Sportovní Klub Slavia Praha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Slavia Praga)
Jump to navigation Jump to search
SK Slavia Praha
Calcio Football pictogram.svg
Slavia-Praha.png
Sešívaní
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag of SK Slavia Prague.svg Rosso-bianco
Simboli Stella Rossa
Dati societari
Città Praga
Nazione Rep. Ceca Rep. Ceca
Confederazione UEFA
Federazione Flag of the Czech Republic.svg FAČR
Campionato 1. liga
Fondazione 1892
Presidente Rep. Ceca Jaroslav Tvrdík
Allenatore Rep. Ceca Jindřich Trpišovský
Stadio Eden Aréna
(20 800 posti)
Sito web www.slavia.cz
Palmarès
Titoli nazionali 4 Campionati cechi
13 Campionati cecoslovacchi
Trofei nazionali 4 Coppe della Rep. Ceca
4 Coppe di Cecoslovacchia
Trofei internazionali 1 Coppa Mitropa
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Slavia Praga, ufficialmente denominato in ceco Sportovní Klub Slavia Praha, è una società polisportiva ceca con sede a Praga e nota perlopiù per la sua sezione calcistica. Il club comprende anche una sezione di hockey su ghiaccio (HC Slavia Praha), una di calcio a 5 (Sportovní Klub Slavia Praha Futsal) e una di rugby a 15 (RK Slavia Praha).

È il secondo club più titolato della prima divisione ceca dopo i concittadini dello Sparta Praga. Partecipa alla 1. liga. Sin dagli inizi lo Slavia e lo Sparta sono stati i due club più vincenti della Repubblica Ceca e la loro rivalità calcistica è una delle più sentite della nazione. Nel 2007 si è qualificato per la prima volta nella sua storia alla fase a gironi della Champions League.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione e prima epoca d'oro (1892-1939)[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato a Vinohrady, quartiere di Praga, il 2 novembre 1892 da alcuni studenti di medicina che intendevano promuovere la pratica dello sport tra i loro colleghi. L'iniziale sfera di interesse del club fu il ciclismo, prima della nascita della sezione calcistica, nel 1896. Il 25 marzo 1896 lo Slavia vinse con il risultato di 5-0 il suo primo match ufficiale disputato contro l'AC Praga. Quattro giorni dopo lo Slavia giocò per la prima volta contro lo Sparta Praga. L'incontro si chiuse a reti inviolate e sancì l'inizio della rivalità tra i due club. Sin dall'inizio fu una delle squadre migliori della Repubblica Ceca insieme allo Sparta Praga, con cui dà vita da sempre a derby molto seguiti.

La prima epoca d'oro del club, durata per ben 25 anni, iniziò con l'avvento dell'ex calciatore del Celtic e allenatore scozzese John Madden, che portò a Praga metodi tattici innovativi. Sotto la gestione di Madden lo Slavia vinse ben 134 delle 169 partite disputate in patria e 304 delle 429 disputate all'estero dal 1905 al 1930. Nel 1930 Madden, all'età di 66 anni, si ritirò dall'attività.

Lavori di costruzione dello Stadio Eden, terminati nel marzo 2008

I successi: 1925-1948[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1925 fu istituito il campionato cecoslovacco di calcio e lo Slavia non si fece scappare l'occasione. Lottò contro lo Sparta Praga per la vittoria del titolo e vinse trascinato anche dai gol Jan Vaník capocannoniere del torneo. Nei seguenti 13 anni arriveranno 7 titoli e 6 secondi posti mettendo in campo in pochi anni attaccanti prolifici come Antonín Puč, Josef Šima, Jiri Sobotka, Frantisek Svoboda, Vojtech Bradac e soprattutto Josef Bican. Questi scudetti furono combattuti sempre con lo Sparta Praga.[1]

Tra il 1927 e il 1939 partecipa alla Coppa dell'Europa Centrale dove ottiene buoni piazzamenti: vittoria nel 1938 dove fu proprio Bican il miglior marcatore con 10 centri; finale nel 1929; semifinale nel 1927 e nel 1932; quarti di finale nel 1928, 1930, 1931, 1933, 1935, 1936 e 1939; ottavi nel 1934 e nel 1937. Solo i migliori club dell'Europa centrale potevano permettersi di giocare quella competizione e difatti lo Slavia partecipò a tutte le edizioni tranne quella del 1940. A questa competizione parteciparono anche gli acerrimi rivali granata e vinsero in due edizioni.

Tra il 1938 ed il 1944 il campionato fu interrotto a causa della guerra, ma comunque si giocò lo stesso. Lo Slavia strappa 4 successi consecutivi e due secondi posti grazie a Bican che in 6 anni realizza 232 reti, diventando così l'attaccante più prolifico del campionato cecoslovacco, ottenendo anche il record (oramai imbattibile) di 57 reti in una sola stagione. Subito dopo il 44' arrivò la vittoria del campionato nel 1946-47 e due secondi posti 1945-46 e nel 1947-48.

La crisi: 1949-1965[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 1948 la squadra alternò momenti migliori ad altri peggiori. Tutto sembrava coincidere con la partenza del grande Josef Bican per il FC Vítkovice, squadra a qualche km di distanza da Ostrava sede del Baník. Infatti non arrivarono più successi e la squadra pian piano, cominciava ad allontanarsi lentamente dalla lotta scudetto. Nel 1958-59 questo triste momento sembrava finito grazie al 3º posto e alla qualificazione alla Mitropa Cup[2] ma si fece eliminare a sorpresa 6-5 contro una formazione di Timișoara dopo che in Romania il punteggio vedeva favorevole i cechi per 5-3. Purtroppo il momento della crisi non cessò ed anzi culminò nella stagione 1960-61 con la retrocessione dei Sešívaní. In quella stagione i rivali del Dukla Praga vinsero il campionato e pure la quarta squadra di Praga, il Bohemians 1905 fece meglio dei biancorossi. Nel 1962-63 lo Slavia torna in prima divisione, proprio mentre i rivali dello Sparta rischiano la beffa della retrocessione. I Sešívaní deludono le aspettative di risalita e chiudono di nuovo ultimi, anche se raggiungono la finale di coppa, la perdono al ritorno con un sorprendente 9-0. È il segno della disfatta, proprio mentre con il terzo titolo consecutivo sta nascendo la nuova realtà di Praga, quella del Dukla. Il club vive momenti difficili mentre le rivali continuano a vincere. Nel 1965 c'è la risalita. Questa volta sembra che la squadra sia uscita dalla crisi anche grazie allo splendido risultato ottenuto in un campionato la cui edizione è storica. Le tre maggiori squadre di Praga ovvero Sparta, Dukla e Slavia giungono in ex aequo a 33 punti. La squadra biancorossa ha il demerito di aver la differenza reti minore rispetto alle altre e la vittoria va al Dukla Praga che giunge a 8 titoli. In questo momento della storia del campionato cecoslovacco lo Sparta ha 10 titoli, lo Slavia 9 e il Dukla 8.

Periodo altalenante: 1965-1982[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1965 vi è un periodo di altalenanza tra l'alta, la media e la bassa classifica. Questo periodo durerà fino al 1973. La squadra colleziona infatti una serie di posizioni che va sempre più verso la retrocessione in un processo molto simile a quello del periodo critico con una discesa verso la retrocessione il salto improvviso ai vertici e la retrocessione. Ed è proprio nel 1973 che questo accade giungendo al quattordicesimo posto si salva ma per gli scontri diretti contro la penultima: infatti lo Slavia tra il 1965 e il 1973 fece questo percorso: 5°,8° ,11° ,13° ,12° ,7° e 14°.

Tra il 1973 ed il 1977 lo Slavia risale velocemente alle posizioni di vertice ma non riuscirà a vincere uno scudetto trovando comunque 3 podi in 4 stagioni. Nelle stagioni successive la squadra continuerà ad aggirarsi tra il secondo posto (1993) e il 12° (1984), anche se spesso concluderà discretamente il campionato al sesto e al settimo posto.

Storia recente: 1993-oggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 la Cecoslovacchia si divise in Repubblica Ceca e Slovacchia e la lotta per il titolo fu più aperta. Per lo Slavia Praga si aprirono dunque nuove possibilità. Dal 1993 al 2010 lo Slavia vinse 3 campionati di massima divisione, 3 coppe nazionali e ottenne 9 secondi posti, 2 terzi, un quarto, un quinto ed un settimo.

