Terrell Owens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terrell Owens
Terrell Owens.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 102 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Wide receiver
Squadra Free agent
Carriera
Giovanili
Chattanooga
Squadre di club
1996 - 2003 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers
2004 - 2005 Stemma Philadelphia Eagles Philadelphia Eagles
2006 - 2008 Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
2009 Stemma Buffalo Bills Buffalo Bills
2010 Stemma Cincinnati Bengals Cincinnati Bengals
2012 Allen Wranglers Allen Wranglers (IFL)
2012* Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks *solo pre-stagione
Statistiche aggiornate al 26/08/2012

Terrell Eldorado Owens (Alexander City, 7 dicembre 1973) è un giocatore di football americano, di nazionalità statunitense, che gioca nel ruolo di wide receiver ed attualmente è un free agent. Fu scelto nel corso del terzo giro (89°assoluto) del Draft NFL 1996 dai San Francisco 49ers. Al college ha giocato a football all'Università di Chattanooga.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

San Francisco 49ers[modifica | modifica sorgente]

Al draft NFL 1996 è stato selezionato come 89a scelta dai San Francisco 49ers[1]. Ha debuttato nella NFL il 1º settembre 1996 contro i New Orleans Saints. Già nella stagione successiva è diventato titolare contribuendo a far vincere ai 49ers ben 13 partite nonostante la perdita di Jerry Rice per infortunio.

Nella primavera del 2004 una gigantesca incomprensione tra Owens, il suo agente, i 49ers, i Baltimore Ravens, squadra alla quale era destinato, e i Philadelphia Eagles, squadra con la quale il giocatore si era accordato verbalmente, creò una vera e propria telenovela che si è conclusa con il suo passaggio agli Eagles.

Philadelphia Eagles[modifica | modifica sorgente]

Owens (81) con gli Eagles mentre parla con l'allenatore

La sua stagione a Philadelphia fu strepitosa fino al 19 dicembre 2004, nella partita contro i Dallas Cowboys si slogò la caviglia rompendosi anche il perone; nonostante l'infortunio grave che lo avrebbe dovuto tenere fuori per tutta la stagione, quando gli Eagles arrivarono al Super Bowl Owens prima della partita annunciò che avrebbe giocato anche contro il parere dei medici. Giocò una buona partita, con 9 ricezioni e 122 yard, ma gli Eagles persero 24-21 contro i New England Patriots. Dopo la partita, la sua dichiarazione secondo la quale se Brett Favre fosse stato al suo posto sarebbe stato osannato invece che criticato, suscitò molte polemiche tra i giornalisti. In quella stagione T.O. fu criticato per dei festeggiamenti un po' troppo sopra le righe: prima andando a pestare lo stellone dei Cowboys a Dallas, poi per aver imitato il corvo nei confronti del linebacker dei Ravens Ray Lewis. Nello stesso anno, suscita grandi polemiche uno spot per il Monday Night Football contro i Cowboys: in esso, Owens si fa implorare dalla sua "ragazza" (interpretata da Nicollette Sheridan) di non giocare la partita, ed ella lo "convince" mostrandosi interamente nuda.

La stagione 2005 iniziò subito con il piede sbagliato: Owens dopo aver ingaggiato come agente Drew Rosenhaus, noto per la sua aggressività, annunciò di voler ridiscutere il suo contratto. Inoltre, in un'intervista, dichiarò che non era stato lui ad aver giocato il Super Bowl non al massimo delle sue possibilità, riferendosi inequivocabilmente, anche se non esplicitamente, al suo quarterback Donovan McNabb; questi non la prese affatto bene e criticò aspramente il suo compagno di squadra. A questo va aggiunto che gli Eagles negarono a Owens il permesso di giocare la Summer League di basket con i Sacramento Kings e che, durante il ritiro estivo, un acceso diverbio con l'allenatore Andy Reid gli costò due settimane di sospensione. A stagione iniziata le cose andarono peggiorando: prima della partita contro i Dallas Cowboys, probabilmente la squadra più odiata dai tifosi degli Eagles, Owens dichiarò che se potesse tornare al 2004 non avrebbe firmato per Philadelphia e dopo il match perso malamente si imbarcò sull'aereo indossando la maglietta di Michael Irvin, storico giocatore dei Cowboys; nonostante fosse noto che Owens e Irvin fossero buoni amici, ai tifosi degli Eagles la cosa sembrò un gravissimo affronto. Le controversie seguirono quando in un'intervista prima della partita contro i Denver Broncos si lamentò di non ricevere abbastanza palloni, nonostante in quel momento fosse il giocatore con più ricezioni nella lega. La goccia che fece traboccare il vaso fu l'intervista lasciata alla ESPN il 3 novembre 2005, nella quale Owens sostenne che se il quarterback degli Eagles fosse Brett Favre e non Donovan McNabb la squadra sarebbe imbattuta (in quel periodo gli Eagles navigavano in pessime acque) e criticò la società per non aver celebrato il suo centesimo touchdown; due giorni dopo gli Eagles lo sospesero per quattro partite, la massima punizione consentita dalla NFL per condotta scorretta nei confronti della squadra. Il giorno dopo la ESPN rese noto che Owens era venuto alle mani durante un litigio con Hugh Douglas, suo ex compagno di squadra ora dirigente, cosa che spinse un commentatore della rete sportiva a definirlo un "idiota egoista".

Finita la squalifica, gli Eagles misero Owens fuori rosa e a nulla valse la conferenza stampa nella quale si scusò con tutti, soprattutto con McNabb. L'ennesima intervista controversa avvenne il 16 dicembre 2005, nella quale Owens accusò i suoi compagni di squadra di non aver voluto che prendesse parte al Super Bowl dell'anno precedente, mancandogli di rispetto per il duro lavoro da lui sostenuto per giocare quella partita, dichiarò di sentirsi usato dagli Eagles e di essersi sempre chiesto perché i media lo criticassero per le sue esultanze dopo un touchdown quando il trattamento opposto era riservato a quelle di Chad Johnson dei Cincinnati Bengals. Il 14 marzo 2006 gli Eagles rescissero il suo contratto lasciandolo diventare un free agent.

Dallas Cowboys[modifica | modifica sorgente]

Il 18 marzo 2006 accettò l'offerta di contratto dei Dallas Cowboys.

Neanche a Dallas Owens ha smise di far parlare di sé: il 17 settembre 2006, durante la partita contro i Washington Redskins, riportò una microfrattura ad una falange e fu costretto ad abbandonare la partita. In seguito, emerse che, per guarire dall'infortunio, Owens avrebbe dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico che lo avrebbe tenuto lontano dal campo da due a quattro settimane: il 27 settembre 2006 Owens ingerì intenzionalmente una dose di antidolorifico molto maggiore di quella prescritta, in quello che ufficialmente è considerato un incidente dovuto ad una reazione allergica, ma che da molti, vista la volontarietà del gesto e le circostanze poco chiare, è stato visto come un tentativo di suicidio.

Il 4 marzo 2009 fu tagliato dai Dallas Cowboys.

Buffalo Bills[modifica | modifica sorgente]

Il 7 marzo 2009, Owens firmò un contratto annuale con i Buffalo Bills indossando sempre il numero 81. Coi Bills giocò come titolare tutte le 16 gare della stagione regolare totalizzando 829 yard su ricezione e 5 touchdown.

Cincinnati Bengals[modifica | modifica sorgente]

Il 27 luglio 2010, T.O. firmò un altro contratto annuale, questa volta con i Cincinnati Bengals, del valore circa 2 milioni di dollari (più altri 2 milioni in possibili premi e bonus), mantenendo il proprio numero di maglia. Dopo una stagione in cui guidò la squadra con quasi mille yard su ricezione e 9 touchdown, il 21 dicembre 2010 venne inserito in lista infortunati per un problema al ginocchio saltando così le ultime due partite della stagione regolare. Malgrado le ottime cifre fatte registrare, i Bengals optarono per non rifirmare Owens per la stagione successiva[2].

Allen Wranglers (IFL)[modifica | modifica sorgente]

Il 2 novembre 2011, gli Allen Wranglers della Indoor Football League annunciarono di aver raggiunto un accordo con Owens per la stagione 2012[3]. Il 18 gennaio 2012, Owens annunciò via Twitter annunciò ufficialmente di aver accettato l'offerta dei Wrangles[4]. Nel suo debutto con gli Allen Wranglers, Owens ricevette tre passaggi per 53 yard e 3 touchdown nella vittoria sui Wichita Wild 50-30. In 8 partite giocate in stagione, Owens terminò con 35 ricezioni per 420 yard e 10 touchdown.

Il 29 maggio 2012, Owens fu rilasciato.

Seattle Seahawks[modifica | modifica sorgente]

Dopo due stagioni di assenza dai campi NFL e all'età di 38 anni, Owens firmò un contratto annuale del valore di 900.000 dollari coi Seattle Seahawks[5]. Coi Seahawks, Owens passò dallo storico numero 81, indossato a Seattle da Golden Tate, al numero 84[6]. A Seattle, T.O. disputò due partite di pre-stagione, nella prima delle quali non ricevette alcuno dei 5 passaggi tentati dal quarterback Matt Flynn verso la sua direzione. Il 26 agosto 2012, Owens fu tagliato dai Seahawks[7][8].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Stagione regolare

Nota: I tackle non venivano registrati come statistiche fino alla stagione 2000 compresa.

Legenda: PG=Partite giocate PT=Partite da titolare R=Ricezioni YR=Yard su ricezione TR=Touchdown su ricezione RF=Fumble su ricezione C=Corse YC=Yard su corse TC=Touchdown su corse FC=Fumble su corse KR=Kick off ritornati TK=Touchdown su kick off YK=Yard su kick off FK=Fumble su kick off TT=Tackle T=Tackle TA=Tackle assistito D=Deviazioni difensive FS=Fumble subiti FP=Fumble persi FF=Fumble forzati FR=Fumble recuperati YF=Yard su fumble recuperati FT=Fumble terminati fuori dal campo di gioco.

Stagione Squadra PG PT R YR TR RF C YC TC FC KR TK YK FK TT T TA D FS FP FF FR YF FT
1996 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 16 10 35 520 4 1 0 0 0 0 3 47 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0
1997 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 16 15 60 936 8 1 0 0 0 0 2 31 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0
1998 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 16 10 67 1.097 14 1 4 53 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 1 13 0
1999 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 14 14 60 754 4 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0
2000 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 14 13 97 1.451 13 2 3 11 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 3 2 0 0 0 0
2001 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 16 16 93 1.412 16 0 4 21 0 0 0 0 0 0 4 3 1 0 0 0 1 0 0 0
2002 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 14 14 100 1.300 13 7 79 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
2003 Stemma San Francisco 49ers S. Francisco 49ers 15 15 80 1.102 9 0 3 -2 0 0 0 0 0 0 2 2 0 0 0 0 0 0 0 0
2004 Stemma Philadelphia Eagles Philadelphia Eagles 14 14 77 1.200 14 2 3 -5 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0
2005 Stemma Philadelphia Eagles Philadelphia Eagles 7 7 47 763 6 0 1 2 0 0 0 0 0 0 2 2 0 0 0 0 0 0 0 0
2006 Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys 16 15 85 1.180 13 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 3 0 0 0 0 0 0 0 0
2007 Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys 16 15 81 1.355 15 0 1 5 0 0 0 0 0 0 3 3 0 1 0 0 0 0 0 0
2008 Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys 16 16 69 1.052 10 1 7 33 0 0 0 0 0 0 3 3 0 0 1 1 0 0 0 0
2009 Stemma Buffalo Bills Buffalo Bills 16 16 55 829 5 1 6 54 1 0 0 0 0 0 2 2 0 0 1 0 0 0 0 1
2010 Stemma Cincinnati Bengals Cincinnati Bengals 14 11 72 983 9 0 0 0 0 0 0 0 0 0 4 4 0 0 0 0 0 0 0 0

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

(6) Pro Bowl (2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2007)

(5) First-Team All-Pro (2000, 2001, 2002, 2004, 2007)

Formazione ideale della NFL degli anni 2000

Unico giocatore della NFL ad aver realizzato un touchdown contro tutte le 32 squadre della lega

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 217
Partite totali da titolare 201
Yard su ricezione 16.074
Touchdown su ricezione 157

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 1996 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  2. ^ (EN) With Ocho Gone Bengals Receivers Are Very Green As a Group.
  3. ^ (EN) "Allen Wranglers Extend Offer To Terrell Owens".
  4. ^ (EN) "Terrell Owens to join Allen Wranglers".
  5. ^ (EN) "Terrell Owens, Seattle Seahawks agree on contract".
  6. ^ (EN) Terrell Owens: Actions above words with Seahawks.
  7. ^ (EN) Terrell Owens cut; This is probably the end of the line, NFL.com, 26 agosto 2012. URL consultato il 26 agosto 2012.
  8. ^ (EN) Seahawks Reduce Roster Size, Seahawks.com, 27 agosto 2012. URL consultato il 27 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 75713837