National Football League 1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione NFL 1978
Logo NFL
Stagione regolare
Sport American football pictogram.svg Football americano
Competizione National Football League
Edizione 59ª
Inizio 2 settembre 1978
Fine 18 dicembre 1978
Play-off
Inizio 24 dicembre 1978
Campione AFC Pittsburgh Steelers
Campione NFC Dallas Cowboys
Super Bowl XIII
Data 21 gennaio 1979
Stadio Orange Bowl
Campione NFL Pittsburgh Steelers
Pro Bowl 1979
Data 29 gennaio 1979
Stadio Los Angeles Memorial Coliseum
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1977 1979 Right arrow.svg

La stagione NFL 1978 fu la 59ª stagione sportiva della National Football League, la massima lega professionistica statunitense di football americano. La finale del campionato, il Super Bowl XIII, si disputò il 21 gennaio 1979 all'Orange Bowl di Miami, in Florida che si concluse con la vittoria dei Pittsburgh Steelers sui Dallas Cowboys per 35 a 31. La stagione iniziò il 2 settembre 1978 e si concluse con il Pro Bowl 1979 che si tenne il 29 gennaio al Los Angeles Memorial Coliseum.

Il campionato fu caratterizzata dal passaggio da 14 e 16 giornate della stagione regolare e dall'estensione dei play-off da 8 a 10 squadre, con l'introduzione di due nuove wild card, una per Conference. La nuova formula rimase in vigore fino alla successiva modifica del 1990.

Modifiche alle regole[modifica | modifica wikitesto]

  • Venne deciso, per favorire il gioco di passaggio, di limitare i contatti legali tra wide receiver e difensori solo fino a 5 iarde dalla linea di scrimmage. In precedenza i contatti erano consentiti in qualsiasi parte del campo.
  • Venne deciso di consentire l'unico passaggio in avanti di un'azione solo a condizione che, in quell'azione, la palla non abbia mai attraversato la linea di scrimmage.
  • Venne deciso di consentire di ricevere un passaggio anche se precedentemente toccato da un compagno di squadra, anche se rimase vietato deviare volontariamente la palla in avanti verso un compagno. In precedenza un giocatore dell'attacco non poteva ricevere un passaggio, se questo era stato già toccato da un compagno di squadra, a meno che nel frattempo la palla non fosse stata toccata da un difensore.
  • Venne deciso di consentire nei blocchi su azioni di passaggio l'uso delle braccia estese e delle mani aperte.
  • Venne stabilito di ridurre la penalità di intentional grounding da 15 iarde e la perdita del down a 10 iarde e la perdita del down. Se il fallo venisse commesso nella propria end zone, la penalità comporterebbe un safety.
  • Venne deciso che l'ostruzione non fosse più un'azione illegale.
  • Venne istituita la figura del side judge come settimo arbitro.

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

La stagione regolare si svolse in 16 giornate, iniziò il 2 settembre e terminò il 18 dicembre 1978.

Risultati della stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

  • V = Vittorie, S = Sconfitte, P = Pareggi, PCT = Percentuale di vittorie, PF = Punti Fatti, PS = Punti Subiti
  • La qualificazione ai play-off è indicata in verde (tra parentesi il seed)
AFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(2) New England Patriots[1] 11 5 0 688 358 286
(4) Miami Dolphins 11 5 0 688 372 254
New York Jets 8 8 0 500 359 364
Buffalo Bills[2] 5 11 0 313 302 354
Baltimore Colts 5 11 0 313 239 421
NFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(2) Dallas Cowboys 12 4 0 750 384 208
(5) Philadelphia Eagles 9 7 0 563 270 250
Washington Redskins 8 8 0 500 273 283
Saint Louis Cardinals[3] 6 10 0 375 248 296
New York Giants 6 10 0 375 264 298
AFC Central
Squadra V S P PCT PF PS
(1) Pittsburgh Steelers 14 2 0 875 56 195
(5) Houston Oilers 10 6 0 625 283 298
Cleveland Browns 8 8 0 500 334 356
Cincinnati Bengals 4 12 0 250 252 284
NFC Central
Squadra V S P PCT PF PS
(3) Minnesota Vikings[4] 8 7 1 531 294 306
Green Bay Packers 8 7 1 531 249 269
Detroit Lions[5] 7 9 0 438 290 300
Chicago Bears 7 9 0 438 253 274
Tampa Bay Buccaneers 5 11 0 313 241 259
AFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(3) Denver Broncos 10 6 0 625 282 198
Oakland Raiders[6] 9 7 0 563 311 283
Seattle Seahawks[7] 9 7 0 563 345 358
San Diego Chargers 9 7 0 563 355 309
Kansas City Chiefs 4 12 0 250 243 327
NFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(1) Los Angeles Rams[8] 12 4 0 750 316 245
(4) Atlanta Falcons[9] 9 7 0 563 240 290
New Orleans Saints 7 9 0 438 281 298
San Francisco 49ers 2 14 0 125 219 350