Il club fu attanagliato da problemi economici per alcuni anni, finché non riuscì a qualificarsi per la fase a gironi della UEFA Champions League 2007-2008. Lo Slavia centrò per la prima volta la qualificazione alla prima fase del torneo europeo più prestigioso grazie ad un gruppo di giocatori giovani, molti dei quali provenienti dalla nazionale ceca Under-21 e dalle rappresentative ceche minori. I ragazzi più promettenti di quell'epoca erano Marek Suchý (under-19), il portiere slovacco Matúš Kozáčik (facente parte dell'Under-21 slovacca) e Dušan Švento, anch'egli nell'Under-21 slovacca.

Il 19 settembre 2007 la squadra esordì in Champions League con una vittoria interna per 2-1 contro la Steaua Bucarest. Classificatasi terza nel proprio girone, fu ammessa ai sedicesimi di finale della Coppa UEFA.

Coronò il percorso di crescita nella stagione, vincendo, dopo dodici anni, il campionato ceco. Nel 2008-2009 si ripeté e l'anno dopo si piazzò settima in campionato.

Nell'autunno 2010 il club piombò in una crisi economica, con un debito di 112 milioni di corone ceche nei confronti della precedente proprietà, la ENIC Sports Ltd. Molti giocatori lasciarono il club, tra cui il centrocampista Petr Trapp, che abbandonò il club a metà della stagione seguente, non vedendosi recapitare lo stipendio.

Nel settembre 2015 il club fu rilevato da CEFC China Energy Company.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'S.K. Slavia Praha


