Campionato scozzese di calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il sistema del campionato scozzese di calcio è costituito da una serie di leghe calcistiche in cui militano le squadre di calcio scozzesi. Il modo in cui è costituito il campionato scozzese è più settoriale rispetto ad altri, in quanto consiste in due apparati completamente distinti che sono quello professionistico "senior" e quello dilettantistico "junior".

Nel calcio "senior" vi sono i quattro campionati nazionali, mentre tra i dilettanti ci sono numerosi campionati di livello regionale come, ad esempio, l'Highland Football League, storicamente il più importante di questi, ma non c'è alcuna promozione dai campionati regionali a quelli nazionali, così come non c'è alcuna retrocessione da quelli nazionali a quelli regionali.

Il Glasgow Rangers è la squadra più titolata del paese con 54 campionati nazionali all'attivo. Una squadra "senior" con sede in Inghilterra, il Berwick Rangers di Berwick-upon-Tweed, gioca nella Scottish League Two. Ma vi sono anche altre squadre che giocano a livelli amatoriali che, pur avendo sede in città inglesi, partecipano ai livelli inferiori del campionato scozzese in quanto vicine al confine tra i due paesi.

Il rifiuto di un sistema piramidale[modifica | modifica wikitesto]

Complessivamente, la struttura del calcio in Scozia è tra le più frammentate e sfaccettate d'Europa, essendo l'unico ad avere una pluralità di sezioni per il calcio maschile ("Senior" e "Junior", ma anche "Amateurs" e "Welfarers"). È inoltre insolito che nell'epoca moderna un campionato non sia strutturato a piramide, rendendo di fatto impossibile per i club ai livelli inferiori di progredire verso quelli superiori e viceversa. Sebbene discussioni riguardo l'opportunità di importare un modello piramidale anche in Scozia siano andate avanti per decenni, la Scottish Football Association (Federazione calcistica della Scozia, SFA in sigla) non ha mai fatto nulla di concreto affinché ciò avvenisse. Le dimissioni del Gretna dalla Scottish Football League hanno però ridato slancio al dibattito, al punto da spingere Gordon Smith, presidente della SFA a riprendere l'argomento con i club.[1]

La situazione è anomala a tal punto che non è raro che una città o una contea abbiano diverse squadre in campionati diversi, ma che non potranno mai incontrarsi se non nelle coppe o nelle amichevoli. All'interno del calcio professionistico, il 7 maggio 2013 è arrivato il placet unanime delle squadre della Scottish Premier League alla reintroduzione di un unico corpo governativo per tutti i 42 club "senior", ad un nuovo modello di distribuzione dei soldi tra le società e alla possibilità di introdurre gli spareggi promozione-retrocessione tra i due maggiori campionati.[2]

Sistema attuale[modifica | modifica wikitesto]

Senior[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema attuale è in vigore dalla stagione 1998-1999. Per ogni divisione, nella seguente tabella sono inseriti il nome ufficiale e il numero di squadre che vi prendono parte.

Livelli

Divisioni

1

Scottish Premiership
12 club

2

Scottish Championship
10 club

3

Scottish League One
10 club

4

Scottish League Two
10 club

I campionati al di sotto del quarto livello sono classificati come "non-league football", il che significa che si collocano al di fuori della Scottish Professional Football League.[3] È stato proposto, ma non ancora attivato, un meccanismo di interscambio coi campionati regionali.

L'allora Scottish Premier League ha avuto 10 squadre fino al termine della stagione 1999-2000, dopo la quale il numero di squadre ammesse al massimo campionato è salito a 12. Ciò ha causato un effetto domino negli altri campionati che si concluse con l'ammissione dell'Elgin City e del Peterhead alla Scottish Third Division, portando il numero totale di squadre senior da 40 a 42. Questo avvenne sei anni dopo la precedente organizzazione, con la quale erano previste tre divisioni chiamate "Premier Division", "First Division" e "Second Division" che furono ridotte a 10 squadre per la creazione di una nuova "Third Division", anch'essa composta da 10 club.

La Scottish Lowland Football League, fondata nel 2013, è stata immediatamente posta allo stesso livello della Scottish Highland Football League. Queste due divisioni si spera che creino un quinto livello del campionato scozzese e che, a partire dalla stagione 2014-2015, i vincitori di entrambe si sfidino in un playoff il cui vincitore poi sfiderà la squadra che si classificherà al decimo posto in Scottish League Two. Al di sotto di questa struttura nazionale, ma completamente separati da essa e l'una dall'altra, vi sono le leghe regionali, ovvero la East of Scotland Football League e la South of Scotland Football League. Queste sono poste sotto l'egida della Scottish Football Association e la maggior parte delle squadre partecipa alla Scottish Cup, sebbene alcune non siano ammissibili.

Junior[modifica | modifica wikitesto]

Al di fuori della struttura nazionale vi è la Scottish Junior Football Association (in sigla SJFA). I club posti sotto la sua egida sono ben 160 (63 per le regioni occidentali, 63 per quelle orientali e 34 per quelle settentrionali) e, ad eccezione del Girvan che è l'unica squadra in Scozia ad essere membro sia della SFA che della SJFA, giocano separatamente dai campionati gestiti dalla Scottish Football Association, con i loro campionati e le loro coppe, la più importante delle quali è la Scottish Junior Cup. Il termine "junior" non è riferito all'età dei calciatori partecipanti, ma al livello dei campionati.

Amateurs[modifica | modifica wikitesto]

Livello ulteriormente separato da quelli superiori, la categoria "Amateurs" raccoglie oltre 1.000 squadre poste sotto l'egida della Scottish Amateur Football Association (in sigla SAFA), la quale afferma di contare ben 35.000 giocatori in 67 diverse leghe da lei organizzate - va ricordato però che un piccolo numero di queste sono in realtà competizioni di calcio a 5 e del cosiddetto Sunday League football, espressione che nel Regno Unito designa quei campionati di livello dilettantistico che si giocano di domenica invece che di sabato, come vorrebbe la tradizione britannica.

Tuttavia accade per le già citate anomalie della struttura calcistica scozzese che alcune ramificazioni della SAFA, come ad esempio la North Caledonian Football League, risultino associate con la Scottish Football Association, con tre squadre (Glasgow University, Burntisland Shipyard Amateur e Golspie Sutherland) che addirittura hanno il diritto di partecipare alla Scottish Cup.

Welfarers[modifica | modifica wikitesto]

Grossomodo in competizione con la SAFA c'è la Scottish Welfare Football Association (in sigla SWFA) che è davvero molto frammentata in centinaia di leghe locali. La SWFA fu fondata all'indomani della prima guerra mondiale, e presiede circa 500 squadre che giocano calcio invernale o estivo, prevalentemente nel nord del paese.

Criteri di ammissione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Coppe scozzesi[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le squadre della Scottish Premier League e della Scottish Football League sono direttamente ammessi alla Scottish Cup e alla Scottish League Cup, mentre la Scottish Challenge Cup è disputata solo dai club dell'ex SFL. In precedenza, però, esisteva la Scottish Qualifying Cup, competizione mediante la quale le squadre escluse sia dalla SPL che dalla SFL accedevano dopo sfide di andata e ritorno al primo turno della Scottish Cup; dal giugno 2007 tale competizione non esiste più e quindi le 36 squadre coinvolte accedono direttamente.[4]

Formula della Scottish League Cup[modifica | modifica wikitesto]

Primo round[modifica | modifica wikitesto]

32 teams (16 partite)

Secondo round[modifica | modifica wikitesto]

20 team (10 partite)

Terzo round[modifica | modifica wikitesto]

16 team (8 partite)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

8 team (4 partite)

  • 8 vincitori del terzo round
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

4 team (2 partite)

  • 4 vincitori dei quarti di finale
Finale[modifica | modifica wikitesto]

2 teams(1 partita)

  • 2 vincitori delle semifinali

Scottish Challenge Cup[modifica | modifica wikitesto]

Primo round[modifica | modifica wikitesto]
North & East region[modifica | modifica wikitesto]

16 team (8 partite)

South & West region[modifica | modifica wikitesto]

16 team (8 partite)

Secondo round[modifica | modifica wikitesto]

16 team (8 partite)

  • 8 vincitori del round "North & East region"
  • 8 vincitori del round "South & West region"
Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

8 team (4 livelli)

  • 8 vincitori del secondo round
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

4 team (2 livelli)

  • 4 vincitori dei quarti di finale
Finale[modifica | modifica wikitesto]

2 team (1 partita)

  • 2 vincitori delle seminfinali

Coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

In seguito agli scadenti risultati del calcio di club, oggigiorno solo i Campioni di Scozia si qualificano per la Champions League, mentre la seconda e la terza per l'Europa League, così come i vincitori della Scottish Cup; se i vincitori della Scottish Cup vincono il double, è la quarta classificata che ha diritto ad andare in Europa League.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Smith wants pyramid system in sportinglife.com, 4 giugno 2008. URL consultato il 4 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 2011-06-05).
  2. ^ (EN) SPL clubs agree league reform package for next season in BBC Sport, 7 maggio 2013. URL consultato il 7 maggio 2013.
  3. ^ (EN) SPFL: New Scottish league brands unveiled, BBC Sport, 24 luglio 2013. URL consultato il 24 luglio 2013.
  4. ^ (EN) Scottish Football Association The Scottish Cup 2007–08

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio