Discussioni progetto:Araldica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Stemmi, disegni e licenze - Perplessità - Stemma della famiglia Zurolo

[modifica wikitesto]

Ho visto solo ora questo scambio di note e sono andato, di conseguenza, a vedere lo stemma Zurolo da me realizzato nel 2014. Ho scoperto, con mia grande sorpresa, che in data 18 dicembre 2022 l'utente GiovAngri ha modificato la licenza originale inserendo una nota secondo cui il disegno sarebbe stato realizzato su gentile concessione di un non meglio identificato Sig. Zurolo e in data 19 dic 2022 lo stesso utente ha ulteriormente modificato la licenza sostenendo che il disegno è statgo realizzato dal Sito Cognomix, a cui io avevo concesso l'uso gratuito dei miei disegni ma a cui non ho mai ceduto il diritto di attribuirsene la paternità. Trovo tutto ciò alquanto scorretto. Nessuno può attribuirsi il copyright di un disegno se non lo ha realizzato o, almeno, se non ha pagato l'autore per acquisire tale diritto. In ogni caso non può farlo quando il disegno è stato rilasciato dall'autore con licenza libera per l'uso su wikipedia. Non so quale sia il coinvolgimento del sito Cognomix in questa storia, ma mi auguro sia inesistente, altrimenti mi vedrò costretto a revocare l'ulteriore uso dei disegni già fatti e il divieto di uso di quelli futuri. --Massimop (msg) 15:57, 15 gen 2023 (CET)[rispondi]

@Massimop Molto probabilmente Cognomix ha copiato il tuo stemma. Come scritto nella talk di Ashoppio, ho ripristinato le informazioni d'origine. --Ruthven (msg) 15:54, 18 gen 2023 (CET)[rispondi]

Se qualcuno potesse creare questa voce... [@ The White Lion] :) --Sailko 17:18, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]

Ciao [@ Sailko], in realtà avevo cominciato, ma sono vergognosamente fermo da quasi tre anni (^_^') --The White Lion (msg) 22:11, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]
The White Lion Ma è una voce stupenda!! Perché non la pubblichi? --Sailko 22:15, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]
Oh grazie, troppo buono! In verità, rispetto al mio progetto originale, è ancora incompleta. Purtroppo, però, un po' per tempo, un po' per (scarsa) voglia, non ci ho più messo mano. Ad ogni modo, hai ragione, dovrei decidermi a pubblicarla così com'è o a riprendere a lavorarci e finalmente completarla :-P --The White Lion (msg) 22:29, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]
Ma sì dai... è già a un buon punto, a migliorare è più facile quando è già pubblicata. Grazie :) --Sailko 22:42, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]
Mi associo a Sailko. A me sembra un'ottima voce: potrà senz'altro essere integrata, ma già così è una miniera. --Massimop (msg) 23:51, 26 gen 2023 (CET)[rispondi]
[@ Sailko], [@ Massimop], mi avete convinto: eccola qui, Stemma degli Angiò! Spero di riprendere a lavorarci ;-) --The White Lion (msg) 19:31, 28 gen 2023 (CET)[rispondi]

Voci su figure araldiche

[modifica wikitesto]

Segnalo discussione Wikipedia:Bar/Discussioni/Categoria:Figure araldiche. --Meridiana solare (msg) 10:53, 18 feb 2023 (CET)[rispondi]

Attonidi e Canossa

[modifica wikitesto]

Segnalo dalla mia pagina di discussione un collegamento sbagliato, con tanto di stemma, tra Matilde di Canossa e la famiglia Canossa di Verona. Qualcuno può verificare e correggere? Grazie --Sailko 14:58, 26 feb 2023 (CET)[rispondi]

Stemma di Cospaia

[modifica wikitesto]

Buonasera cari wiki-araldici, vorrei portare alla vostra attenzione lo stemma proposto nella voce Repubblica di Cospaia, che a me sembra palesemente di fantasia: che ne pensate? --Sciking (Bucalettere) 19:50, 10 mar 2023 (CET)[rispondi]

Nella voce è indicata una fonte (che non ho modo di controllare). Mi lascia alquanto stupito "sopra era riportato il motto e gli anni di durata della repubblica". Cioè, mentre usavano lo stemma, cioè quando la Repubblica esisteva, sapevano già quando sarebbe terminata per scriverlo sopra lo stemma?! --Meridiana solare (msg) 19:54, 10 mar 2023 (CET)[rispondi]
Esattamente. Mi viene in mente come possibile conoscenza del termine la possibilità che sia uno stemma degli ultimi giorni della Repubblica, quando si sapeva quando sarebbe stata annessa, ma potrebbe anche essere un'invenzione moderna. --Sciking (Bucalettere) 12:53, 15 mar 2023 (CET)[rispondi]
stemma dell'antica Repubblica di Cospaia 1930
@Sciking La modifica è stata inserita da Brigittab aka Darja o Doncarloss. Non è un utente affidabile, anche se nessuno aveva veramente spulciato i suoi edit testuali (con le immagini ha caricato copyviol a iosa). Non mi farei problemi a revertare tutto in quella voce.
Aggiungo comunque che lo stemma viene dal file qui accanto, che sembra una ricostruzione degli anni '30, poco affidabile anch'essa. --Ruthven (msg) 13:02, 15 mar 2023 (CET)[rispondi]
Magari per il revert generale girerò la cosa al progetto Storia --Sciking (Bucalettere) 17:05, 18 mar 2023 (CET)[rispondi]

Stemma nobiliare veneto

[modifica wikitesto]

Salve, sto sistemando delle foto che poi caricherò. Nel museo di Treviso, appoggiato in un chiostro e non murato, è presente uno stemma marmoreo scolpito senza didascalie, ma di notevole bellezza. Sembra del XVI secolo, ed è bandato (2+2 pezzi), senza smalti, con ai lati le iniziali I-E. Forse proviene dalle mura. Avrei pensato alla famiglia Contarini, ma le pezze sono meno e non mi spiego le lettere IE. Intorno ci sono altri simboli di corredo (insegne papali, un drago attorcigliato con croce, vaso con tre gigli e un collare tipo cavalleresco). A qualcuno viene un'idea su cosa possa essere? Grazie --Sailko 17:09, 28 mar 2023 (CEST)[rispondi]

Temporaneamente sarebbe questo. Grazie --Sailko 17:13, 28 mar 2023 (CEST)[rispondi]
Non sono pali: è bandato di quattro pezzi. La E sarà l'iniziale del cognome? Potrebbero essere gli Emo. --Mountbellew (msg) 17:37, 28 mar 2023 (CEST)[rispondi]
Grazie, mi sembra un buon suggerimento :) --Sailko 18:22, 28 mar 2023 (CEST)[rispondi]
[@ sailko] Aggiungo che due dei simboli a fianco dello scudo sono le insegne dell'Ordine del Drago e dell'Ordine del Vaso d'Aragona. --Mountbellew (msg) 22:32, 30 mar 2023 (CEST)[rispondi]

Stemma degli Angiò

[modifica wikitesto]

Io credo che questa voce potrebbe essere candidata come voce in vetrina. Le istruzioni prevedono che si segnali questa intenzione all'autore (o autori) della voce prima di procedere. Vorrei conoscere l'opinione dell'autore e quella degli altri utenti interessati. --Massimop (msg) 12:21, 12 apr 2023 (CEST)[rispondi]

Ciao Massimop, mi accorgo solo ora della tua iniziativa, perdona la mia disattenzione. Nulla in contrario alla candidatura, anzi mi fa piacere che tu ritenga valida questa voce a cui ho dedicato un certo impegno. Quanto allo stato della voce stessa, posso dire che, in linea di massima, sia completa (nel senso che rispecchia lo schema che mi ero prefigurato in partenza), sebbene mi sia rimasto altro materiale da leggere che di sicuro mi porterà ad altre piccole aggiunte/arricchimenti. --The White Lion (msg) 19:41, 1 mag 2023 (CEST)[rispondi]

Stemma del comune di Sarno

[modifica wikitesto]

Mi sembra che lo stemma pubblicato nella pagina del comune di Sarno sia errato (sebbene se l'errore sia presente anche sulle pagine ufficiali del comune). La blasonattura ufficiale dello stemma concesso riporta d'azzurro, all'ippogrifo al naturale, tenente con la zampa anteriore una testa di ariete e poggiato con le altre zampe sopra tre monti, dai quali scaturiscono tre sorgenti che formano un fiume, il tutto al naturale. Lo scudo è sormontato da corona di città. L'ippogrifo, come si vede chiaramente anche dallo stemma del comune di Pradalunga, è un animale mitologico che unisce testa, ali e zampe anteriori d'aquila con corpo e zampe posteriori da cavallo, mentre nello stemma di Sarno è presente un normale grifone (aquila + leone). Purtroppo lo stesso errore è presente anche sul sito di Araldica Civica, che riporta lo stemma errato usato dal comune. Sarebbe possibile far disegnare uno stemma corretto e sostituirlo a quello errato ? --Massimop (msg) 00:37, 19 apr 2023 (CEST)[rispondi]

Posso provare ma ho bisogno di un po' tempo per ridisegnarlo. --Baseluna014 (msg) 08:09, 19 apr 2023 (CEST)[rispondi]
Qui c'è la mia interpretazione della blasonatura, spero possa andare bene. --Baseluna014 (msg) 20:19, 19 apr 2023 (CEST)[rispondi]
A mio parere questo disegno corrisponde perfettamente alla blasonatura, qualunque cosa ne possa pensare il comune di Sarno che, evidentemente, aveva messo la cosa in mano a degli incompetenti. Complimenti. --Massimop (msg) 20:46, 19 apr 2023 (CEST)[rispondi]
In questo testo è spiegata la genesi dello stemma e la sua evoluzione. Purtroppo l'ho trovato dopo che avevo già fatto il disegno. Probabilmente apporterò qualche modifica per renderlo più aderente all'originale. --Baseluna014 (msg) 23:36, 19 apr 2023 (CEST)[rispondi]

Salve a tutti, sulla voce in questione ogni tanto compare “qualcheduno” un po’ digiuno di competenze araldiche e licenze libere. Al momento non posso rolbaccare, se qualcuno volesse provvedere (e mettere la voce in OS) --Vale93b Fatti sentire! 23:26, 13 mag 2023 (CEST)[rispondi]

@Vale93b ✔ Fatto non sapevo bene come spiegargli inmodo conciso, sono andato a riprendere una discussione che avevo visto abbastanza recentemente allo sportello informazioni (che poi ho visto che era già in archivio Aiuto:Sportello informazioni/Archivio/2023 aprile#Stemma del Comune di Albissola Marina e... che avevi risposto tu).
Ma non c'è una qualche FAQ al riguardo (nella pagina del progetto non ne vedo)? --Meridiana solare (msg) 23:54, 13 mag 2023 (CEST)[rispondi]
a suo tempo proposi di importare da Commons il Template Coa blazon, però l’accoglienza fu tiepida e lasciai cadere… se se ne vuole riparlare, anche in altri termini, qua sto :-) --Vale93b Fatti sentire! 23:56, 13 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Non è mia intenzione avviare una nuova sterile discussione sull'araldica civica, ma vorrei comunque indicare alcuni elementi che a me sembrano ineludibili. Il primo riguarda gli ornamenti: la forma, i colori e gli elementi degli ornamenti non sono in discussione, in quanto sono regolamentati da normativa governativa che, almeno fino a futura variazione, prevedono corone d'oro con cinque torri visibili per le città, corone d'argento con nove torri visibili per i comuni e, per tutti, i due rami fruttati d'oro, d'ulivo e di alloro, incrociati in decusse con nastro tricolore. Già qui, mi pare che voler ricreare uno stemma con solo la corona e senza i rami incrociati sia una interpretazione personale non giustificabile. Il secondo elemento riguarda il disegno vero e proprio. Una delle regole spesso riportate, e mai smentite da nessun autore, prevede che le linee di partizione sul campo e quelle che delimitano le figure siano rigorosamente nere e non troppo sottili. Anche in questo caso, posso comprendere che il gradimento estetico vari da persona a persona, ma l'uso di linee di delimitazione sbiadite o addirittura assenti non credo sia da approvare e diffondere. Un'altra osservazione riguarda poi la scelta dei colori: è vero che azzurro si applica a una grande varietà di tonalità, ma è anche vero che ci sono delle tradizioni nazionali che sarebbe bene ricordare. In Italia l'azzurro chiaro non è utilizzato e, quando è necessario, lo si definisce campo di cielo proprio per distinguerlo dall'azzurro; l'azzurro chiaro è utilizzato, al posto di quello italiano più scuro, in altre culture, come ad esempio negli stemmi di molti comuni scandinavi che, correttamente, lo definiscono azzurro.--Massimop (msg) 15:24, 14 mag 2023 (CEST)[rispondi]

@Massimop Su Commons si stava discutendo se usassimo una palette di colori specifica all'araldica italiana. L'idea mi è stata proposta da Sarang per l'uso, appunto di template dedicati. Hai qualche suggerimento in merito? --Ruthven (msg) 18:30, 14 mag 2023 (CEST)[rispondi]

@Massimop Currently this palette can be used: Commons:Template:Tincture/drawIT; whenever required, specific Italian colors can be specified. When required, the heraldic names can be translated. e.g. azure to azzurro. sarang사랑 08:04, 15 mag 2023 (CEST)[rispondi]

L'idea della palette sembra interessante. Quella di Sarang sembra completa, o comunque facilmente integrabile; io aggiungerei il bianco (non come variante dell'argento ma come colore indipendente), l'armellino e, eventualmente alcuni tra i metalli (il ferro, l'acciaio, il bronzo, frequenti nelle armi al naturale) che da noi compaiono più frequentemente di altri colori tipici di altre culture (come il tenné e altri). L'importante, credo, sia chiarire il concetto che la palette è un ausilio e non un codice fisso. Il programma di disegno araldico che uso io, ad esempio, utilizza dei colori standard, ma li presenta in varie palette leggermente diverse una dall'altra, a seconda dello scopo che si vuole ottenere: dal colore uniforme, a quello screziato e, in ogni caso, con la possibilità di chiarire o scurire i vari colori, cosa utile specie nel caso di figure sovrapposte e blasonate con lo stesso smalto. Infine potrebbe essere utile integrare la palette dei colori con la versione a tratteggio. --Massimop (msg) 09:23, 15 mag 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Massimop] grazie per aver evidenziato alcune "sfumature" che non avevo finora colto a dovere e di cui terrò conto per le future vettorializzazioni. Devo però osservare che su Albissola (non un mio lavoro, peraltro) non si riscontra da nessuna parte l'esistenza di una versione corredata dal serto di quercia e alloro: purtroppo credo che il dubbio sulla presenza o meno dell'elemento possa essere sciolto solo mettendo mano al contenuto del decreto di concessione, qualora corredato di disegno.
Una curiosità però: il bianco "non come variante dell'argento ma come colore indipendente" è permesso anche negli stemmi? Perché qualche anno addietro mi consta che lo stemma della Provincia di Varese fu respinto dall'ufficio araldico proprio per l'uso del bianco, perdipiù come sfondo a figure argentee. --Vale93b Fatti sentire! 15:45, 16 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Il bianco dovrebbe essere considerato nel caso sia il colore naturale di alcune figure, come le pecore o il giglio. Non conosco il caso della provincia di Varese, ma forse l'obiezione era rivolta alla sovrapposizione di bianco su argento che in caso di rappreserntazione monocromatica diventa indistinguibile. In ogni caso, io lo avevo citato perché presente nella palette di Sarang come campo separato dall'argento e ciò mi sembrava strano visto che non c'erano altri campi monocromatici a tratteggio. Circa i rami incrociati, in effetti, in alcuni casi sono previste piante diverse dall'ulivo e dall'alloro, ma in questi casi la blasonatura è molto dettagliata, mentre nel caso canonico si usa solo la dicitura ornamenti esteriori da comune/città. --Massimop (msg) 20:59, 16 mag 2023 (CEST)[rispondi]
@Massimop Però i colori naturali non si riportano nelle tincture. Se una blasonatura riporta "Pecora al naturale in campo rosso", si riporta unicamente il rosso. Anche per questo sono previsti così pochi colori (rispetto ai 16M di uno schermo standard o a tutti quelli del pantone). --Ruthven (msg) 09:22, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Concordo pienamente. Ecco perché avevo obiettato alla presenza del campo bianco nella palette di Sarang: o lo si considera come un colore naturale e allora non deve stare nella palette o, se lo si vuole inserire occorre scegliere se citarlo come colore indipendente dall'argento (così come si fa in molti casi con i colori del metallo delle armi, definiti talora al naturale e talora specificando la natura ferro, acciaio) o se inserire tutti i colori monocromatici a tratteggio. --Massimop (msg) 12:44, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]

Stemma di Joppolo Giancaxio

[modifica wikitesto]

Buonasera a tutti, un po' di giorni fa mi è stato chiesto di ridisegnare in formato SVG lo stemma del comune di Joppolo Giancaxio, poichè quello attuale è errato, e la blasonatura "corretta" è la seguente:


«1). Interzato in fascia: il primo troncato: a) di rosso al castello d’oro dalle tre torri merlate, b) d’argento al leone rampante di rosso; il secondo, inquartato in decusse, al primo e quarto, le barre d'Aragona e con, al secondo e terzo quarto, l'aquila di Svevia-Sicilia; il secondo, in tondo bordato di rosso, d'azzurro, seminato di tre gigli d'oro; il terzo, d’azzurro seminato di dieci figli d’oro; 2). Il tutto è fiancheggiato: a destra troncato: a) d’oro ai sei gigli d’azzurro; b) d'argento, caricato di cinque scudi d'azzurro, disposti in croce, ciascuno caricato di cinque bisanti d'argento, disposti in decusse, alla bordura di rosso caricata di sette castelli d'oro, tre sul capo; a sinistra d’oro, a sei palle di rosso (1-2-2-1). Il tutto sormontato da corona reale di Napoli e posto all’interno di scudo sannitico, con in basso la scritta Universitas Ioppolensis. Ornamenti esteriori da Comune»


La blasonatura è stata scritta molto male, con errori di battitura (figli al posto di gigli) ed altre incomprensioni (che sono state decifrate grazie all'aiuto di Baseluna014, grazie mille!)


Ritornando sullo stemma usato dal comune, in questo blog mette in evidenza che il comune probabilmente usa lo stemma senza basi storiche, e non segue le regole araldiche per gli stemmi.

Questa discussione è nata dalla mia pagina discussioni, per un approfondimento di questo argomento consiglio di visualizzarla.


Vi chiedo cosa ne pensate, e cosa dovremmo fare in merito a questo dilemma.

Buonaserata wikiaraldici ;) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:24, 14 mag 2023 (CEST)[rispondi]

Penso che se venisse creato uno stemma da quella blasonatura non so se si possa ufficialmente attribuirlo al comune di Joppolo Giancaxio perché innanzitutto non è chiaro da che fonte provenga quella descrizione, e poi il comune sta utilizzando questo simbolo (non oso chiamarlo stemma), adottato senza un formale decreto, liberamente ispirato a una descrizione come quella di cui sopra ma assolutamente di fantasia e grossolanamente disegnato (i gigli sono rappresentati come gabbiani in volo…) tanto che lo statuto all'art. 6 lo descrive come «un cerchio con all'interno una corona posta sopra uno scudo diviso in tre bande contenenti dei simboli» --Baseluna014 (msg) 09:11, 15 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Mi rifiuto di credere che quella cosa che è presente sul gonfalone comunale sia un disegno concesso, o anche solo visionato, dal competente ufficio statale di araldica. Ciò premesso, qualunque sia il disegno che Ashoppio sta elaborando sarà sicuramente più attendibile a accettabile e degno di essere valutato. Per quanto riguarda gli elementi costitutivi sembra che alcuni siano riconoscibili: d'argento, caricato di cinque scudi d'azzurro, disposti in croce, ciascuno caricato di cinque bisanti d'argento, disposti in decusse, alla bordura di rosso caricata di sette castelli d'oro, tre sul capo dovrebbe essere il Portogallo; tondo bordato di rosso, d'azzurro, seminato di tre gigli d'oro ricorda lo stemma Valois/Anjou; inquartato in decusse, al primo e quarto, le barre d'Aragona e con, al secondo e terzo quarto, l'aquila di Svevia-Sicilia dovrebbe essere la Sicilia; d’oro, a sei palle di rosso (1-2-2-1) è sicuramente lo stemma dei Medici, prima della modifica della palla superiore. Gli altri settori richiederebbero uno studio più approfondito, così come il significato di tutta la composizione, che sembra indicare un ben preciso momento storico.--Massimop (msg) 09:42, 15 mag 2023 (CEST)[rispondi]
A me fa venire in mente questo: i tre gigli d'oro in campo azzurro con bordura rossa sono dei Borbone-Angiò; poi ci sono le armi di Castiglia, Leon, Aragona e Sicilia; i sei gigli azzurri in campo oro e lo stemma di Portogallo vengono dai Farnese; le palle rosse in campo oro sono dei Borbone-Due Sicilie in quanto gran principi ereditari di Toscana.--Mountbellew (msg) 14:29, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Bella ricerca: gli elementi sembrano esserci tutti. --Massimop (msg) 21:16, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Ma se il comune usa stabilmente quello errato e -se ho ben capito- non c'è una concessione dello stemma dal governo / ufficio araldico, noi nelle voci quale dobbiamo indicare? --Meridiana solare (msg) 21:48, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Dovremmo indicare quello "errato" ma in uso nel comune nel template, e nella sezione Simboli mettiamo tutte le variazioni, dove io ho già messo quello con i gigli al posto dei gabbiani in volo. Poi tecnicamente, dato che non è ufficiale lo stemma non dovremmo neanche usarlo... Dato che gli stemmi gli possiamo mettere nelle voci solo se sono stati ufficializzati, almeno da quanto so. Questa cosa era successa anche con il comune di Bardello con Malgesso e Bregano, che non ha uno stemma ufficiale. --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 23:05, 17 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Anche se lo stemma di cui abbiamo la blasonatura venisse ridisegnato, io non ne farei cenno nella voce (o lo indicherei come presunto stemma) perché per ora l'unico indizio che quello sia lo stemma che ha ispirato il "simbolo" liberamente adottato oggi dal comune proviene dalla richiesta di un utente a cui dovremmo chiedere le fonti. L'articolo 6 dello statuto comunale riporta che il simbolo in uso riprende la «figura allegata alla nota trasmessa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Archivio di stato di Agrigento, con nota n. 4781/IX.4.1 del 22.12.2003, introdotta al protocollo il 5.1.2004, n. 63…» che non ho modo di vedere. Non so se sia lo stesso che in questo blog viene indicato provenire nel 1975 dall'Archivio storico di Napoli ed è effettivamente l'ispirazione di quello attuale, ma ne viene contestata l'attribuzione storica al comune di Joppolo Giancaxio. --Baseluna014 (msg) 17:06, 18 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Tenuto conto dello statuto comunale mi pare evidente che non ci sia alcuna possibilità di utilizzare formalmente immagini diverse da quella cosa presente sul gonfalone, a meno che non se ne accerti la incompatibilità con la documentazione citata nello statuto stesso. Nulla, però, dovrebbe vietarci di elaborare un disegno più attendibile e inserirlo come spunto di riflessione, eventualmente facendolo prima esporre in altro sito in modo da evitare discussioni circa i nuovi studi. Il nuovo eventuale disegno dovrebbe, invece, essere sottoposto al Comune interessato perché valuti l'opportunità di rivedere lo stemma comunale, tenendo anche conto del fatto che il disegno di wikipedia avrebbe il notevole vantaggio di essere, oltre che probabilmente meglio documentato, anche gratuito, il che suppongo sarebbe interessante per qualunque amministratore locale. --Massimop (msg) 14:59, 19 mag 2023 (CEST)[rispondi]
Disegnare lo stemma non è complicato, non è tanto diverso da altri stemmi siciliani. Son d'accordo con [@ Massimop]: sarebbe auspicabile che il comune sostituisse quella cosa con uno stemma serio, storicamente accettabile e rispondente alla normativa. Bisognerebbe però chiedere a [@ Kenturipinon] che ha inoltrato la richiesta, da dove ha tratto quella blasonatura, prima di attribuirla con certezza al comune di Joppolo Giancaxio.--Baseluna014 (msg)

Corona muraria da Comune

[modifica wikitesto]

Buongiorno a tutti, chiedo scusa se forse è un argomento già discusso. Ultimamente vedo, anche nel sito della Presidenza del Consiglio, che le corone murarie che sormontano gli stemmi dei comuni sono completamente di metallo, senza la fodera rossa all'interno. È cambiato qualcosa? Qual è la convenzione attuale. Ciao e grazie --Baseluna014 (msg) 11:46, 10 giu 2023 (CEST)[rispondi]

Credo che non ci sia stata alcuna modifica, anche se finora le corone hanno presentato spesso la fodera rossa. Le norme della Presidenza del Consiglio indicano un dpcm del 2011, senza variazioni, e tutte le immagini di stemmi concessi a comuni e città negli ultimi anni (inclusi nel sito dell'Ufficio Araldica) presentano corone senza la fodera rossa; in ogni caso nel 2005 c'erano già raffigurazioni delle corone murali in cui la fodera rossa era presente solo nelle immagini a colori, mentre in quelle a tratteggio l'interno della corona era di metallo. Sarebbe interessante sapere chi ha introdotto per primo la fodera rossa. --Massimop (msg) 21:17, 10 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Ti ringrazio. Stavo guardando i bozzetti che accompagnano i decreti di concessione del 2017 (tutti con fodera rossa), del 2018 (alcuni sì alcuni no) e quelli dal 2019 in poi (tutti in metallo) e mi confondeva. Sto ridisegnando degli stemmi e volevo farlo correttamente. --Baseluna014 (msg) 21:48, 10 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Il dpcm in questione (reperibile in https://presidenza.governo.it/onorificenze_araldica/araldica/dpcm_28012011.pdf), all'art. 5 dice :
Caratteristiche tecniche degli emblemi
1. Lo scudo obbligatoriamente adottato per la costruzione degli stemmi è quello sannitico moderno, indicato graficamente al presente comma. Lo scudo sannitico moderno deve mantenere una proporzione di 7 moduli di larghezza per 9 moduli di altezza:
2. Le province, i comuni insigniti del titolo di città ed i comuni dovranno collocare sopra lo stemma la corona a ciascuno spettante, come di seguito descritta:
a) provincia: cerchio d'oro gemmato con le cordonature lisce ai margini, racchiudente due rami, uno di alloro e uno di quercia, al naturale, uscenti dalla corona, decussati e ricadenti all'infuori:
b) comune insignito del titolo di città: corona turrita, formata da un cerchio d'oro aperto da otto pusterle (cinque visibili) con due cordonate a muro sui margini, sostenente otto torri (cinque visibili), riunite da cortine di muro, il tutto d'oro e murato di nero:
c) comune: corona formata da un cerchio aperto da quattro pusterle (tre visibili), con due cordonate a muro sui margini, sostenente una cinta, aperta da sedici porte (nove visibili), ciascuna sormontata da una merlatura a coda di rondine, il tutto d'argento e murato di nero:
Nella GU che lo pubblica (https://www.centrostudiaraldici.org/news/GU-025-01-02-2011.pdf) sono inclusi dei disegni esplicativi, ma sono colorati a tratteggio. Nella corona da provincia si intravede una fodera tratteggiata in rosso, mentre in quelle da comune e da città non è presente alcuna fodera. Le immagini inserite, comunque, sono quelle già presenti, a colori, nel documento sulle caratteristiche tecniche del 2005 e, anche qui, l'unica corona con fodera è quella da provincia. --Massimop (msg) 13:52, 11 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Grazie mille --Baseluna014 (msg) 14:20, 11 giu 2023 (CEST)[rispondi]
@Baseluna014@Massimop
Vedi anche questa discussione. --Ruthven (msg) 21:46, 11 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Dalla discussione ho tratto pochi elementi. Per quanto mi risulta (come detto anche nelle FAQ del settore Araldica dell'Ufficio della Presidenza del Consiglio) gli ornamenti esterni degli stemmi di Enti territoriali prevedono i due rami d'alloro e di quercia di verde con drupe e bacche d'oro, legati da nastro tricolore. Le corone murali sono di tre tipi diversi: quelle di città e di comune sono ben definite dal dpcm: quella da città ha cinque torri visibili, tre cordonature sul muro, quindici aperture (dieci in corrispondenza delle torri, fra le tre cordonature, e cinque sulle torri) e fodera di norma assente, almeno negli ultimi anni. La terza corona murale, non definita dal dpcm ma dalle norme emanate dallo Stato Maggiore dell'Esercito: Lo scudo è sormontato dalla corona turrita degli Enti Militari, d’oro, murata di nero, formata dal cerchio, rosso all’interno, con due cordonate a muro sui margini e sostenente cinque torri visibili, riunite da quattro cortine di muro visibili, le torri di foggia quadrangolare, merlate di dodici alla guelfa, quattro merli per lato, chiuse e finestrate di uno di nero, le cortine di muro finestrate ognuna di uno e merlate di tre.. Nella discussione di cui sopra mi pare che sia stata erroneamente utilizzato il disegno della corona militare come corona di città. Del resto il dpcm prevede che le corone per gli enti diversi da province, città e comuni siano realizzate con altre norme. --Massimop (msg) 17:32, 12 giu 2023 (CEST)[rispondi]
@Massimop Nella lunga discussione che ho linkato, ci si è resi conto dopo anni che usavamo la corona degli enti militari al posto della corona di comune. Questo cambio è rispecchiato nelle ultime due versioni di File:Blank - Italy municipality-Stemma.svg, che usiamo (o dovremmo usare) come base. --Ruthven (msg) 09:59, 16 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Ciao @Ruthven stavo usando come base File:Blank - Italy municipality-Stemma.svg ma ho pensato di ridisegnarla (per metterla per es. qui o qui) quindi mi ero posto la questione della fodera rossa, che alla fine, grazie ai vostri suggerimenti non ho messo --Baseluna014 (msg) 16:22, 16 giu 2023 (CEST)[rispondi]
@Baseluna014 È un fattore estetico, di solito negli elmi all'interno c'è una sfumatura interna di rosso, quindi gli araldi dei comuni hanno probabilmente usato quella. Probabilmente araldicacivica.it ci ha dato del suo, dato che nella maggiorparte dei suoi stemmi la fodera rossa c'è. --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 19:59, 13 giu 2023 (CEST)[rispondi]

