Parma Associazione Calcio 2000-2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parma Football Club 2000-2001)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Parma Football Club.

Parma Football Club
Stagione 2000-2001
AllenatoreItalia Alberto Malesani
Italia Arrigo Sacchi[1]
Italia Renzo Ulivieri[2]
PresidenteItalia Stefano Tanzi
Serie A4º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaFinalista
Coppa UEFAOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Buffon (34)
Miglior marcatoreCampionato: Di Vaio (15)
Media spettatori19 008¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 17 giugno 2001

Questa voce raccoglie le informazioni del Parma Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2000-2001.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'estate degli Europei, Crespo venne ceduto alla Lazio per circa 100 miliardi di lire.[3] Anche senza l'attaccante, la squadra ottenne buoni risultati inizialmente:[4] a gennaio Malesani fu però sostituito da Sacchi, il quale si dimise dopo appena 3 gare dichiarandosi stressato dal calcio.[5] In Coppa UEFA il Parma fu eliminato dal PSV:[6] la domenica seguente si riscattò, ottenendo contro il Perugia la sua vittoria più ampia in Campionato (5-0).[7] A giugno, i ducali persero la finale di Coppa Italia contro la Fiorentina che "vendicò" la sconfitta del 1998-99.[8] Il campionato terminò con la sconfitta dell'Olimpico, che assicurò lo scudetto alla Roma e il quarto posto agli emiliani (con accesso alla Champions League).[9]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il fornitore di materiale tecnico per la stagione 2000-2001 fu Champion, mentre gli sponsor ufficiali furono Parmalat e Mr. Day.[10]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Davide Micillo
2 Italia D Luigi Sartor
3 Italia D Antonio Benarrivo
4 Ghana C Stephen Appiah
6 Argentina D Nestor Sensini
6 Italia C Dino Baggio
7 Italia C Diego Fuser
8 Francia C Sabri Lamouchi
9 Jugoslavia C Savo Milošević
10 Brasile A Marcio Amoroso
11 Portogallo C Sergio Conceiçao
13 Italia C Giampiero Maini
14 Francia C Alain Boghossian
16 Brasile C Junior
17 Italia D Fabio Cannavaro
18 Francia C Johan Micoud
19 Italia D Stefano Torrisi
N. Ruolo Giocatore
20 Italia A Marco Di Vaio
21 Francia D Lilian Thuram
22 Italia A Emiliano Bonazzoli
25 Argentina C Matías Almeyda
26 Colombia C Johnnier Montaño
28 Italia D Paolo Cannavaro
29 Colombia C Jorge Bolano
33 Italia C Gianluca Falsini
70 Camerun A Patrick Mboma
77 Italia P Gianluigi Buffon
99 Italia P Matteo Guardalben
Italia D Michele Tagliavini
Italia D Carlalberto Ludi
Brasile C Alex
Italia C Simone Basso
Italia C Alessio D'Imporzano
Italia C Manuel Saccani

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2000-2001.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

