Campionato ceco di calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il campionato di calcio ceco è un insieme di tornei nazionali istituiti dalla Fotbalová asociace České republiky (FAČR). I campionati sono suddivisi ed organizzati in più livelli: la massima divisione è la Synot liga[1], la seconda divisione è la 2. liga o Druhá liga, il terzo livello è diviso tra Boemia (Česka fotbalová liga) e Moravia-Slesia (Moravskoslezská fotbalová liga). I livelli successivi comprendono campionati dilettantistici e regionali.

Ogni squadra affronta tutte le altre squadre del torneo di appartenenza due volte, una presso il proprio campo (partita in casa) l'altra presso il campo della squadra avversaria (partita in trasferta) con uno svolgimento detto Girone all'italiana. Dalla stagione 1994-95 si assegnano tre punti alla squadra vincitrice[2] e zero a quella perdente. In caso di pareggio viene assegnato un punto ad entrambe le squadre.

I campionati professionistici[modifica | modifica wikitesto]

È il massimo torneo nazionale in cui si affrontano 16 squadre dalla stagione 1993-94 anno in cui fu istituita la 1. liga. La squadra che accumula il maggior numero di punti nella Synot liga vince il titolo di campione della Repubblica Ceca. La squadra vincitrice del campionato accede ai preliminari di Champions League, mentre la seconda, la terza e la vincitrice della Coppa della Repubblica Ceca (o eventualmente la quarta classificata in campionato) accedono ai preliminari di Europa League. Le ultime due squadre nella classifica generale vengono retrocesse in seconda divisione.

È il secondo torneo della Repubblica Ceca. Ogni anno sedici squadre si affrontano in un torneo con le stesse caratteristiche della Synot liga. La squadra che accumula il maggior numero di punti e la seconda classificata passano in prima divisione. Le ultime due finiscono nella terza divisione.

È il terzo livello del calcio ceco. In questo torneo regionale si sfidano sedici squadre presso la zona della regione della Boemia. Alla fine del torneo con svolgimento all'italiana la vincitrice del torneo sale in Druhá liga e le ultime due, tre o a volte quattro squadre retrocedono in 4. liga.

È il terzo livello del calcio ceco. Sedici squadre si affrontano nel torneo presso le zone della Slesia e della Moravia con svolgimento all'italiana. Alla fine delle 30 giornate la squadra che vince il campionato sale in Druhá liga e le ultime due, tre o a volte quattro squadre retrocedono in 4. liga.

I campionati dilettantistici[modifica | modifica wikitesto]

È il quarto livello del calcio ceco ed è divisa in 5 gironi, 3 nella zona Boema e 2 nella zona Morava-Slesa. Ogni girone ha 16 squadre ciascuno. Questi tornei fanno parte del calcio dillentantistico ceco.

I campionati regionali[modifica | modifica wikitesto]

I restanti sei livelli sono divisi tra campionati regionali e campionati di Praga. Sono divisi in:

Attuale sistema[modifica | modifica wikitesto]

Livello Serie
1 Synot liga
16 squadre
2 Druhá liga
16 squadre
3 Česka fotbalová liga
18 squadre
Moravskoslezská fotbalová liga
16 squadre
4 4. liga
Divize A

16 squadre
4. liga
Divize B

16 squadre
4. liga
Divize C

16 squadre
4. liga
Divize D

16 squadre
4. liga
Divize E

16 squadre
5 Krajské přebor e Pražská I. třída (Campionato di Praga)
6 I. A třídy
7 I. B třídy
8 II. třídy e Pražská II. třída
9 III. třídy
10 IV. třídy

Qualificazioni alle Coppe Europee[modifica | modifica wikitesto]

La squadra che vince la Synot liga si guadagna l'accesso ai preliminari di Champions League, la seconda, la terza e la vincitrice della coppa nazionale o nel caso in cui la coppa nazionale venga vinta da una tra le prime tre squadre in campionato, la quarta classificata partecipano alla Europa League.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ denominata tra il 1993 e il 1997 1. liga.
  2. ^ nella stagione 1993-94 e nel campionato cecoslovacco erano assegnati due punti alla squadra vincitrice.