Distintivo araldico

[modifica wikitesto]

Distintivo araldico o Impresa (araldica)?
[@ Il vecchio principe] apro questa discussione, così se ne può discutere qui :) --GryffindorD 17:00, 21 giu 2023 (CEST)[rispondi]

Grazie
Comunque, il fatto è che quando creai la pagina, ero ancora novizio di araldica, e mi limitai a tradurre il termine " Heraldic Badge", in italiano, fraintendendo la di stinzione fra il badge e l'impresa, a seguito della mia venuta in possesso del libro " Araldica Origini, Simboli, e Significati" scritto da Ottfried Neubecker Pubblicato dalla Mondadori nel 1980, all'interno del quale, in pratica si indicano, badges, anche non accompagnati da motto, con il termine impresa, così come sul sito " https://www.araldicacivica.it/" che ho usato come fonte per molte mie opere.
essenzialmente sono disposto a riscrivere la pagina completamente da capo, se necessario, spero di non aver causato disturbi con questa mia richiesta di modifica, spero di riuscire ad ambientarmi meglio qui sulla Community di Wikipedia e su quella di Wikimedia. --Il vecchio principe (msg) 18:03, 21 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Io non credo che le due pagine debbano essere unificate e questo perché il cosiddetto distintivo araldico derivato dall'inglese badge indica un oggetto con connotazioni araldiche, mentre impresa (araldica) indica una frase o un concetto che può essere anche rappresentato in un oggetto fisico, ma la cui fisicità è e rimane accessoria e non essenziale. Un badge si applica su qualcosa, una impresa esprime una caratteristica, una potenzialità, un'intenzione, una volontà; inoltre un badge, di norma, denota una collettività, mentre un'impresa, di norma, si riferisce a una singola persona, spesso non riguarda neppure l'intera famiglia di appartenenza.--Massimop (msg) 15:19, 22 giu 2023 (CEST)[rispondi]
Ho tolto la richiesta. --GryffindorD 11:39, 28 giu 2023 (CEST)[rispondi]

Sezioni predefinite fuori standard nelle voci sugli attributi araldici

[modifica wikitesto]

Queste quattro voci:

originariamente erano dei semplici elenchi di attributi araldici. Nel 2010 hanno iniziato a spuntare le prime sottosezioni "Altri progetti", come se ogni sezione fosse una voce a sé stante. Ora queste voci sono colme di sottosezioni "Altri progetti" e "Voci correlate" (che in realtà voci non sono), il che mi risulta essere un uso sui generis delle sezioni predefinite. Quest'ingombranza è controbilanciata da una qualche utilità? --Horcrux (msg) 10:04, 22 lug 2023 (CEST)[rispondi]

@Horcrux Grazie per l'interessante questione, su un problema che in effetti c'è. Al momento però non ho idee alternative, dove si potrebbero mettere le informazioni / indicazioni presenti in quelle sezioni non standard? Unirle in un'unica (e corretta) "Altri progetti" in fondo a tutta la voce? --Meridiana solare (msg) 20:47, 22 lug 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Meridiana solare] I collegamenti a Wikizionario non sono strettamente necessari, mentre per i collegamenti a Wikimedia Commons credo che si possa creare un'unica categoria su Commons e linkare quest'ultima in fondo alla voce. Riguardo infine le voci correlate, secondo me rimuovendole non si fa una lira di danno (se un link è rilevante per uno specifico attributo araldico, lo si può inserire nella sua descrizione). --Horcrux (msg) 00:40, 23 lug 2023 (CEST)[rispondi]
L'esigenza originale delle voci relative agli attributi era quella di poter illustrare una parola rossa su una pagina di wikipedia e non c'era la possibilità di farlo linkando la pagina esistente sul wikizionario. Questo era anche il motivo per cui all'inizio erano presenti le traduzioni delle voci che, oggi, sono rimaste solo sul wikizionario. Se fosse possibile linkare la pagina del wikizionario a partire dalla voce rossa su una pagina di wikipedia, allora sarebbe sufficiente fare una pagina riepilogativa per i vari tipi di attributi in cui citare solo l'attributo con il link al wikizionario. Il riferimento alle singole categorie di commons esiste già sulle pagine del wikizionario e quindi il tutto potrebbe essere più pulito.--Massimop (msg) 19:56, 23 lug 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Massimop] Scusami, non ho capito a cosa serve il link a Wikizionario. Che vuol dire "illustrare una parola rossa"? Nessun attributo costituisce un wikilink rosso, visto che tu stesso creasti decine di redirect alle singole sezioni (esempio). Tra l'altro, molti di questi redirect sono incomprensibilmente disambiguati. --Horcrux (msg) 17:02, 5 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Oggi non ci dovrebbero essere link rossi proprio perché a suo tempo si dovettero creare le pagine riassuntive su wikipedia cui indirizzare i wikilink. In origine tutte le definizioni si trovavano su wikipedia, poi qualcuno decise che parte di quelle informazioni non dovevano essere presenti su wikipedia ma dovevano essere trasferite su wikizionario. Ecco perché ora c'è la duplicazione. Se si potessero fare i link direttamente al wikizionario si potrebbero eliminare le voci su wikipedia, lasciando solo le pagine dei gruppi di attributi, riempiendole solo con i link al wikizionario. --Massimop (msg) 21:55, 5 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Ma i wikilink al wikizionario sono deprecati? --Meridiana solare (msg) 22:03, 5 ago 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Meridiana solare] Se intendi i link del tipo wikt:titolo, allora sì, sono deprecati (vanno aggiunti solo tramite interprogetto, vedi Aiuto:Interwiki#Dove e come mettere gli interwiki).
Comunque, [@ Massimop] ripeto: qual è la necessità di avere tutti questi link? Cosa aggiunge il collegamento wikt:arricciato nella sezione Attributi araldici di azione § Arricciato? Si presuppone che una persona che legga un'enciclopedia in italiano conosca l'italiano. Inserire decine e decine di collegamenti a un dizionario in una sola voce mi sembra decisamente contrario allo spirito di WP:OVERLINKING. --Horcrux (msg) 18:32, 6 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Il solo significato è dovuto al fatto che i vari tipi di attributi araldici sono raggruppati in gruppi caratteristici. Se esiste una pagina intitolata Attributi araldici di azione è possibile trovare tutti gli attributi di questo tipo, ma allora occorre citarli e, per molti utenti, sarebbe utile trovarne facilmente il significato. Altrimenti basta eliminare le pagine di raggruppamento e perdere di conseguenza il concetto stesso di quel raggruppamento che non idea di dove o come potrebbe essere riallocato. Il concetto base non può essere espresso come una sottocategoria di wikt perché, in quel caso, tutti gli attributi verrebbero disseminati su diverse sottocategorie e diventerebbe impossibile avere una visione di insieme. Si commetterebbe cioè lo stesso errore che è stato fatto su commons quando si sono disseminati gli stemmi di famiglie raggruppandoli prima per nazione, poi ridividendoli per regione, poi polverizandoli nelle sottocategorie delle singole famiglie. In questo modo gli stemmi sono reperibili solo se si conosce a priori la famiglia di appartenenza, la città in cui viveva, la regione cui appartiene la città e la nazione (in ordine inverso, ovviamente). E' diventato impossibile trovare uno stemma, essendo proibite le doppie categorizzazioni. Si tratta di una scelta di politica generale: o si accettano le categorizzazioni multiple (lasciando in vita sia le grandi categorie nazionali sia le minicategorie familiari) per consentire le ricerche, o si escludono le categorie multiple, ma allora si impedisce qualunque tipo di ricerca per immagini. Ultima osservazione: tutti gli utenti conoscono il vocabolario italiano, peccato che in araldica molte parole abbiano un significato ben diverso da quello noto a tutti, basti pensare a partito, tagliato, banda, allegro, cornato/cornuto, etc. --Massimop (msg) 16:08, 7 ago 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Massimop] Perdonami ma non ho capito il senso di questo excursus. Cosa c'entrano le categorie adesso? Il significato di questi vocaboli nel contesto dell'araldica è già presente nelle voci stesse (e le singole sezioni sono accessibili tramite i redirect che hai creato), il che rende i link a Wikizionario semanticamente ridondanti. Quindi chiedo di nuovo: a cosa servono? --Horcrux (msg) 16:29, 7 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Scusa, ma allora sono io a non aver capito il problema. Se il significato è già presente nelle sezioni e questo giustifica i link da altre voci wikipedia abbiamo risolto una parte. Se il problema sono i riferimenti agli altri progetti (dato che su wikt ci sono informazioni aggiuntive che si sono dovute togliere da wikipedia, e su commons ci sono molte più immagini di quelle presenti nelle sezioni) non capisco come si possano raggruppare i link oggi presenti in Altri progetti se non lasciandoli in corrispondenza di ogni singolo attributo. Io avevo capito che si volessero eliminare le quattro pagine di cui si parlava all'inizio. --Massimop (msg) 17:08, 7 ago 2023 (CEST)[rispondi]

──────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────── [@ Massimop] No, non sto proponendo di cancellare le voci, ma di rimuovere le sezioni "Altri progetti" e "Voci correlate". Le prime perché i link a Wikizionario sono troppi, inutili, fuori standard (dato che sono sezioni di quarto livello) e visivamente ingombranti; le seconde (anch'esse fuori standard) perché se un attributo è "correlato" in qualche modo, le sezioni sono talmente brevi che questa correlazione si può esplicitare a parole, con una breve frase. Anzi, questa esplicitazione deve essere fatta, altrimenti il lettore cosa dovrebbe capire?

"non capisco come si possano raggruppare i link oggi presenti in Altri progetti": perché tu parti dal presupposto che questi link debbano esistere. Non tutte le voci del Wikizionario devono essere linkate da Wikipedia, perché non tutte le parole di un vocabolario hanno necessariamente dignità enciclopedica.

Mi faresti un esempio di "informazioni aggiuntive che si sono dovute togliere da wikipedia"? Tutte le informazioni enciclopediche, o comunque necessarie per capire ciò di cui si sta parlando, possono essere reintrodotte. Anzi, a me queste sezioni mono-rigo sembrano addirittura troppo striminzite. --Horcrux (msg) 11:15, 9 ago 2023 (CEST)[rispondi]

Concordo sul fatto che non tutte le parole meritano una voce enciclopedica, ma sembra sia l'unico modo per linkarle e spiegare un significato. Le informazioni che sono state trasferite solo sul dizionario sono, essenzialmente, le traduzioni e le fonti. I termini correlati, infine, si possono anche eliminare, lasciandoli solo sul dizionario ma, proprio per questo, dovrebbe essere possibile linkare il dizionario dalle voci di wikipedia. Piccola aggiunta di cui mi sono accorto solo ora. Per l'attributo cantante c'è la breve spiegazione su wikipedia e il link al wikizionario. Andando sul wikizionario si vede che manca la sezione aggettivo ed è stata di conseguenza cancellato sia il significato che le traduzioni (per cui è rimasto il francese chantant che punta al significato araldico di cantante ma non trova più il logico riscontro). --Massimop (msg) 12:32, 11 ago 2023 (CEST)[rispondi]
--Massimop (msg) 12:24, 11 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Si dà sempre per scontato, mi pare, che le voci di araldica non servano a niente, che sono finite qui quasi per decorazione. Invece posso dire che io le ho consultate spesso, per decifrare stemmi e figure, e si tratta probabilmente del miglior dizionario araldico online in italiano. Detto questo, ogni tanto si tenta periodicamente di ridurre, tagliare e mutilare quest'opera secondo me magnifica che abbiamo su it.wiki. Un dizionario araldico ha la sua ricchezza nella completezza, nella presentazione di esempi, non nella scelta opinabile e soggettiva di alcune figure su altre. Prima ogni figura e attributo aveva la sua voce; si disse: "troppe". Allora si fece questo ibrido di raccoglierle. Però raccogliendole i link al wikizionario (per tradurre i blasoni non italiani) e a Commons (per vedere gli esempi) dovettero essere messi in maniera non standard. Son passati quindici anni e adesso qualcuno si è accorto che sarebbe un problema. Ma uno dei pilastri è Ignora le regole, per cui in questo caso è stata fatta una cosa non standard per ragioni ben precise a così dovrebbe restare. --Sailko 15:38, 12 ago 2023 (CEST)[rispondi]
PS: un appunto anche su quello che dice Massimop: non è vero che su Commons è vietata la categorizzazione multipla, anzi oltre ai raggruppamenti geografici/familiari, ci sono anche quelli per figure araldiche; non sono molto sviluppati purtroppo (anche perché se è difficile per molti blasonare in iatliano, figuriamoci in inglese), però esistono. --Sailko 15:43, 12 ago 2023 (CEST)[rispondi]
E' vero: sono stato impreciso. Sono vietate le categorizzazioni multiple all'interno della stessa catena gerarchica, mentre sono ovviamente ammesse in catene separate. Per esempio: posso inserire una immagine nella categoria geografica e in quella per tipo di soggetto, ma se la inserisco in una categoria geografica non posso inserirla in nessun'altra categoria che sia di livello superiore o inferiore a quella (se la metto nella regione Lazio non posso metterla in Italia né nella città di Roma). --Massimop (msg) 00:26, 13 ago 2023 (CEST)[rispondi]

(Off-topic, ma non troppo) Segnalo Wikipedia:Festival della qualità/Agosto 2023, proprio sulle sezioni standard. --Meridiana solare (msg) 11:58, 13 ago 2023 (CEST)[rispondi]