1º ottobre 2000
1ª giornata
Parma 2 – 2
referto
Fiorentina

15 ottobre 2000
2ª giornata
Brescia 0 – 0
referto
Parma

22 ottobre 2000
3ª giornata
Perugia 3 – 1
referto
Parma

1º novembre 2000
4ª giornata
Parma 2 – 0
referto
Milan

5 novembre 2000
5ª giornata
Bari 0 – 1
referto
Parma

12 novembre 2000
6ª giornata
Parma 2 – 0
referto
Udinese

19 novembre 2000
7ª giornata
Bologna 2 – 1
referto
Parma

26 novembre 2000
8ª giornata
Parma 2 – 0
referto
Lazio

3 dicembre 2000
9ª giornata
Parma 2 – 0
referto
Atalanta

10 dicembre 2000
10ª giornata
Juventus 1 – 0
referto
Parma

17 dicembre 2000
11ª giornata
Parma 0 – 2
referto
Vicenza

23 dicembre 2000
12ª giornata
Napoli 2 – 2
referto
Parma

7 gennaio 2001
13ª giornata
Parma 0 – 2
referto
Reggina

14 gennaio 2001
14ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Parma

21 gennaio 2001
15ª giornata
Parma 1 – 1
referto
Lecce

28 gennaio 2001
16ª giornata
Verona 0 – 2
referto
Parma

4 febbraio 2001
17ª giornata
Parma 1 – 2
referto
Roma

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

11 febbraio 2001
18ª giornata
Fiorentina 0 – 1
referto
Parma

18 febbraio 2001
19ª giornata
Parma 3 – 0
referto
Brescia

25 febbraio 2001
20ª giornata
Parma 5 – 0
referto
Perugia

4 marzo 2001
21ª giornata
Milan 2 – 2
referto
Parma

11 marzo 2001
22ª giornata
Parma 4 – 0
referto
Bari

18 marzo 2001
23ª giornata
Udinese 1 – 3
referto
Parma

1º aprile 2001
24ª giornata
Parma 0 – 0
referto
Bologna

8 aprile 2001
25ª giornata
Lazio 1 – 0
referto
Parma

14 aprile 2001
26ª giornata
Atalanta 0 – 1
referto
Parma

22 aprile 2001
27ª giornata
Parma 0 – 0
referto
Juventus

29 aprile 2001
28ª giornata
Vicenza 0 – 1
referto
Parma

6 maggio 2001
29ª giornata
Parma 4 – 0
referto
Napoli

13 maggio 2001
30ª giornata
Reggina 2 – 0
referto
Parma

20 maggio 2001
31ª giornata
Parma 3 – 1
referto
Inter

27 maggio 2001
32ª giornata
Lecce 1 – 2
referto
Parma

10 giugno 2001
33ª giornata
Parma 1 – 2
referto
Verona

17 giugno 2001
34ª giornata
Roma 3 – 1
referto
Parma

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2000-2001.
Turno Casa Ospite Andata Ritorno
Ottavi di finale Venezia Parma 1-1 1-5
Quarti di finale Parma Inter 6-1 0-0
Semifinale Udinese Parma 2-1 0-1
Finale Parma Fiorentina 0-1 1-1

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 2000-2001.
Turno Casa Ospite Andata Ritorno
Primo turno FK Pobeda Parma 0-2 0-4
Secondo turno Parma Dinamo Zagabria 2-0 0-1
Sedicesimi di finale Parma Monaco 1860 2-2 2-0
Ottavi di finale PSV Parma 2-1 2-3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png
Presenze
  • 34: Buffon
  • 33: F. Cannavaro
  • 30: Thuram
  • 29: Lamouchi, Micoud
  • 27: Di Vaio
  • 26: Fuser
  • 25: Conceiçao
  • 23: Amoroso
  • 21: Milošević, Torrisi
  • 20: Mboma
  • 19: Junior, Sartor, Sensini
  • 16: Almeyda
  • 15: Appiah
  • 13: Falsini, Benarrivo
  • 12: Bolano, Boghossian
  • 5: Montaño
  • 4: P. Cannavaro
600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png
Marcatori
  • 15: Di Vaio
  • 8: Milošević
  • 7: Amoroso
  • 5: Conceiçao, Mboma
  • 4: Micoud
  • 3: Junior, Lamouchi
  • 1: Torrisi
600px Bianco e Nero (Croce) e Blu e Giallo (Strisce).png
Ammonizioni
  • 9: Almeyda
  • 5: Sensini, Lamouchi, Milošević
  • 4: Di Vaio, Conceiçao
  • 3: Bolano, Micoud
  • 2: Torrisi
  • 1: Appiah, Buffon, Falsini, Fuser, Junior, Sartor, Sensini, Thuram

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Subentrato alla 14ª giornata.
  2. ^ Subentrato alla 17ª giornata.
  3. ^ Massimo Vincenzi, Crespo alla Lazio affare da 110 miliardi, su repubblica.it, 11 luglio 2000.
  4. ^ Alberto Cerruti, Bum-bum Mboma sul Milan, in La Gazzetta dello Sport, 2 novembre 2000.
  5. ^ Giovanni Egidio e Emilio Marrese, Lo stress ferma Sacchi, in la Repubblica, 2 febbraio 2001.
  6. ^ Il Parma si sveglia tardi e non trova l'impresa, su repubblica.it, 22 febbraio 2001.
  7. ^ Parma, cinque gol per dimenticare Eindhoven, su repubblica.it, 25 febbraio 2001.
  8. ^ Coppa alla Fiorentina col pareggio più bello, su repubblica.it, 13 giugno 2001.
  9. ^ Roma, show all'Olimpico per la festa scudetto, su repubblica.it, 17 giugno 2001.
  10. ^ Melegari, 2002, p. 76

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tutto Campionato 2001, edizioni Panini, pagg. 66-74

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio