Mick Tingelhoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mick Tingelhoff
Dati biografici
Nome Henry Michael "Mick" Tingelhoff
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 107 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Ritirato 1978
Carriera
Giovanili
1959 - 1961 Stemma Nebraska Cornhuskers Nebraska Cornhuskers
Squadre di club
1962 - 1978 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Palmarès
Campione NFL 1
Selezioni al Pro Bowl 6
All-Pro 7
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 15 febbraio 2014

Henry Michael "Mick" Tingelhoff (Lexington, 19 novembre 1940) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di centro per i Minnesota Vikings della National Football League (NFL). Non selezionato nell'ambito del Draft NFL 1962, fu in seguito ingaggiato dai Vikings come undrafted free agent. Tingelhoff aveva in precedenza giocato a football presso l'Università del Nebraska a Lincoln.

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato l'istituto superiore, la Lexington High School, della sua città presso il quale fu nel 1957 centro All-American, All-State ed All-Conference come senior, Tingelhoff decise di giocare per i Nebraska Cornhuskers, la squadra di football dell'Università del Nebraska a Lincoln, i quali a suo dire furono quelli più interessati ad assicurarsi le sue prestazioni[1]. Dopo esser stato redshirt nel 1958 (non poteva disputare incontri ufficiali ma solo allenarsi durante la settimana), entrò a far parte del roster attivo l'anno seguente, nel quale Nebraska riuscì a porre fine alla storica striscia di 74 vittorie consecutive degli Oklahoma Sooners (Tingelhoff ancora conserva un pezzo delle porte abbattute dagli 'Huskers al termine della partita)[2], rimanendo sino al 1960 riserva del centro titolare, il capitano Don Fricke tornato tornato a ricoprire tale ruolo dopo esser stato fullback nel 1958. Nell'ultimo anno in Nebraska Tingelhoff fu co-capitano della sua squadra, guadagnando finalmente il posto da titolare nella sua squadra che con lui in campo raggiunse quota 205,5 yard in media a partita in total offense, migliore risultato dell'ateneo dal 1956[3]. Il triennio 1959-61 fu comunque molto complicato per Nebraska che arrivò ad accumulare appena 11 vittorie, mancando di conseguenza in ciascuno di essi l'accesso ai Bowl di fine stagione[4]. Tingelhoff dal canto suo riuscì comunque a prendersi la soddisfazione di essere convocato al termine della stagione 1961 a due importanti All-Star game universitari, il Senior Bowl (equivalente universitario del professionistico Pro Bowl) e all'All American Bowl nonostante non fosse stato eletto né All-American né All-Conference. Per i suoi meriti sportivi nel 1980 fu indotto nella Hall of Fame dell'Università del Nebraska, stesso riconoscimento conferitogli nel medesimo anno dalla Nebraska High School Hall of Fame.

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Convocazione al Senior Bowl (1961)
  • Convocazione all'All-American Bowl (1961)
  • Nebraska Football Hall of Fame (Classe del 1980)
  • Nebraska High School Hall of Fame (Classe del 1980)

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo non esser stato scelto durante il Draft NFL 1962, Tingelhoff firmò come undrafted free agent con i Vikings un contratto come centro debuttando nel secondo match di pre-stagione: da quel momento non saltò più neanche una partita giocando un totale di 240 partite in carriera, prendendo parte ad ognuna di esse dall'inizio. Tingelhoff rese la offensive line dei Vikings molto solida e ben equilibrata spianando la strada sia ai lanci del quarterback Fran Tarkenton sia alle corse del runningback Chuck Foreman. Risultato di ciò fu il conseguimento da parte dei Vikings del titolo NFL 1969 e del raggiungimento di 4 finali di Super Bowl a cavallo tra il 1969 e il 1976, tutte purtroppo per Minnesota perse. Tingelhoff fu uno dei 10 Vikings a giocare tutte e quattro le finali. Al momento del suo ritiro, avvenuto nel 1978, Tingelhoff era il 2º giocatore di tutti i tempi per match consecutivi disputati in NFL, mentre a tutt'oggi occupa la settima piazza in questa speciale classifica, a pari merito con Ryan Longwell, Ronde Barber e London Fletcher.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Minnesota Vikings: 1969
Minnesota Vikings: 1973, 1974, 1976

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1964, 1965, 1966, 1967, 1968, 1969
1964, 1965, 1966, 1967, 1968, 1969, 1970
  • First-team All-Conference: 6
1964, 1965, 1966, 1967, 1968, 1970
  • 1000 Yard Club Offensive Lineman dell'anno: 1
1969

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 240
Partite da titolare 240
Fumble recuperati 13

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Where Are They Now: Mick Tingelhoff, NationalFootballPost.com. URL consultato il 27 novembre 2013.
  2. ^ (EN) The Nebraska 100: Our Greatest Athletes - 23. Mick Tingelhoff, The World-Herald. URL consultato il 27 novembre 2013.
  3. ^ (EN) Mick Tingelhoff Named 2011 Recipient of the President Gerald R. Ford Legends Award, RimingtonTrophy.com. URL consultato il 27 novembre 2013.
  4. ^ (EN) Keith Mann, Jeff Griesch, Shamus McKnight, Matt Smith, Jeremy Foote, 2013 Nebraska Football Media Guide, University of Nebraska Printing Services, 2013, p. 176.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]