Brett Favre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brett Favre
Brett Favre at Florham Park 11-7-08 081107-N-2022D-033 crop.jpg
Favre nel 2008.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 101 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Ritirato
Ritirato 2010
Carriera
Giovanili
1987 - 1990 Border Southern Miss Golden Eagles
Squadre di club
1991 Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons
1992 - 2007 Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
2008 Stemma New York Jets New York Jets
2009 - 2010 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Palmarès
Super Bowl 1
MVP della NFL 3
Selezioni al Pro Bowl 11
All-Pro 6
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 30 maggio 2013

Brett Lorenzo Favre (Gulfport, 10 ottobre 1969) è un ex giocatore di football americano statunitense quarterback che trascorse la maggior parte della carriera coi Green Bay Packers della National Football League (NFL). Favre, considerato uno dei più grandi giocatori nella storia della NFL, è l'unico giocatore ad aver vinto 3 trofei di MVP consecutivi, ad aver battuto tutte le 32 squadre dell'NFL oltre a detenere diversi record personali in carriera per un quarterback. A livello di squadra ha guidato le sue formazioni a otto titoli di division (1995, 1996, 1997, 2002, 2003, 2004, 2007, 2009), a 5 finali della NFC (1995, 1996, 1997, 2007, 2009) e due apparizioni al Super Bowl (Super Bowl XXXI, Super Bowl XXXII), vincendone uno (il Super Bowl XXXI).

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Favre giocò con i Southern Mississippi Golden Eagles, squadra rappresentativa dell'università del Southern Mississippi.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Atlanta Falcons[modifica | modifica wikitesto]

Al Draft NFL 1991, Favre fu selezionato come 33ª scelta assoluta dagli Atlanta Falcons[1]. Nel suo unico anno con i Falcons, Favre si fece notare più per la sua passione per le feste e per i continui scontri con l'allenatore Jerry Glanville che per il suo gioco. Riguardo al suo rapporto con Glanville, rimane famoso l'episodio in cui Favre non si presentò per la foto di squadra poiché la sera prima l'aveva passata a festeggiare e gozzovigliare.

L'anno successivo venne ceduto ai Green Bay Packers in cambio della loro prima scelta al draft, in quello che sarà ricordato come uno degli errori più grandi della storia della NFL.

Green Bay Packers[modifica | modifica wikitesto]

Brett Favre con la maglia dei Packers.

Dal 20 settembre 1992, quando il quarterback titolare Don Majkowski si infortunò contro i Cincinnati Bengals, Favre iniziò come titolare ogni partita dei Packers fino al 2008, facendo registrare il record assoluto della NFL per partite consecutive iniziate da titolare. La cifra continuò a salire nonostante numerosi infortuni anche gravi, come quello subito nella stagione 2003 contro i Saint Louis Rams, dove si ruppe il pollice della mano destra (quella usata per lanciare); nonostante ciò portò i Packers ai playoff e con 32 passaggi da touchdown risultò primo nella classifica stagionale finale della NFL. Tuttavia, i numerosi infortuni gli procurarono una dipendenza da antidolorifici che curò nell'estate del 1996 trascorrendo 46 giorni in un centro di riabilitazione.

Stagioni 1995-1998: vittoria del Super Bowl e tre titoli di MVP[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un iniziale periodo di adattamento nel comprendere gli schemi dell'allenatore Mike Holmgren, Favre si impose come uno dei migliori quarterback della lega e, nel 1995, vinse il suo primo trofeo da MVP, portando i Packers fino alla finale della NFC, il miglior risultato dai tempi dello storico allenatore Vince Lombardi.

Nella stagione successiva, la prima dopo la riabilitazione, fu determinante nel far vivere ai Packers la loro miglior stagione degli ultimi 30 anni: dopo una regular season da 13 vittorie e 3 sconfitte (e secondo trofeo di MVP consecutivo), Favre portò la sua squadra al Super Bowl, giocatosi al Louisiana Superdome di New Orleans, non lontano da Kiln. I suoi due passaggi da touchdown da più di 50 yards e il suo touchdown personale su corsa furono determinanti per la vittoria per 35-21 sui New England Patriots.

