Kálmán Konrád

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kálmán Konrád
Kálmán Konrád, born 1896 (cropped).jpg
Nazionalità Ungheria Ungheria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1928 - giocatore
1956 - allenatore
Carriera
Giovanili
1910-1913 MTK Budapest
Squadre di club1
1913-1916 MTK Budapest 13 (14)
1916 Magyar AC ? (?)
1916-1919 MTK Budapest 51 (57)
1916-1926 Wiener Amateur ? (?)
1926-1927 Brooklyn Wand. 27 (2)
1927-1928 MTK Budapest 13 (7)
Nazionale
1914-1928 Ungheria Ungheria 13 (2)
Carriera da allenatore
1928-1930 Bayern Monaco
1930-1931 Zurigo
1933-1935 Slavia Praga
1936-1937 Rapid Bucarest
1937-1939 Židenice
1939-1942 Örebro
1942-1947 Åtvidaberg
1947-1957 Malmö FF
1950-1951 Råå
1951-1955 BK Derby
1955-1956 Junsele IF
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Kálmán Konrád (Bačka Palanka, 23 maggio 1896Stoccolma, 10 maggio 1980) è stato un calciatore e allenatore di calcio ungherese, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Konrád era un interno destro magro ed agile, dotato di un palleggio raffinato e di un'ottima visione di gioco. Il suo tocco di palla era efficace ed elegante. Aveva però fama di essere un giocatore poco corretto, che compieva spesso piccoli falli furbi.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bačka Palanka, nella regione della Vojvodina, si trasferì a Budapest da bambino. Lì cominciò a giocare nel MTK Hungaria assieme al fratello maggiore Jenő, esordendo in prima squadra all'età di diciassette anni. Gli inizi della sua carriuera furono rallentati dal blocco ai campionati imposto dalla Prima Guerra Mondiale, ma riuscì comunque a vincere con la squadra il campionato nel 1914. Alla ripresa dei campionati Konrád, con le sue 88 reti in 94 partite fra tutte le competizioni, fu fra i protagonisti di una squadra che dominò il campionato per tre anni di fila, dal 1917 al 1919, vincendo tutte le partite eccetto 6 (4 pareggi e 2 sconfitte).

Si trasferì poi a Vienna assieme al fratello per giocare nel Wiener Amateure, con cui vinse il campionato austriaco nel 1924/25 e nel 1925/26), oltre che 4 volte la Coppa d'Austra (1921, 1924, 1925, 1926). Nel 1923 si unì a loro anche l'ex compagno d'attacco ai tempi del MTK, Alfréd Schaffer, con cui aveva perfezionato negli anni un'ottima intesa: insieme riuscirono a replicare nel club viennese il sistema di gioco che avevano praticato in Ungheria, basato su minuziose combinazioni ravvicinate con la palla a terra, eseguite con una serie di passaggi puliti all'uomo più vicino.[2] Accanto a loro giocava il giovane Matthias Sindelar, a cui Konrád fece da "chioccia", influendo molto sul suo stile di gioco.[3]

Nell'agosto del 1926 fu acquistato dal club statunitense dei Brooklyn Wanderers di Net Agar, un trasferimento che fu tenuto segreto fino all'arrivo del giocatore negli Stati Uniti a causa della grande fama di Konrád. Rimase in squadra per un anno, nel quale vinse la neonata International Soccer League, prima di tornare in patria a chiudere la carriera nel MTK con un secondo posto in campionato alle spalle del Ferencvaros.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro divenne allenatore. In questa veste vinse il campionato cecoslovacco nel 1934/35, sulla panchina dello Slavia Praga. Nel 1939 si trasferì in Svezia, dove allenò per molti anni (vincendo anche il campionato nel 1949 e nel 1950 con il Malmö FF) e dove rimase a vivere anche dopo il ritiro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

MTK Budapest: 1913-1914, 1916-1917, 1917-1918, 1918-1919
MTK Budapest: 1913-1914
Wiener Amateur: 1925-1926
Wiener Amateur: 1920-1921, 1923-1924, 1924-1925, 1925-1926

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Slavia Praga: 1933, 1934, 1935
Rapid Bucarest: 1936-1937
Malmö: 1948-1949, 1949-1950, 1950-1951, 1952-1953
Malmö: 1947, 1951, 1953

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Illustriertes Sportblatt". "Sindelar, das porträt eines klassespielers (Sindelar, ritratto di un fuoriclasse)" Copia archiviata, su tremareilmondofa.blogspot.it. URL consultato il 20 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2014).
  2. ^ DIE BLAHA–SPORTBÜCHER: SINDELAR (EDITORE: OESTERREICHISCHER PRESSE- UND [BILDERVERLAG, WIEN) Copia archiviata, su tremareilmondofa.blogspot.it. URL consultato il 20 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2014).
  3. ^ Matthias Sindelar

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]