Discussioni progetto:Coordinamento/Scuole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.png
Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è L'intervallo.
Archivio
Archivio


Bando Italiadecide - Innovazione digitale (Scuole primarie e Scuole secondarie di primo grado)[modifica wikitesto]

E' stato pubblicato un bando Italiadecide che quest'anno è dedicato alla didattica digitale per le scuole elementari e secondarie di primo grado. http://www.istruzione.it/allegati/2016/Bando_Italiadecide_InnDigi_DIC2016.pdf Il premio è solo simbolico: una pergamena, sia pure consegnata con il massimo della solennità, nella sala della regina a Montecitorio, alla presenza del Presidente della Repubblica.

Le speranze di vincere il premio sono pressoché nulle. Può essere, però l'occasione di far conoscere, anche a livello ministeriale quel poco o quel tanto che i vari progetti Wikimedia fanno nel campo della didattica per i più giovani. La collaborazione con Vikidia, impostata durante Wikimania a Esino, ha portato ad una attività comune con Wikiversità. Particolarmente interessante è l'attività di una classe di terza media di Valle di Ledro ed una di Rovereto.

Il termine di scadenza del bando è veramente a breve (31 gennaio), ma se ci sono altre esperienze da segnalare si fa ancora in tempo ad inserirle in rete--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 11:33, 12 gen 2017 (CET)

La scuole S.S.P.G. “Garibaldi” - Istituto Comprensivo Valle di Ledro e S.S.P.G. “Degasperi - Istituto Comprensivo Isera-Rovereto hanno partecipato congiuntamente al bando. v:Wikiversità:Partecipazione al premio Italiadecide--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 11:07, 1 feb 2017 (CET)

Dieci nuovi bandi del Ministero Istruzione[modifica wikitesto]

Sono annunciati 10 bandi Miur per cifre stratosferiche: 830 milioni di euro.

Ovviamente bisogna fare una selezione di quelli che possono interessare Wikipedia. Occorre, a mio giudizio, cominciare ad affrontare il problema per evitare che, come al solito, l' esame dell'opportunità di partecipare venga effettuato solo negli ultimi giorni prima della scadenza. Ovviamente andrà letto quale sarà il testo dei bandi e cercare di prevedere che possibilità ci lasciano. Le dieci azioni Competenze di base (180 mln – Avviso il 20 febbraio 2017) Gli interventi puntano a rafforzare le competenze di base delle studentesse e degli studenti per compensare gli svantaggi culturali, economici e sociali e ridurre il fenomeno della dispersione scolastica. È previsto il potenziamento delle competenze in lingua madre, lingue straniere, scienze, matematica grazie a modalità didattiche innovative.

  • Competenze di cittadinanza globale (120 mln – Avviso il 17 marzo 2017)

Educazione all’alimentazione e al cibo; benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport; educazione ambientale; cittadinanza economica; rispetto delle diversità e cittadinanza attiva. Saranno fra i temi al centro del bando che punta a formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente.

  • Cittadinanza europea (80 mln – Avviso il 24 marzo 2017)

Approfondimento della cultura, dei valori e dei percorsi europei, anche attraverso esperienze all’estero saranno al centro di questo Avviso. Particolare attenzione sarà data a: conoscenza della storia, della cultura, dei valori, delle istituzioni, delle sfide e delle prospettive europee; conoscenza e approfondimento dell’evoluzione dell’identità europea.

  • Patrimonio culturale, artistico e paesaggistico (80 mln – Avviso il 6 aprile 2017)

L’obiettivo formativo è sensibilizzare le studentesse e gli studenti alla tutela del patrimonio e trasmettere loro il valore che ha per la comunità, a valorizzarne al meglio la dimensione di bene comune e il potenziale che può generare per lo sviluppo sostenibile del Paese.

  • Cittadinanza e creatività digitale (80 mln – Avviso il 3 marzo 2017)

Formare le studentesse e gli studenti ad un uso consapevole della Rete. Attivare percorsi per valorizzare la creatività digitale. Sono gli obiettivi di questo Avviso. L’azione è mirata, fra l’altro, al sostegno di percorsi per lo sviluppo del pensiero logico e computazionale.

  • Integrazione e accoglienza (50 mln – Avviso il 31 marzo 2017)

Conoscenza del fenomeno migratorio, sviluppo di approcci relazionali e interculturali, offerta di spazi e momenti di socializzazione e scambio saranno al centro dell’Avviso. Le sfide della società moderna pongono, infatti, alla scuola una responsabilità educativa rispetto alla costruzione di un modello che sappia valorizzare le differenze, promuovere l’integrazione, il dialogo interreligioso e interculturale, al fine di costruire una maggiore coesione sociale.

  • Educazione all’imprenditorialità (50 mln – Avviso il 8 marzo 2017)

L’Avviso ha l’obiettivo di fornire alle studentesse e agli studenti percorsi di educazione all’imprenditorialità, e all’autoimpiego, con attenzione a tutte le dimensioni dell’imprenditorialità: quella classica, quella a finalità sociale, quella cooperativa e di comunità. Nello specifico, le azioni saranno orientate a sviluppare l’autonomia e l’intraprendenza degli studenti, la capacità di risolvere problemi, di lavorare in squadra e di sviluppare il pensiero critico, l’adattabilità, la perseveranza e la resilienza.

  • Orientamento (40 mln – Avviso il 13 marzo 2017)

L’azione prevede interventi rivolti alle studentesse e agli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di I grado e degli ultimi tre anni delle scuole secondarie di II grado. L’obiettivo formativo è rafforzare le competenze a sostegno della capacità di scelta e gestione dei propri percorsi formativi e di vita, sin dalla prima adolescenza, soprattutto nelle fasi di transizione tra i diversi gradi di istruzione.

  • Alternanza Scuola-Lavoro (140 mln – Avviso 28 marzo 2017)

L’alternanza scuola-lavoro rappresenta un grande investimento per le competenze dei giovani italiani e una priorità su cui lavorare per completare il loro patrimonio formativo attraverso esperienze integrative. L’azione prevede la costruzione di reti locali per un’alternanza di qualità, incentivi alla mobilità delle studentesse e degli studenti.

  • Formazione per adulti (10 mln – Avviso il 24 febbraio 2017)

Un sistema educativo di qualità garantisce opportunità di accesso a tutti i livelli e per tutti gli utenti. Un adeguato livello di istruzione degli adulti rappresenta, pertanto, un importante elemento per la realizzazione di società più inclusive, basate sulla conoscenza e che permettono maggiori opportunità di realizzazione ai loro cittadini. Con l’Avviso si vogliono promuovere progetti in rete per innalzare il livello di formazione degli adulti in un’ottica di apprendimento permanente.

  • Il Pon per la Scuola

Il Pon per la Scuola 2014-2020 è un programma finalizzato al miglioramento del sistema di Istruzione. L’Italia dispone di 3 miliardi da spendere di cui 2,1 (dal Fondo Sociale Europeo – FSE) per la formazione e il miglioramento dell’offerta e 860 milioni del FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) per interventi strutturali. La novità principale della nuova programmazione rispetto al passato è che il PON è esteso a tutto il territorio nazionale con risorse diversificate e proporzionali al livello di sviluppo delle Regioni. Ad oggi, a poco più di un anno dal lancio ufficiale della nuova programmazione, sono già stati avviati interventi per oltre 500 milioni.

Il sito dedicato al PON: www.istruzione.it/pon

Le slide: http://www.slideshare.net/miursocial/pon-per-la-scuola

Il video: https://www.youtube.com/watch?v=RbOEJrO_nfA&feature=youtu.be

Nel comunicato stampa del 31 gennaio 2017 la ministra dell'Istruzione

«“Il metodo sarà fondamentale, questo è un investimento di tutto il Paese per tutto il Paese. Per questo promuoveremo il coinvolgimento di tutte le componenti della scuola e della società. Anche grazie ad un meccanismo di consultazione on line e off line per raccogliere buone pratiche, modelli e contributi utili per gli Avvisi specifici ([1]”.»

--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 13:19, 12 feb 2017 (CET)

Cittadinanza e creatività digitale[modifica wikitesto]

E' previsto per il 3 marzo 2017 l'avviso del bando Cittadinanza e creatività digitale per un ammontare di 80 milioni di euro.

Formare le studentesse e gli studenti ad un uso consapevole della Rete. Attivare percorsi per valorizzare la creatività digitale. Sono gli obiettivi di questo Avviso. L’azione è mirata, fra l’altro, al sostegno di percorsi per lo sviluppo del pensiero logico e computazionale.

E', però già disponibile l'Avviso quadro sulle azioni da attivare sul PON “Per la scuola” 2014-2020 (che qui sotto si riproduce) Il Ministero usa ne documento un linguaggio tecnico che al normale lettore, risulta addirittura criptico.

E' da segnalare che lo stesso Ministero, però si è aperto a raccogliere suggerimenti ed osservazioni non solo dalla scuola, ma anche dall'esterno: soprattutto un tema come la creatività digitale è adatto a ricevere degli stimoli dal mondo della rete che può fornire spunti al mondo delle scuole.

E' importante notare che la creatività digitale non si rivolge solo alle scuole superiori ma anche alle elementari e medie, aree in cui Wikipedia è poco presente, ma in cui si sta sviluppando l'azione di Wikiversità che collabora con Vikidia.


La consapevolezza che il digitale sia agente attivo di grandi cambiamenti sociali, economici e

comportamentali, nelle dimensioni personali, relazionali, dell’economia, del diritto e dell’informazione richiede un intervento complessivo.

Le competenze digitali intervengono a supporto di tutte le dimensioni delle competenze trasversali (cognitiva, operativa, relazionale, metacognitiva), ma si inseriscono anche verticalmente in quanto parte dell’alfabetizzazione del nostro tempo e fondamentali per una cittadinanza piena, attiva e informata e rappresentano uno strumento imprescindibile per l’accesso al mondo del lavoro.

L’azione è mirata al sostegno di percorsi per lo sviluppo del pensiero logico e computazionale e della creatività digitale e delle competenze di “cittadinanza digitale”.

Per i percorsi di “pensiero logico, computazionale e creatività digitale”, particolare attenzione è riservata a:

- principi e concetti fondamentali del pensiero logico e computazionale ed utilizzo dei suoi strumenti e metodi, sia attraverso tecnologie digitali che attraverso attività unplugged, per stimolare un’interazione creativa tra digitale e manuale, anche attraverso esperienze di making, robotica educativa e Internet delle cose;
- diffusione di modalità di analisi e soluzione dei problemi costruendone rappresentazioni formali e definendo soluzioni algoritmiche, anche codificate mediante la programmazione.

Per i percorsi di “cittadinanza digitale”, particolare attenzione è riservata a:

- consapevolezza delle norme giuridiche e sociali in termini di “Diritti della Rete”, educazione all’uso positivo e consapevole dei media e della rete, anche per il contrasto all’utilizzo di linguaggi violenti, alla diffusione del cyberbullismo, alle discriminazioni;
- educazione alla valutazione della qualità e della integrità delle informazioni, alla lettura, scrittura e collaborazione in ambienti digitali, alla comprensione e uso dei dati e introduzione all’open government, al monitoraggio civico e al data journalism;
- azioni per stimolare la creatività e la produzione digitale, l’educazione all’uso dei nuovi linguaggi del digitale, ai nuovi modelli di lavoro e produzione, alle potenzialità del making, della robotica e dell’Internet delle cose.

--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 05:31, 27 feb 2017 (CET)

Il ministero menziona Wikipedia come esempio di contenuto[modifica wikitesto]

<fuori crono> L'allegato 2 dell'Avviso pubblico prot. n. 2669 del 3 marzo 2017, dedicato alla Cittadinanza digitale, inserisce tra i contenuti suggeriti anche un percorso di "Educazione all'informazione" e nel fornire gli esempi di contenuti, indica: "Wikipedia e i commonsdigitali".Vedi Istruzione.it testo da formattare

Il tempo passa ed il bando scade il 5 di maggio e i soldi in ballo sono veramentetanti: 80 milioni di euro.--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg)

Il Ministero Istruzione e Grazia Deledda[modifica wikitesto]

Il Ministero Istruzione ha lanciato una iniziativa perchè le scuole italiane ricordino i 90 anni del premio Nobel concesso a Grazia Deledda.

Significativo è il passo ricordare Grazia Deledda significa infatti sottolineare ai giovani, indirettamente, anche la persistenza oggi di altre forme di discriminazione, se non di vera e propria violenza, nei confronti delle donne.

Su Wikipedia, c'è una ricca voce dedicata a Grazia Deledda, nonchè un certo numero dedicate ai suoi romanzi. Ma è soprattutto Wikisource ad aver caricato pressochè tutti i suoi romanzi. Bisognerebbe trovare il modo di far conoscere alle scuole italiane tutti questi strumenti che possono risultare molto utili.

Una caratteristica del progetto ministeriale “Grazia Deledda, donna e scrittrice, a novant’anni dal Nobel per la letteratura” è di essere rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, comprese quelle del primo ciclo (elementari e medie inferiori). Si è perciò sollecitata Wikisource che sta predisponendo una apposito progetto per permettere di raccogliere non solo lezioni per le superiori, ma anche contributi più diversificati facendo tesoro anche della collaborazione con Vikidia che ha una tradizionale esperienza anche nella fascia d'età 8-13 anni.

Un vantaggio è dato dal fatto che il programma è previsto per l'anno scolastico 2017-18. C'è perciò il tempo di organizzarsi e vedere quali forze coinvolgere.--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 18:29, 19 mar 2017 (CET)

Senz'altro serve quantomeno comunicare attraverso biblioteche e quant'altro che in Wikisource si può contribuire a rileggerne/trascriverne i libri. Li abbiamo proprio tutti? In caso contrario si potrebbe ordinare qualche scansione alla BNCF per quelli mancanti. Nemo 19:22, 19 mar 2017 (CET)
[@ Nemo_bis] Manca soprattutto Cosima che è stato pubblicato postumo nel 1936 e che è ricompreso nel breve elencodelle opere indicate dal ministero. Trovare una scansione sarebbe, perciò, doppiamente importante.--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 19:28, 19 mar 2017 (CET)
Parentesi che c'entra relativamente poco con la ricorrenza, ma la Deledda e Pirandello non era tra gli autori di cui la SIAE aveva cercato di prolungare la tutela con i cavilli legali sul fatto che occorreva recuperare gli anni di guerra&C, in cui i diritti non erano stati goduti in pieno? Poi com'e' finita? I testi sono liberamente usabili o siamo in zona grigia? --Yoggysot (msg) 23:22, 19 mar 2017 (CET)
[@ Yoggysot] Ricordi bene, [2] ma ora sono passati 70 anni dalla fine del periodo di neutralizzazione per la guerra e pertanto il problema è ora superato.--Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 23:45, 19 mar 2017 (CET)
[@ Mizardellorsa] Bene, meglio così. --Yoggysot (msg) 00:03, 20 mar 2017 (CET)

Progetti per le scuole su Wikiversità[modifica wikitesto]

Anche con riferimento alla discussione qui sopra, segnalo. --pegasovagante (la mi dica) 20:15, 12 mag 2017 (CEST)

Aggiornamento pagina [URGENTE][modifica wikitesto]

Stante il proliferare di progetti in ambito scolastico con relativa creazione di un numero appartentemente incontrollabile di sottopagine utente dai contenuti di dubbia conformità (se non addirittura contrari) alle linee guida chiedo, con decisione, che venga aggiornata la situazione dei progetti in corso. ASAP. Grazie --Civvì (Parliamone...) 23:43, 28 giu 2017 (CEST)

Personalmente non ho mai trovato particolarmente utile la lista qui, quindi proporrei di rimuoverla del tutto visto che è difficile da mantenere. --Nemo 08:49, 29 giu 2017 (CEST)
Io l'ho trovata utile.--Alexmar983 (msg) 08:51, 29 giu 2017 (CEST)
Da qualche parte, a scopo di monitoraggio, serve un elenco dei progetti attivi. E' impensabile ricostruirsela ogni volta spulciando la lista contributi di chi segue i progetti. --Civvì (Parliamone...) 09:11, 29 giu 2017 (CEST)

Proposta[modifica wikitesto]

Ritornando al punto precedente, propongo una piccola modifica al layout della tabella. Di seguito la mia proposta:

Nome progetto
(n. scuole - n. classi)
Pagine
(Pag. di progetto - eventuale comunicazione)
Utenti coinvolti Date/Periodo Regione Città Status e referente
Liceo Esempio di Battipaglia
(1 - 1)
Progetto - link 31 studenti aprile-maggio 2017 Campania Battipaglia In corso Se ne sta occupando Utente:X...

Ritengo importanti soprattutto il periodo e la sottopagina con l'elenco delle utenze.
Rinnovo anche la richiesta di aggiornamento della pagina. Visto il periodo presumo che molti di questi progetti siano conclusi... --Civvì (Parliamone...) 22:45, 16 lug 2017 (CEST)

Il link deve essere una pagina di un progetto wiki o va bene anche una pagina esterna come quella di Pisa? Giusto per prevedere tutti i casi. --ValterVB (msg) 08:03, 17 lug 2017 (CEST)
Hai ragione, così non è chiaro. A me piacerebbe una sottopagina per ogni progetto (con l'elenco degli utenti coinvolti) e il link al luogo in cui viene comunicato il progetto (Bar? RA?). In realtà se questa tabella venisse aggiornata in modo puntuale una comunicazione al bar sarebbe anche inutile. Va bene anche un link esterno, basta che da qualche parte si capisca di cosa si tratta, quanto dura, quante persone coinvolge, su che tipo di voci si lavora ecc... --Civvì (Parliamone...) 17:52, 17 lug 2017 (CEST)
Condordo con la proposta. Civvi ha ragione queste operazioni stanno diventando sempre più frequenti ed è una bella cosa, ma vanno organizzate meglio--Pierpao.lo (listening) 13:20, 19 set 2017 (CEST)

Campi di Infobox progetto scuole[modifica wikitesto]

In template:Infobox progetto scuole, compare un campo "studenti" che però appare nella resa come "partecipanti". A parte il fatto che è ambigui il concetto di "partecipare" a essere pignoli anche il wikidocente partecipa, ma in generale mi stavo interrogando se non sia meglio dividere il campo in "studenti" e "professori", magari chiarendo meglio che il campo "docenti" è inteso come "wikimediani".

P.e. per dire il caso che ho seguito di persona, mi piacerebbe essere più accurato nel dire p.e. che a La Spezia c'erano due professori con noi volontari nella sala computer, i quale comunque hanno assistito alla lezione, invece di perdere l'informazione o aggregarla nel dato dei partecipanti (ma allora chiamiamolo "partecipanti" e non "studenti").

Insomma in breve, ci sarebbe forse da fare un mini-tagliando a quei campi.

A questo punto facciamo brainstorming se emerge qualche altro cambiamento utile e condiviso--Alexmar983 (msg) 07:07, 3 ott 2017 (CEST)

Wiki Science Competition 2017 inizia il 15 novembre in Italia[modifica wikitesto]

Vedi discussione al bar per dettagli.

Se avete sentito di attività scientifiche nelle scuole.--Alexmar983 (msg) 07:52, 13 nov 2017 (CET)

Help per nuovo progetto[modifica wikitesto]

Buongiorno,

mi chiamo Francesco Galofaro e insegno semiotica in una laurea triennale in Design presso l'ISIA di Pordenone. Ho coinvolto 130 studenti in un progetto per realizzare una trentina di voci di wikipedia dedicate a classici del design. Mi è stato consigliato dagli amministratori di rivolgermi a questo progetto per aprire una pagina sul nostro lavoro. Vorrei evitare errori e cancellazioni, quindi vi chiedo se posso aprire una pagina per il mio sottoprogetto e come fare per evitare di incorrere in spiacevoli incidenti. Ogni suggerimento è ben accetto.

Ringrazio in anticipo --Fgalofaro538 (msg) 20:35, 14 nov 2017 (CET)

Nuovo progetto[modifica wikitesto]

Buongiorno!

Sono Francesco Galofaro, docente ISIA. Ho comiciato un progetto che coinvolge due classi della laurea triennale in Design per la realizzazione di voci su grandi classici della disciplina. La pagina è visibile all'indirizzo:

Progetto:Coordinamento/Scuole/ISIA_Roma_Design

Lo sto inserendo nella tabella dei progetti in corso. E' gradito ogni suggerimento e aiuto. --Fgalofaro538 (msg) 18:57, 4 dic 2017 (CET)

Bologna 18 -20 gennaio: 3 giorni per il Piano Nazionale Scuola Digitale[modifica wikitesto]

A Bologna dal 18 al 20 gennaio si svolge la 3 giorni per il Piano Nazionale Scuola Digitale http://www.istruzione.it/scuola_digitale/prog-festa-pnsd.shtml?pk_vid=cc04d932fd8f9da515159138866e8208 Chi ha il tempo e la comodità di raggiungere Bologna, può iscriversi, a titolo individuale per un biglietto gratuito che dà accesso alle aree ad ingresso libero (Robot Circus, Future Zone e Serra Digitale) ma non è valido per la partecipazione ai workshop e conferenze. In previsione dell'evento, Wikimedia Italia ha presentato 8 schoolkit https://wiki.wikimedia.it/wiki/Scuola/Schoolkit --Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 10:58, 16 gen 2018 (CET)

Suddividere pagine scuole e pagine università[modifica wikitesto]

Ciao a tutti, tenuto conto che i progetti non sono più così pochi da stare in una sola pagina, proporrei di creare una pagina apposita per i progetti con l'università (Progetto:Coordinamento/Università). Sto infatti seguendo vari progetti con il mondo dell'università e mi è stato fatto notare da più di un docente che sarebbe meglio non far ricadere tutto nella pagina delle scuole. Attendo pareri e in caso contrario tra 1 settimana procedo agli spostamenti. --Marcok (msg) 17:26, 29 mar 2018 (CEST)

Seconda annualità progetto wiki Liceo Medi Battipaglia[modifica wikitesto]

Buongiorno, stiamo per partire con il secondo anno del progetto wiki al liceo Medi di Battipaglia, come bisogna orientarsi per la pagina progetto? Se ne crea una nuova o si continua su quella già presente? Grazie per il supporto. --RemoRivelli (msg) 10:36, 18 apr 2018 (CEST)

Linee guida specifiche per i tutor dei progetti universitari[modifica wikitesto]

Segnalo che ho creato la pagina Progetto:Coordinamento/Università/Linee guida per i tutor come ampliamento di quella già presente per le scuole (molto breve al momento). Ogni suggerimento è il benvenuto. --Marcok (msg) 14:16, 2 nov 2018 (CET)

Aggiornare Template:Infobox progetto scuole[modifica wikitesto]

Segnalo -> Discussioni_progetto:Coordinamento/Template#Aggiornare_Template:Infobox_progetto_scuole. --Superchilum(scrivimi) 16:09, 23 gen 2019 (CET)

Libera Accademia di Belle Arti (LABA) | Progetto Net Marketing[modifica wikitesto]

Sono un docente alla Libera Accademia di Belle Arti (LABA) di Brescia. A seguito di una discussione ho provveduto a creare il progetto dell'attività prevista all'interno della pagina di coordinamento delle iniziative in corso. In base a quanto scritto nella pagina [scolastici e universitari] vedo al punto 1 della fase ha è rischisto di contattare un tutor da qui. Eccomi! --Dario Pagnoni (msg) 17:40, 9 mar 2019 (CET)

Suggerimento[modifica wikitesto]

Siccome ci sono miliardi di voci sugli esseri viventi (piante, animali, funghi, batteri, ecc.) da creare e la loro creazione è facilitata dal fatto che ci sono già dei modelli di voce pronti (vedi Wikipedia:Raccolta di modelli di voce), potrebbe essere interessante e utile, se già non è stata svolta, un'iniziativa con le scuole a tale proposito, coinvolgendo gli studenti per creare ciascuno almeno una voce su un essere vivente. Si potrebbe inserire il progetto nell'ambito di corsi su scienza naturali, biologia, microbiologia, ecologia e simili. E magari in questa maniera stimolare anche l'interesse dei ragazzi verso tematiche inerenti la tutela dell'ambiente e il rispetto della Natura. Senza considerare il fatto che lo studio degli esseri viventi riserva sempre tante sorprese, stimolando automaticamente la curiosità e l'interesse. Si potrebbero svolgere tali attività assieme a delle visite guidate durante le quali chiedere ai ragazzi di individuare specie animali e vegetali, oppure osservazioni al microscopio per evidenziare cellule, batteri, ecc. (e ovviamente caricando su commons le immagini così ottenute), fare delle foto delle varie fasi di crescita di una pianta (dal suo germoglio iniziale fino alla produzione di fiori, frutti e semi) e poi creare un video "accelerato", ecc. Le possibilità sono praticamente infinite... --Daniele Pugliesi (msg) 11:23, 11 giu 2019 (CEST)

A naso, un'ottima idea!--Michele aka Mickey83 (msg) 19:33, 11 giu 2019 (CEST)

Pon per la Scuola[modifica wikitesto]

Qualcuno ha svolto delle attività come esperto esterno nell'ambito "Pon per la Scuola" inerenti Wikipedia e/o altri progetti wiki? Vorrei capire se posso presentare delle idee simili alle scuole nella mia zona, se c'è la possibilità che queste scuole accettino l'idea, se possono essere previsti dei compensi in qualità di esperto esterno e qual è il modo migliore per fare tale proposta. Grazie. --Daniele Pugliesi (msg) 16:56, 11 giu 2019 (CEST)

richiesta consigli[modifica wikitesto]

Ciao, su richiesta dell' Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione sto predisponendo un progetto che lega l'insegnamento della storia e WP, lo potete vedere (in elaborazione) qui. A metà Luglio dovrà essere presentato all'USR. Come potete vedere non si tratta di un progetto per "smanettoni" ma piuttosto di qualcosa di “minimale” (almeno per ora) che mira a far acquisire una coscienza critica di cosa sia WP allo studente e docente medio. Vi sarò grato per ogni osservazione e consiglio. Grazie in anticipo--Zibibbo Antonio (msg) 11:12, 6 lug 2019 (CEST)