Anche nella stagione 1997 Favre vinse il premio di MVP (insieme a Barry Sanders). I Packers dominarono la NFC e arrivarono al Super Bowl, dove dovettero arrendersi a John Elway e ai suoi Denver Broncos; quello fu uno dei momenti peggiori della carriera di Favre, tanto che pensò seriamente al ritiro nonostante avesse solo 28 anni.

Stagioni 2001-2006[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2001 firmò un contratto a vita con i Packers, diventando il primo giocatore di football a legarsi per sempre ad una squadra. Brett giocò la sua partita migliore il 22 dicembre 2003, il giorno dopo la morte di suo padre per infarto: contro gli Oakland Raiders lanciò 4 touchdown solo nei primi due quarti e con 399 yards complessive fu fondamentale nel 41-7 finale, che gli valse gli applausi dei tifosi dei Raiders, storicamente ostili verso tutti i giocatori di altre squadre.

Il 18 settembre 2005, Favre superò le 50.000 yards lanciate in carriera, traguardo raggiunto solo da Dan Marino e John Elway. Il 24 settembre 2006, Favre diventò il secondo giocatore nella storia della NFL a superare i 400 passaggi da touchdown in carriera (il primo fu Dan Marino]; la medesima azione gli ha consentì di diventare il giocatore con più passaggi completati da più di 75 yards di sempre.

Stagione 2007: l'anno dei record[modifica | modifica wikitesto]

Favre superò il record di passaggi da touchdown di Dan Marino il 30 settembre 2007, all'Hubert H. Humphrey Metrodome

All'inizio della stagione 2007, Favre polemizzò aspramente la dirigenza dei Packers per essersi lasciati battere facilmente dai New England Patriots nella trattativa per l'acquisizione del ricevitore Randy Moss; secondo alcune voci, il quarterback avrebbe anche chiesto di essere ceduto, ma lui stesso smentì pubblicamente questa notizia. Il 16 settembre 2007, con la vittoria dei Packers sui New York Giants, Favre ottenne la sua 149sima vittoria da quarterback titolare, battendo il record di John Elway.

Il 30 settembre 2007, durante la partita contro i Minnesota Vikings, Favre lanciò al ricevitore Greg Jennings il suo 421esimo passaggio da touchdown, superando Dan Marino e conquistando il primato di ogni tempo; subito dopo l'azione venne proiettato un messaggio registrato in cui l'ex quarterback dei Miami Dolphins si congratulava con il nuovo recordman di categoria.

Il 4 novembre 2007, battendo i Kansas City Chiefs, Favre divenne il terzo quarterback nella storia della NFL in grado di sconfiggere tutte e 31 le altre squadre della lega (prima di lui erano riusciti nell'impresa Tom Brady e Peyton Manning). Il 22 novembre 2007, nella partita del Giorno del Ringraziamento, i Packers sconfissero 37-26 i Detroit Lions: Favre mise a referto la sua 63sima partita con almeno 3 passaggi da touchdown, battendo l'ennesimo record di Dan Marino.

Prima della partita di playoff contro i Seattle Seahawks, Favre dichiarò che gli sarebbe piaciuto continuare a giocare anche nella stagione 2008, confortato dalle buone prestazioni dei suoi Packers (13 vittorie e 3 sconfitte in regular season, primo posto nella NFC North e secondo assoluto nella NFC). I sogni di raggiungere nuovamente il Super Bowl di Favre si interruppero il 12 gennaio 2008: nella finale della NFC contro i New York Giants, Favre si fece intercettare un passaggio dal cornerback Corey Webster e da quell'azione partì il drive che si concluse con il field goal da 47 yards di Lawrence Tynes che diede la vittoria dei newyorkesi.

Nel marzo 2008 Favre annunciò il ritiro dall'attività agonistica, salvo tornare sui suoi passi e chiedere di essere reintegrato nella rosa dei Packers che nel frattempo avevano promosso al ruolo di titolare la sua riserva, Aaron Rodgers. I Packers avrebbero offerto 25 milioni di dollari per convincerlo a ritirarsi definitivamente[2]. Il 7 agosto 2008 Favre lasciò i Packers dopo 16 anni, andando a giocare per i New York Jets, con una contropartita che dipendeva dalle prestazioni di Favre e della squadra dei Jets. Alla fine ai Packers andò la terza scelta del Draft NFL 2009.

New York Jets[modifica | modifica wikitesto]

Favre con la maglia dei Jets.

Dopo trattative con Tampa Bay Buccaneers e New York Jets, i Packers scambiarono Favre coi Jets il 7 agosto 2008, in cambio di una scelta da definire del Draft NFL 2009 in base alle prestazioni. La stagione di Favre coi Jets partì bene: nella settimana quattro della stagione 2008 lanciò sei touchdown contro gli Arizona Cardinals, un primato personale e uno in meno del record NFL, venendo premiato come quarterback della settimana. Alla settimana 12, i Jets avevano un record di 8-3, inclusa una vittoria contro i precedentemente imbattuti Tennessee Titans. La squadra perse però 4 delle ultime 5 gare della stagione, inclusa l'ultima contro i Miami Dolphins, che avevano acquisito Chad Pennington dopo che questi era stato svincolato dai Jets per fare spazio a Favre. In quelle cinque gare, Favre lanciò otto intercetti e solo due passaggi da touchdown, portandosi a 22 TD e 22 intercetti in stagione. Favre in quel periodo ebbe dei problemi a una spalla e una radiografia effettuata il 29 dicembre 2008 evidenziò la rottura del tendine del bicipite della sua spalla destra. L'11 febbraio 2009, Favre informò i Jets della decisione di ritirarsi dopo 18 stagioni. Le sue prestazioni rimasero di proprietà dei Jets fino al 29 aprile 2009, quando la squadra lo rilasciò. A maggio 2009 fu ufficialmente nelle lista dei ritirati dei Jets. Nel settembre 2009, Favre fece ancora fare notizia ai Jets, quando la NFL venne a conoscenza del fatto che i Jets temevano si fosse infortunato nella settimana 11 della stagione precedente, multando la squadra per non aver messo a conoscenza la lega dell'infortunio.

Minnesota Vikings[modifica | modifica wikitesto]

Favre con la maglia dei Minnesota Vikings

Dopo mesi di trattative, Favre decise di tornare ai giocare con i Minnesota Vikings, coi quali firmò un contratto di due anni (per un compenso di 35 milioni di dollari) in data 18 agosto 2009[3]. Nella stagione 2009 stabilì nuovi primati quando superò l'ex defensive end dei Vikings Jim Marshall per partenze da titolare consecutive nello stesso ruolo con 291, divenne il primo quarterback della storia della NFL a a battere tutte le altre 32 franchigie da quando la lega raggiunse quella cifra nel 2002[4] e superò il record di Dan Marino per partite con 4 touchdown passati, venendo convocato per l'undicesimo Pro Bowl in carriera[5]. I Vikings terminarono con un record di 12-4 giungendo fino alla finale della NFC, perdendo solamente ai supplementari contro i futuri vincitori del Super Bowl, i New Orleans Saints[6]. Malgrado la sconfitta, Favre stabilì i record dei playoff per yard passate e passaggio completati, precedentemente detenuto da Joe Montana[7].

Martedì 3 agosto 2010, NBC Sports confermò che Favre avrebbe fatto ritorno ai Minnesota Vikings, in quella che sarebbe stata l'ultima stagione[8]. Il 17 agosto venne data la conferma ufficiale del suo ritorno con la squadra[9]. Quella stagione, Brett Favre tagliò due nuovi traguardo personali. Lanciò il suo passaggio da touchdown numero 500 e superò le 70.000 yard passate contro i New York Jets[10]. Il 7 novembre 2010, in una gara contro gli Arizona Cardinals, Favre lanciò un primato in carriera di 446 yards guidando i Vikings alla rimonta dopo uno svantaggio di 14 punti e alla vittoria nei supplementari[11]. Il 5 dicembre 2010, in una gara contro i Buffalo Bills, Favre fu colpito dal linebacker dei linebacker dei Bills Arthur Moats mentre stava lanciando un passaggio, causandogli un infortunio alla spalla destra. Favre saltò il resto della gara venendo sostituito da Tarvaris Jackson che guidò i Vikings alla vittoria malgrado avesse lanciato tre intercetti.

Il 1º dicembre 2010, a causa dell'infortunio alla spalla, Brett Favre fu classificato come inattivo per la gara contro i New York Giants, concludendo la sua striscia di partenze consecutive come titolare a 297. Il 20 dicembre 2010 durante una gara contro i Chicago Bears, Favre subì una commozione cerebrale dopo aver subito un sack da parte del defensive end dei Bears Corey Wootton. Quella fu la sua ultima partita nella NFL.

Il 2 gennaio 2011, Favre non poté giocare nell'ultima gara della stagione contro i Detroit Lions poiché non aveva superato i test fisici imposti dalla lega. In una conferenza stampa subito dopo il termine della partita, Favre annunciò il suo ritiro dal football professionistico.

Ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 gennaio 2011 Favre ha ufficialmente presentato la documentazione per il suo ritiro da giocatore.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Green Bay Packers: Vincitore del Super Bowl XXXI
Green Bay Packers: 1996, 1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1995, 1996, 1997 (ex aequo con Barry Sanders)
1995
1992, 1993, 1995, 1996, 1997, 2001, 2002, 2003, 2007, 2008, 2009
1995, 1996, 1997
2001, 2002 e 2007
  • Miglior giocatore offensivo dell'anno della NFC: 5
1995, 1996, 1997, 2002, 2007
2007
16ª settimana della stagione 2003, 10ª e 16ª settimana della stagione 2004, 5ª e 7ª settimana della stagione 2005, 3ª, 10ª e 17ª settimana della stagione 2006, 3ª, 4ª, 8ª, 10ª e 12ª settimana della stagione 2007, 4ª settimana della stagione 2008, 4ª, 8ª, 10ª, 11ª e 17ª settimana della stagione 2009 e la 9ª settimana della stagione 2010
9ª settimana della stagione 2010
1995, 1996

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regolare Passaggi Corse
ANNO SQUADRA P PT COMP TEN %COMP YARD TD INT MAX 20+ 40+ SK SKY Y/T Y/G TD% INT% RAT v P TEN YARD MEDIA TD MAX
1991 ATL 2 0 0 4 0.0 0 0 2 0 0 1 11 0.0 0.0 0.0 50.0 0.0 0 0 0 0 0.0 0 0 0
1992 GB 15 13 302 471 64.1 3,227 18 13 76T 30 9 34 208 6.9 215.1 3.8 2.8 85.3 8 5 47 198 4.2 1 19 11
1993 GB 16 16 318 522 60.9 3,303 19 24 66T 37 5 30 199 6.3 206.4 3.6 4.6 72.2 9 7 58 216 3.7 1 27 13
1994 GB 16 16 363 582 62.4 3,882 33 14 49 44 4 31 188 6.7 242.6 5.7 2.4 90.7 9 7 42 202 4.8 2 36T 14
1995 GB 16 16 359 570 63.0 4,413 38 13 99T 59 5 33 217 7.7 275.8 6.7 2.3 99.5 11 5 39 181 4.6 3 40 17
1996 GB 16 16 325 543 59.9 3,899 39 13 80T 49 11 40 241 7.2 243.7 7.2 2.4 95.8 13 3 49 136 2.8 2 23 18
1997 GB 16 16 304 513 59.3 3,867 35 16 74 61 9 25 176 7.5 241.7 6.8 3.1 92.6 13 3 58 187 3.2 1 16 16
1998 GB 16 16 347 551 63.0 4,212 31 23 84T 47 9 38 223 7.6 263.2 5.6 4.2 87.8 11 5 40 133 3.3 1 35 13
1999 GB 16 16 341 595 57.3 4,091 22 23 74T 52 11 35 223 6.9 255.7 3.7 3.9 74.7 8 8 28 142 5.1 0 20 11
2000 GB 16 16 338 580 58.3 3,812 20 16 67T 41 7 33 236 6.6 238.2 3.4 2.8 78.0 9 7 27 108 4.0 0 18 7
2001 GB 16 16 314 510 61.6 3,921 32 15 67T 53 13 22 151 7.7 245.1 6.3 2.9 94.1 12 4 38 56 1.5 1 14 5
2002 GB 16 16 341 551 61.9 3,658 27 16 85T 39 7 26 188 6.6 228.6 4.9 2.9 85.6 12 4 25 73 2.9 0 17 6
2003 GB 16 16 308 471 65.4 3,361 32 21 66T 42 7 19 137 7.1 210.1 6.8 4.5 90.4 10 6 18 15 0.8 0 7 3
2004 GB 16 16 346 540 64.1 4,088 30 17 79T 50 12 12 93 7.6 255.5 5.6 3.1 92.4 10 6 16 36 2.3 0 17 2
2005 GB 16 16 372 607 61.3 3,881 20 29 59 40 7 24 170 6.4 242.6 3.3 4.8 70.9 4 12 18 62 3.4 0 20 4
2006 GB 16 16 343 613 56.0 3,885 18 18 82T 49 8 21 134 6.3 242.8 2.9 2.9 72.7 8 8 23 29 1.3 1 14 4
2007 GB 16 16 356 535 66.5 4,155 28 15 82T 49 16 15 93 7.8 259.7 5.2 2.8 95.7 13 3 29 12 0.4 0 21 3
2008 NYJ 16 16 343 522 65.7 3,472 22 22 56T 40 7 30 213 6.7 217.0 4.2 4.2 81.0 9 7 21 43 2.0 1 27 4
2009 MIN 16 16 363 531 68.4 4,202 33 7 63 48 11 34 247 7.9 259.1 5.8 1.4 107.2 12 4 9 7 0.8 0 4 1
2010 MIN 13 13 217 358 60.6 2,509 11 19 53T 38 1 22 139 7.0 193.0 3.1 5.3 69.9 5 8 17 8 0.5 0 10 1
20 Totale 302 298 6,300 10,169 62.0 71,838 508 336 99 872 161 525 3,487 7.1 237.9 5.0 3.3 86.0 186 112 602 1,844 3.1 14 40 153

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1991 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato l'11 gennaio 2013.
  2. ^ (EN) Would You Say No to 25 Million Dollars? Well Brett Favre Did..., 4 agosto 2008
  3. ^ (EN) "Vikings Sign Brett Favre".
  4. ^ (EN) Green Bay Packers vs. Minnesota Vikings – Recap –, ESPN, 5 ottobre 2009. URL consultato il 22 giugno 2013.
  5. ^ (EN) 2010 Pro Bowl Rosters, NFL.com, 2009. URL consultato il 22 giugno 2013.
  6. ^ (EN) Saints edge Vikings to reach first Super Bowl, Reuters, 24 gennaio 2010. URL consultato il 22 giugno 2013.
  7. ^ (EN) Favre left limping away from another title game loss; future unclear, NFL.com, 25 gennaio 2010. URL consultato il 22 giugno 2013.
  8. ^ (EN) Report: Favre to confirm return Tuesday night, NBC Sports, 3 agosto 2010. URL consultato il 22 giugno 2013.
  9. ^ (EN) Favre faces age-old questions, Yahoo Sports, 17 agosto 2010. URL consultato il 22 giugno 2013.
  10. ^ (EN) Favre throws TD No. 500 / Favre hits 70,000 yards, NFL.com, 11 ottobre 2010. URL consultato il 22 giugno 2013.
  11. ^ (EN) Favre's career-high 446 yards rally Vikes to OT win, CBS Sports, 7 novembre 2011. URL consultato il 22 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 23867858