Non entro nel merito se i link al wikizionario siano utili, ma di sicuro intanto si possono spostare tutti in sezione Altri progetti unica --Bultro (m) 16:37, 13 ago 2023 (CEST)[rispondi]
Ho avviato tutto lo spostamento, spero di non essere revertata:)) --Geoide (msg) 20:47, 12 set 2023 (CEST)[rispondi]

Smalto dello stemma di Genova

[modifica wikitesto]

Salve a tutti, in merito a questo, anche se effettivamente il mio uso del campo oggetto è stato un po' fuori bersaglio, ho francamente dei dubbi sull'effettiva natura dello smalto dello scudo crociato genovese. Le istituzioni stesse sono fumose a riguardo: non mi pare il Comune abbia codificato un'esatta blasonatura e l'ultima disposizione in materia (la delibera del 2000) parla sia di "campo bianco", sia di "campo argento"... io sarei orientato per quest'ultima versione, sia da un pdv formale (mi consta che laddove lo scudo sia "vuoto" il bianco sia alquanto inverosimile), sia anche perché (sempre dando credito alla delibera del 2000) la concessione di Umberto I mi sembra quella cronologicamente più vicina --Vale93b Fatti sentire! 18:59, 25 lug 2023 (CEST)[rispondi]

Lo stemma della città di Genova prevede la dicitura argento perché questo è lo smalto utilizzato in araldica al posto del bianco, così come si usa oro al posto del giallo, visto che il bianco e il giallo, in araldica, li si possono trovare solo in rari casi in cui sia richiesta una colorazione al naturale di una figura. E' possibile trovare un agnello sia argento (caso normale) sia bianco ma in questo caso si preferisce dire al naturale. Questa terminologia araldica diventa però impraticabile nella quotidiana realtà fatta di oggetti ottenuti dalla normale produzione, per cui i colori della bandiera italiana, che araldicamente si dovrebbero definire verde, argento e rosso diventano i molto più pratici verde, bianco e rosso, anche perché sarebbe problematico far stampare delle bandiere con fondo argentato. Quindi, è chiato che lo stemma di Genova sia d'argento alla croce di rosso, ma sulle maglie si parli, giustamente di croce rossa su fondo bianco.
--Massimop (msg) 13:52, 26 lug 2023 (CEST)[rispondi]
[@ Massimop] non sono del tutto convinto dalla chiusa: se quello ricamato sulla maglia è pur sempre lo stemma della città (semplificato, ma tale è), non bisognerebbe riferirsi ad esso con i medesimi smalti? O quantomeno non linkare a bianco (araldica) (colore che, come mi confermi, ha sue proprie peculiari applicazioni) nel descriverlo? Cosa distingue uno stemma ricamato su una maglia da uno stemma usato in altri ambiti? --Vale93b Fatti sentire! 17:43, 26 lug 2023 (CEST)[rispondi]
Mi pare che nell'uso quotidiano si usi un linguggio descrittivo, comprensibile anche ai non appassionati di araldica, ben diverso dal linguaggio del blasone. Esempi ne sono lo scambio argento/bianco, oro/giallo, destra/sinistra e viceversa. Chi lo va a dire a un suddito di Re Carlo che nella sua bandiera le porzioni bianche sono, araldicamente parlando d'argento (il campo della croce di San Giorgio e la croce di Sant'Andrea), così come la prima fascia della bandiera russa è d'argento ed è d'oro la fascia inferiore della bandiera tedesca. Del resto chi parla di Dante in una università usa un linguaggio ben diverso dal professore di scuola media: ci si adatta all'uditorio. Ultima considerazione: passando dall'araldica alle applicazioni pratiche, il verde araldico spazia dal verde pisello al verde scurissimo delle foreste in base al gusto del disegnatore
, ma è sempre definito solo verde, mentre la legge che definisce la bandiera italiana impone un valore cromatico ben preciso, quello e nessun altro. --Massimop (msg) 21:20, 26 lug 2023 (CEST)[rispondi]

Stemma di Torino

[modifica wikitesto]

Segnalo discussione. --Arrow303 (msg) 14:38, 6 ott 2023 (CEST)[rispondi]

Discussione su stemma comunale (Sportello informazioni)

[modifica wikitesto]

Segnalo discussione Aiuto:Sportello informazioni#Domanda su Calenzano (12:19, 5 ott 2023) . --Meridiana solare (msg) 19:05, 6 ott 2023 (CEST)[rispondi]

Wikipedia:Convenzioni di nomenclatura/Biografie da correggere?

[modifica wikitesto]

Segnalo Discussioni Wikipedia:Convenzioni di nomenclatura/Biografie#Araldici o nobiliari? --Meridiana solare (msg) 19:39, 6 ott 2023 (CEST)[rispondi]

Segnalazione edit war

[modifica wikitesto]

Segnalo questa discussione --Dulceridentem (msg) 20:50, 12 ott 2023 (CEST)[rispondi]

Io ho dato il mio parere su quella discussione. Anche gli altri utenti interessati potrebbero confluire su quella per avere tutti i pareri in un'unica sede.--Massimop (msg) 21:27, 12 ott 2023 (CEST)[rispondi]

Simboli di Rapallo nel formato svg

[modifica wikitesto]

Buona sera a tutti! A seguito della creazione dello stemma civico di Rapallo nel formato svg (File:Rapallo-Stemma.svg), e relativo gonfalone (File:Rapallo-Gonfalone.svg) mettendo in cancellazione il precedente stemma nel formato png e prelevato dal sito di Araldica Civica.it, mi sono interfacciato con l'autore dello stemma (@Arrow303) che gentilmente e direi in modo molto esaustivo mi motivava la scelta di disegnare lo stemma svg con lo scudo sannitico (qui la discussione Discussioni utente:Dapa19#Simboli Rapallo). Premesso che non è mia intenzione sminuire il lavoro che si sta facendo nella creazione di questi stemmi nel formato svg, anzi ben vengano, spontaneamente mi sorgono pero dei dubbi su cosa effettivamente un utente grafico dovrebbe disegnare o creare. Citando sempre Rapallo, che tra l’altro è il mio comune di nascita e dove lavoro, non sarebbe stato più "logico" (passatemi questo termine) creare il formato svg basandosi sullo stemma "storico" già presente? Ovviamente non che quello sannitico sia araldicamente sbagliato, è chiaro, però la vedo come una "forzatura" scegliere quel formato sannitico rispetto ad uno stemma storico e utilizzato dallo stesso ente nella pagina ufficiale, canali social, documenti ufficiali, etc. Stemma storico che viene poi ripreso sul gonfalone e non certamente con lo stemma sannitico come creato qui. Cito il sito di Araldica civica.it https://www.araldicacivica.it/comune/rapallo/ e del Comune di Rapallo https://www.comune.rapallo.ge.it/ dove si può vedere lo stemma utilizzato. Altra incongruenza l'ho notata anche per la vicina Santa Margherita Ligure e i suoi simboli che li ho trovati leggermente diversi rispetto agli originali (soprattutto il gonfalone) https://www.araldicacivica.it/comune/santa-margherita-ligure/. Chiedo gentilmente dei pareri in merito (premettendo che di araldica sono molto basico...) e, come si diceva alla fine con Arrow303, vedere se si possono stabilire delle linee guida sulla creazione di questi simboli nel fomato svg che da quanto ho (abbiamo) capito si basano ora sulla personalità del grafico (seguire le norme araldiche e/o basarsi su quello esistente). Grazie --Dapa19 (msg) 21:04, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]

Le norme (italiane) sugli stemmi / arme dei comuni prevedono un tipo specifico di scudo? --Meridiana solare (msg) 21:12, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Meridiana solare, innanzitutto grazie a @Dapa19 per avere aperto questa discussione, anche su mio suggerimento, per potere eventualmente valutare di adottare linee guida per i wikigrafici in quest'ambito. Per rispondere alla domanda: sì, le norme ci sono, e infatti la mia scelta è quella di mostrare questo avviso che mi sono creato su Commons per giustificare la scelta grafica. --Arrow303 (msg) 21:17, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Dapa19, secondo me si potrebbe creare un altro file con lo stemma con lo scudo storico. Potrei farlo nei seguenti giorni se ho il tempo. --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:24, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ashoppio beh già potrebbe essere un'idea la creazione dello stemma/gonfalone con lo scudo storico nel formato svg (che metterei nel paragrafo Simboli) --Dapa19 (msg) 21:39, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Dapa19 Io lo metterei proprio nel template del comune, dato che di solito per gli stemmi l'uso corretto è il de facto piuttosto che il de iure. Invece quello con lo scudo sannitico lo metterei nella sezione Simboli, e definirlo come "Stemma corretto secondo le leggi araldiche (de iure)" --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:43, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Ashoppio! Il fatto che si possa creare non è in dubbio, potrei farlo anche io, non sarebbe in sé un problema, ma a mio avviso il discorso qui riguarda la correttezza degli stemmi che andrebbero creati, anche nell'ottica di garantire una certa uniformità di operato tra noi wikigrafici.
Espongo qui alcune considerazioni che ho già espresso nella talk di Dapa19: partiamo dal presupposto che noi wikigrafici ridisegniamo (o quantomeno dovremmo ridisegnare) unicamente secondo la blasonatura. Questo ha l'implicazione che, in astratto, dovremmo "dimenticare" la versione già disegnata da chicchessia (il Comune, Araldicacivica, ecc.) e ricreare la nostra in base alla descrizione.
Spesso, dobbiamo fare i conti con la realtà dei fatti: il principio "a una blasonatura corrisponde un solo stemma", se la blasonatura non è scritta a dovere, non funziona. E secondo me su questo si potrebbe discutere una soluzione ragionevole (in alcuni stemmi ho trovato scritto: "campo oro e azzurro", e che vuol dire? I colori li metto a piacimento? :P).
Nel caso Rapallo, si starebbe parlando invece di andare contro la blasonatura (che parla espressamente di ornamenti di Città, questi disciplinati dalla normativa vigente, e noi invece andremmo a realizzare uno scudo di forma non meglio chiarita, con un motto non blasonato, con fronde e drappi non blasonati).
Ora, senza muovere alcuna critica, sia chiaro, ritengo che nel momento in cui si disegna secondo blasonatura, quello dev'essere e nient'altro, e questo sotto due profili:
1. Un profilo araldico: ciascuno stemma è dato dalla realizzazione grafica di quella che è la blasonatura (per dire, lo Stemma di Milano non è "lo stemma ufficiale che usa il comune di Milano, che spesso è più un logo, ma è "qualsiasi stemma che mostra una croce rossa in campo d'argento e che porta ornamenti esteriori da Città"), e in questo senso - soprattutto - va notato che i disegnatori che operano per l'ente non hanno, in termini strettamente araldici, alcuna autorità supplementare rispetto a qualunque altro disegnatore araldico.
2. Un profilo di licenza: la blasonatura è una descrizione testuale e in quanto tale non è coperta da copyright. Il copyright, piuttosto, si ha sulle singole realizzazioni grafiche (le nostre su Commons sono CC-BY-SA-4.0 in genere, quelle di Araldicacivica sono CC-BY-NC-ND, quelle dei comuni generalmente non sono utilizzabili liberamente). La creazione di uno stemma in accordo al {{Coa blazon}} non dovrebbe considerarsi c:DW delle rappresentazioni grafiche di altri autori. Nel momento in cui ci discostiamo dalla blasonatura e apportiamo modifiche originali, passatemi il termine, allora questa condizione potrebbe non essere più valida.
Mi permetto in questo senso di segnalare un altro caso, probabilmente ancor più eclatante di questo di Rapallo, mi riferisco allo stemma di Vasto. La blasonatura è Campo levigato ellittico quadripartito da diametri dell'ellissi, ove a destra del risguardatore il colore aureo in alto e argenteo in basso rifulgono, mentre opposto sito tengono i due metalli a sinistra, ma per un qualche motivo il comune impiega uno stemma appuntito, con i colori argento e rosso, e una corona sembra principesca.
A quel punto, per non voler commettere guai con la licenza, ho chiesto al buon [@ Ruthven], il quale mi ha indicato135237859 che se c'è una blasonatura, quella si segue, poco importa quello che il comune (arbitrariamente) ha scelto di fare. Ecco che in questo senso la soluzione sarebbe quella di adottare, per le ragioni sopra dette, lo stemma de iure e non lo stemma de facto. --Arrow303 (msg) 21:54, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao caro @Arrow303!
Sono d'accordo che noi wikigrafici ci dobbiamo basare solo sulla blasonatura, e io di solito cerco di farlo (anche se con limitazioni)
Secondo me potremmo accordarci di come impostare la pagina di Rapallo, e quale stemma usare nel template. Io sono per l'idea di fare una raccolta ordinata con tutte le immagini.
Per il fattore del permesso di ridisegnare basandoci su quel tipo di disegno si potrebbe chiedere al comune di Rapallo al massimo? --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 22:26, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ashoppio, beh sì, volendo si potrebbe chiedere al comune di rilasciare un'autorizzazione c:COM:VRT per lo stemma nella "loro" versione, ma questi risulterebbero comunque casi isolati: in questo senso, se la richiesta la vuole fare direttamente [@ Dapa19], visto che ci lavora, sarebbe ottimale :)
A margine del singolo caso, però, a mio avviso le questioni della conformità alla blasonatura (e altri temi) andrebbero affrontate con attenzione (in particolare, se intervengono questioni di licenza, oltre a quelle di stretta correttezza araldica di cui ho detto sopra, il consenso della comunità può fare poco).
Comunque, volendo si potrebbero creare delle brevi linee guida per uniformare, almeno in parte, l'operato dei wikigrafici e al contempo consentire a nuovi utenti che volessero intraprendere questa utile attività di farlo avendo già indicazioni su come muoversi senza commettere inesattezze (ad esempio, molto spesso noto che mancano le segnalazioni di C20, o gli attrib nei file e questo potrebbe in futuro dare problemi su Commons, oppure mancati aggiornamenti del {{Divisione amministrativa/Stemmi/ITA}}).
Mi pare che nelle vecchie discussioni se ne sia parlato, ma nulla si sia effettivamente concluso. Questa guida inoltre aiuterebbe gli amministratori a rispondere alle periodiche domande dei comuni che richiedono cambi di stemmi su itwiki perché le versioni qui disegnate sono graficamente differenti. Che ne dite?
Mi sentirei a tal proposito di pingare gli altri utenti che mi paiono attivi recentemente in questo campo [@ MostEpic, Baseluna014, Vale93b, Ddurbmonnejg, Facquis]. Buona serata! :) --Arrow303 (msg) 22:47, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao a tutti, riguardo all’uniformare gli stemmi vettoriali dei comuni italiani vedo che ogni wikigrafico, pur seguendo le regole araldiche, ha un suo stile riconoscibile e la cosa non mi dispiace. Volevo però sottoporvi un paio di miei piccoli dubbi: mi pare che a volte la forma dello scudo sannitico sia leggermente differente da quella prescritta che dovrebbe avere una proporzione di 7:9 con le curve dello scudo date da cerchi con diametro 1 modulo come questo; poi gli ornamenti esteriori più usati sono questi, che trovo esteticamente molto belli, ma non trovate che le foglie sembrino più quelle di olivo che di alloro? Non so cosa ne pensiate. --Baseluna014 (msg) 08:58, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
[↓↑ fuori crono] @Baseluna014 Ciao! Io sono d'accordissimo sullo stile che ciascuno adotta, ci mancherebbe! Piuttosto, secondo me sarebbe utile mettere per iscritto, per punti, quelli che sono i passaggi per caricare correttamente i nuovi file vettoriali (aggiornamento wikidata, orfanizzazione e richiesta di cancellazione dei "vecchi" EDP, ecc.). E poi capire come sarebbe più opportuno comportarsi in ipotesi controversie, che secondo me potremmo sintetizzare come:

