto che prende forma^^ --Stella (msg) 15:33, 22 ago 2019 (CEST)

Direi! ;) --Codas (msg) 08:24, 23 ago 2019 (CEST)

Il simbolo di Napoleone identico allo stemma di Siracusa[modifica wikitesto]

Lo stemma di Napoleone

In questi giorni mi sto occupando della storia napoleonica (sono giunta alla fine della storia moderna siracusana). Oggi ho trovato una cosa curiosissima e chiedo qui se qualcuno ha maggiori informazioni al rigurado:

Ho scoperto che lo stemma di Napoleone Bonaparte (divenuto simbolo del Primo Impero francese) è praticamente "identico" allo stemma di Siracusa! (a parte il fatto che il nostro all'interno ha la fortezza per questioni storiche):

Stemma di Napoleone
Stemma di Siracusa
Stemma di Napoleone e del suo Impero

Ora, siccome non penso né che Napoleone abbia copiato i siracusani e né che i siracusani abbiano copiato Napoleone ci deve essere una spiegazione logica, e molto interessante, posta alla base di questa sbalorditiva similitudine! Sicuramente ha a che vedere con la simbologia dell'aquila (quell'ala socchiusa deve avere un significato ben preciso che però io non ho trovato quando mi sono occupata dello stemma siracusano, ma all'epoca ignoravo del tutto che vi fosse qualcun altro che avesse questa peculiare caratteristica (anche se l'aquila napoleonica nel tempo varia e in alcune immagini l'ala è aperta). Le zampe sul fascio di fulmini è una caratteristicca che deriva dall'antichità (i siracusani presero a raffigurarla da Agatocle in avanti). Ma l'ala socchiusa da dove deriva e che cosa significa? Se qualcuno se ne intende di araldica e può darci una spiegazione ci contatti, grazie :) --Stella (msg) 15:09, 31 ago 2019 (CEST)

Sarebbe stato meglio porre questo quesito al progetto Araldica o almeno linkarvi questa discussione. Pingo [@ Massimop] sperando che possa darvi una risposta. --Antonio1952 (msg) 18:42, 1 set 2019 (CEST)
[@ Antonio1952] hai ragione, non ci ho pensato. Aspettiamo la risposta di Massimo (anche se vedendo i suoi contributi è da un mese che è assente, non penso quindi che si farà sentire tanto presto...), oppure appena posso trasferisco questa domanda direttamente al progetto interessato. Casomai citeremo Napoleone per violazione dei diritti d'autore :D :D ...vi immaginate? "Signor dittatore, generale, imperatore... lei ci ha copiato la stemma"... e qui ci starebbe bene una risata malvagia^^ Comunque, a parte l'ironia, sicuramente il progetto araldica saprà spiegarci la simbologia dell'aquila. Grazie per avermelo ricordato Antonio. --Stella (msg) 22:49, 1 set 2019 (CEST)
Temo di non avere alcuna risposta utile al quesito. Le uniche notazioni che ho trovato si riferiscono al fatto che l'aquila è simbolo di Zeus (poi di Giove per i romani) e così lo è il fulmine. A maggior ragione è simbolo di Zeus l'aquila che stringe il fulmine. Pare che il simbolo di Siracusa abbia come base proprio quello di Zeus, così come lo stesso simbolo venne poi adottato dai romani per il loro esercito: l'aquila delle legioni era, pare, proprio quella di Giove. Quella stessa aquila romana venne poi adottata da Napoleone che, apparentemente, introdusse solo la variante che la sua aquila era rivolta. Sembrerebbe quindi che tutti si siano rifatti al simbolo di Zeus/Giove, Siracusa direttamente e Napoleone passando per l'aquila romana. Purtroppo non ho altri elementi. --Massimop (msg) 00:17, 2 set 2019 (CEST)
Ringrazio [@ Massimop] per la celerità della risposta. Vorrei mi correggesse se dico una cosa sbagliata, ma mi pare di aver notato che l'aquila romana non ha i fulmini tra le zampe... sbaglio? (può che essere che sbaglio, eh, magari quello che a me sembra un drappo poggia zampe è in realtà una folgore di Giove) --Stella (msg) 00:23, 2 set 2019 (CEST)
Premesso che ci si riferisce comunque a immagini non originali e le poche originali sono spesso di problematica interpretazione, in molti casi l'aquila legionaria è rappresentata con le zampe posate su una specie di cannolo rastremato alle estremità da cui escono i classici quattro fulmini: un esempio è presente nella ricostruzione moderna fatta da un gruppo di amatori storici, presente in [1]. In altri casi, non so se per brevità di disegno o per documentata assenza, il ceppo con i fulmini è assente. Io ho sempre ritenuta valida l'interpretazione dei fulmini perché l'aquila, come detto, è simbolo di Giove e lo stesso i fulmini. Unica spiegazione, eventuale, che si può dare per la frequente assenza dei fulmini è pratica. L'aquila posa sempre le zampe sul famoso cannolo, soprattutto nelle insegne scolpite o forgiate; l'assenza dei fulmini, ipotizzo, potrebbe essere dovuta semplicemente alla enorme difficoltà di realizzare degli elementi così sottili e delicati per inserirli poi in una struttura destinata ad affrontare oggettive difficoltà ambientali (sia in caso di accampamento o marcia sia, soprattutto, di battaglia). Il cannolo, invece, è solido e senz'altro più resistente e, tra l'altro, questo credo sia la spiegazione della abituale tendenza a rappresentare l'aquila con le ali abbassate: quelle completamente spiegate sono più ingombranti e tendenzialmente più fragili. Rimane il fatto che queste sono solo mie supposizioni non corroborate, ahimè, da documentazione.--Massimop (msg) 17:23, 2 set 2019 (CEST)
Certo capisco, non immaginavo che vi fossero tutti questi dubbi sulla simbologia romana... pensavo che non avessero più segreti per gli amanti dell'araldica :D Ad ogni modo mi pare di capire quindi che i fulmini romani fossero 4 e non 6, come nel caso dello stemma di Siracusa e di Napoleone, che le ali romane fossero o totalmente alzate o totalmente abbassate, non un'ala alzata e l'altra abbassata come nel caso, di nuovo, dello stemma di Siracusa e di Napoleone. Io sono sicura che la spiegazione stia tutta proprio su quell'aletta abbassata... ma non ne so abbastanza, anzi, ne so pochissimo sulla storia dell'aquila araldica e sulle origini della stemma siracusano (quando feci la voce la feci abbastanza superificialmente). Della storia dello stemma di Napoleone poi non so proprio niente. So però, ad esempio, che tra i primi a raffigurare l'aquila con i fulmini vi furono gli Elidi di Olimpia (in onore di Zeus olimpico; venerato nei giochi olimpici antichi), solo che essi erano soliti raffigurare sulle loro monete l'aquila da un lato e il fascio di fulmini dall'altro; quindi non le univano. I siracusani presero a utilizzare l'aquila, incidendola direttamente con le zampe su fascio di fulmini (altrimenti il fascio di fulmini lo incidevano senza l'aquila in altri tipi monetali, sempre ovviamente come simbolo di Zeus) verso la fine del III secolo a.C.; quel che viene prima dovrei sinceramente approfondirlo, e tra l'altro in questa moneta siracusana l'aquila ha le ali tutte e due abbassate (ma forse è perché è ritratta di profilo):
Moneta Siracusa del 250 a.C., aquila con fascio di fulmini tra le zampe
Ciò però non spiega perché Siracusa, e poi Napoleone, hanno ritratto l'aquila con un'ala alzata e l'altra abbassata (e lì il corpo dell'aquila non è preso di profilo, tranne il collo e il becco). Tra l'altro non so nemmeno se l'aquila siracusana è nata con queste caratteristiche (un'ala aperta e l'altra chiusa) o se le ha acquisite nel tempo. Siccome l'argomento è molto interessante appena ho tempo postero un riassunto della questione al progetto araldica, così possono intervenire pure altri utenti interessanti all'argomento. --Stella (msg) 19:06, 2 set 2019 (CEST)

Wikipausa in vista[modifica wikitesto]

Solo per avvisare che a breve prenderò una wikipausa di circa un mesetto o due (impegni in real life me lo impongono) e quindi conto di pubblicare la voce che sto finendo; di farne un riassunto nella voce di "storia in epoca moderna" e poi per il momento fermarmi. Avviso fin da adesso in modo che se da un giorno all'altro non mi vedete più non pensiate che sia scappata^^ Spero ci rivedremo prima di Natale! Ok, intanto vado a finire la voce sul periodo napoleonico... che detto tra noi mi è piaciuta molto scriverla^^ --Stella (msg) 22:18, 29 set 2019 (CEST)

Per adesso è giunto il momento dei saluti...[modifica wikitesto]

Ok, come avevo anticipato nel post sopra, ho pubblicato la voce alla quale stavo lavorando - eccola: Siracusa in età borbonica (1735-1815) (come sempre, spero piaccia come a me è piaciuta scriverla^^) - ne ho fatto un riassunto - eccolo: Primo periodo borbonico: la guerra contro l'Impero francese - e quindi adesso posso, e devo, fare iniziare quella Wikipausa di cui vi parlavo.

Allora... per quanto riguarda il fatto dello stemma di Siracusa e di Napoleone, ho pensato che per adesso lasciamo proprio stare... non trasferirò la discussione in Araldica, perché non potrei né seguirla né approfondirla. Inoltre per adesso con Napoleone ho finito: quando tornerò sarò concentrata nel periodo rivoluzionario, e casomai se il discorso uscirà nuovamente fuori con Napoleone III ne riparleremo; comunque a mio modo di vedere rimane palese la similitudine.

Volevo inoltre rassicurare Codas: non ho dimenticato il Grand Tour a Siracusa, anche se ammetto che Napoleone è stato più travolgente del previsto... diciamo che ha scombinato un po' i miei piani, perché ignoravo bellamente quanto Siracusa fosse coinvolta nelle vicende napoleoniche. Ma, mi farò perdonare dagli appassionati viaggiatori, e nella prossima voce dedicherò un bel capitolo (che ho già in mente) tutto sul Grand Tour e sulle bellezze paesaggistiche e naturali :) direi che ci vuole, così si spezza un po', che a furia di parlare sempre di guerre e guerre mi sta venendo l'ansia... >.>

Ci rivedremo credo prima di Natale (come dicevo sopra), o comunque prima dell'anno nuovo!! Insomma sarò qui per gli auguri :D

Un abbraccio e un saluto. --Stella (msg) 18:10, 19 ott 2019 (CEST)

Grazie per il tuo lavoro, a presto. --Codas (msg) 07:48, 20 ott 2019 (CEST)

Nuovo Template per le epoche storiche[modifica wikitesto]

Scusate se non ho aspettato pareri (ma di come siamo messi attualmente potrei aspettare invano per parecchio tempo... che non ho). Ho scelto il template con l'aquilotto (devo però andare a ripulirlo dalla firma digitale lasciata da chi ha scattata la foto):


Questo da oggi è il nostro nuovo template per le epoche storiche siracusane. L'ho messo in tutte tranne su Syrakousai... troppo caos in quella voce: il template sulla cronologia va cassettato. Appena possibile me ne occuperò. Per adesso è tutto (fine dello strappo alla Wikipausa^^); ci sentiamo più avanti. Tante cose buone a tutti. --Stella (msg) 12:41, 22 ott 2019 (CEST)