Sérgio Conceição

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sérgio Conceição
Nome Sérgio Paulo Marceneiro da Conceição
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Porto
Ritirato 14 novembre 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
1986-1991 Académica
1991-1993 Porto
Squadre di club1
1993-1994 Penafiel 30 (2)
1994-1995 Leça 24 (3)
1995-1996 Felgueiras 30 (4)
1996-1998 Porto 56 (9)
1998-2000 Lazio 63 (7)
2000-2001 Parma 25 (5)
2001-2003 Inter 42 (1)
2003-2004 Lazio 7 (0)
2004 Porto 11 (0)
2004-2007 Standard Liegi 74 (21)
2007-2008 Al-Qadisiya 7 (5)
2008-2009 PAOK 37 (4)
Nazionale
1995-1996 Portogallo Portogallo U-21 7 (1)
1996-2003 Portogallo Portogallo 56 (12)
Carriera da allenatore
2010-2011Standard Liegi Vice
2012-2013Olhanense
2013-2014Académica
2014-2015Braga
2015-2016Vitória Guimarães
2016-2017Nantes
2017-Porto
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 giugno 2017

Sérgio Paulo Marceneiro da Conceição (Coimbra, 15 novembre 1974) è un allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore portoghese, di ruolo centrocampista, tecnico del Porto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli è stato dedicato uno stadio nella sua città natale: si chiama Estádio Municipal Sérgio Conceição.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ricopriva la posizione di ala destra.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dagli esordi fino al 1998 ha militato in patria, vincendo con il Porto tre campionati nazionali ed una coppa di Portogallo. Il 17 giugno 1998 approda nel campionato italiano con la maglia della Lazio, che lo paga 15 miliardi di lire. L'esperienza biancoceleste gli ha fruttato la vittoria di uno scudetto, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa UEFA, una Coppa Italia ed una Supercoppa di lega. Al suo esordio, in Supercoppa Italiana, ha realizzato la rete decisiva del 2-1 alla Juventus. Nel campionato 1999-00, in cui il club romano vinse il titolo, segnò due gol contro Perugia e Bologna.

L'11 luglio 2000 passa al Parma insieme a Matías Almeyda nell'affare che porta al club biancoceleste Hernan Crespo. Il 4 luglio 2001 passa all'Inter, nell'affare che porta Sebastien Frey in Emilia. Con i nerazzurri faticò a trovare spazio causa anche un infortunio[2]. Il 7 agosto 2003 ritorna alla Lazio; il 13 gennaio 2004 lascia la capitale. Tre giorni dopo, il 16 gennaio firma con il Porto. Il 10 agosto 2004 si trasferisce in Belgio per militare nello Standard Liegi: l'ottima stagione 2004-05 gli vale il premio di calciatore belga dell'anno ed un rinnovo contrattuale di due anni.

L'11 aprile tuttavia, riceve una squalifica di tre anni dalla Federcalcio locale per l'aggressione ad un arbitro, durante la partita del 24 marzo[3]. In seguito a questo episodio, il 24 giugno 2007 decide di andare a giocare in Kuwait con l'Al-Qadisiya: il 2 gennaio 2008 rientra in Europa, tra le file dei greci del PAOK Salonicco. Il 14 novembre 2009 si ritira dal calcio giocato.[4][5]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordì con il Portogallo il 9 novembre 1996, in una gara vinta per 1 a 0 contro l'Ucraina (valida per le qualificazioni al campionato mondiale del 1998). Partecipò al campionato d'Europa 2000, in cui segnò una tripletta decisiva alla Germania nella fase a gruppi. Fu convocato anche per il campionato del mondo 2002 in cui i lusitani furono subito eliminati.

Dirigente e allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 novembre 2009 dopo il suo ritiro diventa direttore sportivo del suo ultimo club il PAOK Salonicco. Il 30 maggio 2010 si dimette.