1. Cosa fare quando uno stemma de facto confligge con la blasonatura presente? (es. Vasto, Rapallo)
2. Cosa fare quando non si riesce a reperire la blasonatura di uno stemma? (es. Bra)
3. Cosa fare quando uno stemma de facto utilizza ornamenti esteriori diversi da quelli prescritti (DPCM 28.01.2011) senza che siano previsti dalla blasonatura, e quindi in modo arbitrario? (es. Diano Marina)

Per quanto riguarda File:Blank Coat of arms of Italian City.svg, è vero, le proporzioni non sono propriamente esatte, sebbene siano comunque abbastanza vicine a quelle corrette; per le foglie, mi pare siano abbastanza simili, poi se ne può discutere e mettere ai voti nel caso :) --Arrow303 (msg) 09:18, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Ashoppio, ti volevo chiedere se potevi passare il "lavoro" della creazione di un'illustrazione nel formato storico visto che avevo iniziato già qualche giorno fa per uso personale. Sono ad un buon punto e dovrei finire l'illustrazione in 1/2 giorni. Ovviamente se non è un problema per te, grazie. --Ddurbmonnejg (msg) 23:51, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao carissimo @Ddurbmonnejg! Non c'è problema, te sei più bravo di me con Inkscape, fai pure! ;) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 07:19, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
Grazie mille! @Ashoppio sei stato gentilissimo. --Ddurbmonnejg (msg) 13:28, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ddurbmonnejg Non c'è di che :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 14:27, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
ecco l'illustazione richeista. @Ashoppio@Dapa19@Arrow303Caption
--Ddurbmonnejg (msg) 19:32, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ddurbmonnejg Complimenti, è fatto molto bene. :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 19:46, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ashoppio @Ddurbmonnejg Lavoro ben fatto, complienti! Per quanto riguarda delle linee guida di massima, sto scrivendo una bozza, riprendendo un po' qua e là le policy di itwiki e di Commons. Potrei metterle dapprima in una mia sottopagina, poi se il progetto approva, pubblicarle.
Voi nel caso, avreste idee circa i tre quesiti numerati sopra per la conformità alla blasonatura? Grazie --Arrow303 (msg) 20:55, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
Ciao carissimo @Arrow303, avevo iniziato a fare una bozzetta anche io oggi (ma non ci ho scritto niente), riesci a passarmi la tua bozza, così ci aggiungo qualcosa anche io? Grazie. :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:04, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
Più tardi creo una mia sottopagina con quello che ho iniziato a scrivere, così possiamo lavorarci assieme! :) --Arrow303 (msg) 21:07, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ashoppio ops, non ti avevo pingato :) --Arrow303 (msg) 21:14, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Perfetto! Sarò felice di contribuirci. :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:20, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Ddurbmonnejg Wow! Ma è stupendo e quasi migliore dello stemma originale :D Grazie! --Dapa19 (msg) 12:45, 16 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 @Ashoppio e grazie anche a voi per i vostri interventi e molto bene una bozza di linee guida! ;-) --Dapa19 (msg) 12:47, 16 nov 2023 (CET)[rispondi]
@Dapa19 Grazie :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 14:27, 16 nov 2023 (CET)[rispondi]

Provincia di Savona

[modifica wikitesto]

Buonasera wikicolleghi! Scusate la mia assenza negli ultimi mesi, ma ero preso con progetti personali e non ho avuto il tempo per dedicarmi al disegno degli stemmi.

Volevo annunciarvi che, avendo disegnato gli stemmi di Carcare e Finale Pia, tutti i comuni della provincia di Savona hanno uno stemma in SVG e sotto licenza libera! :)

Adesso, piano piano, disegnerò anche eventuali bandiere e gonfaloni, e probabilmente ridisegnerò gli stemmi che ho fatto quando ero ancora troppo acerbo con Inkscape.

grazie a tutti i wikicolleghi che mi hanno aiutato in quest'anno!

Buona serata a tutti :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:26, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]

@Ashoppio da ligure me ne sono accorto e grazie per il tuo lavoro grafico! Ovviamente se vorrai sconfinare nelle altre province liguri... ;-) --Dapa19 (msg) 21:41, 14 nov 2023 (CET)[rispondi]

Bozza linee guida per stemmi comunali italiani

[modifica wikitesto]

Come anticipato qui sopra ad [@ Ashoppio], ho creato una mia sottopagina per la redazione delle linee guida che potranno essere, una volta completate, sottoposte a questo progetto per l'eventuale approvazione. Se nel frattempo, qualcuno volesse contribuire o sottoporre commenti, soluzioni o idee, la pagina è disponibile qui. Grazie a chi vorrà intervenire! --Arrow303 (msg) 22:40, 15 nov 2023 (CET)[rispondi]

Stemmi "strani" famiglia Giocoli

[modifica wikitesto]

Segnalo Discussione:Giocoli#Araldica. --Meridiana solare (msg) 16:14, 16 nov 2023 (CET)[rispondi]

Pubblicazione linee guida simboli civici italiani

[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, come anticipato poco sopra, in queste settimane, grazie al prezioso contributi di alcuni utenti attivi in questo ambito abbiamo redatto delle linee guida per assistere i wikigrafici nell'operazione di sostituzione degli stemmi attuali sotto EDP con alternative libere ridisegnate (e al contempo per invogliare nuovi volenterosi utenti ad avvicinarsi a questa attività, avendo già in partenza indicazioni chiare). Inoltre, questo strumento tornerà utile anche agli amministratori, in quanto contiene una sezione da poter linkare in quelle numerose richieste in cui i comuni lamentano la "difformità" degli stemmi mostrati su itwiki rispetto alle loro versioni (a tal fine, prospettiamo di creare un redirect breve da WP:STEMMA SBAGLIATO).

Entrando nel merito del contenuto: la maggior parte del testo è in realtà il semplice sunto di policy locali e di Commons già esistenti e questioni legali come il copyright e l'EDP, alle quali non potremmo ogni modo derogare. Per le (essenzialmente poche) questioni che hanno richiesto un consenso comunitario, questo è complessivamente emerso dalla talk.

Si tratta quindi più che altro di confermare il testo che è stato redatto a più mani per poterlo effettivamente attuare. Pingo alcuni utenti attivi in questo ambito [@ Ashoppio, Vale93b, Baseluna014, MostEpic, Ddurbmonnejg, Ruthven, Antonio1952, Meridiana solare, GJo, Lamberto99], ovviamente senza nulla togliere all'eventuale intervento di altri utenti. Saluti :) --Arrow303 (msg) 20:02, 4 dic 2023 (CET)[rispondi]

per me va bene --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 14:49, 5 dic 2023 (CET)[rispondi]
Aggiungerei solo due cose:
(1) che il particolare disegno dello stemma sanzionato con decreto governativo (il cosidetto "bozzetto ufficiale") «… è un bene immateriale dell’Ente ed è salvaguardato dalle leggi dello Stato alla stregua del cognome delle persone e di altri diritti immateriali»[1] quindi, anche con l'assenso dell'ente, non potrà mai essere un file libero
(2) per la descrizione del file su Commons chiederei, ove possibile, di aggiungere blasonatura ufficiale ed estremi del decreto.—GJo ↜↝ Parlami 15:49, 6 dic 2023 (CET)[rispondi]
✔ Fatto [@ GJo] --Arrow303 (msg) 20:16, 6 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Ciao, mancano alcune cose secondo me.
Il caricamento su Commons va speicifato meglio e in particolare i vari template da utilizzare. Probabilmente una sezione separata di come è strutturata una pagina di stemma su Commons è necessaria oppure avere degli esempi dei template che hai elencato nella seizone "Convenzioni di nomenclatura, descrizione e licenza". L'uso di {{COAInformation}} forse va commentato anche con un esempio calcato sull'Italia.
La standardizzazione dei colori e degli smalti non è stata discussa, mentre hanno creato un tag IT per descrivere nello "stile" italiano nei template arladici su Commons. Per conto mio, utilizzo i colori della palette standard, ma magari vogliamo unificare lo stile in una palette IT prima di metterci d'accordo sullo stile dei carichi. --Ruthven (msg) 11:40, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Ruthven! Grazie del commento, sono d'accordo sullo specificare meglio le indicazioni sul come caricare su Commons, magari possiamo inserire anche una descrizione "fittizia" di esempio. Per quanto riguarda l'upload ad esempio io, per scelta personale, utilizzo da un po' di tempo due template creati ad hoc (semi-automatizzano il lavoro e mi semplificano di gran lunga l'upload: c:User:Arrow303/COA, c:User:Arrow303/Gonfalone), magari a questo punto anche a qualcun altro potrebbe interessare l'idea (pingo magari [@ Ashoppio, Vale93b, Baseluna014]).
Per quanto riguarda le palette colori, è un dettaglio sul quale non sono molto ferrato, ti riferisci effettivamente alla palette di colori usati dal wikigrafico (che dovrebbe essere di libera scelta, come pure lo stile in concreto) oppure al parametro tincture del {{COAInformation}}? --Arrow303 (msg) 13:42, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Per il primo punto, preferirei piuttosto di indicare come compilare i template standard.
Per il secondo, le due cose sono le stesse. La palette dei colori usate dai wikigrafici (in Gimp ad esempio) devono corrispondere a quella indicata nel campo tincture. Non dovrebbe essere una scelta personale, appunto, ma dovrebbe essere codificata. Se guardi Template:Tincture#Special_color_shades_(palettes), vedrai che numerose palette sono codificate. I Wikigrafici si sono messi d'accordo per usare gli stessi colori in Svizzera, Spagna, Svezia, ecc.. usando un codice che indica nel campo tincture, a parte i colori, anche la palette usata. Lo stesso potrebbe (e dovrebbe) esistere per l'Italia. --Ruthven (msg) 13:48, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 @Ruthven come palette per il progetto:Araldica italiano consiglio queste:
colori standard
colori non standard
per un template ad hoc per l'upload ci potrei fare un pensierino. ;)
Buona giornata! :))) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 13:58, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Ashoppio Uso sempre quella generica (GN), che trovi a c:Template:Tincture/drawGN. Mi paiono simili. Di fatto, nel campo tincture, se ne abbiamo una che usiamo noi, usando IT dovrebbe categorizzare automaticamente lo stemma.
Esempio: tincture=a/g/IT --Ruthven (msg) 14:07, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
[↓↑ fuori crono]Per la stardizzazione dei colori faccio solo notare che, generalmente, nell'araldica civica italiana per porpora s'intende un rosso molto "vivo" e non un viola. Esempi:
Roma: di forma appuntato; di porpora alla croce greca d'oro, posta in capo a destra, seguita dalle lettere maiuscole d'oro S P Q R poste in banda e scalinate, cimato da una corona di otto fioroni d'oro, cinque visibili; Simboli, insegne ed uniformi tradizionali del Comune di Roma, a cura del Servizio Informazioni e Relazioni pubbliche del Comune di Roma, 1964
Tuscania: Di porpora, alla croce piena d'argento. Ornamenti esteriori di Città
Casarano: Di porpora, al pino d'Italia, di verde, fruttato al naturale, nodrito nella campagna diminuita, d'oro, accollato dal serpente di verde, di tre spire, con la testa rivoltata, posta a sinistra del tronco, con la coda caricante la campagna diminuita. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di porpora, il motto, in lettere maiuscole di nero ESTOTE PRUDENTES SICUT SERPENTES. Ornamenti esteriori di Città.—GJo ↜↝ Parlami 14:21, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Ruthven Se ho ben capito la questione, si potrebbe utilizzare la palette IT, ripresa dalla GN con la modifica del porpora, che in effetti non è un colore così sul viola; colori che corrispondono grossomodo a quelli indicati da [@ Ashoppio], che sono usati dallo stile Sodacan.
Per la standardizzazione dei carichi, IMHO ogni wikigrafico ha il proprio stile, in accordo con la disciplina araldica. In particolare, prima che gli stemmi potessero essere meccanicamente riprodotti, venivano disegnati di volta in volta da un artista, di proprio pugno. Una volta che la rappresentazione grafica è conforme alla blasonatura, ed è caricata con la procedura corretta, non vedo particolari ostacoli per cui si debba distinguere lo stile dei carichi utilizzati (un leone è un leone, qualunque sia il suo stile; un castello è un castello; un'aquila è un'aquila e così via), proprio in accordo del principio del COA blazon. Poi ci sono degli stili "codificati", che penso sia facoltativo seguire, non seguire o ibridare. Quel che è importante, a mio parere, è sbarazzarsi gradualmente delle attuali immagini in EDP :) --Arrow303 (msg) 14:50, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
Sono fortemente d'accordo con @Arrow303, per la categorizzazione di una palette di colori direi di usare come base la palette che ho inviato io, e poi renderla conforme alle norme usate nell'araldica Italiana, come ad esempio rendere il porpora più un rosso, e il bleu celeste più un campo di cielo.
Buona serata! :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 17:45, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
[@ Ruthven, Ashoppio] Tipo un qualcosa del genere?
argento oro azzurro cielo carnagione rosso porpora nero verde
--Arrow303 (msg) 20:00, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Sì :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 20:06, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
Infatti il porpora, inteso come rosso scuro, è molto presente nell'araldica italiana anche dove rimangono tracce del capo del Littorio (p. es. nello stemma di Albi). Nell'araldica francese è invece inteso come un viola. --Baseluna014 (msg) 10:03, 8 dic 2023 (CET)[rispondi]

[ Rientro] Come richiesto, ho aggiunto136782501 una breve guida su come compilare il template {{COAInformation}}, basandomi sulle indicazioni già presenti su Commons, valutate pure se è il caso di modificarla o integrarla :) --Arrow303 (msg) 22:24, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]

intervengo un po' in ritardo per appogiarglielo ad Arrow sulla codificazione proposta per gli smalti, ferma restando imho la possibilità di "variare" un minimo, p. es. nelle forme delle palette Sodacan --Vale93b Fatti sentire! 23:26, 7 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Se temi la "retroazione", magari pinga (o scrivi) direttamente algi utenti che hanno usato la palette IT (sono pochi). Non ho visto nessun caso di uso del porpora, ma non ho verificato tutto.
@Vale93b Se usi un'altra palette, non c'è problema, solamente non la indichi come IT nel campo tincture, ma usi il codice corrispondente. --Ruthven (msg) 16:27, 12 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Ruthven La palette IT è attualmente utilizzata in 123 immagini ed è stata utilizzata quando ancora era redirect alla GN. Che facciamo, lasciamo così? Oppure dobbiamo assegnare un nuovo nome a questa palette. Oppure ancora modificare massivamente tutti gli usi attuali della palette IT, trasformandola in GN, ed utilizzare la IT solo per il futuro. --Arrow303 (msg) 18:36, 12 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Ciao! Se hai voglia, controlla che nessun file utilizzi il porpora (a me non sembra, ma non si sa mai), visto che è l'unica differenza, da quello che ho capito. Se invece trovi un file che usa colori diversi, semplicemente leva il /IT dalla descrizione del file, senza farti troppi problemi.
NB: Il GN non viene mai messo esplicitamente. --Ruthven (msg) 10:03, 19 dic 2023 (CET)[rispondi]
Ciao @Ruthven, grazie, mi sembra la scelta più ragionevole. In giornata provo a dare un'occhiata, e non essendovi ulteriori espressioni contrarie, aggiornerei le indicazioni sulla compilazione del {{COAInformation}} con la nuova palette e direi si possa spostare la pagina. Saluti! --Arrow303 (msg) 10:21, 19 dic 2023 (CET)[rispondi]
✔ Fatto Guida spostata a nuovo titolo e creato redirect WP:STEMMA SBAGLIATO. P.S. [@ Ashoppio] per ora ho commentato l'ultima barnstar, proposte su un numero adeguato? :) --Arrow303 (msg) 16:03, 20 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Secondo me su un 1500 o 2000. Solo se contiamo anche gli stemmi nobiliari, illustrativi, gonfaloni e bandiere.
Se vuoi fare solo i comuni secondo me 1000 basta... mi sembra strano che un essere umano riesca a fare un quarto degli stemmi di tutti i comuni d'Italia, io ci ho messo intorno 1 anno a farne meno di 300... --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 16:22, 20 dic 2023 (CET)[rispondi]
[@ Ashoppio] Fatto 1500, è decisamente più ragionevole :P --Arrow303 (msg) 20:13, 20 dic 2023 (CET)[rispondi]

Stemma (o logo?) di Aradeo

[modifica wikitesto]

Segnalo discussione Aiuto:Sportello informazioni#Wikipedia logo comune di aradeo . --Meridiana solare (msg) 19:39, 9 dic 2023 (CET)[rispondi]

Secondo Traguardo

[modifica wikitesto]

Buonasera a tutti! Volevo annunciarvi che: Dopo un veloce controllo, tutti gli stemmi delle province italiane sono in formato vettoriale, e sotto licenza libera! Grazie a tutti quelli che hanno contribuito. :)

P.S. Il 2023 è stato un anno molto buono per il progetto:Araldica, dato che molti artisti (compreso me) si sono uniti verso quest'anno (o nella fine del 2022), e tanti stemmi sono stati vettorializzati. (Ad esempio la maggior parte delle città Italiane più popolose hanno uno stemma in vettoriale.) Spero vivamente che il 2024 sia un anno anch'esso buono per questo bel progetto (chissà, magari "de-araldicivicheremo" un'intera regione? ;))


Detto questo, buona serata a tutti! :) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 21:30, 17 dic 2023 (CET)[rispondi]

Gruppo Telegram per coordinare la vettorializzazione degli stemmi

[modifica wikitesto]

Ciao, io e [@ Ashoppio] vi aspettiamo, abbiamo deciso di creare questo gruppo Telegram per un miglior coordinamento (senza troppo invadere le discussioni di progetto) sul vasto programma di eliminazione degli stemmi in EDP: https://t.me/+EXU_ukJCaHoxNDA0 --Vale93b Fatti sentire! 22:21, 17 dic 2023 (CET)[rispondi]

@Vale93b This invite link has expired --Ruthven (msg) 16:22, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]

Grassi di Chioggia e Venezia

[modifica wikitesto]

Ho notato che qualcuno ha cercato di inserire lo stemma di una famiglia omonima al posto di quello di un’altra di provenienza simile ma sicuramente blasonata diversamente. Spero che non sia una situazione diffusa.

Mi riferisco appunto alla famiglia veneta dei Grassi. Sono note due varianti dello stemma, almeno secondo quanto in IAGI [[2]] e a quanto ho personalmente verificato.

La prima era in uso fino al XVII secolo ed è blasonata «d’argento al drago sormontato da una stella»: Pasquale Grassi vescovo di Chioggia (1618 – 1639); Francesco Grassi vescovo di Chioggia (1639 – 1669).

La seconda è rintracciblie dall’inizio del XVIII secolo è «d’argento all’aquila spiegata di nero; in cuore, scudetto d’argento al drago sormontato da una stella»: Antonio Grassi vescovo di Chioggia (1696 – 1716); presente anche nel timpano dell’oratorio di Villa Grassi ad Adria; probabilmente riferibile anche a Francesco Andrea Grassi vescovo di Caorle (1700-1712) e ai meno enciclopedici fondatori e proprietari di Palazzo Grassi e Villa Condulmer.

C’è qualcuno che possa creare i quattro file possibili degli emblemi.

NB: la stella è a 8 punte e l’estremità coda avvitata del drago punta sempre verso la stessa direzione del capo. --Zanekost (msg) 03:06, 19 dic 2023 (CET)[rispondi]

Stemmi valdostani

[modifica wikitesto]

Segnalo. --Pątąfişiķ 18:55, 26 dic 2023 (CET)[rispondi]

Terzo Traguardo (Operazione porcospino completata!)

[modifica wikitesto]
Consegna :)

Ciao a tutti, sono lieto di dirvi che, con l'aiuto del buon @Arrow303, che la Valle d'Aosta è la prima regione italiana ad avere solo stemmi SVG sotto licenza libera! :)

Tuttavia, a differenza di Arrow, non ho fatto i gonfaloni e le bandiere per concentrarmi sugli stemmi, anche se gli farò in questi giorni. (dato che sono di certo più facili da fare che degli stemmi da zero)

Buona serata! :)

P.S. Comunque se ci rendiamo conto, siamo riusciti a fare 74 stemmi in meno di 2 settimane... Formidabile! --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 03:06, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]

Bravissimi, congratulazioni :)--Parma1983 03:35, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]
Grande traguardo, un significativo passo avanti per rendere questo progetto sempre più EDP-free!
@Ashoppio, come promesso, ecco la medaglietta per i partecipanti all'operazione, spero sia gradita :)
P.S. Se qualcuno volesse, invito anche a sconfinare alla provinc città metropolitana di Milano. Una vera impresa sarebbe vettorializzare anche il Gonfalone di Milano! --Arrow303 (msg) 11:24, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Arrow303 Molto bella, la metto nella mia user page. :)
@Parma1983 Grazie mille!
P.S. Adesso penso che mi prenderò una piccola pausa dagli stemmi di almeno una o due settimane, dato che ho altri progetti a cui pensare (e dopo aver fatto 14 stemmi in un giorno solo con 2 o 3 notti insonne non voglio toccare lo strumento Penna di inkscape per un po' di giorni...)
P.S.S. Però magari, quando torno... --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 13:20, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]
Scusatemi, io arrivo sempre a fare la parte del pignolo guastafeste. Aver realizzato tanti disegni molto velocemente può aver fatto sfuggire alcune particolarità delle blasonature, che in alcuni casi sono molto specifiche come Châtillon, Donnas, Fontainemore, Introd, Lillianes…). --Baseluna014 (msg) 14:18, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]
@Baseluna014, non preoccuparti, fai bene a puntualizzare, anch'io avevo notato qualcosina. Da buon wikigrafico, posso dare un'occhiata per correggere :P Un saluto! --Arrow303 (msg) 15:38, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]
Ti scrivo nella tua pagina di discussione per non approfittare troppo di questo spazio. --Baseluna014 (msg) 15:54, 29 dic 2023 (CET)[rispondi]

Corona di città "particolare"

[modifica wikitesto]

salve a tutti, stavo valutando la vettorializzazione di File:Garessio-Stemma.png, salvo che leggendo la blasonatura mi sono accorto che essa reinterpreta in maniera abbastanza "creativa" i coronamenti esteriori, dal serto di ulivo (e quello, tutto sommato, si fa) alla corona di città, di cui a una rapida verifica su Commons non ho trovato altre corrispondenze. Esistono dei precedenti in tal senso (non tanto sull'uso di altre corone, quanto sul fatto che un ornamento "standard" venga descritto in modo così sui generis)? --Vale93b Fatti sentire! 11:16, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]

Se non sbaglio dovrebbe essere la corona concessa alle città durante il Regno d'Italia. Con la Repubblica la corona di città è stata uniformata ma le concessioni del regno riportano quella dell'epoca. È quella descritta anche qui--Baseluna014 (msg) 12:31, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
[@ Baseluna014] pertanto nelle vettorializzazioni si dovrebbe usare la corona corrente? O l'originale? --Vale93b Fatti sentire! 15:56, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
Le corone vecchio tipo "del Regno d'Italia" sono da intendersi tutte aggiornate al nuovo tipo "della Repubblica Italiana"? (Salvo casi di ornamenti esteriori particolari, per indicazione specifica della blasonatura / concessione specifica). Cioè dove ad es., come spesso accade, la balsonatura riporti un'indicazione generica e non esplicita come "ornamenti esteriori di comune" è da intendere quella repubblicana anche se la concessione e quindi la blsonatura è avvenuta in epoca monarchica? --Meridiana solare (msg) 16:54, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
mutatis mutandis, ho appena vettorializzato File:Bossolasco-Stemma.svg (a quanto pare in provincia di Cuneo l'araldica è parecchio intricata...) e da araldicacivica ho constatato che lo scudo dev'essere ornato da una "corona di terzo ordine spettante ai comuni che non hanno più di 3000 abitanti". Morale, l'ho ricostruita "ad occhio" partendo dal disegno proprietario dell'ente e usando la corona da ente militare, che mi sembrava molto simile, al netto delle aperture e della bicromia. Ho fatto bene? --Vale93b Fatti sentire! 22:32, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
Se vi va bene e se riesco, la prossima settimana provo a disegnare delle corone seguendo la descrizione e le immagini reperite qui. --Baseluna014 (msg) 23:20, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
La corona da Città di concessione regia appare tra gli altri anche nello stemma di Milano. --Baseluna014 (msg) 01:10, 6 gen 2024 (CET)[rispondi]
Eccole per comuni con più di 3.000 e comuni con meno di 3.000 abitanti secondo blasonatura di legge e testi araldici. Spero vadano bene. --Baseluna014 (msg) 19:36, 9 gen 2024 (CET)[rispondi]
@Meridiana solare in teoria dal 1943 i nuovi ornamenti vanno a sostituire quelli concessi precedentemente. Bisogna scegliere se seguire alla lettera le blasonature che non hanno subito aggiornamenti sapendo di riportare lo stemma come appariva all'epoca della concessione… --Baseluna014 (msg) 23:25, 5 gen 2024 (CET)[rispondi]
nel caso specifico, vista l'estrema precisione della blasonatura, alla fine ho estratto la corona da File:Cuneo-Stemma.svg e ho agito --Vale93b Fatti sentire! 12:47, 8 gen 2024 (CET)[rispondi]

Stemma di Alassio: Città o Comune?

[modifica wikitesto]

Salve a tutti.

Sfogliando la bibliografia relativa alla mia amatissima cittadina di Alassio, noto che ha lo statuto di città, ma la corona che usiamo su wikipedia è una corona da comune.

Lo statuto comunale dice che:

Alassio si fregia del titolo di Città da tempo immemorabile ed ha un Gonfalone ed uno Stemma che rappresentano la Comunità. Il patrono della città è Sant’Ambrogio Vescovo.

(fonte: https://dait.interno.gov.it/documenti/statuti/statuto-comune-sv-alassio.pdf, pagina 1, articolo 4)

Lo stemma sul sito di AraldicaCivica riporta la corona da città, e nella descrizione viene riportato che:

All’inizio del XVI secolo era una città ricca e dotata di mura, si unì alla Repubblica di Genova, alla quale fornì diciotto galee nella guerra contro la Francia del 1528 e altri aiuti militari nella storica battaglia di Lepanto; in segno di riconoscenza ottenne ampi privilegi economici e fiscali, nonché il titolo di “città” (nel 1540).

Inoltre, nella storia di Alassio, la principessa Adelasia viene riportata di color di capelli biondo, e nello stemma di Alassio è raffigurata Adelasia, e perfino alcuni stemmi alassini la raffigurano bionda, anziché mora.

Secondo voi è più confacente una Adelasia mora o bionda?

Buona serata a tutti! ;) --𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨 (msg) 18:44, 20 gen 2024 (CET)[rispondi]

Ciao a tutti, questo caso sollevato da [@ Ashoppio] penso possa essere un buon pretesto per adottare una linea uniforme sulle corone, riallacciandomi alla discussione più sopra circa le corone del Regno d'Italia, dove non abbiamo effettivamente deciso se aggiornarle alle corone attuali previste da normativa.
Riassumo la mia proposta:
  • per i comuni che ottengono formale concessione del titolo di città ➔ aggiornamento automatico della corona
  • per i comuni che non hanno avuto formale concessione, ma vantano titoli storici ➔ si guarda alle concessioni delle blasonature (se esiste, come nel caso di Alassio, una blasonatura più recente che espressamente indica gli ornamenti da comune, si lasciano quelli, altrimenti si può utilizzare la corona di città)
  • per gli ex-comuni che avevano corona del Regno (es. Baggio) ➔ si lascia la corona storica
  • per i comuni che hanno corona del Regno e sono tutt'oggi comuni/città ➔ si aggiorna alla corona attuale (salvo che dalla blasonatura risulti una corona chiaramente differente, es. marchionale, comitale, ecc.)
  • per i comuni che hanno blasonature incomplete o fantasiose (es. Brunello, dove la blasonatura si limita a "corona merlata") ➔ si applica la corona di comune/città in base al titolo che risulta effettivamente concesso.

Eventuali altre versioni con corona differente o storica potrebbero comunque essere mantenute o create e inserite nel paragrafo Simboli dove si illustra la differenza o l'evoluzione dello stemma, con relative fonti.
In aggiunta, pingo specialmente [@ Vale93b, Baseluna014, Meridiana solare]. Che ne dite? --Arrow303 (msg) 09:54, 26 gen 2024 (CET)[rispondi]
@Arrow303Ma per i "i comuni che ottengono formale concessione del titolo di città" la legge prevede (più o meno esplicitamente) che cambi la corano in automatico (anche se la precedente concessione aveva una blasonatura tipo "... ornamenti esteriori di comune"), o ci vuole una nuova concessione di stemma che indichi ad es. "ornamenti esteriori di città"? --Meridiana solare (msg) 10:01, 26 gen 2024 (CET)[rispondi]
@Meridiana solare Da un certo punto di vista è un automatismo, perché il DPCM 28 gennaio 2011 prevede (art. 5 co. 2) che "Le province, i comuni insigniti del titolo di città ed i comuni dovranno collocare sopra lo stemma la corona a ciascuno spettante, come di seguito descritta: [omissis] b) comune insignito del titolo di città: corona turrita, formata da un cerchio d'oro aperto da otto pusterle (cinque visibili) con due cordonate a muro sui margini, sostenente otto torri (cinque visibili), riunite da cortine di muro, il tutto d'oro e murato di nero".
Tant'è che infatti in seguito alle concessioni del titolo segue dopo breve tempo (quello necessario alla materiale produzione) la consegna del nuovo gonfalone da parte delle autorità con ornamenti aggiornati. --Arrow303 (msg) 10:06, 26 gen 2024 (CET)[rispondi]

stemmi watermarkati

[modifica wikitesto]

Salve a tutti, qualora la questione non fosse ancora stata sollevata, credo che un'altra operazione da attuare con sollecitudine sia la sostituzione degli stemmi e gonfaloni "sporcati" da watermark. Ecco un paio di casi (nel comense ce ne sono diversi) --Vale93b Fatti sentire! 09:18, 25 gen 2024 (CET)[rispondi]

Sarebbe utile raggrupparli in una categoria, per sapere quali e quanti fare? --Meridiana solare (msg) 11:22, 25 gen 2024 (CET)[rispondi]
ho iniziato a censirli in Categoria:Stemmi dei comuni italiani con watermark, probabilmente ce ne sono ancora altri --Vale93b Fatti sentire! 14:58, 25 gen 2024 (CET)[rispondi]

Evento a Lezzeno con vettorializzazione "in diretta"

[modifica wikitesto]

Avviso ai naviganti: con [@ Ysogo] si è concordato di realizzare la vettorializzazione di File:Lezzeno-Stemma.png "in diretta" durante l'editathon-mapathon in programma nel comune il 18 febbraio (Wikipedia:Raduni/Wikifucina a Lezzeno). Questo per raccomandarvi, tra il serio e il faceto, di non "bruciare" la sostituzione di detto stemma, che ho peraltro già "in canna" sul mio pc. Ping conoscitivo [@ Baseluna014, Ashoppio, Arrow303] ;-) --Vale93b Fatti sentire! 09:26, 8 feb 2024 (CET)[rispondi]

Avviso vaglio bandiera della Scozia

[modifica wikitesto]
Per la voce Bandiera della Scozia, il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stato proposto un vaglio.

Per partecipare alla discussione clicca QUI.

--Cosma Seini 🔈sente... 00:54, 11 mar 2024 (CET)[rispondi]

Stemma familiare

[modifica wikitesto]

Ciao, ho scritto qualche giorno fa nella pagina di discussione. Volevo chiedere, dato che ve ne intendete di araldica, se potreste creare un’immagine SVP e colorandola una versione dello stemma che io vi darò. Grazie in anticipo, fatemi sapere.   --12Akragas12 (msg) 22:32, 13 mar 2024 (CET)[rispondi]

Stemma di San Lazzaro di Savena

[modifica wikitesto]

Ciao, vi scrivo per sapere se si puo' chiudere questa discussione, se il problema era stato risolto. Va valutato se il nostro stemma di San Lazzaro di Savena è conforme a quello del comune. Io non saprei rispondere, noto solo che il nostro ha una lupa in cima che l'altro non ha. Pingo [@ GJo] che aveva realizzato il bellissimo stemma per itwiki. Se è tutto a posto basta mettere un {{fatto}} nella discussione, grazie. Buon wiki, --Pątąfişiķ 10:09, 16 mar 2024 (CET)[rispondi]

Ho risposto nella discussione della voce. --Meridiana solare (msg) 10:39, 16 mar 2024 (CET)[rispondi]

Stemmi con aspetto da loghi

[modifica wikitesto]

Ciao, sulla scorta della segnalazione di ieri di [@ Vale93b] al Laboratorio grafico, riguardante il censimento degli stemmi comunali sotto EDP che hanno il carattere da loghi commerciali, ho pensato di creare al volo questo template, che potrà categorizzare l'immagine in una ipotetica Categoria:Stemmi araldici con aspetto da loghi ed essere d'aiuto ai wikigrafici. Graficamente, verrebbe fuori un qualcosa del genere (ovviamente, possiamo metterci mano):

Questa immagine ritrae uno stemma o un gonfalone civico, il cui aspetto è maggiormente simile ad un logo che ad uno stemma araldico. Questa rappresentazione potrebbe essere una versione semplificata o riammodernata dello stemma araldico concesso all'ente, tendenzialmente per finalità di city branding: all'interno delle voci è preferibile l'utilizzo di stemmi strettamente araldici.


Solo se la composizione non supera la soglia di originalità, puoi esportarla su Wikimedia Commons, indicando: {{PD-textlogo}} {{Insignia}} {{Trademarked}}.

In alternativa, è possibile:

  • domandare al detentore del copyright il rilascio di quest'opera sotto una licenza libera attraverso un ticket VRT;
  • ridisegnare lo stemma secondo le convenzioni araldiche, conformandosi unicamente alla sua blasonatura.


Questa immagine, ospitata sotto EDP, deve essere cancellata se è presente una rappresentazione araldica equivalente, rilasciata sotto una licenza libera.

E specialmente per l'Italia:



Questa immagine ritrae uno stemma o un gonfalone civico italiano, il cui aspetto è maggiormente simile ad un logo che ad uno stemma araldico. Questa rappresentazione potrebbe essere una versione semplificata o riammodernata dello stemma araldico concesso all'ente, tendenzialmente per finalità di city branding: all'interno delle voci è preferibile l'utilizzo di stemmi strettamente araldici.


Solo se la composizione non supera la soglia di originalità, puoi esportarla su Wikimedia Commons, indicando: {{PD-textlogo}} {{TOO-Italy}} {{Insignia}} {{Trademarked}}.

In alternativa, è possibile:


Questa immagine, ospitata sotto EDP, deve essere cancellata se è presente una rappresentazione araldica equivalente, rilasciata sotto una licenza libera.

Pingo anche [@ Ashoppio, Baseluna014, Ruthven] per un parere ;) Saluti! --Arrow303 (msg) 14:29, 17 mar 2024 (CET)[rispondi]

Ciao, buona iniziativa. Aggiungerei che i template in EDP non sono modificabili. Ho trovato infatti richiesta la laboratorio grafico che chiedevano di modificare un logo/stemma copyrighted. Non si può fare! --Ruthven (msg) 12:41, 18 mar 2024 (CET)[rispondi]
Ho creato {{Stemmalogo}}, sono d'accordo sull'aggiunta di una nota sul fatto che i file sotto EDP non si possono modificare, io lo scriverei direttamente in {{EDP}}. --Arrow303 (msg) 22:09, 18 mar 2024 (CET)[rispondi]

Template per discrepanze stemma-blasonatura

[modifica wikitesto]

Salve, su Commons c'è un template per avvisare che nel disegno di uno stemma ci sono incongruenze? --Vale93b Fatti sentire! 15:15, 25 mar 2024 (CET)[rispondi]

Su Wikipedia c'è questo --Baseluna014 (msg) 15:56, 25 mar 2024 (CET)[rispondi]
@Baseluna014 sì, era per un'immagine che avevo riscontrato su Commons --Vale93b Fatti sentire! 20:05, 25 mar 2024 (CET)[rispondi]

Un'idea pasquale amboziosa

[modifica wikitesto]

Legandomi all'idea di censimenti e di problematiche del Laboratorio Grafico, vorrei suggerire un gran censimento di tutti gli stemmi civici italiani da vettorializzare, divendoli per provincia o regione. In tal modo, si potrebbe lavorare con maggiore calma e senza intasare il LG, che è già oberato. --Sciking (Bucalettere) 22:50, 31 mar 2024 (CEST)[rispondi]

Forse è sufficiente questa pagina che raccoglie le immagini di stemmi non liberi presenti nelle voci Wikipedia divisi per province che si dovrebbero ridisegnare e sostituire. --Baseluna014 (msg) 00:54, 1 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Baseluna014 e @Sciking, mi spiace ma qua mi trovate Contrario, dato che de facto un "gran censimento" si sta già facendo, in parole più povere: uno fa lo stemma di un comune in Val d'Aosta e l'altro lo fa in Calabria, questa non la vedo come organizzazione. Io terrei le operazioni araldiche nel laboratorio grafico, così che riusciamo ad organizzarci meglio con i template In corso In corso... e {{fatto}.
Poi se il laboratorio grafico è troppo intasato si possono archiviare le numerosi faccende risolte, però non mi sembra eccessivamente intasato, in termine di richieste, ne arriverrano due alla settimana in media, e variano dalla mappa in SVG al ritaglio...
Ditemi cosa ne pensate, ovviamente non pigliate le mie parole come un attacco, ma come una semplice perplessità. :) Buonanotte a tutti cari wikicolleghi! ;) --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 02:50, 1 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Essenzialmente anch'io dell'opinione di chi mi precede: nel senso, lo strumento più valido che abbiamo sono le categorie di file locali che racchiudono (dovrebbero racchiudere) solo i file sotto EDP e quindi bisognosi di vettorializzazione.
Se tutti ci impegniamo a chiedere subito la cancellazione dei file non liberi dopo che li abbiamo ridisegnati, quelle categorie rappresentano proprio il nostro censimento, per di più in tempo reale.
Inoltre, gli stemmi con priorità più alta (ad oggi, watermarkati e stemmilogo) sono contenuti nelle apposite categorie.
Infine quando si vuole accelerare una data provincia, bene per le richieste al Laboratorio, come stiamo facendo :) --Arrow303 (msg) 09:36, 1 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Ok, forse era troppo ambiziosa. Però, considerando che le categorie spesso son confuse, potrebbe essere una buona idea creare delle pagine di servizio dove fare un po' d'ordine, magari usando quelle per tenere traccia del lavoro richiesto al LG :) --Sciking (Bucalettere) 21:31, 1 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Ti dirò @Sciking, a me è sempre piaciuta l'idea di avere una bella pagina del Progetto:Araldica che riportasse lo stato di avanzamento delle singole province (riprendendo i dati dal numero di stemmi presenti nelle categorie), magari facendo una cosa colorata e coccolosa :P ma non so se sia tecnicamente fattibile a livello di variabili o comunque non sia troppo onerosa per il server. Nel caso si potesse fare, mi trovate Favorevole!
P.S. Stavo pensando [@ Ashoppio, Baseluna014] che per agevolare le richieste di C20 sugli stemmi che ridisegnamo potremmo aggiungere un parametro al {{StemmiComunaliItaliani}} tipo del da compilare con il nome del file svg per fare comparire automaticamente il tmp cancella subito già compilato. Poi comunque IMHO sarebbe da riguardare un attimino i template che usiamo per gli stemmi EDP perchè tipo ad oggi abbiamo l'avviso che dice di mantenere la copia locale (il che confligge con le regole dell'EDP) e poi ancora come si era rilevato qualche tempo fa con Ruthven, in tutti gli stemmi di araldicacivica andrebbe inserito il tl di licenza cc-by-nc-nd, via bot. --Arrow303 (msg) 21:46, 1 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Per la prima potrebbe essere un'idea interessante, a prima impressione si potrebbe prendere il numero di immagini presenti in X categoria in cui si pigliano solo i file con -Stemma.png nel nome, e poi magari sotto mettere similmente gli stemmi liberi usando una categoria tipo SVG coat of arms of municipalities of X, pigliando solo i file che hanno -Stemma.svg nel nome.
Per il restauro del template, sono d'accordo: Ci agevolerebbe il lavoro molto (anche ad uno come me, che sono pigro abbestia), e renderebbe tutto più organizzato. Invece il secondo non penso di riuscire ad aiutarti molto, non sono esperto di bot.
Detto questo, ti auguro un buon pomeriggio, ciao! ;) --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 14:27, 2 apr 2024 (CEST)[rispondi]

Stemmi con blasonature multiple

[modifica wikitesto]

Segnalo --Arrow303 (msg) 21:10, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]

Ciao a tutti, girando per Wikipedia e negli stemmi sotto EDP ho visto che:

  • La corona da comune nel pubblico dominio fatta da Flanker nel lontano 2007 è in realtà una riproduzione degli stemmi di Araldica Civica, una prima fonte che ho trovato è lo stemma del comune di Laconi (risalente al 2005), con una corona decisamente simile, se non identica.
  • Lo stemma di Cassino (sotto copyright) utilizza la corona di Heralder (sotto licenza CC-BY-SA), quindi il file dovrebbe essere caricato anche su Commons dato l'uso della corona? Un'altro comune che in precedenza utilizzava la corona di Heralder è quello di Licata.

Ditemi cosa ne pensate, per convenienza menziono i wikicolleghi abituali: @Arrow303@Baseluna014@Ruthven@Vale93b --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 21:33, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]

@Ashoppio
1. quella corona, vettorializzata da Flanker è in realtà il modello "ufficiale" utilizzato dal Governo (vedi qui), quindi il suo status di essere nel pubblico dominio appare giustificato. Poi talvolta araldicacivica la riprende, ma non è opera dei loro grafici.
2. quanto alla corona di città, in effetti è molto simile a quella di Heralder, ma mi sentirei di dire che è araldicacivica che ne ha tratto un'opera derivata, perché quella di Heralder mi sembra temporalmente antecedente (2015, a sua volta tratta da una molto simile del 2010). Se così fosse, lo sbaglio lo fa araldicacivica, che derivando da un'opera sotto CC-BY-SA non potrebbe poi ridistribuire l'opera derivata sotto CC-BY-NC-ND, ma questo non intacca noi (che su questo cerchiamo di essere più fiscali, onde anche evitare ipotesi di questo tipo). Io la vedo così :) --Arrow303 (msg) 21:59, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Per la prima ti ringrazio e mi scuso, non l'avevo notato!
Per la seconda se vogliamo fare gli "zanza" (ovvero i furbastri) potremmo usare liberamente lo stemma di Cassino e gli elementi relativi ad esso, dato che la corona di Heralder è sotto CC-BY-SA, perciò anche lo stemma di Cassino precedente è sotto CC-BY-SA 4.0
Quindi io direi di fruire di questa opportunità, potremmo vettorializzare quel poco che abbiamo e utilizzarlo per i futuri stemmi, ad esempio la bandiera l'ho già fatta: https://ibb.co/wwspGNN, e anche il gonfalone è vettorializzabile. Tutto senza rischi! ;) --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 22:04, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Ashoppio Mah, a rigor di logica (anzi, di licenza) il discorso filerebbe anche, relativamente alla corona, detto questo io personalmente ci andrei con i piedi di piombo (sarebbe da informare araldicacivica e chiedere che l'uso di quella corona sia accompagnato dalla dovuta attribuzione di paternità e l'indicazione della licenza particolare), ma agire così direttamente la vedrei un tantino rischiosa (l'ultima cosa che vogliamo è avere stemmi che un domani ci possono dare problemi alle licenze).
Io mi sentirei di ritenere che la tua versione, già ora sia accettabile (attribuendo la corona), per il resto ti sei basato sulla blasonatura e il nastrino ha licenza libera e va bene. Tutto sommato, io non vedrei qui tutta l'esigenza di attingere da araldicacivica. Magari l'unica cosa, io eviterei come sempre la fodera rossa che spetta agli enti militari.
Sulla questione copyright comunque lascio a chi ha anche più esperienza di me :) --Arrow303 (msg) 22:18, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Sì, ma secondo la licenza questa "fallacia" di araldica civica si potrebbero tranquillamente vettorializzare lo stemma, gonfalone e bandiera di Cassino e usare gli elementi di essi per i prossimi stemmi, il tutto legalmente, dato che QUELLA VERSIONE dello stemma è de facto CC-BY-SA 4.0, data la corona.
In generale non mi sembra possibile il caso in cui ci potrebbe essere un problema di copyright. --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 23:18, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Ashoppio Ammetto di non aver mai approfondito così analiticamente la questione, quindi non vorrei azzardare ipotesi...
Da un lato, quel che è certo, è che il licenziante che non adempia agli obblighi che la licenza pone in capo a questi, se non sana la posizione entro 30 giorni dalla scoperta del mancato adempimento, gli viene revocata la possibilità di utilizzare il materiale (art. 6 codice legale CC-BY-SA). Anche alla luce di ciò, non so se azzerderei a ritenere che il mancato rispetto possa avere ipso facto un effetto applicativo della condizione violata, forzando la licenza sul materiale (anzi, la suddetta clausola sembra parlare esattamente del contrario, ossia della decadenza).
Per ora, consiglierei di valutare attentamente prima di - eventualmente - procedere come dici. Magari provare alla peggio a chiedere chiarimenti alla stessa araldicacivica (magari un collaboratore lo ascoltano di più :P, l'ultima volta io su Commons non sono stato trattato proprio benissimo :( ma vabbè)
Lascio la parola a chi ha più esperienza sul campo :D --Arrow303 (msg) 23:38, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Magari domani potrei mandare un messaggio a Massimo Ghirardi su Facebook o Gmail (non sono così vecchio, lo giuro :P)
Cosa ti avevano detto su Commons? Io la non ho mai avuto grandi problemi con la gentilezza degli utenti, qua ahimé qualche mela marcia c'è... Ma non mi addentro in argomenti che non mi riguardano :P --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 23:48, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Mah niente di che, volendo [@ ashoppio], è che erano stati caricati una ventina di stemmi di Araldicacivica direttamente su Commons, e l'utente che si è qualficiato come webmaster si è però rifiutato di inviare il ticket VRT e a quel punto ho dovuto mandare tutto in immediata. Io mi ero anche reso disponibile per chiarimenti o per vedere se volessero modificare le loro condizioni di licenza ma purtroppo niente. D'altro canto le regole di Commons sono chiare, e il materiale incompatibile non ci può stare. Va da sé poi che senza un ticket VRT non possiamo verificare se l'utente è effettivamente chi dice di essere e se è nella posizione di ri-licenziare il materiale, a tutela anche del loro lavoro --Arrow303 (msg) 23:57, 12 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Da quel che so il web-master di Araldica Civica sarebbe FORSE Carletto Genovese, quindi magari se ti ricordi il nome...
Comunque generalmente hai fatto bene. :) --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 00:02, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Ashoppio Se può interessarti, qui era la vicenda. --Arrow303 (msg) 00:06, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303Leggendo velocemente immagino che il tipo si autodefinisca il Webmaster, secondo la pagina principale di araldica civica (https://www.araldicacivica.it/#) il web master è Carletto Genovese, cioè colui che ridisegna alcuni stemmi in vettoriale di Ghirardi. Se ti ricordi, gli stemmi erano direttamente di araldica o erano vettorializzazioni? --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 00:11, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
[@ ashoppio] Che fosse Carletto Genovese è probabile, ma senza l'autorizzazione a conferma, noi non potevamo accettare nulla. Gli stemmi erano i raster pubblicati anche sulle rispettive pagine di araldicacivica, tant'è che in quanto tali sono stati cancellati. --Arrow303 (msg) 00:17, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 In giornata scrivo a Massimo, poi vedo cosa mi dice. :)
Peccato che era Novembre 2023, qualche mese più tardi e potevo dare una mano... Sarà per la prossima :P --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 10:16, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Ok, bene [@ ashoppio]. Anche se più di tanto, se loro non inviavano il VRT, non si poteva fare nulla più di così. Buona giornata! --Arrow303 (msg) 10:21, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Ho avvisato Massimo. --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 18:39, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
avevo provato a "ricucire" con Charliegolf1, ma senza esiti --Vale93b Fatti sentire! 23:58, 14 apr 2024 (CEST)[rispondi]
Corona del comune di Amalfi

Salve a tutti, faccio un "inserto" della discussione per segnalarvi che il Comune di Amalfi ha pubblicato il suo stemma in vettoriale e con licenza libera: Stemma della città di Amalfi.svg.

I colori della corona non sono "corretti", ma potrebbe essere una base per ulteriori lavori, se si ritiene questo "logo" come affidabile. --Ruthven (msg) 20:53, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]

@Ruthven Grazie per l'avviso. :) --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 22:34, 13 apr 2024 (CEST)[rispondi]
in proposito segnalo un carteggio avuto con un emissario dell'ente (si parla anche della corona) --Vale93b Fatti sentire! 23:53, 14 apr 2024 (CEST)[rispondi]
[@ Ashoppio, Vale93b] Già che ci sono vi segnalo questo caso simpatico, il comune di Barberino di Mugello , nel proprio statuto (art. 3 co. 4), scrive che l'uso dello stemma istituzionale è vietato per fini istituzionali. Annamo bene XD --Arrow303 (msg) 14:31, 18 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Arrow303 Sì, annamo bene veramente... Questa la metto nella pagina sandbox. :P --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 14:46, 18 apr 2024 (CEST)[rispondi]
ho un moto di pietà, forse glielo scrivo... --Vale93b Fatti sentire! 19:42, 19 apr 2024 (CEST)[rispondi]
@Vale93b Tu prova, magari ti mandano pure a quel paese ahaha :P --ʜᴛᴛᴘs://𝐚𝐬𝐡𝐨𝐩𝐩𝐢𝐨.ɪᴛ/𝐜𝐨𝐧𝐭𝐚𝐭𝐭𝐢 22:08, 19 apr 2024 (CEST)[rispondi]

Avviso FdQ: Festival delle fonti

[modifica wikitesto]

La Categoria:Senza fonti - araldica contiene circa 160 voci che riguardano questo progetto. Se qualche utente volesse sistemare una parte di queste voci, il contributo è ovviamente gradito. Si cerca di dare priorità alle voci con avviso più vecchio.
Grazie a tutti e buon lavoro :) --Torque (scrivimi!) 00:28, 2 mag 2024 (CEST)[rispondi]

Cremlino (araldica)

[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, vedendo la voce Cremlino secondo me è da cancellare. La voce pesa 0,4kb, è da ben notare che sotto al 1kb la voce è da cancellare. E magari si potrebbe mettere nella voce principale del cremlino in una sezione "simbologia".

Tengo anche a far notare che:

  • La voce ha solo 9 modifiche, e l'unica modifica che supera i 20 byte risale al 2014, l'altra risale al 2007.
  • L'ultima modifica risale al 2020.
  • La voce pesa 0,4kb, ma è da notare che pesa così contando anche l'immagine esemplificativa di un comune in Francia, la quale pagina di wikipedia è pure un abbozzo. Senza questa foto (con la sua grande didascalia) la dimensione della pagina crolla a 0.1kb, cioè 100 byte.

Pingo i vari colleghi per pareri: @Arrow303 @Baseluna014 @Vale93b @Meridiana solare --ashoppio ⭐️⭐️ 20:57, 16 mag 2024 (CEST)[rispondi]

La voce è veramente un super-abbozzo (una ventina di parole esclusa la foto d'esempio, e comunque l'intera voce corrisponde al solo incipt), probabilmente se ne potrebbe parlare semplicemente su Cremlino. --Arrow303 (msg) 21:03, 16 mag 2024 (CEST)[rispondi]
Sì, così da sola la voce non ha molto senso, meglio farne accenno in Cremlino. Ci sono figure ben più complesse, tipo il liocorno che dal punto di vista araldico sono trattate come sezione della voce principale. --Baseluna014 (msg) 22:39, 16 mag 2024 (CEST)[rispondi]
Intervengo solo per precisare che il peso di una voce in kb non è un motivo di cancellazione. Se non si ritiene valida la voce si avvii pure una PdC motivandola opportunamente. --Antonio1952 (msg) 21:46, 19 mag 2024 (CEST)[rispondi]

Divisione amministrativa/Stemmi/ITA e rispetto dell'EDP

[modifica wikitesto]

Segnalo discussione di possibile interesse. --Arrow303 (msg) 23:41, 24 mag 2024 (CEST)[rispondi]

Evento araldico IRL

[modifica wikitesto]

Da qualche tempo sulle pagine del laboratorio grafico balena l'idea di un evento araldico IRL: dati i miei importantissimi poteri (coordinatore regionale WMI per le istituzioni culturali della Lombardia) penso che sia un qualcosa di assolutamente fattibile, ma bisogna definire alcune cose:

  1. Chi sarebbe interessato a parteciparvi?
  2. Abbiamo delle idee di possibili sedi? Se è in Lombardia, suggerirei Milano o un luogo facilmente raggiungibile da Milano
  3. Vogliamo fare anche una parte di laboratorio grafico? (secondo me sarebbe molto figa)
  4. Dovremmo inserire una parte di editathon araldica?
  5. Ci sono associazioni araldiche che potrebbero avere interesse a partecipare?
  6. Che supporto possiamo dare come WMI?

--Sciking (Bucalettere) 12:21, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]

Confermo il mio forte interessamento: si prospetterebbe un'iniziativa davvero carina a mio avviso! Per la sede, sarò forse in un mezzo COI ma in effetti Novate potrebbe essere comunque presa in considerazione. Non a caso, proprio qui ha vissuto Lorenzo Caratti di Valfrei, uno degli ultimi grandi araldisti italiani, che ha prodotto opere di spessore enorme sul piano storico-locale e araldico (lo stesso attuale stemma del comune è stato adottato per sua iniziativa, avendo questi rilevato un errore storico-araldico sullo stemma precedente). All'autore è stata dedicata una sala della Biblioteca in sua memoria, per cui la vedrei anche in questo senso un'iniziativa significativa, benché nel suo piccolo. La città di per sé sarebbe raggiungibile in pochi minuti da Milano (1 fermata di treno) o eventualmente metro+bus o ancora in pochi minuti dalle principali autostrade (A52, A4, A8).
La parte di editathon araldica sarebbe fondamentale secondo me (magari si identifica un certo range territoriale e si vettorializzano un po' di stemmi. Non suona male!) Se poi si volesse cercare di coinvolgere un pubblico un po' più ampio si potrebbero pensare a delle iniziative per riscoprire o approfondire l'antica arte dell'araldica, anche da parte di non-wikipediani. L'ideale sarebbe coinvolgere anche l'amministrazione comunale. Come giustamente sottolineava [@ Sciking] al laboratorio, la Lombardia occidentale è un'area in cui l'interesse araldico è molto forte. Sulle associazioni araldiche eventualmente interessate non saprei, l'unica che in effetti mi è nota è solo Araldicacivica. Anche l'idea abbozzata da [@ ashoppio] sull'unire all'araldica anche il tema della vessillologia non sarebbe affatto male. Inoltre, la biblioteca è sita nel centro storico, quindi ci potrebbe anche scappare una visita storica guidata :)
Ovviamente possiamo valutare anche altre sedi, come una stessa Milano se ritenuta migliore allo scopo! Va da sé che sarebbe il top se almeno alcuni di noi wikigrafici più attivi in questo particolare ambito fossero disponibili alla partecipazione. Chissà, vedremo! --Arrow303 (msg) 19:42, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]
Sicuramente ha senso l'idea di unire araldica e vessillologia... Stavo guardando la mappa di Novate e mi pare fattibile sia dal punto di vista di raggiungibilità da Milano (e dunque dalle altre zone) sia per un'eventuale visita guidata. Per caso hai contatti con l'amministrazione comunale? --Sciking (Bucalettere) 20:45, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]
Magari creo una sottopagina del Progetto per discuterne meglio! --Sciking (Bucalettere) 20:49, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]
[↓↑ fuori crono] [@ Sciking] Contatti diretti no, quantomeno non nelle aree di interesse, ma il comune è complessivamente piccolo ergo mettersi in contatto con l'amministrazione non dovrebbe essere difficile, specie se lo si fa a nome di WMI. Peraltro a giorni è previsto il ballotaggio per sindaco e consiglio comunale, quindi potrebbero esserci variazioni dei responsabili degli uffici da contattare. Grazie di aver creato la pagina dedicata, ora vediamo se altri wikicolleghi darebbero una loro disponibilità almeno di massima! --Arrow303 (msg) 21:24, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]
Complessivamente mi ritrovo nelle opinioni di Arrow, per associazioni araldiche ne è pieno, si potrebbe anche chiedere al CISV (Centro Italiano Studi Vessillogici), Araldica Civica, stemmario.it, ecc... --ashoppio ⭐️⭐️ 20:27, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]
✔ Fatto Progetto:Araldica/Raduno Araldico 2024 --Sciking (Bucalettere) 20:53, 14 giu 2024 (CEST)[rispondi]