Massimo Margiotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massimo Margiotta
Massimo Margiotta.jpg
Margiotta nel 2015
Nazionalità Italia Italia
Venezuela Venezuela (dal 2004)
Altezza 187 cm
Peso 90 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2011
Carriera
Squadre di club1
1994-1997Pescara42 (7)
1997-1998Cosenza33 (19)
1998-1999Lecce19 (7)
1999Reggiana18 (10)
1999-2001Udinese38 (7)
2001-2003Vicenza65 (27)
2003Perugia16 (4)
2004-2005Vicenza52 (20)
2005-2006Piacenza34 (4)
2006-2008Frosinone56 (12)
2008-2010Vicenza58 (5)
2010-2011Barletta18 (1)
Nazionale
1995 Italia Italia U-18 4 (2)
1998-2000 Italia Italia U-21 4 (1)
2000 Italia Italia olimpica 4 (0)
2004-2005 Venezuela Venezuela 11 (2)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-18
Argento Grecia 1995
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 aprile 2013

Massimo Margiotta (Maracaibo, 27 luglio 1977) è un dirigente sportivo ed ex calciatore venezuelano con cittadinanza italiana, di ruolo attaccante, responsabile del settore giovanile del Verona.

È primatista di reti (4) con la maglia del Perugia nelle competizioni confederali per club.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Margiotta era un centravanti-boa, forte fisicamente e di testa[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato, cresciuto e formato in Venezuela[3][4][5][6] da famiglia italiana, torna in Italia all'età di 8 anni[7], a Raiano, in provincia dell'Aquila[2]. Debutta nel 1994 con il Pescara, in Serie B; con la maglia della squadra abruzzese gioca altri due campionati cadetti, chiudendo la sua esperienza con 42 presenze e 7 gol in tre anni.

Passato al Cosenza, in Serie C1, realizza 19 gol in 33 apparizioni contribuendo alla promozione diretta in Serie B della compagine rossoblu; vince inoltre il titolo di capocannoniere del campionato[8]. Viene acquistato dal Lecce[9], con cui realizza 7 reti in 19 partite nel campionato di Serie B 1998-1999; a gennaio, tuttavia, viene ceduto alla Reggiana[10], sempre in Serie B. In Emilia realizza 10 gol in 18 presenze, senza evitare la retrocessione in Serie C1.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Viene acquistato dall'Udinese, con cui debutta in Serie A il 19 settembre 1999 in Juventus-Udinese (4-1). In due campionati in Friuli gioca 38 partite in campionato (7 reti), venendo utilizzato prevalentemente come rincalzo o come attaccante titolare per le coppe europee[11]. In Coppa UEFA segna una doppietta in trasferta contro il Bayer Leverkusen che permette alla squadra bianconera di superare il turno, ribaltando lo 0-1 patito nella gara casalinga[12]; l'Udinese viene poi eliminata negli ottavi dallo Sparta Praga. In Intertoto è protagonista nella finale di ritorno contro i cechi del Sigma Olomouc in cui segna il gol del 4-2 che porta l'Udinese a vincere la finale e il trofeo.[13].

Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

Acquistato in comproprietà dal Vicenza nell'estate del 2001[14], realizza 15 reti nella formazione berica, appena retrocessa in Serie B; a fine stagione viene riscattato[15], e rimane in Veneto fino al 2005, con l'intermezzo di sei mesi al Perugia, in Serie A, all'inizio della stagione 2003-2004. In Umbria realizza 4 gol in 16 apparizioni, a cui vanno aggiunte 4 reti in Coppa UEFA[16]. Tornato a Vicenza, contribuisce alla salvezza della squadra veneta formando la coppia d'attacco titolare con Stefan Schwoch[7].

All'inizio della stagione 2005-2006 viene ceduto (insieme al compagno Damiano Moscardi) al Piacenza[17], dove però realizza soltanto 4 gol in 34 partite di Serie B.

Rientrato al Vicenza, nel luglio 2006 viene ceduto in prestito al neopromosso Frosinone[18], con cui mette a segno 11 reti e contribuendo alla salvezza della squadra ciociara. A causa di un'inchiesta sul calcio-scommesse, nell'estate 2007 viene squalificato fino al 30 novembre[19]. Il 21 agosto 2008 ritorna ancora al Vicenza firmando un biennale ed accettando una lieve riduzione dell'ingaggio[20]; nella sua seconda esperienza in Veneto totalizza 58 presenze e 5 reti, entrando spesso dalla panchina.

Barletta[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 settembre 2010, dopo essere rimasto svincolato, viene ingaggiato dal Barletta, squadra di Lega Pro Prima Divisione[21].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto parte della Nazionale Under 21 italiana e della Nazionale olimpica italiana, con la quale ha partecipato alle Olimpiadi del 2000.

Dal 2004, non avendo mai giocato con la Nazionale maggiore, viene convocato nella Nazionale di calcio venezuelana con cui debutta il 19 febbraio 2004, contro l'Australia[7]. Con la maglia della vinotinto ha partecipato anche alla Copa América 2004 (in cui segna anche un gol) e alle qualificazioni per il Mondiale 2006[7].

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Per la Copa América 2011 è uno dei commentatori per la televisione satellitare Sky Sport[22].

Terminato il contratto con il Barletta, annuncia il ritiro dal calcio giocato e diventa responsabile dell'attività di base del Vicenza Calcio[23].

Il 13 giugno 2017 è nominato responsabile del settore giovanile dell'Hellas Verona.[24]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Venezuela
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-2-2004 Caracas Venezuela Venezuela 1 – 1 Australia Australia Amichevole -
28-4-2004 Kingston Giamaica Giamaica 2 – 1 Venezuela Venezuela Amichevole -
1-6-2004 San Cristóbal Venezuela Venezuela 0 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 2006 -
6-6-2004 Lima Perù Perù 0 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2006 -
6-7-2004 Lima Colombia Colombia 1 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 2004 - 1º turno -
9-7-2004 Lima Perù Perù 3 – 1 Venezuela Venezuela Coppa America 2004 - 1º turno 1
12-7-2004 Trujillo Venezuela Venezuela 1 – 1 Bolivia Bolivia Coppa America 2004 - 1º turno -
18-8-2004 Las Palmas Spagna Spagna 3 – 2 Venezuela Venezuela Amichevole -
9-10-2004 Maracaibo Venezuela Venezuela 2 – 5 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2006 -
9-2-2005 Maracaibo Venezuela Venezuela 1 – 0 Estonia Estonia Amichevole 1
26-3-2005 Maracaibo Venezuela Venezuela 0 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2006 -
Totale Presenze 11 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cosenza: 1997-1998

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Udinese: 2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1997-1998 (19 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Club record in UEFA competitions, su uefa.com.
  2. ^ a b Intervista a Massimo Margiotta Giovanivenezuela.blogspot.com
  3. ^ (ES) Massimo Margiotta podrá jugar con la vinotinto, su notitarde.com. URL consultato il 15 aprile 2004 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2009).
  4. ^ (ES) Vinotinto: ¿Empava ser repatriado? Parte I., su http://visionnoventa.com/. URL consultato il 12 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2014).
  5. ^ (ES) Perfil del jugador: Massimo Margiotta, su transfermarkt.es. URL consultato il 12 maggio 2014.
  6. ^ (ES) Massimo Margiotta: Página del jugador., su goal.com/. URL consultato il 12 maggio 2014.
  7. ^ a b c d Premiata ditta Schwoch-Margiotta nel Vicenza la differenza è davanti, La Repubblica, 20 febbraio 2005, pag.15 - sez.Genova
  8. ^ (EN) Italy - Serie C1 Top Scorers Rsssf.com
  9. ^ Statistiche su Wlecce.it
  10. ^ Statistiche su Lastoriadellareggiana.it
  11. ^ Margiotta a tempo scaduto dà una spinta all'Udinese, Il Corriere della Sera, 25 ottobre 2000, pag.42
  12. ^ Uefa, qualificate tre italiane. Storica vittoria dell'Udinese, La Repubblica, 9 dicembre 1999
  13. ^ Udinese in Uefa, ma che paura[collegamento interrotto] Quotidiano.net
  14. ^ Notizie di sport, La Repubblica, 13 agosto 2001, pag.37
  15. ^ Udinese: Montezine, Pavon, Margiotta, Scarlato, nessuno è stato riscattato alle buste Tuttomercatoweb.com [collegamento interrotto]
  16. ^ Adesso il gigante Margiotta è decisivo anche in Europa, Il Corriere della Sera, 27 dicembre 2003, pag.38
  17. ^ Rosa 2005-2006 Storiapiacenza1919.it
  18. ^ Edusei a Catania, Margiotta a Frosinone Tuttocalciatori.net
  19. ^ Scommesse, arrivano le squalifiche. 3 mesi a Di Michele, 4 a Margiotta, La Repubblica, 30 luglio 2007
  20. ^ Vicenza, Margiotta torna in biancorosso Tuttomercatoweb.com
  21. ^ Barletta, colpo Margiotta[collegamento interrotto] Tuttolegapro.com
  22. ^ Copa America, ci siamo, in Sky.it, 15 giugno 2011. URL consultato il 23 luglio 2011.
  23. ^ Margiotta lascia il calcio giocato [collegamento interrotto], in Il Centro, 9 luglio 2011. URL consultato il 23 luglio 2011.
  24. ^ Hellas Verona FC - Comunicato ufficiale, su hellasverona.it, 13 giugno 2017. URL consultato il 13 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]