Coppa dell'Europa Centrale 1932

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa dell'Europa Centrale 1932
Coppa Mitropa
Competizione Coppa dell'Europa Centrale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Date 10 giugno 1932 - 17 luglio 1932
Luogo Europa
Partecipanti 8
Nazioni 4
Risultati
Vincitore 600px bisection vertical HEX-C7101A cross on white background HEX-C7101A HEX-2C0B79 vertical stripes first half.svg AGC Bologna
(1º titolo)
Statistiche
Miglior marcatore Renato Cesarini (5)
Incontri disputati 11
Gol segnati 39 (3,55 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1931 1933 Right arrow.svg

La Coppa dell'Europa Centrale 1932 fu la sesta edizione della Coppa dell'Europa Centrale. L'AGC Bologna venne proclamato vincitore, senza dover disputare la finale, in seguito alla squalifica delle due squadre dell'altra semifinale: Juventus FC e SK Slavia Praha, un unicum nella storia del calcio europeo. Capocannoniere con 5 gol fu Renato Cesarini della succitata Juventus FC.

La formula fu invariata rispetto a quella dell'annata precedente, prevedendo la partecipazione di due squadre cadauno provenienti da Austria, Cecoslovacchia, Ungheria e Italia.





Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Squadra Campionato Note
Austria Nero e Bianco (Strisce).svg SK Admira

Blu e Giallo.svg First Vienna FC

Campione d'Austria 1931-32, Vincitrice Coppa d'Austria 1931-32

Vicecampione d'Austria 1931-32


Qualificata senza titoli vinti, Vincitrice della Coppa dell'Europa Centrale dell'anno precedente

Cecoslovacchia 600px bordered White Black S on HEX-B30000 background.svg AC Sparta Praha

Flag of SK Slavia Prague.svg SK Slavia Praha

Campione di Cecoslovacchia 1931-32

Vicecampione di Cecoslovacchia 1931-32

Ungheria 600px vertical stripes Green HEX-008736 White.svg Ferencvárosi FC

600px pentasection White HEX-8C6BAD.svg Újpesti FC

Campione di Ungheria 1931-32

Vicecampione d'Ungheria 1931-32

Italia Nero e Bianco (Strisce).svg Juventus FC

600px bisection vertical HEX-F82000 cross on white background HEX-3D0FAB HEX-F82000 vertical stripes first half.svg AGC Bologna

Campione d'Italia 1931-32

Vicecampione d'Italia 1931-32

Torneo[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
SK Slavia Praha Cecoslovacchia 3 - 1 Austria SK Admira 3 - 0 0 - 1
AGC Bologna Italia 5 - 3 Cecoslovacchia AC Sparta Praha 5 - 0 0 - 3
Juventus FC Italia 7 - 3 Ungheria Ferencvárosi FC 4 - 0 3 - 3
First Vienna FC Austria 6 - 4 Ungheria Újpesti FC 5 - 3 1 - 1

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
AGC Bologna Italia 2 - 1 Austria First Vienna FC 2 - 0 0 - 1
SK Slavia Praha Cecoslovacchia - Italia Juventus FC 4 - 0 0 - 2[1]

Finali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
AGC Bologna Italia

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Marcatore Squadra
5 Italia Renato Cesarini Nero e Bianco (Strisce).svg Juventus FC
4 Austria Franz Schönwetter Blu e Giallo.svg First Vienna FC
3 Ungheria György Sárosi 600px vertical stripes Green HEX-008736 White.svg Ferencvárosi FC
3 Rep. Ceca Vlastimil Kopecký Flag of SK Slavia Prague.svg SK Slavia Praha
3 Italia Bruno Maini 600px bisection vertical HEX-C7101A cross on white background HEX-C7101A HEX-2C0B79 vertical stripes first half.svg AGC Bologna
3 Italia Raimundo Orsi Nero e Bianco (Strisce).svg Juventus FC
3 Rep. Ceca František Svoboda Flag of SK Slavia Prague.svg SK Slavia Praha

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il ritorno, il 10 luglio 1932, fu abbandonato sul 2-0 per la Juventus FC; l'SK Slavia Praha aveva concesso due gol e si diede all'ostruzionismo ed alla perdita di tempo, cosa che fece arrabbiare il pubblico che iniziò a lanciare pietre sul terreno di gioco, una delle quali colpì il portiere dell'SK Slavia Praha, František Plánička, ferendolo seriamente. L'SK Slavia Praha abbandonò il campo per protesta, rimanendo bloccato negli spogliatoi protetti da un cordone di 1500 poliziotti. Il Comitato Organizzatore ritenne entrambi i club colpevoli estromettendoli dalla competizione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio