Ernie Davis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernie Davis
Ernie Davis' statue.JPG
La statua di Davis a Elmira.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 96 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Running back
Carriera
Giovanili
Stemma Syracuse Orange Syracuse Orange
Squadre di club
pre-stagione 1962 Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
Statistiche aggiornate al 23 aprile 2013

Ernest Davis detto Ernie (New Salem, 14 dicembre 1939Cleveland, 18 maggio 1963) è stato un giocatore di football americano statunitense, sport nel quale ricopriva il ruolo di runningback. Fu il primo giocatore afro-americano a vincere l'Heisman Trophy, il più prestigioso premio a livello collegiale[1].

Nato in Pennsylvania, all'eta di 12 anni, dopo la prematura scomparsa del padre, si trasferì con la madre ed il suo nuovo compagno ad Elmira, nello stato di New York.

Dopo diverse esperienze con il basket, decise, una volta approdato alla high school, di cimentarsi con il football americano, ottenendo peraltro discreti successi, come giocatore liceale, anche nel baseball.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della sua carriera scolastica scelse l'Università di Syracuse, diventando rapidamente leader indiscusso di una formazione che riuscì nell'impresa di vincere due importantissimi Bowl (finali di campionato universitario, dove si accede su invito della NCAA in base ai risultati sportivi conseguiti durante l'anno).

Nel 1960 gli Orangemen di Syracuse, vinsero il Cotton Bowl 23 a 14 contro i temibili Longhorns della locale Università del Texas, e l'anno successivo (1961), il Liberty Bowl contro gli Hurricanes dell'Università di Miami per 14 a 13. In ambedue gli incontri Davis fu eletto miglior giocatore della partita. Proprio alla partita di Dallas si fa risalire la nascita del soprannome di Ernie. Fu un giornalista dell'Elmira star-gazzette Al Mallett, a coniare per lui il nick-name The Elmira Express (il treno di Elmira), sintesi perfetta della straordinaria potenza e dell'incredibile velocità del giovane RB. Altra curiosità è legata al suo numero di maglia da atleta universitario, il 44. Tale numero fu appuntato sulle spalle di un'altra leggenda degli Orangeman e dei Browns, Jim Brown (leggenda del football, ed attore ne Quella sporca dozzina) Nel 1962, al termine della sua carriera universitaria, vinse l'Heisman Trophy, premio riservato al miglior giocatore universitario di football. Fu il primo giocatore afro-americano a fregiarsi di tale riconoscimento e lo stesso Presidente John F. Kennedy chiese di poterlo incontrare mentre si trovava a New York per ritirare il premio[2].

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore di Syracuse era stato scelto con la prima chiamata assoluta del Draft NFL 1962[3], dai Washington Redskins, che in seguito avevano scambiato la scelta con i Cleveland Browns. Il giocatore, date anche le sue rare potenzialità tecniche, firmò il più ricco contratto mai sottoscritto all'epoca da un giocatore al debutto.

La prematura scomparsa[modifica | modifica wikitesto]

Purtroppo, non poté godersi il successo che stava maturando, infatti durante le visite mediche precedenti al training camp (sorta di ritiro pre-campionato),i medici gli riscontrarono una gravissima forma di leucemia che lo uccise a soli 23 anni, il 18 maggio 1963.

In sua memoria[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Heisman Winners, heisman.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Wyche, Steve, "Ernie Davis' legacy lives on long after his death".
  3. ^ (EN) Pro Football Draft History: 1962, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 13 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 55513033