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

I play-off iniziarono con i Wild Card Game il 24 dicembre 1978. I Divisional Playoff si giocarono il 30 e 31 dicembre e i Conference Championship Game il 7 gennaio 1979. Il Super Bowl XIII si disputò il 21 gennaio al Miami Orange Bowl.

Seeding[modifica | modifica wikitesto]

Seed American Football Conference National Football Conference
1 Pittsburgh Steelers (vincitori AFC Central) Los Angeles Rams (vincitori NFC West)
2 New England Patriots (vincitori AFC East) Dallas Cowboys (vincitori NFC East)
3 Denver Broncos (vincitori AFC West) Los Angeles Rams (vincitori NFC Central)
4 Miami Dolphins Atlanta Falcons
5 Houston Oilers Philadelphia Eagles

Incontri[modifica | modifica wikitesto]

Wild Card Game Divisional Play-off Conference Championship Super Bowl XIII
                                   
    31 dicembre - Foxboro Stadium        
 5  Houston  31
24 dicembre - Miami Orange Bowl     7 gennaio - Three Rivers Stadium
 2  New England  14  
 5  Houston  17  5  Houston  5
30 dicembre - Three Rivers Stadium
 4  Miami  9      1  Pittsburgh  34  
 3  Denver  10
    21 gennaio - Miami Orange Bowl
 1  Pittsburgh  33  
 A1  Pittsburgh  35
30 dicembre - Texas Stadium
   N2  Dallas  31
 4  Atlanta  20
24 dicembre - Fulton County Stadium     7 gennaio - Los Angeles Coliseum
 2  Dallas  27  
 5  Philadelphia  13  2  Dallas  28
31 dicembre - Los Angeles Coliseum
 4  Atlanta  14      1  L.A. Rams  0  
 3  Minnesota  10
   
 1  L.A. Rams  34  

Nota: Il regolamento impediva gli accoppiamenti nei Divisional playoff tra squadre della stessa Division

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New England finì davanti a Miami in base ai risultati di Division (6-2 contro 5-3 dei Dolphins).
  2. ^ Buffalo finì davanti a Baltimore in base ai risultati degli scontri diretti (2-0).
  3. ^ Saint Louis finì davanti ai N.Y. Giants in base ai risultati di Division (3-5 contro 2-6 dei Giants).
  4. ^ Minnesota finì davanti a Green Bay in base ai risultati degli scontri diretti (1-0-1).
  5. ^ Detroit finì davanti a Chicago in base ai risultati di Division (4-4 contro 3-5 dei Bears).
  6. ^ Oakland finì davanti a Seattle e San Diego in base ai risultati contro gli avversari comuni (6-2 contro 5-3 dei Seahawks e 4-4 dei Chargers).
  7. ^ Seattle finì davanti a San Diego in base ai risultati contro gli avversari comuni (5-3 contro 4-4 dei Chargers).
  8. ^ Los Angeles ottenne il seed 1 su Dallas in base al risultato dello scontro diretto.
  9. ^ Atlanta ottenne il seed 4 su Philadelphia in base ai risultati di Conference (8-4 contro 6-6 degli Eagles).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]