National Football League 2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione NFL 2009
Logo NFL
Stagione regolare
Sport American football pictogram.svg Football americano
Competizione National Football League
Edizione 90ª
Inizio 10 settembre 2009
Fine 3 gennaio 2010
Play-off
Inizio 9 gennaio 2010
Campione AFC Indianapolis Colts
Campione NFC New Orleans Saints
Super Bowl XLIV
Data 7 febbraio 2010
Stadio Sun Life Stadium
Campione NFL New Orleans Saints
Pro Bowl 2010
Data 31 gennaio 2009
Stadio Sun Life Stadium
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008 2010 Right arrow.svg

La stagione NFL 2009 è stata la 90ª stagione sportiva della National Football League, la massima lega professionistica statunitense di football americano. La finale del campionato, il Super Bowl XLIV, si è disputato il 7 febbraio 2010 nel Sun Life Stadium di Miami, in Florida, tra i New Orleans Saints e gli Indianapolis Colts e ha visto prevalere i primi per 31 a 17. I Saints hanno così ottenuto la loro prima vittoria al Super Bowl alla loro prima partecipazione. La stagione è iniziata il 10 settembre 2009 e si è conclusa con il Super Bowl XLIV. Il Pro Bowl 2010 si è tenuto il 31 gennaio 2010 nello stesso stadio in cui si è svolto il Super Bowl XLIV.

La stagione è caratterizzata dalla celebrazione del 50º anniversario della fondazione della American Football League, le cui squadre fondatrici finirono col confluire nella NFL. Per celebrare l'anniversario, gli incontri che si sono svolti tra queste squadre sono stati disputati con le divise originali del 1959.

Modifiche alle regole[modifica | modifica wikitesto]

Diverse regole sono state modificate o aggiunte durante la riunione annuale dei proprietari delle squadre tenutasi a Dana Point, in California durante la settimana del 23 marzo 2009.

Le regole seguente furono approvate per migliorare la sicurezza dei giocatori e ridurre gli infortuni:[1]

  • Un blocco cieco non può essere portato con il casco, l'avambraccio o la spalla alla testa o al collo dell'avversario.
  • È vietato il contatto iniziale alla testa di un ricevitore indifeso.
  • Sui kickoff è vietato formare una wedge di più di due giocatori.
  • Sui tentativi di onside kick, la squadra che calcia non può raggruppare più di cinque giocatori.

Il sistema di replay viene consentito per decidere le seguenti situazioni:[2]

  • Verificare se una palla persa da chi effettua un passaggio sia un fumble o un passaggio incompleto. La regola venne approvata in seguito ad una situazione verificatasi nella seconda giornata della stagione 2008 tra San Diego Chargers e Denver Broncos, quando nei minuti finali l'arbitro Ed Hochuli decise che il quarterback dei Bronco, Jay Cutler aveva lanciato un passaggio incompleto. Il replay dimostrò chiaramente che si trattava invece di un fumble, ma il gioco non risultava essere compreso tra quelli "rivedibili".
  • Verificare se una palla persa abbia toccato la linea laterale. La regola venne approvata in seguito ad una situazione verificatasi nei play-off della stagione 2008 tra i Philadelphia Eagles e gli Arizona Cardinals in cui un kickoff dei Cardinals venne giudicato come uscito dal campo, mentre il replay dimostrò chiaramente che era stato recuperato all'interno del campo da Arizona.

Le altre nuove regole comprendono:[2]

  • Se un onside kick non percorre un minimo di 10 iarde, esce dal campo o viene illegalmente toccato in qualsiasi momento, la palla viene immediatamente assegnata alla squadra che lo stava ricevendo. Questa regola ne corregge una precedente istituita nella stagione 2003 che stabiliva che, se la squadra che effettua il calcio avesse commesso queste infrazioni prima degli ultimi cinque minuti di gioco, avrebbe potuto effettuare la ripetizione del kickoff da 5 iarde più indietro.
  • In tutte le situazioni di palla che esce dal campo a seguito di un fumble o di un passaggio laterale, il tempo viene fatto ripartire dal momento in cui l'arbitro segnala la disponibilità alla ripresa del gioco e non più dallo snap successivo.

Dopo la prima partita di pre-campionato giocata nel nuovo Cowboys Stadium, in cui un punt effettuato da A.J. Trapasso dei Tennessee Titans colpì lo schermo sospeso sopra lo stadio, la NFL modificò temporaneamente la regola riguardante il caso in cui il pallone colpisca una struttura estranea al campo di gioco, come appunto uno schermo o un cavo guida delle telecamere aeree. Oltre alla ripetizione del down, l'orologio della partita viene riportato al tempo dello snap precedente[3]. La modifica è transitoria e si applica solo per la stagione 2009, per consentire alle squadre di spostare opportunamente le strutture per la stagione successiva[3].

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

La stagione regolare è iniziata il 10 settembre 2009 ed è terminata il 3 gennaio 2010, si è svolta in 17 giornate durante le quali ogni squadra ha disputato 16 partite secondo le regole del calendario della NFL.

Questa stagione gli accoppiamenti Intraconference e Interconference tra Division sono stati i seguenti

Intraconference Interconference

Risultati della stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

  • V = Vittorie, S = Sconfitte, P = Pareggi, PCT = Percentuale di vittorie, PF = Punti Fatti, PS = Punti Subiti
  • La qualificazione ai play-off è indicata in verde (tra parentesi il seed)
AFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(3) New England Patriots[4] 10 6 0 625 427 285
(5) New York Jets[5][6] 9 7 0 563 348 236
Miami Dolphins 7 9 0 438 360 390
Buffalo Bills 6 10 0 375 258 326
NFC East
Squadra V S P PCT PF PS
(3) Dallas Cowboys[7] 11 5 0 688 361 250
(6) Philadelphia Eagles 11 5 0 688 429 337
New York Giants 8 8 0 500 402 427
Washington Redskins 4 12 0 250 266 336
AFC North
Squadra V S P PCT PF PS
(4) Cincinnati Bengals 10 6 0 625 305 291
(6) Baltimore Ravens[8][5] 9 7 0 563 391 261
Pittsburgh Steelers 9 7 0 563 368 324
Cleveland Browns 5 11 0 313 245 375
NFC North
Squadra V S P PCT PF PS
(2) Minnesota Vikings 12 4 0 750 470 312
(5) Green Bay Packers[9] 11 5 0 688 461 297
Chicago Bears 7 9 0 438 327 375
Detroit Lions 2 14 0 125 262 494
AFC South
Squadra V S P PCT PF PS
(1) Indianapolis Colts 14 2 0 875 416 307
Houston Texans 9 7 0 563 388 333
Tennessee Titans 8 8 0 500 354 402
Jacksonville Jaguars 7 9 0 438 290 380
NFC South
Squadra V S P PCT PF PS
(1) New Orleans Saints 13 3 0 813 510 341
Atlanta Falcons 9 7 0 563 363 325
Carolina Panthers 8 8 0 500 315 318
Tampa Bay Buccaneers 3 13 0 188 244 400
AFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(2) San Diego Chargers 13 3 0 813 454 320
Denver Broncos 8 8 0 500 326 324
Oakland Raiders 5 11 0 313 197 379
Kansas City Chiefs 4 12 0 250 294 424
NFC West
Squadra V S P PCT PF PS
(4) Arizona Cardinals 10 6 0 625 375 325
San Francisco 49ers 8 8 0 500 330 281
Seattle Seahawks 5 11 0 313 280 390
Saint Louis Rams 1 15 0 63 175 436

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

I play-off sono iniziati con il Wild Card Weekend il 9 e 10 gennaio 2010. I Divisional Playoff si sono giocati il 16 e 17 gennaio e i Conference Championship Game il 24 gennaio. Il Super Bowl XLIV si è giocato il 7 febbraio nel Sun Life Stadium di Miami.

Seeding[modifica | modifica wikitesto]

Seed American Football Conference National Football Conference
1 Indianapolis Colts (vincitori AFC South) New Orleans Saints (vincitori NFC South)
2 San Diego Chargers (vincitori AFC West) Minnesota Vikings (vincitori NFC North)
3 New England Patriots (vincitori AFC East) Dallas Cowboys (vincitori NFC East)
4 Cincinnati Bengals (vincitori AFC North) Arizona Cardinals (vincitori NFC West)
5 New York Jets Green Bay Packers
6 Baltimore Ravens Philadelphia Eagles

Incontri[modifica | modifica wikitesto]

Wild Card Game Divisional Play-off Conference Championship Super Bowl XLIV
                                   
9 gennaio - Cowboys Stadium   17 gennaio - Metrodome          
 6  Philadelphia  14
 3  Dallas  3
 3  Dallas  34     24 gennaio - Louisiana Superdome
 2  Minnesota  34  
10 gennaio - University of Phoenix Stadium  2  Minnesota  28
16 gennaio - Louisiana Superdome
   1  New Orleans  31[10]  
 5  Green Bay  45
 4  Arizona  14
 4  Arizona  51[10]   7 febbraio - Sun Life Stadium
 1  New Orleans  45  
 
9 gennaio - Paul Brown Stadium  N1  New Orleans  31
17 gennaio - Qualcomm Stadium
   A1  Indianapolis  17
 5  N.Y. Jets  24
 5  N.Y. Jets  17
 4  Cincinnati  14     24 gennaio - Lucas Oil Stadium
 2  San Diego  14  
10 gennaio - Gillette Stadium  5  N.Y.Jets  17
16 gennaio - Lucas Oil Stadium
   1  Indianapolis  30  
 6  Baltimore  33
 6  Baltimore  3
 3  New England  14  
 1  Indianapolis  20  

Record assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Durante la stagione vennero stabiliti i seguenti record assoluti:

Record Giocatore
(Squadra)
Data
Avversario
Record precedente
Vittorie consecutive nella stagione regolare (23) Indianapolis Colts 6 dicembre
Jacksonville Jaguars
New England Patriots (21)
Maggior numero di vittorie consecutive senza qualificazione ai play-off (6) Denver Broncos Washington Redskins, 1978 (6) e Minnesota Vikings, 2003 (6)
Più lunga striscia vincente successiva ad una perdente (0-6 e 5-0) Tennessee Titans
Maggior numero di passaggi da touchdown in un quarto (5) Tom Brady
(New England Patriots)
18 ottobre
Tennessee Titans
Maggior vantaggio al termine del primo tempo (45-0) New England Patriots 18 ottobre
Tennessee Titans
Migliore percentuale di passaggi completati in una partita (92,3%) Kurt Warner
(Arizona Cardinals)
20 settembre
Jacksonville Jaguars
Vinnie Testaverde, 26 dicembre 1993 (91,3%)
Maggior numero di ricezioni in una partita (21) Brandon Marshall
Denver Broncos
13 dicembre
Indianapolis Colts
Terrell Owens, 17 dicembre 2000 (20)
Maggior numero di stagioni dal debutto come primo quarterback con più di 4.000 iarde lanciate (2) Aaron Rodgers
Green Bay Packers
27 dicembre
Seattle Seahawks
Aaron Rodgers, 2008 (1) e Kurt Warner, 2001 (1)
Maggior numero di iarde totali guadagnate in una stagione (2.509) Chris Johnson
Tennessee Titans
Marshall Faulk, 1999 (2.429)
Maggior numero di ritorni di kickoff in touchdown in carriera (8) Joshua Cribbs
Cleveland Browns
20 dicembre
Kansas City Chiefs
cinque giocatori (6)
Maggior numero di biglietti venduti per una partita (105.121) Dallas Cowboys 13 settembre
Tampa Bay Buccaneers
Arizona Cardinals, 2 ottobre 2005 (103.467)
Maggior percentuale di passaggi completati in una stagione (363/514: 70,62%) Drew Brees
New Orleans Saints
Ken Anderson, 1982 (218/309: 70,55%)
Maggior numero di punti segnati in una partita di play-off (96) Arizona Cardinals 51 - Green Bay Packers 45 10 gennaio 2010 Philadelphia Eagles 58 - Detroit Lions 37, 30 dicembre 1995 (95)

Record stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Le migliori prestazioni stagionali furono le seguenti[11].

Record di squadra
Maggior numero di punti segnati (510) New Orleans Saints
Maggior numero di iarde guadagnate (6.461) New Orleans Saints
Maggior numero di iarde guadagnate su azioni di corsa (2.576) New York Jets
Maggior numero di iarde guadagnate su azioni di passaggio (4.654) Houston Texans
Minor numero di punti subiti (236) New York Jets
Minor numero di iarde concesse (4.037) New York Jets
Minor numero di iarde concesse su azioni di corsa (1.333) Green Bay Packers
Minor numero di iarde concesse su azioni di passaggio (2.459) New York Jets
Record individuali
Maggior numero di punti segnati (146) Nate Kaeding (San Diego Chargers)
Maggior numero di touchdown segnati (18) Adrian Peterson (Minnesota Vikings)
Maggior numero di field goal realizzati (32)
  • Nate Kaeding (San Diego Chargers)
  • David Akers (Philadelphia Eagles)
Maggior numero di iarde guadagnate su azioni di corsa (2.006) Chris Johnson (Tennessee Titans)
Migliore passer rating (109,6) Drew Brees (New Orleans Saints)
Maggior numero di lanci in touchdown (34) Drew Brees (New Orleans Saints)
Maggior numero di iarde guadagnate su lancio (4.770) Matt Schaub (Houston Texans)
Maggior numero di ricezioni effettuate (123) Wes Welker (New England Patriots)
Maggior numero di iarde guadagnate su azioni di passaggio (1.569) Andre Johnson (Houston Texans)
Maggior media di iarde guadagnate su ritorno di punt (441 su 29 ritorni, per una media di 15,2) DeSean Jackson (Philadelphia Eagles)
Maggior media di iarde guadagnate su ritorno di kickoff (504 su 16 ritorni, per una media di 31,5) Danny Amendola (Pittsburgh Steelers)
Maggior numero di intercetti (9)
Maggior media di iarde guadagnate su punt (4.909 su 96 punt, per una media di 51,1) Shane Lechler (Oakland Raiders)
Maggior numero di sack (17) Elvis Dumervil (Denver Broncos)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Owners pass four rules in an attempt to make the game safer, 24 marzo 2009. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  2. ^ a b Replay review, draft order among changes made by owners, 25 marzo 2009. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  3. ^ a b NFL outlines video board policy, 27 agosto 2009. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  4. ^ New England ha ottenuto il seed 3 su Cincinnati in base alla media della percentuale di vittorie delle squadre battute (450 contro 438 dei Bengals).
  5. ^ a b I Jets e Baltimora hanno ottenuto il seed 5 e 6 della AFC su Houston in base ai migliori risultati nella Conference (7-5 contro 6-6 di Houston).
  6. ^ I Jets hanno ottenuto il seed 5 su Baltimora in base ai risultati ottenuti contro gli avversari comuni (4-0 contro 1-4 dei Ravens).
  7. ^ Dallas finì davanti a Philadelphia in base ai risultati degli scontri diretti (2-0).
  8. ^ Baltimore ha ottenuto il seed 6 della AFC in base ai risultati nella Division (3-3 contro 2-4 di Pittsburgh).
  9. ^ Green Bay ha ottenuto il seed 5 su Philadelphia in base ai risultati contro gli avversari comuni (4-1 contro 3-2 degli Eagles).
  10. ^ a b Ai tempi supplementari.
  11. ^ www.pro-football-reference.com. URL consultato il 17 febbraio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]