  • 1945 -
    Coppa della Repubblica Ceca (3º titolo) (non ufficiale).
  • 1945-1946 - 1º nel Gruppo B della Státní liga, finalista ai play-off per il titolo.
  • 1946-1947 - Campione di Cecoslovacchia (13º titolo).
  • 1947-1948 - 2º nella Státní liga.
  • 1948 - la squadra è rinominata Sokol Slavia Praha.
  • 1949 - la squadra è rinominata Základní sportovní jednota Dynamo Slavia Praha.
    5º nel Celostátní mistrovství.
  • 1950 - 7º nel Celostátní mistrovství.
  • 1951 - 11º nel Mistrovství republiky. Red Arrow Down.svg Retrocesso in 2. liga.
  • 1952 - ? in 2. liga.
  • 1953 - la squadra è rinominata Dobrovolná sportovní organizace Dynamo Praha.
    8º nel Přebor republiky.
  • 1954 - la squadra è rinominata Tělovýchovná jednota Dynamo Praha.
    7º nel Přebor republiky.
  • 1955 - 5º nel Přebor republiky.
  • 1956 - 10º in I. liga.
  • 1957-1958 - 5º in I. liga.
  • 1958-1959 - 3º in I. liga.
    Quarti di finale in Coppa Mitropa.
  • 1959-1960 - 11º in I. liga.
    Finalista in Coppa di Cecoslovacchia (non ufficiale).
  • 1960-1961 - 14º in I. liga. Red Arrow Down.svg Retrocesso in 2. liga.
  • 1961-1962 - 1º in 2. liga - Skupina A. Green Arrow Up.svg Promosso in 1. liga.
  • 1962-1963 - 14º in I. liga. Red Arrow Down.svg Retrocesso in 2. liga.
    Finalista in Coppa di Cecoslovacchia.
  • 1963-1964 - 8º in 2. liga - Skupina B.
  • 1964-1965 - 1º in 2. liga - Skupina A. Green Arrow Up.svg Promosso in 1. liga.
  • 1965 - la squadra è rinominata Sportovní klub Slavia Praha.
  • 1965-1966 - 3º in I. liga.
    Ai quarti di finale di Coppa Mitropa.
  • 1966-1967 - 5º in I. liga.
    Agli ottavi di finale di Coppa Mitropa.
  • 1967-1968 - 8º in I. liga.
    Primo turno di Coppa delle Fiere.
  • 1968-1969 - 11º in I. liga.
    Ai sedicesimi di finali di Coppa delle Fiere.
  • 1969-1970 - 13º in I. liga.
    In semifinale di Coppa Mitropa.
  • 1970-1971 - 12º in I. liga.
    Agli ottavi di finale di Coppa Mitropa.
  • 1971-1972 - 7º in I. liga.
  • 1972-1973 - 14º in I. liga.
  • 1973 - la squadra è rinominata Tělovýchovná jednota Slavia Praha.
  • 1973-1974 - 3º in I. liga.
    Finalista in Coppa di Cecoslovacchia.
  • 1974-1975 - 5º in I. liga.
    Ai sedicesimi di finale in Coppa delle Coppe
  • 1975-1976 - 3º in I. liga.
  • 1976-1977 - 3º in I. liga.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1977 - la squadra è rinominata Tělovýchovná jednota Slavia Inženýrské průmyslové stavby Praha.
  • 1977-1978 - 4º in I. liga.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1978 - la squadra è rinominata Sportovní klub Slavia Inženýrské průmyslové stavby Praha.
  • 1978-1979 - 7º in I. liga.
  • 1979-1980 - 9º in I. liga.
  • 1980-1981 - 7º in I. liga.
  • 1981-1982 - 7º in I. liga.
  • 1982-1983 - 6º in I. liga.
  • 1983-1984 - 12º in I. liga.
  • 1984-1985 - 3º in I. liga.
  • 1985-1986 - 6º in I. liga.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1986-1987 - 7º in I. liga.
    Semifinalista in Coppa di Cecoslovacchia.
  • 1987-1988 - 6º in I. liga.
  • 1988-1989 - 4º in I. liga.
    Semifinalista in Coppa di Cecoslovacchia.
    Fase a gironi di Coppa Mitropa.
  • 1989-1990 - 10º in I. liga.
  • 1990-1991 - 9º in I. liga.
  • 1991 - la squadra è rinominata Sportovní klub Slavia Praha.
  • 1991-1992 - 4º in I. liga.
  • 1992-1993 - 2º in I. liga.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1993-1994 - 2º in 1. liga.
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1994-1995 - 4º in 1. liga.
    Agli ottavi di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Ai trentaduesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1995-1996 - Campione di Repubblica Ceca (1º titolo).
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Semifinalista in Coppa UEFA.
  • 1996-1997 - 2º in 1. liga.
    Vince la Coppa della Repubblica Ceca (1º titolo).
    Al turno preliminare in Champions League.
    Ai sedicesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1997-1998 - 2º in 1. liga.
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Ai quarti di finale in Coppa delle Coppe.
  • 1998-1999 - 3º in 1. liga.
    Vince la Coppa della Repubblica Ceca (2º titolo).
    Ai sedicesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 1999-2000 - 2º in 1. liga.
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Ai quarti di finale in Coppa UEFA.
  • 2000-2001 - 2º in 1. liga.
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Agli ottavi di finale in Coppa UEFA.
  • 2001-2002 - 5º in 1. liga.
    Vince la Coppa della Repubblica Ceca (3º titolo).
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Al primo turno in Coppa UEFA.
  • 2002-2003 - 2º in 1. liga.
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Agli ottavi di finale in Coppa UEFA.
  • 2003-2004 - 4º in 1. liga.
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Al secondo turno in Coppa UEFA.
  • 2004-2005 - 2º in 1. liga.
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al secondo turno preliminare in Coppa UEFA.
  • 2005-2006 - 3º in 1. liga.
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Ai sedicesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 2006-2007 - 2º in 1. liga.
    Al secondo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al primo turno in Coppa UEFA.
  • 2007-2008 - Campione di Repubblica Ceca (2º titolo).
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
    Alla fase a gironi in Champions League.
    Ai sedicesimi di finale in Coppa UEFA.
  • 2008-2009 - Campione di Repubblica Ceca (3º titolo).
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Alla fase a giorni in Coppa UEFA.
  • 2009-2010 - 7º in 1. liga.
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Al terzo turno preliminare in Champions League.
    Alla fase a giorni in Europa League.
  • 2010-2011 - 9º in 1. liga.
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2011-2012 - 12º in 1. liga.
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2012-2013 - 7º in 1. liga.
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2013-2014 - 14º in 1. liga.
    Ai quarti di finale in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2014-2015 - 11º in 1. liga.
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2015-2016 - 5º in 1. liga.
    Al terzo turno in Coppa della Repubblica Ceca.
  • 2016-2017 - Campione di Repubblica Ceca (4º titolo).
    Semifinalista in Coppa della Repubblica Ceca.
    Agli spareggi in Europa League.
  • 2017-2018 - 2° in 1. liga.
    Vince la Coppa della Repubblica Ceca (4º titolo).
    Agli spareggi in Champions League.
    Nella fase a gironi in Europa League.
  • 2018-2019 - in 1. liga.

Colori e stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo Slavia Praga ha come colori sociali il bianco, simbolo del fair play e degli ideali olimpici, e il rosso, il colore del cuore. La stella rossa presente sullo stemma e sulle maglie indica la speranza.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dello S.K. Slavia Praha
Rosso e Bianco con stella capovolta.png
Allenatori dello Slavia Praga[3]

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dello S.K. Slavia Praha

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1913, 1925, 1928-1929, 1929-1930, 1930-1931, 1932-1933, 1933-1934, 1934-1935, 1936-1937, 1939-1940, 1940-1941, 1941-1942, 1942-1943, 1946-1947
1995-1996, 2007-2008, 2008-2009, 2016-2017
1941, 1942, 1945, 1974
1996-1997, 1998-1999, 2001-2002, 2017-2018

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1970, 1972, 1977, 1978, 1986, 1992, 1993
1938

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1896 (primavera), 1923, 1925-1926, 1935-1936, 1927, 1927-1928, 1931-1932, 1937-1938, 1938-1939, 1943-1944, 1945-1946, 1947-1948, 1992-1993
Terzo posto: 1896 (autunno), 1921, 1958-1959, 1965-1966, 1973-1974, 1975-1976, 1976-1977, 1984-1985
Finalista: 1962-1963, 1973-1974
Secondo posto: 1993-1994, 1994-1995, 1996-1997, 1997-1998, 1999-2000, 2000-2001, 2002-2003, 2004-2005, 2006-2007, 2017-2018
Terzo posto: 1998-1999, 2005-2006
Semifinalista: 1993-1994, 1997-1998, 2000-2001, 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2016-2017
Semifinalista: 1995-1996
Finalista: 1929
Semifinalista: 1927, 1969-1970
Terzo posto: 1937
Secondo posto: 1901
Finalista: 1930, 1931

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 31 gennaio 2018[5].

N. Ruolo Giocatore
1 Rep. Ceca P Ondřej Kolář
3 Ucraina D Eduard Sobol'
4 Rep. Ceca D Jakub Jugas
6 Rep. Ceca C Jan Sýkora
7 Portogallo C Danny
8 Rep. Ceca C Jaromír Zmrhal
9 Turkmenistan C Ruslan Mingazow
10 Rep. Ceca C Josef Hušbauer
11 Rep. Ceca A Stanislav Tecl
12 Rep. Ceca C Pavel Bucha
13 Camerun D Michael Ngadeu-Ngadjui
14 Paesi Bassi A Mick van Buren
15 Norvegia D Per-Egil Flo
17 Slovacchia A Miroslav Stoch
N. Ruolo Giocatore
18 Rep. Ceca D Jan Bořil
19 Costa d'Avorio D Simon Deli
21 Rep. Ceca A Milan Škoda
22 Rep. Ceca C Tomáš Souček
24 Bosnia ed Erzegovina A Muris Mešanović
25 Rep. Ceca D Michal Frydrych
26 Slovacchia C Jakub Hromada
27 Rep. Ceca A Tomáš Necid
28 Rep. Ceca D Lukáš Pokorný
30 Rep. Ceca P Martin Otáhal
31 Rep. Ceca P Přemysl Kovář
81 Slovenia C Dušan Švento
Rep. Ceca D Ondřej Kúdela
Rep. Ceca A Zdeněk Linhart

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tranne in 2 eccezioni: nel 1927-28 e nel 1928-29 fu il FK Viktoria Žižkov a vincere lo scudetto prima ed arrivare secondo dietro i biancorossi poi.
  2. ^ Nel 1958 la Mitropa Cup era denominata Coppa del Danubio
  3. ^ Allenatori dello Slavia Praga, calcio.com.
  4. ^ L'UEFA ha organizzato per la prima volta la Coppa Intertoto nel 1995 secondo la Storia della Coppa Intertoto Archiviato il 18 marzo 2009 in Internet Archive. in uefa.com.
  5. ^ (CSEN) Rosa 2016-2017, su slavia.cz. URL consultato il 22 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]