Larry Wilson (giocatore di football americano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Larry Wilson
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 86 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Free safety
Ritirato 1972
Hall of Fame Pro Football Hall of Fame (1978)
Carriera
Giovanili
Stemma Utah Utes Utah Utes
Squadre di club
1960 - 1972 Stemma St. Louis Cardinals St. Louis Cardinals
Statistiche aggiornate al 21 aprile 2013

Larry Frank Wilson (Rigby, 24 marzo 1938) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di free safety per tutta la carriera con i St. Louis Cardinals della National Football League (NFL). Al college ha giocato a football all’Università dello Utah. È stato indotto nella Pro Football Hall of Fame nel 1978.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Malgrado la sua abilità, Wilson non fu scelto che nell'ottavo giro del Draft NFL 1960 dai Chicago Cardinals[1]. Il draft si tenne nel novembre del 1959 e la franchigia si trasferì a St. Louis prima dell'inizio della stagione 1960. In origine un cornerback, Wilson fu spostato nel ruolo di free safety, con cui trovò posto nella squadra.

Il tipo di difesa chiamato oggi "wildcat" (il soprannome di Wilson), nacque dall'impiego proprio di una free safety utilizzata nel portare pressione sul quarterback, una novità assoluta all'epoca.

Wilson fu inserito otto volte nella formazione ideale della stagione All-Pro e fu convocato per altrettanti Pro Bowl. Nel corso della stagione 1966 egli mise a segno almeno un intercetto per sette gare consecutive, terminando con 10 totali, il massimo della lega. La sua carriera terminò con 52 intercetti (tuttora il primato della franchigia dei Cardinals) ritornati per 800 yard e 5 touchdown.

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 169
Intercetti 52

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Pro Football Draft History: 1960, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 29 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]