Il 3 giugno viene ingaggiato dallo Standard Liegi in veste di vice-allenatore. Lascia il ruolo il 6 giugno 2011. Il 2 gennaio 2012 è stato chiamato a sostituire Daúto Faquirá sulla panchina dell'Olhanense.[6] Conclude il campionato all'undicesimo posto ottenendo la salvezza. Viene eliminato nella Coppa di Portogallo al quarto turno dal Paços de Ferreira per 2 a 1. Il 7 gennaio 2013 dopo la vittoria per 1 a 0 contro Rio Ave e con la squadra all'ottavo posto in campionato si dimette.[7] L'8 aprile è chiamato ad allenare la squadra della sua città, ovvero l'Académica.[8]

Il 26 maggio 2014 viene nominato allenatore del Braga per i prossimi due anni.[9] Conclude il campionato al quarto posto con accesso all'Europa League e perde la finale della Coppa di Portogallo contro lo Sporting Lisbona ai calci di rigore. Il 30 giugno 2015 il presidente António Salvador lo esonera.[10]

L'8 dicembre 2016 diventa allenatore del Nantes firmando un contratto biennale in sostituzione dell'esonerato René Girard, prende la squadra al penultimo posto in campionato.[11] Il 2 maggio 2017 dopo aver conquistato 35 punti in 18 partite e con la squadra attualmente all'ottavo posto il club francese gli rinnova il contratto per tre anni.[12] Il 6 giugno seguente, dopo aver condotto al settimo posto il club francese, decide di lasciare i Canarini per accettare l'offerta del Porto, con cui, due giorni dopo, si lega per due stagioni.[13][14]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'8 febbraio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1993-1994 Portogallo Penafiel SL 30 2 CP  ?  ? - - - - 30 2
1994-1995 Portogallo Leça SL 24 3 CP  ?  ? - - - - 24 3
1995-1996 Portogallo Felgueiras SL 30 4 CP  ?  ? - - - - 30 4
1996-1997 Portogallo Porto PD 26 1 CP 3 1 UCL 7 0 SP 2 0 38 2
1997-1998 PD 30 8 CP 3 0 UCL 4 0 SP 2 0 39 8
1998-1999 Italia Lazio A 33 5 CI 5 0 CdC 5 1 SI 1 1 44 7
1999-2000 A 30 2 CI 4 0 UCL 9 2 SU 0 0 43 4
2000-2001 Italia Parma A 25 5 CI 5 0 CU 6 2 - - - 36 7
2001-2002 Italia Inter A 23 1 CI 1 0 CU 8 0 - - - 32 1
2002-2003 A 19 0 CI 1 1 UCL 13 0 - - - 33 1
Totale Inter 42 1 2 1 21 0 65 3
2003-gen. 2004 Italia Lazio A 7 0 CI 2 0 UCL 7 0 - - - 16 0
Totale Lazio 70 7 11 0 21 3 1 1 113 11
gen.-giu. 2004 Portogallo Porto PL 11 0 CP 1 1 UCL - - SP+SU - - 12 1
Totale Porto 67 9 7 2 11 0 4 0 88 11
2004-2005 Belgio Standard Liegi D1 27 10 CB 2 1 CU 5 0 - - - 34 11
2005-2006 D1 25 7 CB 4 0 - - - - - - 29 7
2006-2007 D1 22 4 CB 3 0 UCL+CU 0+2 0+0 - - - 27 4
Totale Standard Liegi 74 21 9 1 7 0 - - 91 22
2007-gen. 2008 Kuwait Al-Qadisiya PL 7 5 - - - - - - - - - 7 5
gen.-giu. 2008 Grecia PAOK SL 7 0 CG - - - - - - - - 7 0
2008-2009 SL 24+4[15] 4+1[15] CG 3 1 - - - - - - 31 6
2009-gen. 2010 SL 6 0 CG 0 0 UEL 3[16] 0 - - - 9 0
Totale PAOK Salonicco 37+4 4+1 3 1 3 0 - - 47 6
Totale carriera 406+4 61+1 37 5 69 5 5 1 521 73

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 dicembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie % Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
gen.-giu.2012 Portogallo Olhanense PL 17 6 7 4 CP+CdL 17 6 7 4 35,29 Sub., 8°
2012-gen.2013 PL 13 3 5 5 CP+CdL 2+2 1+0 0+1 1+1 17 4 6 7 23,53 Dimiss.
Totale Olhanense 30 9 12 9 7 3 1 3 34 10 13 11 29,41
apr.-giu.2013 Portogallo Académica PL 5 2 1 2 CP+CdL UEL 5 2 1 2 40,00 Sub., 11°
2013-2014 PL 30 9 10 11 CP+CdL 4+2 1+0 2+1 1+1 36 10 13 13 27,78
Totale Académica 35 11 11 13 6 1 3 2 41 12 14 15 29,27
2014-2015 Portogallo Braga PL 34 17 7 10 CP+CdL 7+4 5+2 2+1 0+1 45 24 10 11 53,33
sett.2015-2016 Portogallo Vitória Guimarães PL 29 8 10 11 CP+CdL 1+1 0+0 0+0 1+1 UEL 31 8 10 13 25,81 Sub., 10°
dic.2016-2017 Francia Nantes L1 22 11 5 6 CF+CdL 2+2 1+1 0+0 1+1 26 13 5 8 50,00 Sub., 7°
2017-2018 Portogallo Porto PL 14 11 3 0 CP +CdL 2+1 2+0 0+1 UCL 6 3 1 2 23 16 5 2 69,57 in corso
Totale carriera 164 67 48 49 30 13 8 9 6 3 1 2 200 83 57 60 41,50

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Porto: 1996-1997, 1997-1998, 2003-2004
Porto: 1997-1998
Porto: 1996
Lazio: 1999-2000
Lazio: 1998
Lazio: 1999-2000, 2003-2004
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Lazio: 1998-1999
Lazio: 1999

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ultimate accolade for Conceição, su uefa.com, 15 novembre 2002. URL consultato l'11 giugno 2014.
  2. ^ Calcio, Inter: Conceicao è già pronto, su sport.it, 4 maggio 2006. URL consultato l'11 giugno 2014.
  3. ^ (EN) Hefty suspension for Conçeicão, su uefa.com, 11 aprile 2006. URL consultato l'11 giugno 2014.
  4. ^ (EL) Δήλωση του Sergio Conceicao, su paokfc.gr. URL consultato l'11 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2012).
  5. ^ Si ritira Sergio Conceicao, su tuttosport.com, 14 novembre 2009.
  6. ^ Ufficiale: Conceiçao nuovo tecnico dell'Olhanense, su tuttomercatoweb.com, 2 gennaio 2012. URL consultato l'11 giugno 2014.
  7. ^ Sérgio Conceição vai deixar, esta segunda-feira, de treinar o Olhanense, oitavo classificado da I Liga de futebol., su jn.pt, 7 janeiro 2013.
  8. ^ Ufficiale: Académica Coimbra, in panchina arriva Sergio Conceicao, su tuttomercatoweb.com, 8 aprile 2013.
  9. ^ Sérgio Conceição no Braga por dois anos, su jn.pt, 26 maio 2014.
  10. ^ Sporting Braga torna oficial despedimento de Sérgio Conceição, su jn.pt, 30 junho 2015.
  11. ^ Nantes, ufficiale Conceicao: contratto biennale, su sport.sky.it, 8 dicembre 2016.
  12. ^ Ufficiale: Nantes, il tecnico Sergio Conceiçao rinnova fino al 2020, tuttomercatoweb.com, 2 maggio 2017.
  13. ^ Sergio CONCEICAO et ses adjoints quittent le FC NANTES, fcnantes.com, 6 juin 2017.
  14. ^ (PT) SÉRGIO CONCEIÇÃO É O NOVO TREINADOR, fcporto.pt, 8 giugno 2017.
  15. ^ a b Play-off.
  16. ^ Nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]